Roaming zero, Google sonda il mercato?

Mounatin View, per i propri progetti da MNVO, starebbe pensando all'annullamento del roaming su scala internazionale. Le trattative sarebbero in corso con Hutchison Whampoa, ma solo a favore dei futuri utenti statunitensi

Roma – I piani da operatore mobile di Google sembrano essere sempre più concreti, e sembrano non limitarsi a sperimentazioni su piccola scala, come lasciato intendere il mese scorso: Mountain View starebbe trattando con il colosso Hutchison Whampoa, per sfruttare la sua presenza in numerosi paesi del mondo ai fini di garantire ai futuri abbonati del nascituro servizio di telefonia mobile un accesso trasversale alla rete, senza costi di roaming.

A dare spazio alle indiscrezioni è il Telegraph , secondo cui Google avrebbe avvicinato Hutchison Whampoa per negoziare l’accesso wholesale alle reti mobile gestite dal colosso di Hong Kong, pioniere del roaming zero in virtù della propria presenza in tutto il mondo. Da Hong Kong al Regno Unito, dal Vietnam allo Sri Lanka, passando per paesi europei come Svezia, Irlanda, Danimarca, Austria e Italia, Google sembrerebbe intenzionata a ottenere dalla holding asiatica il supporto della sua rete, conosciuta come 3 e rappresentata da altri brand, al fine di offrire ai propri futuri abbonati statunitensi la possibilità di solcare il mondo senza preoccuparsi delle tariffe di roaming.

Il progetto Nova, con cui la Grande G ambisce a gettarsi nell’agone della telefonia mobile da MNVO, nelle anticipazioni rilasciate da Google è stato descritto come un esperimento su scala limitata: le indiscrezioni emerse ora, però, non fanno escludere che questo esperimento, sebbene destinato a pochi, si possa declinare su scala globale.

Il servizio, spiegano le fonti del Telegraph , sembra sia destinato a coinvolgere i soli futuri utenti di una potenziale offerta statunitense: il mercato europeo della telefonia mobile appare più dinamico di quello d’oltreoceano, e il roaming zero è un obiettivo già perseguito dall’UE, in programma per il 2018.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • collione scrive:
    vero sistema operativo
    eccolo qua[yt]BsVydyC8ZGQ[/yt]
  • Franco Peci scrive:
    windows 3.1
    Chi ricorda al signor Maruccia che prima di Windows 95 (che funzionava per qualche settimana e poi si doveva formattare e reinstallare tutto da capo) c'erano windows 3.0 poco più di un giocattolo colorato e windows 3.1 che in coppia con msdos 6... era diventato quasi un unico anche se magari poco omogeneo sistema operativo?Beati quelli che pensano e riflettono prima di scrivere: eviteranno di palesare ancor di più la propria inconsistenza!CiaoFranco
    • Leguleio scrive:
      Re: windows 3.1

      Chi ricorda al signor Maruccia che prima di
      Windows 95 (che funzionava per qualche settimana
      e poi si doveva formattare e reinstallare tutto
      da capo) c'erano windows 3.0 poco più di un
      giocattolo colorato e windows 3.1 che in coppia
      con msdos 6... era diventato quasi un unico anche
      se magari poco omogeneo sistema
      operativo?Se è per questo ancora prima c'erano Windows 1.0 e Windows 2.0. :)Anche se l'articolo salta di palo in frasca quella frase ha un senso: Windows 95 è stato il primo della famiglia con un minimo di indipendenza dal Dos. Le precedenti versioni erano un'interfaccia grafica per il sistema operativo a riga di comando, e in questo non si discostavano dal GEM che usava Ventura Publisher. Windows 95 aveva driver propri, diversi da quelli di Dos, e non prendeva alcuna istruzione dai comandi CONFIG.SYS e AUTOEXEC.BAT.
      • panda rossa scrive:
        Re: windows 3.1
        - Scritto da: Leguleio
        Windows 95 aveva driver propri, diversi da quelli
        di Dos, e non prendeva alcuna istruzione dai
        comandi CONFIG.SYS e
        AUTOEXEC.BAT.Legu, lo sappiamo gia' benissimo che non ci capisci un cavolo di informatica.Non c'e' bisogno che vieni qui a sottolinearcelo ogni volta.http://madsenworld.dk/con_auto/index-uk.htm
  • bubba scrive:
    Russinovich e' leggermente ottimista...
    altro che aprire i sources di windows..... a noi ce basterebbe la smettesse di essere odiosamente ostile... vedansi per es il XXXXXio VFAT e patent infringment... o l'ostinato supporto dei soli 2 fs in croce prodotti da M$ medesima.... cosette cosi'....
    • nome e cognome scrive:
      Re: Russinovich e' leggermente ottimista...
      - Scritto da: bubba
      altro che aprire i sources di windows..... a noi
      ce basterebbe la smettesse di essere odiosamente
      ostile... vedansi per es il XXXXXio VFAT e patent
      infringment... o l'ostinato supporto dei soli 2
      fs in croce prodotti da M$ medesima.... cosette
      cosi'....Ostile? Perchè si fa pagare per i brevetti? Basta non usare materiale protetto da copyright, è così difficile non usare fat per i dispositivi mobili? Per quanto riguarda i filesystem perchè diavolo microsoft dovrebbe supportare qualcosa di diverso? Il 90% dei computer usa software microsoft, e i dispositivi mobili hanno scelto di usare fat. Qualcuno vieta a gurgle o chicchessia di creare un simpaticissimo driver che supporti qualsiasi filesystem libero da brevetti?
      • Sg@bbio scrive:
        Re: Russinovich e' leggermente ottimista...
        Il dito e la luna, non ci arrivi che il problema non è il "brevetto in se" di cui si può far velo pietoso su come sono molti brevetti software, ma su una lunga serie di stupidità che microsoft si porta dietro da anni.
        • sgabbio scrive:
          Re: Russinovich e' leggermente ottimista...
          - Scritto da: Sg@bbio
          Il dito e la luna, non ci arrivi che il problema
          non è il "brevetto in se" di cui si può far velo
          pietoso su come sono molti brevetti software, ma
          su una lunga serie di stupidità che microsoft si
          porta dietro da
          anni08/10
        • nome e cognome scrive:
          Re: Russinovich e' leggermente ottimista...
          - Scritto da: Sg@bbio
          Il dito e la luna, non ci arrivi che il problema
          non è il "brevetto in se" di cui si può far velo
          pietoso su come sono molti brevetti software, ma
          su una lunga serie di stupidità che microsoft si
          porta dietro da
          anni.Tipo?
      • bubba scrive:
        Re: Russinovich e' leggermente ottimista...
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: bubba

        altro che aprire i sources di windows..... a
        noi

        ce basterebbe la smettesse di essere
        odiosamente

        ostile... vedansi per es il XXXXXio VFAT e
        patent

        infringment... o l'ostinato supporto dei
        soli
        2

        fs in croce prodotti da M$ medesima....
        cosette

        cosi'....

        Ostile? Perchè si fa pagare per i brevetti? Basta
        non usare materiale protetto da copyright, è così
        difficile non usare fat per i dispositivi mobili?
        Per quanto riguarda i filesystem perchè diavolo
        microsoft dovrebbe supportare qualcosa di
        diverso? Il 90% dei computer usa software
        microsoft, e i dispositivi mobili hanno scelto di
        usare fat. Qualcuno vieta a gurgle o chicchessia
        di creare un simpaticissimo driver che supporti
        qualsiasi filesystem libero da
        brevetti?ma questo sproloquio merita anche una risposta? mah :
      • Nome e Colliome scrive:
        Re: Russinovich e' leggermente ottimista...
        - Scritto da: nome e cognome
        Qualcuno vieta a gurgle o chicchessia
        di creare un simpaticissimo driver che supporti
        qualsiasi filesystem libero da
        brevetti?Nessuno vieta e infatti è pieno di FS (ad esempio tutti quelli su linux) che supportano i dispositivi mobili.Mai usato FAT in un dispositivo mobile di mia proprietàQuindi?Dove voleva andare a parare questo tuo patetico sproloquio?
        • nome e cognome scrive:
          Re: Russinovich e' leggermente ottimista...

          Mai usato FAT in un dispositivo mobile di mia
          proprietà
          Quindi?
          Dove voleva andare a parare questo tuo patetico
          sproloquio?Quindi cosa c'entra microsoft? Visto che ti basta diventare CEO di google e dirgli che se smettono di usare FAT, visto che nessuno li obbliga, smetteranno anche di pagare o meglio di far pagare royalties.
      • MicroShit Supporter scrive:
        Re: Russinovich e' leggermente ottimista...
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: bubba

        altro che aprire i sources di windows..... a
        noi

        ce basterebbe la smettesse di essere
        odiosamente

        ostile... vedansi per es il XXXXXio VFAT e
        patent

        infringment... o l'ostinato supporto dei
        soli
        2

        fs in croce prodotti da M$ medesima....
        cosette

        cosi'....

        Per quanto riguarda i filesystem perchè diavolo
        microsoft dovrebbe supportare qualcosa di
        diverso? Per lo stesso motivo per cui altri OS lo fanno da tempo immemorabile? <b
        INTEROPERABILITA'? </b
        Cosa che MS cerca di evitare come la peste (con mille scuse ridicole) ben sapendo che sarebbe la sua morte?
        • nome e cognome scrive:
          Re: Russinovich e' leggermente ottimista...

          Per lo stesso motivo per cui altri OS lo fanno da
          tempo
          immemorabile?

          <b
          INTEROPERABILITA'? </b
          Fammi capire, con quali altri sistemi si dovrebbe "interoperare" il sistema che ha il 95% dello share di mercato? Dovrebbero supportare il filesystem di amiga? Quello del C64? Quello del PDP? HPFS?
          Cosa che MS cerca di evitare come la peste (con
          mille scuse ridicole) ben sapendo che sarebbe la
          sua
          morte?Scuse ridicole tipo costi per supportare qualcosa usato da meno dell'1% del mercato? Microsoft è un'azienda e ha come obiettivo il profitto: supportare quattro gatti non porta profitto. Tuttavia cosa impedisce a chiunque di scrivere un filesystem alternativo? Microsoft per caso?
      • collione scrive:
        Re: Russinovich e' leggermente ottimista...
        - Scritto da: nome e cognome
        Ostile? Perchè si fa pagare per i brevetti? Bastabeh certo che si fa pagare
        non usare materiale protetto da copyright, è così
        difficile non usare fat per i dispositivi mobili?fat non è brevettata, è fat32 ad esserlo, ma Torvalds dimostrò di possedere la prior art su tale schema di filesystemla FTC gli ha dato ragione, solo che l'USPTO ha la testa di legnola cosa finirà se e quando qualcuno impugnerà il parere della FTC e trascinerà MS in tribunale
        • nome e cognome scrive:
          Re: Russinovich e' leggermente ottimista...

          la FTC gli ha dato ragione, solo che l'USPTO ha
          la testa di
          legnoQuindi ha dimostrato proprio niente visto che un brevetto si fa valere o si invalida in tribunale.
          la cosa finirà se e quando qualcuno impugnerà il
          parere della FTC e trascinerà MS in
          tribunaleE cosa aspettano? Se è così ovvio ... google / samsung e compagnia hanno le tasche belle profonde.
          • collione scrive:
            Re: Russinovich e' leggermente ottimista...
            - Scritto da: nome e cognome
            Quindi ha dimostrato proprio niente visto che un
            brevetto si fa valere o si invalida in
            tribunale.sai almeno qual è il ruolo della FTC? i suoi pareri non hanno lo stesso peso di quelli di Mario Rossiè l'USPTO ad essere in difetto in questo caso, ma la passa liscia perchè l'impero americano è ormai deragliato sul tema della proprietà intellettuale
            E cosa aspettano? Se è così ovvio ... google /
            samsung e compagnia hanno le tasche belle
            profonde.evidentemente non gli interessa o ci sono altri tipi di accordo sottobanco, o magari Samsung non sta pagando per fat32 ma per ben altro ( tu lo sai per cosa paga Samsung? )fatto sta che B&N non volle pagare ( e nemmeno Redhat ) e stanno ancora lì, nessuna MS li ha denunciati
          • nome e cognome scrive:
            Re: Russinovich e' leggermente ottimista...

            sai almeno qual è il ruolo della FTC? i suoi
            pareri non hanno lo stesso peso di quelli di
            Mario
            RossiLa FTC non solo esprime pareri ma ha potere di iniziare azioni legali. Non l'ha fatto.
            è l'USPTO ad essere in difetto in questo caso, ma
            la passa liscia perchè l'impero americano è ormai
            deragliato sul tema della proprietà
            intellettualeQuindi la FTC dice che il brevetto è prior art, avrebbe il potere non solo di iniziare azione legale ma persino di decidere le regole ma non lo fa per proteggere il sistema. E forti di un parere favorevole della FTC nessuno dei competito costretti a pagare le royalties inizia azioni legali, per difendere il sistema dei brevetti. Tutto questo mentre per contro ci sono cause brevettuali ovunque...
            evidentemente non gli interessa o ci sono altri
            tipi di accordo sottobanco, o magari Samsung non
            sta pagando per fat32 ma per ben altro ( tu lo
            sai per cosa paga Samsung?
            )Beh il contratto di cross licensing è pubblico, che Samsung paghi per Android è noto. Che abbia cercato di invalidare il contratto è altrettanto noto... su cosa si siano accordati in seguito poi non si sa.
            fatto sta che B&N non volle pagare ( e nemmeno
            Redhat ) e stanno ancora lì, nessuna MS li ha
            denunciatiEhm si, nel tuo mondo immaginario ... "Barnes & Noble and Microsoft have settled their patent litigation, and moving forward, Barnes & Noble and Newco will have a royalty-bearing license under Microsoft's patents for its NOOK eReader and Tablet products. This paves the way for both companies to collaborate and reach a broader set of customers."
      • Izio01 scrive:
        Re: Russinovich e' leggermente ottimista...
        - Scritto da: nome e cognome

        Ostile? Perchè si fa pagare per i brevetti? Basta
        non usare materiale protetto da copyright, è così
        difficile non usare fat per i dispositivi mobili?
        Per quanto riguarda i filesystem perchè diavolo
        microsoft dovrebbe supportare qualcosa di
        diverso? Il 90% dei computer usa software
        microsoft, e i dispositivi mobili hanno scelto di
        usare fat. Qualcuno vieta a gurgle o chicchessia
        di creare un simpaticissimo driver che supporti
        qualsiasi filesystem libero da
        brevetti?E siccome non sarebbe installato di default, nessuno lo userebbe.Fai pure finta di non vedere il problema, ma uno che inserisce la chiavetta USB, vuole che vada o al più che gli eventuali driver si installino in automatico.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Russinovich e' leggermente ottimista...
          - Scritto da: Izio01
          - Scritto da: nome e cognome



          Ostile? Perchè si fa pagare per i brevetti?
          Basta

          non usare materiale protetto da copyright, è
          così

          difficile non usare fat per i dispositivi
          mobili?

          Per quanto riguarda i filesystem perchè
          diavolo

          microsoft dovrebbe supportare qualcosa di

          diverso? Il 90% dei computer usa software

          microsoft, e i dispositivi mobili hanno
          scelto
          di

          usare fat. Qualcuno vieta a gurgle o
          chicchessia

          di creare un simpaticissimo driver che
          supporti

          qualsiasi filesystem libero da

          brevetti?

