Può essere un buon momento per comprare schede video

Può essere un buon momento per comprare schede video

Il mercato delle schede video sta rallentando, ritrovando stabilità grazie al calo dell'interesse da parte delle mining farm: è un buon momento per comprare.
Il mercato delle schede video sta rallentando, ritrovando stabilità grazie al calo dell'interesse da parte delle mining farm: è un buon momento per comprare.

Nei mesi scorsi il prezzo delle schede video era schizzato alle stelle e Nvidia era dovuta correre ai ripari differenziando produzione e funzioni dei propri concept. La variabile impazzita che aveva determinato quella improvvisa inflazione (e scarsità di prodotto) era legata alla famelica attività del mining, che faceva leva sulle performance delle GPU per ottenere migliori performance a costi ridotti. Poi però il contesto è cambiato e la parabola dei prezzi ha invertito il proprio trend.

La scheda video NVIDIA GeForce RTX 2070 SUPER

Si prenda ad esempio la GeForce RTX 3070: il prezzo è crollato su Amazon da oltre 1200 euro a soli 811 euro e se ne trovano modelli a meno di 500 euro su eBay. Il motivo è nella contingenza che è venuta a crearsi, legata a tre driver principali:

  1. il calo della domanda
  2. il conseguente congelamento dei prezzi
  3. l’immissione in vendita sul mercato secondario, creando concorrenza ulteriore ai modelli nuovi

Meno mining, più equilibrio

La caduta degli interessi legati al mining sta a monte di tutto ciò: a scomparire dal mercato è quell’elemento dissonante che aveva distorto l’equilibrio antecedente e che aveva portato Nvidia a limitare le proprie schede per arrivare ad un canale produttivo dedicato a cui il mining potesse attingere. Nvidia non si è certo negata a questo tipo di mercato, ma al tempo stesso ha voluto garantire e garantirsi che il core business del gruppo potesse rimanere intonso evitando le distrazioni che il mining rischiava di causare.

Nel momento di massima inflazione sul mercato, insomma, il rallentamento dei prezzi delle schede video potrebbe determinare un andamento in controtendenza per i PC, stabilizzando prezzi e disponibilità che altrimenti rischiavano di scompaginare l’offerta. Le criptovalute intanto continuano la propria discesa, il mining vede assottigliarsi una volta di più i propri margini e le mining-farm non possono far altro che dismettere e monetizzare attività che (anche e soprattutto in virtù dell’aumentato costo dell’energia) non sono più fonte di lucro quanto lo potevano essere a metà/fine 2021.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: PCGamer
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 30 giu 2022
Link copiato negli appunti