Se potessi avere una Xbox al mese

Microsoft inizia a vendere in abbonamento anche la console, con il controller Kinect e due anni di servizio Xbox Live

Roma – Anche se le attuali console casalinghe stanno per cedere il testimone alla next-generation , producer e sviluppatori hanno ancora diverse cartucce da sparare. Spesso, anzi, la macchina da gioco tira fuori il meglio di sé proprio nel gran finale del ciclo vitale e, se arriva anche uno sconto ufficiale, il ritardatario acquisto appare meno insensato.

L’ultima promozione studiata da Microsoft per l’Xbox 360 non sforbicia assolutamente il prezzo di listino ma punta alla “rateizzazione”. Fino a ieri era possibile sottoscrivere un abbonamento soltanto per i servizi online della console, ma ora gli store USA inizieranno a vendere anche l’hardware abbinato ad un contratto “all-inclusive”.

Per portarsi a casa il modello base (con 4GB di memoria interna) basteranno 99 dollari, ma sarà obbligatorio sottoscrivere un canone di due anni con bollettini da 14,99 dollari ogni 30 giorni. L’offerta comprende anche la periferica Kinect e l’accesso completo (Gold) al servizio Xbox LIVE.

A conti fatti il risparmio economico non c’è, perché al termine dei due anni l’utente avrà comunque speso la cifra che il pacchetto valeva normalmente, ma il colosso di Redmond sta provando ad utilizzare il modello di business che i gestori telefonici adottano per addolcire la pillola di smartphone e tablet. In tutti i casi, del resto, si parla di dispositivi che oggi non possono vivere a pieno regime senza appoggiarsi ad una piattaforma di servizi in Rete.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nome e cognome scrive:
    Simpatici
    Mi avete strappato un sorriso coi vostri commenti che fanno sembrare "speaker" un errore concettuale, ma è un errore di stampa.Semmai, se c'è un errore concettuale imperdonabile :-) è nel fatto che Kinect non è "presto per PC", ma si può già comprare nello store italiano (mi risulta dal 1 marzo).Un'altra piccola osservazione è che 18 kHz (come viene detto nel video) non è una frequenza non udibile dall'uomo, ma solo da alcuni uomini (dipende dall'età, ecc.)
    • Axel scrive:
      Re: Simpatici
      - Scritto da: Nome e cognome
      la osservazione è che 18 kHz (come
      viene detto nel video) non è una frequenza non
      udibile dall'uomo, ma solo da alcuni uomini
      (dipende dall'età,
      ecc.)in effetti a me risulata che lo spettro di frequenza udibile, per un organo uditivo umano senza patologie e perfettamente sano (non certo quello di uno che passa ogni sabato sera in Disco) vada fino ai 20 kHz. Ed è per quello che gli equalizzatori degli impianti HiFi arrivano a gestire fino a 22 (ventidue) kHz!
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Simpatici
        Sì, dipende dalle abitudini, dall'età, ecc. Comunque, gli stessi autori dell'articolo scientifico all'inizio per semplicità scrivono "generiamo un tono inudibile", e se lo dicono loro può dirlo anche Punto Informatico :-)
      • serjey scrive:
        Re: Simpatici
        Ma non dite fesserieSe ti mando in speaker dei 18Kz non senti una fava amenochè non sei una zanzara.
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Simpatici
          Fonte? Una zanzara parlante? Bastava che la zanzara parlante leggesse Wikipedia.http://www.springerlink.com/content/w17824682x755w23/E CAMBIA SPEAKER!
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Simpatici
          Per la cronaca io ci sento ancora fino a 17 kHz e non sono un neonato
  • mitosi scrive:
    speaker at the next level
    "lo speaker percepisce le onde che rimbalzano sul corpo" speaker che percepiscono, non pensavo esistessero... Puntoinformatico perchè non crei un articolo ad hoc al riguardo.LOL
    • krane scrive:
      Re: speaker at the next level
      - Scritto da: mitosi
      "lo speaker percepisce le onde che rimbalzano sul
      corpo" speaker che percepiscono, non pensavo
      esistessero... Puntoinformatico perchè non crei
      un articolo ad hoc al riguardo.
      LOLEmmm... A livello costruttivo che differenza c'e' tra uno speacker e un microfono ?
      • Ozymandias scrive:
        Re: speaker at the next level
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: mitosi

        "lo speaker percepisce le onde che
        rimbalzano
        sul

        corpo" speaker che percepiscono, non pensavo

        esistessero... Puntoinformatico perchè non
        crei

        un articolo ad hoc al riguardo.

        LOL

        Emmm... A livello costruttivo che differenza c'e'
        tra uno speacker e un microfono ?Piuttosto pochi. Il problema è che, nel contesto della notizia, la percezione del suono la fa il microfono e non gli speaker. Errare humanum est...
        • krane scrive:
          Re: speaker at the next level
          - Scritto da: Ozymandias
          - Scritto da: krane

          - Scritto da: mitosi


          "lo speaker percepisce le onde che

          rimbalzano

          sul


          corpo" speaker che percepiscono, non
          pensavo


          esistessero... Puntoinformatico perchè non

          crei


          un articolo ad hoc al riguardo.


          LOL



          Emmm... A livello costruttivo che differenza
          c'e'

          tra uno speacker e un microfono ?

          Piuttosto pochi. Il problema è che, nel contesto
          della notizia, la percezione del suono la fa il
          microfono e non gli speaker. Errare humanum
          est...Ma tu leggi le notizie qua ? :|
          • collione scrive:
            Re: speaker at the next level
            ha ragione peròse guardi nel testo c'è scritto "lo speaker percepisce"è ovvio che si tratta del microfono non dello speaker
        • zizzo scrive:
          Re: speaker at the next level
          percezione?!(rotfl)
Chiudi i commenti