Passaporti RFID nella bufera

Il Dipartimento di Stato americano ammette che siano meno funzionali di quelli precedenti mentre in UK due smanettoni dimostrano quanto sia facile craccarli. Per un mondo più sicuro

Londra – Vengono diffusi in tutta Europa proprio in questi mesi i cosiddetti passaporti elettronici ma sono dispositivi che stanno mostrando tutti i propri limiti, in qualche caso preoccupando il pubblico per la loro scarsa affidabilità e la relativa sicurezza dei dati che contengono.

Le notizie si susseguono di ora in ora: poco fa l’esperto di sicurezza Bruce Schneier sul proprio blog ha rilanciato una notizia dell’ Electronic Privacy Information Center secondo cui il Governo americano, il principale promotore di questi passaporti, sa che gli e-passports sono scarsamente affidabili .

EPIC cita la documentazione ottenuta dal Dipartimento di Stato americano secondo cui la lettura dei chip RFID nei passaporti avviene correttamente con una percentuale di errore dal 27 al 43 per cento superiore di quanto avveniva in precedenza, con i passaporti tradizionali, in cui gli strumenti di verifica dei documenti sfruttavano i codici macchina inseriti nei passaporti e ottenevano una lettura quasi sempre senza errori.

Ma questo è il meno. Dopo aver chiesto e ottenuto che l’Europa, Italia compresa , si dotasse di passaporti elettronici per agevolare il controllo sugli spostamenti delle persone in arrivo e in partenza dagli Stati Uniti, ecco un’altra vicenda destinata a preoccupare il governo americano e tutti coloro che nei paesi europei hanno già ottenuto un passaporto di questo genere.

Ne ha parlato il Guardian su cui lo smanettone e reporter Steve Boggan ha scritto:

“Sei mesi fa, con l’aiuto di in esperto informatico piuttosto inquietante, ho analizzato la vita del passeggero di un’aviolinea, semplicemente utilizzando le informazioni ottenute da una carta di imbarco gettata in un cestino a Heatrow. Utilizzando il numero frequent flyer di British Airways e comprando un biglietto a suo nome sul sito della compagnia aerea, abbiamo potuto accedere ai suoi dati personali, numero di passaporto, data di nascita e nazionalità. Sulla base di quell’informazione, utilizzando database accessibili pubblicamente, abbiamo scoperto dove vive, qual è la sua professione, quali i suoi titoli di studio e persino quanto vale la sua casa. Non ci avremmo messo nulla a rubare la sua identità, commettere frodi a suo nome e più in generale rovinare la sua vita”.

Per fortuna ci sono i passaporti elettronici? Già. Ma, scrive Boggan: “Oggi sono già stati rilasciati milioni di questi passaporti e non sembrano sicuri. Sto qui col mio esperto e abbiamo appena raccolto tutte le informazioni e i dati biometrici, in teoria sicuri, da tre nuovi passaporti e li abbiamo qui davanti su un laptop. I nuovi documenti vengono promossi come protetti da tecniche di cifratura avanzate. E allora come facciamo ad avere queste informazioni? Cosa potrebbe fare un criminale o un terrorista con questi dati?”.

Quello che è successo è che le informazioni contenute nel chip non sono cifrate mentre lo è la “conversazione” tra l’RFID e il suo lettore. Basta possedere uno di questi ultimi e un minimo di know how e il gioco, anche da una certa distanza, è fatto.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Ma ancora credete a LINUX?
    - Scritto da:
    Sinceramente? Non ne capisco l'utilita' anche se
    solo una
    prova.Ma vuoi mettere che figata avere 26 distro??Ora sto provando a collegare il rasoio elettrico alla seriale, che ci voglio instalare una distribuzione leggera da compilare ad hoc..Minchia.. e poi ci incollo un adesivo col pinguino e sai che figata la mattina a farsi la barba col linux-rasoio?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma ancora credete a LINUX?
    Io invece ho installato ubuntu e come ho finito l'installazione è entrato da solo nel sito della nasa..senza neanche che scegliessi su quale desktop posizionarmi.."Anche perchè ancora non l'ho capito sto cubo che gira".. Ma si vince qualcosa alla fine?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma ancora credete a LINUX?
    Sinceramente? Non ne capisco l'utilita' anche se solo una prova.
  • Anonimo scrive:
    inglesi hanno soldi da buttare, noi no
    guardatevi attorno come siamo messie ditemi se possiamo ancora permettercidi spendere e spandere in eterno montagne di denaro in elemosina a mr gatesse gli inglesi e gli irlandesi, tramite le lobby di swhouse e major che li hanno tuttele sedi europee principali vogliono buttarevalanghe di denaro in assistenza sociale asteve ballmer perché hanno interesse a sbolognare le schifezze di redmond all'europa tutta e hanno bisogno di altripatetici get the facts, affari lorotutti questi questi miliardoni da buttare in fuffa alla faccia di precari, malati, anziani, bambini, etc, noi non li abbiamo
    • Anonimo scrive:
      Re: inglesi hanno soldi da buttare, noi
      - Scritto da:
      guardatevi attorno come siamo messi
      e ditemi se possiamo ancora permetterci
      di spendere e spandere in eterno montagne di
      denaro in elemosina a mr
      gates

      se gli inglesi e gli irlandesi, tramite le lobby
      di swhouse e major che li hanno
      tutte
      le sedi europee principali vogliono buttare
      valanghe di denaro in assistenza sociale a
      steve ballmer perché hanno interesse a sbolognare
      le schifezze di redmond all'europa tutta e hanno
      bisogno di
      altri
      patetici get the facts, affari loro

      tutti questi questi miliardoni da buttare in
      fuffa alla faccia di precari, malati, anziani,
      bambini, etc, noi non li
      abbiamosi possiamo cominciare con tenerci tutte le licenze gia' acquistate...e fare il passaggio solo quando si deve comprare altro.
  • Anonimo scrive:
    Ma...
    ...cara redazione di P.I., non c'è la possibilità di ordinare i post dal più recente al più vecchio??? Ma non considerando il primo messaggio di ogni thread....ma l'ultimo!!Cioè, posso ordinare i thread in modo tale da vedere l'ultimo messaggio, in assoluto, scritto??Grazie.
  • Anonimo scrive:
    Calmi, sono inglesi!
    In Italia più generalmente si chiamano mazzette o clientelismo :-)
  • Anonimo scrive:
    x windows
    http://www.finson.it/catalogo/esd.asp?c=CD0978
    • Anonimo scrive:
      Re: x windows
      - Scritto da:
      http://www.finson.it/catalogo/esd.asp?c=CD0978
      Insomma, le solite sparagestionalateVB in puro stile Finson, Exa e roba simile. Ma c'è davvero chi se li compra?
      • Anonimo scrive:
        Re: x windows
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        http://www.finson.it/catalogo/esd.asp?c=CD0978



        Insomma, le solite sparagestionalateVB in puro
        stile Finson, Exa e roba simile. Ma c'è davvero
        chi se li
        compra?puo' essere pero' meglio che niente, conosci alternative open/free, bene proponile.
  • Anonimo scrive:
    Linux Morto in partenza
    Purtroppo a voler reinventare l'acqua calda quando già c'è, si paga lo scotto di vedere il prodotto Linux già spacciato in partenza.L'amministrazione comunale che ha fatto i calcoli, non è comlpetamente demente, se ha visto un aumento dei costi nella migrazione vuole dire che questo esiste.Io Linux, nelle varie "distro", l'ho installato diverse volte, e tenuto ed usato per mesi, sia sul lavoro che a casa:un vero fallimento, adatto solo per ultrasmanettoni, che anzichè usare il pc, si fanno usare da lui.Ho scelto un compromesso, uso ormai felicemente un mac, e lo trovo favoloso, unisce i pregi dei due mondi, non è gratuito certo, ed è per questo forse che funziona.Ricordarsi a volte che "Open" non vuol dire gratis, sarebbe di aiuto a che vuol far credere a mezzo mondo che linux è meglio ecc. ecc.Purtroppo, pur avendolo usato devo dire che è ben più difficile e incompleto di Windows, e che non si avvicina neppure lontanamente al Mac.E' solo una brutta copia di ambedue i mondi, e almeno per l'utilizzo Desktop è morto.Continuate a usarlo come server o nel calcolo distribuito, ma lasciate perdere gli utenti click & play, hanno altro da fare, e alle 18.00 devono consegnare il lavoro, non giustificarsi dicendo che il driver x non ha riconosciuto la periferica y e che l'installazione dell'applicativo z non ha avuto buon esito perchè le dipendenze non erano state soddisfatte... ma va a cagher va...
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux Morto in partenza
      L'incapacità della gente come te è il pane quotidiano di Microsoft.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux Morto in partenza
      - Scritto da:
      Purtroppo a voler reinventare l'acqua calda
      quando già c'è, si paga lo scotto di vedere il
      prodotto Linux già spacciato in
      partenza.
      L'amministrazione comunale che ha fatto i
      calcoli, non è comlpetamente demente, se ha visto
      un aumento dei costi nella migrazione vuole dire
      che questo
      esiste.
      Io Linux, nelle varie "distro", l'ho installato
      diverse volte, e tenuto ed usato per mesi, sia
      sul lavoro che a
      casa:
      un vero fallimento, adatto solo per
      ultrasmanettoni, che anzichè usare il pc, si
      fanno usare da
      lui.
      Ho scelto un compromesso, uso ormai felicemente
      un mac, e lo trovo favoloso, unisce i pregi dei
      due mondi, non è gratuito certo, ed è per questo
      forse che
      funziona.
      Ricordarsi a volte che "Open" non vuol dire
      gratis, sarebbe di aiuto a che vuol far credere a
      mezzo mondo che linux è meglio ecc.
      ecc.
      Purtroppo, pur avendolo usato devo dire che è ben
      più difficile e incompleto di Windows, e che non
      si avvicina neppure lontanamente al
      Mac.
      E' solo una brutta copia di ambedue i mondi, e
      almeno per l'utilizzo Desktop è
      morto.
      Continuate a usarlo come server o nel calcolo
      distribuito, ma lasciate perdere gli utenti click
      & play, hanno altro da fare, e alle 18.00 devono
      consegnare il lavoro, non giustificarsi dicendo
      che il driver x non ha riconosciuto la periferica
      y e che l'installazione dell'applicativo z non ha
      avuto buon esito perchè le dipendenze non erano
      state soddisfatte... ma va a cagher
      va...Bada che il software Open e' spesso difettato per la licenza non per la qualita' di quello che c'e' scritto.Quanto scommettiamo che se linux cambiasse licenza diventerebbe magicamente il miglior sistema al mondo,detto magari da chi il giorno prima sparava a zero?Per il resto la penso come te e come altri del resto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux Morto in partenza
        bla bla bla sono tutti mentecatti e deficenti, ecco perchè la diffusione di lino no parte, ma se pensate che Don Chisciotte sia il vostro eroe, prego, iniziate la crociata, iniziate dagli amici, così passerete un bel pò di notti isonni a sistemare i pc, fino a che l'amico si stuferà e reinstallerà win.Ma se pensate che anche i vostri amici siano utilizzatori beoti e solo voi siete in grado di utilizzare il pc, prego fatevi avanti...
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux Morto in partenza
          - Scritto da:
          bla bla bla sono tutti mentecatti e deficenti,
          ecco perchè la diffusione di lino no parte, ma se
          pensate che Don Chisciotte sia il vostro eroe,
          prego, iniziate la crociata, iniziate dagli
          amici, così passerete un bel pò di notti isonni a
          sistemare i pc, fino a che l'amico si stuferà e
          reinstallerà
          win.
          Ma se pensate che anche i vostri amici siano
          utilizzatori beoti e solo voi siete in grado di
          utilizzare il pc, prego fatevi
          avanti...Infatti hai risposto alla persona sbagliata.Io non chiudo un occhio su nulla riguardo Linux ancor meno del fatto che e' gratis e quindi del fatto che dovrebbe essere piacente per forza.Allora se ci sono difetti anche gravi...bene risolviamoli per avere un prodotto vincente.Ma dicendo questo non e' che difendo Windows che sia chiaro.Anzi.
  • Anonimo scrive:
    Cercasi SW per gesione biblioteca per DL
    DL=distro linuxrichiesteArchivio SociArchivio LibriGestione Prestitimeglio se Stampa schde sociStampa schede libriSicuramente ne conoscete per Distro Linux, anche a pagamento.Per windows si e' sotto i 100 euro ( vedi finson ).Dimenticavo, che funzioni in locale.
  • AnyFile scrive:
    e aggiornare o installare Win ...
    e aggiornare o installare Windows invece e' gratis?Da cose viene tutto questo costo?Non e' che e' come in Italia (si sa che tutto mondo e' paese) dove molto spesso i soldi dei finanziamenti per un opera vengono spesi per fare riunioni o conferenze di propaganda politica al posto che realizzare le opere?
  • Anonimo scrive:
    Linux perdonali...
    loro non sanno quel che fanno!:D :D
    • Anonimo scrive:
      Windows perdonali
      - Scritto da:
      loro non sanno quel che fanno!

      :D :Dloro non sanno quello che non fanno!
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux perdonali...
      Non non devi invocare Linux ma la GPL e Stallman.Linux purtroppo e' vittima di questo fondamentalismo estremo.Se fosse stato per torvalds adesso saremmo al BSD.
  • Anonimo scrive:
    ho fatto un sacco di debiti con linux
    a casa ho 3 macchine, nella scuola dove lavoro il laboratorio ha 20 computer, alcuni486 che funzionano come terminali tramitenx o vncma ho addirittura dovuto spendere 20 euro per comprarmi una decina di cd per masterizzare la distro e una pennina usbha ragione chi dice che con windows vista eoffice 2007 avrei risparmiato questa montagna di denaro e avrei 23 computerdei quali 15 piu vecchi di 7 anni, utilizzabili in modo decente senza nessunaulteriore spesa per me e per la scuola (soldi pubblici)invito chi può propormi una soluzione per queste macchine a meno di 20 euro basatasu xp o vista e office2003 o 2007 a farsivedere e scommetto che tanti inglesi mirisponderanno arcicontenti
    • Anonimo scrive:
      Re: ho fatto un sacco di debiti con linu
      Invece sarebbe molto interessante che ogni esperienza sul campo fosse minuziosamente descritta...magari per raccogliere un Gets the Facts" da far visionare a chi dovendo pianificare un'investimento possa avere qualche esempio pratico in piu'.
  • Anonimo scrive:
    Re: Rivoluzione Linux? AHAHAHAHA
    - Scritto da:

    - Scritto da:



    - Scritto da:


    Rivoluzione linux, ricoluzione open source e


    sistema operativo del futuro....


    (rotfl)





    questo è quello che sentivo fino a qualche
    mese


    fa e in mente mia già immaginavo quello che


    doveva succedere da li a


    breve





    mettiamo un momento micro$oft e i sandali di


    stallman da parte e facciamo due conti


    seri:





    1) linux è un sistema monolitico difficile da


    aggiornare a microkernel, linux è l'unico

    assieme


    ai vecchi unix anni 70 a mantenere


    un'architettura troppo obsoleta per le pretese


    tecnologiche moderne, finora si è andato
    avanti


    con hacking e patching a non finire, detto da


    alcuni il kernel linux è ormai un pasticcio
    con


    centinaia di funzioni e routine che non si sa

    più


    da dove spuntino e a cosa


    servino





    2) l'open source costa più del software


    commerciale in quanto non c'è un ordine


    centralizzato quindi si hanno ad esempio 1000


    gestionali diversi e tutti rattoppati e


    amalgamati con casini vari e che bisogna
    sempre


    personalizzare, cosa che costa parecchio,
    almeno


    100 volte di più un gestionale pronto e


    impacchettato





    3) la gpl è il frutto dell'ideologia di

    stallman,


    che rispetto, ma che non ha nulla a che vedere


    con il business, anzi lo tiene distante e
    tiene


    distante gli investimenti per ricerca e nuovi


    prodotti


    le softwarehouse che usano la GPL la

    prendereanno


    sempre nel buco del cu*o per un motico
    semplice:


    nel 99% dei casi alle aziende consumatrici di


    software non serve poter pasticciare con i


    sorgenti o magari regalarli al mondo intero,
    al


    massimo si accontentano di vederli e

    ricompilarli


    per uso interno, ma per questo non serve la


    GPL



    come posso io prendere sul serio il tuo post se

    dici che linux e' a microkernel? Ma almeno se

    vuoi che le tue argomentazioni siano ascoltate

    non fare simili

    errori!

    mi sa che non hai letto il post

    c'è scritto che linux ha un kernel monolito
    difficile da aggiornare a
    microkernelSi scusa avevo letto male io.Allora vediamo:1) I microkernel non sono a tutt'oggi utilizzati se non in maniera ibrida. Se ti vai a leggere la storia di Mach dall'anno 1986 vedrai che e' stato nonstante molti tentativi un progetto FALLIMENTARE e non lo dico io.I microkernel di seconda generazione come L4 sono a tutt'oggi sotto esame per verificarne la bonta' di progetto.La maggior parte dei kernel Unix sono monolitici perche' rappresentano il miglior compromesso fra prestazioni,scalabilita' ed affidabilita'.Solaris e' un esempio fra tutti.Il suo multiprocessing e multithreading avanzato esiste dal 1992,quando avevamo ancora windows 3.1,ricordi?Il fatto che supporti sistemi con 140 (forse di piu'!) processori non credo che rappresenti un esempio di architettura sorpassata.Le scelte fatte da windows di supportare un microkernel ibrido venivano da alcune esigenze che all'epoca di NT 3 erano chiare.Supportare piu' architetture hardware ed inserire un nuovo sottosistema senza riprogettarlo da zero.Il candidato perfetto dell'epoca era mach.E' per questo che oggi c'e'.2)Dipende da caso a caso.E' difficilissimo generalizzare.Posso convenire con te sul grado di anarchia diffusa.Purtroppo non solo l'unico a lamentarmi.3)La GPL e' fatta da qualche riga scritta.La religione e l'interpretazione e' dovuta alle persone.Se abbiamo una convergenza talebana verso l'intransigenza non fara' altro che danneggiare loro stessi.Io come utilizzatore pretendo di avere un beneficio dall'uso di un nuovo prodotto non una visione alternativa del mercato e del mondo.Microsoft pero' e' identica all'opposto.In definitiva la vera grande battaglia del mondo dell'informatica dovrebbe essere nei termini di maggiore concorrenza attraverso standard e formati aperti e condivisi.Questo e' quanto.
  • Anonimo scrive:
    Rivoluzione Linux? AHAHAHAHA
    Rivoluzione linux, ricoluzione open source e sistema operativo del futuro.... (rotfl)questo è quello che sentivo fino a qualche mese fa e in mente mia già immaginavo quello che doveva succedere da li a brevemettiamo un momento micro$oft e i sandali di stallman da parte e facciamo due conti seri:1) linux è un sistema monolitico difficile da aggiornare a microkernel, linux è l'unico assieme ai vecchi unix anni 70 a mantenere un'architettura troppo obsoleta per le pretese tecnologiche moderne, finora si è andato avanti con hacking e patching a non finire, detto da alcuni il kernel linux è ormai un pasticcio con centinaia di funzioni e routine che non si sa più da dove spuntino e a cosa servino2) l'open source costa più del software commerciale in quanto non c'è un ordine centralizzato quindi si hanno ad esempio 1000 gestionali diversi e tutti rattoppati e amalgamati con casini vari e che bisogna sempre personalizzare, cosa che costa parecchio, almeno 100 volte di più un gestionale pronto e impacchettato3) la gpl è il frutto dell'ideologia di stallman, che rispetto, ma che non ha nulla a che vedere con il business, anzi lo tiene distante e tiene distante gli investimenti per ricerca e nuovi prodottile softwarehouse che usano la GPL la prendereanno sempre nel buco del cu*o per un motico semplice: nel 99% dei casi alle aziende consumatrici di software non serve poter pasticciare con i sorgenti o magari regalarli al mondo intero, al massimo si accontentano di vederli e ricompilarli per uso interno, ma per questo non serve la GPL
    • Anonimo scrive:
      Re: Rivoluzione Linux? AHAHAHAHA
      - Scritto da:
      Rivoluzione linux, ricoluzione open source e
      sistema operativo del futuro....
      (rotfl)

      questo è quello che sentivo fino a qualche mese
      fa e in mente mia già immaginavo quello che
      doveva succedere da li a
      breve

      mettiamo un momento micro$oft e i sandali di
      stallman da parte e facciamo due conti
      seri:

      1) linux è un sistema monolitico difficile da
      aggiornare a microkernel, linux è l'unico assieme
      ai vecchi unix anni 70 a mantenere
      un'architettura troppo obsoleta per le pretese
      tecnologiche moderne, finora si è andato avanti
      con hacking e patching a non finire, detto da
      alcuni il kernel linux è ormai un pasticcio con
      centinaia di funzioni e routine che non si sa più
      da dove spuntino e a cosa
      servino

      2) l'open source costa più del software
      commerciale in quanto non c'è un ordine
      centralizzato quindi si hanno ad esempio 1000
      gestionali diversi e tutti rattoppati e
      amalgamati con casini vari e che bisogna sempre
      personalizzare, cosa che costa parecchio, almeno
      100 volte di più un gestionale pronto e
      impacchettato

      3) la gpl è il frutto dell'ideologia di stallman,
      che rispetto, ma che non ha nulla a che vedere
      con il business, anzi lo tiene distante e tiene
      distante gli investimenti per ricerca e nuovi
      prodotti
      le softwarehouse che usano la GPL la prendereanno
      sempre nel buco del cu*o per un motico semplice:
      nel 99% dei casi alle aziende consumatrici di
      software non serve poter pasticciare con i
      sorgenti o magari regalarli al mondo intero, al
      massimo si accontentano di vederli e ricompilarli
      per uso interno, ma per questo non serve la
      GPLcome posso io prendere sul serio il tuo post se dici che linux e' a microkernel? Ma almeno se vuoi che le tue argomentazioni siano ascoltate non fare simili errori!
      • Anonimo scrive:
        Re: Rivoluzione Linux? AHAHAHAHA
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Rivoluzione linux, ricoluzione open source e

        sistema operativo del futuro....

        (rotfl)



        questo è quello che sentivo fino a qualche mese

        fa e in mente mia già immaginavo quello che

        doveva succedere da li a

        breve



        mettiamo un momento micro$oft e i sandali di

        stallman da parte e facciamo due conti

        seri:



        1) linux è un sistema monolitico difficile da

        aggiornare a microkernel, linux è l'unico
        assieme

        ai vecchi unix anni 70 a mantenere

        un'architettura troppo obsoleta per le pretese

        tecnologiche moderne, finora si è andato avanti

        con hacking e patching a non finire, detto da

        alcuni il kernel linux è ormai un pasticcio con

        centinaia di funzioni e routine che non si sa
        più

        da dove spuntino e a cosa

        servino



        2) l'open source costa più del software

        commerciale in quanto non c'è un ordine

        centralizzato quindi si hanno ad esempio 1000

        gestionali diversi e tutti rattoppati e

        amalgamati con casini vari e che bisogna sempre

        personalizzare, cosa che costa parecchio, almeno

        100 volte di più un gestionale pronto e

        impacchettato



        3) la gpl è il frutto dell'ideologia di
        stallman,

        che rispetto, ma che non ha nulla a che vedere

        con il business, anzi lo tiene distante e tiene

        distante gli investimenti per ricerca e nuovi

        prodotti

        le softwarehouse che usano la GPL la
        prendereanno

        sempre nel buco del cu*o per un motico semplice:

        nel 99% dei casi alle aziende consumatrici di

        software non serve poter pasticciare con i

        sorgenti o magari regalarli al mondo intero, al

        massimo si accontentano di vederli e
        ricompilarli

        per uso interno, ma per questo non serve la

        GPL

        come posso io prendere sul serio il tuo post se
        dici che linux e' a microkernel? Ma almeno se
        vuoi che le tue argomentazioni siano ascoltate
        non fare simili
        errori!mi sa che non hai letto il postc'è scritto che linux ha un kernel monolito difficile da aggiornare a microkernel
  • Anonimo scrive:
    perche' una distro linux deve costare -
    Non solo il SO, ma anche il resto.Domanda tolto il costo del SO e dell'antivirus ( che fino ad ora per Distro linux non serve )OpenOffice per windows costa come quello per linux.Firefox invece pure.Il firewall serve a tutte e due.Antiphising idem.perche' chi sviluppa per windows deve essere piu' esoso di uno che sviluppa per mandriva?Per una gestione di una biblioteca che programmi consigliate che possano girare con Mandriva o altre distro ( possibilmente in locale ).Tra i costi viene considerato anche il fatto che al momento non esistono formati standard per la registrazione degli archivi bibliotecari( sempre che voi non ne conosciate )
  • Anonimo scrive:
    LINUX AL TAPPETO
    persino l'inghilterra patria di moltissime menti open source, ha dato buca alla rivoluzione del pinguino.Linari senza via di fuga! (anonimo)(anonimo)(anonimo)(anonimo)
  • Anonimo scrive:
    BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE
    BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE.........
    • Anonimo scrive:
      Re: BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE
      - Scritto da:
      BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE.........finchè non porti le prove le tue sono solo calunnie perseguibili legalmentefin quando tu non riuscissi a portare alcuna prova valida vorrà dire che linux è da evitare per i troppi costi e la scarsa utilità ed efficenza dello stesso
      • Anonimo scrive:
        Re: BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE.........

        finchè non porti le prove le tue sono solo
        calunnie perseguibili
        legalmente

        fin quando tu non riuscissi a portare alcuna
        prova valida vorrà dire che linux è da evitare
        per i troppi costi e la scarsa utilità ed
        efficenza dello
        stessoPuoi provare quello che dici?
        • Anonimo scrive:
          Re: BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE.........



          finchè non porti le prove le tue sono solo

          calunnie perseguibili

          legalmente



          fin quando tu non riuscissi a portare alcuna

          prova valida vorrà dire che linux è da evitare

          per i troppi costi e la scarsa utilità ed

          efficenza dello

          stesso

          Puoi provare quello che dici?certohttp://punto-informatico.it/p.aspx?i=53540
          • Anonimo scrive:
            Re: BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE.........





            finchè non porti le prove le tue sono solo


            calunnie perseguibili


            legalmente





            fin quando tu non riuscissi a portare alcuna


            prova valida vorrà dire che linux è da evitare


            per i troppi costi e la scarsa utilità ed


            efficenza dello


            stesso



            Puoi provare quello che dici?

            certo

            http://punto-informatico.it/p.aspx?i=53540già, perchè i costi di amministrazione di OpenBSD sono minori di quelli di Linux vero ? ma va là va...
          • Anonimo scrive:
            Re: BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE


            Puoi provare quello che dici?

            certo

            http://punto-informatico.it/p.aspx?i=53540Eh si, certo, fidiamoci dell'oste che dice "Il mio vino è meglio di quello che vendono nell'osteria dall'altra parte della strada"...
  • Anonimo scrive:
    [OT] E adesso?
    Leggete qua:http://arstechnica.com/news.ars/post/20061121-8259.html
  • Anonimo scrive:
    linux alla frutta
    nessuno piu' lo considera (anonimo)(anonimo)(anonimo)(anonimo)altro che gpl
    • Anonimo scrive:
      Re: linux alla frutta
      - Scritto da:
      nessuno piu' lo considera
      (anonimo)(anonimo)(anonimo)(anonimo)


      altro che gplGuarda che ti sei sbagliato...di solito lo scrivi in maiuscolo.Poi attendo che tu apra un thread intitolato "linux al tappeto".
  • Anonimo scrive:
    Qui ci vogliono il Linux Angels
    Sì, in effetti potrebbero dare qualche dritta ( gratis! ) al signor Sindaco, affinchè non si faccia fregare !Occorrendo, i Linux Angels li può trovare qui: http://www.LinuxAngels.it
  • Anonimo scrive:
    Silvio è sempre il migliore...
    :D :D :D :D :Dhttp://uptime.netcraft.com/up/graph?site=forza-italia.it
  • Anonimo scrive:
    Ma ancora credete a LINUX?
    dovete capire che questo forum è popolato da ragazzini e quindi le cagate tipo, il costo è zero, tutto funziona, tutto è bello con linux, trovano il tempo che trovano.Chi ha a che fare con questo mondo, se parliamo da un punto di vista lavorativo, sa bene che una distribuzione linux genererebbe costi decisamente superiori ad un pacchetto preconfezionato.Installare linux vuol dire perdere almeno 8-10 ore, che a 100 euro l'ora per un tecnico sono soldi...Windows costa 269 euro, o anche meno a seconda della quantità. In due ore è installato e configurato. Microsoft se sei un azienda ti garantisce un ottimo supporto, linux assolutamente no.. e se vuoi supporto devi chiamare un tecnico (ALTRE SPESE).E non vi dico neanche cosa implichi customizzare qualcosa su linux.. SPESE INCREDIBILI.Su Windows compri i prg ad hoc già realizzati che ti costano 15 volte meno..Ma i linuxari diranno che se uno vuole assistenza si compra la red hat enterprise micacazzi spaccotutto..Costa + di windows e avrai sempre bisogno del tencico.LINUX NON DECOLLERA' MAINon a caso hanno scelto un pinguino.. un uccello senza ali ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ancora credete a LINUX?
      - Scritto da:
      dovete capire che questo forum è popolato da
      ragazzini e quindi le cagate tipo, il costo è
      zero, tutto funziona, tutto è bello con linux,
      trovano il tempo che
      trovano.E io che credevo fosse pieno di sparagestionali VB.... :D :D :D :D

      Chi ha a che fare con questo mondo, se parliamo
      da un punto di vista lavorativo, sa bene che una
      distribuzione linux genererebbe costi decisamente
      superiori ad un pacchetto
      preconfezionato.Lo sostiene giusto la MS....

      Installare linux vuol dire perdere almeno 8-10
      ore, che a 100 euro l'ora per un tecnico sono
      soldi...Con una live ci vogliono 10 minuti e non c'è nulla da configurare è già configurato...

      Windows costa 269 euro, o anche meno a seconda
      della quantità. In due ore è installato e
      configurato. Uaohhhh solo due ore....
      Microsoft se sei un azienda ti
      garantisce un ottimo supporto, linux
      assolutamente no.. e se vuoi supporto devi
      chiamare un tecnico (ALTRE
      SPESE).Ma per favore IBM, RH, Mandrake, Novell ti danno un supporto anche migliore e non sei in mano di una singola azienda.

      E non vi dico neanche cosa implichi customizzare
      qualcosa su linux.. SPESE
      INCREDIBILI.comunicalo a tutte le aziende che producono dispositivi custom e che non lo sanno...
      Su Windows compri i prg ad hoc già realizzati che
      ti costano 15 volte
      meno..Certo, certo....

      Ma i linuxari diranno che se uno vuole assistenza
      si compra la red hat enterprise micacazzi
      spaccotutto..
      Costa + di windows e avrai sempre bisogno del
      tencico.L'assistenza tecnica te la da RH in quel caso...

      LINUX NON DECOLLERA' MAISe lo dici tu....

      Non a caso hanno scelto un pinguino.. un uccello
      senza ali
      ;)La battuta sarebbe facile, pensaci un attimo :D :D :D :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ancora credete a LINUX?


        Non a caso hanno scelto un pinguino.. un uccello

        senza ali

        ;)

        La battuta sarebbe facile, pensaci un attimo :D
        :D :D
        :D"windows lo butti dalla finestra"ho vinto qualcosa? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ancora credete a LINUX?
      - Scritto da:
      dovete capire che questo forum è popolato da
      ragazzini e quindi le cagate tipo, il costo è
      zero, tutto funziona, tutto è bello con linux,
      trovano il tempo che
      trovano.

      Chi ha a che fare con questo mondo, se parliamo
      da un punto di vista lavorativo, sa bene che una
      distribuzione linux genererebbe costi decisamente
      superiori ad un pacchetto
      preconfezionato.

      Installare linux vuol dire perdere almeno 8-10
      ore, che a 100 euro l'ora per un tecnico sono
      soldi...

      Windows costa 269 euro, o anche meno a seconda
      della quantità. In due ore è installato e
      configurato. Microsoft se sei un azienda ti
      garantisce un ottimo supporto, linux
      assolutamente no.. e se vuoi supporto devi
      chiamare un tecnico (ALTRE
      SPESE).

      E non vi dico neanche cosa implichi customizzare
      qualcosa su linux.. SPESE
      INCREDIBILI.
      Su Windows compri i prg ad hoc già realizzati che
      ti costano 15 volte
      meno..

      Ma i linuxari diranno che se uno vuole assistenza
      si compra la red hat enterprise micacazzi
      spaccotutto..
      Costa + di windows e avrai sempre bisogno del
      tencico.

      LINUX NON DECOLLERA' MAI

      Non a caso hanno scelto un pinguino.. un uccello
      senza ali
      ;)Si sono arrivato alle stesse conclusioni.Tuttavia convieni con me sul fatto che un po' di sana competizione....non con linux per carita' ma con altre piattaforme commerciali possa giovare al mercato in maniera positiva.Sai sono sempre piu' indisposto nell' ingrassare un maiale che per mantenersi un "ridicolo" 90% del mercato utilizza pratiche anticompetitive come l'aziendina che ne controlla il 15%.Insomma siamo pure responsabili di scegliere prodotti fuori standard e con formati chiusi tralasciando soluzioni vantaggiose magari piu' avanzate SOLO per pigrizia.
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Ma ancora credete a LINUX?

      Chi ha a che fare con questo mondo, se parliamo
      da un punto di vista lavorativo, sa bene che una
      distribuzione linux genererebbe costi decisamente
      superiori ad un pacchetto
      preconfezionato.Uso linux al lavoro e a casa da due anni, non ho pagato un euro. Come mai?
      Installare linux vuol dire perdere almeno 8-10
      ore, che a 100 euro l'ora per un tecnico sono
      soldi...Non sempre, ma è vero che il setup è a volte più lungo e laborioso, ma ne vale la pena. Sempre meglio che chiamare il "tecnico" a disimpestare il windows ogni settimana.
      Microsoft se sei un azienda ti
      garantisce un ottimo supporto, linux
      assolutamente no.. e se vuoi supporto devi
      chiamare un tecnico (ALTRE
      SPESE).Ehm, il tecnico lo chiami anche per Windows. Oppure se vuoi supporto da Microsoft chiami lo spirito santo o qualche call center?
      E non vi dico neanche cosa implichi customizzare
      qualcosa su linux.. SPESE
      INCREDIBILI.Perchè dovrebbe essere più costoso che customizzare qualcosa su Windows?
      Su Windows compri i prg ad hoc già realizzati che
      ti costano 15 volte
      meno..Su linux quasi sempre non costano nulla se ti vanno già bene così come sono.
      Ma i linuxari diranno che se uno vuole assistenza
      si compra la red hat enterprise micacazzi
      spaccotutto..
      Costa + di windows e avrai sempre bisogno del
      tencico.Windows invece si disimpesta da solo. Oppure una buona percentuale degli impiegati IT sono cacciavitari che passano la vita e fare aggiornamenti e/o scansioni antivirus, formattazioni e reinstallazioni (che fanno perdere tempo e denaro molto più di un setup di linux), ripulire il registro, installare driver e roba simile? Questa gente non ha i suoi costi?
      LINUX NON DECOLLERA' MAILinux sul lato server è una realtà affermatissima e minaccia di diventarlo lentamente anche sul lato client aziendale. Se no per quale motivo Microsoft avrebbe fagocitato Novell? Così tanto per buttare 300 milioni di dollari?TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ancora credete a LINUX?
        - Scritto da: TADsince1995

        Chi ha a che fare con questo mondo, se parliamo

        da un punto di vista lavorativo, sa bene che una

        distribuzione linux genererebbe costi
        decisamente

        superiori ad un pacchetto

        preconfezionato.

        Uso linux al lavoro e a casa da due anni, non ho
        pagato un euro. Come
        mai?
        Perchè valuti 0 il prezzo del tuo lavoro. Se ci dici anche quanto tempo ci sei stato dietro posso dirti quanto sarebbe costato a me.
        • TADsince1995 scrive:
          Re: Ma ancora credete a LINUX?

          Perchè valuti 0 il prezzo del tuo lavoro.AAAHAHAH!!! Allora scusa, il prezzo del mio lavoro vale il prezzo delle licenze che ho dovuto pagare!?!?!?!?!?!? :| :| :| :| :|(rotfl)(rotfl)Certo che avete un modo molto strano di valutare il valore del lavoro che, per la cronaca, mi frutta uno stipendio decente ogni mese.
          Se ci
          dici anche quanto tempo ci sei stato dietro posso
          dirti quanto sarebbe costato a
          me.Installazione slackware 10 + driver ati e wireless intel. Diciamo 3 ore.Prezzo: 0.Installazione eclipse + tutti i vari plugin e framework vari che mi servono per lavorare: 1 ora.Prezzo: 0.Installazione iniziale JBoss: 1 minuto.Prezzo: 0.Quanto mi sarebbe costato, che so, Windows (vabè che quello è già pagato per via della licenza in "dotazione" al portatile) + SQL Server + IIS + antivirus + antispyware ecc? Qualche migliaio di euro?Quanto tempo ho perso in tutto? Vogliamo esagerare 6 ore di lavoro (che tra l'altro ho fatto a casa portandomi il portatile appresso) per un sistema che non ho più dovuto sfiorare da oltre 2 anni e che lavora oggi come lavorava appena installato.Andiamo avanti: Tempo perso tra deframmentazioni, formattazione e reinstallazione sistema operativo, scansioni antivirus, pulitura registro, aggiornamento antivirus e antispyware? Diciamo almeno un ora a settimana sommariamente?1 ora a settimana = 5 ore al mese, quasi una giornata lavorativa persa ogni mese per stare dietro a Windows, pagando un sacco di soldi.Con linux ho lavorato 6 ore in oltre 2 anni che ho installato la mia slackware nel portatile. Senza pagare un euro e avendo strumenti potentissimi che mi permettono di LAVORARE e guadagnarmi la pagnotta senza dover regalare soldi a Microsoft.Rifletteteci.TAD-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 novembre 2006 20.45----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 novembre 2006 20.49-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma ancora credete a LINUX?

            Andiamo avanti: Tempo perso tra deframmentazioni,
            formattazione e reinstallazione sistema
            operativo, scansioni antivirus, pulitura
            registro, aggiornamento antivirus e antispyware?
            Diciamo almeno un ora a settimana
            sommariamente?

            1 ora a settimana = 5 ore al mese, quasi una
            giornata lavorativa persa ogni mese per stare
            dietro a Windows, pagando un sacco di
            soldi.
            Quoto, il giorno in cui mi troverò anchio a perdere 5 ore di manutenzione pc al mese passerò a Linux come te.Promesso.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Ma ancora credete a LINUX?

            Quoto, il giorno in cui mi troverò anchio a
            perdere 5 ore di manutenzione pc al mese

            passerò a Linux come te.Promesso.Se non lo fai direttamente tu lo farebbe il cacciavitaro aziendale, che ha questo compito a tempo pieno e costa un intero stipendio...TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma ancora credete a LINUX?

            Se non lo fai direttamente tu lo farebbe il
            cacciavitaro aziendale, che ha questo compito a
            tempo pieno e costa un intero
            stipendio...
            Eh si, con 100 PCX5 ore al mese ciascuno lavoraminimo 500 ore solo di manutenzione ordinaria e gliene pagano solo 160 poveretto. Le bugie hanno il naso lungo e le gambe corte.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Ma ancora credete a LINUX?

            Eh si, con 100 PCX5 ore al mese ciascuno lavora
            minimo 500 ore solo di manutenzione ordinaria e
            gliene pagano solo 160 poveretto. Le bugie hanno
            il naso lungo e le gambe
            corte.In un'azienda con 100 PC non c'è un solo cacciavitaro generalmente.E comunque il discorso non era legato strettamente al lavoro del cacciavitaro, ma portavo un semplice esempio che con linux si può lavorare senza perdere tempo in manutenzione Windows e senza spendere 1 euro.TAD-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 novembre 2006 22.04-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma ancora credete a LINUX?

            In un'azienda con 100 PC non c'è un solo
            cacciavitaro
            generalmente.
            Chiaramene no, come dici tu 5 ore al mese ciascuno solo per ordinaria manutenzione ne occorrono 4 solo per quello. Le 5 ore/mese non le ho tirate fuori io
            E comunque il discorso non era legato
            strettamente al lavoro del cacciavitaro, ma
            portavo un semplice esempio che con linux si
            può
            lavorare senza perdere tempo in manutenzione
            Windows e senza spendere 1 euro.
            Potresti fare qualche nome di aziende che usano Linux e nessuno che fa manutenzione o sono dati strettamente confidenziali tramandati di padre in figlio e che non possono assolutamente essere rivelati a estranei?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma ancora credete a LINUX?
            secondo me sono tramandati da padre in figlio :)anche io ho installato linux sul mio tagliaerba e poi non ho più cambiato sistema per 5 anni...Certo ogni tanto, un pò di manutenzione e il cambio di benzina va fatto..
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma ancora credete a LINUX?
            Io invece sono riusciti ad istallare Ubuntu su un macchina da cucire di quelle programmabili.. Non sai che figata, 19 ore di installazione e riesce a cucire esattamente come prima!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma ancora credete a LINUX?
            Io invece sono riuscito ad installare 26 diverse distribuzioni di linux sullo stesso pc..Non potete immaginare che figata..E ci ho messo 2 ore in tutto!! Senza nessuna incompatibilità.Che me ne faccio di Windows prodotto da quei capitalisti che stanno distruggendo la foresta amazzonica col petrolio dell'afghanistan quando posso avere gratis 26 distribuzioni diverse sullo stesso pc??
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ancora credete a LINUX?

      LINUX NON DECOLLERA' MAI
      Già... ma fa da tappo per eventuali nuovi sistemi operativi. Sarebbe bello veder sviluppare delle vere alternative ma nessuno investe visto che esiste un prodotto scadente ma gratis.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ancora credete a LINUX?
        - Scritto da:

        LINUX NON DECOLLERA' MAI



        Già... ma fa da tappo per eventuali nuovi sistemi
        operativi.


        Sarebbe bello veder sviluppare delle vere
        alternative ma nessuno investe visto che esiste
        un prodotto scadente ma
        gratis.
        Vedete adesso sarebbe l'ora di un grande rilancio di OS/2 magari con licenza commerciale ma molto permissiva.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ancora credete a LINUX?
        - Scritto da:

        LINUX NON DECOLLERA' MAI



        Già... ma fa da tappo per eventuali nuovi sistemi
        operativi.


        Sarebbe bello veder sviluppare delle vere
        alternative ma nessuno investe visto che esiste
        un prodotto scadente ma
        gratis.Sullo scadente è ovviamente questione di pareri... per me 'scadente' è Windows...Per quanto riguarda il discorso sulle alternative, a parte il fatto che esiste OS-X, direi che Linux ha iniziato a farsi sentire attorno al 2000. Windows invece è uscito come sistema operativo home stand-alone nel 1995, ma si potrebbe anticipare di qualche anno, visto che era ormai comune l'uso di DOS + Windows 3, mentre in campo professionale si stava affermando NT.Durante questo periodo lungo diversi anni, seguendo il tuo discorso sarebbero dovute spuntare diverse alternative. Giusto ?Beh, sforzandomi non mi viene altro in mente che BeOS, e tutti sappiamo che fine a fatto...In compenso alcune alternative c'erano già da prima: OS/2, AmigaOS, Atari, Archimedes (in alcuni casi non so il nome del s.o. e quindi ho indicato il nome della piattaforma). Tutte scomparse proprio nel periodo di cui parlavo (meno che OS/2 che ha tirato la carretta in qualche modo fino a poco tempo fa, ma che comunque in quel periodo se ne sono decise le sorti).Quindi è evidente che il tuo discorso è del tutto sballato, e che a far da tappo non è Linux ma qualche cosa d'altro...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma ancora credete a LINUX?
          E ti sei dimenticato di BSD ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma ancora credete a LINUX?
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          LINUX NON DECOLLERA' MAI






          Già... ma fa da tappo per eventuali nuovi
          sistemi

          operativi.





          Sarebbe bello veder sviluppare delle vere

          alternative ma nessuno investe visto che esiste

          un prodotto scadente ma

          gratis.


          Sullo scadente è ovviamente questione di
          pareri... per me 'scadente' è
          Windows...

          Per quanto riguarda il discorso sulle
          alternative, a parte il fatto che esiste OS-X,
          direi che Linux ha iniziato a farsi sentire
          attorno al 2000. Windows invece è uscito come
          sistema operativo home stand-alone nel 1995, ma
          si potrebbe anticipare di qualche anno, visto che
          era ormai comune l'uso di DOS + Windows 3, mentre
          in campo professionale si stava affermando
          NT.

          Durante questo periodo lungo diversi anni,
          seguendo il tuo discorso sarebbero dovute
          spuntare diverse alternative. Giusto
          ?

          Beh, sforzandomi non mi viene altro in mente che
          BeOS, e tutti sappiamo che fine a
          fatto...

          In compenso alcune alternative c'erano già da
          prima: OS/2, AmigaOS, Atari, Archimedes (in
          alcuni casi non so il nome del s.o. e quindi ho
          indicato il nome della piattaforma). Tutte
          scomparse proprio nel periodo di cui parlavo
          (meno che OS/2 che ha tirato la carretta in
          qualche modo fino a poco tempo fa, ma che
          comunque in quel periodo se ne sono decise le
          sorti).

          Quindi è evidente che il tuo discorso è del tutto
          sballato, e che a far da tappo non è Linux ma
          qualche cosa
          d'altro...
          SI, I SOLDI DELLA MICROZOZZ e gli interessi economici dei politici........
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ancora credete a LINUX?
        - Scritto da:

        LINUX NON DECOLLERA' MAI



        Già... ma fa da tappo per eventuali nuovi sistemi
        operativi.


        Sarebbe bello veder sviluppare delle vere
        alternative ma nessuno investe visto che esiste
        un prodotto scadente ma
        gratis.
        Su quale base dici che linux è scadente? l'hai mai provato? o alla prima difficoltà tipo scrivere mezza parola piuttosto che cliccare un tasto con su scritto avanti ti sei gia incartato e ti è uscito del fumo dalle orecchie?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ancora credete a LINUX?
      - Scritto da:
      LINUX NON DECOLLERA' MAIPeccato che sia già molto diffuso in ambito server...Che (troll2)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ancora credete a LINUX?

        Infatti come Unixista attento e desideroso di
        vedere linux come alternativa a windows non posso
        che quotarti perche' hai detto la verita'.Questo
        e' un grosso problema.Di commenti ora ne
        riceverai e forse faranno di te uno spiedo ma
        spero che ti basti la mia solidarieta'.Per il
        bene di Linux si
        intende.Sei uno dei pochi linuxari sani di mente.. hai il mio rispetto ;)
      • belze scrive:
        Re: Ma ancora credete a LINUX?
        io la penso così: hai ragione, il fatto che ci sia tutta questa differenza è determinante, ma le cose stanno cambiando, stanno nascendo intese nuove che dovrebbero permettere una maggiore interoperabilità..insomma forse le cose potrebbero migliorare in tema di compatibilità.Però io penso che avere più scelta sia un fattore positivo. Prima di approdare alla mia distro attuale ne ho provate parecchie, diciamo 6-7...ed è giusto che le 7 distro che ho provato continuino ad essere disponibili, perchè magari qualcun'altro le preferisce.Che poi sarebbe meglio se i programmi fossero più flessibili, non ci piove, ma io difendo la possibilità di fare una propria distro. Se la libera iniziativa economica è libera, non vedo perchè non dovrei poter dare vita ad una nuova distro.Logicamente la mia è una considerazione nel pieno rispetto del tuo punto di vista, non intendo certo dire che hai solo detto cazzate, solo che la penso in maniera leggermente diversa da te.ciao
  • Anonimo scrive:
    LINUX, UN PROBLEMA PER TUTTI
    Se ne stanno rendendo conto praticamente tutti, anche il più stakanovista sostenitore del barbuto stallman, cheSoftware commerciale + Help desk a prezzo competitivo (Microsoft)è meglio diSoftware gratis + Help desk a prezzi da rapina a mano armata (Linux)Per fare poi le stesse cose, anzi, con microsoft le fai con mouse e tastiera mentre con linux con shell e videoterminale(anonimo)(anonimo)
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX, UN PROBLEMA PER TUTTI
      - Scritto da:
      Se ne stanno rendendo conto praticamente tutti,
      anche il più stakanovista sostenitore del barbuto
      stallman,
      che

      Software commerciale + Help desk a prezzo
      competitivo
      (Microsoft)

      è meglio di

      Software gratis + Help desk a prezzi da rapina a
      mano armata
      (Linux)

      Per fare poi le stesse cose, anzi, con microsoft
      le fai con mouse e tastiera mentre con linux con
      shell e
      videoterminale

      (anonimo)(anonimo)welcome to the troll show (linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX, UN PROBLEMA PER TUTTI
      - Scritto da:
      Per fare poi le stesse cose, anzi, con microsoft
      le fai con mouse e tastiera mentre con linux con
      shell e
      videoterminale

      (anonimo)(anonimo) :p spero tu sappia che hai detto una gran cavolata. Apprezzo l'ironia :D
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX, UN PROBLEMA PER TUTTI
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Per fare poi le stesse cose, anzi, con microsoft

        le fai con mouse e tastiera mentre con linux con

        shell e

        videoterminale



        (anonimo)(anonimo)

        :p spero tu sappia che hai detto una gran
        cavolata. Apprezzo l'ironia
        :DMassi' dai..deve essere quel trollone che apre costantemente thread del tipo "linux alla frutta" oppure "linux al tappeto".Verifica tu stesso il primo aperto alle sedici circa con mia puntuale risposta...l'altro alle diciotto proprio come gli suggerivo.Ogni volta che si fa del FUD su linux lui e' in prima fila,senza fantasia per di piu'!. :D
        • Anonimo scrive:
          Sempre meglio...
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Per fare poi le stesse cose, anzi, con
          microsoft


          le fai con mouse e tastiera mentre con linux
          con


          shell e


          videoterminale





          (anonimo)(anonimo)



          :p spero tu sappia che hai detto una gran

          cavolata. Apprezzo l'ironia

          :D

          Massi' dai..deve essere quel trollone che apre
          costantemente thread del tipo "linux alla frutta"
          oppure "linux al
          tappeto".
          Verifica tu stesso il primo aperto alle sedici
          circa con mia puntuale risposta...l'altro alle
          diciotto proprio come gli suggerivo.Ogni volta
          che si fa del FUD su linux lui e' in prima
          fila,senza fantasia per di piu'!.
          :DSempre meglio di quell'altro che nei posts su windows che dà dei "lombrichi viscidi e bavosi" alle persone. Almeno lui è educato.
  • Anonimo scrive:
    L'ultima frase è rivelatoria al massimo
    "Ma con Linux e il software open source, la gratuità non esiste. Ci sono i costi di supporto e quelli di manutenzione, proprio come accade scegliendo i sistemi Microsoft"."Perfetto, quindi su questo sono pari. Però con ciò la microsoft si da la zappa sui piedi dato che per il software microsoft devi pure pagare il costo, enorme di solito, delle licenze! E in più, di solito, funziona peggio e richiede anche più manutenzione, ma questa è un'altra storia.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ultima frase è rivelatoria al mass
      Ma perchè non sei obiettivo? Metti Ubuntu a tua sorella o a tuo cugino winaro e poi fai la conta delle telefonate.Io l'ho fatto. E mi sono rotto.Si tengano Win.
  • Anonimo scrive:
    All'utente finale chi ci pensa?
    Premetto che non e' facile fare considerazioni puntuali in merito alla vicenda perche' i fatti dovrebbero essere conosciuti in maniera piu' approfondita,tuttavia colgo l'occasione per valutare alcuni aspetti di problemi piu' generali prendendo spunto da vari commenti.Credo che l'ultimo vero uso che ho fatto di un sistema Microsoft risale ai tempi di NT 3.51,quindi parliamo della bellezza di dieci anni fa' circa.Respirando l'aria del mondo Unix da diverso tempo e vedendo crescere linux dal di dentro mi stupisco ancora di sentire certi commenti ed alcuni modi di ragionare che con le necessita' dell'utente non hanno nulla a che fare.Non so se la scelta di Birmingham sia stata pilotata o meno...non mi interessa e non e' questo il problema.E' inutile gridare al complotto,alle autorita' impazzite o vendute senza nemmeno prendere in considerazione cosa a linux manca rispetto windows.A linux manca un sacco di CONCRETEZZA che invece altre piattaforme possiedono.Non bisogna essere geni,mettiamo al pc persone di competenza informatica bassa che hanno utilizzato windows da sempre e valutiamo UMILMENTE le loro critiche.Non e' che perche' sono dei winari pure ignoranti in materia informatica essi,sono meno "ascoltabili" di altri fruitori.Anzi.Certo esiste sempre il fattore "assuefazione alla piattaforma" ma purtroppo sembra essere piu' una giustificazione per i linari,a non vedere problemi che esistono e che non vengono affrontati.Il sorgente a corredo voluto esplicitamente dalla licenza,e' solo un grosso problema cosi' come il dover far salti mortali per installare tutto quel software coperto da brevetti o da licenze particolari.Daiiiii su,le questioni di licenza,di brevetto e di software closed sono al massimo dei problemi che riguardano lo sviluppatore di software non l'utente finale.Quest'ultimo ha solo bisogno di avere tutto quello che possibilmete ha windows e da gestire in maniera semplice!Allora se linux e' per sviluppatori perche' di fatto asseconda una liberta' senza eguali,non pretendiamo di vederlo altrove.Non pretendiamo neppure che diventi l'ultimo baluardo di una religione laica che per evidenti incapacita' democratiche sta' scomparendo anno dopo anno.Insomma cio' che c'e' di positivo nello sviluppo collaborativo non e' detto sia allo stesso modo applicabile all'utente finale.Eppure mai come oggi c'e' una fame di alternativa perche' windows in termini di affidabilita' e costi di licenza e' semplicemente scandaloso.Lo si vede,lo abbiamo visto con l'espansione del mercato Apple,ma anche in parte con linux quando si aggiunge un poco di concretezza come di recente e' stata fatta con il desktop di Ubuntu.Salvo poi rivedere le proprie aspirazioni meditando il clonig di Firefox per questioni di operato oppure l'apertura di progetti per riscrivere i driver Nvidia completamente OpenSource.Siamo seri.Cerchiamo di portare linux lontano,nelle mani dell'utente che deve comcretamente scegliere.Se continuamo a vedere le cose complotti a destra ed a manca non riusciremo a fare un passo in avanti.Vogliamo l'alternativa.Vogliamo Linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: All'utente finale chi ci pensa?
      Sono totalmente d'accordo su tutto!Io non ho esperienza informatica come la tua, ma dopo 2 anni di Windows sono passato a Linux con qualche problema all'inizio, ma risoltosi abbastanza velocemente. Conclusione: non riesco più a fare a meno di Linux!Lo considero un Sistema Operativo infinitamente superiore a Windows (sullo stesso hardware gira 10 volte più veloce e non solo...); tuttavia c'è un problema, purtroppo non è ancora pronto per essere utilizzato in tutti i campi.Ricordo comunque che è un SO relativamente giovane, quindi c'è tempo per avvicinarlo all'utente finale.
      • Anonimo scrive:
        Re: All'utente finale chi ci pensa?
        Incredibile! I post seri su P.I. non vengono presi in considerazione da nessuno!!!!!!!!!!!!Questo la dice lunga sull'utenza di questo forum!!!!!
  • nattu_panno_dam scrive:
    Porting di applicazioni closed.
    Logico che costano una cifra, closed significa anche questo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Porting di applicazioni closed.
      - Scritto da: nattu_panno_dam
      Logico che costano una cifra, closed significa
      anche
      questo.sviluppare applicazioni buone costa assai e richiede molta competenza e partecipazioneil mondo linux e open source la deve smettere con questa idea del gratis che prende in giro prima i poveri programmatori illusi da promesse di gloria e profezie e subito dopo le aziende che credono di aver trovato la gallina dalle uova d'oro
      • Anonimo scrive:
        Re: Porting di applicazioni closed.
        - Scritto da:

        - Scritto da: nattu_panno_dam

        Logico che costano una cifra, closed significa

        anche

        questo.

        sviluppare applicazioni buone costa assai e
        richiede molta competenza e
        partecipazione

        il mondo linux e open source la deve smettere con
        questa idea del gratis che prende in giro prima i
        poveri programmatori illusi da promesse di gloria
        e profezie e subito dopo le aziende che credono
        di aver trovato la gallina dalle uova
        d'oroè per questo che Hotmail ha girato per anni du FreeBSD ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Porting di applicazioni closed.
          - Scritto da:

          è per questo che Hotmail ha girato per anni du
          FreeBSD
          ?leggende metropolitanehttp://uptime.netcraft.com/up/graph?site=hotmail.com
          • Anonimo scrive:
            Re: Porting di applicazioni closed.
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            è per questo che Hotmail ha girato per anni du

            FreeBSD

            ?

            leggende metropolitane
            http://uptime.netcraft.com/up/graph?site=hotmail.cHan dovuto migrare dopo che la cosa è venuta fuori, lo sanno pure i sassi....
          • Anonimo scrive:
            Re: Porting di applicazioni closed.
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            è per questo che Hotmail ha girato per anni du

            FreeBSD

            ?

            leggende metropolitane
            http://uptime.netcraft.com/up/graph?site=hotmail.cdovevi visitare lo stesso link qualche anno fa... ti saresti beccato un bel FreeBSD in faccia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Porting di applicazioni closed.
            - Scritto da:


            - Scritto da:



            - Scritto da:





            è per questo che Hotmail ha girato per anni du


            FreeBSD


            ?



            leggende metropolitane


            http://uptime.netcraft.com/up/graph?site=hotmail.c

            dovevi visitare lo stesso link qualche anno fa...
            ti saresti beccato un bel FreeBSD in
            faccia.gia' ma comunque potete pure guardare qui:http://uptime.netcraft.com/up/graph?site=download.microsoft.com
          • Anonimo scrive:
            Re: Porting di applicazioni closed.
            - Scritto da:

            - Scritto da:





            - Scritto da:





            - Scritto da:







            è per questo che Hotmail ha girato per anni
            du



            FreeBSD



            ?





            leggende metropolitane





            http://uptime.netcraft.com/up/graph?site=hotmail.c



            dovevi visitare lo stesso link qualche anno
            fa...

            ti saresti beccato un bel FreeBSD in

            faccia.

            gia' ma comunque potete pure guardare qui:

            http://uptime.netcraft.com/up/graph?site=download.E' vero, Akamai (la società di hosting a cui si affida M$) usa Linux per i suoi server...
          • Anonimo scrive:
            Re: Porting di applicazioni closed.
            - Scritto da:


            - Scritto da:



            - Scritto da:








            - Scritto da:







            - Scritto da:









            è per questo che Hotmail ha girato per
            anni

            du




            FreeBSD




            ?







            leggende metropolitane









            http://uptime.netcraft.com/up/graph?site=hotmail.c





            dovevi visitare lo stesso link qualche anno

            fa...


            ti saresti beccato un bel FreeBSD in


            faccia.



            gia' ma comunque potete pure guardare qui:




            http://uptime.netcraft.com/up/graph?site=download.

            E' vero, Akamai (la società di hosting a cui si
            affida M$) usa Linux per i suoi
            server...Ergo dove i carichi e l'affidabilita' conta....
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: Porting di applicazioni closed.
        - Scritto da:

        - Scritto da: nattu_panno_dam

        Logico che costano una cifra, closed significa

        anche

        questo.

        sviluppare applicazioni buone costa assai e
        richiede molta competenza e
        partecipazione

        il mondo linux e open source la deve smettere con
        questa idea del gratis che prende in giro prima i
        poveri programmatori illusi da promesse di gloria
        e profezie e subito dopo le aziende che credono
        di aver trovato la gallina dalle uova
        d'oroEheheh, sei un po' troppo idealista. Costa un botto perchè so' che solo io (produttore) posso fare il porting e tu ne hai assolutamente bisogno, aka sparo cifroni altissimi perchè posso permetterlo. Sia che il software sia un cesso sia l' opposto.
  • Anonimo scrive:
    ATTENTI A VOI CAPITALISTI !!!
    BIRMINGHAM HA FATTO UN GRAVISSIMO ERRORE A NON ACCETTARE LINUX E L'OPEN SOURCE NELLA SUA VITA E I COMPAGNI DELLE COMUNITA' DARANNO PRESTO UN SEGNALEQUANDO A BREVE LINUX CONQUISTERA' IL CREATO CON LA SPADA INFUOCATA DELL'OPEN SOURCE, IL PROFETA DEL FREESOFTWARE CONDANNERA' I DISSIDENTI OCCIDENTALI DEL PROFITTO NELLE FREDDE CAMPAGNE DELLA SIBERIASE LINUX E' CON NOI, CHI E' CONTRO DI NOI? NESSUNO!!! NESSUNO!!! NESSUNO!!!(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)
  • Anonimo scrive:
    passa qua passa la ma il soldo
    chi te lo daè bello installare ogni due ore l'ultima distro linara immessa nel mercato in piena politica open sorciolohe ti lo sai che e uscito linodistrutto3.5.12345provalo e fantrastrico, e giu a formatare e ainstallare(attenti da noti strudi formatare più di un 1000000 di volte il disco per provare la 1000000 esima distro linazza fa male al disco fesso)quando poi si fa sul serio ecco che le cose cambiano e il buon vecchio close source winzozzolo la fa da padronea linari ma dateve alla macchia che e meglio e con SVISTA sara la vostra fine (ps lo avevo detto anche per winxp speriamo che ora sia la volta buona)
    • Anonimo scrive:
      Re: passa qua passa la ma il soldo
      e tu datti alla grammatica, che viene sempre prima dell'informatica
      • Anonimo scrive:
        Re: passa qua passa la ma il soldo
        - Scritto da:
        e tu datti alla grammatica, che viene sempre
        prima
        dell'informaticae tu datttti alla perspicaciiiia visto che non capisci le sottilette
    • Guybrush scrive:
      Re: passa qua passa la ma il soldo
      - Scritto da:
      chi te lo da[...]
      a linari ma dateve alla macchia che e meglio e
      con SVISTA sara la vostra fine (ps lo avevo detto
      anche per winxp speriamo che ora sia la volta
      buona)Ora che mi ci fai pensare, mi sa che pure stavolta il pinguino la fara' franca.
      GT
    • Anonimo scrive:
      Re: passa qua passa la ma il soldo
      Guarda che e' piuttosto con Win che ad ogni momento devi installare l'ultima patch del sistema operativo,a ggiornare l'antivirus, aggiornare l'antispyware,... aggiornare la lista delle cose da aggiornare.Una volta instalalto un sistema operativo Linux, a meno che tu non voglia instalalre qualcosa di nuovo per tua scelta, al di la' di aggiornamenti di sicurezza, cosa che si puo' fare perfino in automatico o che comunque e' semplicissima, il sistema puo' rimanere benissimo cosi' come e' per qualche annetto.Certo se uno vuole avere l'ultimo modello di desktop ... quello e' un discorso suo
    • Anonimo scrive:
      Re: passa qua passa la ma il soldo
      Io lavoravo (per fortuna *avo) in un'azienda linux oriented:E' da 4 anni che cercano di scrivere il gestionale con vi, quando i clienti esterni inviano i file di word o excel, fanno a gara per chi riesce a visualizzarli correttamente con Open Office (ma alla fine li stampano con MS Office), tengono 2 sistemisti, e solo il reparto sviluppo lo usa, tutti e dico tutti gli altri (150 persone) usano Win, perchè se gli monti l'ultima distro ultrafica te la vomitano sul tavolo.I lavori devono essere fatti 2 volte, perchè col mondo esterno non puoi comunicare con i file .sxw (i client si incazzano), se vuoi utilizzare KDE devi avere una Workstation della NASA, perchè pesa una cifra.Se vuoi comprare un programma commerciale per gli sviluppatori, tipo che so' un tool che ti faccia i report in modo professionale, ti attacchi perchè sono solo per win, e comunque c'è poca scelta ecc.Non parliamo degli IDE, a parte Eclipse e qualcos'altro non c'è nulla, (anche senza pretendere Visual Studio).Per la grafica e il multimedia poi, chiudiamo un velo pietoso.A che serve quindi?Ohh siii, è gratis il sis. op. ma guarda, e per risparmiare quattro soldi sulle licenze, devo schiantarmi la vita e mantenere 15 sistemisti?
  • rogledi scrive:
    Non esiste software gratis??

