Red Hat e Novell: non sarà l'anno del Linux desktop

Né l'una né l'altra intendono investire davvero in distro per utenti consumer. Entrambe le società preferiscono continuare a puntare sul più sicuro e collaudato segmento enterprise

Roma – I due maggiori player del mercato open source, Red Hat e Novell , non perdono occasione per farsi la guerra, ma almeno su un punto sembrano essere perfettamente concordi: Linux non è ancora pronto per affrontare Windows sul mercato consumer.

La scorsa settimana entrambe le società hanno infatti dichiarato di non avere alcun piano per espandere le proprie piattaforme Linux sul mercato desktop mainstream: il loro focus rimane il settore aziendale, sia client che server.

In un comunicato diffuso pochi giorni fa, Red Hat ha detto chiaro e tondo che una distribuzione di Linux general purpose non è un prodotto su cui attualmente si possa generare profitti. Semplicemente, sostiene Red Hat, manca la domanda: solo una minoranza di utenti esperti sentirebbe oggi la necessità di utilizzare Linux in ambito domestico.

Non molto diverse da quelle della rivale le dichiarazioni del CEO di Novell, Ron Hovsepian, che in una recente intervista ha affermato che almeno per i prossimi 3-5 anni le strategie della propria azienda rimarranno focalizzate sul mercato enterprise.

Simili anche le scelte intraprese dalle due aziende: se Red Hat continua infatti a sponsorizzare Fedora (distribuzione nata sulle ceneri di Red Hat Linux ), Novell fa altrettanto con il progetto openSUSE : per entrambe le società questi progetti rappresentano un importante laboratorio di sperimentazione e un prezioso bacino di sviluppatori.

