Seul, Internet soggioga gli studios

La connettività è ovunque, la pirateria un'esigenza sentita dai cittadini che vogliono consumare contenuti in maniera più flessibile. E Warner offre a terzi l'onere di tentare di spremere quel che rimane del mercato sudcoreano del DVD

Roma – Nessuno dei maggiori studios hollywoodiani intende gestire in Corea del Sud il business della distribuzione dei DVD: anche Warner Bros abbandona, anche Warner Bros cede ad altri l’incombenza di lavorare con prodotti fisici in un mercato che sembra nutrirsi solo di flussi di bit.

modern and traditional alive in Seoul - tylerdurden1 La Corea del Sud è uno dei paesi del mondo più innervati di connettività: il 94 per cento delle abitazioni è dotato di un collegamento a Internet, la banda larga dilaga . La possibilità di attingere alla inesauribile fonte di risorse che circolano in rete ha radicalmente cambiato il modo di consumare i contenuti: il Consiglio del Cinema Coreano tempo addietro ha stimato che la metà dei netizen tra i 15 e i 49 anni scarichi un film alla settimana dalle piattaforme di sharing, l’industria dei contenuti si trova costretta a ripensare la propria posizione nel mercato locale.

Ma non si tratta di un ripensamento dovuto solo alla pirateria: i cittadini della rete coreani hanno offerto le loro giustificazioni al download a mezzo P2P e, oltre a un 30 per cento che ha dichiarato di approfittare del P2P per la gratuità dei contenuti, il 20 per cento ha ammesso che le piattaforme di sharing consentono di fruire delle opere in maniera flessibile . È così che Warner Bros sembra muovere verso un modello di business che meglio sappia conciliarsi con gli usi e i costumi dei cittadini della rete: se nei giorni scorsi ha annunciato di voler rilasciare i film online ancora prima di distribuirli in DVD, ora dichiara ufficialmente di voler concedere ad altri l’onere di lavorare con un segmento di mercato che non si rivela più fruttuoso.

Seguendo le orme di Paramount, Sony e Disney, Warner lascerà che siano altri operatori ad aggiudicarsi la possibilità di spartirsi una torta che si fa sempre meno sostanziosa: se il valore del mercato del DVD si poteva calcolare nel 2002 in 465 milioni di euro, nel 2007 è più che dimezzato, garantendo all’industria 197 milioni di euro.

La pirateria, ha dichiarato a Reuters un non meglio identificato rappresentante dell’industria, “crea un mercato più impegnativo”. Il contesto della Corea, in anticipo rispetto al resto del mondo per risorse di connettività, possa contribuire a rivoluzionare l’offerta dell’industria dei contenuti, sospingendola verso un modello capace di accontentare un pubblico che si è aperto a nuove modalità di fruizione e a canali distributivi diversi rispetto a quelli su cui gli studios hanno edificato il proprio modello di business.

Gaia Bottà

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Dti Revenge scrive:
    a proposito di XO
    Il fallimento della coppia xo+linux è derivato dall'interfaccia criptica che gli hanno caricato sopra.Hanno creduto che sarebbe stato meglio creare una cosa a livello di bambino invece di tenere conto di una semplicissima realtà: che quella gente alla quale avrebbe potuto interessare la manovella, sperava di avere un portatile che li conducesse verso l'informatica del lavoro.Hanno voluto sperimentare, hanno fallito e soprattutto hanno spianato la strada alle controparti commerciali che in un primo momento hanno anche lasciato linux e adesso poco per volta tornano a xp...E poi si lamentano se non guadagnano quote di mercato... ridicoli
    • 0verture scrive:
      Re: a proposito di XO
      Appena ho visto quella roba, offensiva perfino sul computer di barbie, mi sono subito chiesto una cosa: un bambino non si sarebbe trovato meglio in un'interfaccia allegra invece che in quel ammasso di X dai colori smorti ?Quelle X non hanno alcuna personalità: sembrano fatte con lo stampino (lo stesso che si usa per fare gli omini che si attaccano alle porte dei bagni pubblici, lo stile è lo stesso), tra l'altro (qui gli appassionati di grafica pubblicitaria propagandistica mi daranno ragione) l'abitudine di assimilare le persone a crocette o pupazzetti senza personalità è tipica dei regimi totalitari comunisti !Roba da far cadere le braccia, senza contare le dovute considerazioni sulle pesanti limitazioni offerte dall'interfaccia (anzi interfiacca) in questione. Se 40 di studi presso il MIT hanno prodotto sta roba c'è da rivalutare parecchio il mito che aleggia intorno a questa università.
  • a n o n i m o scrive:
    il progetto XO è morto
    spazio a nuovi progetti! (geek)
  • Mr.God scrive:
    Cosí i conti per la coca..
    ..li terranno su excel e potranno essere revisionati dai boss con una mail! Ottimo!!!
  • peter scrive:
    Amazon in Italia
    Salve. Questa volta come funziona il G1G1? Devo acquistare l'XO da amazon.com nei primi 2 minuti del 17 o amazon compra come un governo, richiedendo a OLPC tanti laptop quanti ne ha venduti nel periodo dell'offerta G1G1? In questo caso, quanto tempo durera?Ciao
  • panda rossa scrive:
    Rassegnarsi ad una tastiera US ?
    Che significa rassegnarsi ad una tastiera US?La tastiera US e' l'unica periferica standard di cui dovrebbe essere dotato ogni computer.Sono le tastiere localizzate il disagio, non la tastiera US.Basta installare due drivers di tastiera, quello base e quello internazionale e poi si possono agevolmente scrivere tutti i caratteri che si vogliono.Sfido chiunque a scrivere questi ÿÜñÑáéíóúÁÉÍÓÚÀÌÒôê etc...usando la sola tastiera, senza ricorrere a pastrocchi fatti col mouse seguiti dai soliti copia/incolla.Senza contare che la tastiera US mette a disposizione parentesi graffe {} apice inverso ` e tilde ~ che se uno deve scrivere due righe di shellscript non deve impazzire a suon di alt+qualcosa.
    • krane scrive:
      Re: Rassegnarsi ad una tastiera US ?
      - Scritto da: panda rossa
      Che significa rassegnarsi ad una tastiera US?
      La tastiera US e' l'unica periferica standard di
      cui dovrebbe essere dotato ogni computer.
      Sono le tastiere localizzate il disagio, non la
      tastiera US.Quoto e straquoto al cubo !
    • Mr.God scrive:
      Re: Rassegnarsi ad una tastiera US ?
      - Scritto da: panda rossa
      Sfido chiunque a scrivere questi
      ÿÜñÑáéíóúÁÉÍÓÚÀÌÒôê
      etc...
      usando la sola tastiera, senza ricorrere a
      pastrocchi fatti col mouse seguiti dai soliti
      copia/incolla.Tieni:½ § Å Æ Ø Ö Ü!!
      • krane scrive:
        Re: Rassegnarsi ad una tastiera US ?
        - Scritto da: Mr.God
        - Scritto da: panda rossa

