OpenOffice 2.3 tra extension e wizard

La nuova release porta con sé il pieno supporto alle estensioni in stile Firefox e fornisce nuovi wizard per la generazione di grafici e report. Ecco le principali novità

Roma – Nelle scorse ore OpenOffice.org ha annunciato la disponibilità ufficiale di OpenOffice 2.3, una nuova versione della suite per l’ufficio open source che apporta migliorie a tutti i suoi principali componenti.

Come si evince dal lunghissimo elenco di cambiamenti riportato nelle note di rilascio , la 2.3 va considerata una major release di OpenOffice: sebbene non introduca novità eclatanti, questa versione introduce un numero davvero sconfinato di nuove caratteristiche e migliorie , a partire dalla piena implementazione di quella nuova architettura che permette di ampliare le funzionalità di OpenOffice per mezzo di estensioni .

Sebbene la tecnologia delle estensioni avesse fatto il suo debutto con la versione 2.0.4 di OpenOffice, gli sviluppatori affermano che la 2.3 è la prima release a supportare tutte le estensioni oggi disponibili . Tra gli add-in più interessanti vi sono OpenOffice.org2GoogleDocs , capace di esportare i documenti nel formato Google Docs; Sun Weblog Publisher , che consente di pubblicare e modificare velocemente i post sul proprio blog; Sun Report Builder , per la generazione di report grafici dei propri database; e mOOo Impress Controller , che consente di controllare le presentazioni create con Impress attraverso un dispositivo Java-based Bluetooth.

OpenOffice 2.3 include poi un nuovo wizard per la creazione di grafici 2D/3D , un filtro di Write per l’esportazione dei documenti in formato Wiki, nuove API per l’implementazione di smart tag, la possibilità di aprire i link nei documenti con un semplice Ctrl+Click , una funzione di autoriconoscimento della lingua in cui è scritto un testo, il supporto al formato d’immagine PNG nell’esportazione in HTML, e un nuovo generatore di report .

Si segnala infine la correzione di una vulnerabilità di sicurezza legata alla gestione delle immagini in formato TIFF: il bug avrebbe potuto essere sfruttato da un cracker per creare un file che, una volta aperto con OpenOffice, eseguiva del codice dannoso con gli stessi privilegi dell’utente locale.

Maggiori informazioni sulle novità di OpenOffice 2.3 sono state pubblicate in questo post del blog di Italo Vignoli, public relator dell’Associazione PLIO .

Nel momento in cui si scrive, OpenOffice 2.3 è disponibile esclusivamente nella versione inglese ; non appena pronta, la localizzazione italiana potrà essere scaricata da qui ( Update : è ora disponibile per il download anche la versione italiana).

Domani a Barcellona inizierà l’ OOoCon 2007 , un evento che durerà fino al 21 settembre e che vedrà la partecipazione dell’associazione.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti