Sedia a rotelle manovrata col pensiero

Dimostrazione molto intrigante quella di una società americana che ha sviluppato un sistema di controllo con cui, grazie ai segnali elettrici del cervello, è possibile muovere una sedia a motore

Roma – “Sai che il futuro è qui, quando arriva una tecnologia che permette di controllare i veicoli senza nient’altro che il pensiero”, annuncia trionfale Engadget , e a ben guardare non ha tutti i torti considerando quello che è riuscita a fare Ambient : l’azienda americana ha realizzato una sedia a rotelle radiocomandata, il cui centro di controllo dipende dalle onde cerebrali (vedi video in fondo).

L’innovativo ritrovato segnalato dal New Scientist basa il suo funzionamento su Audeo , un collare da indossare all’altezza della laringe sviluppato da Michael Callahan e Thomas Coleman dell’Università dell’Illinois a Urbana-Champaign, fondatori di Ambient, in collaborazione con il Rehabilitation Institute of Chicago . Audeo è in grado di tracciare i segnali elettrici trasmessi dal cervello alla laringe attraverso le terminazioni nervose , convertirli in particolari “keyword” e istruire il computer collegato alla sedia – per mezzo di un network cifrato senza fili – a riconoscere quelle parole chiave come comandi elettronici di movimento.

Recenti migliorie agli algoritmi alla base del software di Audeo permettono di decodificare in maniera più complessa i segnali inviati alla laringe, dando nuove speranze di riacquistare la parola ad almeno alcuni di coloro che hanno sofferto paralisi o incidenti invalidanti per le capacità motorie e di articolazione dei muscoli del volto – ammesso però che abbiano conservate intatte le terminazioni nervose della laringe e le sue funzionalità.

“Se questo sistema si rivelasse affidabile sarei davvero impressionato, è molto complesso registrare i segnali nervosi attraverso la pelle” ha dichiarato Niels Birbaumer della Eberhard Karls University in Germania, anch’egli al lavoro su un simile apparato pensato per le vittime di paralisi. La capacità di interpretare le parole potrebbe rappresentare la chiave di volta della tecnologia, laddove la laringe sia ancora funzionante, ed eviterebbe interventi invasivi come l’introduzione di elettrodi nel cervello per l’interfacciamento tra persona e macchina, dove la seconda fa da supporto alle deficienze della prima.

Audeo ha poi un precursore eccellente: lo ha prodotto la NASA nel 2004, rivela il New Scientist , ed è in grado di riconoscere una ridotta quantità di numeri e parole brevi, oltre alle singole lettere dell’alfabeto. In questo caso si tratta di un ritrovato tutto proiettato verso il transumanesimo e l’esplorazione del cosmo, considerando che l’agenzia USA spera di poter integrare presto la tecnologia all’interno delle tute spaziali degli astronauti per donare loro capacità aggiuntive.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nome e cognome scrive:
    Radio Maria?
    Ma in Italia non avevate Radio Maria (mi sembra che si chiamasse così) che era protetta dal Vaticano e quindi intoccabile? ma che in realtà trasmette (o trasmetteva, boh) in un modo a dire poco "violento" e sopra i limiti di legge?
  • Porco suino scrive:
    Il Sole spaventa la Germania
    Il Sole emette radiazioni elettromagnetiche di potenza ben maggiore di quelle del wifi, quindi non osate uscire più, mangiate, lavorate, e crepate nelle vostre case.
    • Beccamorto scrive:
      Re: Il Sole spaventa la Germania
      - Scritto da: Porco suino
      Il Sole emette radiazioni elettromagnetiche di
      potenza ben maggiore di quelle del wifi, quindi
      non osate uscire più, mangiate, lavorate, e
      crepate nelle vostre
      case.Non penserai di salvarti! I raggi cosmici riescono a trapassare l'intero globo terrestre.
      • Gabriele Santanché scrive:
        Re: Il Sole spaventa la Germania
        ... sono i neutrini !!!Comunque nulla ci salverà dall' idiozia degli uomini politici !!!
  • A O scrive:
    pecore!!!!!!!!!!!!!!
    come al solito... quasi tutti pecore!!!c'e' una tecnologia che FORSE fa male e FORSE no (e nessuno lo sa con certezza) e (quasi) tutti a difenderla, solo perche' e' comoda, con tanti ragionamenti che a dir bene sono quanto meno banali o senza fondamento alcuno...mettersi il problema? il dubbio? noooooo!!!quando mai!!! troppa fatica!!!meglio sorbirsi qualsiasi cosa che ci venga propinata senza fiatare, tutti zitti, inquadrati e allineati...
    • localhost scrive:
      Re: pecore!!!!!!!!!!!!!!
      Ok, dici beneFORSE fa male e FORSE non fa male.C'è un'alternativa alle comunicazioni wireless senza usare segnali a radiofrequenza? No. Quindi o vuoi il wireless o niente, non c'è un sostituto (lasciamo perdere gli infrarossi...). Ad ogni comodità corrisponde sempre qualche svantaggio, l'importante è che sia più piccolo della comodità che ottieni.Bello andare in macchina ed essere indipendenti? Però inquini e ti respiri i gas. Comodo l'ascensore? Però consuma corrente e fai meno movimento. Veloce l'aereo? Ma fa rumore e inquina.Tutto questo clamore è semplicemente inutile e dimostra solo che i governi sono popolati da gente che ha una cultura tecnologica molto bassa e usa il famoso "principio di precauzione" praticamente con lo stesso spirito con cui si accoppavano le streghe nel medio evo. Torniamo ai carretti coi cavalli ed ai segnali di fumo (rigorosamente di legna), è meglio
    • Categorico scrive:
      Re: pecore!!!!!!!!!!!!!!
      - Scritto da: A O
      come al solito...
      quasi tutti pecore!!!

      c'e' una tecnologia che FORSE fa male e FORSE no
      (e nessuno lo sa con certezza) e (quasi) tutti a
      difenderla, solo perche' e' comoda, con tanti
      ragionamenti che a dir bene sono quanto meno
      banali o senza fondamento
      alcuno...

      mettersi il problema? il dubbio? noooooo!!!
      quando mai!!! troppa fatica!!!

      meglio sorbirsi qualsiasi cosa che ci venga
      propinata senza fiatare, tutti zitti, inquadrati
      e
      allineati...La vita media si è allungata parecchio durante gli ultimi 100 anni:forse il progresso c'entra qualcosa e come "principio di precauzione" fermarlo a priori non è una buona idea.Ah, quante persone avrebbe ucciso, con certezza inequivocabile, il cellulare?Quante ne ha salvate?...No, non cercare le risposte, l'urto con la realtà potrebbe esserti fatale...
      • A O scrive:
        Re: pecore!!!!!!!!!!!!!!
        - Scritto da: Categorico
        - Scritto da: A O

        come al solito...

        quasi tutti pecore!!!



        c'e' una tecnologia che FORSE fa male e FORSE no

        (e nessuno lo sa con certezza) e (quasi) tutti a

        difenderla, solo perche' e' comoda, con tanti

        ragionamenti che a dir bene sono quanto meno

        banali o senza fondamento

        alcuno...



        mettersi il problema? il dubbio? noooooo!!!

        quando mai!!! troppa fatica!!!



        meglio sorbirsi qualsiasi cosa che ci venga

        propinata senza fiatare, tutti zitti, inquadrati

        e

        allineati...
        La vita media si è allungata parecchio durante
        gli ultimi 100
        anni:sicuro???forse in occidente...quanti bimbi sono morti di fame, aids, malattie, mentre scrivevi il tuo post???se si e' allungata la vita sono anche molto aumentate ingiustizia e soppraffazione...ma chissenefrega vero??? l'importante e' il (nostro) progresso...
        forse il progresso c'entra qualcosa e come
        "principio di precauzione" fermarlo a priori non
        è una buona
        idea.e chi lo ha detto???
        Ah, quante persone avrebbe ucciso, con certezza
        inequivocabile, il
        cellulare?
        Quante ne ha salvate?ripeto: chi lo ha detto???rispondi a me citando altri???non hai altri argomenti diretti???
        ...No, non cercare le risposte, l'urto con la
        realtà potrebbe esserti
        fatale...anche a te... se un giorno deciderai di vedere quale e' davvero la realta'... anche al di la' dell'orticello che hai dentro i muri di casa...
  • Re Kahr scrive:
    Il grande fratello tedesco
    In germania risorgono dalle ceneri del terzo reich le ideologie liberticide e di controllo dei cittadini e delle loro idee, hanno già in mente ad esempio di infettare i computers con dei trojans "governativi" in modo da poter spiare le attività degli internauti. Ed è chiaro che il WiFi è uno dei primi nemici da sconfiggere, qualsiasi hacker infatti potrebbe sfruttare il WiFi a libero accesso magari di qualche famiglia di pensionati, riuscendo così ad aggirare i controlli governati sui providers per l'utilizzo di internet.
    • Arcano Incantator e scrive:
      Re: Il grande fratello tedesco
      - Scritto da: Re Kahr
      In germania risorgono dalle ceneri del terzo
      reich le ideologie liberticide e di controllo dei
      cittadini e delle loro idee, hanno già in mente
      ad esempio di infettare i computers con dei
      trojans "governativi" in modo da poter spiare le
      attività degli internauti. Ed è chiaro che il
      WiFi è uno dei primi nemici da sconfiggere,
      qualsiasi hacker infatti potrebbe sfruttare il
      WiFi a libero accesso magari di qualche famiglia
      di pensionati, riuscendo così ad aggirare i
      controlli governati sui providers per l'utilizzo
      di
      internet.interessante punto di vista :)
  • burlone scrive:
    Detto da chi non ha una legge antifumo
    Fa un po ridere pensare ai tedeschi paladini dell'Anti-Wi-FI per "precauzione" mentre hanno una legge anti-fumo che può solo nascondersi difronte alla nostra.Ammetto che i dubbi su qualcosa che non posso controllare immediatamente (effetti dell'elettrosmog nel lungo perido)ce li ho, ma se stacco l'hot spot che ho a casa mentre il mio vicino lo tiene, sono comunque sotto il suo effetto.Che faccio, lo meno?W l'Italia!
    • Nome, Cognome scrive:
      Re: Detto da chi non ha una legge antifumo
      Ehm... dal primo Settembre una legge antifumo l'hannoanche loro.
    • Categorico scrive:
      Re: Detto da chi non ha una legge antifumo
      - Scritto da: burlone
      Fa un po ridere pensare ai tedeschi paladini
      dell'Anti-Wi-FI per "precauzione" mentre hanno
      una legge anti-fumo che può solo nascondersi
      difronte alla
      nostra.
      Ammetto che i dubbi su qualcosa che non posso
      controllare immediatamente (effetti
      dell'elettrosmog nel lungo
      perido)
      ce li ho, ma se stacco l'hot spot che ho a casa
      mentre il mio vicino lo tiene, sono comunque
      sotto il suo
      effetto.
      Che faccio, lo meno?

      W l'Italia!A volte Sirchia era un po' maniacale, ma riguardo il fumo, chapeau, che ghignata mi sono fatto quando i francesi con grande imbarazzo e stizza hanno dovuto ammettere che l'Italia era riuscita a far rispettare una legge così drastica, mentre da loro ci hanno messo diversi anni in più per arrivare a una legge analoga e c'è una rivolta, ben più vasta e sentita di quella molto modesta che ci fu da noi, per chiedere proroghe di 5 anni (anziché i circa 6 mesi concessi per andare a regime) per molti locali pubblici.
  • Enjoy with Us scrive:
    Prudenza sospetta
    Prima hanno messo sotto accusa i campi elettromagnetici della corrente ad alta tensione, fa venire la leucemia, poi i cellulari, fanno venire il cancro al cervello, ora sono arrivati al WiFI.Andate a farvi un giro su Medline, non esiste 1 dico 1 studio controllato in doppio cieco che provi i danni delle emissioni elettromagnetiche. Invece ne esistono molti che dimostrano come il Benzene (quello della benzina verde) sia Cancerogeno (il Piombo pur essendo dannoso per altri motivi non lo era).Quello che mi chiedo e' perche' questa attenzione spasmodica alle onde radio, dove ancora (e sono almeno 30 anni che le studiano per verificarne la possibile nocivita') nessuno e' stato in grado di dimostrare danni e invece nessuna cautela nell'impiego di sostanze sicuramente cancerogene come il Benzene?P.S. I primi cellulari avevano emissioni di alcuni ordini di grandezza superiori a quelle degli attuali, come mai non c'e' stato un picco di tumori negli utilizzatori professionali, ormai dall'introduzione dei primi Etacs sono passati almeno 15 anni.
    • Categorico scrive:
      Re: Prudenza sospetta
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Prima hanno messo sotto accusa i campi
      elettromagnetici della corrente ad alta tensione,
      fa venire la leucemia, poi i cellulari, fanno
      venire il cancro al cervello, ora sono arrivati
      al
      WiFI.
      Andate a farvi un giro su Medline, non esiste 1
      dico 1 studio controllato in doppio cieco che
      provi i danni delle emissioni elettromagnetiche.
      Invece ne esistono molti che dimostrano come il
      Benzene (quello della benzina verde) sia
      Cancerogeno (il Piombo pur essendo dannoso per
      altri motivi non lo
      era).
      Quello che mi chiedo e' perche' questa attenzione
      spasmodica alle onde radio, dove ancora (e sono
      almeno 30 anni che le studiano per verificarne la
      possibile nocivita') nessuno e' stato in grado di
      dimostrare danni e invece nessuna cautela
      nell'impiego di sostanze sicuramente cancerogene
      come il
      Benzene?
      P.S. I primi cellulari avevano emissioni di
      alcuni ordini di grandezza superiori a quelle
      degli attuali, come mai non c'e' stato un picco
      di tumori negli utilizzatori professionali, ormai
      dall'introduzione dei primi Etacs sono passati
      almeno 15
      anni.E in ogni caso i cellulari hanno emissioni di almeno un ordine di grandezza maggiore del WiFi e si tengono a brevissima distanza dal cervello, come mai questa crociata anti-WiFi?Forse perché molti verdi e simili crescendo si sono integrati nella new economy, con preferenza per i ghiotti contratti delle ex aziende di stato come le telco?
  • Virgoss scrive:
    E i satelliti??
    MA SCUSATE! E i satelliti geostazionari che ci volano sopra la testa a 36000km di distanza, e che trasmettono tutte quelle belle trasmissioni di SKY e compagni di merende, quelle non trasmettono nella banda dei Ghz? Mi pare anche la loro vicina a quella dei pericolosissimi forni a microonde (che uso anche io ogni mattina per scaldarmi il caffelatte). MA ALLORA anche quelli sono pericolosi (i satelliti) vanno abbattuti,e di corsa, bombardiamoli, si, si bombardiamoli!!!
    • burlone scrive:
      Re: E i satelliti??
      - Scritto da: Virgoss
      MA SCUSATE! E i satelliti geostazionari che ci
      volano sopra la testa a 36000km di distanza, e
      che trasmettono tutte quelle belle trasmissioni
      di SKY e compagni di merende, quelle non
      trasmettono nella banda dei Ghz? Mi pare anche la
      loro vicina a quella dei pericolosissimi forni a
      microonde (che uso anche io ogni mattina per
      scaldarmi il caffelatte). MA ALLORA anche quelli
      sono pericolosi (i satelliti) vanno abbattuti,e
      di corsa, bombardiamoli, si, si
      bombardiamoli!!!STRAQUOTO! :DLOLUsiamo come testate i forni a microonde pieni di palloncini di idrogeno e stagnola (così ci liberiamo di 2 problemi in un colpo solo).Mi raccomando, non provate a farlo a casa.
    • Claudio scrive:
      Re: E i satelliti??
      Non voglio scrivere un trattato di "elettromagnetismo e campi", ma questa osservazione è del tutto errata. Spiegando molto a "spanne": per captare il segnale dei satelliti in questione servono antenne paraboliche di decine di cm di diametro (puntate correttamente verso la sorgente), questo prova che quel segnale è infinitamente meno potente di quello emesso da un cellulare o da un apparecchio wifi o simile che dispone di un'antenna con una superficie infinitamente più piccola. Senza contare che il segnale di tali satelliti è ricevibile solo in campo aperto...
      • Virgoss scrive:
        Re: E i satelliti??
        - Scritto da: Claudio
        Non voglio scrivere un trattato di
        "elettromagnetismo e campi", ma questa
        osservazione è del tutto errata.

