OpenSSL, update col brivido

L'atteso aggiornamento della tanto chiacchierata libreria SSL open source faceva temere una falla potenzialmente devastante. L'allarme è rientrato: il baco si limita a mandare in crash i server

Roma – Il Progetto OpenSSL ha rilasciato nuove versioni aggiornate della omonima libreria per le comunicazioni Web cifrate (HTTPS), una tornata di release già anticipata nei giorni scorsi che ha sollevato l’allarme sull’esistenza di una (nuova) pericolosa vulnerabilità di sicurezza all’interno del codice FOSS.

L’arrivo concreto della nuova release di OpenSSL (1.02a, 1.01m, 1.00r e 0.9.8.zf) serve però a ridimensionare e non di poco l’allarme, visto che il baco incriminato riguarda un errore di negoziazione tra cliente e server potenzialmente in grado di portare a un attacco DoS contro il sistema remoto.

Il bug può al massimo provocare un crash e il conseguente riavvio del server, insomma, eventualità fastidiosa ma certamente lontana anni luce dalle conseguenze “disastrose” di tutte le vulnerabilità scoperte negli ultimi ( Heartbleed , POODLE , FREAK e compagnia) mesi all’interno di OpenSSL.

Il security advisory di OpenSSL Project riguarda in totale 12 diverse vulnerabilità, alcune classificate con livello di rischio alto e altre (la maggior parte) solo come di rischio moderato o basso. L’advisory serve infine a riclassificare la vulnerabilità coinvolta nell’attacco FREAK, problema per cui esiste una patch già dallo scorso gennaio ma che ora viene considerato come un rischio “alto” in considerazione del gran numero di server e apparati di rete coinvolti.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • whitemagic scrive:
    La bufala dell'iva sugli ebook
    é chiaramente una bufala, non serve a nulla, gli editori non abbasseranno il prezzo della copia elettronica non possono cannabalizzare la versione cartacea, crollerebbe tutto il sistema e resterebbe solo Amazon.
    • panda rossa scrive:
      Re: La bufala dell'iva sugli ebook
      - Scritto da: whitemagic
      é chiaramente una bufala, non serve a nulla, gli
      editori non abbasseranno il prezzo della copia
      elettronica non possono cannabalizzare la
      versione cartacea, crollerebbe tutto il sistema e
      resterebbe solo
      Amazon.Se questo e' il prezzo da pagare per veder crollare tutto il sistema, io lo pago volentieri.
    • mimmo scrive:
      Re: La bufala dell'iva sugli ebook
      all'incirca l'abbassamento dell'iva abbasserebbe il costo degli ebook di 1 - 2 euro, se consideriamo un ebook con costo 10 - 20 euro.non cambia molto.il problema del costo alto degli ebook non riguarda l'iva.detto cio', concordo con l'abbassamento dell'iva, visto che tantoquesto non creerebbe alcun danno all'erario, visto che le vendite sonoancora basse.
  • pirloide scrive:
    ma davvero?
    state ancora a far trottà er morpher penoso?Ma ripijateve e lasciateje rotolà nella su stessa medda, va...
    • ... scrive:
      Re: ma davvero?
      - Scritto da: pirloide
      state ancora a far trottà er morpher penoso?
      Ma ripijateve e lasciateje rotolà nella su stessa
      medda,
      va...[img]http://madbetty.com/wp-content/uploads/2013/05/1310576716159.jpg[/img]
  • cesira scrive:
    censori
    Malattia da censura, su p.i.
  • Favicon scrive:
    PuzzoXXXXXXX
    Che puzzolenti ipocriti gli italioti governanti: portano l'iva al 22 percento e poi fanno battaglie (finte) con la ue per avere l'iva al 4 percento sugli ebook.Ma quanta strumentalizzazione c'è in queste manovre?!?
  • prova123 scrive:
    Caro Ministro Franceschini
    sia rispettoso delle istituzioni europee, l'IVA al 4% è l'europa che ce lo chiede.
    • panda rossa scrive:
      Re: Caro Ministro Franceschini
      - Scritto da: prova123
      sia rispettoso delle istituzioni europee, l'IVA
      al 4% è l'europa che ce lo
      chiede.No, guarda che non hai capito.Il ministro e' quello che vorrebbe violare le normative europee e mettere l'iva al 4% ai DRM.L'Europa sta dicendo di NON FARLO altrimenti arriva il multone.
      • prova123 scrive:
        Re: Caro Ministro Franceschini
        sorry! è stato un errore di sbaglio! Ho capovolto la frase che volevo scrivere, ma ho lasciato il 4%. Le intenzioni erano di sottolineare che la frase "lo vuole l'europa" è solo una scusa per quando fa comodo nascondersi dietro l'europa.
      • ... scrive:
        Re: Caro Ministro Franceschini
        Ma se si può girare il multone agli editori per me potrebbe pure andare bene!Ma perchè mi viene il sospetto che non sarà girato agli editori?(newbie)
        • prova123 scrive:
          Re: Caro Ministro Franceschini
          e di conseguenza aumenterebbe l'introito con l'iva al 22% :
        • ruppolo scrive:
          Re: Caro Ministro Franceschini
          Ecco la stoltezza umana nella sua massima espressione.
          • bubba scrive:
            Re: Caro Ministro Franceschini
            - Scritto da: ruppolo
            Ecco la stoltezza umana nella sua massima
            espressione.ruppie era un po' che non postavi... a Cupertino hanno rilasciato gli adepti per brucare in giro durante la primavera?
          • ruppolo scrive:
            Re: Caro Ministro Franceschini
            Visto che hanno avuto l'ardire di moderare un mio post, faranno a meno della mia presenza per un po' di tempo. Perché regalare traffico?
          • cesira scrive:
            Re: Caro Ministro Franceschini
            Sai quanti post "moderano" ogni giorno?Cadi forse dal pero?Non ho mai visto un forum più bislacco in vita mia.
          • ... scrive:
            Re: Caro Ministro Franceschini
            - Scritto da: cesira
            Sai quanti post "moderano" ogni giorno?
            Cadi forse dal pero?
            Non ho mai visto un forum più bislacco in vita
            mia.Però poi pubblicano articoloni tipo ATTENZZIONE SKANDALO: È ACADUTA UN EPISODIO DI CENSURA SU FEISBUK!!!
          • bubba scrive:
            Re: Caro Ministro Franceschini
            - Scritto da: ruppolo
            Visto che hanno avuto l'ardire di moderare un mio
            post, faranno a meno della mia presenza per un
            po' di tempo. Perché regalare
            traffico?.... ma se regali un rene al giorno a Cupertino... cosa vuoi che sia un click a P.I.? mah :) mica ci puoi lasciare soli con maxsix... quello e' da neuro...
          • ... scrive:
            Re: Caro Ministro Franceschini
            - Scritto da: ruppolo
            Visto che hanno avuto l'ardire di moderare un mio
            post, faranno a meno della mia presenza per un
            po' di tempo. Perché regalare traffico?certo che solo un come te con la faccia come il XXXX poteva scrivere una cosa del genere! migliaia di post da te segnalati spariscono, un tu per un post canellatoti (solo per pararti il XXXX, bada bene) e ti inXXXXX? ma XXXXXXXXXX, va! e gia' che ci sei portati maxsix e bertuccia.
    • prova123 scrive:
      Re: Caro Ministro Franceschini
      ma anche no!
      • sgabbio scrive:
        Re: Caro Ministro Franceschini
        non rubarmi le mie frasi celebri[img]http://gs1.wac.edgecastcdn.net/8019B6/data.tumblr.com/tumblr_lnwx7hQczs1qfdg8fo1_500.jpg[/img]
  • Rantolo scrive:
    Sarò l'unico...
    ma a me non interessa proprio nulla dell'IVA sugli Ebook.Sarebbero ben altri i beni di primaria importanza, che servono per la *sopravvivenza* o perlomeno per avere una vita un po' più dignitosa, su cui ci sarebbe bisogno di ridurre l'IVA.Questa crociata proprio non la capisco, mi fa quasi venire il voltastomaco vedere con quanto accanimento ministri, parlamentari e istituzioni puntino i piedi per una cosa tanto inutile mentre votano con leggerezza, e senza neanche un minimo di dibattito, aumenti dell'IVA su beni molto più utili e che incidono ben più profondamente sul budget familiare.
    • Leguleio scrive:
      Re: Sarò l'unico...