          E siccome non sarebbe installato di default,
          nessuno lo
          userebbe.
          Fai pure finta di non vedere il problema, ma uno
          che inserisce la chiavetta USB, vuole che vada o
          al più che gli eventuali driver si installino in
          automatico.Il problema non lo vedo perchè non esiste. Il 95% dei sistemi al mondo usa windows, i produttori di chiavette usb vendono dispositivi compatibili con il 95% dei sistemi mondiali. Questo è quanto. Vogliono imporre uno standard che copra il restante 5% che lo facciano, se valutano che il gioco vale la candela microsoft si adeguerà ma non si capisce proprio perchè microsoft dovrebbe supportare qualsiasi altro filesystem quando non ha nessuna ragione di business per doversene sobbarcare il costo. Nel mobile dove i produttori avrebbero potuto tranquillamente scegliere un altro sistema e imporre a microsoft di supportarlo, hanno preferito la via semplice... quindi ora, giustamente, pagano le royalties. E anzi ringrazierei che non stia chiedendo royalties anche alle varie imbuto, etc...
  • NENNO scrive:
    Auguri Zio Bill
    Auguri Zio Bill! Auguri Zio Bill! Auguri Zio Bill!
  • panda rotta scrive:
    che evolve a ritmi parossistici
    "Che evolve a ritmi parossistici" in un articolo in cui si parla di Microsoft. (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • ruppolo scrive:
      Re: che evolve a ritmi parossistici
      - Scritto da: panda rotta
      "Che evolve a ritmi parossistici" in un articolo
      in cui si parla di Microsoft.
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)Già, più ridicolo di così non si può. Una palla al piede che ha ingessato l'informatica, questa è Microsoft. E non dimentichiamo che Windows è stato copiato e MS-DOS ricettato.
      • bertuccia scrive:
        Re: che evolve a ritmi parossistici
        - Scritto da: ruppolo

        Una palla al piede che ha ingessato l'informatica,
        questa è Microsoft.

        E non dimentichiamo che Windows è stato copiato e
        MS-DOS ricettato.la storia di MS perfettamente riassunta in 4 righe.di meglio non si poteva fare, sul serio.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 aprile 2015 09.20-----------------------------------------------------------
        • nome e cognome scrive:
          Re: che evolve a ritmi parossistici
          hahaha e beccati la backdoor macaco https://truesecdev.wordpress.com/2015/04/09/hidden-backdoor-api-to-root-privileges-in-apple-os-x/
      • Leguleio scrive:
        Re: che evolve a ritmi parossistici

        E non dimentichiamo che Windows è stato copiato e
        MS-DOS
        ricettato.Puoi spiegare meglio queste due frasi?
        • bertuccia scrive:
          Re: che evolve a ritmi parossistici
          - Scritto da: Leguleio

          Puoi spiegare meglio queste due frasi?"windows è stato copiato" <i
          "Microsoft was deeply involved in the development of the Macintosh. Microsoft had been the first outside developer to get a Macintosh prototype. "[...]"But when Sculley saw the software, he was enraged. Microsoft had been provided early prototypes of the Macintosh and some source code to help optimize Word and MultiPlan. Now Windows had a menu bar almost identical to Apples. Windows even had a Special menu, containing disk operations. Other elements were strikingly similar. Windows came bundled with Write and Paint, both mimicking Apples MacPaint and MacWrite." </i
          http://lowendmac.com/2006/the-apple-vs-microsoft-gui-lawsuit/"MS-DOS ricettato"sì, qua concordo che ricettato andava scritto tra virgolette
          • pampa scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici
            Anche il mac è stato copiatohttp://en.wikipedia.org/wiki/Xerox_Star
          • bertuccia scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici
            - Scritto da: pampa

            Anche il mac è stato copiato

            http://en.wikipedia.org/wiki/Xerox_Starsì col permesso di Xerox, che ai tempi sì è beccata mooolto volentieri le azioni di apple, proprio in cambio di quella "gita" nel Park, salvo poi mangiarsi le mani quando era ormai tardi
          • nome e cognome scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici
            apple vi incula https://threatpost.com/apple-leaves-cnnic-root-in-ios-osx-certificate-trust-lists/112086SDONG p)
          • Leguleio scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici


            Puoi spiegare meglio queste due frasi?

            "windows è stato copiato"

            <i
            "Microsoft was deeply involved in the
            development of the Macintosh. Microsoft had been
            the first outside developer to get a Macintosh
            prototype.
            "

            [...]

            "But when Sculley saw the software, he was
            enraged. Microsoft had been provided early
            prototypes of the Macintosh and some source code
            to help optimize Word and MultiPlan. Now Windows
            had a menu bar almost identical to Apples.
            Windows even had a Special menu, containing disk
            operations. Other elements were strikingly
            similar. Windows came bundled with Write and
            Paint, both mimicking Apples MacPaint and
            MacWrite." </i



            http://lowendmac.com/2006/the-apple-vs-microsoft-gBe', per completezza citiamo anche la conclusione, dalla stessa fonte:" <I
            Fortunately for Windows developers, Judge W. Schwarzer ruled on July 25, 1989, that 179 of the 189 disputed displays were covered by the existing license, and most of the other ten were not violations of Apples copyright due to the merger doctrine (the merger doctrine stipulates that ideas cannot be copyrighted). In the case of Apple vs. Microsoft, many of the displays Apple contested were ideas and could not be protected by copyright </I
            ".E ricordiamo a margine che la stessa Apple aveva copiato l'idea dell'interfaccia grafica dallo Xerox Alto, non era certo farina del suo sacco, e che lo stesso programma MacPaint aveva "strette somiglianze" con PCPaint della IBM, del 1981.In ambito informatico è piuttosto difficile lanciare sul mercato un prodotto che fa le stesse cose senza rubare idee. A inseguire l'originalità si rischia di ritrovarsi un prodotto quasi inutilizzabile ai fini pratici.
          • bertuccia scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici
            - Scritto da: Leguleio

            Be', per completezza citiamo anche la
            conclusione, dalla stessa
            fonte:possiamo girarci attorno all'infinito, ma i fatti restano che il windows che uscì dopo che MS ebbe acXXXXX ai prototipi del Mac, era molto più simile al sistema di apple che non al vecchio windowsuna copia mai autorizzata in alcun modo da apple