        Spiegando molto a "spanne": per captare il
        segnale dei satelliti in questione servono
        antenne paraboliche di decine di cm di diametro
        (puntate correttamente verso la sorgente), questo
        prova che quel segnale è infinitamente meno
        potente di quello emesso da un cellulare o da un
        apparecchio wifi o simile che dispone di
        un'antenna con una superficie infinitamente più
        piccola. Senza contare che il segnale di tali
        satelliti è ricevibile solo in campo
        aperto...(Premetto che hai ragione, ma visto che la paranoia impera, continuo...)NON hai ragione, i satelliti sono molto più pericolosi di qualsiasi Wifi, anche se a terra arriva solo qualche miliardesimi di picowatt, NON IMPORTA!!! perché questo potente segnale elettromagnetico che può influenzare il funzionamento dei VOSTRI neuroni, può arrivare ovunque, su scala continentale!! E questo per un solo satellite, pensate quante centinaia sono in orbita sulle nostre zucche! Propongo un movimento transnazionale che OBBLIGHI i governi ad ABBATTERE questi sterminatori del genere umano, via tutto!! :@ :| :D
    • Stargazer scrive:
      Re: E i satelliti??
      certo hai ragionema è un campo altamente fuori dalla massaquando 2 anni fa sopra torino sono impazziti i semafori, mica i tg e i giornali avevano detto che dei geologi avevano dimenticato il satellite acceso dopo aver fatto una rilevazione in un'area nelle vicinanzema solamente "c'è stato un black out"
  • Virgoss scrive:
    Le solite cagate....
    Sono ANNI e ANNI che ci dicono che i telefonini fanno male e le antenne delle stazioni radio base fanno male, ma non é vero un ca***volo, come scritto in oggetto, le solite cagate... :-o
  • medioman scrive:
    due pesi due misure
    E' quantomeno curioso che fino ad oggi i governi abbiano lasciato soli coloro ce si domandavano quanto facesse male l'elettrosmog del gsmumts mentre si avventano ora sulla sicuramente meno dannosa tecnologia wifi.Il problema secondo me e' che il wifi e' incontrollabile, e potenzialmente puo' rivoluzionare i sistemi di telecomunicazioni con gran danno deli interessi delle telco, e delle capacita' di controllo deli enti overnativi stessi.Se volessi oggi con un terminale wifi, skype, e la collaborazione piu' o meno conscia di chi ha un AP in casa, potrei fare a meno del cellulare :-)
  • pino pallino scrive:
    wireless solo per i ponti radio
    tutto il resto su cavo ...telecom cable pubblic company ....più fibra per tutti.Digitale terreste affanc....IP Tv , cable TV
  • Fabio scrive:
    Solo questione di interessi
    Bhe se mettono in atto il WiFi, ci sara il crollo di tutti gli investimenti su tecnologie ancora in uso! Miliardi bruciati... adsl, fibra ottica etc...
  • aaa scrive:
    trovare tecnologie più pulite per i cell
    trovare tecnologie più pulite per i cellulari sarebbe un passatempo più utile che sparare addosso al wifi, non credete?non sono un esperto in materia di elettromagnetismo, ma ho letto scritti di esperti che dicono che il wifi non fa male, o meglio, il danno che crea è irrilevante. ed è ancora più irrilevante se paragonato al danno che crea un cellulare.
    • nec scrive:
      Re: trovare tecnologie più pulite per i cell
      però si sta anche parlando non di 1 dispositivo wi-fi a sè stante, ma di tanti.- Scritto da: aaa
      trovare tecnologie più pulite per i cellulari
      sarebbe un passatempo più utile che sparare
      addosso al wifi, non
      credete?
      non sono un esperto in materia di
      elettromagnetismo, ma ho letto scritti di esperti
      che dicono che il wifi non fa male, o meglio, il
      danno che crea è irrilevante. ed è ancora più
      irrilevante se paragonato al danno che crea un
      cellulare.
      • qualcuno scrive:
        Re: trovare tecnologie più pulite per i cell
        - Scritto da: nec
        però si sta anche parlando non di 1 dispositivo
        wi-fi a sè stante, ma di
        tanti.
        tanti, ma di potenza ridicola, tanto che solitamente il segnale non arriva alla casa vicina.Escludendo il mio, a casa mia ne ho identificati almeno 16, ma ho dovuto piazzarmi col portatile fuori dalle finestre per rilevarli.Se sto in casa ne ricevo uno solo con un segnale accettabile.
    • Claudio scrive:
      Re: trovare tecnologie più pulite per i cell
      Un cellulare può comunicare con una stazione radiobase che si trova a km di distanza, magari trovandosi all'interno di un edificio, con un'antenna che è più o meno grossa quanto quella di un apparecchio wifi.Un apparecchio wifi "tira" poche centinaia di metri in campo aperto, poche decine se deve superare degli ostacoli, come muri e cose simili.Evidentemente, la potenza del segnale del primo è

      di quella del secondo.
  • marcel scrive:
    Che bella notizia...
    ... per uno che ha impiantato un defibrillatore a sostegno della propria cardipatia dilatativa ed abita, sia pure per sei mesi l'anno, in una zona non servita dall'ADSL...Bellissimo.Dove compro una pistola?
  • Ricky scrive:
    Giocare con la salute altrui
    Ritengo che si debba andare cauti con le nuove tecnologie,l'uomo troppo spesso ha messo in opera cosa di cui non sapeva gran che'.Guardate i NANOCOSI,nessuno mette in dubbio che siano utili se non necessari sotto molti aspetti ma AD OGGI nessuno sa' fino a che punto si puo' arrivare senza far poi piu' danni della cura.L'elettro SMOG,da definizione stessa,indica che i campi magnetici in qualche modo danneggiano il nostro corpo.SE esiste uno studio SERIO e ben attuato che dia la sicurezza certa della non pericolosita' a me sta' bene,vivremo sempre piu' immersi in oceani di onde che non vediamo ma che non ci faranno alcun male.Viceversa,io ESIGO che la mia e quella di tutti noi salute venga posta in PRIMO PIANO e non altrove...troppo spesso le lobby del SOLDO hanno schiacciato il diritto alla salute del cittadino per il loro fine ultimo:INGRASSARSI IL PIU' POSSIBILE con i nostri soldi.Gia' che ci siamo, chi mi spiega come mai chi vive nei pressi di elettrodotti o delle antenne di RADIO MARIA ha un numero di casi assai maggiore di malattie tipo cancro?
    • Emo kid scrive:
      Re: Giocare con la salute altrui
      - Scritto da: Ricky
      Viceversa,io ESIGO che la mia e quella di tutti
      noi salute venga posta in PRIMO PIANO e non
      altroveZitto, buffone. Non sei nessuno. Io voglio potermi scaricare musica e video in streaming sul mio iPod tramite il router wireless e ascoltare i My Chemical Romance contemplando il fatto che la mia è la più grande generazione che sia mai vissuta e che mai vivrà, e se dici il contrario piangerò, scriverò cose sul mio diario e mi farò male da solo!
    • selectors test passato al 100% scrive:
      Re: Giocare con la salute altrui