      ma a me non interessa proprio nulla dell'IVA
      sugli
      Ebook.
      Sarebbero ben altri i beni di primaria
      importanza, che servono per la *sopravvivenza* o
      perlomeno per avere una vita un po' più
      dignitosa, su cui ci sarebbe bisogno di ridurre
      l'IVA.Lo Stato è indebitato e ha bisogno di soldi, e quindi tende ad aumentarla l'IVA, non a diminuirla. Solo che la vendita di libri e di riviste è talmente bassa, nessuno legge, che sarebbe una perdita minima, e allora si fa gli splendidi e si sfida l'UE. Mah...
      • Manunzio scrive:
        Re: Sarò l'unico...
        Non pare che il problema sia quello ma sulla natura dell'e-book che pare (così dice la corte europea) non sia un libro equiparabile a quello edito su carta per una questione letteralmente (dicono loro) di "supporto fisico non fornito".Piace ?Non Piace?La questione è quella.
      • panda rossa scrive:
        Re: Sarò l'unico...
        - Scritto da: Leguleio

        ma a me non interessa proprio nulla dell'IVA

        sugli

        Ebook.

        Sarebbero ben altri i beni di primaria

        importanza, che servono per la
        *sopravvivenza*
        o

        perlomeno per avere una vita un po' più

        dignitosa, su cui ci sarebbe bisogno di
        ridurre

        l'IVA.

        Lo Stato è indebitato e ha bisogno di soldi,E allora cominciasse ad ABOLIRE tutti i finanziamenti e le sovvenzioni all'editoria, che tanto e' un settore di cui non frega niente a nessuno e non vale proprio la pena questo accanimento terapeutico per tenere in vita una mummia.E se ancora non bastasse a ripianare il debito, allora chieda indietro all'editoria tutte le sovvenzioni degli ultimi 10 anni.
        • ... scrive:
          Re: Sarò l'unico...
          - Scritto da: panda rossa
          E se ancora non bastasse a ripianare il debito,
          allora chieda indietro all'editoria tutte le
          sovvenzioni degli ultimi 10
          anni.Non dirgli così poveretto che poi rischia il "coccolone".(rotfl)(rotfl)
        • Leguleio scrive:
          Re: Sarò l'unico...