    Ma con Linux e il software open source, la
    gratuità non esiste. Ci sono i costi di supporto
    e quelli di manutenzione, proprio come accade
    scegliendo i sistemi Microsoft".Ma non mi dire?!? veramente è così?Veramente non esiste una azienda di consulenza che ti installa linux e ti mette in piedi i sistemi senza farti pagare la consulenza??Linux non è sinonimo di gratis ovvio....ma sembra proprio che non tutti lo sappiano a giudicare dalle affermazioni si leggono... sempre più spesso :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Non esiste software gratis??
      - Scritto da: rogledi
      Linux non è sinonimo di gratis ovvio....
      ma sembra proprio che non tutti lo sappiano a
      giudicare dalle affermazioni si leggono... sempre
      più spesso
      :|Ma ribaltando il ragionamento non è che Windows sia sinonimo di prezzi spropositati. Windows fornisce una serie di servizi e funzionalità che hanno un bel po' di valore che i "Linari" si sforzano di nascondere. In realtà se fossero coerenti dovrebbero valutare questo valore. La scelta dei "Linari" spesso è o religiosa o fatta per spillare quattrini al cliente o dettata dalla ignoranza completa del prodotto concorrente (Windows). Quando questo accade questi aspetti di valore non vengono da loro valutati. E quando invece qualcun'altro lo fa subito a gridare allo scandalo, alle bustarelle, a dire che Ballmer fa il pagliaccio sul palco o altre amenità del genere. Un discoso tecnico/economico serio non si riesce a fare.
      • Anonimo scrive:
        [OT] Re: Non esiste software gratis??

        La scelta dei "Linari" spesso è o religiosa i macachi invece?(win)
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] Re: Non esiste software gratis??
          - Scritto da:


          La scelta dei "Linari" spesso è o religiosa
          i macachi invece?
          (win)Urka! Ma almeno è bello! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Non esiste software gratis??
        - Scritto da:
        ...
        (Windows). Quando questo accade questi aspetti di
        valore non vengono da loro valutati. E quando
        invece qualcun'altro lo fa subito a gridare allo
        scandalo, alle bustarelle, a dire che Ballmer fa
        il pagliaccio sul palco...Beh, dai... questa è innegabile...
      • pikappa scrive:
        Re: Non esiste software gratis??
        - Scritto da:

        - Scritto da: rogledi


        Linux non è sinonimo di gratis ovvio....

        ma sembra proprio che non tutti lo sappiano a

        giudicare dalle affermazioni si leggono...
        sempre

        più spesso

        :|

        Ma ribaltando il ragionamento non è che Windows
        sia sinonimo di prezzi spropositati. Windows
        fornisce una serie di servizi e funzionalità che
        hanno un bel po' di valore che i "Linari" si
        sforzano di nascondere. In realtà se fossero
        coerenti dovrebbero valutare questo valore.


        La scelta dei "Linari" spesso è o religiosa o
        fatta per spillare quattrini al cliente o dettata
        dalla ignoranza completa del prodotto concorrente
        (Windows). Quando questo accade questi aspetti di
        valore non vengono da loro valutati. E quando
        invece qualcun'altro lo fa subito a gridare allo
        scandalo, alle bustarelle, a dire che Ballmer fa
        il pagliaccio sul palco o altre amenità del
        genere.


        Un discoso tecnico/economico serio non si riesce
        a fare.Su questo forum è poco ma sicuro, nel mondo reale la questione è ben diversa, io propongo soluzioni opensource e libere (che son 2 cose diverse, e soprattutto diverse da gratis) ma non dico di certo di no quando mi chiedono cose differemti, o non cerco certo di sdradicare windows da tutti i server e client preesistenti.Ma ti faccio un esempio reale:Microsoft Exchange, ha un determinato costo, ha una serie di problemi e ha determinate caratteristiche, ora dimmi, a fronte del pagamento del mio onorario, se le caratteristiche di groupware tipiche di exchange non vengono sfruttate, sarà piu economico installarlo comunque oppure rivolgersi verso una diversa soluzione(in questo caso un server di posta linux) dal costo minore per quel che riguarda le licenze, e se vogliamo pure dal minor costo di manutenzione?
        • Anonimo scrive:
          Re: Non esiste software gratis??
          - Scritto da:
          Ti ha detto se Exchange ha dei problemi ed un
          costo, e se una soluzione Linux può andargli
          altrettanto bene, perché non prendere in
          considerazione
          Linux?

          Cosa cacchio centrano qui i dogmi?Però Exchange 2003 non ha particolari problemi e fa molto di più di altre soluzioni (Domino escluso). E non parlo di collaborazione: per quello c'è Office e Sharepoint.Io vendo Domino e la lotta è con la piattaforma Microsoft: se di là ho un uomo MS che sa di cosa parla è una lotta! L'open source esce di scena praticamente subito.Il punto vero è che qui, in questi forum, non si sa di cosa si parla! Se lo si sapesse i discorsi cambierebbero e parecchio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non esiste software gratis??
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Ti ha detto se Exchange ha dei problemi ed un

            costo, e se una soluzione Linux può andargli

            altrettanto bene, perché non prendere in

            considerazione

            Linux?



            Cosa cacchio centrano qui i dogmi?

            Però Exchange 2003 non ha particolari problemi e
            fa molto di più di altre soluzioni (Domino
            escluso). E non parlo di collaborazione: per
            quello c'è Office e
            Sharepoint.
            Affaccialo su internet che poi ne riparliamo, tanto per cominciare, cmq son curioso di vedere la vers 2007 visto che ne parlano piuttosto bene
      • Anonimo scrive:
        Re: Non esiste software gratis??
        Se io ho 100 computer,quanto mi costerebbero tutte le licenze + l'assistenza?Sicuramente + di Linux....
        • Anonimo scrive:
          Re: Non esiste software gratis??
          - Scritto da:
          Se io ho 100 computer,

          quanto mi costerebbero tutte le licenze +
          l'assistenza?

          Sicuramente + di Linux....Si doveva decidere se passare da NT a 2003. Io ho fatto i conti su 1500 PC e 50 server pensando a RH enterprise (quindi pagando il supporto), strumenti di gestione che Windows mi dà ma Linux no, costo di installazione: costa meno Windows. Se poi lasci i client Windows (cosa che abbatterebbe i costi di migrazione dei client) il divario è ancora maggiore!Infatti siamo migrati a Windows 2003.Immagino però che con 100 PC il costo di Linux sia più basso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non esiste software gratis??
      Io invece voglio riciclare da carrobba un vecchio pc su cui far girare linux, il software lo scarico gratis dalla rete che scrocco e dovrò trovare qualche studente programmatore che mi faccia il porting dei miei lavori. Pago il tutto... 1 dollaro
  • Anonimo scrive:
    come al solito
    come al solito ci sono un sacco di persone che parlano senza conoscerein questo caso specifico, tutte le persone (compreso me)dove si possono vedere i rapporti che hanno portato a questa conclusione a birmingam??? fino a quel momento non ci possono essere certezze da nessuna delle due parti (e comunque anche quando li vedro' qualche dubbio mi rimarra')e poi ricordo che la microsoft e' gia' stata condannata per pubblicita' ingannevolehttp://attivissimo.blogspot.com/2004/09/blog-microsoft-condannata-in-uk-per.htmlhttp://www.theinquirer.net/default.aspx?article=18067si fa' presto a dire che linux costa di piu' di winzzoz e viceversa
  • Anonimo scrive:
    Windows o Linux ....
    peccato che l'articolo non dica chi sono gli esperti e quali competenze hanno nel mondo open source.
  • Anonimo scrive:
    La proposta migliore
    Un sindaco di un comune doveva far ritinteggiare la scuola del paese. Emise un bando di gara e ricevette tre offerte.Quella di un tedesco, che chiedeva 3.000 Euro, quella di un francese, che ne chiedeva 6.000, e quella di un italiano che ne chiedeva 9.000.Sorpreso dalle enormi differenze tra le proposte, il sindaco chiamò i tre imbianchini per farsi spiegare cosa fosse compreso nelle cifre proposte.Il tedesco disse: "Io uso una vernice acrilica, ho intenzione di dare due mani, la vernice costa 1.000 euro, l'ammortamento di pennelli e scale altri 1.000 e i restanti 1.000 sono il mio guadagno".Il francese spiegò: "Sindaco, io uso una vernice speciale a base sintetica, ho intenzione di dare due mani e di rifinire artisticamente gli stipiti delle porte. La vernice costa 2.000 euro, l'ammortamento dei pennelli, delle scale e degli stampi costa altri 2.000 euro e il restante sono il compenso per la mia prestazione artistica."Infine il sindaco, più per dovere di completezza che per reale interesse, vista l'enorme differenza di prezzo, convoca anche l'italiano.Il quale esordisce dicendo:"Sindaco, non potrai che convenire che la mia è la migliore delle tre offerte! 3.000 euro sono per te, 3.000 euro sono per me, e gli altri 3.000 sono per il tedesco che farà il lavoro!"Io non ho riso. Marco, un mio amico Svizzero di Chiasso, si.Ma quel che è peggio è che dentro di me ho detto:"Magari! Forse in Svizzera. Qui almeno alla fine la scuola sarebbe stata dignitosamente ritinteggia. A caro prezzo, ma almeno ritinteggiata."Il sindaco di Birmingham ha origini italiane?
  • Anonimo scrive:
    Io lavoro in biblioteca e..
    .. pensate un po', la catalogazione e gestione dei libri/dvd/videocassete ecc.. avviene **COMPLETAMENTE** via internet! In pratica tutte le biblioteche della regione sono connesse ad un database centrale, dove si gestiscono i prestiti.I vantaggi sono: se ti richiedono un libro ma in quel momento è fuori, puoi consultare la biblio del comune vicino e chiederlo in prestito direttamente a loro (prestito interbibliotecario). I lettori possono consultare direttamente internet per sapere chi ha disponibile l'oggetto di interesse.Ora, se questo viene fatto in un paesino come mio di poche anime perchè non può essere adottato da enti di dimensione più grandi??? Se proprio volete il programma di catalogazione scritto in VB per accontetare il vostro rappresentate Microsoft fatelo girare sul server principale a cui i client della rete si connetteranno per trovare i dati..Se il server collassa... sapete anche a chi dare la colpa!!! ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Io lavoro in biblioteca e..
      - Scritto da:
      .. pensate un po', la catalogazione e gestione
      dei libri/dvd/videocassete ecc.. avviene
      **COMPLETAMENTE** via internet! In pratica tutte
      le biblioteche della regione sono connesse ad un
      database centrale, dove si gestiscono i
      prestiti.
      I vantaggi sono: se ti richiedono un libro ma in
      quel momento è fuori, puoi consultare la biblio
      del comune vicino e chiederlo in prestito
      direttamente a loro (prestito
      interbibliotecario). I lettori possono consultare
      direttamente internet per sapere chi ha
      disponibile l'oggetto di
      interesse.
      Ora, se questo viene fatto in un paesino come mio
      di poche anime perchè non può essere adottato da
      enti di dimensione più grandi??? Se proprio
      volete il programma di catalogazione scritto in
      VB per accontetare il vostro rappresentate
      Microsoft fatelo girare sul server principale a
      cui i client della rete si connetteranno per
      trovare i
      dati..
      Se il server collassa... sapete anche a chi dare
      la colpa!!!
      ;-)che c'è di particolare nella tua biblioteca?io penso funzionino tutte cosi'...
    • pippo75 scrive:
      Re: Io lavoro in biblioteca e..
      Premessa, siamo volontari, che al sabato gestioamo la biblioteca comunale.... ( su settimana, ognuno ha il suo lavoro )- Scritto da:
      .. pensate un po', la catalogazione e gestione
      dei libri/dvd/videocassete ecc.. avviene
      **COMPLETAMENTE** via internet! In pratica
      tutte le biblioteche della regione sono
      connesse ad un database centrale, dove si
      gestiscono i prestiti.Fortunati voi, noi siamo messi indietro ( al momento vengono messi in rete solo i libri nuovi).Se a qualcuno interessa il sito per la ricarca e'http://sbnweb.csi.it:8092/semplice.htmlTutti i prestiti vengono gestiti in locale e quelli interbibliotecari al momento non abbiamo la possibilita' di farlo .
      I vantaggi sono: se ti richiedono un libro ma
      in quel momento è fuori, puoi consultare la
      biblio del comune vicino e chiederlo in
      prestito direttamente a loro (prestito
      interbibliotecario). l'obbiettivo e' quello.... anche da noi
      Ora, se questo viene fatto in un paesino come
      mio di poche anime perchè non può essere
      adottato da enti di dimensione più grandi??? credo che per rispondere a questo dovresti prima conosce la situazione di ogni biblioteca ( come sono stati gestiti i libri e i prestiti )Se proprio
      volete il programma di catalogazione scritto
      in VB per accontetare il vostro rappresentateNon sempre usare VB dipende da MS o altro, dovresti conoscere i singoli casi.Se hai qualcosa di semplice da proporre e funziona anche quando la rete ( internet ) non funge..... ( da noi ultimamnte ha dei problemi, spero di trovare la causa entro presto ).Tolto questo, voi che tipo di catalogazione usate?Noi abbiamo per ogni libro un codice e per ogni socio un codice, associamo i due per avere il prestito, voi come fate ad attribiure ad ogni prestito il libro alla persona che lo prende?grazie
  • Anonimo scrive:
    GARE D'APPALTO
    Provino ad indire gare d'appalto a tappeto,assistenza inclusa, per tre anni, dappertutto ...perchè se lo fai dappertutto zio bill non può più fare il sottocosto ... e allora vediamo come va a finire :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: GARE D'APPALTO
      - Scritto da:
      Provino ad indire gare d'appalto a tappeto,
      assistenza inclusa, per tre anni, dappertutto ...
      perchè se lo fai dappertutto zio bill non può più
      fare il sottocosto ... e allora vediamo come va a
      finire
      :-)l'assistenza personalizzata costa sempre di piùil mestiere dell'instalatore open source non ha futuro, con buona pace dei lameroni
      • Anonimo scrive:
        Re: GARE D'APPALTO
        Se lo dici tu...Intanto Engineering e tutte le grandi aziende che lavorano col pubblico hanno formato su Linux alcuni loro sistemisti ed hanno preso accordi con Novell o RedHat per il supporto e la partnership.Sai viene sempre più richiesto...
  • Anonimo scrive:
    Linux è compilato per i386
    La maggior parte di distribuzioni di Linux sono obsolete in partenza, perchè sono compilate per i386.Persino Windows XP è compilato e ottimizzato per Pentium4.Linux = obsoleto
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è compilato per i386
      - Scritto da:
      La maggior parte di distribuzioni di Linux sono
      obsolete in partenza, perchè sono compilate per
      i386.
      Persino Windows XP è compilato e ottimizzato per
      Pentium4.
      Linux = obsoletoVai a vederti le distribuzioni con pacchetti compilati per i686, trollone...
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux è compilato per i386
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        La maggior parte di distribuzioni di Linux sono

        obsolete in partenza, perchè sono compilate per

        i386.

        Persino Windows XP è compilato e ottimizzato per

        Pentium4.

        Linux = obsoleto

        Vai a vederti le distribuzioni con pacchetti
        compilati per i686,
        trollone...Sono mesi che la mia Debian Sarge for AMD64 Extended Systems non fa una piega...e per far girare la roba 386 ci sono librerie apposite a 32 bit, se vuoi.Ciò non toglie che io usi anche Windows.Mi servono tutt'e due, chi per una cosa, chi per un'altra. Non c'è "sistema operativo migliore". Sarebbe come dire che il cucchiaio è meglio della forchetta, o viceversa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux è compilato per i386
          - Scritto da:
          Sarebbe come dire che il cucchiaio è meglio della
          forchetta, o
          viceversa.Se matrix ci ha insegnato qualcosa è che il cucchiaio non esiste. Quindi tale paragone non sarebbe valido in un mondo fittizio dominato dalle macchine.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux è compilato per i386
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Sarebbe come dire che il cucchiaio è meglio
            della

            forchetta, o

            viceversa.

            Se matrix ci ha insegnato qualcosa è che il
            cucchiaio non esiste. Quindi tale paragone non
            sarebbe valido in un mondo fittizio dominato
            dalle
            macchine.quindi linux vince. :D(linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux è compilato per i386

            Se matrix ci ha insegnato qualcosa è che il
            cucchiaio non esiste.Ma la forchetta si: cacciatela in un occhio e vedi...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux è compilato per i386
            - Scritto da:


            Se matrix ci ha insegnato qualcosa è che il

            cucchiaio non esiste.

            Ma la forchetta si: cacciatela in un occhio e
            vedi...Eh no in matrix esiste solo la pinza per insalata. Tutte le altre posate sono fittizie e se le metti in lavastoviglie si piegano.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux è compilato per i386
          Finalmente qualcuno che dice na cosa intelligente su sto forum.

          Ciò non toglie che io usi anche Windows.
          Mi servono tutt'e due, chi per una cosa, chi per
          un'altra. Non c'è "sistema operativo migliore".
          Sarebbe come dire che il cucchiaio è meglio della
          forchetta, o
          viceversa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux è compilato per i386
          - Scritto da:
          Sarebbe come dire che il cucchiaio è meglio
          della forchetta, o viceversa.lo riciclerò spesso questo paragone... sotto che licenza è?: Dciao
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Linux è compilato per i386
      - Scritto da:
      La maggior parte di distribuzioni di Linux sono
      obsolete in partenza, perchè sono compilate per
      i386.
      Persino Windows XP è compilato e ottimizzato per
      Pentium4.
      Linux = obsoletoChe bella conclusione. Peccato che io siano quasi 2 anni che uso Slamd64, ovvero slackware ricompilata per x86_64, ancora prima che Windows a 64 bit iniziasse ad apparire sugli scaffali.TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux è compilato per i386
        - Scritto da: TADsince1995
        Che bella conclusione. Peccato che io siano quasi
        2 anni che uso Slamd64, ovvero slackware
        ricompilatano versioni per cantinari, grazie.
        • TADsince1995 scrive:
          Re: Linux è compilato per i386

          no versioni per cantinari, grazie.C'è anche ubuntu per x86_64... Inoltre slackware è tutt'altro che una distribuzione per cantinari...TAD
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux è compilato per i386
          - Scritto da:

          - Scritto da: TADsince1995

          Che bella conclusione. Peccato che io siano
          quasi

          2 anni che uso Slamd64, ovvero slackware

          ricompilata

          no versioni per cantinari, grazie.Fedora CoreNovell/SuSEUbuntuGentooNe servono altre?
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è compilato per i386
      - Scritto da:
      La maggior parte di distribuzioni di Linux sono
      obsolete in partenza, perchè sono compilate per
      i386.
      Persino Windows XP è compilato e ottimizzato per
      Pentium4.
      Linux = obsoletoPuoi scegliere : ci sono distribuzioni compilare per 380, 586, 686, o una gentoo che ti compila tutto da solo....Paura di scegliere ??
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux è compilato per i386
        - Scritto da:
        Puoi scegliere : ci sono distribuzioni compilare
        per 380, 586, 686, o una gentoo che ti compila
        tutto da
        solo....peccato che Ubuntu, che va tanto di moda, ed osannata dai linari, sia compilata solo per i386 :'(
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux è compilato per i386
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Puoi scegliere : ci sono distribuzioni compilare

          per 380, 586, 686, o una gentoo che ti compila

          tutto da

          solo....

          peccato che Ubuntu, che va tanto di moda, ed
          osannata dai linari, sia compilata solo per i386
          :'(Fatti una domanda e datti una risposta :D :D :D, perchè hanno deciso di fare così ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux è compilato per i386
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Puoi scegliere : ci sono distribuzioni compilare

          per 380, 586, 686, o una gentoo che ti compila

          tutto da

          solo....

          peccato che Ubuntu, che va tanto di moda, ed
          osannata dai linari, sia compilata solo per i386
          :'(Quanto sei troll!!! Guarda qui:http://ubuntu.fastbull.org/ubuntu-releases/edgy/Io uso quella per AMD64 e funziona benissimo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è compilato per i386
      - Scritto da:
      La maggior parte di distribuzioni di Linux sono
      obsolete in partenza, perchè sono compilate per
      i386.
      Persino Windows XP è compilato e ottimizzato per
      Pentium4.
      Linux = obsoletoUso da 2 anni Kubuntu con kernel compilato e ottimizzato per AMD 686...
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è compilato per i386
      (troll1)
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è compilato per i386

      Persino Windows XP è compilato e ottimizzato per
      Pentium4.Buahhh ma quando mai lo puoi installare sui pentium (i586) proprio perchè non è compilato i686...
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux è compilato per i386
        - Scritto da:


        Persino Windows XP è compilato e ottimizzato per

        Pentium4.


        Buahhh ma quando mai lo puoi installare sui
        pentium (i586) proprio perchè non è compilato
        i686...Stasera provo a vedere se mi da' errore ad installarlo su 486 (rotfl)Scommettiamo ???
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux è compilato per i386
          - Scritto da:

          - Scritto da:




          Persino Windows XP è compilato e ottimizzato
          per


          Pentium4.





          Buahhh ma quando mai lo puoi installare sui

          pentium (i586) proprio perchè non è compilato

          i686...

          Stasera provo a vedere se mi da' errore ad
          installarlo su 486
          (rotfl)

          Scommettiamo ???Riesci a farci sapere qualche cosa prima di Natale ? :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux è compilato per i386
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            Persino Windows XP è compilato e



            ottimizzato per Pentium4.


            Buahhh ma quando mai lo puoi installare


            sui pentium (i586) proprio perchè non è


            compilato i686...

            Stasera provo a vedere se mi da' errore ad

            installarlo su 486

            (rotfl)

            Scommettiamo ???
            Riesci a farci sapere qualche cosa prima di
            Natale ?
            :-) Se riesce ad installarsi in tempo si :) Qualcuno conosce un modo piu' rapido per vedere per cosa e' compilata un'applicazione ? Un debug non te lo dice ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux è compilato per i386
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            - Scritto da:





            Persino Windows XP è compilato e




            ottimizzato per Pentium4.




            Buahhh ma quando mai lo puoi installare



            sui pentium (i586) proprio perchè non è



            compilato i686...



            Stasera provo a vedere se mi da' errore ad


            installarlo su 486


            (rotfl)


            Scommettiamo ???


            Riesci a farci sapere qualche cosa prima di

            Natale ?

            :-)

            Se riesce ad installarsi in tempo si :) Appunto...
            Qualcuno conosce un modo piu' rapido per vedere
            per cosa e' compilata un'applicazione ? Un debug
            non te lo dice
            ?Ni. Con il debug dovresti guardare tutte le istruzioni eseguite per verificare se ne esiste qualcuna specifica di un'architettura.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux è compilato per i386
          - Scritto da:

          - Scritto da:




          Persino Windows XP è compilato e ottimizzato
          per


          Pentium4.





          Buahhh ma quando mai lo puoi installare sui

          pentium (i586) proprio perchè non è compilato

          i686...

          Stasera provo a vedere se mi da' errore ad
          installarlo su 486
          (rotfl)

          Scommettiamo ???Facci sapere se va, quando ho tempo, provo con il 386 :D :D :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è compilato per i386
      - Scritto da:
      La maggior parte di distribuzioni di Linux sono
      obsolete in partenza, perchè sono compilate per
      i386.
      Persino Windows XP è compilato e ottimizzato per
      Pentium4.
      Linux = obsoletoBravo! Hai vinto il mongolino d'oro!IGNORANTE.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è compilato per i386
      Se windows XP fosse davvero compilato per Pentium 4 il solo fatto di installarlo su un processore AMD porterebbe al crash della maggiorparte delle librerie grafiche, codec video e audio etc ...Tutt'alpiu' e' compilato per 586 come suse/mandriva e altre ... super e' ottimizzata per 686 e con distribuzioni come gentoo il codice viene compilavo esplicitamente per la CPU del tuo computer ... quindi hai detto uan gran boiata. E Cmq l' ottimizzazione del codice serve relativamente, in base al tipo di applicazione, dal 586 in su tutte le istruzioni che sono state aggiunte sono per il multimedia, quindi gode un ancoder video ad esempio, ma samba o un server FTP non ne risentirebbe perche' sebbene l' applicazione sia teoricamente compilata per 686 alla fin fine non fa uso di quel tipo di istruzioni multimediali.L' ignoranza di voi Winzozzari e' qualcosa di talmente grande che e' impossibile da colmare.
    • Anonimo scrive:
      confermo Ubuntu e compilato per i386
      e meno male che Ubuntu era la distro migliore :'(
      • Anonimo scrive:
        Re: confermo Ubuntu e compilato per i386
        - Scritto da:

        e meno male che Ubuntu era la distro migliore :'(Psss ti svelo un terribile segreto, un conto è la compilazione un conto le ottimizzazioni per i singoli processori, dai un occhio ai moduli che carica ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: confermo Ubuntu e compilato per i386
        - Scritto da:

        e meno male che Ubuntu era la distro migliore :'(Questo e' il peso della compatibilita' ventennale dell'ISA x86.Dovrebbero pero' a mio avviso tagliare con la compatibilita' software e fornire desktop linux SOLO per i686 e per x64.Non credo che poi ci sia difficolta' a reperire altre distro per macchine datate.
      • pikappa scrive:
        Re: confermo Ubuntu e compilato per i386
        - Scritto da:

        e meno male che Ubuntu era la distro migliore :'(Se tu fossi un tantino intelligente scopriresti che ci sono anche kernel ottimizzati per varie cpu, comprese le versioni SMP utili per sfruttare gli ultimi processori dual e quad core
      • Anonimo scrive:
        Re: confermo Ubuntu e compilato per i386
        - Scritto da:

        e meno male che Ubuntu era la distro migliore :'(Ma ROTFL!Come mai la mia è compilata per AMD64?http://ubuntu.fastbull.org/ubuntu-releases/edgy/ (troll2)
    • AnyFile scrive:
      Re: Ottimo: Linux è compilato per i386!
      - Scritto da:

      - Scritto da:

      La maggior parte di distribuzioni di Linux sono

      obsolete in partenza, perchè sono compilate per

      i386.
      questo significa che non bisogna comprare nuovi PC!Gia' chissa quanti computer vecchi (non dico a livello di 386, ma diciamo qualcosa tipo Pentium III e piu') ci sono in giro. Per moltissime cose andrebbero benissimo.eh gia' ma come faccio a metterci su l'ultima versione di Win? e l'ultima versione dell'antivirus? Se non lo faccio mi entrano i virus .. e su questo vomputer vecchio l'anitvirus nuovo non gira .. aiuto ...Quelli che fanno le distribuzioni linux pensano anche a chi ha un computer un po' datato.C'e' pero' da dire che se si vuole installare il sistema operativo (sia esso linux o Win) su vari computer, fatti in modo diverso l'uno dall'altro, recuperati un po' a caso da diverse fonti, allora ci vuole qualcuno che ci stia dietro e che li testi (magari alcuni hanno pure dei difetti hardware a furia di stare ammassati in qualche sgabuzzino).Se invece si comprano tanti computer uguali scelto come fare per uno si automatizza la procedura per gli altri.Questione di scelte, ma non e' affatto detto che la prima soluzione sia la piu' cara (anzi)
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è compilato per i386
      Ma stai zitto, trollazzo! :-D'Gnurant...
    • Anonimo scrive:
      il tuo cervello è in fat16
      - Scritto da:
      La maggior parte di distribuzioni di Linux sono
      obsolete in partenza, perchè sono compilate per
      i386.
      Persino Windows XP è compilato e ottimizzato per
      Pentium4.
      Linux = obsoletoil tuo cervello è compilato in fat16, sei nato vecchio da buttare e sei cresciutoignorante come una capra
    • Solvalou scrive:
      Re: Linux è compilato per i386
      E com'e' che XP su un desktop a 3 ghz e' piu' lento del mio portatilino linux a 700mhz quando devo, putacaso, masterizzare un dvd mentre lavoro con applicazioni d'ufficio o stampo?Poi, niubbo, linux e' il kernel. (rotfl)(rotfl)(rotfl)Package linux-image-2.6-686 * testing (admin): Linux kernel 2.6 image on PPro/Celeron/PII/PIII/P4 2.6.17+2: i386 * unstable (admin): Linux kernel 2.6 image on PPro/Celeron/PII/PIII/P4 2.6.18+4: i386Package linux-image-2.6-686-bigmem * testing (admin): Linux kernel 2.6 image on PPro/Celeron/PII/PIII/P4 2.6.17+2: i386 * unstable (admin): Linux kernel 2.6 image on PPro/Celeron/PII/PIII/P4 2.6.18+4: i386Package linux-image-2.6-686-smp * testing (admin): Linux 2.6 image on PPro/Celeron/PII/PIII/P4 SMP - transition package 2.6.17+2: i386 * unstable (admin): Linux 2.6 image on PPro/Celeron/PII/PIII/P4 SMP - transition package 2.6.18+4: i386
  • Anonimo scrive:
    ah ah ah: e i linari che dicevano che...
    ... si risparmiava con linux (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: ah ah ah: e i linari che dicevano ch
      Spero sempre che i clienti valutino analisi approfondite per scegliere se adottare software commerciale o non commerciale. Ma con Linux e il software open source, la gratuità non esiste. Ci sono i costi di supporto e quelli di manutenzione, proprio come accade scegliendo i sistemi Microsoft". quotando e commentando il comunicato di Microscheiss... certo, forse non saranno gratuiti, ma il fatto che non si debba riavviare almeno un paio di volte al giorno, fa risparmiare in TEMPO...
      • Anonimo scrive:
        Re: ah ah ah: e i linari che dicevano ch
        - Scritto da:
        Spero sempre che i clienti valutino analisi
        approfondite per scegliere se adottare software
        commerciale o non commerciale. Ma con Linux e il
        software open source, la gratuità non esiste. Ci
        sono i costi di supporto e quelli di
        manutenzione, proprio come accade scegliendo i
        sistemi Microsoft".


        quotando e commentando il comunicato di
        Microscheiss... certo, forse non saranno
        gratuiti, ma il fatto che non si debba riavviare
        almeno un paio di volte al giorno, fa risparmiare
        in
        TEMPO...E da quando con XP bisogna riavviare un paio di volte al giorno? A meno che non monti hardware instabile con drivers orrendi di questi problemi non ne hai.
        • Anonimo scrive:
          Re: ah ah ah: e i linari che dicevano ch
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Spero sempre che i clienti valutino analisi

          approfondite per scegliere se adottare software

          commerciale o non commerciale. Ma con Linux e il

          software open source, la gratuità non esiste. Ci

          sono i costi di supporto e quelli di

          manutenzione, proprio come accade scegliendo i

          sistemi Microsoft".





          quotando e commentando il comunicato di

          Microscheiss... certo, forse non saranno

          gratuiti, ma il fatto che non si debba riavviare

          almeno un paio di volte al giorno, fa
          risparmiare

          in

          TEMPO...