      Gia' che ci siamo, chi mi spiega come mai chi
      vive nei pressi di elettrodotti o delle antenne
      di RADIO MARIA ha un numero di casi assai
      maggiore di malattie tipo
      cancro?Guarda io abito ad Erba a 50 metri dalla antenne di RADIO MARIA e ti posso assicurare che da noi non c'è nessun numero maggiore di casi di malattie tipo cancro.Forse ti confondi con RADIO VATICANA che ha degli impianti spaventosamente enormi rispetto a semplici antenne.
      • ba1782 scrive:
        Re: Giocare con la salute altrui
        - Scritto da: selectors test passato al 100%
        Guarda io abito ad Erba[OT] E già qui hai perso credito.... :D [/OT]Quoto comunque, sono quelle di Radio Vaticana quelle che devastano perfino i citofoni... lol
    • Asd scrive:
      Re: Giocare con la salute altrui
      Concordo con Ricky, l'elettrosmog è nocivo. Non dimentichiamoci che nel nostro corpo avvengono infinite reazioni chimiche ed elettriche. L'elettrosmog interferisce con queste reazioni. Studiatevi anatomia, fisiologia e biologia, poi capirete perchè l'elettrosmog fa male :)
    • Vihai Varlog scrive:
      Re: Giocare con la salute altrui
      Ma sei così stupido di natura o hai seguito un percorso particolare?
    • Skywalker scrive:
      Re: Giocare con la salute altrui
      Chi vive vicino a Radio Maria NON ha una probabilità di cancro maggiore: la media MAGGIORE della media nazionale è data dal fatto che nello studio epidemiologico svolto si era rilevato 1 malato di cancro nella zona più a ridosso dell'antenna, e, con una operazione molto dubbia dal punto di vista statistico (la statistica del campione singolo non è statistica....), si è fatto 1 diviso gli abitanti nella zona e la "media" era maggiore di quella nazionale.Leggere i documenti allegati all'articolo su Wikipedia.Inoltre, pare proprio che il cancro da onde radio sia un male particolarmente selettivo: ad esempio non colpisce mai a Milano in Zona Sempione e a Cologno Monzese, dove ci sono trasmettitori poco sotto i 900MHz da 40 e 20 anni rispettivamente con potenze delle decine di Kilowatt, ma nei condomini con una antenna radiobase, nei pressi di Radio Maria (le cui antenne quando furono costruite erano in aperta campagna: mi sembra la storia di quelli che hanno comprato casa a poco prezzo vicino alla ferrovia che è li dal 1882 e poi si lamentano del rumore), negli asili e nelle biblioteche con WiFi invece fa strage!Forse radiazioni non ionizzanti a bassa intensità hanno effetti cumulativi (per ora non ancora trovati) in caso di prolungata esposizione (dove prlungata significa decine di anni) possono aumentare la probabilità di sviluppare un tumore. Ma dato che in almeno dieci anni di ricerche si faccia fatica a trovare evidenze scientifiche già ci dice che se effetti ci sono sono comunque di valore piccolo, talmente piccolo che si fa fatica a misurarlo.Quanto all'affermazione:"Finché non mi dimostrano che NON fa male, non dobbiamo usarlo" la vedo dura dimostrarlo: l'acqua è vita, ma se se ne beve troppo si parla di "Intossicazione da Acqua". Le onde elettromagnetiche non ionizzanti fanno male in un innumerevole numero di modi: cito solo le insolazioni, i forni ad infrarosso, quelli a microonde, gli accecamenti della retina, i melanoma di chi ha la pelle chiara, le scosse. In biologia tutto fa male e tutto fa bene: "tutto quello che non uccide, ingrassa". Il problema non è dimostrare che le il corpo umano non interagisce con le onde EM: ci interagisce, è certo. Quello che è difficile da dimostrare è quale sia la soglia oltre la quale una tintarella diventa una insolazione, ma a microonde. Non lo sa nessuno, anche se sappiamo per certo che non è poi tanto bassa, visto che Corso Sempione e Cesano Maderno non sono due deserti.Il forno a Microonde: contrariamente a quanto molti pensiao, il forno a Microonde funziona a 2.4 GHz perché quello è uno dei picchi di ASSORBIMENTO dell'acqua, cioè l'energia viene efficacemente convertita in movimento vibrazionale della molecola (da alcuni chiamato macroscopicamente Calore). Non è la risonanza della molecola dell'acqua, che è a circa 20 GHz. Alla risonanza la molecola vibrerebbe ad una frequenza fissa assorbendo poca energia e riflettendo indietro la restante. Le molecole risonanti sulla superficie costituirebbero uno schermo che rimanderebbe indietro buona parte dell'energia, senza che il cibo si scaldi.Quindi 2.45 GHz non ha nulla di mistico: 2.44 va altrettanto bene, e 900Mhz pure: solo che si spreca più potenza elettrica che andrà a dissiparsi lungo i cavi dell'apparecchiatura invece che dentro il cibo scaldandolo.l'uomo ha una istintiva paura di ciò che non conosce, e questo è bene. Aiuta a salvare la pellaccia. Ma se la paura annebbia la razionalità, questo è male. Si finisce per mettere le "coccinelle mangiaradiazioni" sul cellulare con l'unico risultato di distorcere il campo e far "urlare di più" (in termini di potenza) il terminale per compensare la distorsione introdotta dalla coccinella!
  • alex scrive:
    Radiazioni ionizzanti e non ionizzanti
    Una cosa che tante persone non capiscono e' che lo spettro delle radiazioni elettromagnetiche puo' essere suddiviso in due grandi famiglie. Quelle IONIZZANTI e quelle NON IONIZZANTI.Le prime causano, come dice il nome, un'alterazione della carica elettrica degli atomi di una molecola organica (muscoli, cervello, tessuti vari) in quanto la loro lunghezza d'onda e' comparabile con la dimensione degli atomi compongono la molecola. Queste alterazioni causano un'alterazione chimica delle proteine che compongono i tessuti e quindi possono dare origini a tumori. Le radiazioni non ionizzanti invece dissipano completamente la loro potenza in forma di calore tramite effetto Joule senza introdurre alterazioni nella struttura chimica delle proteine.Le onde elettromagnetiche associate a cellulari/wifi/forni a microonde/dispositivi elettrici in genere sono NON IONIZZANTI. i raggi X, i raggi UV e i raggi Gamma sono invece IONIZZANTI.Di per se e' molto piu' probabile prendere un tumore prendendo troppo sole o facendo troppi raggi X all'ospedale che stando esposti a una sorgente a microonde come i dispositivi citati.
    • Andrea Pace scrive:
      Re: Radiazioni ionizzanti e non ionizzanti
      Tutto giusto, tranne per l'effetto Joule, che non c'entra nulla. Le radiazioni non ionizzanti eccitano gli stati vibrazionali e rotazionali delle molecole (le fanno vibrare e ruotare).
      • ruppolo scrive:
        Re: Radiazioni ionizzanti e non ionizzanti
        - Scritto da: Andrea Pace
        Tutto giusto, tranne per l'effetto Joule, che non
        c'entra nulla. Le radiazioni non ionizzanti
        eccitano gli stati vibrazionali e rotazionali
        delle molecole (le fanno vibrare e
        ruotare).In realta' le fanno solo ruotare.Le proteine infatti si comportano come dipoli con carica positiva da un lato e negativa dall'altro, quindi il campo elettrico alternato generato dal magnetron le fa ruotare alternativamente. Facendo questo movimento cozzano l'una con l'altra, da li il riscaldamento.
        • il gelato che uccide scrive:
          Re: Radiazioni ionizzanti e non ionizzanti

          In realta' le fanno solo ruotare.
          Le proteine infatti si comportano come dipoli con
          carica positiva da un lato e negativa dall'altro,
          quindi il campo elettrico alternato generato dal
          magnetron le fa ruotare alternativamente. Facendo
          questo movimento cozzano l'una con l'altra, da li
          il
          riscaldamento.Interessante prospettiva, specialmente se consideriamo il fatto che le proteine sono i mattoni fondamentali delle molecole di DNA.
          • Vihai Varlog scrive:
            Re: Radiazioni ionizzanti e non ionizzanti
            - Scritto da: il gelato che uccide

            Interessante prospettiva, specialmente se
            consideriamo il fatto che le proteine sono i
            mattoni fondamentali delle molecole di
            DNA....ma proprio perché non ionizzanti non sono in grado di rompere i legami.È come agitare una catena, se non sei zuperman non rompi gli anelli...
  • Blah scrive:
    Non è tanto morire che mi spaventa
    Ma è l'effetto che ha anche sul nostro apparato riproduttore (e questo già si sapeva per quanto riguarda i cellulari)...Che è molto peggio della morte, perché poi se si fanno nascere bambini con problemi è finita.
    • Number 6 scrive:
      Re: Non è tanto morire che mi spaventa
      - Scritto da: Blah
      Ma è l'effetto che ha anche sul nostro apparato
      riproduttore (e questo già si sapeva per quanto
      riguarda i
      cellulari)...
      Siamo nerd, mica possiamo riprodurci...
      Che è molto peggio della morte, perché poi se si
      fanno nascere bambini con problemi è
      finita.Tutti i bambini oggi nascono con problemi, è per questo che li imbottiamo di farmaci.
  • MeX scrive:
    che il professorone...
    sia stato finanziato dalla Deutesh TeleKom?
  • aghost scrive:
    I gestori vogliono affossare il wifi?
    Io ovviamente non so se il wifi sia pericoloso per la salute, temo lo siano molto di più i telefonini. In ogni caso è' un'ottima notizia per i signori gestori: se la paura del wifi prendesse piede, i loro affari via cavo sarebbero al sicurohttp://www.aghost.wordpress.com/
  • Davide scrive:
    che idiozia
    Perchè le onde elettromagnetiche emesse dai cellulari sono a 900 a massimo 1800 MHz, il Wi-Fi emette a 2,4 GHZ, che se nessuno lo ricorda, è la frequenza dei forni a microonde che tutti usiamo. Un Access Point ed un paio di PC sommiamo le loro emissioni a tutte quelle che hanno i nostri vicini, mbè forse forse qualcosa succede. A casa di un mio cliente, ho rilevato, nella camera da letto, ben 9 Access Point e chissà quanti PC connessi in Wi-Fi......... Fate poi Voi le Vostre considerazioni, Il troppo storpia in tutte le cose. Anche l'uovo non fa male, ma se ne mangi un paio al giorno per un mese........... Buona frittura mista a tutti, Ciao Davide-BR-
    • gohan scrive:
      Re: che idiozia
      sì certo, ma ogni apparato wifi può trasmettere al massimo 100mW, cioè un decimo di Watt, mentre un forno ne usa almeno 700W: mi pare che la comparazione dei due dispositivi sia un po' forzata.
    • wireless forever scrive:
      Re: che idiozia
      Sbagliato, l'UMTS funziona intorno intorno ai 2 GHz quindi proprio come il tuo famigerato microonde.Meglio cambiare, nè?Su un tono più serio direi che un poco di sana e semplice matematica (che notoriamente non è un opinione) ci porta a concludere che gli AP WiFi non possono essere più pericolosi di un cellulare e pertanto chi li considera più o altrettanto pericolosi, ammesso che non sia stupido, deve avere altri motivi. Quali siano lo lascio indovinare a ciascuno come utile esercizio mentale...
  • Franco Valla scrive:
    Valori elettrocefalogramma
    I valori di un elettrocefalogramma sono sull'ordine dei microvolt.Un qualsiasi cellulare in funzione sposta in prossimità l'indice di un tester analogico di parecchi gradi corrispondenti a parecchi microvolt! Immaginate l'influenza che può avere sul cervello umano!!!!
    • cefali salvi scrive:
      Re: Valori elettrocefalogramma
      Sono lieto che la salute dei cefali non sia minacciata. Scampati alle reti dei pescatori rischiavano di finire nella rete globale :D
    • Banana joe scrive:
      Re: Valori elettrocefalogramma
      Sono d'accordo sull'evitare di esporre il cranio alle emissioni di un cellulare, just in case. W gli sms e solo per urgenze.Ma il discorso che fai e' un po' problematico: il cervello non e' un antenna trasmettitrice, quindi i microvolt che vedi sono solo la eco dei meccanismi elettrochimici interni. Se questi meccanismi funzionano con o senza interferenze anche molto piu' intense non lo si capisce.
    • Skywalker scrive:
      Re: Valori elettrocefalogramma
      Prova ad avvitare a treccia i due puntali del voltmetro: sorpresa! Non si sposta più! Prova a spostarti a più di venti centimetri: sorpresa! Non si sposta più!Tra l'altro un cellulare esce con potenze di 5 watt, un WiFi circa 50 volte meno.Tra parentesi, abito a Milano in Corso Sempione, li c'è un "WiFi" poco sotto i 900 MHz che trasmette con potenze dell'ordine del KW da olre 40 anni!! E non mi sembra una zona desertica né tanto meno una zona da dove la gente fugge a fiotti e il prezzo delle case crolli verticalmente. Oppure parliamo di Cologno Monzese, altro noto Deserto creatosi negli ultimi vent'anni.10 KWatt per 40 anni e neanche una piccola emicrania.100 milliWatt da un paio di anni e stragi planetarie.Una martellata con un martello da 10 Kilogrammi fa maledettamente male, ma se volete tirarmi martellate con un martello da 0,1 grammi fate pure.Per chi dice che le antenne fanno male: ha ragione! Si appollai una mezza giornata abbracciato al radiante di Corso Sempione... meglio del forno a microonde.
    • Categorico scrive:
      Re: Valori elettrocefalogramma
      - Scritto da: Franco Valla
      I valori di un elettrocefalogramma sono
      sull'ordine dei microvolt.Un qualsiasi cellulare
      in funzione sposta in prossimità l'indice di un
      tester analogico di parecchi gradi corrispondenti
      a parecchi microvolt! Immaginate l'influenza che
      può avere sul cervello
      umano!!!!Il sistema nervoso umano lavora a frequenze fra le decine di Hz e poco più di 1kHz, le microonde sono a frequenze enormemente più alte e non fanno entrare in oscillazione i processi elettrochimici dei neuroni, ma le molecole d'acqua, di cui nel corpo, cervello compreso, c'è una grande quantità e la cui temperatura è regolata da un sistema di termoregolazione che entra in crisi solo con caldo o freddo molto intenso, non certo per energie dell'ordine dei mW, altrimenti basterebbestare poco tempo al sole, parliamo di un centinaio abbondante di W per m^2 nei paesi mediterranei, per restarci secchi.
  • codroipo scrive:
    Ecco perché non votare i verdi
    Perché sono dei paranoici.
    • Stargazer scrive:
      Re: Ecco perché non votare i verdi
      infatti mai avrei pensato che fossero così intelligenti i crucchisarà che sono un paese di programmatori con le palle quadre
  • Gordon of Gekko scrive:
    Ma si ingozzano...
    ...di grassi saturi e colesterolo e poi hanno paura di pochi decimi di mW di onde radio?
    • axel scrive:
      Re: Ma si ingozzano...
      ...non mi preoccupano i mW, ma le frequenze che usano, hi,hi! Roba da forno a microonde se non ricordo male e proprio per questo altamente pericolose per i loro effetti
      • Alessandro scrive:
        Re: Ma si ingozzano...
        scusa se te lo dico ma il tuo è un post altamente idiota.Le microonde non sono affatto pericolose perchè il loro effetto è quello di riscaldare le molecole, in particolar modo quelle dell'acqua. A differenza delle radiazioni ionizzanti che rompono le molecole organiche e possono causare danni al dna.Il forno a microonde con i suoi 700W di potenza riscalda i cibi fino a cuocerli. La tecnologia wi-fi che viaggia su potenze intorno ai 100mW cioè 7000 volte di meno. Pensi che un aumento della temperatura del tuo corpo di un millesimo di grado possa farti male? Allora occhio a non esporti alla luce di una lampadina da 60W!
        • Danilson scrive:
          Re: Ma si ingozzano...
          no ma poi il bello è che si chiudono due ore dentro a un salarium a 1000 watt per fare i fenomeni con la truzza di turno
        • axel scrive:
          Re: Ma si ingozzano...
          Ciao, scusa se te lo dico anche io, ma anche il tuo post è idiota. Non mi pare che offendere sia costruttivo.Logicamente nessuno sa se fa bene o male in assoluto, ma come tutte le cose la verità sta nel mezzo. Una esposizione prolungata a quella frequenza può essere dannosa.Logigamente la potenza gioca un ruolo fondamentale nella cottura, ma l'esposizione è altrettanto pericolosa. - Scritto da: Alessandro
          scusa se te lo dico ma il tuo è un post altamente
          idiota.

          Le microonde non sono affatto pericolose perchè
          il loro effetto è quello di riscaldare le
          molecole, in particolar modo quelle dell'acqua. A
          differenza delle radiazioni ionizzanti che
          rompono le molecole organiche e possono causare
          danni al
          dna.

          Il forno a microonde con i suoi 700W di potenza
          riscalda i cibi fino a cuocerli. La tecnologia
          wi-fi che viaggia su potenze intorno ai 100mW
          cioè 7000 volte di meno. Pensi che un aumento
          della temperatura del tuo corpo di un millesimo
          di grado possa farti male? Allora occhio a non
          esporti alla luce di una lampadina da
          60W!
      • Vihai Varlog scrive:
        Re: Ma si ingozzano...
        - Scritto da: axel
        ...non mi preoccupano i mW, ma le frequenze che
        usano, hi,hi! Roba da forno a microonde se non
        ricordo male e proprio per questo altamente
        pericolose per i loro effettiGiusto, infatti gli infrarossi sono dannosissimi, frequenze molto più elevate delle microonde e si usano anche quelli nel tostapane e nei forni!Aboliamo gli infrarossi!
        • axel scrive:
          Re: Ma si ingozzano...
          grande...bravo!! allora cuoci un pollo con gli infrarossi se ci riesci!!!- Scritto da: Vihai Varlog
          - Scritto da: axel

          ...non mi preoccupano i mW, ma le frequenze che

          usano, hi,hi! Roba da forno a microonde se non

          ricordo male e proprio per questo altamente

          pericolose per i loro effetti

          Giusto, infatti gli infrarossi sono dannosissimi,
          frequenze molto più elevate delle microonde e si
          usano anche quelli nel tostapane e nei
          forni!

