Proton Unlimited: tutto quello che c'è da sapere

Proton Unlimited: tutto quello che c'è da sapere

Tutto quel che c'è da sapere su Proton Unlimited, il nuovo servizio premium dei creatori di ProtonMail: include una VPN e molto altro.
Tutto quel che c'è da sapere su Proton Unlimited, il nuovo servizio premium dei creatori di ProtonMail: include una VPN e molto altro.

Nelle scorse settimane, il team al lavoro sul celebre servizio ProtonMail ha annunciato una profonda riorganizzazione degli strumenti proposti, dando vita a quella che è di fatto una soluzione all-in-one per la privacy battezzata più semplicemente Proton Unlimited. Vediamo cosa offre, nel dettaglio.

Tutti i dettagli su Proton Unlimited

Ci sono anzitutto 500 GB di spazio per l’archiviazione dei propri dati sul cloud, fino a 15 indirizzi email attraverso i quali gestire la propria corrispondenza con cartelle, etichette e filtri illimitati, nessun tetto massimo per il volume di messaggi inviati o ricevuti e il supporto per tre domini di posta elettronica personalizzati. Si aggiungono l’accesso prioritario all’assistenza tecnica, la funzionalità Calendar per impegni e appuntamenti e la VPN che protegge ogni attività svolta online. Il riepilogo nello specchietto riassuntivo allegato qui sotto.

Tutte le caratteristiche del servizio Proton Unlimited

Questi i prezzi dell’ abbonamento Proton Unlimited: 11,99 euro per la singola sottoscrizione mensile, 9,99 euro al mese scegliendo la formula annuale (con un risparmio di 24 euro) oppure 7,99 euro al mese con quella biennale (con uno sconto di 96 euro). Il team di Proton continua a offrire la formula Free, completamente gratuita, ma caratterizzata da alcuna pesanti limitazioni. Include un indirizzo email con 1 GB di spazio per l’archiviazione di messaggi e allegati, fino a 150 scambi ogni giorno e tre cartelle o etichette per l’organizzazione degli elementi.

Per quanto riguarda la Virtual Private Network, è accessibile da sistemi operativi Windows, macOS, Linux, Chrome OS, Android, iOS, iPadOS e Android TV. Può contare su un totale pari a 1.767 server distribuiti in 63 paesi di tutto il mondo. Non ci sono compromessi in termini di velocità e prestazioni. È configurabile su un massimo di 10 dispositivi in contemporanea e supporta appieno il trasferimento di file attraverso i circuiti peer-to-peer. L’affidabilità è garantita dal team svizzero che l’ha realizzata: lo stesso del CERN che ha creato ProtonMail.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Proton
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 17 giu 2022
Link copiato negli appunti