          Lo Stato è indebitato e ha bisogno di soldi,

          E allora cominciasse ad ABOLIRE tutti i
          finanziamenti e le sovvenzioni all'editoria, che
          tanto e' un settore di cui non frega niente a
          nessuno e non vale proprio la pena questo
          accanimento terapeutico per tenere in vita una
          mummia.Ma i contributi all'editoria diminuiscono di anno in anno. E non si può tagliare tutto da un giorno all'altro.
          E se ancora non bastasse a ripianare il debito,
          allora chieda indietro all'editoria tutte le
          sovvenzioni degli ultimi 10
          anni.Non si può. Sarebbe una legge retroattiva, non ammessa dal nostro sistema giuridico.
          • ... scrive:
            Re: Sarò l'unico...
            - Scritto da: Leguleio
            Ma i contributi all'editoria diminuiscono di anno
            in anno. E non si può tagliare tutto da un giorno
            all'altro.Vai a raccontarlo agli "esodati" che avevano un accordo relativo al loro prepensionamento e si son trovati da "un giorno all'altro" disoccupati invece che "prepensionati".Chissà perchè a volte "si può" e a volte "non si può"...
          • panda rossa scrive:
            Re: Sarò l'unico...
            - Scritto da: Leguleio


            Lo Stato è indebitato e ha bisogno di
            soldi,



            E allora cominciasse ad ABOLIRE tutti i

            finanziamenti e le sovvenzioni all'editoria,
            che

            tanto e' un settore di cui non frega niente a

            nessuno e non vale proprio la pena questo

            accanimento terapeutico per tenere in vita
            una

            mummia.

            Ma i contributi all'editoria diminuiscono di anno
            in anno. E non si può tagliare tutto da un giorno
            all'altro.



            E se ancora non bastasse a ripianare il
            debito,

            allora chieda indietro all'editoria tutte le

            sovvenzioni degli ultimi 10

            anni.

            Non si può. Sarebbe una legge retroattiva, non
            ammessa dal nostro sistema
            giuridico.Tu dici?Cominciamo con un bell'esproprio esecutivo immediato, e poi, una volta che sarete tutti sul lastrico potrete intentare una bella causa civile contro lo stato, che si concludera' 70 anni dopo la vostra morte sentenziando che forse avevate ragione, ma intanto il reato si e' prescritto.
          • Leguleio scrive:
            Re: Sarò l'unico...


            Non si può. Sarebbe una legge retroattiva,
            non

            ammessa dal nostro sistema

            giuridico.

            Tu dici?
            Cominciamo con un bell'esproprio esecutivo
            immediato, Io ti consiglio di prendere una macchina del tempo e proporti come braccio destro di Stalin. Il linguaggio e gli intendimenti sono quelli.
          • Leguleio scrive:
            Re: Sarò l'unico...


            Non si può. Sarebbe una legge retroattiva,
            non

            ammessa dal nostro sistema

            giuridico.
            Tu dici?
            Cominciamo con un bell'esproprio esecutivo
            immediato, Poi spostiamo l'orologio della storia novant'anni indietro e iniziamo la sovietizzazione, sì sì.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 marzo 2015 13.19-----------------------------------------------------------
          • bubba scrive:
            Re: Sarò l'unico...
            - Scritto da: Leguleio


            Non si può. Sarebbe una legge
            retroattiva,

            non


            ammessa dal nostro sistema


            giuridico.


            Tu dici?

            Cominciamo con un bell'esproprio esecutivo

            immediato,

            Poi spostiamo l'orologio della storia novant'anni
            indietro e iniziamo la sovietizzazione, sì
            sì.
            --------------------------------------------------
            Modificato dall' autore il 21 marzo 2015 13.19
            --------------------------------------------------pero' non sarebbe male... lo pensi anche tu, di la verita' :Pun dittatore benevolo che estirpa un po dei megaimbrogli fatti "a norma di legge"..... gh.... ieri sentivo in tv un magistrato che sembrava riprendere me, in certi post, dove parlavo della depravazione "a norma di legge", normativa ipertrofica confusionaria e contradittoria fatta apposta per non funzionare...
          • Leguleio scrive:
            Re: Sarò l'unico...



            Cominciamo con un bell'esproprio
            esecutivo


            immediato,



            Poi spostiamo l'orologio della storia
            novant'anni

            indietro e iniziamo la sovietizzazione, sì

            sì.


            pero' non sarebbe male... lo pensi anche tu, di
            la verita'
            :P

            un dittatore benevolo Non esistono dittatori benevoli, se non nei romanzi utopici.
          • bubba scrive:
            Re: Sarò l'unico...
            - Scritto da: Leguleio



            Cominciamo con un bell'esproprio

            esecutivo



            immediato,





            Poi spostiamo l'orologio della storia

            novant'anni


            indietro e iniziamo la sovietizzazione,



            sì.





            pero' non sarebbe male... lo pensi anche tu,
            di

            la verita'

            :P



            un dittatore benevolo

            Non esistono dittatori benevoli, se non nei
            romanzi
            utopici.lo sai che puoi PENSARE anche a cose improbabili, vero? non e' vietato (per ora?) :P
          • Leguleio scrive:
            Re: Sarò l'unico...

            lo sai che puoi PENSARE anche a cose improbabili,
            vero? non e' vietato (per ora?)
            :PMa sono capitato sul forum di un quotidiano online di informatica o nel pozzo dei desideri? Me lo chiedo spesso. :p(newbie)
          • bubba scrive:
            Re: Sarò l'unico...
            - Scritto da: Leguleio

            lo sai che puoi PENSARE anche a cose
            improbabili,

            vero? non e' vietato (per ora?)

