Samsung e Tizen, da Android alla Z

L'atteso nuovo sistema operativo mobile fa il suo esordio con lo smartphone Samsung Z, in vendita sul mercato indiano a prezzo contenuto. Per il momento l'ecosistema delle app sarà quello di Android
L'atteso nuovo sistema operativo mobile fa il suo esordio con lo smartphone Samsung Z, in vendita sul mercato indiano a prezzo contenuto. Per il momento l'ecosistema delle app sarà quello di Android

Samsung ha finalmente presentato Z1: lo smartphone, che prezzo e caratteristiche fanno rientrare perfettamente nella nuova strategia di business che punta ai paesi emergenti e alla fascia medio-bassa del mercato, si distingue dagli altri prodotti della coreana perché è il primo a montare Tizen.

z1

L’ atteso smartphone è un dispositivo con uno schermo da 4 pollici (800×480 pixel), processore dual core da 1.2 Ghz, 768 MB di RAM, 4 GB di spazio di archiviazione estendibile, una batteria da 1500 mAh, supporto dual SIM, radio FM, fotocamera frontale da 3 MP ed un prezzo di appena 90 dollari.

Secondo le previsioni dei mesi scorsi, Tizen avrebbe dovuto fare la propria comparsa sul mercato russo già durante il terzo trimestre dell’anno scorso, poi era stato rinviato a marzo 2014 in Giappone e infine rimandato di nuovo: uno dei principali problemi era stato individuato nella mancanza di app specifiche .

Per superare tale ostacolo e raggiungere finalmente sul mercato ( per il momento quello indiano) Samsung ha dovuto ovviare con una soluzione tampone: il nuovo sistema operativo si appoggerà momentaneamente sulle app Android, per mezzo della tecnologia Application Compatibility Layer di OpenMobile.
Questa, dice la coreana, permette di farle girare sui suoi schermi in maniera comparabile a come girano con Android, a parte un consumo di batteria lievemente maggiorato.

Certo, la soluzione adottata non è ottimale per il raggiungimento di uno degli obiettivi di Tizen: permettere a Samsung di affrancarsi dalla dipendenza da Google nel complesso mercato degli smartphone, soprattutto ora che Mountain View ha consolidato la propria presenza con nuovi prodotti hardware.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti