Open Innovation Challenge: sicurezza del firmware

Open Innovation Challenge: sicurezza del firmware

Cercasi soluzioni per migliorare la sicurezza informatica nel mondo delle componenti embedded: ecco la Open Innovation Challenge di Lazio Innova.
Cercasi soluzioni per migliorare la sicurezza informatica nel mondo delle componenti embedded: ecco la Open Innovation Challenge di Lazio Innova.

Sebbene gli ultimi giorni siano stati complessi per la Regione Lazio dal punto di vista della sicurezza informatica, è proprio dall’istituzione regionale che giunge uno sforzo mirato in questa direzione, cercando Startup e Innovatori pronti a mettere in campo le proprie esperienze per soluzioni tecnologiche per l’impresa.

La call è aperta a Startup (anche innovative), MPMI (micro, piccole e medie imprese) e PMI Innovative, Spin off di dipartimenti di Istituti di Università e Centri di Ricerca, Micro e piccole imprese: il problema è identificato nelle componenti hardware del mondo IoT, ma quel che si cerca sono ora le soluzioni ed i talenti in grado di svilupparle dal punto di vista tecnico. Se è vero che il mondo della tecnologia si sta sempre più popolando di piccole soluzioni elementari che costellano il mondo dell’Internet delle Cose, al tempo stesso è fondamentale che queste componenti possano godere di massima sicurezza: in presenza di elementi violati, infatti, a rischio ci sono informazioni preziose e funzionalità delicate, il che costringe ad una massima attenzione ad ogni livello della filiera produttiva e distributiva.

Di fronte a soluzioni innovative, servono anche strumenti di sicurezza di livello superiore, per i quali la ricerca ha ancora molti passi da compiere.

Open Innovation Challenge

Nello specifico, la Regione Lazio ha lanciato la Open Innovation Challenger “Sicurezza nel firmware” in collaborazione con Telsy (società del gruppo TIM che opera nel campo della sicurezza delle comunicazioni della cybersecurity):

Prosegue l’impegno della Regione Lazio per promuovere l’innovazione e il trasferimento tecnologico attraverso la collaborazione continuativa tra startup, innovatori e le nostre imprese. La Challenge ‘Sicurezza del Firmware’ fa parte del programma di Open Innovation che la Regione Lazio, attraverso Lazio Innova, lancia per favorire processi di innovazione aperta sui temi cardini dello sviluppo e della competitività, come la digitalizzazione e la sicurezza. Ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico: sono queste le parole chiave del nuovo modello di sviluppo che dobbiamo costruire.

Paolo Orneli, assessore regionale allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start-Up e Innovazione

Challenge per software embedded

La challenge mette al centro tre ambiti di sfida nel campo del software embedded, per i quali si cerca una soluzione innovativa:

  1. Firmware Blackbox
    impossibilità di verificare la presenza di librerie o funzioni vulnerabili o backdoors inserite dal produttore;
  2. Aggiornamenti
    complessità di implementare meccanismi di autoaggiornamento sicuri;
  3. Manomissione
    difficoltà nello scoprire se un dispositivo già in uso sia stato compromesso.

Analisi ad hoc del firmware? Sistemi di update verificati? Remote attestation per la rivelazione delle compromissioni? Le idee possibili sono molte, ma è ai candidati che sarà lasciata libera espressione in cerca della miglior soluzione possibile.

20 mila euro in palio e domande che possono essere presentate fino alle ore 12 del 30 settembre 2021. La giuria sarà composta da rappresentanti di Lazio Innova e Telsy, i quali selezioneranno i sei team che potranno accedere ad un percorso gratuito di mentorship per la validazione dei modelli di business. Le candidature possono essere portate avanti tramite questo sito dedicato.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 5 ago 2021
Link copiato negli appunti