            :P

            Ma sono capitato sul forum di un quotidiano
            online di informatica o nel pozzo dei desideri?
            Me lo chiedo spesso.
            :p(newbie)detta da te e' una strana domanda... considerando che non parli MAI di informatica :)
          • Leguleio scrive:
            Re: Sarò l'unico...


            Ma sono capitato sul forum di un quotidiano

            online di informatica o nel pozzo dei desideri?

            Me lo chiedo spesso.

            :p(newbie)
            detta da te e' una strana domanda... considerando
            che non parli MAI di informatica
            :)Nemmeno la rivista se è per questo. http://punto-informatico.it/4224543/PI/News/esa-primo-lancio-mini-shuttle-ixv.aspxhttp://punto-informatico.it/4124302/PI/News/aggirare-body-scanner-scienza.aspxhttp://punto-informatico.it/4225449/PI/News/usa-limiti-droni-sregolati.aspxhttp://punto-informatico.it/4228298/PI/News/usa-milioni-puparo-gameover-zeus.aspxhttp://punto-informatico.it/4219470/PI/News/the-pirate-bay-prime-risposte.aspxCercano un'affinità nella scelta degli argomenti che non riscontro quasi mai. Sono argomenti che attirano clic, tutto qua.
          • Manunzio scrive:
            Re: Sarò l'unico...
            - Scritto da: Leguleio
            Cercano un'affinità nella scelta degli argomenti
            che non riscontro quasi mai. Sono argomenti che
            attirano clic, tutto
            qua.Loro cercano la affinità tu neppure quella da Stalin all'iva ce ne corre.
          • Manunzio scrive:
            Re: Sarò l'unico...
            - Scritto da: Leguleio
            Cercano un'affinità nella scelta degli argomenti
            che non riscontro quasi mai. Sono argomenti che
            attirano clic, tutto
            qua.Loro cercano la affinità tu neppure quella da Stalin all'iva ce ne corre.
          • Manunzio scrive:
            Re: Sarò l'unico...
            - Scritto da: Leguleio
            Cercano un'affinità nella scelta degli argomenti
            che non riscontro quasi mai. Sono argomenti che
            attirano clic, tutto
            qua.Loro cercano la affinità tu neppure quella da Stalin all'iva ce ne corre.
          • uno nessuno centomila scrive:
            Re: Sarò l'unico...
            - Scritto da: Manunzio
            - Scritto da: Leguleio


            Cercano un'affinità nella scelta degli
            argomenti

            che non riscontro quasi mai. Sono argomenti
            che

            attirano clic, tutto

            qua.
            Loro cercano la affinità tu neppure quella da
            Stalin all'iva ce ne
            corre.Ma ci sono anche i cavoletti di Bruxelles che non si accompagnano male.
          • Leguleio scrive:
            Re: Sarò l'unico...

            lo sai che puoi PENSARE anche a cose improbabili,
            vero? non e' vietato (per ora?)
            :PNon è vietato, ma qui di base si commenta come se fossero cose fattibili. Be', oddio, quando si leggono di certi argomenti ci si può giocare, concordo, sono talmente assurdi... ma questo no.Mi pare coerente con una rivista online che sia chiama <I
            Punto Informatico </I
            , e non <I
            Il pozzo dei desideri </I
            .-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 marzo 2015 10.39-----------------------------------------------------------
          • Manunzio scrive:
            Re: Sarò l'unico...
            - Scritto da: Leguleio
            Ma i contributi all'editoria diminuiscono di anno
            in anno. E non si può tagliare tutto da un giorno
            all'altro.Perchè non vai a dirlo agli "esodati" che avevano un accordo sul prepensionamento e si sono trovati "da un giorno all'altro" tutti disoccupati invece che prepensionati ?
          • Lei non sa chi sono io scrive:
            Re: Sarò l'unico...
            - Scritto da: Leguleio.

            Ma i contributi all'editoria diminuiscono di anno
            in anno. E non si può tagliare tutto da un giorno
            all'altro.Perchè non vai a dirlo agli "esodati" che avevano un accordo sul prepensionamento e si sono trovati "da un giorno all'altro" tutti disoccupati invece che prepensionati ?
          • Manunzio scrive:
            Re: Sarò l'unico...
            - Scritto da: Leguleio.

            Ma i contributi all'editoria diminuiscono di anno
            in anno. E non si può tagliare tutto da un giorno
            all'altro.Perchè non vai a dirlo agli "esodati" che avevano un accordo sul prepensionamento e si sono trovati "da un giorno all'altro" tutti disoccupati invece che prepensionati ?
      • Finco scrive:
        Re: Sarò l'unico...
        Hai ragione.La politica è l'arte dell'inganno...
  • Stronzoni scrive:
    notizia
    XXXXXXXte!
  • ausonio scrive:
    regà...
    ma state ancora qui a far trottare lo gnomo bipolare?E daje!
  • ... scrive:
    si si, mandate l'appello...
    ...che hanno finito la carta igenica.
    • Manunzio scrive:
      Re: si si, mandate l'appello...
      - Scritto da: ...
      ...che hanno finito la carta igenica.E poi sui rotoloni ci sta anche un appello molto lungo! :D
  • Skywalker scrive:
    leggera modifica
    "un appello con cui chiede alla Commissione Europea l'equiparazione degli ebook ai libri cartacei".L'equiparazione dell'IVA sarà una naturale conseguenza...
    • bubba scrive:
      Re: leggera modifica
      - Scritto da: Skywalker
      "un appello con cui chiede alla Commissione
      Europea l'equiparazione degli ebook ai libri
      cartacei".