          E da quando con XP bisogna riavviare un paio di
          volte al giorno? A meno che non monti hardware
          instabile con drivers orrendi di questi problemi
          non ne
          hai.Cioé il 100% dei pc e il 99,99999999999% dei server.
          • Anonimo scrive:
            Re: ah ah ah: e i linari che dicevano ch
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Spero sempre che i clienti valutino analisi


            approfondite per scegliere se adottare
            software


            commerciale o non commerciale. Ma con Linux e
            il


            software open source, la gratuità non esiste.
            Ci


            sono i costi di supporto e quelli di


            manutenzione, proprio come accade scegliendo i


            sistemi Microsoft".








            quotando e commentando il comunicato di


            Microscheiss... certo, forse non saranno


            gratuiti, ma il fatto che non si debba
            riavviare


            almeno un paio di volte al giorno, fa

            risparmiare


            in


            TEMPO...



            E da quando con XP bisogna riavviare un paio di

            volte al giorno? A meno che non monti hardware

            instabile con drivers orrendi di questi problemi

            non ne

            hai.
            Cioé il 100% dei pc e il 99,99999999999% dei
            server.ma vai a cagher... io non riavvio il server win2003 da quasi 2 mesi e il mio pc xp non si blocca da quando ho sostituito il disco rigido (2 anni fa)
          • Anonimo scrive:
            Re: ah ah ah: e i linari che dicevano ch
            - Scritto da:
            ma vai a cagher... io non riavvio il server
            win2003 da quasi 2 mesi e il mio pc xp non si
            blocca da quando ho sostituito il disco rigido (2 anni fa)Sei un gran bugiardo.Se hai dovuto installare le ultime patch di sicurezza hai dovuto riavviare e questo è avvenuto entro le ultime due settimane.
          • Anonimo scrive:
            Re: ah ah ah: e i linari che dicevano ch
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            ma vai a cagher... io non riavvio il server

            win2003 da quasi 2 mesi e il mio pc xp non si

            blocca da quando ho sostituito il disco rigido
            (2 anni
            fa)

            Sei un gran bugiardo.

            Se hai dovuto installare le ultime patch di
            sicurezza hai dovuto riavviare e questo è
            avvenuto entro le ultime due
            settimane.
            E quando fai le infinite sfilze di aggiornamenti per kde, gnome etc sul tuo bel linux non devi riavviare ciò che è stato aggiornato? O fai finta di niente?
  • Anonimo scrive:
    E' un vero peccato...
    ... era una buona occasione per aumentare quel ridicolo 0,36% dei navigatori che usano Linux(fonte e (c) www.onestat.com).Tommaso
    • Anonimo scrive:
      Re: E' un vero peccato...
      - Scritto da:
      ... era una buona occasione per aumentare quel
      ridicolo 0,36% dei navigatori che usano
      Linux(fonte e (c)
      www.onestat.com).

      Tommasonon hai capito 1 mazza.se ne deduce che usi vindoz
    • Anonimo scrive:
      Re: E' un vero peccato...
      - Scritto da:
      ... era una buona occasione per aumentare quel
      ridicolo 0,36% dei navigatori che usano
      Linux(fonte e (c)
      www.onestat.com).

      TommasoVero, per navigare va bene anche quel cesso di win... è per le cose serie che si usa Linux...
      • Anonimo scrive:
        Re: E' un vero peccato...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ... era una buona occasione per aumentare quel

        ridicolo 0,36% dei navigatori che usano

        Linux(fonte e (c)

        www.onestat.com).



        Tommaso

        Vero, per navigare va bene anche quel cesso di
        win... è per le cose serie che si usa
        Linux...Sì, come i cubi che ruotano.
        • Anonimo scrive:
          Re: E' un vero peccato...
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          ... era una buona occasione per aumentare quel


          ridicolo 0,36% dei navigatori che usano


          Linux(fonte e (c)


          www.onestat.com).





          Tommaso



          Vero, per navigare va bene anche quel cesso di

          win... è per le cose serie che si usa

          Linux...

          Sì, come i cubi che ruotano.Eh, si vede che tu ti occupi di cose serie...
  • TADsince1995 scrive:
    MIgrazione difficile?
    Non è specificato quale sia la struttura del network e delle postazioni di questo comune. Mettiamo due ipotesi:1) Server centrale con applicazione web da far raggiungere da tutte le postazioni. In questo caso l'unico vero costo è quello del porting dell'applicazione web, che sicuramente sarà scritta in asp3, altrimenti sarebbe php o j2ee che sono multipiattaforma e quindi questa "migrazione" si risolverebbe in un copia incolla. In questo caso, quindi, le postazioni avrebbero semplicemente bisogno dell'installazione di linux e un browser. 2) Applicazioni client/server totalmente only windows (Visual Basic?). Qui, ovviamente, essendosi legati mani e piedi a una tecnologia Microsoft il discorso è molto diverso e di sicuro il porting dell'applicazione è parecchio più impegnativo. Ma non al punto di giustificare una spesa di questo genere.In definitiva, non riesco proprio a capire come si fa a considerare quasi 4000 euro per ogni postazione. In questo caso l'intero costo potrebbe impattare sul solo porting del software, perchè per il resto si tratterebbe di installare una rete linux e installare una distribuzione su tutte le postazioni, roba che ormai può fare qualunque squadra di cacciavitari. Hardware? Ormai linux si fa girare su quasi qualunque hardware e, anche quando, se ci fosse qualcosa di incompatibile, un qualunque cassone acer da supermarket penso sia più che sufficiente per delle postazioni in una biblioteca.Quindi, a meno che i tecnici di Birmingham siano i più costosi d'Europa, la cosa puzza parecchio e da lunga distanza.In ogni caso, prima di postare i vari TCO e get the facts di Microsoft, considerate le aziende informatiche nascenti. Una cosa è aver fatto la scelta scellerata di basare la propria infrastruttura su MS, in quel caso è difficile liberarsene, e può essere anche costoso. Ma un'azienda informatica che nasce oggi che basi tutto su microsoft sarebbe un po' folle.Se dovessi aprire io un'attività oggi, le licenze di Windows resterebbero fuori dalla porta.TAD
    • Anonimo scrive:
      Re: MIgrazione difficile?
      - Scritto da: TADsince1995
      Non è specificato quale sia la struttura del
      network e delle postazioni di questo comune.
      Mettiamo due
      ipotesi:

      1) Server centrale con applicazione web da far
      raggiungere da tutte le postazioni. In questo
      caso l'unico vero costo è quello del porting
      dell'applicazione web, che sicuramente sarà
      scritta in asp3, altrimenti sarebbe php o j2ee
      che sono multipiattaforma e quindi questa
      "migrazione" si risolverebbe in un copia incolla.
      In questo caso, quindi, le postazioni avrebbero
      semplicemente bisogno dell'installazione di linux
      e un browser.


      2) Applicazioni client/server totalmente only
      windows (Visual Basic?). Qui, ovviamente,
      essendosi legati mani e piedi a una tecnologia
      Microsoft il discorso è molto diverso e di sicuro
      il porting dell'applicazione è parecchio più
      impegnativo. Ma non al punto di giustificare una
      spesa di questo
      genere.

      In definitiva, non riesco proprio a capire come
      si fa a considerare quasi 4000 euro per ogni
      postazione. In questo caso l'intero costo
      potrebbe impattare sul solo porting del software,
      perchè per il resto si tratterebbe di installare
      una rete linux e installare una distribuzione su
      tutte le postazioni, roba che ormai può fare
      qualunque squadra di cacciavitari. Hardware?
      Ormai linux si fa girare su quasi qualunque
      hardware e, anche quando, se ci fosse qualcosa di
      incompatibile, un qualunque cassone acer da
      supermarket penso sia più che sufficiente per
      delle postazioni in una
      biblioteca.

      Quindi, a meno che i tecnici di Birmingham siano
      i più costosi d'Europa, la cosa puzza parecchio e
      da lunga
      distanza.

      In ogni caso, prima di postare i vari TCO e get
      the facts di Microsoft, considerate le aziende
      informatiche nascenti. Una cosa è aver fatto la
      scelta scellerata di basare la propria
      infrastruttura su MS, in quel caso è difficile
      liberarsene, e può essere anche costoso. Ma
      un'azienda informatica che nasce oggi che basi
      tutto su microsoft sarebbe un po'
      folle.

      Se dovessi aprire io un'attività oggi, le licenze
      di Windows resterebbero fuori dalla
      porta.

      TADsostituiresti il costo delle licenze con il tuo tempo, il quale sono più che convinto che avrà un valore maggiore alle 600 euro che servono per avere vista + officenon prendiamoci in giro, il business per l'assistenza esiste solo per gli installatori open source, non certo per gli utenti e aziende consumatriciun consiglio? Buttate la GPL e date a cesare quel che è di cesare
      • TADsince1995 scrive:
        Re: MIgrazione difficile?

        sostituiresti il costo delle licenze con il tuo
        tempo, il quale sono più che convinto che avrà un
        valore maggiore alle 600 euro che servono per
        avere vista +
        officeMa quale tempo? Il tempo maggiore con linux è quello di setup, PUO' richiedere un po' più di impegno mettere su un'infrastruttura linux rispetto agli avanti avanti fine di Windows, potrà essere una settimana di lavoro? Per poi avere un sistema indistruttibile che non mi richiede di installare tutto un set di antiqualcosa che, invece, mi faranno perdere tempo e denaro per sempre? Che non mi lega per sempre a una e una sola azienda monopolistica con i risultati che possiamo vedere nell'articolo di oggi? Che non mi costringe ad affidare i miei server, i miei client e i miei dati a un misterioso ammasso di codici binari che non si sa di preciso cosa fa? E che fa tutto questo a costo zero?Cosa conviene? Il caso di oggi rende palesi i risultati di legarsi mani e piedi a Microsoft, fino a qualche anno fa l'alternativa era molto difficile a onor del vero. Oggi non è più così e Microsoft lo sa, se no non avrebbe l'accordo con Novell per distruggerla.
        non prendiamoci in giro, il business per
        l'assistenza esiste solo per gli installatori
        open source, non certo per gli utenti e aziende
        consumatriciPer l'utente, linux è una scelta consapevole, non glielo impone niente e nessuno. Al contrario di Windows che invece se lo trova installato nel notebook o nel cassone acer da supermarket e/o è comunque costretto a usarlo perchè il programma xyz pro della shootgestional s.r.l. pagato 10000 euro l'anno prima gira solo su Windows...Poi se installazione e assistenza su prodotti open costa un occhio della testa, beh quello è un altro paio di maniche e saranno le aziende open a doversi adeguare, come è giusto in un libero mercato.TAD-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 novembre 2006 10.50-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: MIgrazione difficile?
          - Scritto da: TADsince1995
          Poi se installazione e assistenza su prodotti
          open costa un occhio della testa, beh quello è un
          altro paio di maniche e saranno le aziende open a
          doversi adeguare, come è giusto in un libero
          mercato.Infatti. Windows è spesso più conveniente. Quindi in un libero mercato spesso viene scelto.Microsoft ha paura di LINUX e dell'open source e quindi sta dando tutta una serie di vantaggi e funzionalità che fanno preferire i loro sistemi.Quindi viva LINUX: fa andare meglio Windows!P.S.: in azienda io ho entrambi.
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: MIgrazione difficile?
        - Scritto da:

        sostituiresti il costo delle licenze con il tuo
        tempo, il quale sono più che convinto che avrà un
        valore maggiore alle 600 euro che servono per
        avere vista +
        officeCerto, Finestre non ha bisogno di manutenzione. (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: MIgrazione difficile?
        Ti posso fare una domanda?Ma tu consigli di buttare via la GPL perché la odia Micro$oft o perché l'hai realmente letta e capita e pensi che non ti tuteli e non faccia per te?
        • Anonimo scrive:
          Re: MIgrazione difficile?
          - Scritto da:
          Ti posso fare una domanda?

          Ma tu consigli di buttare via la GPL perché la
          odia Micro$oft o perché l'hai realmente letta e
          capita e pensi che non ti tuteli e non faccia per
          te?
          la GPL frena lo sviluppo e danneggia i veri programmatori
          • Anonimo scrive:
            Re: MIgrazione difficile?
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Ti posso fare una domanda?

            Ma tu consigli di buttare via la GPL perché

            la odia Micro$oft o perché l'hai realmente

            letta e capita e pensi che non ti tuteli e

            non faccia per te?
            la GPL frena lo sviluppo e danneggia i veri
            programmatoriI veri programmatori non hanno certo paura degli hobbisti...
          • Anonimo scrive:
            Re: MIgrazione difficile?
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Ti posso fare una domanda?



            Ma tu consigli di buttare via la GPL perché


            la odia Micro$oft o perché l'hai realmente


            letta e capita e pensi che non ti tuteli e


            non faccia per te?


            la GPL frena lo sviluppo e danneggia i veri

            programmatori

            I veri programmatori non hanno certo paura degli
            hobbisti...Per hobbisti intendi quelli di segrate che lavorano in coppia programmatore/tester e che si scannano come maiali per avere lo stipendio più alto dell'altro, vero ? Per hobbisti intendi gente senza nemmeno una laurea che fonda una sw house che diventa un impero economico a colpi di sistemi operativi giocattolo e scopiazzati da altri, vero ?Per hobbisti intendi quelli che stano in piedi grazie al proprio studio legale perchè a livello tecnico hanno ben poco da proporre avendo monopolizzato un mercato, vero ? Per hobbisti intendi quelli che per averla vinta in tribunale mandano i loro avvocati a dire kche il browser internet è parte integrante del sistema operativo, vero ? Bravo, sono d'accordo.
          • Anonimo scrive:
            Re: MIgrazione difficile?
            - Scritto da:


            - Scritto da:

            - Scritto da:


            - Scritto da:



            Ti posso fare una domanda?





            Ma tu consigli di buttare via la GPL perché



            la odia Micro$oft o perché l'hai realmente



            letta e capita e pensi che non ti tuteli e



            non faccia per te?




            la GPL frena lo sviluppo e danneggia i veri


            programmatori



            I veri programmatori non hanno certo paura degli

            hobbisti...

            Per hobbisti intendi quelli di segrate che
            lavorano in coppia programmatore/tester e che si
            scannano come maiali per avere lo stipendio più
            alto dell'altro, vero ? Per hobbisti intendi
            gente senza nemmeno una laurea che fonda una sw
            house che diventa un impero economico a colpi di
            sistemi operativi giocattolo e scopiazzati da
            altri, vero
            ?
            Per hobbisti intendi quelli che stano in piedi
            grazie al proprio studio legale perchè a livello
            tecnico hanno ben poco da proporre avendo
            monopolizzato un mercato, vero ? Per hobbisti
            intendi quelli che per averla vinta in tribunale
            mandano i loro avvocati a dire kche il browser
            internet è parte integrante del sistema
            operativo, vero ? Bravo, sono
            d'accordo.Ma cosa intendi dire ???
          • Anonimo scrive:
            Re: MIgrazione difficile?
            - Scritto da:

            - Scritto da:





            - Scritto da:


            - Scritto da:



            - Scritto da:




            Ti posso fare una domanda?







            Ma tu consigli di buttare via la GPL
            perché





            la odia Micro$oft o perché l'hai
            realmente





            letta e capita e pensi che non ti tuteli
            e





            non faccia per te?






            la GPL frena lo sviluppo e danneggia i veri



            programmatori





            I veri programmatori non hanno certo paura
            degli


            hobbisti...



            Per hobbisti intendi quelli di segrate che

            lavorano in coppia programmatore/tester e che si

            scannano come maiali per avere lo stipendio più

            alto dell'altro, vero ? Per hobbisti intendi

            gente senza nemmeno una laurea che fonda una sw

            house che diventa un impero economico a colpi di

            sistemi operativi giocattolo e scopiazzati da

            altri, vero

            ?

            Per hobbisti intendi quelli che stano in piedi

            grazie al proprio studio legale perchè a livello

            tecnico hanno ben poco da proporre avendo

            monopolizzato un mercato, vero ? Per hobbisti

            intendi quelli che per averla vinta in tribunale

            mandano i loro avvocati a dire kche il browser

            internet è parte integrante del sistema

            operativo, vero ? Bravo, sono

            d'accordo.


            Ma cosa intendi dire ???i casi sono due:1-Il tuo post era contro la GPL e allora è chiaro2-Il tuo post era pro-GPL e allora ho inteso male io :D
          • Anonimo scrive:
            Re: MIgrazione difficile?
            - Scritto da:
            i casi sono due:
            1-Il tuo post era contro la GPL e allora è
            chiaro
            2-Il tuo post era pro-GPL e allora ho inteso
            male io
            :DIl mio post era pro GPL: il solito discorso per cui solo i programmatori che non sanno fare i programmatori possono vedere la GPL come concorrenza.Spiacente di non essere stato chiaro.Ora si puo' ricominciare :)
          • belze scrive:
            Re: MIgrazione difficile?
            hai ragione, la vera barriera da abbattere è mentale, altrimenti NON esiste nessun motivo per continuare ad usare Microsoft, a meno di esigenze particolari scritte in precedenza, ma u utente desktop che usa windows, generalmente sta buttando denaro e rischia di essere denunciato. anche perchè sono molte le copie pirata che vedo in giro...molte davvero...personalmente posso vantarmi di non essere nella lista (linux)
    • Guybrush scrive:
      Re: MIgrazione difficile?
      - Scritto da: TADsince1995
      Non è specificato quale sia la struttura del
      network e delle postazioni di questo comune.
      Mettiamo due
      ipotesi:[...]
      In definitiva, non riesco proprio a capire come
      si fa a considerare quasi 4000 euro per ogni
      postazione.Te lo spiego io.Conosci almeno una persona che, a fatica, ha imparato ad usare windows in modalita " 'na scarpa e 'na ciavatta" e UNA applicazione?Digli che il suo computer, a partire da una certa data, avra' linux invece di windows e che, in luogo della sua applicazione preferita, avra' il suo equivalente office.Poi fallo sul serio.Lo stress psicologico che indurrai nel soggetto peggiorera' la situazione e il tempo che impiegherai per addestrare la persona crescera' sensibilmente.
      In questo caso l'intero costo[]
      distanza.Stai dimenticando l'utente.Nella P.A. c'e' gente di tutte le estrazioni sociali e con un livello culturale molto vario.I costi di formazione VANNO considerati, non basta aggiornare il software: anche il software meglio sviluppato del mondo, alla release 1.0 fallisce miseramente il test dell'utente medio.Ci vuole tempo per dare al software tutti i ritocchi necessari per renderlo adatto all'utente e ci vuole tempo per educare gli utenti ad usare il software.Da questo punto di vista Windows ha parecchio da insegnare agli sviluppatori di linux.
      In ogni caso, prima di postare i vari TCO e get
      the facts di Microsoft, considerate le aziende
      informatiche nascenti.Microsoft fa una pubblicita' comparativa mirando sotto la cintura, ma e' pur vero che il tallone d'achille di linux sta nella sua scarsa considerazione per l'utente medio.Un programmatore, per quanto bravo, da per scontate una serie di cose che l'utente medio ignora.Prendi il mount automatico dei dischi sotto windows, che invece sotto linux non e' automatico per niente (provato con Ubuntu 6.10 amd64): chi non lo sa monta un nuovo disco e... be' potrebbe ritrovarsi l'errore 17 di grub, potrebbe non accedere piu' ai suoi dati ecc... ecc... ecc...Tutte cose che un utente esperto fa quasi senza pensare (riconfigurare il loader) e che winzozz invece ha risolto mettendo tutto in un unico disco, cosi' non importa dove sta, ma si avvia lo stesso.E' solo un esempio eh? Sto scoprendo linux piano piano, dato che e' tutto rose e niente fiori.Le spine fanno male, anzi malissimo.
      Una cosa è aver fatto la
      scelta scellerata di basare la propria
      infrastruttura su MS, in quel caso è difficile
      liberarsene, e può essere anche costoso.Scellerata tua... vabbe', lasciam perdere i parenti: un'azienda degna di questo nome ha ben presenti tutta una serie di problemi legati alla formazione del personale.Se nella richiesta di personale ci metti "deve conoscere linux" inevitabilmente il costo del personale aumenta perche' l'offerta di utenti linux e' molto bassa e si tratta sempre di persone la cui formazione le porta ad essere costose. Nella migliore delle ipotesi si tratta di uno studente.
      Ma
      un'azienda informatica che nasce oggi che basi
      tutto su microsoft sarebbe un po'
      folle.Neanche per sogno, fatti un giro su MSDN prima di condannare in toto. Prova Visual Studio e dai una letta ad un manuale di C#.
      Se dovessi aprire io un'attività oggi, le licenze
      di Windows resterebbero fuori dalla
      porta.Buona fortuna, spero davvero che tu ci riesca, ma ti accorgerai di quanto e' difficile trovare manodopera non microsoft a prezzi comparabili.Puoi non pagare il software, ma il lavoro s'ha da pagare.Per tornare IT, se una P.A. deve migrare, non puo' non considerare il costo della formazione ed e' quello, piu' di ogni altra cosa, a fare la differenza.Di quei 4000 euro a postazione, forse 100 vanno al software, forse. Il resto e' il costo del tempo in cui il dipendente rimane improduttivo o poco produttivo.
      GT
      • TADsince1995 scrive:
        Re: MIgrazione difficile?

        Digli che il suo computer, a partire da una certa
        data, avra' linux invece di windows e che, in
        luogo della sua applicazione preferita, avra' il
        suo equivalente
        office.

        Poi fallo sul serio.
        Lo stress psicologico che indurrai nel soggetto
        peggiorera' la situazione e il tempo che
        impiegherai per addestrare la persona crescera'
        sensibilmente.Questo succederebbe anche se si cambiasse l'applicazione mantenendo Windows, in un'azienda dove ho lavorato anni fa, una mattina una mia collega si è trovata l'icona dell'applicazione che usava per lavorare spostata di 15 cm nel desktop, è entrata nel panico. Nel passaggio a linux, se l'applicazione fosse stata fatta via web o in java, all'utente non cambierebbe proprio nulla, l'aspetto di un programma Java (che so fatto con swing) è identico a come appare su windows, un'applicazione web si presenta in modo pressocchè identico sia raggiungendola con Exploder su Windows, sia con firefox su linux. In questo caso la migrazione si sarebbe tradotta in un copia e incolla.Purtroppo, probabilmente, al tempo in cui queste applicazioni della biblioteca sono state scritte, il concetto di multipiattaforma era poco sentito e questi sono i risultati. Oggi, per fortuna, la possibilità c'è ed è questo quello che intendevo dire.
        I costi di formazione VANNO considerati, non
        basta aggiornare il software: anche il software
        meglio sviluppato del mondo, alla release 1.0
        fallisce miseramente il test dell'utente
        medio.

        Ci vuole tempo per dare al software tutti i
        ritocchi necessari per renderlo adatto all'utente
        e ci vuole tempo per educare gli utenti ad usare
        il
        software.

        Da questo punto di vista Windows ha parecchio da
        insegnare agli sviluppatori di
        linux.L'utente della P.A. va educato al nuovo software sia che esso giri su windows sia che esso giri su linux. Il costo c'è comunque. Non è mica Windows che insegna all'utente a usare un software di terzi!
        Microsoft fa una pubblicita' comparativa mirando
        sotto la cintura, ma e' pur vero che il tallone
        d'achille di linux sta nella sua scarsa
        considerazione per l'utente
        medio.Questo è vero, anche perchè, al contrario di Windows, linux non fu concepito per essere un sistema desktop. Lo sta diventando lentamente e con enormi sforzi, ma oggi la situazione è enormemente migliorata (vedi ubuntu per esempio).
        Un programmatore, per quanto bravo, da per
        scontate una serie di cose che l'utente medio
        ignora.Anche su questo ti quoto in pieno. Ed è per questo che il software va collaudato e messo in mano agli utenti che vanno tenuti sotto stretta osservazione per il primo periodo di training, ma ciò avviene a prescindere dal sistema operativo!
        Prendi il mount automatico dei dischi sotto
        windows, che invece sotto linux non e' automatico
        per niente (provato con Ubuntu 6.10 amd64): chi
        non lo sa monta un nuovo disco e...Fino a ieri sera inserivo un cd nel lettore e dentro /media ci trovavo una bella cartella montata in automatico. Sarà magia?
        E' solo un esempio eh? Sto scoprendo linux piano
        piano, dato che e' tutto rose e niente
        fiori.
        Le spine fanno male, anzi malissimo.Chi non risica non rosica, come si suol dire...
        Se nella richiesta di personale ci metti "deve
        conoscere linux" inevitabilmente il costo del
        personale aumenta perche' l'offerta di utenti
        linux e' molto bassa e si tratta sempre di
        persone la cui formazione le porta ad essere
        costose. Nella migliore delle ipotesi si tratta
        di uno
        studente.Mah... Un mio amico ha fatto domanda all'enel e, nel curriculum da compilare online, la conoscenza di linux era una delle voci. Pensi che lo pagheranno di più?

        Ma

        un'azienda informatica che nasce oggi che basi

        tutto su microsoft sarebbe un po'

        folle.

        Neanche per sogno, fatti un giro su MSDN prima di
        condannare in toto. Prova Visual Studio e dai una
        letta ad un manuale di
        C#.Se guardi i miei post recenti scoprirai che io, ad esclusione di quell'aberrazione chiamata Visual Basic, ho sempre apprezzato molto Visual Studio e il C# lo ritengo estremamente interessante. E' il concetto di legarsi a una sola piattaforma quello che ritengo dannosissimo, per questo apprezzo C# e ho molta fiducia in mono, potrebbe essere una valida alternativa a java.

        Se dovessi aprire io un'attività oggi, le
        licenze

        di Windows resterebbero fuori dalla

        porta.

        Buona fortuna, spero davvero che tu ci riesca, ma
        ti accorgerai di quanto e' difficile trovare
        manodopera non microsoft a prezzi
        comparabili.
        Puoi non pagare il software, ma il lavoro s'ha da
        pagare.Per carità, sacrosanto.
        Per tornare IT, se una P.A. deve migrare, non
        puo' non considerare il costo della formazione ed
        e' quello, piu' di ogni altra cosa, a fare la
        differenza.

        Di quei 4000 euro a postazione, forse 100 vanno
        al software, forse. Il resto e' il costo del
        tempo in cui il dipendente rimane improduttivo o
        poco
        produttivo.Guarda, io ho fiducia nell'intelligenza umana, sono convinto che anche il più scalcinato, arretrato e dinosaurico degli utonti, se deve lavorare, ci metterebbe qualche giorno a rimettersi in moto, specialmente se il software "migrato" è stato fatto nel modo più possibile fedele a quello originale.TAD
        • pippo75 scrive:
          Re: MIgrazione difficile?

          Questo succederebbe anche se si cambiasse
          l'applicazione mantenendo Windows, in
          un'azienda dove ho lavorato anni fa, una
          mattina una mia collega si è trovata l'icona
          dell'applicazione che usava per lavorare
          spostata di 15 cm nel desktop, è entrata nel
          panico.Io mi sono fatto Furbo :).Un icone con scritto cose del tipo"Writer" "Documento di testo",..... avrebbe messo in difficolta qualcuno.Per cui in biblioteca ho messo l'icona dell'elaboratore di testo di OpenOffice sul Desktop.Purtroppo mi sono cadute le dita sul alcuni tasti e mi sono ritrovato con il nome dell'icona ronominato in "Word".La frittata era fatta.Tranne qualche commento del tipo.- non riesco a trovare Wordart poi mi spieghi come si fa.- questa versione di word e' diversa dalla mia.altri problemi non ne ho avuti.
          Nel passaggio a linux, se l'applicazione fosse
          stata fatta via web o in java, all'utente non
          cambierebbe proprio nulla, l'aspetto di un
          programma Java (che so fatto con swing) è
          identico a come appare su windows,in molti casi allora andrebbe bene anche php.
          pressocchè identico sia raggiungendola con
          Exploder su Windows, sia con firefox su linux.Sia con FireFox su windows.

          Guarda, io ho fiducia nell'intelligenza umana,
          sono convinto che anche il più scalcinato,
          arretrato e dinosaurico degli utonti, se deve
          lavorare, ci metterebbe qualche giorno a
          rimettersi in moto, specialmente se il Non ha visto i piu' scalcinati..... sopratutto quelli con la sindrome di male al gomito.
    • pippo75 scrive:
      Re: MIgrazione difficile?

      Se dovessi aprire io un'attività oggi, le
      licenze di Windows resterebbero fuori dalla
      porta.dipende tutto dall'attivita, se apri una torneria ed il CN che ti serve ha il controllo siemens ( forse anche fanuc ), ti becchi anche windows.
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: MIgrazione difficile?
        - Scritto da: pippo75


        Se dovessi aprire io un'attività oggi, le

        licenze di Windows resterebbero fuori dalla

        porta.

        dipende tutto dall'attivita, se apri una torneria
        ed il CN che ti serve ha il controllo siemens (
        forse anche fanuc ), ti becchi anche
        windows.
        Normale, ma dato che siamo i clienti, sarebbe ora di cominciare almeno a lamentarsi di questo. Se loro producono _ancora_ software monopiattaforma, è perchè nessuno si lamenta e non chiede diversamente.
        • pippo75 scrive:
          Re: MIgrazione difficile?


          dipende tutto dall'attivita, se apri una
          torneria

          ed il CN che ti serve ha il controllo siemens (

          forse anche fanuc ), ti becchi anche

          windows.



          Normale, ma dato che siamo i clienti, sarebbe
          ora di cominciare almeno a lamentarsi di
          questo.
          Se loro producono _ancora_ software
          monopiattaforma, è perchè nessuno si lamenta
          e non chiede diversamente.Ci sono varie ditte, quelli che propongono La piattaforma unica, dove lavoro io vogliono prendere una macchina ( e questa usa solo Fanuc).Altre ditte ti permettono di scegliere tra varie piattaforme ( fanuc, siemens, selca, heidenhain, Mitsubishi).Quando mi e' capitato parlare della macchina, il problema del SO che viene fornito non salta neanche fuori, si guardano altri aspetti....Anche come costo, il prezzo della licenza di Windows e' irrisorio....
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: MIgrazione difficile?
            - Scritto da: pippo75



            dipende tutto dall'attivita, se apri una

            torneria


            ed il CN che ti serve ha il controllo siemens
            (


            forse anche fanuc ), ti becchi anche


            windows.