Ma se nel desktop consumer Linux ancora non sfonda, la sua popolarità sta invece crescendo rapidamente in quello mobile ed embedded, dove attualmente viene utilizzato su una grande varietà di dispositivi: smartphone, ebook reader, media player portatili, set-top box, UMPC e, non per ultimo, l’Eee PC di Asus .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Dre scrive:
    Invece ci ritroviamo solo lamer
    Fossero tutti cosi' coloro che usano la loro vita per fare qualcosa, per lasciare un segno evidente e positivo a un passo tecnologico importante, come quello di trovare le vulnerabilita' ma con altra filosofia, non quella che invece usano i giovani che usano invece leggendo qua e la' e frequentando i forum di hacking (pochissimi in italia quelli seri a mio avviso ... forse pochissimi...) si nascondono secondo me' persone anche di altro genere.Ma invece ragazzi giovani vanno a defacciare i siti, perche' leggono le vulnerabilita' che questi forum mettono a disposizione di tutti .... ndr .. tralascio i nomi !.Lasciando le loro impronte qua e la', molti sono gia' tracciati e non lo sanno, altri invece la Polizia Postale li ha gia' andati a trovare alle 5 del mattino a casa ... ecc.. e molti sono in cause lunghe e costose, per tentare di lavarsi l'onta del Tentata Intrusione Informatica, art del codice penale e tentare di non farsi 3 anni di galera.Oggi il termine Hacking e' anche generalizzato, perche' tali individui usano questo termine per fare dispetto, defacciare, cancellare, bucare un sito, causando un danno !! Usando proxy che non sono anonimi e usando Tor .... che spesso invece lascia trasparire sempre piu' spesso il loro vero IP e provenienza.Onestamente mi preoccupa vedere l'Undergorund in questo modo, misero e povero, che non porta da nessuna parte, ma solo insegnare a quelli nuovi che tutto e' permesso e puoi fare tutto quello che vuoi, tanto sei solo tu' il responsabile e non io che nel forum metto tutto a disposizione di tutti.Contravvenendo all'Etica Hacking, ma solo invece facendo la figura del LAMER, perche' gli si insegna solo a far crescere lamer e delinquenti anche coloro che non lo sono e che vorrebbero imparare, da quelli che invece dovrebbero essere seri e responsabili.Chissa' come mai molti forum di hacking seri mondiali, hanno chiuso i battenti a cani e porci ...???
  • SIGALRM scrive:
    Ethical? Diciamo pane al pane!
    "Ethical hacker" è uno che scopre un bug, lo comunica a Microsoft e non lo divulga per i due/tre anni che servono a Microsoft per creare la patch, che poi verrà inserita di nascosto in un service pack senza avvisare nessuno.In pratica, Microsoft promette l'impunità solo a chi non dirà in giro che Microsoft ci mette un'eternità a risolvere i problemi.... in questo caso, chi sono gli IMPUNITI?Speriamo che di questi "ethical hackers" non ce ne siano troppi, se no siamo rovinati ...
  • kattle87 scrive:
    security strategist?
    Che razza di ruolo ha all'interno di una azienda?!?!?
  • No_Ballmer scrive:
    Arenzulla...
    non ha nulla da temere, quindi... ;) ;) ;)
    • hahaha scrive:
      Re: Arenzulla...
      ______________ __________________ ______________
    • Franco scrive:
      Re: Arenzulla...
      - Scritto da: No_Ballmer
      non ha nulla da temere, quindi... ;) ;) ;)guarda che cosi gli fai solo pubblicità bello...
      • marietto2008 scrive:
        Re: Arenzulla...
        se io scoprissi una falla in windows,mi farei pagare per comunicargliela. e' una questione di principio,loro non mi danno niente gratis a me,perche' io dovrei aiutarli a gratis ?
        • innominato scrive:
          Re: Arenzulla...
          - Scritto da: marietto2008
          se io scoprissi una falla in windows,mi farei
          pagare per comunicargliela. e' una questione di
          principio,loro non mi danno niente gratis a
          me,perche' io dovrei aiutarli a gratis
          ?Fammi capire, tu utilizzi un prodotto, scopri che il prodotto è fallato e non comunichi a chi te l'ha venduto il difetto in modo tale che lo correggano?Per un masochista il tuo ragionamento fila anche.
          • marietto2008 scrive:
            Re: Arenzulla...
            no,a gratis non lo comunico. non lavoro per loro,preferisco tenermi il difetto,tanto sono loro che ci perdono di piu',io il pc lo uso a casa,non in azienda,percui non c'e' pericolo che qualcuno vi entri. i loro prodotti me li fanno pagare cari e sono anche fallati e devo anche aiutarli a gratis a correggerli ? chi sono io ? babbo natale ?
          • chojin scrive:
            Re: Arenzulla...
            - Scritto da: marietto2008
            no,a gratis non lo comunico. non lavoro per
            loro,preferisco tenermi il difetto,tanto sono
            loro che ci perdono di piu',io il pc lo uso a
            casa,non in azienda,percui non c'e' pericolo che
            qualcuno vi entri. i loro prodotti me li fanno
            pagare cari e sono anche fallati e devo anche
            aiutarli a gratis a correggerli ? chi sono io ?
            babbo natale
            ?La maggioranza delle persone non lavorano neppure per le multinazionali che producono le auto.. allora che dovrebbero fare se riscontrano un difetto, tacere e schiantarsi per principio preso perchè pretendono dei soldi per comunicarlo ?!Mah!
          • marietto2008 scrive:
            Re: Arenzulla...
            mi dispiace tanto per gli altri,ma non e' colpa mia se la microsoft vende prodotti scadenti e li fa pagare piu' di quello che valgono. pensassero invece a creare sistemi piu' leggeri,piu' stabili e meno cari. io non sono un loro dipendente,non ho nessun interesse ad aiutare una ditta che non mi regala niente. se trovassi un bug in linux invece lo comunicherei a palla di fuoco,perche' nella comunita' open c'e' un forte senso di appartenenza,siamo tutti fratelli e ci aiutiamo fra di noi,non c'e' qualcuno che mi chiede denaro per l'acquisto del sistema e nemmeno per aiutarmi a risolvere i problemi. percio' in questo caso mi sento in dovere di aiutare.
          • battagliacom scrive:
            Re: Arenzulla...
            questo per esmpio è molto giusto, se un sistema è gratuito io li aiuto gratuitamente, se il sistema è a pagamento li aiuto a pagamento.Se poi il mio sistema è bacato:1)oltre a me quella falla quante altre persone possono conoscerla?Contando che l'ho trovata da solo?2)Evito di eseguire operazioni che mettano a rischio il mio sistema da quella falla, se è possibile fare altro, quindi aggirarla.
          • Julius scrive:
            Re: Arenzulla...
            bel paragone azzeccato eh... se io trovo un difetto nella mio punto vado dal meccanico e me lo faccio aggiustare, se è possibile, se non si può aggiustare vado dalla fiat e mi faccio dare una punto nuova e magari gli faccio pure causa perchè ho rischiato la vita per quel difetto.tu cosa faresti invece? andresti lì a dirgli che c'è un problema e fargli vedere come metterlo a posto e te ne torneresti a casa sulla tua punto "bacata" aspettando che arrivino a sistemartela?ma non diciamo cavolate per favore.c'è gente pagata apposta per fare questo, perchè dovrebbero farlo gli acquirenti che comprando il prodotto danno lo stipendio a quelli lì?tornando all'articolo, microsoft stà cercando di stimolare la gente a comportarsi come una comunità di sviluppo opensource, dove chi trova un problema lo comunica subito a tutti, con la piccola differenza che non vogliono che sia comunicato a tutti ma solo a loro, bella roba.
          • marietto2008 scrive:
            Re: Arenzulla...
            prima di tutto i sistemi operativi non sono come le auto. se la mia auto ha dei problemi,io rischio di rimanere a piedi,se windows ha dei problemi che non sono cosi' seri da non permettermi di usarlo,che me ne frega,me lo tengo uguale,tanto lo devo usare a casa,chi vuoi che mi entri dentro ? nessuno ha interesse a venire a rubare i dati a me ! e' proprio per il fatto che la microsoft vuole che i suoi utenti si comportino come fanno con l'open source,che mi sta ancora + sulle balle ! loro vogliono avere il meglio dai loro consumatori,ma in cambio cosa danno ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 aprile 2008 11.51-----------------------------------------------------------
          • gino scrive:
            Re: Arenzulla...
            già i server con win2003 e compagnia bella non gesticono cose importanti vero? dillo al tuo capo -.-
          • AMEN scrive:
            Re: Arenzulla...
            - Scritto da: marietto2008
            prima di tutto i sistemi operativi non sono come
            le auto. se la mia auto ha dei problemi,io
            rischio di rimanere a piedi,se windows ha dei
            problemi che non sono cosi' seri da non
            permettermi di usarlo,che me ne frega,me lo tengo
            uguale,tanto lo devo usare a casa,chi vuoi che mi
            entri dentro ? nessuno ha interesse a venire a
            rubare i dati a me !Che bel ragionamento del menga. Classico da linaro: tutto ciò che non è lin/open è inutile-dannoso, ecc, eccVabbè, con questi è pure inutile ragionarci..
          • innominato scrive:
            Re: Arenzulla...
            - Scritto da: Julius
            tu cosa faresti invece? andresti lì a dirgli che
            c'è un problema e fargli vedere come metterlo a
            posto e te ne torneresti a casa sulla tua punto
            "bacata" aspettando che arrivino a
            sistemartela?
            ma non diciamo cavolate per favore.
            c'è gente pagata apposta per fare questo, perchè
            dovrebbero farlo gli acquirenti che comprando il
            prodotto danno lo stipendio a quelli
            lì?Infatti, non diciamo (dire) cavolate, se uno trova una falla e la comunica non sta affatto dicendo alla Microsoft come metterlo a posto, sta dicendo che c'è un problema nella parte xyz del sistema.Così come al meccanico una persona normale fa sapere il problema riscontrato e non riporta lì la macchina dicendo "ehi, c'è un problema, cercatelo da te e correggilo, io visto che non sono pagato non ti aiuto mica".Certo, c'è gente pagata per fare il testing dei sistemi, verissimo.C'è anche gente pagata per fare il controllo qualità di una marea di prodotti.Ma questo non vuol dire che siano tutti perfetti, e normalmente se il difetto viene riscontrato la segnalazione è cosa normale.Ma dato che qui si parla di Microsoft loro sono cattivi e quindi devono solo attaccarsi.Il ragionamento alla fine è sempre quello.
          • krane scrive:
            Re: Arenzulla...
            - Scritto da: innominato
            - Scritto da: Julius