      L'equiparazione dell'IVA sarà una naturale
      conseguenza...+1 .sembra il mio post sopra..... http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4234696&m=4234745&is=0#p4234745(..)- SE si spinge il mood "il libro non e' la scatola/carta ma il suo contenuto" (e mi puo' star bene) ALLORA, per far si che abbia senso applicarlo anche all'ebook, bisogna PRIMA CAVARE le storture che ha l'ebook rispetto al libro ( lockin artificiali : DRM e altre bestialita' legali).Se no e' troppo comodo(..)
  • panda rossa scrive:
    Niente ebook al premio Strega
    Che l'ebook non sia un libro sono gli stessi addetti ai lavori a dirlo.Premio Strega: la piu' elevata manifestazione libraria del nostro paese RIFIUTA di prendere in considerazione opere letterarie che non siano state date prima alle stampe dalla casta parassita degli editori.Un'opera letteraria autopubblicata in ebook non e' degna di partecipare al premio Strega in quanto non e' un libro.http://www.linkiesta.it/premio-strega-ebookQuindi perche' mettere l'iva agevolata agli ebook?
    • Izio01 scrive:
      Re: Niente ebook al premio Strega
      - Scritto da: panda rossa
      Che l'ebook non sia un libro sono gli stessi
      addetti ai lavori a
      dirlo.

      Premio Strega: la piu' elevata manifestazione
      libraria del nostro paese RIFIUTA di prendere in
      considerazione opere letterarie che non siano
      state date prima alle stampe dalla casta
      parassita degli editori.

      Un'opera letteraria autopubblicata in ebook non
      e' degna di partecipare al premio Strega in
      quanto non e' un libro.

      http://www.linkiesta.it/premio-strega-ebook

      Quindi perche' mettere l'iva agevolata agli ebook?GRANDE osservazione!Peccato che la logica NON la faccia da padrone, quando ci sono in ballo gli interessi dei vari gruppi di pressione :(
      • Leguleio scrive:
        Re: Niente ebook al premio Strega

        GRANDE osservazione!
        Peccato che la logica NON la faccia da padrone,
        quando ci sono in ballo gli interessi dei vari
        gruppi di pressione
        :(In questo caso io sono ben contento che la logica non sia stata messa di mezzo, ti dirò.Adesso il regime fiscale dovrebbe essere adattato a seconda dei criteri usati dai premi letterari? Siamo a posto. E se un premio letterario accetta gli ebook e l'altro no, come si fa? (newbie)
        • Izio01 scrive:
          Re: Niente ebook al premio Strega
          - Scritto da: Leguleio

          GRANDE osservazione!

          Peccato che la logica NON la faccia da
          padrone,

          quando ci sono in ballo gli interessi dei
          vari

          gruppi di pressione

          :(

          In questo caso io sono ben contento che la logica
          non sia stata messa di mezzo, ti
          dirò.
          Adesso il regime fiscale dovrebbe essere adattato
          a seconda dei criteri usati dai premi letterari?Ma no, non sarò stato chiaro ma a contraddirsi sono gli editori (che insomma, nella gestione del Premio Strega credo che abbiano ben più di uno zampino)!
          Siamo a posto. E se un premio letterario accetta
          gli ebook e l'altro no, come si fa?
          (newbie)
        • panda rossa scrive:
          Re: Niente ebook al premio Strega
          - Scritto da: Leguleio

          GRANDE osservazione!

          Peccato che la logica NON la faccia da
          padrone,

          quando ci sono in ballo gli interessi dei
          vari

          gruppi di pressione

          :(

          In questo caso io sono ben contento che la logica
          non sia stata messa di mezzo, ti
          dirò.
          Adesso il regime fiscale dovrebbe essere adattato
          a seconda dei criteri usati dai premi letterari?
          Siamo a posto. E se un premio letterario accetta
          gli ebook e l'altro no, come si fa?
          (newbie)Stai uscendo di tema come al solito.Qui stiamo discutendo del fatto che l'Europa sta chiaramente dicendo che l'iva sul DRM non deve essere agevolata mentre la lobby degli editori parassiti vorrebbe imporre l'iva agevolata ai DRM solo per INTASCARSI LA DIFFERENZA.Non certo per diminuire i prezzi, men che meno per riconoscere agli autori qualcosa in piu' di quelle quattro briciole che gli elemosinano oggi.
          • Leguleio scrive:
            Re: Niente ebook al premio Strega

            Stai uscendo di tema come al solito.Sto rispondendo a Izio01. Non esiste e non deve esistere alcuna meccanismo che lega le imposizioni fiscali, e non solo l'IVA, ai concorsi letterari. Sono cose totalmente separate.
            Qui stiamo discutendo del fatto che l'Europa sta
            chiaramente dicendo che l'iva sul DRM non deve
            essere agevolata mentre la lobby degli editori
            parassiti vorrebbe imporre l'iva agevolata ai DRM
            solo per INTASCARSI LA
            DIFFERENZA.E questo l'ho capito.
          • Manunzio scrive:
            Re: Niente ebook al premio Strega
            - Scritto da: Leguleio
            E questo l'ho capito.Non si direbbe dato che a differenza di quello che dice la corte europea non hai mai parlato del "supporto fisico" ma piuttosto di qualunque argomento che evitasse accuratamente il problema.
          • uno nessuno centomila scrive:
            Re: Niente ebook al premio Strega
            Ancora qui?Questo thread è MIO.
          • Winaro scrive:
            Re: Niente ebook al premio Strega
            - Scritto da: Leguleio

            Stai uscendo di tema come al solito.

            Sto rispondendo a Izio01. Non esiste e non deve
            esistere alcuna meccanismo che lega le
            imposizioni fiscali, e non solo l'IVA, ai
            concorsi letterari. Sono cose totalmente
            separate.Eppure non mi sembravi così tardo dal non capire il discorso di Izio01. :)
          • Gutemberg scrive:
            Re: Niente ebook al premio Strega
            - Scritto da: Leguleio
            Sto rispondendo a Izio01. Non esiste e non deve
            esistere alcuna meccanismo che lega le
            imposizioni fiscali, e non solo l'IVA, ai
            concorsi letterari. Sono cose totalmente
            separate.Su questo potrei concordare, ma come la mettiamo con la dichiarazione di Franceschini "Un libro è un libro"?Vale solo ai fini fiscali?Ci sei o ci fai?
          • panda rossa scrive:
            Re: Niente ebook al premio Strega
            - Scritto da: Gutemberg
            - Scritto da: Leguleio

            Sto rispondendo a Izio01. Non esiste e non
            deve

            esistere alcuna meccanismo che lega le

            imposizioni fiscali, e non solo l'IVA, ai

            concorsi letterari. Sono cose totalmente

            separate.

            Su questo potrei concordare, ma come la mettiamo
            con la dichiarazione di Franceschini "Un libro è
            un
            libro"?
            Vale solo ai fini fiscali?
            Ci sei o ci fai?La dichiarazione di Franceschini non fa una grinza.E' solo incompleta.Un libro e' un libro.Un DRM non e' un libro.Questo avrebbe dovuto dire. Non solo la prima parte.
          • ruppolo scrive:
            Re: Niente ebook al premio Strega
            Da dipendente cantinaro quale sei non sai nulla di IVA. Ma del resto è coerente con la tua sensibilità verso la cultura, pari a zero. L'unica tua cultura è quella del parassitismo.
          • marcorr scrive:
            Re: Niente ebook al premio Strega
            - Scritto da: ruppolo
            Da dipendente cantinaro quale sei non sai nulla
            di IVA. Ma del resto è coerente con la tua
            sensibilità verso la cultura, pari a zero.
            L'unica tua cultura è quella del
            parassitismo.Spiegacela tu, visto che ti atteggi a sapientone.
  • Leguleio scrive:
    E alla Commissione europea...
    ...risponderanno così:[img]http://i.imgur.com/I6iiX1J.jpg[/img]Tornando seri: se in una struttura federale, alla quale si avvicina l'UE, dovessero stare ad ascoltare tre ministri degli stati membri che un anno sì e l'alto pure hanno problemi con i rispettivi gruppi di pressione, a volte con l'elettorato (ma non è questo il caso), starebbero freschi. Meno si cambia, su quanto è già stato stabilito, e meglio è.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 marzo 2015 14.27-----------------------------------------------------------
    • Manunzio scrive:
      Re: E alla Commissione europea...
      - Scritto da: Leguleio
      Meno si cambia, su quanto è
      già stato stabilito, e meglio
      è.Lo diceva pure hammurabi ma purtroppo la stele è rimasta ma le leggi scolpite sulla medesima no.Resta da capire come mai.
      • Leguleio scrive:
        Re: E alla Commissione europea...


        Meno si cambia, su quanto è

        già stato stabilito, e meglio

        è.
        Lo diceva pure hammurabi ma purtroppo la stele è
        rimasta ma le leggi scolpite sulla medesima
        no.
        Resta da capire come mai.Gli storici lo hanno capito benissimo: Babilonia, la città-stato su cui regnava Hammurabi, venne conquistata dai persiani nel 539 a.C.. Chi conquistata un regno, in genere, impone al popolo sconfitto le proprie leggi e fa cadere in desuetudine le altre, e così è stato per il codice di Hammurabi.
        • Manunzio scrive:
          Re: E alla Commissione europea...
          - Scritto da: Leguleio
          Chi
          conquistata un regno, in genere, impone al popolo
          sconfitto le proprie leggi e fa cadere in
          desuetudine le altrePoi anche questa "consuetudine" è caduta in disuso (come le leggi di Hammurabi) e si sono "inventati" i parlamenti che fanno decadere le leggi senza bisogno di "conquistare" altro che dei seggi in parlamento.Scherzi che fa la storia.
          • Leguleio scrive:
            Re: E alla Commissione europea...


            Chi

            conquistata un regno, in genere, impone al
            popolo

            sconfitto le proprie leggi e fa cadere in

            desuetudine le altre

            Poi anche questa "consuetudine" è caduta in
            disuso (come le leggi di Hammurabi) e si sono
            "inventati" i parlamenti che fanno decadere le
            leggi senza bisogno di "conquistare" altro che
            dei seggi in
            parlamento.

            Scherzi che fa la storia.Vedi? Il progresso fa miracoli.
          • Manunzio scrive:
            Re: E alla Commissione europea...
            - Scritto da: Leguleio
            Vedi? Il progresso fa miracoli.Giusto però non lascia mai le cose come stanno.In altre parole l'esatto contrario di "Meno si cambia, su quanto è già stato stabilito, e meglio è" ;)
          • Leguleio scrive:
            Re: E alla Commissione europea...