            Normale, ma dato che siamo i clienti, sarebbe

            ora di cominciare almeno a lamentarsi di

            questo.

            Se loro producono _ancora_ software

            monopiattaforma, è perchè nessuno si lamenta

            e non chiede diversamente.

            Ci sono varie ditte, quelli che propongono La
            piattaforma unica, dove lavoro io vogliono
            prendere una macchina ( e questa usa solo
            Fanuc).
            Altre ditte ti permettono di scegliere tra varie
            piattaforme ( fanuc, siemens, selca, heidenhain,
            Mitsubishi).

            Quando mi e' capitato parlare della macchina, il
            problema del SO che viene fornito non salta
            neanche fuori, si guardano altri
            aspetti....
            Anche come costo, il prezzo della licenza di
            Windows e'
            irrisorio....Non è la licenza il problema, ma che sei costretto a usare windows anche se hai altre necessità.
      • pippo75 scrive:
        Re: MIgrazione difficile?


        dipende tutto dall'attivita, se apri una
        torneria

        ed il CN che ti serve ha il controllo siemens (

        forse anche fanuc ), ti becchi anche

        windows.

        Non è il genere di attività che potrei aprire.
        Per esempio, se dovessi avviare la classica
        attività di azienda informatica di servizi
        (quindi hosting creazione portali, cms, crm
        ecc...) che motivo avrei di basare tutto su, lo immaginavo, ti ho risposto questo per dire che il SO lo scegli anche in base a quelli che vuoi fare.
        Ma chi apre oggi ha una vera possibilità di
        scelta. E ripeto: questo Microsoft lo sa
        benissimo.Certo che lo sa, ma forse tu pensi in questo modo perche' un server lo gestisci tu, ma chi deve dipendere da ditte esterne o si deve basare su soluzioni gia' create, deve pensare anche ad altri aspetti.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: MIgrazione difficile?

      Se dovessi aprire io un'attività oggi, le licenze
      di Windows resterebbero fuori dalla
      porta.
      Con i se di attività se ne aprono poche.
  • Anonimo scrive:
    e se usassero VirtualPc+linux?
    installano il soft di virtualizzazione di microsofte dentro ci mettono linux..cosi sonoa posto coi viruse poi..e chiaro che stare fermi costa sempre meno di muoversi, in tutte le cose...poi tra 3 annni gli stessi esperti del comune gli diranno di passare a Vista....costo400 euro per 1500 pc...=600.000 euro..se non erro..
    • Anonimo scrive:
      Re: e se usassero VirtualPc+linux?
      - Scritto da:
      installano il soft di virtualizzazione di
      microsofte dentro ci mettono
      linux..hai idea di quanto sia lento linux su una macchina virtuale?
      • Anonimo scrive:
        Re: e se usassero VirtualPc+linux?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        installano il soft di virtualizzazione di

        microsofte dentro ci mettono

        linux..

        hai idea di quanto sia lento linux su una
        macchina
        virtuale?effettivamente no! dato che funziona benissimo ;-Dnon so su microzzoz virtual server ma su xen, vmware e qemu va benissimo
    • Anonimo scrive:
      Re: e se usassero VirtualPc+linux?
      - Scritto da:
      installano il soft di virtualizzazione di
      microsofte dentro ci mettono
      linux..
      cosi sonoa posto coi virus
      e poi..e chiaro che stare fermi costa sempre meno
      di muoversi, in tutte le
      cose...
      poi tra 3 annni gli stessi esperti del comune gli
      diranno di passare a
      Vista....costo
      400 euro per 1500 pc...=600.000 euro..se non
      erro..Ma quando mai... esistono le versioni upgrade e soprattutto la MS ha prezzi più bassi se compri un gran numero di licenze.
      • Anonimo scrive:
        Re: e se usassero VirtualPc+linux?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        installano il soft di virtualizzazione di

        microsofte dentro ci mettono

        linux..

        cosi sonoa posto coi virus

        e poi..e chiaro che stare fermi costa sempre
        meno

        di muoversi, in tutte le

        cose...

        poi tra 3 annni gli stessi esperti del comune
        gli

        diranno di passare a

        Vista....costo

        400 euro per 1500 pc...=600.000 euro..se non

        erro..

        Ma quando mai... esistono le versioni upgrade e
        soprattutto la MS ha prezzi più bassi se compri
        un gran numero di
        licenze.E continui a foraggiare un'azienda americana.Però è bello il mondo dei troll: tutti ad urlare conto i cattivoni americani e poi tutti a foraggiare l'azienda che più ha sostenuto questa amministrazione.
  • elcabesa scrive:
    considerazione!
    lobby o non lobby, conti falsati o conti giusti si può comunque fare una considerazione|Si può leggere in modo diverso questa notizia: la tecnologia utilizzata e i programmi sviluppati in passato dalla PA di Birmingham hanno legato così saldamente il comune all'utilizzo di prodotti Microsoft, così saldamente che adesso cambiareno n è possibile se non con spese folli.1)Forse le scelte fatte nel passato non sono state così lungimiranti2)forse oggi sarebbe il caso di fare scelte + lungimiranti senza legarsi ad un unica azienda o comunque ad un pezzo non sostituibile.la scelta lungimirante non significa windows o linux. serve forse software portabile, compatibile con altri S.O etc etc, in modo da poter cambiare.bye
    • Anonimo scrive:
      Re: considerazione!
      - Scritto da: elcabesa
      lobby o non lobby, conti falsati o conti giusti
      si può comunque fare una
      considerazione|

      Si può leggere in modo diverso questa notizia: la
      tecnologia utilizzata e i programmi sviluppati in
      passato dalla PA di Birmingham hanno legato così
      saldamente il comune all'utilizzo di prodotti
      Microsoft, così saldamente che adesso cambiareno
      n è possibile se non con spese
      folli.

      1)Forse le scelte fatte nel passato non sono
      state così
      lungimiranti
      2)forse oggi sarebbe il caso di fare scelte +
      lungimiranti senza legarsi ad un unica azienda o
      comunque ad un pezzo non
      sostituibile.

      la scelta lungimirante non significa windows o
      linux. serve forse software portabile,
      compatibile con altri S.O etc etc, in modo da
      poter
      cambiare.


      byeQuoto
    • Anonimo scrive:
      Re: considerazione!
      - Scritto da: elcabesa
      la scelta lungimirante non significa windows o
      linux. serve forse software portabile,
      compatibile con altri S.O etc etc, in modo da
      poter
      cambiare.Quoto. Aggiungo che anche il s.o. può essere più adattabile, verificabile e aperto al cambiamento (certo non del singolo utente, ma almeno da parte di grandi istituzioni o enti).Il vantaggio del mondo Open Source è che un domani il sistema sanitario (o di sicurezza) di una nazione non deve chiamare il rappresentante di un'azienda privata per capire se può fidarsi di un certo sistema chiuso di loro produzione e utilizzarlo per anni: può prendere dei tecnici preparati e far svolgere un'indagine indipendente, e se serve farli intervenire direttamente sul codice.
  • Anonimo scrive:
    sin(x) / cos(x)
    = ?(newbie)
  • Anonimo scrive:
    costose licenze
    Il fatto è che le costose licenze non sono per niente costose considerato cosa includono, e quelle gratis sono più costose perchè per riuscire a farle andare devi chiamare il tennico, che siccome è libero costa quello che vuole. Come minimo, di più e senza alcuna certezza che riesca a far funzionare il pc.Se poi i linari la smettessero di usare windows senza pagare la licenza costerebbe anche meno.e pagatele ste licenze, che ne guadagniamo tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: costose licenze
      - Scritto da:
      Il fatto è che le costose licenze non sono per
      niente costose considerato cosa includono, e
      quelle gratis sono più costose perchè per
      riuscire a farle andare devi chiamare il tennico,
      che siccome è libero costa quello che vuole. Come
      minimo, di più e senza alcuna certezza che riesca
      a far funzionare il
      pc.
      Se poi i linari la smettessero di usare windows
      senza pagare la licenza costerebbe anche
      meno.
      e pagatele ste licenze, che ne guadagniamo tutti.Le licenze windows...hahahahah!!! Tu le paghi, vero?
  • vista2007 scrive:
    C.V.D
    Sono anni che lo dico, ma voi non mi ascoltate.E' ora di meditare.www.microsoft.com/italy/adv/technet/getthefacts.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: C.V.D
      a birminhgam avranno windows 2000..se funziona tutto..che se lo tengano che win 2000 e tanto buono...e iniziato il declino di LInux...se gates ha sconfitto Solaris,OS/2 della IBMnon ha certo paura di 3 linari...ahahah
      • Anonimo scrive:
        Re: C.V.D
        - Scritto da:
        a birminhgam avranno windows 2000..
        se funziona tutto..che se lo tengano che win 2000
        e tanto
        buono...
        e iniziato il declino di LInux...
        se gates ha sconfitto Solaris,OS/2 della IBM
        non ha certo paura di 3 linari...ahahahHa sconfitto che? ma badate a sconfiggere la marea di porcherie che vi si installano che a quanto sicurezza fate pena!
    • Anonimo scrive:
      Re: C.V.D
      - Scritto da: vista2007
      Sono anni che lo dico, ma voi non mi ascoltate.
      E' ora di meditare.

      www.microsoft.com/italy/adv/technet/getthefacts.htChe troll scarso (troll2)
    • Anonimo scrive:
      Re: C.V.D
      Ma non sono stati tutti smentiti?Il primissimo mandava a link pieni di parole in libertà e senza un test veritiero.Il secondo aveva un reale confronto ma era stato aggiustato con Linux installato su un server più costoso di quello su cui era stato installato Winzozz 2003 Server per fare apparire più costoso Linux.Nell'ultimo "Get the Facts" hanno preso a campione un'azienda che era ormai completamente M$-centrica e alla quale la migrazione sarebbe costata tantissimo. Ma come è pratica M$ non hanno fatto vere analisi sul medio-lungo termine e sui vantaggi dell'avere formati aperti e sorgenti di molti software.
    • Anonimo scrive:
      Re: C.V.D
      - Scritto da: vista2007
      Sono anni che lo dico, ma voi non mi ascoltate.
      E' ora di meditare.

      www.microsoft.com/italy/adv/technet/getthefacts.htma lavori per microzozz?oppure hai talmente tanti soldi che ti piace buttarli per acquistare licenze software?Ha proposito, nel tuo pc hai TUTTE le licenze di tutti i software a posto? oppure li crecchi come tanti?
    • Anonimo scrive:
      Re: C.V.D
      - Scritto da: vista2007
      Sono anni che lo dico, ma voi non mi ascoltate.
      E' ora di meditare.

      www.microsoft.com/italy/adv/technet/getthefacts.htQuanti esempi in cui il POTERE ECONOMICO riesca a buttare fumo negli occhi alle persone.Mi viene spontanea una domanda:Per quale ragione M$ dovrebbe farsi fare dei sondaggi su misura, se non cìè veramente partita tra la Microzzoz e Linux (che tra l'altro non c'è nessuno che fa queste porcate per dimostrare il contrario)?Inoltre, Qualcuno ti punta la pistola a mettere linux?se non lo vuoi usare non farlo ma non romprere a chi invece vuole usarlo, svilupparlo ed evolverlo. Siamo in libertà credo? o no?
    • The_GEZ scrive:
      Re: C.V.D
      Ciao vista2007 !
      Sono anni che lo dico, ma voi non mi ascoltate.
      E' ora di meditare.Estto.Pure io lo dico da anni !!!Bisogna piantarla di legarsi mani, piedi, collo e maroni ad una piattaforma chiusa e proprietaria !E' OVVIO che la migrazione sia costosa, ma mica per colpa di LINUX !!!Se i tecnici fossero VERAMENTE tali ovvero sapessero usare un COMPUTER e non SOLO UNA VERSIONE DI UN SINGOLO SISTEMA OPERATIVO, tra l' altro con l data di scadenza scritta sopra, forse le migrazioni non sarebbero così dolorose, i computer funzionerebbero un pò meglio e si butterebbero via meno soldi.
    • Anonimo scrive:
      Re: C.V.D
      Ekleptical, hai cambiato nick?
  • Anonimo scrive:
    costi di porting
    i costi di porting riguardano lo sviluppo di un'applicazione che evidentemente ad oggi ha solo client windows e che nel porting viene sviluppata con client linux : ma sempre software proprietario rimane... .. non e' che ci siano tutte queste alternative su come raggiungere simili cifre, dovendo fare del porting
  • Anonimo scrive:
    C'e' un po' d'Italia in ognuno di noi
    "Hanno deciso di fare tutto da soli, senza alcuna esperienza nel settore"e poi va tutto male.. chissa' come mai!
  • Madder scrive:
    Costi e Costi
    Inutile stare qui a discutere su chi ce l'ha più duro, lungo, profumato, ... Calcolare un TCO applicabile in tutte le realtà è pressochè impossibile. Ci sono 2 aspetti generali che personalmente ritengo importanti: - Dove vanno i soldi per installazione/sviluppo/mautenzione - Cosa devono fare i cittadini (visto che si tratta di PA) per poter usufruire dei servizi della PA (leggerne i documenti, compilare i formulari, ...)Che sotto ci sia linux/windows/bsd/macosx poco importa, ma se una PA riuscisse a investire nella propria area geografica, tanto meglio. Se non ricordo male PIL = C + I + G + NX dove G sono le spese dello stato e NX le esportazioni nette. Investendo localmente, G risulta più efficace e si migliora anche NX con relativo miglioramento del PIL. Per quanto riguarda il secondo punto, la PA è libera di fare quello che vuole, ma non dovrebbe imporre ai cittadini di acquistare software per usufruire dei servizi. Che usino RTF, piuttosto che oasis, pdf, ... l'importante è che il programma di visualizzazione sia gratuito e che se il documento debba essere modificato dal cittadino, il programma per la modifica sia anche disponibile gratuitamente: cosa ne direste se lo stato vi imponesse di votare usando solo penne prodotte dalla Parker, che dovete acquistare voi stessi ? Supponiamo che una PA prepari siti che siano visibili solo con IE7 e documenti che si possano vedere solo con Corel WordPerfect Office. Magari è riuscita a spuntare prezzi formidabili sia per il sistema operativo, che per la suite di office. Peccato che ora i cittadini dovranno spendere soldi per acquistare software (visto che la PA lavora su quello che incassa dalle tasse, invece che pagare le tasse paghiamo software, ha solo spostato il costo sul cittadino).Peccato che ora i soldi spesi se ne andranno all'estero, arricchendo altre nazioni.Allora cara PA: fai bene i tuoi calcoli. Usa pure il software che vuoi, ma assicurati che io possa fruire dei tuoi servizi senza particolari problemi. madder
    • Anonimo scrive:
      Re: Costi e Costi
      c'è un'altra cosa molto ma molto importante:la questione del controllo.la certezza che sia assicurata l'archiviazione in un formato per il quale esistono strumenti aperti capaci di decodificarloparadossalmente in questo momento è piu sicuro archiviare un libro in cartaceo piuttosto che un libro in un formato proprietario, perchè dal cartaceo puoi comunque sempre fare una copia, madal formato proprietario tra anni o decenni è ipotizzabile che potrebbe non essere piu possibile ricavare nullaquesto porta in primo piano il problema di chi controlla i dati e di chi ha informazioni risolutive circa il comportamento dei sistemiutilizzati: il software proprietario ha enormi svantaggi in questo senso ed è per questo che tutte le PA vorrebbero toglierselo di torno non appena è possibile, non solo per problemi di costi
    • outkid scrive:
      Re: Costi e Costi

      Che usino RTF, piuttosto
      che oasis, pdf, ... l'importante è che il
      programma di visualizzazione sia gratuito e attento pero': pdf e' uno standard.
  • Anonimo scrive:
    Come farsi del male da soli
    Ma non vengano a dire cavolate... 4000 euro a postazione, ma manco dovessero metterci un quadcore con 8 Giga di ram e 1 tera di HD...E' chiaro che, sottobanco, il DRAGA avrà mandato qualche PRETORIANO a proporre prezzi bassissimi, proponendo le loro soluzioni business architect enterprise profescional...E i boccaloni hanno abboccato all'amo avvelenato del più grande dittatore della storia dopo Mussolini.
  • Anonimo scrive:
    fuffa markettare da attività di lobby
    questi sono della stessa razza dell'irlandese che vuole introdurrein europa la schifosissima leggesui brevetti sw all'americana, giaregistrati in nr di 50.000 pressol'ufficio apposito europeo al 99%da aziende extraeuropeegrazie anglo americani, ma accànisciuno è fiesse. andate a piazzarela pentola schifosa e trapanata inqualche ex-colonia
  • Anonimo scrive:
    Linux..
    Uno passa a Linux, e si ritrova un sistema operativo cecchio, su cui girano programmi vecchi o poco funzionanti (open office). Con diverse incompatibilità hardware e rigido fino all'inverosimile.Scrivere un programma costa carissimo, i consulenti se la tirano da paura, i Sistemisti hanno un atteggiamento da Dei dell'Informatica caduti in terra che maganimamente ti spiegano quanto è bello il loro sistema operativo.Poi se ne vanno, e la stampante non stampa. W(win) Windows, W(apple) Apple
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux..

      Con diverse incompatibilità hardware e rigido
      fino
      all'inverosimile.Questa è davvero buona. Qui abbiamo un TRIS!

      caduti in terra che maganimamente ti spiegano
      quanto è bello il loro sistema
      operativo.Sarà che per diventare sistemista microsoft basta leggere windows for dummies!

      Poi se ne vanno, e la stampante non stampa. Quale stampante? ce ne sono migliaia supportate in modo stabilissimo.Avanti, tira fuori qualcosa di meglio la prossima volta tesoro!
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux..
        Bah.. ti volgio anche rispondere.

        Con diverse incompatibilità hardware e rigid fino all'inverosimile.
        Questa è davvero buona. Qui abbiamo un TRIS!Non è rigido ? Windows qualunque utonto lo cambia lo adatta. lo mette in rete, e lo fa diventare come vuole lui, ci installa software.. SENZA chiamare un sistemista.
        Sarà che per diventare sistemista microsoft
        basta leggere windows for dummies!SI ! Hai capito il punto. Sistemisti MS ce ne sono pochi, perchè normalmente NON c'è bisogno di sistemisti. In Windows solo le cose complicate sono complicate. Per il resto basta un click.
        Quale stampante? ce ne sono migliaia
        supportate in modo stabilissimo.Ecco un altro Sistemista semi-dio :Guarda che al comune non hanno le HP DeskJet, hanno le dipartimentali con fotocopiatore, stampate e fax.. Vai a vedere i vecchi e nuovi modelli come sono supportate.. come funzionano i fax, e i fascicolatori e la pinzatrice... e il programma di recapito... se non le sai le cose.. salle !
        Avanti, tira fuori qualcosa di meglio la
        prossima volta tesoro!Che noia.. non è una gara a chi ce l'ha più lungo..
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux..
          su IE: \nomeserverstampantipoi selezioni quella che ti serve, e puls.destro-
          installatutto pronto e fatto, che ci vuole?
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux..
            - Scritto da:
            su IE: \nomeserverstampanti
            poi selezioni quella che ti serve, e
            puls.destro-
            installa

            tutto pronto e fatto, che ci vuole?Ci vuole qualcuno che abbia messo su il server stampanti, abbia configurato le varie stampanti, le abbia condivise, e abbia condiviso i driver per le stesse nelle dir giuste per le varie versioni di windows.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux..
          - Scritto da:
          Bah.. ti volgio anche rispondere.



          Con diverse incompatibilità hardware e rigid
          fino
          all'inverosimile.


          Questa è davvero buona. Qui abbiamo un TRIS!

          Non è rigido ? Windows qualunque utonto lo cambia
          lo adatta. lo mette in rete, e lo fa diventare
          come vuole lui, ci installa software.. SENZA
          chiamare un
          sistemista.quello che dici non rientra minimamente con l'articolo, in una rete gli utenti non devono ne installare ne configurare niente, neanche aggiungere un hd rilevato da un eventuale automount


          Sarà che per diventare sistemista microsoft

          basta leggere windows for dummies!

          SI ! Hai capito il punto. Sistemisti MS ce ne
          sono pochi, perchè normalmente NON c'è bisogno di
          sistemisti.
          questa é una grandissima stupidata, a casa tua fai quello che vuoi, ma una azienda o ha una reparto apposito o si affida ad esterni, altrimenti si commette un gravissimo errore, indipendentemente dal so usato
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux..
      - Scritto da:
      Uno passa a Linux, e si ritrova un sistema
      operativo cecchio, su cui girano programmi vecchi
      o poco funzionanti (open office).[snip]
      Poi se ne vanno, e la stampante non stampa.

      W(win) Windows, W(apple) AppleToh... un buffone! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux..
      - Scritto da:
      Uno passa a Linux, e si ritrova un sistema
      operativo cecchio, su cui girano programmi vecchi
      o poco funzionanti (open office).
      W(win) Windows, W(apple) AppleQuante sciocchezze.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux..
      - Scritto da:
      Uno passa a Linux, e si ritrova un sistema
      operativo cecchio, su cui girano programmi vecchi
      o poco funzionanti (open office).


      Con diverse incompatibilità hardware e rigido
      fino
      all'inverosimile.

      Scrivere un programma costa carissimo, i
      consulenti se la tirano da paura, i Sistemisti
      hanno un atteggiamento da Dei dell'Informatica
      caduti in terra che maganimamente ti spiegano
      quanto è bello il loro sistema
      operativo.

      Poi se ne vanno, e la stampante non stampa.

      W(win) Windows, W(apple) Apple (troll2) (troll2) (troll2)
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux..
      Verissimo, sopratutto il linaro semi-dio.I linari sono noiosi, menosi e pallosi.In 10 anni non sono riusciti a fare una gui, un desktop manager decente, litigano sempre tra di loro, tirano fuori una distro al giorno...Ubunto, kubuntu, pabuntu, cazzabuntu, ma smettetela...
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux..
        - Scritto da:
        Verissimo, sopratutto il linaro semi-dio.
        I linari sono noiosi, menosi e pallosi.
        In 10 anni non sono riusciti a fare una gui, un
        desktop manager decente, litigano sempre tra di
        loro, tirano fuori una distro al
        giorno...
        Ubunto, kubuntu, pabuntu, cazzabuntu, ma
        smettetela...Qui si vede che non capisci nullaUbunto(che poi sarebbe Ubuntu) e Kubuntu sono LA STESSA COSA!
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux..
      Il solito patetico troll awinazzato,che fa a gara coi suoi simili a chi la spara più grossa.- Scritto da:
      Uno passa a Linux, e si ritrova un sistema
      operativo cecchio, su cui girano programmi vecchi
      o poco funzionanti (open office).


      Con diverse incompatibilità hardware e rigido
      fino
      all'inverosimile.

      Scrivere un programma costa carissimo, i
      consulenti se la tirano da paura, i Sistemisti
      hanno un atteggiamento da Dei dell'Informatica
      caduti in terra che maganimamente ti spiegano
      quanto è bello il loro sistema
      operativo.

      Poi se ne vanno, e la stampante non stampa.

      W(win) Windows, W(apple) Apple
  • Anonimo scrive:
    vista fa schifo e costa 100 volte tanto
    hardware da buttare al 99% dei casi,e quindi costi alle stellesistema che si rivelerà l'ennesimocolabrodo supertrapanatosoftware vecchio che è tutto da vedereche funzioni ancora sulla nuova schifezzaetcma come fanno i conti questi, con i soldiche gli passano le lobby o con i servizia basso costo che sono tenuti a erogare ?no, preferiscono fare assistenza sociale a mrgates, presunto uomo piu ricco del mondo cheormai non può piu permettersi la pizzatasettimanale se birmingham non gli passa la milionata di euro per 500 postazioni winschiff
    • Anonimo scrive:
      E vorrei vedere...
      - Scritto da:
      no, preferiscono fare assistenza sociale a mr
      gates, presunto uomo piu ricco del mondo che
      ormai non può piu permettersi la pizzata
      settimanale se birmingham non gli passa la
      milionata di euro per 500 postazioni
      winschiffE vorrei vedere con quello che costano le pizze adesso per una pizzata tra amici te la cavi a malapena con un miliardino di euro. Senza mancia ovviamente.
      • Anonimo scrive:
        Re: E vorrei vedere...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        no, preferiscono fare assistenza sociale a mr

        gates, presunto uomo piu ricco del mondo che

        ormai non può piu permettersi la pizzata

        settimanale se birmingham non gli passa la

        milionata di euro per 500 postazioni

        winschiff

        E vorrei vedere con quello che costano le pizze
        adesso per una pizzata tra amici te la cavi a
        malapena con un miliardino di euro. Senza mancia
        ovviamente. io mi sono comrpato il fornetto per fare le pizza, con quello che costano l'ho ammortizzato in 12 secondi e due, le pizzerie possono chiudere tutte R.I.P.
    • Anonimo scrive:
      Re: vista fa schifo e costa 100 volte ta
      - Scritto da:
      hardware da buttare al 99% dei casi,strano io ho installato la RTM scaricata da isohunt e funziona che è una meraviglia su un PC di 5 anni fa. Il tutto è persino più veloce e scattante di WinXP.1.5GHz512MB RAM
      • Anonimo scrive:
        Quoto.
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        hardware da buttare al 99% dei casi,

        strano io ho installato la RTM scaricata da
        isohunt e funziona che è una meraviglia su un PC
        di 5 anni fa. Il tutto è persino più veloce e
        scattante di
        WinXP.

        1.5GHz
        512MB RAMQuoto. Bastano 512mb di ram e vista va dappertutto, anche sotto i mobili!
        • Anonimo scrive:
          Re: Quoto.
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          hardware da buttare al 99% dei casi,



          strano io ho installato la RTM scaricata da

          isohunt e funziona che è una meraviglia su un PC

          di 5 anni fa. Il tutto è persino più veloce e

          scattante di

          WinXP.



          1.5GHz

          512MB RAM

          Quoto. Bastano 512mb di ram e vista va
          dappertutto, anche sotto i mobili!A parte lanciare le applicazioni che non avrebbero ram e' va benissimo...
      • Anonimo scrive:
        Re: vista fa schifo e costa 100 volte ta
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        hardware da buttare al 99% dei casi,

        strano io ho installato la RTM scaricata da
        isohunt e funziona che è una meraviglia su un PC
        di 5 anni fa. Il tutto è persino più veloce e
        scattante di
        WinXP.

        1.5GHz
        512MB RAMpossiamo smetterla di fare marketing ? ogni volta che esce una nuova versione dei quel 'sistema operativo' i proclami sono some il tuo post. Dopo un pò l'utenza si accorge della fregatura.
        • Anonimo scrive:
          Re: vista fa schifo e costa 100 volte ta
          - Scritto da:
          Dopo
          un pò l'utenza si accorge della
          fregatura.a si? E mi dici come mai Windows domina il 90% del mercato mondiale?
          • Anonimo scrive:
            Re: vista fa schifo e costa 100 volte ta
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Dopo

            un pò l'utenza si accorge della

            fregatura.

            a si? E mi dici come mai Windows domina il 90%
            del mercato
            mondiale?perchè:1-E' preinstallato 'forzatamente' su ogni computer2-E' facile da piratare3-Ad ogni nuova release vengono promessi mari e monti e la gente ci crede4-Va così così ma lo usano tutti...
          • Anonimo scrive:
            Re: vista fa schifo e costa 100 volte ta
            Hai fatto un corso di demagogia per caso? oppure sei appena uscito da uno di quegli stages per lobotomizzati dove ti automotivano facendoti camminare sui carboni ardenti? domandi come mai il 90% degli utenti di pc usiWindows...è come domandare perchè il 90% dei mezzi di trasporto privato usi idrocarburi...
          • Anonimo scrive:
            Re: vista fa schifo e costa 100 volte ta
            Hai fatto un corso di demagogia per caso? oppure sei appena uscito da uno di quegli stages dove ti automotivano facendoti camminare sui carboni ardenti? domandi come mai il 90% degli utenti di pc usiWindows...è come domandare perchè il 90% dei mezzi di trasporto privato usi idrocarburi...
        • Anonimo scrive:
          Re: vista fa schifo e costa 100 volte ta
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          hardware da buttare al 99% dei casi,



          strano io ho installato la RTM scaricata da

          isohunt e funziona che è una meraviglia su un PC

          di 5 anni fa. Il tutto è persino più veloce e

          scattante di

          WinXP.



          1.5GHz

          512MB RAM

          possiamo smetterla di fare marketing ? ogni volta
          che esce una nuova versione dei quel 'sistema
          operativo' i proclami sono some il tuo post. Dopo
          un pò l'utenza si accorge della
          fregatura.Non ci credi? Scarica la RC2 e provalo. Vista ULTIMATE (quindi con tutti i vari servizi di home e business) appena avviato dei 512mb ne usa si e no 300. Di certo sarà più performante che XP con il suo requisito minimo di 64mb di ram (!).
    • Anonimo scrive:
      Re: vista fa schifo e costa 100 volte ta
      - Scritto da:
      hardware da buttare al 99% dei casi,
      e quindi costi alle stelle
      sistema che si rivelerà l'ennesimo
      colabrodo supertrapanato
      software vecchio che è tutto da vedere
      che funzioni ancora sulla nuova schifezza
      etc

      ma come fanno i conti questi, con i soldi
      che gli passano le lobby o con i servizi
      a basso costo che sono tenuti a erogare ?

      no, preferiscono fare assistenza sociale a mr
      gates, presunto uomo piu ricco del mondo che
      ormai non può piu permettersi la pizzata
      settimanale se birmingham non gli passa la
      milionata di euro per 500 postazioni
      winschiff

      ottimo esempio di rododentro (win)passerà ;)
  • Anonimo scrive:
    In Italia è politica
    Fanno le società di amici di amici e poi passano all'open in modo di avere meno concorrenza e dare l'appalto pubblico agli amici.Solo che poi gli amici non sanno fare i programmi su linux e quindi montano l'emulatore win.
    • Anonimo scrive:
      Re: In Italia è politica
      - Scritto da:
      Fanno le società di amici di amici e poi passano
      all'open in modo di avere meno concorrenza e dare
      l'appalto pubblico agli
      amici.