            E ricordiamo a margine che la stessa Apple aveva
            copiato l'idea dell'interfaccia grafica dallo
            Xerox Alto, non era certo farina del suo saccoapple diede 1 milione in azioni pre-ipo a xerox per quella visita. I dirigenti sapevano benissimo che apple era lì per prendersi le loro idee e le diedero il tacito permesso di farlo
            e che lo stesso programma MacPaint aveva "strette
            somiglianze" con PCPaint della IBM, del
            1981.eh bè, certo! <i
            "Doug Wolfgram purchased a Microsoft Mouse and decided to write a drawing program for it. In February 1983, Wolfgram traveled to SoftCon in New Orleans where he demonstrated the program to Mouse Systems.""Apple was by this time hard at work on their new computer, MacIntosh, and <b
            Mouse Systems wanted the new paint program to capture the look and feel of MacPaint. </b
            " </i
            fu mouse system a volere che PCPaint copiasse MacPainthttp://en.wikipedia.org/wiki/PCPaint
          • Leguleio scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici


            Be', per completezza citiamo anche la

            conclusione, dalla stessa

            fonte:

            possiamo girarci attorno all'infinito, ma i fatti
            restano che il windows che uscì dopo che MS ebbe
            acXXXXX ai prototipi del Mac, era molto più
            simile al sistema di apple che non al vecchio
            windowsVerrà istituito un tribunale internazionale contro questa ruberia di software, oppure la sentenza del giudice W. Schwarzer è sufficiente per inquadrare la vicenda nelle sue reali proporzioni?Io penso la seconda. E tu?

            E ricordiamo a margine che la stessa Apple
            aveva

            copiato l'idea dell'interfaccia grafica dallo

            Xerox Alto, non era certo farina del suo
            sacco

            apple diede 1 milione in azioni pre-ipo a xerox
            per quella visita. I dirigenti sapevano benissimo
            che apple era lì per prendersi le loro idee e le
            diedero il tacito permesso di
            farloInteressante interpretazione delle azioni degli altri: ci sono le copiature veniali, quelle nelle quali il soggetto vittima è sostanzialmente consenziente, e poi le copiature gravi, fatte alle spalle di una ditta come la Apple che aveva lasciato vedere il codice alla concorrente, magari a sua insaputa.E io che pensavo che le copiature fossero gravi sempre, in quanto mancanza di capacità di innovazione e di produzione propria... mi devo ricredere: sono solo una questione di ripicche fra fan. :|

            e che lo stesso programma MacPaint aveva
            "strette

            somiglianze" con PCPaint della IBM, del

            1981.

            eh bè, certo!

            <i
            "Doug Wolfgram purchased a Microsoft
            Mouse and decided to write a drawing program for
            it. In February 1983, Wolfgram traveled to
            SoftCon in New Orleans where he demonstrated the
            program to Mouse
            Systems."

            "Apple was by this time hard at work on their new
            computer, MacIntosh, and <b
            Mouse Systems
            wanted the new paint program to capture the look
            and feel of MacPaint. </b
            " </i



            fu mouse system a volere che PCPaint copiasse
            MacPaintQui sono stato vittima di date sbagliate: sembrava che PC Paint fosse uscito prima di MacPaint, mentre invece sono usciti entrambi nello stesso anno, il 1984. :S
          • bertuccia scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici
            - Scritto da: Leguleio

            Verrà istituito un tribunale internazionale
            contro questa ruberia di software, oppure la
            sentenza del giudice W. Schwarzer è sufficiente
            per inquadrare la vicenda nelle sue reali
            proporzioni?
            Io penso la seconda. E tu?io penso che puoi girarci attorno all'infinito, come stai facendo, ma il punto non cambia.dopo aver avuto acXXXXX ai prototipi del mac, windows è magicamente diventato uguale
            Interessante interpretazione delle azioni degli
            altri: ci sono le copiature veniali, quelle nelle
            quali il soggetto vittima è sostanzialmente
            consenziente
            e poi le copiature gravi, fatte
            alle spalle di una ditta come la Apple che aveva
            lasciato vedere il codice alla concorrente,
            magari a sua insaputa.la differenza sta nell'accordarsi prima.xerox diede ad apple un tacito assenso per utilizzare le sue tecnologie, dietro cospicuo pagamento.permesso che apple non diede mai a MS
            E io che pensavo che le copiature fossero gravi
            sempre, in quanto mancanza di capacità di
            innovazione e di produzione propria... mi devo
            ricredere: sono solo una questione di ripicche
            fra fan. :|basta che anche noi ci accordiamo sulle definizioni: per te acquisire un'azienda è copiare. Basta saperlo e vedrai che ci intendiamo
            Qui sono stato vittima di (rotfl) ma come XXXXX parli
          • collione scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici
            - Scritto da: bertuccia
            dopo aver avuto acXXXXX ai prototipi del mac,
            windows è magicamente diventato
            ugualecredo che questo punto sia palese a chiunque abbia un minimo d'onestà intellettualesono stati fatti un paio di film/documentari a riguardo e MS non ha certamente smentitoi fatti sono che MS lavorava per Apple e aveva acXXXXX ai prototipi del Macstranamente, nel giro di un anno e mezzo, MS tira fuori un OS che usa i medesimi concetti di MacOSil punto è che all'epoca il software non era brevettabile, men che meno le interfacce grafiche
            la differenza sta nell'accordarsi prima.