          Aboliamo gli infrarossi!
  • gino pieri scrive:
    non avete capito
    che in realtà ha paura dell'uso indiscriminato che se ne può farechiunque si può collegare ad una rete non protetta e far perdere notizie di sè come una goccia d'acqua nell'oceano...
    • ultrastudio scrive:
      Re: non avete capito
      Caro Gino, potresti anche aver ragione ed il governo tedesco vuole nascondere manovre anticriminali ed antiterroristiche sotto la "santa crociata" della tutela amientale, ma il dubbio rimane: in realtà più che di salute e di sicurezza nazionale, qui stiamo parlando di soldi. I soldi che, ad esempio, quando si è vicino al segnale di un'antenna wifi col proprio portatile, si fanno perdere al gestore del servizio, che incassa da chi ha stipulato il contratto, ma che vede la banda divisa magari tra dieci persone o più.Giornali e politici di tutta europa cavalcano le paure innate per tutto ciò che è nuovo e poco conosciuto (paura atavica dell'uomo, sempre esistita) alla continua ricerca di consenso popolare. Prima o poi, anche da noi nella "civile" Europa, incorreremo in rivolte butleriane (per chi ha letto Herbert...) contro le tecnologie, soprattutto quelle che permettono alle persone di scambiarsi le idee, vero pericolo per giornalisti e politici... che di idee ne hanno sempre molto poche...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 settembre 2007 11.18-----------------------------------------------------------
      • qualcuno scrive:
        Re: non avete capito
        - Scritto da: ultrastudio
        ...in realtà più che di salute e di
        sicurezza nazionale, qui stiamo parlando di
        soldi. I soldi che, ad esempio, quando si è
        vicino al segnale di un'antenna wifi col proprio
        portatile, si fanno perdere al gestore del
        servizio...a me pare curioso che non ci sia accenno ai sistemi cordless, che qui sono parecchio diffusi.Basta fare un giro in un centro commerciale, per vedere decine di modelli diversi di cordless, quasi metà marchiati Siemens, e l'altra distribuiti dalla stessa T-Com.Ancora più curioso il fatto che quelli con funzioni VoIP sembrino essere una minoranza.
        • ultrastudio scrive:
          Re: non avete capito
          Secondo me, come scrivevo anche prima, il problema non è la salute dell'utilizzatore dello strumento che interessa, ma appunto i soldi che le varie aziende possono incassare o non incassare. L'economia è sempre venuta prima della salute ed in alcuni casi si sono fatte coincidere tra loro.I cordless non fanno perdere denaro, ma ricordo quando dieci anni fa mio padre ne acquistò uno e si sentì chiedere se c'era qualcuno in casa con un peace maker...Oggi i produttori di cordless (o di bluetooth e wireless) asseriscono che non ci sono più conflitti con strumenti chirurgici simili, ma, come si dice a Roma, "famose a fidà"...Per quanto riguarda il VoIP sul telefono ci sarebbe da parlarne abbondantemente: dal costo dei telefono che lo includono, dalla brandizzazione fino all'effettivo risparmio.Il VoIP è economico tra utenti dello stesso servizio (MSN, Skype, ecc.) oppure per alcune (neanche tutte) telefonate all'estero, ma chiamare un fisso od un cellulare nazionale (cioè la maggior parte delle telefonate fatte quotidianamente) è un risparmio? Oppure in realtà costa la stessa cifra di una telefonata normale?Al solito (IMHO) qui la salute non c'entra niente: contano i soldi (nostri).
          • qualcuno scrive:
            Re: non avete capito
            - Scritto da: ultrastudio
            I cordless non fanno perdere denaro...hehehe, appunto per quello dicevo che era "curioso" ;)
            Il VoIP è economico tra utenti dello stesso
            servizio (MSN, Skype, ecc.) oppure per alcune
            (neanche tutte) telefonate all'estero, ma
            chiamare un fisso od un cellulare nazionale (cioè
            la maggior parte delle telefonate fatte
            quotidianamente) è un risparmio? Oppure in realtà
            costa la stessa cifra di una telefonata
            normale?infatti spesso è la stessa T-Com a fornire i telefoni preconfigurati per usare il suo VoIP, come l'apparecchio che ho io.In realtà, come hai detto te, non c'è sempre la convenienza.Io non ce l'ho per chiamare i numeri fissi in Germania, dato che ho una flat per quelli, mentre per i cellulari ho una semiflat (fino a 200min al mese) sul cellulare T-Mobile.Il VoIP quindi lo uso, ma con un gestore italiano, per ricevere e chiamare verso l'Italia, e per questo ho un numero con prefisso di Milano.Anche in Italia è più o meno lo stesso, ho visto le tariffe dato che ho attivato lo stesso servizio per mia madre, e ho visto che le conviene solo per alcuni tipi di chiamate, principalmente verso i cellulari.
          • qualcuno scrive:
            Re: non avete capito
            - Scritto da: qualcuno
            - Scritto da: ultrastudio
            PS. che palle sto codice antispam
        • Non authenticat scrive:
          Re: non avete capito
          - Scritto da: qualcuno
          - Scritto da: ultrastudio

          ...in realtà più che di salute e di

          sicurezza nazionale, qui stiamo parlando di

          soldi. I soldi che, ad esempio, quando si è

          vicino al segnale di un'antenna wifi col proprio

          portatile, si fanno perdere al gestore del

          servizio...

          a me pare curioso che non ci sia accenno ai
          sistemi cordless, che qui sono parecchio
          diffusi.
          Basta fare un giro in un centro commerciale, per
          vedere decine di modelli diversi di cordless,
          quasi metà marchiati Siemens, e l'altra
          distribuiti dalla stessa
          T-Com.

          Ancora più curioso il fatto che quelli con
          funzioni VoIP sembrino essere una
          minoranza.Urca ve!Ma tu pensi sempre male!vuoi dire che la lobby delle telco c'entra qualcosa?naaaah tu sei troppo maliziozo!Le telco sono buone e i governi amano che ciascuno possa dire liberamente la sua senza essere tracciato classificato e censurato!..... o no?
  • Enrico Strada scrive:
    Macche friggere il cervello...
    Al massimo ti viene il cancro...Infatti la curva di incremento dei tumori e' direttamente proporzionale alla crescita dell'inquinamento elettromagnetico.Sono effetti a medio-lungo termine, mica immediati...E chi dice il contrario e' un imbecille... e privo di buon senso..
    • porco suino scrive:
      Re: Macche friggere il cervello...
      - Scritto da: Enrico Strada
      Al massimo ti viene il cancro...

      Infatti la curva di incremento dei tumori e'
      direttamente proporzionale alla crescita
      dell'inquinamento
      elettromagnetico.

      Sono effetti a medio-lungo termine, mica
      immediati...

      E chi dice il contrario e' un imbecille... e
      privo di buon
      senso..Chi è privo di buon senzo ha argomentazioni meno valide?Un anno di WiFi = 20min di cell.
    • codroipo scrive:
      Re: Macche friggere il cervello...
      - Scritto da: Enrico Strada
      Al massimo ti viene il cancro...

      Infatti la curva di incremento dei tumori e'
      direttamente proporzionale alla crescita
      dell'inquinamento
      elettromagnetico.
      Perfettamente d'accordo, peccato che il wi-fi non lo fa crescere, se sai come funzionano i logaritmi è triviale capire perché.
  • porco suino scrive:
    Il WiFi non fa male. Punto
    http://www.pitelefonia.it/p.aspx?i=1809777
    • Cassio scrive:
      Re: Il WiFi non fa male. Punto
      si... come le sigarette. punto. ;)(non voglio scatenare flame, è solo una battuta...)
      • porco suino scrive:
        Re: Il WiFi non fa male. Punto
        - Scritto da: Cassio
        si... come le sigarette. punto. ;)

        (non voglio scatenare flame, è solo una
        battuta...)Cassio attaccate a sto cassio.
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Il WiFi non fa male. Punto
          - Scritto da: porco suino
          - Scritto da: Cassio

          si... come le sigarette. punto. ;)



          (non voglio scatenare flame, è solo una

          battuta...)

          Cassio attaccate a sto cassio.aho! non farlo incassiare o sono guai.
    • io me scrive:
      Re: Il WiFi non fa male. Punto
      lo dicevano pure dell'amianto .......
      • lellykelly scrive:
        Re: Il WiFi non fa male. Punto
        probabilmente ilwifi non fa male, ma ANCHE il wifi sicuramente non fa bene. siamo invasi da onde ovunque, se fosse solo quello nessuno direbbe nulla, poi ci saturiamo e non ci tira più
        • Alessandro scrive:
          Re: Il WiFi non fa male. Punto
          casi accertati di impotenza temporanea si sono avuti solo con chi vive sotto i tralicci dell'altissima tensione. Sembra che i forti campi elettromagnetici a cui si è sottoposti vivendo li sotto influiscano sulla capacità di produrre spermatozoi.Una volta cambiata abitazione i problemi sparivano spontaneamente.Pero' parliamo di pali di altissima tensione (100.000V) e di persone che ci vivevano a poche decine di metri di distanza. Nel caso del wi-fi la potenza coinvolta è di svariati ordini di grandezza minore. Inoltre le frequenze sono totalmente diverse 50-60Hz per l'alta tensione e 2,4GHz per il wi-fi
          • Claudio scrive:
            Re: Il WiFi non fa male. Punto
            - Scritto da: Alessandro
            casi accertati di impotenza temporanea si sono
            avuti solo con chi vive sotto i tralicci
            dell'altissima tensione. Sembra che i forti campi
            elettromagnetici a cui si è sottoposti vivendo li
            sotto influiscano sulla capacità di produrre
            spermatozoi.
            Una volta cambiata abitazione i problemi
            sparivano
            spontaneamente.

            Pero' parliamo di pali di altissima tensione
            (100.000V) e di persone che ci vivevano a poche
            decine di metri di distanza. Non potere produrre spermatozoi causa infertilità, non impotenza. Sono due cose *leggermente* diverse :)
        • soulista scrive:
          Re: Il WiFi non fa male. Punto
          - Scritto da: lellykelly
          probabilmente ilwifi non fa male, ma ANCHE il
          wifi sicuramente non fa bene. siamo invasi da
          onde ovunque, se fosse solo quello nessuno
          direbbe nulla, poi ci saturiamo e non ci tira
          piùergo: minore richiesta di pornografia e collasso di internet.ergo: il wi-fi fa male all'internet.
        • Porco suino scrive:
          Re: Il WiFi non fa male. Punto
          - Scritto da: lellykelly
          probabilmente ilwifi non fa male, ma ANCHE il
          wifi sicuramente non fa bene. siamo invasi da
          onde ovunque, se fosse solo quello nessuno
          direbbe nulla, poi ci saturiamo e non ci tira
          piùGuardatevi "Le onde" di Roberto Benigni e capire che idiozia state dicendo.
        • Non authenticat scrive:
          Re: Il WiFi non fa male. Punto
          - Scritto da: lellykelly
          probabilmente ilwifi non fa male, ma ANCHE il
          wifi sicuramente non fa bene. siamo invasi da
          onde ovunque, se fosse solo quello nessuno
          direbbe nulla, poi ci saturiamo e non ci tira
          piùè vero NON FA BENE alle telco!perchè a te il telefonino ti fa bene?sicuro?sicuro... sicuro... sicuro?Lo sai vero che è 10 volte più potente del wifi?
      • Porco suino scrive:
        Re: Il WiFi non fa male. Punto
        - Scritto da: io me
        lo dicevano pure dell'amianto .......Un anno di WiFi = 20min di cell.
        • Stargazer scrive:
          Re: Il WiFi non fa male. Punto
          che ottimistasottovaluti le concessioniqui nei comuni senza adsl dopo che han firmato la richiesta i paesani, all'atto della consegna con ulteriore firma a modul odi accettazione hanno scoperto che costava più di una adslc'è sempre qualcuno che ha bisogno di mangiare
    • danilo scrive:
      Re: Il WiFi non fa male. Punto
      che faccia melo male dei cellulari, non significa che non faccia male affatto!
      • Porco suino scrive:
        Re: Il WiFi non fa male. Punto
        - Scritto da: danilo
        che faccia melo male dei cellulari, non significa
        che non faccia male
        affatto!Fa più male una radiazione solare!
        • localhost scrive:
          Re: Il WiFi non fa male. Punto
          - Scritto da: Porco suino
          - Scritto da: danilo

          che faccia melo male dei cellulari, non
          significa

          che non faccia male

          affatto!

          Fa più male una radiazione solare!Fa mooooooooolto più male un paio d'ore a piedi lungo una via trafficata di Milano
          • Porco suino scrive:
            Re: Il WiFi non fa male. Punto
            - Scritto da: localhost
            - Scritto da: Porco suino

            - Scritto da: danilo


            che faccia melo male dei cellulari, non

            significa


            che non faccia male


            affatto!



            Fa più male una radiazione solare!

            Fa mooooooooolto più male un paio d'ore a piedi
            lungo una via trafficata di
            MilanoGià!
          • Stargazer scrive:
            Re: Il WiFi non fa male. Punto
            hai ragionemagari su quei asfalti di nuova concezione che trattengono le pm10sarebbe il top e magari sotto un bell'acquazzane quando è saturo così inali le particelle da 2.5 che si staccano
      • Claudio scrive:
        Re: Il WiFi non fa male. Punto
        - Scritto da: danilo
        che faccia melo male dei cellulari, non significa
        che non faccia male
        affatto!Nessuno ha mai dimostrato che i cellulari fanno male. Nessuno. E sono in giro da 20 anni. Se "fanno male" significa che ne fanno così poco che non ha conseguenze sulla salute umana. Il segnale wifi è infinitamente meno potente di quello dei cellulari=
        fa infinitamente meno male di qualcosa che non fa abbastanza male da farti ammalare.
      • Non authenticat scrive:
        Re: Il WiFi non fa male. Punto
        - Scritto da: danilo
        che faccia melo male dei cellulari, non significa
        che non faccia male
        affatto!E quindi?che facciamo rinunciamo al wifi per tenerci i cellulari?è questo il principio di "precauzione" usare una tecnologia più vecchia e più dannosa perchè quella più nuova inquina di meno?Complimenti per la risposta....e complimenti per la "precauzioni"...Io (se mi permetti) preferisco una "precauzione" cha sostituisca le cose potenzialmente (e solo potenzialmente) più dannose con quelle SICURAMENTE meno (potenzialmente) dannose....L'alternativa (smantellare e tecnologie che producono campi magnetici e che comprendono anche il wired!... si anche il wired... basta sapere fare 2+2! per comprenderlo e leggerlo) non la accetteresti neppure tu e di certo non il mondo intero!Tu continua pure col cellulare e col BENZENE!Abbiamo una idea diversa della semantica della parola "precauzione".
  • Sgabbio scrive:
    che idiozia
    Allora perchè non vietare i cellulari e i loro ripetitori che sono un bel pò più potenti di un hot spot Wi fi ?
    • Money Talks scrive:
      Re: che idiozia
      - Scritto da: Sgabbio
      Allora perchè non vietare i cellulari e i loro
      ripetitori che sono un bel pò più potenti di un
      hot spot Wi fi
      ?Non farti queste domande, cittadino-consumatore: i cellulari sono un'importantissima fonte di reddito sia per le TelCo che per i fornitori di servizi, e quindi la loro esistenza non può assolutamente essere messa in discussione.Ti ricordo, cittadino-consumatore, che la dissidenza non è tollerata. Non costringerci a prendere provvedimenti nei tuoi confronti. Consuma e taci. Va tutto bene.
      • ba1782 scrive:
        Re: che idiozia
        - Scritto da: Money Talks
        - Scritto da: Sgabbio

        Allora perchè non vietare i cellulari e i loro

        ripetitori che sono un bel pò più potenti di un

        hot spot Wi fi

        ?

        Non farti queste domande, cittadino-consumatore:
        i cellulari sono un'importantissima fonte di
        reddito sia per le TelCo che per i fornitori di
        servizi, e quindi la loro esistenza non può
        assolutamente essere messa in
        discussione.