      Solo che poi gli amici non sanno fare i programmi
      su linux e quindi montano l'emulatore
      win.a parte che mi piacerebbe ti spiegassi meglio, l'argomento e' interessante, quasi da report, comunque l'emulatore lo puoi togliere. Gente cosi' ne ho vista anch'io, ma bisogna tener conto che per loro e' diverso anche premere il pulsante d'accensione di una macchina con os differente.
  • Anonimo scrive:
    E' normale: le cose più ricercate...
    sono spesso le più costose......no scusatemi l'ho detta troppo grossa, meglio che vada a farmi esorcizzare in chiesa.
  • Anonimo scrive:
    A Birmingham invece dell' Open Source
    Ti installano sulla scrivania un' Open Sorca.Per questo che una postazione è così cara.
  • Anonimo scrive:
    8.000.000 LIRE A COMPUTER
    di hw e linuxaccidenti !tenendo presente che il sw per la catalogazionesarà su interfaccia web, mi sembra una dellepiu grandi sciocchezze mai sentite moggiopoli al confronto è una pinzillacchera
    • Anonimo scrive:
      quello è il costo del ladrone linaro
      - Scritto da:
      di hw e linux

      accidenti !
      tenendo presente che il sw per la catalogazione
      sarà su interfaccia web, mi sembra una delle
      piu grandi sciocchezze mai sentite

      moggiopoli al confronto è una pinzillaccheraquello è il costo dell'azienda ladrona linux che te lo installa.La scusa è: non paghi mai più microsoft, sono 4000 ed hai finito. Ma tanto poi ai ritmi con cui esce linux faranno aggiornamenti ogni 6 mesi.Qui sul forum ci sono molti loschi figuri che spingono per queste migrazioni succhia soldi
      • Anonimo scrive:
        Re: quello è il costo del ladrone linaro

        Ma tanto poi ai ritmi con cui esce linux faranno
        aggiornamenti ogni 6
        mesi.
        Qui sul forum ci sono molti loschi figuri che
        spingono per queste migrazioni succhia
        soldi
        Si vantano pure di succhiare 3 volte più del collega MS. Mechano docet.
        • Anonimo scrive:
          Re: quello è il costo del ladrone linaro
          - Scritto da:
          Si vantano pure di succhiare 3 volte più del
          collega MS. Mechano
          docet.Questa mi è sfuggita!
          • Anonimo scrive:
            Re: quello è il costo del ladrone linaro
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Si vantano pure di succhiare 3 volte più del

            collega MS. Mechano

            docet.

            Questa mi è sfuggita!ma non e' che, forse, probabilmente, eventualmente, i compiti da assolvere e i benefici e la sicurezza e l'abbondanza di software saranno diversi?
          • Anonimo scrive:
            Re: quello è il costo del ladrone linaro

            ma non e' che, forse, probabilmente,
            eventualmente, i compiti da assolvere e i
            benefici e la sicurezza e l'abbondanza di
            software saranno
            diversi?
            Lo sanno anche i bambini che i software per Linux sono molto più abbondanti di quelli per Windows. I forse, probabilmente, eventualmente, sicuramente, vanamente, invano li lascio ai poeti.
          • Anonimo scrive:
            Re: quello è il costo del ladrone linaro
            - Scritto da:
            Lo sanno anche i bambini che i software per Linux
            sono molto più abbondanti di quelli per Windows.
            I forse, probabilmente, eventualmente,
            sicuramente, vanamente, invano li lascio ai
            poeti.Oh mamma mia cosa mi toccano a leggere i miei occhi!! Software per linux più abbondanti di quelli per windows!!!! Ma dove te le sogni ste robe? Secondo te rilasciano più software i programmatori freeware per linux ovvero si e no l'1% degli utilizzatori di PC, o il restante 97% che usa windows?No perchè, sai, i programmi free non sono disponibili solo a chi usa linux...
          • Anonimo scrive:
            Re: quello è il costo del ladrone linaro
            Mi risulta che in Italia ci siamo piu' Fiat Panda che Mercedes classe A.Questo non vuol dire che la Panda sia migliore, piu' sicura, piu' confortevole eccetera,
          • Anonimo scrive:
            Re: quello è il costo del ladrone linaro
            - Scritto da:
            Mi risulta che in Italia ci siamo piu' Fiat Panda
            che Mercedes classe
            A.

            Questo non vuol dire che la Panda sia migliore,
            piu' sicura, piu' confortevole
            eccetera,Ma che centra col discorso? Windows ha decine di migliaia di applicazioni di certo più di quelle disponibili per linux visto che windows ha il marketshare più ampio.Mica ho detto che le applicazioni per linux fanno schifo ho solo detto che è difficile che linux abbia più applicazioni di windows.
      • Anonimo scrive:
        ladri siete voi vinari come tutti sanno
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        di hw e linux



        accidenti !

        tenendo presente che il sw per la catalogazione

        sarà su interfaccia web, mi sembra una delle

        piu grandi sciocchezze mai sentite



        moggiopoli al confronto è una pinzillacchera

        quello è il costo dell'azienda ladrona linux che
        te lo
        installa.
        La scusa è: non paghi mai più microsoft, sono
        4000 ed hai finito. e infatti fate cosi schifo che oltre a rubare smollate mazzette a dx a manca per corrompere a piu non posso. non parlo di te, povero pezzente, ma dei tuoi padroni di fronte ai quali sei sempre alla pecora e che rubano anche a te babbeo
      • Anonimo scrive:
        Re: quello è il costo del ladrone linaro
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        di hw e linux



        accidenti !

        tenendo presente che il sw per la catalogazione

        sarà su interfaccia web, mi sembra una delle

        piu grandi sciocchezze mai sentite



        moggiopoli al confronto è una pinzillacchera

        quello è il costo dell'azienda ladrona linux che
        te lo
        installa.
        La scusa è: non paghi mai più microsoft, sono
        4000 ed hai finito.

        Ma tanto poi ai ritmi con cui esce linux faranno
        aggiornamenti ogni 6
        mesi.
        Qui sul forum ci sono molti loschi figuri che
        spingono per queste migrazioni succhia
        soldiDon't feed the troll (troll2) (troll2) (troll2)
  • Anonimo scrive:
    consigliano linux perchè?
    a fronte di un risparmio di software che inganna noi boccaloni,ogni consulente e consulenza costa 4 volte di più, soldi che finiscono nei titolari di grosse aziende quasi sempre connessi ai partiti politici.
    • Anonimo scrive:
      Re: consigliano linux perchè?
      L'ha detto la MS...
      • Anonimo scrive:
        Re: consigliano linux perchè?
        - Scritto da:
        L'ha detto la MS...esperienza personale
        • Anonimo scrive:
          Re: consigliano linux perchè?
          A Redmond com'è il tempo oggi ? :) :) :)
        • outkid scrive:
          Re: consigliano linux perchè?
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          L'ha detto la MS...
          esperienza personalee la marmotta confeziona la cioccolata dopo che un'altra scendendo da un albero a cui era legata ha portato la cioccolata con le bolle dentro..
          • Anonimo scrive:
            [OT] Re: consigliano linux perchè?
            - Scritto da: outkid

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            L'ha detto la MS...

            esperienza personale

            e la marmotta confeziona la cioccolata dopo che
            un'altra scendendo da un albero a cui era legata
            ha portato la cioccolata con le bolle
            dentro..gira, il cubo gira....
          • Anonimo scrive:
            Re: consigliano linux perchè?
            Ma che ti puoi aspettare da uno che come avatar ha quella bandiera??Solo una valanga di luoghi comuni contro microsoft, windows e tutto quello che funziona..Cazzo, sembra di leggere le stesse cose che si dicevano in campagna politica per screditare il centrodestra..Solo screditando e screditando linux può avere qualche chance.. di qualità ce n'è veramente poca...
          • outkid scrive:
            Re: consigliano linux perchè?
            mai provato osx? fallo.. poi mi dici se al confronto windows non e' mera schifezza.. piu' "ganzo", piu' stabile, piu' tutto.. e non mi sembra sia gratuito.. ma tu che ne capisci. :)
          • Anonimo scrive:
            Re: consigliano linux perchè?
            Ognuno di noi è libero di PAGARE! Quindi chiunque elogia Winzozz almeno spero che abbia una REGOLARE licenza.P.S. Stesso discorso vale anche per gli applicativi (Office, Nero, Clone etc etc etc.)
          • outkid scrive:
            Re: consigliano linux perchè?
            non e' tanto l'esser liberi di pagare.. l'importante e' esser liberi di sapere per cosa si paga e quali alternative ci sono cosa che in regimi di monopolio de facto e' un'utopia.
      • Anonimo scrive:
        Re: consigliano linux perchè?
        - Scritto da:
        L'ha detto la MS...Vai in una qualsiasi banca che sta lavorando con "azienda molto grande con nome di 3 lettere" e poi vedi...
        • Anonimo scrive:
          Re: consigliano linux perchè?
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          L'ha detto la MS...

          Vai in una qualsiasi banca che sta lavorando con
          "azienda molto grande con nome di 3 lettere" e
          poi
          vedi...Se lo dice Ms...
    • Anonimo scrive:
      perche costa meno ed è aperto
      - Scritto da:
      a fronte di un risparmio di software che inganna
      noi
      boccaloni,
      ogni consulente e consulenza costa 4 volte di
      più, soldi che finiscono nei titolari di grosse
      aziende quasi sempre connessi ai partiti
      politici.
      i consulenti costano uguale, magari un pochino di piu ma non ti arriva la ladrata schifosa delle licenze, hai un sistema che i ragazzini non riescono a trapanare e che sai cosa fa, etcno, non siamo scemi, è ovvio che il sw libero nelpubblico è di gran lunga meglio e fa risparmiaremoltissimo
      • Anonimo scrive:
        Re: perche costa meno ed è aperto

        i consulenti costano uguale, magari un
        pochino di piu.
        Quano sarebbe questo "pochino"? Sai visto che qui gira gente come Mechano che afferma di prendere tre volte di più di un consulente MS sembrerebbe più un tantino che un pochino.
        • Anonimo scrive:
          Re: perche costa meno ed è aperto

          gira gente come Mechano che afferma di prendere
          tre volte di più di un consulente MS sembrerebbe
          più un tantino che un
          pochino.sei proprio un troll dei piu' cavernicoli, hai scritto in tutto il forum la stessa cosa, oltre che di cattivo gusto e' anche diffamatoria, spero tu sappia che il tuo ip e' noto.
          • Anonimo scrive:
            Re: perche costa meno ed è aperto

            sei proprio un troll dei piu' cavernicoli, hai
            scritto in tutto il forum la stessa cosa, oltre
            che di cattivo gusto e' anche diffamatoria,
            spero
            tu sappia che il tuo ip e' noto.
            Attento a dare del troll e del cavernicolo, il tuo ip è noto.
          • Anonimo scrive:
            Re: perche costa meno ed è aperto
            - Scritto da:

            sei proprio un troll dei piu' cavernicoli, hai

            scritto in tutto il forum la stessa cosa, oltre

            che di cattivo gusto e' anche diffamatoria,

            spero

            tu sappia che il tuo ip e' noto.


            Attento a dare del troll e del cavernicolo, il
            tuo ip è
            noto.I vostri ip sono entrambi noti e quindi segnateveli a vicenda e scambiateveli in segno di pace.
          • Mechano scrive:
            Re: perche costa meno ed è aperto
            - Scritto da:

            gira gente come Mechano che afferma di prendere

            tre volte di più di un consulente MS sembrerebbe

            più un tantino che un

            pochino.

            sei proprio un troll dei piu' cavernicoli, hai
            scritto in tutto il forum la stessa cosa, oltre
            che di cattivo gusto e' anche diffamatoria, spero
            tu sappia che il tuo ip e'
            noto.Beh sai metti insieme invidia e tanto tempo libero e vedrai le comari sparlare di tutto e di tutti.Se il tizio in questione non ha abilità, non ha titoli di studio, non ha voglia di studiare ed aggiornarsi e non sa trovarsi lavori e consulenze, avrà solo di che sparlare nei forum.--Mr. Mechano
          • pikappa scrive:
            Re: perche costa meno ed è aperto
            - Scritto da: Mechano

            - Scritto da:


            gira gente come Mechano che afferma di
            prendere


            tre volte di più di un consulente MS
            sembrerebbe


            più un tantino che un


            pochino.



            sei proprio un troll dei piu' cavernicoli, hai

            scritto in tutto il forum la stessa cosa, oltre

            che di cattivo gusto e' anche diffamatoria,
            spero

            tu sappia che il tuo ip e'

            noto.

            Beh sai metti insieme invidia e tanto tempo
            libero e vedrai le comari sparlare di tutto e di
            tutti.

            Se il tizio in questione non ha abilità, non ha
            titoli di studio, non ha voglia di studiare ed
            aggiornarsi e non sa trovarsi lavori e
            consulenze, avrà solo di che sparlare nei
            forum.Tanto più che, senza voler fare i conti in tasca a mechano, un consulente MS con i cosiddetti (a fronte dei cacciavitari son pochi, ma fortunatamente ci sono) non credo che sia tanto piu economico
      • Anonimo scrive:
        Ahahahahahahahahaha
        - Scritto da:
        no, non siamo scemi, è ovvio che il sw libero nel
        pubblico è di gran lunga meglio e fa risparmiare
        moltissimoAhahhaha che simpaticone!
    • Anonimo scrive:
      HAI SBAGLIATO Td: QUI E' IL CONTRARIO
      - Scritto da:
      a fronte di un risparmio di software che inganna
      noi
      boccaloni,
      ogni consulente e consulenza costa 4 volte di
      più, soldi che finiscono nei titolari di grosse
      aziende quasi sempre connessi ai partiti
      politici.
      Forse sei ubriaco e non ti sei accorto chel'articolo parla DI UNA CITTA' CHE VUOLEWINDOWS: pertanto quello che scrivi èsicuramente vero, ma, com'è ovvio, i consulenti in oggetto sono quelli che rapinano per installare quelle schifezze diredmond, una marea di soldi finiscono al monopolista pluricondannato alla faccia dei contribuenti mazziati, e politici facenti parte delle lobby mirsroerufare, diffusissime in irlanda e inghilterra, fanno il loro puzzoso mestiereA quest'ora essere ubriachi significa non fare nulla dalla mattina alla sera: va a lavorare che è meglio
    • Anonimo scrive:
      Re: consigliano linux perchè?
      - Scritto da:
      a fronte di un risparmio di software che inganna
      noi
      boccaloni,
      ogni consulente e consulenza costa 4 volte di
      più, soldi che finiscono nei titolari di grosse
      aziende quasi sempre connessi ai partiti
      politici.
      Invece, fammi capire, i consulenti per Windows li regalano?Ma parole come produttivita' e efficienza, non vi dicono niente?
    • Anonimo scrive:
      Re: consigliano linux perchè?
      - Scritto da:
      a fronte di un risparmio di software che inganna
      noi
      boccaloni,
      ogni consulente e consulenza costa 4 volte di
      più, soldi che finiscono nei titolari di grosse
      aziende quasi sempre connessi ai partiti
      politici.
      Certo , il sistemista casalingo, clicchettone che sa fare solo AVANTI AVANTI AVANTI OK REBOOT, quello costa meno, sicuramente.
      • Anonimo scrive:
        Re: consigliano linux perchè?

        Certo , il sistemista casalingo, clicchettone che
        sa fare solo AVANTI AVANTI AVANTI OK REBOOT,
        quello costa meno, sicuramente.Non solo costa meno.. non serve neppure nel maggior parte dei casi.
    • Anonimo scrive:
      Re: consigliano linux perchè?
      Sono poche le aziende che hanno investito su linux e quindi hanno l'esperienza necessaria a gestirlo, questo comporta che le altre sono costrette a proporre costi spropositati perche' partono da zero (secondo me e' un falso problema).Poi bisogna ricordarsi che i servizi alle PA sono tutto un magna-magna indipendentemente dal paese in cui ti trovi e qui l'uso di software propietario si fa d'obbligo (ma vi rendete conto che per consultare i nuovi C.A.P occorre un client SQL????).Altro problema grave e' quello gia noto che impedisce a linux di decollare sul desktop, ovvero l'eccessia frammentazione delle varie distribuzioni che trasforma gestione e installazioni in un calvario.
      • Anonimo scrive:
        Re: consigliano linux perchè?
        dimenticavo, ho un amico che lavora in un'azienda di cui e' fondatore che usa linux massicciamente nelle sue postazioni di sviluppo, desktop quindi;in questo periodo e quindi dopo 2 anni d'uso continuato cominciano a proporre per alcuni clienti delle soluzioni server basate su linux; credo abbiano intrapreso la via corretta, va' detto pero' che sviluppano un po' per tutte le piattaforme.
      • pikappa scrive:
        Re: consigliano linux perchè?
        - Scritto da:
        Altro problema grave e' quello gia noto che
        impedisce a linux di decollare sul desktop,
        ovvero l'eccessia frammentazione delle varie
        distribuzioni che trasforma gestione e
        installazioni in un
        calvario.Alla fine questo credo che sia l'ultimo dei problemi, di fatto una volta scelta una distribuzione si mantiene quella, e fra le mansioni del sistemista ci sarà anche quella di pacchettizzare eventuale software necessario, tanto poi sarà lui ad installarlo, mica il dipendente, non a caso monaco ha scelto di farsi la propria distribuzione(basandosi ovviamente su una pre-esistente, debian), proprio per poter gestire in maniera dettagliata il parco software, oltre alla configurazione.Semmai il problema che hai sollevato si presenta in piccole aziende, in cui di fatto la figura del sistemista non esiste e che non fanno contratti di assistenza con figure esterne, per mantenere bassi i costi
  • Anonimo scrive:
    calcoli con la calcolatrice di winme
    probabilmente è andata cosiil ragioniere ha win me e lacalcolatrice di accessorigli ha sparato la cifra a caso mentrelui sniffava la fregna di una gentiltro*a
    • Anonimo scrive:
      Re: calcoli con la calcolatrice di winme
      - Scritto da:
      probabilmente è andata cosi
      il ragioniere ha win me e la
      calcolatrice di accessori
      gli ha sparato la cifra a caso mentre
      lui sniffava la fregna di una gentiltro*a
      E quella calcolatrice di win la terrà a lungo.
  • Anonimo scrive:
    LOBBY OPEN SOURCE
    come da titolo
  • Anonimo scrive:
    3959 euro a postazione???
    Dato che 1 sterlina=1.48 euro e che ogni postazione costa 2675 sterline facendo la conversione verrebbero 3959 euro a postazione! :|Vabbè che sono anche compresi costi di installazione e altro ma non vi sembrano un po' eccessivi considerando che non ci sono costosissime licenze da pagare? Ma che ci montano su quei computer? LCD da 32'' e raffreddamento a liquido? :s
    • Anonimo scrive:
      Re: 3959 euro a postazione???
      - Scritto da:
      Dato che 1 sterlina=1.48 euro e che ogni
      postazione costa 2675 sterline facendo la
      conversione verrebbero 3959 euro a postazione!
      :|
      Vabbè che sono anche compresi costi di
      installazione e altro ma non vi sembrano un po'
      eccessivi considerando che non ci sono
      costosissime licenze da pagare?


      Ma che ci montano su quei computer? LCD da 32'' e
      raffreddamento a liquido?
      :sPer ogni postazione ti mettono a disposizione anche una sexy segretaria tutto fare e tutta OPEN SORCA.
      • Anonimo scrive:
        Re: 3959 euro a postazione???
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Dato che 1 sterlina=1.48 euro e che ogni

        postazione costa 2675 sterline facendo la

        conversione verrebbero 3959 euro a postazione!

        :|

        Vabbè che sono anche compresi costi di

        installazione e altro ma non vi sembrano un po'

        eccessivi considerando che non ci sono

        costosissime licenze da pagare?





        Ma che ci montano su quei computer? LCD da 32''
        e

        raffreddamento a liquido?

        :s

        Per ogni postazione ti mettono a disposizione
        anche una sexy segretaria tutto fare e tutta OPEN
        SORCA.E' tempo di trovare un posto di lavoro al comune di Birmingham! VIVA L'OPEN SORCA
  • Anonimo scrive:
    linux ottimo per la mafia italiana
    c'è una azienda con 100 postazioni windows, tanto software pronto per la gestione che potrebbe star bene 5 anni con quello che c'è?facciamo una migrazione!!!!!!!!!con il modico risparmio di 100 * 400 euro (40000 euro) dobbiamo sviluppare nuovamente il software da zero.Se ci sono appena 3 software da riscrivere che richiedono ognuno 4 programmatori per 6 mesi facciamo i nostri conti:3*4*6*2000 (stipendio + tasse)144000 euro.Ed abbiamo riscritto appena 3 programmi da 4 soldi. Prendete una azienda con decine di software da riscrivere.Abbastanza per mandar fallita una nazione.E su questo forum ci sono individui che sperano in questo per affondare le mani
    • Anonimo scrive:
      Re: linux ottimo per la mafia italiana
      - Scritto da:
      Se ci sono appena 3 software da riscrivere che
      richiedono ognuno 4 programmatori per 6 mesi
      facciamo i nostri
      conti:
      3*4*6*2000 (stipendio + tasse)
      144000 euro.
      Ed abbiamo riscritto appena 3 programmi da 4
      soldi. Prendete una azienda con decine di
      software da
      riscrivere.Amico non so se tu ti sei diplomato in informatica a fantasilandia, ma in sei mesi con un team di 4 persone si possono fare dei softwaroni (ma oni oni), soprattutto nel contesto di uno sviluppo agile. Altro che programmi da quattro soldi!La prossima volta chiama Paperinik per stilare un preventivo, sicuramente farà delle stime più realistiche!
      • Anonimo scrive:
        Re: linux ottimo per la mafia italiana

        Amico non so se tu ti sei diplomato in
        informatica a fantasilandia, ma in sei mesi con
        un team di 4 persone si possono fare dei
        softwaroni (ma oni oni), soprattutto nel contesto
        di uno sviluppo agile. Altro che programmi da
        quattro
        soldi!
        La prossima volta chiama Paperinik per stilare un
        preventivo, sicuramente farà delle stime più
        realistiche!si, i gestionali di nonna papera.ma smettetela
        • Anonimo scrive:
          Re: linux ottimo per la mafia italiana
          - Scritto da:

          Amico non so se tu ti sei diplomato in

          informatica a fantasilandia, ma in sei mesi con

          un team di 4 persone si possono fare dei

          softwaroni (ma oni oni), soprattutto nel
          contesto

          di uno sviluppo agile. Altro che programmi da

          quattro

          soldi!

          La prossima volta chiama Paperinik per stilare
          un

          preventivo, sicuramente farà delle stime più

          realistiche!

          si, i gestionali di nonna papera.
          ma smettetelaAo' non me toccate nonna papera e il gestionale per le sue favolose torte di mirtilli! L'ultima volta che le ho proposto una "TRANSMIGRAZIONE" verso linux mi ha inseguito con una forchettone da arrosto.
      • Anonimo scrive:
        Re: linux ottimo per la mafia italiana
        - Scritto da:
        ma in sei mesi con
        un team di 4 persone si possono fare dei
        softwaroni (ma oni oni), soprattutto nel contesto
        di uno sviluppo agile. Altro che programmi da
        quattro
        soldi!Si vede che il software più complesso che tu hai scritto in vita tua è la rubrica telefonica.
  • Anonimo scrive:
    Birmingham città di incapaci
    Laggiù gatta ci cova di sicuro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Birmingham città di incapaci
      - Scritto da:
      Laggiù gatta ci cova di sicuro.No, ci covano le tangenti.Ballmerd paga solo di più.
      • Anonimo scrive:
        Re: Birmingham città di incapaci
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Laggiù gatta ci cova di sicuro.

        No, ci covano le tangenti.
        Ballmerd paga solo di più.ma dai su, è solo che alla prima prova reale dei fatti è caduto tutto il castelletto di illusioni e fandonie che regge l'opzione open source, c'era da aspettarselo.
  • Anonimo scrive:
    Avevamo tanti server LINUX...
    ... e pochi server Windows. Adesso è il contrario.
    • Anonimo scrive:
      Avevamo tanti servers...
      ... e ora abbiamo tante calcolatrici, dopo aver scoperto che non serviva un'applicazione via web per fare le addizioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Avevamo tanti server LINUX...
      - Scritto da:
      ... e pochi server Windows. Adesso è il contrario.ecco perché le aziende italiane vanno a picco: troppa gente ignorante e incompetente
  • Anonimo scrive:
    legati mani e piedi a una azienda
    la stupidità umana ! la PA di una città chesi lega talmente mani e piedi ai sistemi chiusi e proprietari di un'azienda stranierapluricondannata da non riuscire piu a toglierseladi torno e ad essere costretti per sempre a comprare costosissimiò prodotti al di fuori delproprio controlloun esempio di dove si può arrivare nel toccare il fondo: 435.000 sterline per alcune centinaia dipostazioni WINDOWS, UN COSTO INAUDITOspero che le PA di tutt'europa proseguano nel togliere di torno il monopolista in modo da nonritrovarsi come questi, definitivamente incaprettati
  • Anonimo scrive:
    Odor di bustarella
    Non ci vuole un genio per capire che qualche emissario di zio Bill abbia sganciato delle bustarelle nelle giuste tasche
    • Anonimo scrive:
      Re: occhio con le parole
      c.d.o.
    • Anonimo scrive:
      Re: Odor di bustarella
      - Scritto da:
      Non ci vuole un genio per capire che qualche
      emissario di zio Bill abbia sganciato delle
      bustarelle nelle giuste
      tasche
      Veramente io sento odore di penne di pinguino bruciacchiate.
      • Anonimo scrive:
        Re: Odor di bustarella
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Non ci vuole un genio per capire che qualche

        emissario di zio Bill abbia sganciato delle

        bustarelle nelle giuste

        tasche


        Veramente io sento odore di penne di pinguino
        bruciacchiate.Anche io... pinguino allo spiedo... yum!
        • Anonimo scrive:
          Re: Odor di bustarella


          Veramente io sento odore di penne di pinguino

          bruciacchiate.

          Anche io... pinguino allo spiedo... yum!
          Peccato si stiano estinguendo (linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Odor di bustarella
      dici che siano all'italiana anche lann sono bustarelle sono regali !!!
  • Anonimo scrive:
    rifare tutto il software
    pc con windows oem: 130 eurooffice 200 o open office gratis.Con max 330 euro hai creato una postazione.Software di gestione della biblioteca:6 mesi di lavoro di 4 programmatori, considerando uno stipendio di 1000 euro (con le tasse 2000) fanno un totale di 2000*4*6=48000 euro.Ben 8000 euro al mese, pari a 20 postazioni.Il software è una briciola rispetto all'avere software pronto e semplicità di sviluppo.
    • Anonimo scrive:
      Re: rifare tutto il software
      eh no non capisci...secondo i linari qualcuno dei commessi della biblioteca si sarebbe dovuto svegliare una mattina, prendere il manuale di c++, sql etc.etc. e imparare a programmare e farselo aggratis e poi distribuirlo aggratis....perchè il tempo non è denaro
      • Anonimo scrive:
        Re: rifare tutto il software
        - Scritto da:
        eh no non capisci...secondo i linari qualcuno dei
        commessi della biblioteca si sarebbe dovuto
        svegliare una mattina, prendere il manuale di
        c++, sql etc.etc. e imparare a programmare e
        farselo aggratis e poi distribuirlo
        aggratis....perchè il tempo non è
        denaroNotoriamente i programmi per le biblioteche li scrivono i bibliotecari (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: rifare tutto il software
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          eh no non capisci...secondo i linari qualcuno
          dei

          commessi della biblioteca si sarebbe dovuto

          svegliare una mattina, prendere il manuale di

          c++, sql etc.etc. e imparare a programmare e

          farselo aggratis e poi distribuirlo

          aggratis....perchè il tempo non è

          denaro


          Notoriamente i programmi per le biblioteche li
          scrivono i bibliotecari
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(eh beh scusa i bibliotecari hanno i libri lì a disposizione, sarà ora che si danno da fare per fare contenti i linari!
        • Anonimo scrive:
          Re: rifare tutto il software
          Si, e in Albania ci sono gli Albani e in Romania le Romine. (rotfl)- Scritto da:

          - Scritto da:

          eh no non capisci...secondo i linari qualcuno
          dei

          commessi della biblioteca si sarebbe dovuto

          svegliare una mattina, prendere il manuale di

          c++, sql etc.etc. e imparare a programmare e

          farselo aggratis e poi distribuirlo

          aggratis....perchè il tempo non è

          denaro


          Notoriamente i programmi per le biblioteche li
          scrivono i bibliotecari
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            - Scritto da:
            Si, e in Albania ci sono gli Albani e in Romania
            le Romine.
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(?!!! prego ? :D :D :D :D Passa a firefox ha il correttore ortografico, esiste anche per win....
      • Anonimo scrive:
        Re: rifare tutto il software
        Sei tu che non capisci. Il gestionale di una biblioteca deve essere web based, non simile ai gestionali VB6 monoutente che spacci e vendi come alta tecnologia al primo ignorante di turno.Per una biblioteca Linux e' perfetto.L'elevato costo previsto per ua migrazione del genere lo puoi tradurre in- grossi difetti architetturali e concettuali nell' infrastruttura IT- parzialita' della valutazione (leggi malafede)- incompetenza degli analisti
        • Anonimo scrive:
          Re: rifare tutto il software
          vb6 ?!!! Versione express ?!!!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • AnyFile scrive:
          Re: rifare tutto il software
          - Scritto da:
          Sei tu che non capisci. Il gestionale di una
          biblioteca deve essere web based, non simile ai
          gestionali VB6 monoutente che spacci e vendi come
          alta tecnologia al primo ignorante di
          turno.