            xerox diede ad apple un tacito assenso per
            utilizzare le sue tecnologie, dietro cospicuo
            pagamento.
            ma infatti Xerox venne pagata profumatamente, non capisco come ancora gira questa favola del furto
            permesso che apple non diede mai a MSdel resto MS pagò, ammettendo implicitamente di aver commesso un reato
          • bertuccia scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici
            grazie :) sul serio
          • Leguleio scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici

            il punto è che all'epoca il software non era
            brevettabile, men che meno le interfacce
            graficheTi sbagli: la sentenza che ha costituito un precedente per la brevettabilità del codice è la Diamond contro Diehr, anno 1981:http://en.wikipedia.org/wiki/Diamond_v._DiehrRecentemente la corte suprema ha finalmente messo un freno a questa pericolosissima deriva delle corti Usa, Alice Corporation contro CLS Bank International: vediamo se avrà effetto nelle prossime cause.
          • nome e cognome scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici

            ma infatti Xerox venne pagata profumatamente, non
            capisco come ancora gira questa favola del
            furtoIntanto xerox non venne pagata, ma gli venne permesso di comprare azioni apple ad un prezzo concordato. In realtà fu Xerox a pagare Apple, anche se chiaramente dopo ci guadagnò come ampiamente previsto. Seconda cosa, gli venne dato il permesso di guardare, non di copiare. L'accordo prevedeva una visita ai laboratori ma nessuna cessione di proprietà intellettuale. Xerox doveva metterlo in conto chiaramente, ma questo non vuol dire che fosse permesso.
            del resto MS pagò, ammettendo implicitamente di
            aver commesso un
            reatoMS non ammise niente, ci fu una sentenza in cui apple perse su tutta la linea tranne... il cestino. Microsoft era colpevole di aver copiato il cestino e il tutto venne risolto in maniera extragiudiziale con Microsoft che salva Apple dal fallimento rilevandone quasi il 10%.
          • ruppolo scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici
            - Scritto da: nome e cognome
            MS non ammise niente, ci fu una sentenza in cui
            apple perse su tutta la lineaNo, alcune cause le vinse.
            tranne... il
            cestino. Microsoft era colpevole di aver copiato
            il cestinoNo, anche il menu sulla barra superiore non poté copiarlo, così è venuto fuori quell'aborto del tasto start, visto che chiudendo l'ultima finestra si restava senza interfaccia.
            e il tutto venne risolto in maniera
            extragiudiziale con Microsoft che salva Apple dal
            fallimento rilevandone quasi il
            10%.Ovvio, altrimenti l'antitrust avrebbe scorporato AUTOMATICAMENTE Microsoft in più parti, visto che aveva eliminato la concorrenza abusando con tutti i mezzi (i famosi ricatti ai produttori, per i quali ben 4 Stati americani sono andati i causa con Microsoft).Ma gli è andata male, perché poi rientrò Steve e... il resto lo sappiamo, ora è Microsoft che mendica.
          • nome e cognome scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici

            No, anche il menu sulla barra superiore non poté
            copiarlo, così è venuto fuori quell'aborto del
            tasto start, visto che chiudendo l'ultima
            finestra si restava senza
            interfaccia.Non mi risulta che windows abbia mai avuto un menu sulla barra superiore. L'unica cosa su cui apple ha vinto una causa è stata l'icona del cestino.
            Ovvio, altrimenti l'antitrust avrebbe scorporato
            AUTOMATICAMENTE Microsoft in più parti, visto che
            aveva eliminato la concorrenza abusando con tutti
            i mezzi (i famosi ricatti ai produttori, per i
            quali ben 4 Stati americani sono andati i causa
            con
            Microsoft).Si questa è sempre la storia macaca. L'antitrust ha minacciato di smembrare microsoft nel 1998 ...
            Ma gli è andata male, perché poi rientrò Steve
            e... il resto lo sappiamo, ora è Microsoft che
            mendica.Eh già ... mendica.
          • Leguleio scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici


            Verrà istituito un tribunale internazionale

            contro questa ruberia di software, oppure la

            sentenza del giudice W. Schwarzer è
            sufficiente

            per inquadrare la vicenda nelle sue reali

            proporzioni?

            Io penso la seconda. E tu?

            io penso che puoi girarci attorno all'infinito,
            come stai facendo, ma il punto non
            cambia.Infatti: la sentenza è favorevole alla Microsoft.Tu puoi raccontare un'altra storia, se ti fa stare meglio, ma da che mondo è mondo i tribunali hanno più autorità di chi scrive sui forum, la storia la scrivono loro, o comunque, contribuiscono a scriverla. Come è crudele la realtà fuori dai forum.

            Interessante interpretazione delle azioni
            degli

            altri: ci sono le copiature veniali, quelle
            nelle

            quali il soggetto vittima è sostanzialmente

            consenziente

            e poi le copiature gravi, fatte

            alle spalle di una ditta come la Apple che
            aveva

            lasciato vedere il codice alla concorrente,

            magari a sua insaputa.

            la differenza sta nell'accordarsi prima.Macchè accordarsi: nel comprare il loro silenzio, è diverso. Tecnicamente potevano intraprendere un'azione legale anche loro, non è mai emersa prova di un accordo scritto in tal senso, e si sa, gli accordi orali valgono zero, spesso. Col senno di poi, la Xerox ha fatto bene a lasciar perdere ogni litigio: la Apple ci ha tentato con la Microsoft, ed è andata male. Che le idee siano copiate lo vediamo coi nostri occhi anche senza essere esperti informatici: solo che le idee in astratto non sono brevettabili.