        Ti ricordo, cittadino-consumatore, che la
        dissidenza non è tollerata. Non costringerci a
        prendere provvedimenti nei tuoi confronti.
        Consuma e taci. Va tutto
        bene.Grande! :)
      • Might scrive:
        Re: che idiozia
        Per un attimo ho avuto come l'impressione di stare ragionando con la mia testa.... che spavento! Sarà stato l'effetto di qualcuno di qusti post da dissidenti? Grazie di averimi riportato con i piedi per terra!Vado subito a fare una telefonata con il mio cellulare.
    • Stargazer scrive:
      Re: che idiozia
      Dimmi solo dove firmarecosì forse è il colpo che la gente scopre che ci sono le linee elettriche già esistenti che si possono usare per linee dati = comunicazione voipe invece preferiscono ricaricare crediti virtuali e per pagare servizi aggiuntivi inutilimah non li capirò mai
  • Alfred scrive:
    Prima o poi...
    ...tutti dobbiamo morire. Allora perché non vietiamo alle auto di circolare visto che emettono smog che fa malissimo?Ho letto che a Milano sono aumentati del 40% i tumori ai polmoni.
    • Ectoplasmos i scrive:
      Re: Prima o poi...
      Non hai capito, volevano fare concorrenza alle idee di Frattini.
    • Mauro scrive:
      Re: Prima o poi...
      Sarebbe giusto, purtroppo il mondo dei motori endotermici (automobili tradizionali) e' protetto dallacorruzione della politica.Le altenative ci sono! Vedi http://blogosfere.it/2007/05/petrolio-presenta-la-fiat-500-elettrica.htmlPer quel che riguarda il wireless io l'ho installato a casa mia per poi smantellarlo dopo pochi giorni: e' inefficiente, instabile, lento da paura, limitato nella portata e non sappiamo se da fastidio.Molto meglio i cavi!!
      • Stefano scrive:
        Re: Prima o poi...

        Per quel che riguarda il wireless io l'ho
        installato a casa mia per poi smantellarlo dopo
        pochi giorni: e' inefficiente, instabile, lento
        da paura, limitato nella portata e non sappiamo
        se da
        fastidio.
        Molto meglio i cavi!!Che router hai comprato? Son 4 anni che lo uso e mai un problema! Prende perfettamente in tutta la casa e non vedo la lentezza da te decantata!
      • codroipo scrive:
        Re: Prima o poi...
        - Scritto da: Mauro
        Sarebbe giusto, purtroppo il mondo dei motori
        endotermici (automobili tradizionali) e' protetto
        dallacorruzione della
        politica.
        Le altenative ci sono! Vedi
        http://blogosfere.it/2007/05/petrolio-presenta-la-

        Per quel che riguarda il wireless io l'ho
        installato a casa mia per poi smantellarlo dopo
        pochi giorni: e' inefficiente, instabile, lento
        da paura, limitato nella portata e non sappiamo
        se da
        fastidio.
        Molto meglio i cavi!!Magari hai muri di cemento armato o arredi in metallo...
      • enricotc scrive:
        Re: Prima o poi...
        Bè se tu non sei capace di configurarlo questo è un altro discorso....
      • Non authenticat scrive:
        Re: Prima o poi...
        - Scritto da: Mauro
        Le altenative ci sono! Vedi
        http://blogosfere.it/2007/05/petrolio-presenta-la-
        Se l'auto elettrica è a "emissone zero" perchè ci lamentiamo della costruzioni di nuove centrali elettriche?Ma un minimo di decenza a fare certe affermazioni fa proprio schifo?La mia lavatrice è a emissione zero?e le mie lampadine pure?La trasformazione di energia termica in energia elettrica produce un bilancio energetico negativo e quindi maggiore inquinamento!2+2 fa 4! Non fa 5!
    • DrSlump scrive:
      Re: Prima o poi...
      - Scritto da: Alfred
      ...tutti dobbiamo morire.

      Allora perché non vietiamo alle auto di circolare
      visto che emettono smog che fa
      malissimo?
      Ho letto che a Milano sono aumentati del 40% i
      tumori ai
      polmoni.C'è modo e modo di morire. Evidentemente, non hai avuto a che fare con certe malattie, e ti auguro di non doverlo mai fare.
      • Non authenticat scrive:
        Re: Prima o poi...
        - Scritto da: DrSlump
        - Scritto da: Alfred

        ...tutti dobbiamo morire.



        Allora perché non vietiamo alle auto di
        circolare

        visto che emettono smog che fa

        malissimo?

        Ho letto che a Milano sono aumentati del 40% i

        tumori ai

        polmoni.

        C'è modo e modo di morire. Evidentemente, non hai
        avuto a che fare con certe malattie, e ti auguro
        di non doverlo mai
        fare.Così come c'è rischio e rischio!Il benzene non è una sostanza che "può" (ovvero corre il rischio) di essere cancerogena, è CERTAMENTE CANCEROGENA e questo è ACCERTATO e ACCLARATO!Ergo noi per "precauzione" accettiamo tranquillamente la CERTEZZA di crepare di più "di certe malattie"... ma siamo moolto ma moolto prudenti col wifi che ha potenza di emissione 10 volte inferiore al telefonino!MI PUZZA!PUZZA MOLTO di lobby e di lobby delle telco's!NON ODORA AFFATTO DI VERDE e di alberi...HA LA STESSA IDENTICA PUZZA DEL BENZENE!
      • Alfred scrive:
        Re: Prima o poi...
        - Scritto da: DrSlump
        C'è modo e modo di morire. Ma scrivere un discorso anziché una frase fatta che vuol dire tutto e niente?
        Evidentemente, non haiEvidentemente evidentemente, preoccupati di dire la tua senza parlare di gente che non conosci.
    • Alessandrox scrive:
      Re: Prima o poi...
      - Scritto da: Alfred
      ...tutti dobbiamo morire. Si ma nel frattempo io vorrei vivere il piu' sano possibile.
      Allora perché non vietiamo alle auto di circolare
      visto che emettono smog che fa
      malissimo?
      Ho letto che a Milano sono aumentati del 40% i
      tumori ai
      polmoni.Beh allora che senso ha smettere di fumare e di bere?E gia' che ci siamo perche' non ci rimpinziamo di zuccheri e grassi?Tanto dobbiamo morire....
      • codroipo scrive:
        Re: Prima o poi...
        - Scritto da: Alessandrox
        - Scritto da: Alfred

        ...tutti dobbiamo morire.

        Si ma nel frattempo io vorrei vivere il piu' sano
        possibile.


        Allora perché non vietiamo alle auto di
        circolare

        visto che emettono smog che fa

        malissimo?

        Ho letto che a Milano sono aumentati del 40% i

        tumori ai

        polmoni.

        Beh allora che senso ha smettere di fumare e di
        bere?
        E gia' che ci siamo perche' non ci rimpinziamo di
        zuccheri e
        grassi?
        Tanto dobbiamo morire....Bravo, vedo che hai capito la mia filosofia di vita!Trinka con me, prosit! 8)
      • Alfred scrive:
        Re: Prima o poi...
        - Scritto da: Alessandrox
        Beh allora che senso ha smettere di fumare e di
        bere?
        E gia' che ci siamo perche' non ci rimpinziamo di
        zuccheri e
        grassi?
        Tanto dobbiamo morire....Un conto è una persona che smette di fumare e cura la propria salute. Un altro è il progresso che porta tanti vantaggi e forse anche alcuni rischi per la salute. Ma il progresso è la spinta per l'evoluzione. Mangiare frittelle e bere whisky no.
      • Non authenticat scrive:
        Re: Prima o poi...
        - Scritto da: Alessandrox
        - Scritto da: Alfred

        ...tutti dobbiamo morire.

        Si ma nel frattempo io vorrei vivere il piu' sano
        possibile.Io pure quindi?


        Allora perché non vietiamo alle auto di
        circolare

        visto che emettono smog che fa

        malissimo?

        Ho letto che a Milano sono aumentati del 40% i

        tumori ai

        polmoni.

        Beh allora che senso ha smettere di fumare e di
        bere?Nessuno se ti piace farlo e non danneggi gli altri!
        E gia' che ci siamo perche' non ci rimpinziamo di
        zuccheri e
        grassi?Se ti piace perche no?C'è a chi piace l'idea di vivere "come se fosse sano" per morire "malato" e c'è a chi piace l'idea di vivere come se fosse "malato" per morire "sano"....Io trovo che siano ambedue LEGITTIME aspirazioni purche rispettino la volontà e l'individualità di ciascuno.
        Tanto dobbiamo morire....Purtroppo (o no?) è così mi dicono che non ci siano rimedi!Il problema direi che sia il "come" si vive e quanto conta (o quanto peso ha) praticamente la tua idea di vita sulla vita "effettiva" che fai...Ovvero quanto la vita che fai "somiglia" a quella che dipende da decisioni tue e quanta "somiglia" a decisioni prese da altri al posto tuo...Il resto è mooolto ma mooolto ma mooooollltisssimo meno importante!
Chiudi i commenti