        Sfido chiunque a scrivere questi

        ÿÜñÑáéíóúÁÉÍÓÚÀÌÒôê

        etc...

        usando la sola tastiera, senza ricorrere a

        pastrocchi fatti col mouse seguiti dai soliti

        copia/incolla.
        Tieni:
        ½ § Å Æ Ø Ö Ü!!Bravo, che tastiera e SO usi ?
    • a n o n i m o scrive:
      Re: Rassegnarsi ad una tastiera US ?

      Sfido chiunque a scrivere questi
      ÿÜñÑáéíóúÁÉÍÓÚÀÌÒôê
      etc...
      usando la sola tastiera, senza ricorrere a
      pastrocchi fatti col mouse seguiti dai soliti
      copia/incolla.
      tsé, pivelli:si sente che non avete mai usato un Mac(apple) 8)
      • panda rossa scrive:
        Re: Rassegnarsi ad una tastiera US ?
        - Scritto da: a n o n i m o
        tsé, pivelli:
        si sente che non avete mai usato un Mac(apple) 8)Io faccio il programmatore, non il grafico.Non sono tenuto a conoscere il mac.E comunque il mac e' OT in questo topic: si sta parlando della tastiera dell'XO.
    • il gelato che uccide scrive:
      Re: Rassegnarsi ad una tastiera US ?

      Sfido chiunque a scrivere questi
      ÿÜñÑáéíóúÁÉÍÓÚÀÌÒôê
      etc...
      usando la sola tastiera, senza ricorrere a
      pastrocchi fatti col mouse seguiti dai soliti
      copia/incolla.
      Ti quoto pure io ... a parte che con l'italiana è difficile anche ordinare di Würstel, ma scrivere È À Ò Ì Ù o addirittura Ñ o Ü è veramente improbabile !Tastiera inglese con estensione internazionale e via !
  • belzebu scrive:
    Linux al Tappeto
    i soldi e il potere hanno sempre vinto contro l'intelletto e la liberta'
    • Smegma scrive:
      Re: Linux al Tappeto
      - Scritto da: belzebu
      i soldi e il potere hanno sempre vinto contro
      l'intelletto e la
      liberta'Poi cè stata la rivoluzione francese....
      • Anonimo Codardo scrive:
        Re: Linux al Tappeto
        e poi c'e' stata la restaurazione...
        • Smegma scrive:
          Re: Linux al Tappeto
          Non ti preoccupare la storia è destinata a ripetersi...o sei per caso uno di quelli che si deve preoccupare?[img]http://www.ilmarasma.it/Vignette/Computer/ghigliottina.jpg[/img]
        • Uby scrive:
          Re: Linux al Tappeto
          - Scritto da: Anonimo Codardo
          e poi c'e' stata la restaurazione...E adesso sono in democrazia :)
    • cherubino scrive:
      Re: Linux al Tappeto
      - Scritto da: belzebu
      i soldi e il potere hanno sempre vinto contro
      l'intelletto e la
      liberta'Sa di trollata. Comunque dimmi i 5 italiani piu' ricchi del 500? Non ti viene in mente niente? E del 600, 700, 800, 900?Pero' un sacco di gente ha una vaga idea di chi sia Manzoni, Michelangelo, Da Vinci, Leopardi, De Chirico, Pirandello ecc. ecc. Qualcuno riesce pure a situarli nel secolo giusto.Allora come sarebbe sta' storia che i soldi e il potere vincono contro l'intelletto e la liberta'? Pure i ricconi intuiscono che nell'intelletto e nella liberta' c'e' qualcosa, non a caso scuciono decine di milioni di euro per assicurarsi le opere di gente morta di fame dei secoli passati mentre a nessuno frega delle lettere commerciali di questo o quel magnate della finanza.Vai ad aprire un bel libro va che ti fa bene.
  • Smegma scrive:
    Winsozz non boota ??
    Semplice - spiega - Windows non può neppure partire con con open firmware. Neppure il boot!". Qualcuno più esperto di me può confermare la veridicità di questa affermazione, perchè è la prima volta che la leggo...
    • il gelato che uccide scrive:
      Re: Winsozz non boota ??
      - Scritto da: Smegma
      Semplice - spiega - Windows non può neppure
      partire con con open firmware. Neppure il boot!".