            E io che pensavo che le copiature fossero
            gravi

            sempre, in quanto mancanza di capacità di

            innovazione e di produzione propria... mi
            devo

            ricredere: sono solo una questione di
            ripicche

            fra fan. :|

            basta che anche noi ci accordiamo sulle
            definizioni: per te acquisire un'azienda è
            copiare. Basta saperlo e vedrai che ci
            intendiamoAcquisire? La Xerox non ha mai acquisito la Apple, o viceversa. Ha ottenuto le azioni per un valore di un milione di dollari, è un po' diverso.
          • bertuccia scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici
            :-o sei di una noia mortale, ti saluto.ps. jobs non acquisì inutilmente la Xerox ovviamente. Gli bastò assumere gli ingegneri chiave. Ma è tutto scritto, si tratta di storia, e io mi sto annoiando a linkartela pezzo per pezzo.stammi bene
          • Leguleio scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici

            :-o sei di una noia mortale, ti saluto.La verità è noiosa, lo so. Quando leggi un articolo o un saggio che appare accattivante e scoppiettante, stanne certo, è falso.
            ps. jobs non acquisì inutilmente la Xerox
            ovviamente. Gli bastò assumere gli ingegneri
            chiave. Ma è tutto scritto, si tratta di storia,
            e io mi sto annoiando a linkartela pezzo per
            pezzo."Storia" nel senso di racconto di Charles Perrault. E io sono intervenuto solo per la frase "E non dimentichiamo che Windows è stato copiato e MS-DOS ricettato", non credo siano necessarie tonnellate di link per una dimostrazione vera e propria.Certo, a leggere solo la metà di quanto linkato si dimostra quello che si vuole.
          • Passante scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici
            - Scritto da: Leguleio

            :-o sei di una noia mortale, ti saluto.
            La verità è noiosa, lo so.No, tu sei noioso.
            Quando...Noia :-o sciacquadiscorsi...
          • krane scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici



            :-o sei di una noia mortale, ti saluto.


            La verità è noiosa, lo so.

            No, tu sei noioso.


            Quando...

            Noia :-o sciacquadiscorsi...E' vero. Ma si può sempre rilanciare la campagna "non rispondere a chisaitu". Ha funzionato in passato, io ho risposto solo 1299 volte dopo l'inizio, e funzionerà ancora.
          • nome e cognome scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici

            xerox diede ad apple un tacito assenso per
            utilizzare le sue tecnologie, dietro cospicuo
            pagamento.Ti rendi conto dell'assurdità? Un tacito consenso? E xerox ha fatto causa ad Apple perché poi ha cambiato idea?
            permesso che apple non diede mai a MSNo infatti il giudice ha deciso che l'accordo di licenza permetteva a microsoft di fare quello che ha fatto quindi non era un tacito consenso, ma un esplicito consenso, scritto.


            E io che pensavo che le copiature fossero
            gravi

            sempre, in quanto mancanza di capacità di

            innovazione e di produzione propria... mi
            devo

            ricredere: sono solo una questione di
            ripicche

            fra fan. :|

            basta che anche noi ci accordiamo sulle
            definizioni: per te acquisire un'azienda è
            copiare. Basta saperlo e vedrai che ci
            intendiamo


            Qui sono stato vittima di

            (rotfl) ma come XXXXX parli
          • Leguleio scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici


            xerox diede ad apple un tacito assenso per

            utilizzare le sue tecnologie, dietro cospicuo

            pagamento.

            Ti rendi conto dell'assurdità? Un tacito
            consenso? E xerox ha fatto causa ad Apple perché
            poi ha cambiato
            idea?Oooh, non credere che non succeda, nel mondo degli affari. :) Spesso, anche se fortunatamente non sempre, sono boss che si pugnalano mentre si abbracciano, e che si abbracciano mentre si pugnalano. La causa di Xerox contro Apple è stata presentata nel dicembre 1989. Un ritardo sospetto (il Lisa è del 1983 e il Macintosh del 1984), e infatti il giudice ha stralciato buona parte dei capi di accusa fin da subito.
          • panda rossa scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: Leguleio



            Be', per completezza citiamo anche la

            conclusione, dalla stessa

            fonte:

            possiamo girarci attorno all'infinito, ma i fatti
            restano che il windows che uscì dopo che MS ebbe
            acXXXXX ai prototipi del Mac, era molto più
            simile al sistema di apple che non al vecchio
            windows

            una copia mai autorizzata in alcun modo da apple




            E ricordiamo a margine che la stessa Apple
            aveva

            copiato l'idea dell'interfaccia grafica dallo

            Xerox Alto, non era certo farina del suo
            sacco

            apple diede 1 milione in azioni pre-ipo a xerox
            per quella visita. I dirigenti sapevano benissimo
            che apple era lì per prendersi le loro idee e le
            diedero il tacito permesso di
            farlo


            e che lo stesso programma MacPaint aveva
            "strette

            somiglianze" con PCPaint della IBM, del

            1981.

            eh bè, certo!

            <i
            "Doug Wolfgram purchased a Microsoft
            Mouse and decided to write a drawing program for
            it. In February 1983, Wolfgram traveled to
            SoftCon in New Orleans where he demonstrated the
            program to Mouse
            Systems."