            Vedi? Il progresso fa miracoli.
            Giusto però non lascia mai le cose come stanno.
            In altre parole l'esatto contrario di "Meno si
            cambia, su quanto è già stato stabilito, e meglio
            è"
            ;)La frase è riferita solo alle leggi comunitarie, visto che già è stato difficile mettere assieme le esigenze di 28 Paesi. Le norme dei singoli Stati sono più malleabili.
          • Manunzio scrive:
            Re: E alla Commissione europea...
            - Scritto da: Leguleio
            La frase è riferita solo alle leggi comunitarie,In altre parole il parlamento europeo e gli organi istituzionali europei che cambiano le leggi son un inutile "progresso"?
          • Leguleio scrive:
            Re: E alla Commissione europea...


            La frase è riferita solo alle leggi
            comunitarie,
            In altre parole il parlamento europeo e gli
            organi istituzionali europei che cambiano le
            leggi son un inutile
            "progresso"?Rileggi la mia frase, è spiegato tutto.
          • Manunzio scrive:
            Re: E alla Commissione europea...
            - Scritto da: Leguleio
            Rileggi la mia frase, è spiegato tutto.La ho riportata alla lettera.Due post sopra.Se vuoi lo rifaccio"Meno si cambia, su quanto è già stato stabilito, e meglio è"Può essere che questa sia la tua opinione (di questo non discuto) ma di certo non è la opinione di chi si è dotato di organi e istituzioni per governare i cambiamenti.Tutto qua.
          • uno nessuno centomila scrive:
            Re: E alla Commissione europea...
            - Scritto da: Manunzio
            - Scritto da: Leguleio


            Rileggi la mia frase, è spiegato tutto.
            La ho riportata alla lettera.
            Due post sopra.
            Se vuoi lo rifaccio
            "Meno si cambia, su quanto è già stato stabilito,
            e meglio
            è"
            Può essere che questa sia la tua opinione (di
            questo non discuto) ma di certo non è la opinione
            di chi si è dotato di organi e istituzioni per
            governare i
            cambiamenti.
            Tutto qua.E la madre, fra l'altro, è una pittrice.
  • bubba scrive:
    sono de coccio!
    - l'ebook NON e' un libro. - SE si spinge il mood "il libro non e' la scatola/carta ma il suo contenuto" (e mi puo' star bene) ALLORA, per far si che abbia senso applicarlo anche all'ebook, bisogna PRIMA CAVARE le storture che ha l'ebook rispetto al libro ( lockin artificiali : DRM e altre bestialita' legali). Se no e' troppo comodo :P
    • Izio01 scrive:
      Re: sono de coccio!
      - Scritto da: bubba
      - l'ebook NON e' un libro.

      - SE si spinge il mood "il libro non e' la
      scatola/carta ma il suo contenuto" (e mi puo'
      star bene) ALLORA, per far si che abbia senso
      applicarlo anche all'ebook, bisogna PRIMA CAVARE
      le storture che ha l'ebook rispetto al libro (
      lockin artificiali : DRM e altre bestialita'
      legali).

      Se no e' troppo comodo :P+1
  • Lorenzo scrive:
    Una domanda ...
    Mi chiedo come possa capitare che un ebook venga a costare piu' dell'edizione tascabile, non sono casi rari specie con i classici , forse e' su questo che si dovrebbe riflettere, piuttosto che fare danni con norme che portano confusione ( si fanno e poi vanno disfatte ) e multe .
    • Leguleio scrive:
      Re: Una domanda ...

      Mi chiedo come possa capitare che un ebook venga
      a costare piu' dell'edizione tascabile, Ma quelle sono dinamiche di mercato, la regolamentazione fiscale non c'entra nulla, anche se molti hanno interesse a farlo credere: "Iva più bassa = prezzo più basso". Non è così. In generale nella tecnologia ciò che è nuovo costa sempre molto di più. I libri stampati esistono da metà secolo XV, i libri elettronici da pochi anni. Curiosità: i primi decenni dell'esistenza della stampa, era spesso più conveniente l'acquisto di un manoscritto (ma erano cari entrambi). ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 marzo 2015 14.32-----------------------------------------------------------
      • Manunzio scrive:
        Re: Una domanda ...
        - Scritto da: Leguleio
        Ma quelle sono dinamiche di mercatoNo sono politiche di mercato dato che la "versione elettronica" del libro esiste a prescindere dalla sua pubblicazione.La "versione elettronica" è indispensabile alla stampa solo nei film e nelle ricostruzioni storiche si stampa coi "caratteri mobili".Le politiche (non le dinamiche) di mercato le decide l'editore è tutto molto semplice e chiaro.
        • Leguleio scrive:
          Re: Una domanda ...

          La "versione elettronica" è indispensabile alla
          stampa solo nei film e nelle ricostruzioni
          storiche si stampa coi "caratteri
          mobili".No, qualcuno lo fa ancora per edizioni di pregio:http://www.morogiovannikronos.it/zlinotipia.htm
          Le politiche (non le dinamiche) di mercato le
          decide l'editore è tutto molto semplice e
          chiaro.Ho mai scritto il contrario?Il senso è che non è la tassa che fa il prezzo al consumatore, ma solo la politica editoriale.
          • Manunzio scrive:
            Re: Una domanda ...
            - Scritto da: Leguleio
            No, qualcuno lo fa ancora per edizioni di pregio:

            http://www.morogiovannikronos.it/zlinotipia.htmPeccato che questo non riguarda ne la pubblicazione ne il costo degli "ebook".Ma un mercato altro e tutt'altro che di massa.La sua influenza sulle ipotetiche "dinamiche" del mercato ebook son zero.
            Ho mai scritto il contrario?Non lo so cosa volevi dire ma politiche non è sinonimo di dinamiche a quanto mi consta.
            Il senso è che non è la tassa che fa il prezzo al
            consumatore, ma solo la politica
            editoriale.Ah ecco! se mi dici politica editoriale siamo perfettamente in accordo.
          • Leguleio scrive:
            Re: Una domanda ...


