OVHcloud: l'hosting non sarà più lo stesso

Come evolve il bisogno di hosting in un anno di cambiamento come questo? Ne abbiamo parlato con OVHcloud, soprattutto in ottica di offerta per PMI.
Come evolve il bisogno di hosting in un anno di cambiamento come questo? Ne abbiamo parlato con OVHcloud, soprattutto in ottica di offerta per PMI.

Saper leggere al meglio il cambiamento, a partire dai piccoli segnali con cui dissemina il percorso nel proprio incedere, significa avere la capacità di intuire la direzione verso cui si sta andando. Ne abbiamo parlato con Sebastien Millanvoye, Product Manager Web Cloud di OVHcloud, per capire fino a che punto le piccole aziende sono in grado di guidare questa fase e come si stanno adoperando per resistere e reagire alle conseguenze di mercato della pandemia.

Una cosa sembra infatti essere chiara: i tempi di reazione (e le capacità di investimento disponibili) sono differenti: la grande azienda ha in essere competenze e capitali che possono essere messi in gioco per affrontare questa complessa sfida; la piccola azienda manca di competenze e, soprattutto, manca di capitali da poter investire per sopperire a questa mancanza. Spesso la microazienda non dispone della sensibilità necessaria per comprendere (che a volte significa “accettare”) che solo cambiando strumenti, fornitori, modus operandi e forma mentis sia possibile reagire ad un cambiamento che arriva dall’esterno.

Sebastien Millanvoye

Sebastien Millanvoye

Come sta cambiando il concetto di hosting in questa fase di pandemia?

A cambiare sono anzitutto le esigenze. Da una parte c’è un mercato che evolve: chi aveva già una presenza online sta cercando di affinare i propri strumenti per riuscire a monetizzare meglio le proprie pagine. Dall’altra c’è un mercato che nasce: chi ancora non aveva portato online i propri prodotti ed i propri servizi, oggi si trova nella necessità di fare tutto, subito, al meglio e spesso senza avere le giuste competenze a tal fine.

I dati parlano chiaro: il mondo dell’e-commerce è cresciuto del 50% in questi mesi e ad avvantaggiarsi sono stati sia coloro i quali già erano sul mercato, sia coloro i quali ci sono arrivati in emergenza. Restano fuori ancora moltissime piccole aziende che ora dovranno rapidamente adeguarsi e cambiare il proprio modo di pensare alla dimensione online.

Come sta rispondendo OVHcloud a questo cambiamento?

Quello che stiamo cercando di fare è offrire un supporto specifico in ogni passaggio della digitalizzazione delle aziende. Non si può pensare all’hosting come ad un mondo a sé stante, poiché si tratta invece di un elemento integrato all’interno di una suite di servizi ulteriori, tutti importanti ai fini della presentazione dell’azienda, del contatto con i clienti, della vendita, dell’assistenza. Il nome di dominio, ad esempio, è parte integrante dell’identità aziendale: è importante poter seguire la piccola azienda in queste fasi di scelta ed acquisto propedeutiche a tutto il resto. Ma ci sono anche soluzioni di collaborazione (sia soluzioni di posta per professionisti che soluzioni collaborative per salvare e condividere documenti online), servizi per l’invio di SMS (vedi la prova gratuita) e molto altro ancora.

Il ruolo della tecnologia è di esserci d’aiuto. In un mondo sempre più connesso in cui i dati sono al centro della nostra vita privata e professionale, diamo potere alle idee e all’immaginazione dei nostri clienti. Crediamo nell’innovazione quando è travolgente e produce libertà e siamo convinti che il nostro posto sia dove c’è la crescita, che favorisce il progresso di individui e aziende. Dopotutto è il nostro patrimonio genetico a indurci a pensare e agire in modo differente infrangendo lo status quo.

Quel che OVHcloud cerca di fare è il dar forma ad un’offerta che metta assieme la miglior combinazione possibile tra prezzo (poiché è questa la condizione fondamentale per una piccola azienda che sta guardando al domani) e performance (attraverso una serie di servizi premium inclusi che possano consolidare il modo di operare online), creando così vere opportunità per il rilancio delle attività dell’azienda attraverso lo strumento Web.

Si pensi alla sicurezza, ad esempio: la sicurezza non può essere solo un’opzione. Nelle offerte di hosting OVHcloud è incluso un sistema anti-DDoS per difendere i propri spazi da possibili attacchi remoti, garantendo così la bontà delle procedure anche laddove non sarebbe possibile mettere in piedi un sistema di difesa sviluppato in proprio. Scegliere soluzioni di Web Cloud significa poter attingere proprio a queste opportunità, pur avendo a disposizione costi fortemente vantaggiosi rispetto ad altre soluzioni tradizionali.

Quali le peculiarità italiane?

L’Italia non sta vivendo una fase troppo differente rispetto al resto dell’Europa. In questi mesi è emerso con forza tutto quel che è delivery, ad esempio, ma soprattutto la trasformazione è andata consolidandosi: se prima si comprava qualcosa online in caso di necessità, ora si acquista online abitualmente e quotidianamente. L’e-commerce è diventato parte strutturale delle opzioni di acquisto degli utenti, creando così un volume di domanda maggiore e creando maggiori opportunità per chiunque abbia un’offerta da portare in Rete.

Molte piccole aziende hanno la necessità di iniziare quel processo che può portare in breve tempo dall’acquisto di un nome di dominio alla vendita dei primi prodotti, passando per la comunicazione del brand e dei propri servizi. Il fermento è dunque lo stesso che sta vivendo l’intero mercato ed ogni Paese sta vedendo questa dinamica nei singoli settori in cui la domanda è più frizzante.

Su cosa punta OVHcloud nella propria proposta di hosting per questa fase?

OVHcloud ha la possibilità di mettere a disposizione, oggi più che mai, il proprio punto di forza: il prezzo. Non si tratta però di un compromesso al ribasso sulla qualità, anzi: le opzioni che offre OVHcloud garantiscono un prezzo fortemente concorrenziale pur portando caratteristiche premium anche nella fascia low cost.

Siamo convinti che un Cloud aperto sia alla base di un futuro prospero in cui i clienti possano mantenere la propria libertà di scelta. Contribuiamo a migliorare l’autonomia degli utenti, in modo che possano raggiungere i propri obiettivi

Ciò è possibile grazie alla scommessa sul cloud, che favorisce la scalabilità delle offerte e permette di pagare meno a chi ha bisogno di minori servizi e minori risorse. Per chi è ai primi passi, dunque, così come per chi ha in mano piccole aziende la cui necessità di essere online è però ormai emersa in tutta la sua forza. “Low cost” non significa dunque scommettere al ribasso, anzi: significa creare un canale di accesso fondamentale per quelle aziende che hanno bisogno di entrare in questa nuova dimensione.

Tutto ciò rientra tuttavia in una gamma di offerte ben più ampia, che abbraccia soluzioni di storage e private cloud per il mondo enterprise, che offre servizi per Big Data e Machine Learning, che consente di accedere a server dedicati per ogni esigenza.

In collaborazione con OVHcloud

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 12 2020
Link copiato negli appunti