          Per una biblioteca Linux e' perfetto.
          Ma infatti, per i computer che devono usare gli utenti basta usare una distribuzione (standard o fatta apposta o customizzata) ed hanno tutto quello che gli serve. Se si vuole far conultare il catalogo, fargli fare richieste di prestiti (e volendo farlo navagare su internet)allora c'e'e gia' tutto quello che serve.L'unico requisito richiesto non sta nei computer che devono usare gli utenti tanto nel server. il server deve essere in grado di accettare richieste standard (ad esempio via http o via telnet). Se non e' cosi' e' il programma usato ora il problema ...Basta creare qualche CD (una volta scelto cosa mettere su CD, questo in effetti e' un costo, ma non penso che possa arrivare a cifre che superano 1000 eur) di installazione, a quel punto basta mettere dentro il CD e si fa l'installazione. Ok per l'installazione ci vuole una persona, e per Win non ci vorrebbe? Ci vuole qualcuno che attacchi il cavo di rete. E per Win non ci vorrebbe? Se si rompre il pc ... e se ci fosse su Win?ecc. ecc.Invece per quanto riguarda il server, quello che tiene il database di tutto il catologo, ecc. qui le cose si complicano, ma nessuno vieta di tenerlo come e' ora. Se invece e' impossibile tenerlo come e' ora perche' usa un sistema proprietario per ccui sarebbe impossibile collegarsi da altri pc (e qui non basterebbe che abbiano su Windows com SO, ma servirebbe allora anche un programma propietario apposito, immagino non gratuito), allora ... ahi .. ahi .. questo e' un pasticcio fatto da chi ha fatto scelte allore di affidarsi a sistemi di cui non siano note le caratteristiche di connessione ... un errore che andrebbe fatto pagare di tasca propria a chi ha commesso l'errore.Questo e' un ottimo motivo per non afidarsi a sistemi tenuti nascosti.la questione non e' tanto sul gratis o sul non gratis, quanto sul fatto che se io oggi compro un prodotto (sia che l'ottengo gratis sia che lo pago) devo poter domani espandare il sistema. Se invece sono obbligato a comprare nuove licenze da loro (perche' altrimenti l'unica altra possibilita' e' buttare via tutto e ricominciare da capo) ecco che sono sotto il loro monopolio e possono fare il prezzo che vogliono e io sono costretto a pagare.
          L'elevato costo previsto per ua migrazione del
          genere lo puoi tradurre
          in

          - grossi difetti architetturali e concettuali
          nell' infrastruttura
          IT
          - parzialita' della valutazione (leggi malafede)
          - incompetenza degli analistiMa appunto che spieghino dove sarebbero questo costi. Troppo facile dire csta e basta. Da dove vengono questi costi?
    • Anonimo scrive:
      Re: rifare tutto il software
      Non succede mai che una singola biblioteca si metta a sviluppare un software di gestione, se ne occupa il sistema bibliotecario che spesso raggruppa più città se non ha una gestione a livello nazionale, di fatto sono servizi server oriented e sulla singola postazione paghi zero euro...
      • Anonimo scrive:
        Re: rifare tutto il software
        - Scritto da:
        Non succede mai che una singola biblioteca si
        metta a sviluppare un software di gestione, se ne
        occupa il sistema bibliotecario che spesso
        raggruppa più città se non ha una gestione a
        livello nazionale, di fatto sono servizi server
        oriented e sulla singola postazione paghi zero
        euro...e il costo dell'hardware (assicurandosi che sia compatibile con linux), il costo della persona che ti installa e ti configura la distribuzione linux per la tua connessione il corso per insegnare ai commessi a lanciare il programma stampare etc etc... che tutto questo costi zero mi sembra davvero un pò dura
        • Anonimo scrive:
          Re: rifare tutto il software
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Non succede mai che una singola biblioteca si

          metta a sviluppare un software di gestione, se
          ne

          occupa il sistema bibliotecario che spesso

          raggruppa più città se non ha una gestione a

          livello nazionale, di fatto sono servizi server

          oriented e sulla singola postazione paghi zero

          euro...

          e il costo dell'hardware (assicurandosi che sia
          compatibile con linux), il costo della persona
          che ti installa e ti configura la distribuzione
          linux per la tua connessione il corso per
          insegnare ai commessi a lanciare il programma
          stampare etc etc... che tutto questo costi zero
          mi sembra davvero un pò
          durawindows invece te lo installano e configurano gratis.... Ma per favore. Sfido chiunque a trovarmi un bibliotecario che non sappia usare firefox e thunderbird e non riesca a stampare con kde o gnome :D :D :D :D
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Non succede mai che una singola biblioteca si


            metta a sviluppare un software di gestione, se

            ne


            occupa il sistema bibliotecario che spesso


            raggruppa più città se non ha una gestione a


            livello nazionale, di fatto sono servizi
            server


            oriented e sulla singola postazione paghi zero


            euro...



            e il costo dell'hardware (assicurandosi che sia

            compatibile con linux), il costo della persona

            che ti installa e ti configura la distribuzione

            linux per la tua connessione il corso per

            insegnare ai commessi a lanciare il programma

            stampare etc etc... che tutto questo costi zero

            mi sembra davvero un pò

            dura


            windows invece te lo installano e configurano
            gratis.... Ma per favore. Sfido chiunque a
            trovarmi un bibliotecario che non sappia usare
            firefox e thunderbird e non riesca a stampare con
            kde o gnome :D :D :D
            :DIo ho avuto gente che dopo aver aggiornato da windows 98 a XP mi ha telefonato per chiedermi come si spegneva il computer e questo dice tutto...
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software

            Io ho avuto gente che dopo aver aggiornato da
            windows 98 a XP mi ha telefonato per chiedermi
            come si spegneva il computer e questo dice
            tutto...
            Smetti di dire a cani e porci che sei un mago del pc e non ti telefonano più.
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            - Scritto da:

            Io ho avuto gente che dopo aver aggiornato da

            windows 98 a XP mi ha telefonato per chiedermi

            come si spegneva il computer e questo dice

            tutto...


            Smetti di dire a cani e porci che sei un mago del
            pc e non ti telefonano
            più.Intanto ciò non cambia che c'è gente che se gli cambi perfino un menu di avvio non ti sa più spegnere il computer nonostante ci sia sempre scritto "Spegni computer" a fianco del tasto.
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software

            Intanto ciò non cambia che c'è gente che se
            gli
            cambi perfino un menu di avvio non ti sa più
            spegnere il computer nonostante ci sia sempre
            scritto "Spegni computer" a fianco del
            tasto.
            Ne sono convinto anchio ma stranamente la cosa non mi turba affatto. Evidentemente sei un perfezionista del pc e la cosa sconvolge il tuo perfetto lato estetico della vita.
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            - Scritto da:

            Intanto ciò non cambia che c'è gente che se
            gli

            cambi perfino un menu di avvio non ti sa più

            spegnere il computer nonostante ci sia sempre

            scritto "Spegni computer" a fianco del

            tasto.


            Ne sono convinto anchio ma stranamente la cosa
            non mi turba affatto. Evidentemente sei un
            perfezionista del pc e la cosa sconvolge il tuo
            perfetto lato estetico della
            vita.E allora come fai a dire che sia impossibile trovarti un bibliotecario incapace di usare gnome firefox e thunderbird?
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software

            E allora come fai a dire che sia impossibile
            trovarti un bibliotecario incapace di usare
            gnome firefox e thunderbird?
            Forse ti sfugge il fatto che i bibliotecari, in Inghilterra come in Italia, vengono pagati a orequindi per loro usare Windows, Linux, il pallottoliere o un martello da fabbro è perfettamente uguale. Nel caso è stata la giunta, e non certo io, a decidere così. Inoltra protesta a loro e forse, ma non ci conterei troppo, otterrai qualcosa. Qui su PI puoi scrivere quanto vuoi ma la giunta di Birmingham proprio non ti prende in considerazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            - Scritto da:

            E allora come fai a dire che sia impossibile

            trovarti un bibliotecario incapace di usare

            gnome firefox e
            thunderbird?


            Forse ti sfugge il fatto che i bibliotecari, in
            Inghilterra come in Italia, vengono pagati a
            ore
            quindi per loro usare Windows, Linux, il
            pallottoliere o un martello da fabbro è
            perfettamente uguale. Nel caso è stata la giunta,
            e non certo io, a decidere così. Inoltra protesta
            a loro e forse, ma non ci conterei troppo,
            otterrai qualcosa. Qui su PI puoi scrivere quanto
            vuoi ma la giunta di Birmingham proprio non ti
            prende in
            considerazione.Abbiamo un consulente del comune di Birmingham da queste parti ?
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            E allora come fai a dire che sia impossibile


            trovarti un bibliotecario incapace di usare


            gnome firefox e

            thunderbird?




            Forse ti sfugge il fatto che i bibliotecari, in

            Inghilterra come in Italia, vengono pagati a

            ore

            quindi per loro usare Windows, Linux, il

            pallottoliere o un martello da fabbro è

            perfettamente uguale. Nel caso è stata la
            giunta,

            e non certo io, a decidere così. Inoltra
            protesta

            a loro e forse, ma non ci conterei troppo,

            otterrai qualcosa. Qui su PI puoi scrivere
            quanto

            vuoi ma la giunta di Birmingham proprio non ti

            prende in

            considerazione.


            Abbiamo un consulente del comune di Birmingham da
            queste parti
            ?Anche più di uno... in viaggio turistico a Roma, Venezia e Firenze. Viaggio gentilmente offerto da [$$$grossa multinazionale del software$$$]...
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            La cosa ti sconvolge perchè se lo fai per lavoro e non per hobby loro ti pagano per chiamare e quindi sei obbligato a rispondere.Siccome questi elementi con cui tu la fai tanto facile xchè non ci hai mai avuto a che fare e che sono il 60%(e sono stato molto buono) degli utilizzatori di PC nelle aziende alla fine della giornata per una cosa che a te non "turba" a me han fatto perdere quasi mezza giornata in tutto per cose del tipo: "Ah Ecco!Non funziona piu la posta!(perdi 10 minuti al telefono per cercare di capire con un rinco che dall'altra parte manco sa di cosa si stia parlando e ti continua a rispondere solo con la frase a me non va la posta, alla fine ti colleghi in remoto e cosa scopri?Che il deficente ha messo in ordine alfabetico la posta e non per data e quindi le ultime e-mail non venivano viste in testa)"alla fine mi ha fatto perdere quasi 30 minuti per una cazzata.Secondo te è cosi facile allora fare un cambio netto e dire agli utenti adattatevi?

            Intanto ciò non cambia che c'è gente che se
            gli

            cambi perfino un menu di avvio non ti sa più

            spegnere il computer nonostante ci sia sempre

            scritto "Spegni computer" a fianco del

            tasto.


            Ne sono convinto anchio ma stranamente la cosa
            non mi turba affatto. Evidentemente sei un
            perfezionista del pc e la cosa sconvolge il tuo
            perfetto lato estetico della
            vita.
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Io ho avuto gente che dopo aver aggiornato da


            windows 98 a XP mi ha telefonato per chiedermi


            come si spegneva il computer e questo dice


            tutto...




            Smetti di dire a cani e porci che sei un mago
            del

            pc e non ti telefonano

            più.

            Intanto ciò non cambia che c'è gente che se gli
            cambi perfino un menu di avvio non ti sa più
            spegnere il computer nonostante ci sia sempre
            scritto "Spegni computer" a fianco del
            tasto.Capirai la differenza tra tra linux+kde e win dal punto di vista dell'identificazione delle funzioni essenziali (email,browser etc...) la differenza è zero....
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:



            Io ho avuto gente che dopo aver aggiornato
            da



            windows 98 a XP mi ha telefonato per
            chiedermi



            come si spegneva il computer e questo dice



            tutto...






            Smetti di dire a cani e porci che sei un mago

            del


            pc e non ti telefonano


            più.



            Intanto ciò non cambia che c'è gente che se gli

            cambi perfino un menu di avvio non ti sa più

            spegnere il computer nonostante ci sia sempre

            scritto "Spegni computer" a fianco del

            tasto.

            Capirai la differenza tra tra linux+kde e win dal
            punto di vista dell'identificazione delle
            funzioni essenziali (email,browser etc...) la
            differenza è
            zero....Ma scusa se ti ho detto che c'è gente che non si ritrova manco cambiando windows secondo te ci si ritrova usando linux?
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:




            Io ho avuto gente che dopo aver aggiornato

            da




            windows 98 a XP mi ha telefonato per

            chiedermi




            come si spegneva il computer e questo dice




            tutto...








            Smetti di dire a cani e porci che sei un
            mago


            del



            pc e non ti telefonano



            più.





            Intanto ciò non cambia che c'è gente che se
            gli


            cambi perfino un menu di avvio non ti sa più


            spegnere il computer nonostante ci sia sempre


            scritto "Spegni computer" a fianco del


            tasto.



            Capirai la differenza tra tra linux+kde e win
            dal

            punto di vista dell'identificazione delle

            funzioni essenziali (email,browser etc...) la

            differenza è

            zero....

            Ma scusa se ti ho detto che c'è gente che non si
            ritrova manco cambiando windows secondo te ci si
            ritrova usando
            linux?E con questo hai dimostrato di non aver mai usato KDE... La MS nel passaggio 9x -
            XP ha provato, con scarsi risultati, a rivoluzionare il menù start di windows ed il centro controllo , questo ha confuso l'utente inesperto. Il problema con KDE non si pone:clicca sulla K-
            internet -
            firefox lo sa fare chiunque, questo senza considerare le icone sul desktop.
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:





            Io ho avuto gente che dopo aver
            aggiornato


            da





            windows 98 a XP mi ha telefonato per


            chiedermi





            come si spegneva il computer e questo
            dice





            tutto...










            Smetti di dire a cani e porci che sei un

            mago



            del




            pc e non ti telefonano




            più.







            Intanto ciò non cambia che c'è gente che se

            gli



            cambi perfino un menu di avvio non ti sa più



            spegnere il computer nonostante ci sia
            sempre



            scritto "Spegni computer" a fianco del



            tasto.





            Capirai la differenza tra tra linux+kde e win

            dal


            punto di vista dell'identificazione delle


            funzioni essenziali (email,browser etc...) la


            differenza è


            zero....



            Ma scusa se ti ho detto che c'è gente che non si

            ritrova manco cambiando windows secondo te ci si

            ritrova usando

            linux?


            E con questo hai dimostrato di non aver mai usato
            KDE... La MS nel passaggio 9x -
            XP ha provato,
            con scarsi risultati, a rivoluzionare il menù
            start di windows ed il centro controllo , questo
            ha confuso l'utente inesperto. Il problema con
            KDE non si
            pone:
            clicca sulla K-
            internet -
            firefox lo sa fare
            chiunque, questo senza considerare le icone sul
            desktop.Secondo te se uno non sa vedere il "Spegni computer" nel menu di avvio di XP nonostante ci sia scritto chiaro e tondo saprà trovare firefox nel menu di avvio di KDE? Ne dubito.
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:









            - Scritto da:






            Io ho avuto gente che dopo aver

            aggiornato



            da






            windows 98 a XP mi ha telefonato per



            chiedermi






            come si spegneva il computer e questo

            dice






            tutto...












            Smetti di dire a cani e porci che sei un


            mago




            del





            pc e non ti telefonano





            più.









            Intanto ciò non cambia che c'è gente che
            se


            gli




            cambi perfino un menu di avvio non ti sa
            più




            spegnere il computer nonostante ci sia

            sempre




            scritto "Spegni computer" a fianco del




            tasto.







            Capirai la differenza tra tra linux+kde e
            win


            dal



            punto di vista dell'identificazione delle



            funzioni essenziali (email,browser etc...)
            la



            differenza è



            zero....





            Ma scusa se ti ho detto che c'è gente che non
            si


            ritrova manco cambiando windows secondo te ci
            si


            ritrova usando


            linux?





            E con questo hai dimostrato di non aver mai
            usato

            KDE... La MS nel passaggio 9x -
            XP ha provato,

            con scarsi risultati, a rivoluzionare il menù

            start di windows ed il centro controllo , questo

            ha confuso l'utente inesperto. Il problema con

            KDE non si

            pone:

            clicca sulla K-
            internet -
            firefox lo sa fare

            chiunque, questo senza considerare le icone sul

            desktop.

            Secondo te se uno non sa vedere il "Spegni
            computer" nel menu di avvio di XP nonostante ci
            sia scritto chiaro e tondo saprà trovare firefox
            nel menu di avvio di KDE? Ne
            dubito.Considerando che sotto kde hai un bottoncione rosso è probabile che gli venga più facile sotto kde che sotto win. Comunque mi confermi che l'interfaccia di XP non è intuitiva...
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            - Scritto da:
            Considerando che sotto kde hai un bottoncione
            rosso è probabile che gli venga più facile sotto
            kde che sotto win. Comunque mi confermi che
            l'interfaccia di XP non è
            intuitiva...Secondo te è più facile vedere un bottone rosso o un bottone rosso con scritto "Spegni computer" a fianco? L'interfaccia di XP è intuitiva ma c'è sempre gente che appena gli cambi qualcosa dà i numeri.
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Considerando che sotto kde hai un bottoncione

            rosso è probabile che gli venga più facile sotto

            kde che sotto win. Comunque mi confermi che

            l'interfaccia di XP non è

            intuitiva...

            Secondo te è più facile vedere un bottone rosso o
            un bottone rosso con scritto "Spegni computer" a
            fianco? L'interfaccia di XP è intuitiva ma c'è
            sempre gente che appena gli cambi qualcosa dà i
            numeri.Considerando che il bottone di kde è bello in vista e con scritto sotto termina la sessione, che se clicchi il tasto dx del mouse ti viene data la stessa possibilità e che per arrivare a quello di win devi cliccare prima su avvio e girare gli occhi a dx , decisamente è più facile vedere quello di kde.... Sia chiaro ragioniamo in termini di lotta tra imbranati :)
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software

            Sia chiaro ragioniamo in termini di lotta tra
            imbranati
            :)l'imbranato per spegnere il PC usa l'interrutore e guarda caso XP si chiude e poi il Pc si spegne, senza neanche aprire menu vari.....
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            - Scritto da:


            Sia chiaro ragioniamo in termini di lotta tra

            imbranati

            :)


            l'imbranato per spegnere il PC usa l'interrutore
            e guarda caso XP si chiude e poi il Pc si spegne,
            senza neanche aprire menu
            vari.....Ma guarda... Propri come linux...
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            - Scritto da:


            Sia chiaro ragioniamo in termini di lotta tra

            imbranati

            :)


            l'imbranato per spegnere il PC usa l'interrutore
            e guarda caso XP si chiude e poi il Pc si spegne,
            senza neanche aprire menu
            vari.....ehm... e tu che ne sai? :$
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            Ragionavamo in termini di menù, comunque l'imbranato che usa linux se preme il tasto power vede partire la sequenza di spegnimento, sempre che l'admin non abbia saggiamente deciso di fargli fare il solo logout....
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            Non succede mai che una singola biblioteca
            si



            metta a sviluppare un software di gestione,
            se


            ne



            occupa il sistema bibliotecario che spesso



            raggruppa più città se non ha una gestione a



            livello nazionale, di fatto sono servizi

            server



            oriented e sulla singola postazione paghi
            zero



            euro...





            e il costo dell'hardware (assicurandosi che
            sia


            compatibile con linux), il costo della persona


            che ti installa e ti configura la
            distribuzione


            linux per la tua connessione il corso per


            insegnare ai commessi a lanciare il programma


            stampare etc etc... che tutto questo costi
            zero


            mi sembra davvero un pò


            dura





            windows invece te lo installano e configurano

            gratis.... Ma per favore. Sfido chiunque a

            trovarmi un bibliotecario che non sappia usare

            firefox e thunderbird e non riesca a stampare
            con

            kde o gnome :D :D :D

            :D

            Io ho avuto gente che dopo aver aggiornato da
            windows 98 a XP mi ha telefonato per chiedermi
            come si spegneva il computer e questo dice
            tutto...E tu gli hai consigliato di passare all'interfaccia classica evitandogli problemi suppongo ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software

            windows invece te lo installano e configurano
            gratis.... Ma per favore. Sfido chiunque a
            trovarmi un bibliotecario che non sappia usare
            firefox e thunderbird e non riesca a stampare con
            kde o gnome :D :D :D
            :DIo in una biblioteca universitaria, installata la postazione client ho ricevuto lamentele perche' non trovavano il solitario. :|In compenso il resto non era nulla di nuovo; prima del passaggioa a linux su winzozz avevamo fatto il passaggio a openoffice, firefox, thunderbird...
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software

            Io in una biblioteca universitaria, installata la
            postazione client ho ricevuto lamentele perche'
            non trovavano il solitario.
            :|La prossima volta installagli klondike ;) (gnome games)
    • Alessandrox scrive:
      Re: rifare tutto il software
      - Scritto da:
      pc con windows oem: 130 euroEhhhhh???Windows+HW per quella cifra???Brrrrr quel Pc non lo toccherei nemmeno con un bastone....
    • Anonimo scrive:
      Re: rifare tutto il software

      Software di gestione della biblioteca:zero euro: http://www.fedora.info/
      • Anonimo scrive:
        Re: rifare tutto il software
        - Scritto da:

        Software di gestione della biblioteca:

        zero euro: http://www.fedora.info/Ah fedora ora è un sistema di gestione delle biblioteche? Complimenti se non ci fossi tu a illuminarci saremmo perduti!
        • Anonimo scrive:
          Re: rifare tutto il software
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          Software di gestione della biblioteca:



          zero euro: http://www.fedora.info/

          Ah fedora ora è un sistema di gestione delle
          biblioteche? Complimenti se non ci fossi tu a
          illuminarci saremmo
          perduti!Beh, qualcuno ad inizio thread ha sostenuto che una biblioteca potevi gestirla con Windows ed OpenOffice, quindi dovresti poterla gestire anche con Fedora e OpenOffice, non ti pare ?Ti sembra una cazzata ? Anche a me... Ma vallo a dire a chi ha aperto il thread...
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software



            zero euro: http://www.fedora.info/

            Ah fedora ora è un sistema di gestione delle biblioteche?
            quindi dovresti poterla gestire anche
            con Fedora e OpenOffice, non ti paresob... ma almeno clickare sul link che ho postato e leggere 2 righe della relativa pagina prima di rispondere... no eh?"Fedora open source software gives organizations a flexible service-oriented architecture for managing and delivering their digital content.""Some examples of applications that are built upon Fedora include library collections management, multimedia authoring systems, archival repositories, institutional repositories, and digital libraries for education."
          • Anonimo scrive:
            Re: rifare tutto il software
            Se non è un'icona con un teschio sopra non ci cliccano :D :D :D :D :D
      • Anonimo scrive:
        Re: rifare tutto il software
        - Scritto da:

        Software di gestione della biblioteca:

        zero euro: http://www.fedora.info/Io uso questo per i miei libri, 300 circa:http://alexandria.rubyforge.org/
        • outkid scrive:
          Re: rifare tutto il software
          alla mensa universitaria dell'universita' di bari il controllo dei tesserini avviene su un sw che gira su redhat (o fedora nn so).. credo che sia cosi' per tutti gli edisu.. e credo che ogni sw special prupose per grandi infrastrutture centralizzate abbia un costo tendente a zero indipendentemente dal SO per il quale lo si commissiona.. quindi.. perche' pagare anche il SO stesso? e se proprio lo devi pagare.. perche' usare quella merda di windows? quando rilasceranno un windows decente ed al passo coi tempi dal punto di vista della sicurezza.. questo discorso avra' meno senso.. ma e' dal tempo dei virus nei floppy che windows e' il veicolo principale per mandare a puttane denaro e lavoro..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 novembre 2006 01.41-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: rifare tutto il software
      - Scritto da:
      pc con windows oem: 130 euro
      office 200 o open office gratis.
      Con max 330 euro hai creato una postazione.
      Software di gestione della biblioteca:
      6 mesi di lavoro di 4 programmatori, considerando
      uno stipendio di 1000 euro (con le tasse 2000)
      fanno un totale di

      2000*4*6=48000 euro.
      Ben 8000 euro al mese, pari a 20 postazioni.
      Il software è una briciola rispetto all'avere
      software pronto e semplicità di
      sviluppo.
      ammesso che devi rifarne anche tanto, lo fai una volta sola poi puoi trattare a calci in culo ballmer e soci: così continui a spendere un mare di denaro per sempre, cosa da imbecilli patentati
    • FDG scrive:
      Re: rifare tutto il software
      - Scritto da:
      2000*4*6=48000 euro.
      Ben 8000 euro al mese, pari a 20 postazioni.
      Il software è una briciola rispetto all'avere
      software pronto e semplicità di
      sviluppo.Se il software viene sviluppato in open source, il costo viene diviso tra gli interessati, ovvero le biblioteche.L'open source è un metodo per ottimizzare i costi. Una questione al momento non ancora compresa da molti.
    • Anonimo scrive:
      pc con windows oem: 130 euro
      dove grazie ?
  • outkid scrive:
    costa troppo..
    e si.. meglio pagare qualche MEGASOFTWARE HOUSE (o hause?) per il sistema operativo, l'antivirus, l'antiquesto ed antiquestaltro che creare posti di lavoro per persone reali nella propria citta'.potrebbe anche costare di piu' (e non credo) sul breve termine.. ma mi sa che l'addetto alla calcolatrice tralasci qualcosa nei suoi calcoli.. clap clap clap.
    • Anonimo scrive:
      Re: costa troppo..
      Eh, beh... UK e EIRE sono feudi di M$... Cosa ci si aspettava ?
      • outkid scrive:
        Re: costa troppo..
        una minore occupazione sara' sempre un problema per la societa'.non sto dicendo che bisogna inventarsi i lavori come fa il meccanico quando vai con una candela non funzionante e ti cambia la testata.. ma il TCO e' una truffa.. per sverminare e fare tante operazioni delicate su macchine che contengono dati sensibili e/o delicati e/o importanti.. voglio vedere se chiamano gli incompetenti che windows possono installarlo e gestirlo nel breve termine.windows e' caduco ad attacchi e fughe di informazioni. questo e' un fatto.ci possono essere valide (?) soluzioni integrate come, che ne so, le varie suite nortono mcafe.. ma quelle le paghi a riga(di codice) d'oro.
        • Anonimo scrive:
          Re: costa troppo..
          - Scritto da: outkid
          una minore occupazione sara' sempre un problema
          per la
          societa'.Argomento fallace il tuo. In realtà anche nel software servono sempre meno manovali (programmatori) e sempre più ultraspecializzati (quelli che purtroppo non ci sono).
          non sto dicendo che bisogna inventarsi i lavoriStai dicendo proprio questo. E' una visione da "lavoro socialmente utile".
          come fa il meccanico quando vai con una candela
          non funzionante e ti cambia la testata.. ma il
          TCO e' una truffa.. per sverminare e fare tante
          operazioni delicate su macchine che contengono
          dati sensibili e/o delicati e/o importanti..Non è chiaro cosa vuoi dire. Il TCO di una macchina Windows XP in una rete Active Directory è praticamente ridicolo. Su LINUX devi usare un mucchio di tool per fare le stesse cose e questi tool spesso non sono integrati.
          voglio vedere se chiamano gli incompetenti che
          windows possono installarlo e gestirlo nel breve
          termine.Forse non hanno incompetenti ed è vero che un buon sistema Windows (parlo di rete con migliaia di PC) può essere gestito da un gruppo minimale di persone. Non è altrettanto vero per LINUX che non ha gli stessi strumenti (ma li ha Novell e, incidentalmente, sono proprietari).
          windows e' caduco ad attacchi e fughe di
          informazioni. questo e' un
          fatto.Dipende da come è gestito e configurato.
          ci possono essere valide (?) soluzioni integrate
          come, che ne so, le varie suite nortono mcafe..
          ma quelle le paghi a riga(di codice)
          d'oro.Le paghi una cifra ridicola, qualcosa come 15 all'anno per postazione. Un costo minimale.
          • outkid scrive:
            Re: costa troppo..

            Stai dicendo proprio questo. E' una visione da
            "lavoro socialmente
            utile".All'interno dei bilanci di un comune sara' sempre un vantaggio, nonche' un'opportunita' per i piu' giovani.. ma vabe'..
            Non è chiaro cosa vuoi dire. Il TCO di una
            macchina Windows XP in una rete Active Directory
            è praticamente ridicolo. Su LINUX devi usare un
            mucchio di tool per fare le stesse cose e questi
            tool spesso non sono integrati.Non mi sembra che io abbia detto che le soluzioni proprietarie siano un male da debellare.. sto dicendo che Windows, almeno fino ad Xp compreso, e' una sola di sistema operativo, concettualmente e potenzialmente stupendo ma una volta up&running ti da non pochi sbattimenti e necessita di accorgimenti notevoli per non farlo piantare per uno dei miliardi di motivi a cui porge il fianco.Linux e' molto meglio sul lungo termine anzi, piu' ci si investe, solamente usandolo gratuitamente, piu' questo lungo termine si restringe.
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..
            - Scritto da: outkid

            Stai dicendo proprio questo. E' una visione da

            "lavoro socialmente

            utile".

            All'interno dei bilanci di un comune sara' sempre
            un vantaggio, nonche' un'opportunita' per i piu'
            giovani.. ma
            vabe'..

            Non è chiaro cosa vuoi dire. Il TCO di una

            macchina Windows XP in una rete Active Directory

            è praticamente ridicolo. Su LINUX devi usare un

            mucchio di tool per fare le stesse cose e questi

            tool spesso non sono integrati.

            Non mi sembra che io abbia detto che le soluzioni
            proprietarie siano un male da debellare.. sto
            dicendo che Windows, almeno fino ad Xp compreso,
            e' una sola di sistema operativo, concettualmente
            e potenzialmente stupendo ma una volta up&running
            ti da non pochi sbattimenti e necessita di
            accorgimenti notevoli per non farlo piantare per
            uno dei miliardi di motivi a cui porge il
            fianco.
            Linux e' molto meglio sul lungo termine anzi,
            piu' ci si investe, solamente usandolo
            gratuitamente, piu' questo lungo termine si
            restringe.Io una volta che ho installato XP e 2000 per bene con programmi,drivers&c creo un utente limitato e non mi sembra di aver mai avuto sbattimenti oltre a quello. Se hanno problemi c'è un altro utente sempre limitato di emergenza e un sistema di backup automatico con cui ripristinare i dati.
          • outkid scrive:
            Re: costa troppo..
            salvare i dati e' un conto.. salvare il sistema e' un altro.quando sbuca un worm e ti "scapocchia" il sistema che fai?recuperi i dati, certo.poi reinstalli? tempo e denaro al sistemista di turno.cosa dici? usi i backup del sistema? e che fai? ripristini un sistema che non sai quando e' stato corrotto, provi a ripararlo ignorando come e' stato corrotto? in linea di massima se su win becchi un worm non e' sicuro per te non formattare.. la tecnologia virale e' piu' rapida centinaia di volte rispetto a microsoft quando si parla di attaccodifesa. ho trovato il codice di virus salvato nelle chiavi di registro ed altre cose molto esotiche.. questo nel TCO e' dichiarato?
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..
            - Scritto da: outkid
            salvare i dati e' un conto.. salvare il sistema
            e' un
            altro.
            quando sbuca un worm e ti "scapocchia" il sistema
            che
            fai?Aggiornamenti automatici e non succede.
            recuperi i dati, certo.
            poi reinstalli? tempo e denaro al sistemista di
            turno.Con gli utenti limitati è ancora più difficile che si possano prendere virus. Gli capita di prendere un virus? Passano all'utente limitato di emergenza.
            cosa dici? usi i backup del sistema? e che fai?Backup col ghost a windows appena installato con tutte le applicazioni a posto, backup dei dati automatico.
            ripristini un sistema che non sai quando e' stato
            corrotto, provi a ripararlo ignorando come e'
            stato corrotto?Mi basta ripristinare l'immagine ghost, ripristinare i dati di backup dell'utente. Difficile? Per niente.
            in linea di massima se su win
            becchi un worm non e' sicuro per te non
            formattare.. la tecnologia virale e' piu' rapida
            centinaia di volte rispetto a microsoft quando si
            parla di attaccodifesa. ho trovato il codice di
            virus salvato nelle chiavi di registro ed altre
            cose molto esotiche.. questo nel TCO e'
            dichiarato?Se usi gli utenti limitati e il PC è aggiornato i danni si limitano solo all'utente.Se tu invece pretendi di dare privilegi di amministratore a un utente qualsiasi allora ti cerchi i danni. Daresti mai il root a un utente?
          • outkid scrive:
            Re: costa troppo..
            Dici quello che pensi o pensi quello che dici?
          • TheLoneGunman scrive:
            Re: costa troppo..
            - Scritto da: outkid
            Dici quello che pensi o pensi quello che dici?Leggendo una delle tue risposte in questo thread (ovvero "un giorno ci sveglieremo e Microsoft sara' solo un brutto ricordo del passato.") mi sorge il dubbio che ti piaccia fare il polemico anti-MS screditando qualsiasi soluzione ti venga proposta. E' solo una mia impressione?P.S. non sono quello di prima.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 novembre 2006 03.13-----------------------------------------------------------
          • outkid scrive:
            Re: costa troppo..
            e' chiaro che stessi scherzando.. c'era tanto di faccina.. ed ho fatto la stessa psedudo-polemica sul big-brother google.Imho poteri troppo centralizzati, come quello economico e di gestione delle informazioni, di cui godono ms e google e' un male anche se le soluzioni offerte sono ottime.infatti windows tendo a non utilizzarlo, o lo uso come userei netbsd, a scopo puramente didattico mentre uso google, che invece mi offre il motore di ricerca piu' soddisfacente.. e non di rado mi capita di cercare altre soluzioni. :)
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..
            Ma ti rendi conto di quello che hai scritto?Con Windows sia la complessità delle installazioni che della manutenzione è 2 unità di grandezza maggiore che con Linux.Windows non è affatto semplice ed obbliga ad una manutenzione ed un controllo continuo specie se lo devi dare in mano a personale che lo userà come non fosse suo, ossia il dipendente pubblico che se ne frega dei danni che può causare.Stai parlando di antivirus, firewall centralizzati più firewall sulle singole macchine, software di backup, tutte licenze da aggiungere a quelle del sistema operativo e del software di produttività.Con Linux hai già tutto di serie, i backup della home dell'utente se li fa automaticamente rsync con uno script in anacron buttandoli in un file server remoto, l'antivirus non serve e non serve neppure il firewall sulla macchina se l'installazione non ha nessun servizio di rete attivo.Ci vuole solo un tecnico del CED skillato per scegliere le tecnologie giuste da usare su Linux e saperle usare.A Birmingham hanno fatto una scelta politica oppure stanno giustificando la mancanza di qualsiasi competenza interna nell'opensource o il non sapere a chi rivolgersi.
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..
            - Scritto da:
            Ma ti rendi conto di quello che hai scritto?

