Revenge porn, prima condanna

Aveva pubblicato un'immagine intima della ex compagna, nel tentativo di denigrarla di fronte al datore di lavoro. La giustizia californiana l'ha condannato, ma non solo per porno vendicativo

Roma – Trascorrerà un anno in carcere, sconterà tre anni di libertà vigilata: questa la pena inflitta nei confronti del cittadino che per primo è stato giudicato colpevole di aver violato la legge contro il revenge porn, approvata in California lo scorso anno.

Noe Iniguez, 36enne di Los Angeles, ha cercato la propria vendetta dopo la fine della propria relazione: le autorità spiegano che è stato ritenuto colpevole di aver perseguitato la propria ex partner fin dal 2011, violando le misure cautelari già disposte a favore della sua vittima, e in seguito pubblicando in Rete un’immagine intima della ex compagna.

La legge californiana punisce coloro che rendano pubblici senza autorizzazione scatti che raffigurino delle “parti intime del corpo”, con lo scopo di umiliare il soggetto riconoscibile nella foto. L’intento di Iniguez non era affatto celato: approfittando di uno pseudonimo, ha cominciato con il pubblicare sulla pagina del datore di lavoro della propria compagna dei commenti denigratori nei confronti della donna. Nel mese di marzo 2014, he reso altresì pubblica una fotografia della ex partner, immortalata in topless: con questo scatto invitava il datore di lavoro della donna a licenziarla chiamando in causa con volgarità una presunta libertà di costumi della donna e la sua condotta riprovevole, apostrofandola come sgualdrina e beona.

La legge californiana che agisce contro il revenge porn prevede per questo tipo di abuso un massimo di sei mesi di carcere: Iniguez è stato condannato a un anno di carcere per la pubblicazione della foto, ma anche per la violazione delle ordinanze di allontanamento dalla propria ex partner.
La chiarezza delle intenzioni dell’uomo non mette la legge a confronto con i dubbi circa la sua incostituzionalità : da più parti si è lamentata la potenziale ambiguità di questo tipo di norme, che potrebbero essere impugnate per sopprimere la libertà di espressione. Proprio nei giorni scorsi l’Arizona ha scelto di bloccare l’applicazione della propria legge, in attesa che venga affinata e resa meno generica: nei mesi scorsi una coalizione di librerie, biblioteche, editori, giornali e fotografi rappresentata dall’ American Civil Liberties Union (ACLU) aveva denunciato come la mano del legislatore, appesantita dall’impatto mediatico della questione da regolamentare, avesse vergato un testo che, nella sua vaghezza, avrebbe potuto condannare la pubblicazione di immagini importanti per la cronaca o di opere d’arte.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sg@bbio scrive:
    mamma mia
    "Il mondo delle console non è più stato lo stesso, da allora."Non è che la console sony abbia portato chi sa quale rivoluzione, eh ?Poi sto articolo ha cosi tante imprecisioni storiche....
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: mamma mia
      elencali pure, se hai contributi per migliorare l'articolo saranno i benvenuti
      • Sg@bbio scrive:
        Re: mamma mia
        Tralasciano che non citate nemmeno Nintendo, che per molti motivi ha dato indirettamente i natali della console Sony, faccio comunque notare che è ancora presente nel mercato delle console, cosa che nell'articolo manco viene citato.Tomb Rider e Resident Evil non erano una esclusiva sony, anzi molto spesso erano multi piattaforma ed infine la 360 ha scalfito la posizione di Sony, grazie a Sony stessa, visto che la prima versione della ps3 aveva un costo spropositato e il suo HW era complicato da usare a differenza del suo diretto concorrente (non esente da problemi).
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: mamma mia
          nintendo collaborò con sony alla progettazione della playstation, poi si tirò indietro: riteneva di poter fare meglio con nintendo 64, la storia dice com'è andatanon è stata citata, non direttamente, ma è evidente che oggi sulla cresta dell'onda ci siano ps4 e xone mentre la wii U naviga tra i marosinon ho menzionato il termine "esclusiva" da nessuna parte per i giochi, ma vale la pena ricordare che resident evil fu all'esordio un'esclusiva playstation, crash bandicoot lo è sempre stato e rimasto, final fantasy è diventato quasi esclusiva per playstation dal lancio della stessa (ci sono delle versioni PC e xbox), metal gear solid nasce su console sony...negare comunque che "playstation" sia diventato di fatto un termine usato come sineddoche per l'intero mondo delle console, e più in generale dell'universo videoludico, nonostante le difficoltà incontrate dalla settima generazione (l'ottava pare abbia ristabilito i vecchi equilibri per ora) appare come una mossa paradossale
          • Passante scrive:
            Re: mamma mia
            - Scritto da: Luca Annunziata
            sineddoche Wow... Si conoscono i termini complessi e poi si sbagliano i congiuntivi e mancano le nozioni di fisica delle medie....Giornalisti...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • non so scrive:
            Re: mamma mia
            Ciao Luca, un noto sito di statistiche videoludiche indica che wiiu è pressochè a parimerito con xboxone e conferma il periodo molto buono per ps4. Tuttavia nel campo mobile Sony è asfaltata da Nintendo sin dalla prima PS portable, inutile fare paragoni con l'attuale psvita e 3ds. Infine c'e' da ricordare che nella generazione precedente Sony e Microsoft hanno guardato dal basso verso l'alto Nintendo che con Wii penso abbia battuto tutti i record di vendite. Le nuove generazioni hanno conosciuto, come per te lo è stato precedentemente con Playstation, il mondo videoludico col nome di Wii. Concordo con Sgabbio che non citare Nintendo in questo articolo è un po' strano, ma io sono un fan di Playstation, quindi .. :-)
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: mamma mia
            la wii ha fatto sfaceli (non la wii u, e mi risulta che xbox one sia in decisa ripresa e navighi comunque su cifre superiori a nintendo http://blog.infoscout.co/gaming-consoles-black-friday/), ma a livello di fatturato complessivo "indotto" credo che playstation e xbox non siano neppure lontanamente comparabili a wiiin ogni caso qui parliamo di console casalinghemi pare più appropriato accostare la playstation al gameboy originale, quello sì che ha cambiato la storia
        • uTonto scrive:
          Re: mamma mia
          Ma la Playstation ha avuto un forte impatto nella nostra vita digitale, come la doppia spunta su whatsapp, negare questo è grave.
          • Funz scrive:
            Re: mamma mia
            - Scritto da: uTonto
            Ma la Playstation ha avuto un forte impatto nella
            nostra vita digitale, come la doppia spunta su
            whatsapp, negare questo è
            grave.(rotfl)Mai quanto il C64, comunque. Quello resterà per sempre il primo e più grande :p
          • the commenter scrive:
            Re: mamma mia
            Mai quanto il C64, comunque. Quello resterà per
            sempre il primo e più grande..sempre gli sia lode!
          • uTonto scrive:
            Re: mamma mia
            - Scritto da: Funz