            No, qualcuno lo fa ancora per edizioni di
            pregio:




            http://www.morogiovannikronos.it/zlinotipia.htm

            Peccato che questo non riguarda ne la
            pubblicazione ne il costo degli
            "ebook".
            Ma un mercato altro e tutt'altro che di massa.Scusa? Adesso il mercato degli ebook è di massa in Italia?Secondo me si vendono più libri stampati con la linotype che ebook. To' eccotene uno:http://www.ilpiac.com/projects/carta-a-mano-nelle-ande/
          • Manunzio scrive:
            Re: Una domanda ...
            - Scritto da: Leguleio
            Scusa? Adesso il mercato degli ebook è di massa
            in
            Italia?E chi lo ha mai detto? Sei tu che parli di "dinamiche" io di "politiche".Le "dinamiche" sono possibili nei mercati di massa le "politiche" viceversa della decisione del tutto arbitraria di una sola parte, che nel nostro caso si chiama editore.Ripeto che è tutto molto semplice.Basta chiamare le cose col loro nome.
          • Leguleio scrive:
            Re: Una domanda ...
            - Scritto da: Manunzio
            - Scritto da: Leguleio


            Scusa? Adesso il mercato degli ebook è di
            massa

            in

            Italia?
            E chi lo ha mai detto?

            Sei tu che parli di "dinamiche" io di "politiche".
            Le "dinamiche" sono possibili nei mercati di
            massa le "politiche" viceversa della decisione
            del tutto arbitraria di una sola parte, che nel
            nostro caso si chiama
            editore.A cui non piace fallire. E non solo a lui.Chiamalo scemo.
          • uno nessuno centomila scrive:
            Re: Una domanda ...
            - Scritto da: Leguleio
            Chiamalo scemo.E chi lo chiama scemo?Io mi sono limitato a precisare le responsabilità di quello che è sul campo.Una politica precisa e dei prodotti che non vendono.Cosa, che mi pare, sei stato il primo a sottolineare.Stai a vedere che l'editore ora fallisce per colpa mia! (sempre che fallisca).Forse è meglio che tu trovi con maggiore precisione chi è responsabile di cosa credimi.
          • Leguleio scrive:
            Re: Una domanda ...
            - Scritto da: uno nessuno centomila
            - Scritto da: Leguleio


            Chiamalo scemo.
            E chi lo chiama scemo?
            Io Io chi?!?Cerca almeno di mantenere lo stesso pseudonimo durante la discussione.
          • Manunzio scrive:
            Re: Una domanda ...
            A che pro?Tu sei preoccupato del nick o della discussione? fammi capire.Cioè cosa è rilevante nelle tue argomentazioni? Se dovessi stare al nick potrei chiederti notizie di qualcuno... ad esempio "basta con la pirateria" se sto al contenuto invece posso ricordarmi di:"Ben detto Joe".Quale preferisci?Decidi tu :D
          • bubba scrive:
            Re: Una domanda ...
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: uno nessuno centomila

            - Scritto da: Leguleio




            Chiamalo scemo.

            E chi lo chiama scemo?

            Io

            Io chi?!?
            Cerca almeno di mantenere lo stesso pseudonimo
            durante la
            discussione.io sono indeciso sul fatto che tu stia discutendo da solo (o con magda, the same thing) o con tucu... quale dei due?
          • magda scrive:
            Re: Una domanda ...
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: uno nessuno centomila

            - Scritto da: Leguleio




            Chiamalo scemo.

            E chi lo chiama scemo?

            Io

            Io chi?!?
            Cerca almeno di mantenere lo stesso pseudonimo
            durante la
            discussione.veloce come censore... che pazienza che ci vuole :P
          • Manunzio scrive:
            Re: Una domanda ...
            Perchè altrimenti? cambi idea su quello che dici a seconda del nick?
          • Manunzio scrive:
            Re: Una domanda ...
            Perchè altrimenti? cambi idea su quello che dici a seconda del nick?
          • Manunzio scrive:
            Re: Una domanda ...
            Perchè altrimenti? cambi idea su quello che dici a seconda del nick?
          • Manunzio scrive:
            Re: Una domanda ...
            Ehi! ma che c'entri tu. Sono io che avevo posto la questione.
          • uno nessuno centomila scrive:
            Re: Una domanda ...
            Non è vero ero io!
          • Manunzio scrive:
            Re: Una domanda ...
            Sei un impostore! C'ero prima io!
          • uno nessuno centomila scrive:
            Re: Una domanda ...
            Bugiardo. Tu menti sapendo di mentire.
      • spifferaio magico scrive:
        Re: Una domanda ...
        leggete perche' il messaggio verra' zappato entro lunedi'leguleio, come gli altri aizzatori (e moderatori) alla stregua di bertuccia e (per chi se lo ricorda) basta pirateria, con tutti gli alias registrati e non, alla fine si riconducono a due persone prezzolate che si danno il cambio.0,30 a postfate il conto
Chiudi i commenti