            Con Windows sia la complessità delle
            installazioni che della manutenzione è 2 unità di
            grandezza maggiore che con
            Linux.Dipende dove lo devi installare. Se lo devi installare su pc singoli o su un'intera rete gestita tramite policies da un server centrale.

            Windows non è affatto semplice ed obbliga ad una
            manutenzione ed un controllo continuo specie se
            lo devi dare in mano a personale che lo userà
            come non fosse suo, ossia il dipendente pubblico
            che se ne frega dei danni che può
            causare.Appunto per quello ho detto di utilizzare un utente limitato per impedirgli di fare danni.

            Stai parlando di antivirus, firewall
            centralizzati più firewall sulle singole
            macchine, software di backup, tutte licenze da
            aggiungere a quelle del sistema operativo e del
            software di
            produttività.No io ho semplicemente parlato di sistemi di backup decenti, visto che la persona precedente diceva che bisognava FORMATTARE ogni volta.Se tu fai un'installazione seria allora installi windows, i programmi, configuri tutti poi usi PREINST per reimpacchettare l'installazione (in modo da poterla riutilizzare su un altro pc se l'hardware del pc attuale si rompe) e fai un backup col ghost che ti salvi in un dvd pronto all'uso.

            Con Linux hai già tutto di serie, i backup della
            home dell'utente se li fa automaticamente rsync
            con uno script in anacron buttandoli in un file
            server remoto, l'antivirus non serve e non serve
            neppure il firewall sulla macchina se
            l'installazione non ha nessun servizio di rete
            attivo.I backup automatici può farli anche XP tramite la sua utility integrata (e non dire che fa schifo che è della veritas).XP con aggiornamenti automatici mi sembra abbastanza sicuro. Dipende cosa ci deve fare la persona a cui dai il computer. Se ad esempio usa solo il suo bel gestionale via web e nulla più allora l'antivirus non serve.

            Ci vuole solo un tecnico del CED skillato per
            scegliere le tecnologie giuste da usare su Linux
            e saperle
            usare.Hai detto poco.
            A Birmingham hanno fatto una scelta politica
            oppure stanno giustificando la mancanza di
            qualsiasi competenza interna nell'opensource o il
            non sapere a chi
            rivolgersi.
            Sarà per il secondo motivo.
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..
            - Scritto da:
            Le paghi una cifra ridicola, qualcosa come 15
            all'anno per postazione. Un costo minimale.15x1500 PC.22.500 euro l'anno per l'abbonamento all'antivius, lo stipendio di un amministrativo tipo per pagare l'abbonamento ad un software che con Linux sarebbe superfluo.Intelligenti!
    • Anonimo scrive:
      Re: costa troppo..
      - Scritto da: outkid
      e si.. meglio pagare qualche MEGASOFTWARE HOUSE
      (o hause?) per il sistema operativo, l'antivirus,
      l'antiquesto ed antiquestaltro che creare posti
      di lavoro per persone reali nella propria
      citta'.
      potrebbe anche costare di piu' (e non credo) sul
      breve termine.. ma mi sa che l'addetto alla
      calcolatrice tralasci qualcosa nei suoi calcoli..
      clap clap
      clap.Le aziende che offrono supporto a Linux sono carissime, chi dice il contrario è di parte.E un comune deve avere il supporto, non è mica un privato che usa Linux sul suo pc a casa.
      • Anonimo scrive:
        Re: costa troppo..
        L'ha detto mio cuggggino :D :D :D :D
        • Anonimo scrive:
          Re: costa troppo..
          - Scritto da:
          L'ha detto mio cuggggino :D :D :D :D
          No lo dicono qui i vari sparagestionali per Linux che prendono il triplo dei colleghi con winzozz perchè loro sono fighi.
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            L'ha detto mio cuggggino :D :D :D :D


            No lo dicono qui i vari sparagestionali per Linux
            che prendono il triplo dei colleghi con winzozz
            perchè loro sono
            fighi.Proprio quello che fa mio cugggggino :D :D :D :Dtu pensa lui sostiene che tutti gli sparagestionali dovrebbero usare MS Vista e Office 07 (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl), perchè costa meno (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..

            Proprio quello che fa mio cugggggino :D :D :D :D
            tu pensa lui sostiene che tutti gli
            sparagestionali dovrebbero usare MS Vista e
            Office 07 (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl), perchè
            costa meno
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Vive a Monaco o a Birmingham tuo cuggino?
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..
            - Scritto da:

            Proprio quello che fa mio cugggggino :D :D :D
            :D

            tu pensa lui sostiene che tutti gli

            sparagestionali dovrebbero usare MS Vista e

            Office 07 (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl), perchè

            costa meno

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)


            Vive a Monaco o a Birmingham tuo cuggino?E' un giramondo va dove tira il vento :D :D :D :D
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..
            - Scritto da:

            Proprio quello che fa mio cugggggino :D :D :D
            :D

            tu pensa lui sostiene che tutti gli

            sparagestionali dovrebbero usare MS Vista e

            Office 07 (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl), perchè

            costa meno

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)


            Vive a Monaco o a Birmingham tuo cuggino? A monaco è un po dura visto che stanno migrando16.000 computer a debian: non sono scemi
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..


            Vive a Monaco o a Birmingham tuo cuggino?
            A monaco è un po dura visto che stanno migrando
            16.000 computer a debian: non sono scemi
            Non saranno scemi ma lenti lo sono due anni che migrano, tutto gratis ovviamente.
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..
            - Scritto da:


            Vive a Monaco o a Birmingham tuo cuggino?

            A monaco è un po dura visto che stanno migrando

            16.000 computer a debian: non sono scemi


            Non saranno scemi ma lenti lo sono due anni che
            migrano, tutto gratis
            ovviamente.Sì sì, immagino già i tecnici linux cantare in un girotondo tutti in coro attorno alle PA di monaco dalla felicità di lavorare gratis.
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..

            Sì sì, immagino già i tecnici linux cantare in un
            girotondo tutti in coro attorno alle PA di monaco
            dalla felicità di lavorare
            gratis.
            Le ultime notizie qui su pi erano che avevano rimandato la migrazione a primavera, la primavera passata è appunto passata, la prossima magari vedremo stormi di pinguini migrare verso Monaco chissà. Al momento sono in tuttaltre faccende affaccendati.
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..
            Piu' probabilmente la "migrazione" resterà lettera morta, e resteranno a Windows, come Birmingham.
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..
            - Scritto da:
            Piu' probabilmente la "migrazione" resterà
            lettera morta, e resteranno a Windows, come
            Birmingham.
            Dici pure più certamente, grammaticamente è sbagliato ma molto realistico.
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            Vive a Monaco o a Birmingham tuo cuggino?


            A monaco è un po dura visto che stanno
            migrando


            16.000 computer a debian: non sono scemi




            Non saranno scemi ma lenti lo sono due anni che

            migrano, tutto gratis

            ovviamente.

            Sì sì, immagino già i tecnici linux cantare in un
            girotondo tutti in coro attorno alle PA di monaco
            dalla felicità di lavorare
            gratis.No, immaginati i tecnici delle aziende di monaco lavorare per il comune mentre gli ingegneri italiani rispondono alla zia maria dal loro bellissimo posto nel call centerPoveraccio, fai proprio schifo: difendere chi ci toglie il lavoro.
          • Anonimo scrive:
            Fai pena...
            - Scritto da:
            No, immaginati i tecnici delle aziende di monaco
            lavorare per il comune mentre gli ingegneri
            italiani rispondono alla zia maria dal loro
            bellissimo posto nel call
            centerI tecnici costano caro mio e per amministrare un sistema linux visto che tali tecnici sono più rari si fanno pagare di più.
            Poveraccio, fai proprio schifo: difendere chi ci
            toglie il
            lavoro.Se c'è qui qualcuno che fa schifo sei te, che non sai parlare civilmente senza ricorrere a insulti. FAI DAVVERO PENA.
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..
            - Scritto da:


            Vive a Monaco o a Birmingham tuo cuggino?

            A monaco è un po dura visto che stanno migrando

            16.000 computer a debian: non sono scemi


            Non saranno scemi ma lenti lo sono due anni che
            migrano, tutto gratis
            ovviamente.Naturalmente no, alcune società locali possono dare lavoro a ingegneri tedeschiper operare una migrazione non semplice.Certo, c'è anche qualche babbeo che preferisce buttare denaro in assistenzasociale all'uomo piu ricco del mondo, maè solo un patetico masochista che lo vuoleeternamente nel didietro
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..

            Naturalmente no, alcune società locali possono
            dare lavoro a ingegneri
            tedeschi
            per operare una migrazione non semplice.
            Deve esserti sfuggito il fatto che la non semplice migrazione è stata rinviata sine die.
            Certo, c'è anche qualche babbeo che preferisce
            buttare denaro in
            assistenza
            sociale all'uomo piu ricco del mondo, ma
            è solo un patetico masochista che lo vuole
            eternamente nel didietro
            Se non puoi controbattere insulta. Tipico.
      • Anonimo scrive:
        Re: costa troppo..
        - Scritto da:
        Le aziende che offrono supporto a Linux sono
        carissime, chi dice il contrario è di
        parte.Sono d'accordo. Il supporto è caro anche perchè i tool sono abbastanza primitivi. Fondamentalmente oggi con LINUX fai più o meno quello che facevi con NT4 (e sono anche generoso).L'alternativa è usare costose opere di customizzazione (che poi solitamente nessuno in azienda è in grado di gestire o controllare)o software proprietari (quindi Novell o pochi altri - se non vuoi rischiare con qualche aziendina che magari tra poco non esisterà più). In quest'ultima ipotesi non c'è differenza con il software Microsoft.
        • Anonimo scrive:
          Re: costa troppo..
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          Le aziende che offrono supporto a Linux sono

          carissime, chi dice il contrario è di

          parte.

          Sono d'accordo. Il supporto è caro anche perchè i
          tool sono abbastanza primitivi. Fondamentalmente
          oggi con LINUX fai più o meno quello che facevi
          con NT4 (e sono anche
          generoso).

          L'alternativa è usare costose opere di
          customizzazione (che poi solitamente nessuno in
          azienda è in grado di gestire o controllare)o
          software proprietari (quindi Novell o pochi altri
          - se non vuoi rischiare con qualche aziendina che
          magari tra poco non esisterà più). In
          quest'ultima ipotesi non c'è differenza con il
          software
          Microsoft.E' vero win ha novità uniche come la power shell, che vuoi che sia solo 30 anni in ritardo (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:




            Le aziende che offrono supporto a Linux sono


            carissime, chi dice il contrario è di


            parte.



            Sono d'accordo. Il supporto è caro anche perchè
            i

            tool sono abbastanza primitivi. Fondamentalmente

            oggi con LINUX fai più o meno quello che facevi

            con NT4 (e sono anche

            generoso).



            L'alternativa è usare costose opere di

            customizzazione (che poi solitamente nessuno in

            azienda è in grado di gestire o controllare)o

            software proprietari (quindi Novell o pochi
            altri

            - se non vuoi rischiare con qualche aziendina
            che

            magari tra poco non esisterà più). In

            quest'ultima ipotesi non c'è differenza con il

            software

            Microsoft.

            E' vero win ha novità uniche come la power shell,
            che vuoi che sia solo 30 anni in ritardo
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)E i gestionali la usano la powershell, sì sì!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:






            Le aziende che offrono supporto a Linux sono



            carissime, chi dice il contrario è di



            parte.





            Sono d'accordo. Il supporto è caro anche
            perchè

            i


            tool sono abbastanza primitivi.
            Fondamentalmente


            oggi con LINUX fai più o meno quello che
            facevi


            con NT4 (e sono anche


            generoso).





            L'alternativa è usare costose opere di


            customizzazione (che poi solitamente nessuno
            in


            azienda è in grado di gestire o controllare)o


            software proprietari (quindi Novell o pochi

            altri


            - se non vuoi rischiare con qualche aziendina

            che


            magari tra poco non esisterà più). In


            quest'ultima ipotesi non c'è differenza con il


            software


            Microsoft.



            E' vero win ha novità uniche come la power
            shell,

            che vuoi che sia solo 30 anni in ritardo

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            E i gestionali la usano la powershell, sì sì!!!Sorpresona un gestionale lo puoi gestire anche da shell.... :D :D :D :D
          • Anonimo scrive:
            Re: costa troppo..
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:








            Le aziende che offrono supporto a Linux
            sono




            carissime, chi dice il contrario è di




            parte.







            Sono d'accordo. Il supporto è caro anche

            perchè


            i



            tool sono abbastanza primitivi.

            Fondamentalmente



            oggi con LINUX fai più o meno quello che

            facevi



            con NT4 (e sono anche



            generoso).







            L'alternativa è usare costose opere di



            customizzazione (che poi solitamente nessuno

            in



            azienda è in grado di gestire o
            controllare)o



            software proprietari (quindi Novell o pochi


            altri



            - se non vuoi rischiare con qualche
            aziendina


            che



            magari tra poco non esisterà più). In



            quest'ultima ipotesi non c'è differenza con
            il



            software



            Microsoft.





            E' vero win ha novità uniche come la power

            shell,


            che vuoi che sia solo 30 anni in ritardo


            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)



            E i gestionali la usano la powershell, sì sì!!!

            Sorpresona un gestionale lo puoi gestire anche da
            shell.... :D :D :D
            :DMolto utile quando ci sono le interfacce via web... utilissimo!!!
      • Anonimo scrive:
        NON E' VERO che costa troppo
        - Scritto da:
        Le aziende che offrono supporto a Linux sono
        carissime, chi dice il contrario è di
        parte.Sono carissime, e' vero, ma sono EFFICIENTISSIME E PRODUTTIVISSME, questo pure non lo dice nessuno.Significa che per risolvere un problema su Linxu la consulenza ti costa 10, ma il tutto si risolve in un tempo 1 e magari per un parco enorme di macchine.Con Windows la consuelnza e il support costa magari 5 (la meta'), ma per risolverlo ci vuole il 10 volte il tempo che non per Linux e si risolve su meno macchine.Esperienze vere, non balle. Alla fine dei conti comunque Linux costa MOLTO meno di MS, e chi ci lavora non diventa un utonto da premere.
        • outkid scrive:
          Re: NON E' VERO che costa troppo
          un giorno ci sveglieremo e Microsoft sara' solo un brutto ricordo del passato.ora vado a letto.. e domani googlo la key Microsoft.. nella speranza che mi dica: non sono stati trovati risultati. :)se poi esiste un dio facendo whois google.com mi risulta libero. :)
          • Anonimo scrive:
            [OT] Re: NON E' VERO che costa troppo

            se poi esiste un dio facendo whois google.com mi
            risulta libero.
            :)mi spiace per te
          • Anonimo scrive:
            Re: NON E' VERO che costa troppo
            - Scritto da: outkid
            un giorno ci sveglieremo e Microsoft sara' solo
            un brutto ricordo del
            passato.
            ora vado a letto.. e domani googlo la key
            Microsoft.. nella speranza che mi dica: non sono
            stati trovati risultati.
            :)
            se poi esiste un dio facendo whois google.com mi
            risulta libero.
            :)Il brutto è che accade proprio il contrario, dormi ed è morta ti risvegli ed è sempre li(rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: NON E' VERO che costa troppo
          Dipende sempre dalla qualità del servizio erogato.- Scritto da:

          - Scritto da:


          Le aziende che offrono supporto a Linux sono

          carissime, chi dice il contrario è di

          parte.

          Sono carissime, e' vero, ma sono EFFICIENTISSIME
          E PRODUTTIVISSME, questo pure non lo dice
          nessuno.

          Significa che per risolvere un problema su Linxu
          la consulenza ti costa 10, ma il tutto si risolve
          in un tempo 1 e magari per un parco enorme di
          macchine.

          Con Windows la consuelnza e il support costa
          magari 5 (la meta'), ma per risolverlo ci vuole
          il 10 volte il tempo che non per Linux e si
          risolve su meno
          macchine.

          Esperienze vere, non balle.

          Alla fine dei conti comunque Linux costa MOLTO
          meno di MS, e chi ci lavora non diventa un utonto
          da
          premere.
  • Anonimo scrive:
    strano, io non spendo una lira-sterlina
    sulle mie sei postazioni linux-openoffice-firefox etc non spendo una sterlinaquesti mi dicono che invece sto spendendo12mila sterlineinteressante, deve esserci una perdita daqualche parteahahaha!!!!!!!!!! che sciocchezze!
    • Anonimo scrive:
      Re: strano, io non spendo una lira-sterl
      - Scritto da:
      sulle mie sei postazioni linux-openoffice-firefox
      etc non spendo una
      sterlina

      questi mi dicono che invece sto spendendo
      12mila sterline

      interessante, deve esserci una perdita da
      qualche parte

      ahahaha!!!!!!!!!! che sciocchezze!perchè tu sei un utonto domestico.Se la biblioteca ha un software di gestione che ha richiesto 20 mesi - uomo lavoro fatti il conto quanto costa riscriverlo per linux.In Italia con gli stipendi da fame che ci sono 20 mesi sono alla media di 2000 al mese (le tasse) ben 40000 euro.Ecco dove sono le spese che la gente non vede. Le postazioni windows non costano nulla, è il software fatto sviluppare a costare
      • Anonimo scrive:
        Re: strano, io non spendo una lira-sterl
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        sulle mie sei postazioni
        linux-openoffice-firefox

        etc non spendo una

        sterlina



        questi mi dicono che invece sto spendendo

        12mila sterline



        interessante, deve esserci una perdita da

        qualche parte



        ahahaha!!!!!!!!!! che sciocchezze!
        perchè tu sei un utonto domestico.
        Se la biblioteca ha un software di gestione che
        ha richiesto 20 mesi - uomo lavoro fatti il conto
        quanto costa riscriverlo per
        linux.
        In Italia con gli stipendi da fame che ci sono 20
        mesi sono alla media di 2000 al mese (le tasse)
        ben 40000
        euro.
        Ecco dove sono le spese che la gente non vede. Le
        postazioni windows non costano nulla, è il
        software fatto sviluppare a
        costareC'è il piccolo dettaglio che la postazione in biblioteca non ospita un bel niente se non un browser....
      • Anonimo scrive:
        Re: strano, io non spendo una lira-sterl
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        sulle mie sei postazioni
        linux-openoffice-firefox

        etc non spendo una

        sterlina



        questi mi dicono che invece sto spendendo

        12mila sterline



        interessante, deve esserci una perdita da

        qualche parte



        ahahaha!!!!!!!!!! che sciocchezze!
        perchè tu sei un utonto domestico.
        Se la biblioteca ha un software di gestione che
        ha richiesto 20 mesi - uomo lavoro fatti il conto
        quanto costa riscriverlo per
        linux.
        In Italia con gli stipendi da fame che ci sono 20
        mesi sono alla media di 2000 al mese (le tasse)
        ben 40000
        euro.
        Ecco dove sono le spese che la gente non vede. Le
        postazioni windows non costano nulla, è il
        software fatto sviluppare a
        costareutonto domestico sarai tu, io con questi computer ci lavorogli inglesi sono pazzi: portare i loro software da biblioteca su piattaforma web è economico anche se nell'immediato si spende un tantino di piu (e si da lavoro alle swhouse localiquesto vuole dire: mi faccio inchiappettare per sempre, perché per qualche motivo ho interessi particolari a farlo
        • Anonimo scrive:
          Re: strano, io non spendo una lira-sterl

          Smettila di leggere i depliant di MS le ultime
          generazioni di programmatori che sono uscite
          dalle università di tutto il mondo si è formata
          su sistemi linux.... oggi aziende come
          Novell,RedHat,Mandrake, IBM ti garantiscono un
          supporto che con MS non avrai
          mai...anche alla mia università spiegavano java e linux.entrano nelle aziende e non capiscono un cavolo.per la consulenza novell, redhat e mandrake non è quello il punto. Sono le aziende ladre italiane che hanno tariffe linux da prendere in giro la gente.Ma c'è chi ci casca e spende un sacco di soldi senza sapere a cosa va incontro
          • Anonimo scrive:
            Re: strano, io non spendo una lira-sterl
            - Scritto da:

            Smettila di leggere i depliant di MS le ultime

            generazioni di programmatori che sono uscite

            dalle università di tutto il mondo si è formata

            su sistemi linux.... oggi aziende come

            Novell,RedHat,Mandrake, IBM ti garantiscono un

            supporto che con MS non avrai

            mai...
            anche alla mia università spiegavano java e linux.spiegavano ?!!! (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            entrano nelle aziende e non capiscono un cavolo.Certo se il prof. spiegava e loro non capivano....
            per la consulenza novell, redhat e mandrake non è
            quello il punto.Ah no e quale sarebbe ?

            Sono le aziende ladre italiane che hanno tariffe
            linux da prendere in giro la
            gente.Quali prego? Facciamo nomi e cognomi, i menzionati hanno filiali italiane...
            Ma c'è chi ci casca e spende un sacco di soldi
            senza sapere a cosa va
            incontroTipo quelli che comprano il pacchetto MS ad occhi chiusi e poi si trovano ingabbiati.
          • Anonimo scrive:
            Re: strano, io non spendo una lira-sterl
            - Scritto da:

            Smettila di leggere i depliant di MS le ultime

            generazioni di programmatori che sono uscite

            dalle università di tutto il mondo si è formata

            su sistemi linux.... oggi aziende come

            Novell,RedHat,Mandrake, IBM ti garantiscono un

            supporto che con MS non avrai

            mai...
            anche alla mia università spiegavano java e linux.
            entrano nelle aziende e non capiscono un cavolo.
            per la consulenza novell, redhat e mandrake non è
            quello il punto.

            Sono le aziende ladre italiane che hanno tariffe
            linux da prendere in giro la
            gente.
            Ma c'è chi ci casca e spende un sacco di soldi
            senza sapere a cosa va
            incontrobeh, anche tu ci sei cascato, spendi un sacco di soldi in schifezze mircofisere oppure vai a scrocco, pezzente ?
          • Anonimo scrive:
            Re: strano, io non spendo una lira-sterl
            - Scritto da:
            beh, anche tu ci sei cascato, spendi un sacco di
            soldi in schifezze mircofisere oppure vai a
            scrocco, pezzente
            ?Oh a quanto pare sai solo insultare perchè non hai argomenti? Che pena...
          • Anonimo scrive:
            Re: strano, io non spendo una lira-sterl
            - Scritto da:
            Ma c'è chi ci casca e spende un sacco di soldi
            senza sapere a cosa va incontroA cosa va incontro, ad un sistema stabile che non gli darà più problemi?
          • Anonimo scrive:
            Re: strano, io non spendo una lira-sterl
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Ma c'è chi ci casca e spende un sacco di soldi

            senza sapere a cosa va incontro


            A cosa va incontro, ad un sistema stabile che non
            gli darà più
            problemi?
            Va incontro ad un sistema gratuito prima, senza assistenza poi o forse rara e pagata a caro prezzo.
    • Anonimo scrive:
      Re: strano, io non spendo una lira-sterl
      Idem sui miei server... Anzi, in ufficio stiamo per cambiare il vetusto centralino e sto installandomi su una Fedora Core 6 un bellissimo PBX Opensource (asterisk)."pezzi di ferro" a parte (che avrei pagato anche forse di piu' con un sistema closed), il costo del sw e' 0. Installazione e configurazione; 1 giornata.
      • Anonimo scrive:
        Re: strano, io non spendo una lira-sterl
        - Scritto da:
        Idem sui miei server...

        Anzi, in ufficio stiamo per cambiare il vetusto
        centralino e sto installandomi su una Fedora Core
        6 un bellissimo PBX Opensource
        (asterisk).

        "pezzi di ferro" a parte (che avrei pagato anche
        forse di piu' con un sistema closed), il costo
        del sw e' 0.

        Installazione e configurazione; 1 giornata.Ah e quanto costerebbe una giornata di lavoro di un tecnico? 0?
        • Anonimo scrive:
          Re: strano, io non spendo una lira-sterl

          Ah e quanto costerebbe una giornata di lavoro di
          un tecnico?
          0?
          Adesso ti dice che lavora gratis.
          • Anonimo scrive:
            Ma no!
            - Scritto da:

            Ah e quanto costerebbe una giornata di lavoro di

            un tecnico?

            0?


            Adesso ti dice che lavora gratis.Ma no! Quasi sicuramente il suo tecnico non lavora gratis: in realtà molto probabilmente è il tecnico stesso a pagare il suo datore di lavoro dalla felicità e dalla frenesia di poter installare linux e configurarlo su qualsiasi cosa monti un processore.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma no!

            Ma no! Quasi sicuramente il suo tecnico non
            lavora gratis: in realtà molto probabilmente è il
            tecnico stesso a pagare il suo datore di lavoro
            dalla felicità e dalla frenesia di poter
            installare linux e configurarlo su qualsiasi
            cosa monti un processore.
            Tu ci scherzi(rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: strano, io non spendo una lira-sterl
          - Scritto da:
          Ah e quanto costerebbe una giornata di lavoro di
          un tecnico? 0?Ma non capisco dove stia il problema...Con Micro$oft e software closed devi sommare costo del software più una giornata di un tecnico, con software libero e anche gratuito hai la sola giornata di un tecnico.Anche se il tecnico fosse leggermente più caro comunque c'è stato un risparmio e non un centesimo è uscito fuori dal paese.
          • Anonimo scrive:
            Re: strano, io non spendo una lira-sterl
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Ah e quanto costerebbe una giornata di lavoro di

            un tecnico? 0?

            Ma non capisco dove stia il problema...

            Con Micro$oft e software closed devi sommare
            costo del software più una giornata di un
            tecnico, con software libero e anche gratuito hai
            la sola giornata di un
            tecnico.
            Anche se il tecnico fosse leggermente più caro
            comunque c'è stato un risparmio e non un
            centesimo è uscito fuori dal
            paese.quoto!
        • Anonimo scrive:
          Re: strano, io non spendo una lira-sterl
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Idem sui miei server...



          Anzi, in ufficio stiamo per cambiare il vetusto

          centralino e sto installandomi su una Fedora
          Core

          6 un bellissimo PBX Opensource

          (asterisk).



          "pezzi di ferro" a parte (che avrei pagato anche

          forse di piu' con un sistema closed), il costo

          del sw e' 0.



          Installazione e configurazione; 1 giornata.

          Ah e quanto costerebbe una giornata di lavoro di
          un tecnico?
          0?Bhe fai conto che io chiedo 100 euro l'ora per le aziende, ma probabilmente lui continua a dire che è gratis! Si' si' in una giornata avresti comunque guadagnato gratis.Comunque sono circa 800 euro lordi persi retribuzione giornaliera. Io avrei preferito affidarmi ad un sistema closed pronto all'uso, facile e immediato da configurare che perdere una giornata di lavoro e la relativa remunerazione. (pensa te se mi metto di domenica e perdermi la messa ahahah)
    • Anonimo scrive:
      Re: strano, io non spendo una lira-sterl
      Si babbo ma tu non lavori.Vuoi lavorarci? Serve assistenza? Serve una piccola applicazione?Fai i conti poi parla.
  • Anonimo scrive:
    TCO(Linux)
    TCO(Windows)-bustarelle
    C.D.O.
    • Anonimo scrive:
      Re: provalo
      Questo è diffamare senza un briciolo di prova.
      • Anonimo scrive:
        Re: provalo
        - Scritto da:
        Questo è diffamare senza un briciolo di prova.Eh, si. Magari qualcuno mi chiederà anche la prova se gli dico che domani mattina sorgerà il sole e che domani a questa stessa ora sarà di nuovo notte...
        • Anonimo scrive:
          Re: provalo
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Questo è diffamare senza un briciolo di prova.

          Eh, si. Magari qualcuno mi chiederà anche la
          prova se gli dico che domani mattina sorgerà il
          sole e che domani a questa stessa ora sarà di
          nuovo
          notte...Se questo per lui comporta un costo fa bene a chiedertelo :)
          • Anonimo scrive:
            Re: provalo
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Questo è diffamare senza un briciolo di prova.



            Eh, si. Magari qualcuno mi chiederà anche la

            prova se gli dico che domani mattina sorgerà il

            sole e che domani a questa stessa ora sarà di

            nuovo

            notte...


            Se questo per lui comporta un costo fa bene a
            chiedertelo
            :)Qualcuno mi provi che è la terra a girare attorno al sole e non tutto l'universo a girare attorno alla terra!
          • Anonimo scrive:
            Re: provalo
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            Questo è diffamare senza un briciolo di
            prova.





            Eh, si. Magari qualcuno mi chiederà anche la


            prova se gli dico che domani mattina sorgerà
            il


            sole e che domani a questa stessa ora sarà di


            nuovo


            notte...





            Se questo per lui comporta un costo fa bene a

            chiedertelo

            :)

            Qualcuno mi provi che è la terra a girare attorno
            al solePare se ne sia occupato una tale di nome Copernico, ma che agli utenti windows la notizia , essendo open, sia preclusa
            e non tutto l'universo a girare attorno
            alla
            terra!Per questo recenti studi hanno chiaramente dimostrato che tutto l'universo gira intorno a Redmond, la notizia pare sia nota a tutti gli utenti win, gli altri restano scettici :D :D :D :D
          • Anonimo scrive:
            Re: provalo
            - Scritto da:
            Qualcuno mi provi che è la terra a girare attorno
            al sole e non tutto l'universo a girare attorno alla terra!Dipende dal sistema di riferimento che usiSe utilizzi un punto statico fermo nell'universo fuori dall'orbita terresteè chiaramente la terra a girare intorno al sole e intorno al proprio asseMa se prendi un sistema di riferimento solidale con la terra sarà il sole a girarci attorno nonchè tutto l'universo
          • Anonimo scrive:
            Re: provalo
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Qualcuno mi provi che è la terra a girare
            attorno

            al sole e non tutto l'universo a girare attorno
            alla
            terra!

            Dipende dal sistema di riferimento che usi

            Se utilizzi un punto statico fermo nell'universo
            fuori dall'orbita
            terreste
            è chiaramente la terra a girare intorno al sole e
            intorno al proprio
            asse

            Ma se prendi un sistema di riferimento solidale
            con la terra sarà il sole a girarci attorno
            nonchè tutto
            l'universoEh che scoperta la mia trollata era basata apposta su quello! Uffaa mi hai scoperto!Vado a rintanarmi nella mia tana per non uscire più per i prossimi 1000 anni, addio!
    • Anonimo scrive:
      Re: TCO(Linux)
      TCO(Windows)-bustarelle
      Scontato, purtroppo il mondo funziona cosi' ovunque....basta leggere i quotidiani per vedere che e' sistematico in qualsiasi settore e questo non fa differenza.mi viene in mente la storiaccia di www.italia.it
Chiudi i commenti