            (rotfl)
            Mai quanto il C64, comunque. Quello resterà per
            sempre il primo e più grande
            :pLa Playstation ha cambiato il nostro modo di comunicare, come la doppia spunta di WhatsApp.In TV quando guardi una partita di calcio dicono una giocata da "playstation", non ho mai sentito dire una giocata da C64.Se non capisci che PI parla di digital life e non di argomenti tecnici la redazione non ci puo fare nulla.
        • uTonto scrive:
          Re: mamma mia
          - Scritto da: Sg@bbio
          Tralasciano che non citate nemmeno Nintendo...Ti avevo risposto, ma è una questiona di impatto nel digital life, come la doppia spunta di WhatsApp.PS : Cara redazione, perche cancellate i commenti, che non violano la policy, siete pregati almeno nella moderazione di fare il vostro lavoro come dei buon padri di famiglia, non è tollerabile questa situazione.Ancora come quella volta che avete cancellato e poi rimesso il mio commento che diceva "Con Marissa Meyer tutti devono tenere duro", siete di parte, offendete gli utenti vedi il signor Annunziata che offende e poi cancella i commenti, questa è una cosa vergognosa, create flame e volete avere ragione, io per visitare questo sito pago !!! non vengo gratis, pubblicità che mi blocca pure il computer, manderò un email di protesta ai vostri padroni di edizioni master !!!!
          • Sg@bbio scrive:
            Re: mamma mia
            Digital life un paio di scatole, se permetti.
          • uTonto scrive:
            Re: mamma mia
            - Scritto da: Sg@bbio
            Digital life un paio di scatole, se permetti.Nella vita di tutti i giorni quando guardi una partita di calcio senti dire una giocata alla playstation o una giocata alla nintendo ?Tutto è come la doppia spunta di WhatsApp digital life, ti riporto le parole del Luca Nazionalehttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=4179645
            sei libero di pensarla diversamente, certo
            se non hai colto la dinamica per cui questa doppia spunta blu ha un
            senso per la "digital life", però, ti stai perdendo qualcosa - e forse
            non ti sei neppure accorto che il mondo dell'informatica in generale non
            è più quello dei pionieri con il commodore 64 e si è trasformato in
            qualcosa di molto diversoVedi loro vedono il mondo cosi... non ci si puo fare nulla...
    • Fogin Laied scrive:
      Re: mamma mia
      Se non ricordo male la Sony all' epoca investi molto nel rendere la console appetibile per le case videoludiche, infatti oltre all utilizzo del cd che portò un maggior spazio di immagazzinamento rispetto alle classiche cartucce, vi era anche la facilità nella programmazione della console (mi pare che ne venne prodotta una versione apposita)
      • Sg@bbio scrive:
        Re: mamma mia
        Non era una novità il CD nel campo delle console, iniziarono ad arrivare sia con gli add on del mega drive (mega/XXXX CD) e Pc Engine/turbo grafix , per non parlare del 3do, poi il XXXX Saturn, diretto concorrente della Playstation nonché suo concscritto, usava i CD.Poi ricordiamoci che la playstation, o meglio buona parte del suo HW dovevano far parte del nintendo 64, oltre al fatto che Sony aveva in cantiere un Add on CD anche per il super nintendo.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: mamma mia
          - Scritto da: Sg@bbio
          Non era una novità il CD nel campo delle console,
          iniziarono ad arrivare sia con gli add on del
          mega drive (mega/XXXX CD) e Pc Engine/turbo
          grafix , per non parlare del 3do, poi il XXXX
          Saturn, diretto concorrente della Playstation
          nonché suo concscritto, usava i CD.... e l'Amiga CD32, e il Philips CD-I, e sicuramente altre che non ricordo
          • Sg@bbio scrive:
            Re: mamma mia
            Quelle due erano un mezzo aborto, almeno il 3do aveva i muscoli per essere una signora console (alcuni port erano fatti molto meglio della contro parte originale).
Chiudi i commenti