            "Apple was by this time hard at work on their new
            computer, MacIntosh, and <b
            Mouse Systems
            wanted the new paint program to capture the look
            and feel of MacPaint. </b
            " </i



            fu mouse system a volere che PCPaint copiasse
            MacPaint

            http://en.wikipedia.org/wiki/PCPaintMa quanto siete carini a bisticciare per decidere chi ce l'ha meno corto, mentre io vi guardo sghignazzando dall'alto di X.http://it.wikipedia.org/wiki/X_Window_System
          • nome e cognome scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici

            apple diede 1 milione in azioni pre-ipo a xerox
            per quella visita. I dirigenti sapevano benissimo
            che apple era lì per prendersi le loro idee e le
            diedero il tacito permesso di
            farloE quando apple ha dato i prototipi a Microsoft non ha dato il tacito permesso di prendersi le idee?
          • ruppolo scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici
            - Scritto da: Leguleio

            Be', per completezza citiamo anche la
            conclusione, dalla stessa
            fonte:

            " <I
            Fortunately for Windows developers,
            Judge W. Schwarzer ruled on July 25, 1989, that
            179 of the 189 disputed displays were covered by
            the existing license, and most of the other ten
            were not violations of Apples copyright due to
            the merger doctrine (the merger doctrine
            stipulates that ideas cannot be copyrighted). In
            the case of Apple vs. Microsoft, many of the
            displays Apple contested were ideas and could not
            be protected by copyright </I

            ".Esistono 2 leggi (anche 3, ma semplifichiamo): la legge scritta e quella non scritta. In base alla legge non scritta, Microsoft Windows nasce dalla copia (più possibile, come ha fatto Samsung con l'iPhone) dell'interfaccia del Mac. E su questo non ci piove, a meno di non viaggiare nel tempo.
            E ricordiamo a margine che la stessa Apple aveva
            copiato l'idea dell'interfaccia grafica dallo
            Xerox Alto, non era certo farina del suo sacco, e
            che lo stesso programma MacPaint aveva "strette
            somiglianze" con PCPaint della IBM, del
            1981.QUELLA era solo un'idea, e niente più. E non certo tratta da un prodotto commercializzato, che deve rientrare dei costi di progettazione.L'interfaccia del Mac somigliava ben poco a quella della Xerox Research.

            In ambito informatico è piuttosto difficile
            lanciare sul mercato un prodotto che fa le stesse
            cose senza rubare idee.Appunto, ma le idee possono essere acquistate o rubate, e il prodotto risultante dall'idea può essere acquistato o rubato (sempre in termini di copia). Quindi vediamo di separare le cose. Il fatto stesso che Apple e Microsoft sono finiti in tribunale porta a pensare che le idee o il prodotto delle idee non sono state acquistate, ma bensì rubate.
            A inseguire l'originalità
            si rischia di ritrovarsi un prodotto quasi
            inutilizzabile ai fini
            pratici.Anche a copiare, perché ignori il motivo per cui una cosa è stata fatta in quel modo.
          • Leguleio scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici

            Esistono 2 leggi (anche 3, ma semplifichiamo): la
            legge scritta e quella non scritta. Sono abituato a confrontarmi su fatti e su circostanze verificabili.Le speculazioni filosofiche in questo ambito non mi interessano, si scade subito nella religione.
        • ruppolo scrive:
          Re: che evolve a ritmi parossistici
          - Scritto da: Leguleio

          E non dimentichiamo che Windows è stato
          copiato
          e

          MS-DOS

          ricettato.

          Puoi spiegare meglio queste due frasi?La prima è palese, la seconda riguarda il fatto che i codici sorgenti di MS-DOS (che prima si chiamava CP/M) sono stati rubati e poi venduti alla Microsoft. Quindi parliamo di ricettazione.Tim Paterson e Gary Kildall sono i personaggi di cui informarsi, anche su Wikipedia. Ladro e vittima, rispettivamente.L'unica cosa non nota è la cifra pagata da Microsoft al ricettatore: chi dice 10 mila dollari, chi 20 mila. Comunque le classiche "due lire". Che poi il simpatico Bill ha venduto pari pari, ma come licenza d'uso, ad una un po' ingenua IBM. Bel colpo, possiamo dire. Da manigoldi.
          • Leguleio scrive:
            Re: che evolve a ritmi parossistici



            E non dimentichiamo che Windows è stato

            copiato

            e


            MS-DOS


            ricettato.



            Puoi spiegare meglio queste due frasi?

            La prima è palese, la seconda riguarda il fatto
            che i codici sorgenti di MS-DOS (che prima si
            chiamava CP/M) sono stati rubati e poi venduti
            alla Microsoft. Quindi parliamo di
            ricettazione.No, è un mito. Hanno analizzato il codice di DOS, è indipendente dal CP/M:« <I
            Thirty years later, Bob Zeidman, a programmer and expert in software intellectual property cases, conducted a detailed forensic examination of the code of QDOS, CP/M and PC-DOS. His conclusion? QDOS was absolutely not copied from CP/M, and MS-DOS showed no signs of copying either. Kildalls accusations about Bill Gates were totally groundless. </I
            »http://www.computerhistory.org/atchm/microsoft-ms-dos-early-source-code/Vedi anche la fonte:http://spectrum.ieee.org/computing/software/did-bill-gates-steal-the-heart-of-dosSulla questione Apple, ho già chiarito con Bertuccia.
  • fishbrain scrive:
    e il 39esimo..
    si festeggia anche il 39esimo anno della nascita della frase "è l'anno di linux"
Chiudi i commenti