            tu cosa faresti invece? andresti lì a dirgli che

            c'è un problema e fargli vedere come metterlo a

            posto e te ne torneresti a casa sulla tua punto

            "bacata" aspettando che arrivino a

            sistemartela?

            ma non diciamo cavolate per favore.

            c'è gente pagata apposta per fare questo, perchè

            dovrebbero farlo gli acquirenti che comprando il

            prodotto danno lo stipendio a quelli

            lì?

            Infatti, non diciamo (dire) cavolate, se uno
            trova una falla e la comunica non sta affatto
            dicendo alla Microsoft come metterlo a posto, sta
            dicendo che c'è un problema nella parte xyz del
            sistema.
            Così come al meccanico una persona normale fa
            sapere il problema riscontrato e non riporta lì
            la macchina dicendo "ehi, c'è un problema,
            cercatelo da te e correggilo, io visto che non
            sono pagato non ti aiuto
            mica".

            Certo, c'è gente pagata per fare il testing dei
            sistemi,
            verissimo.
            C'è anche gente pagata per fare il controllo
            qualità di una marea di
            prodotti.
            Ma questo non vuol dire che siano tutti perfetti,
            e normalmente se il difetto viene riscontrato la
            segnalazione è cosa
            normale.

            Ma dato che qui si parla di Microsoft loro sono
            cattivi e quindi devono solo
            attaccarsi.
            Il ragionamento alla fine è sempre quello.Cioe' davvero : se tu trovassi il difetto di un'auto tu manderesti una mail ed aspetteresti che il produttore venga a mettertelo a posto ???
          • ciko scrive:
            Re: Arenzulla...
            per "aiutarli a correggerli" sono daccordo con te...ma segnalargli un difetto ed attendere che lo mettano a posto mi sembra quello che una persona fa con qualsiasi prodotto.. se poi i difetti sono talmente tanti che preferisci rivolgerti ad un altro fornitore, sei libero di farlo (senza scendere nella solita diatriba sulla posizione dominante ecc. che in questo caso e' OT)
          • ... scrive:
            Re: Arenzulla...
            - Scritto da: marietto2008
            no,a gratis non lo comunico. non lavoro per
            loro,preferisco tenermi il difetto,tanto sono
            loro che ci perdono di piu',io il pc lo uso a
            casa,non in azienda,percui non c'e' pericolo che
            qualcuno vi entri. i loro prodotti me li fanno
            pagare cari e sono anche fallati e devo anche
            aiutarli a gratis a correggerli ? chi sono io ?
            babbo natale
            ?Ignorante, non si dice "A GRATIS"
          • iRoby scrive:
            Re: Arenzulla...
            C'è un mercato nero in cui falle zero days vengono pagate meglio!
Chiudi i commenti