      Qualcuno più esperto di me può confermare la
      veridicità di questa affermazione, perchè è la
      prima volta che la
      leggo...XP si basa sulla classica metodologia di boot che deriva dai vecchi PC open FW invece è un meccanismo di boot completamente diverso. Il punto è il riconoscimento dell'hardware che open FW esegue in modo diverso ( basandosi sul concetto di I/O card ) mentre XP utilizza una tecnica di discovery delle periferiche diverso e non può bootare.Linux avendo un kernel adattabile può funzionare in vari modi (vedi Yellow Dog per esempio) XP andrebbe modificato con un progetto apposito.
      • Shu scrive:
        Re: Winsozz non boota ??
        - Scritto da: il gelato che uccide
        XP si basa sulla classica metodologia di boot che
        deriva dai vecchi PC open FW invece è un
        meccanismo di boot completamente diverso. Diciamo pure che XP ha bisogno del BIOS per riconoscere le periferiche.
        Linux avendo un kernel adattabile può funzionare
        in vari modi (vedi Yellow Dog per esempio) XP
        andrebbe modificato con un progetto
        apposito.Linux, dopo che grub ha caricato il kernel in RAM, non ha più alcun bisogno del BIOS, e lo ignora, rifacendo il discovery delle periferiche per conto suo.Da questo punto di vista, il BIOS è inutile per Linux (anzi, dannoso, perché rileva periferiche che poi verranno ri-rilevate), per questo si sta cercando di mettere il kernel direttamente nelle EPROM al posto del BIOS.Il BIOS serve in pratica solo per trovare il disco di boot e caricare GRUB, poi GRUB lo usa parzialmente per conoscere la mappa della memoria e per leggere i settori del disco dove si trova il kernel.Col kernel al posto del BIOS non serve più trovare il disco di boot o la mappa della memoria.Bye.
  • LuNa scrive:
    non si tratta di windows vs linux
    vogliamo aiutare dei bambini o discutere di sistemi operativi.proprio la gente non capisce mai un azzo. nemmeno chi produce l'interfaccia sugar (redhat) a bordo del laptop.se microsoft compra 10000 XO e li da a questi poveri cristi che caxxo ce ne frega se c'e' su windows. proprio stavolta il "linaro cantinaro mode" esce fuori in tutto il suo splendore migliore (e io sono linaro, quindi mi fa imbestialire anche di più la cosa) dimostrando ancora una volta che l'uomo è ancora una bestia.di sistema operativo si discute ... ma pensa te. la microsoft li regala quei laptop mica li VENDE.L'associazione bill & melinda gates pensa a windows secondo questa gente idiota ? bahsono veramente sconcertato, schifato e ancora una volta deluso da questo mondo di gente assurda che lo infesta con le più vaste caxxate.
    • Smegma scrive:
      Re: non si tratta di windows vs linux
      L'obiezione è cmq la solitaAvere bambini che usano win a scuola vuol dire produrre adulti che useranno win a casa (o al lavoro)P.S.La prima "dose" è sempre gratis
      • Anonimo Codardo scrive:
        Re: non si tratta di windows vs linux
        Non e' forse lo scopo dei linari nel volere Linux su XO?Far usare Linux da piccoli in modo da crescere una generazione di cantinari?
        • Smegma scrive:
          Re: non si tratta di windows vs linux
          Mi hai convito, meglio lobotomizzati servi del "SISTEMA".P.S.Ho visto anche dei linari abbronzati (semi Cit.)P.S.Lo sai che il prezzo di una licenze win in alcuni paesi equivale a metà dello stipendio medio?
          • bbo scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: Smegma
            Lo sai che il prezzo di una licenze win in alcuni
            paesi equivale a metà dello stipendio
            medio?beh anche in italia Windows Vista versione suprema costa quasi come metà stipendio medio....
          • Smegma scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            Appunto....:'(
          • krane scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: Smegma
            Mi hai convito, meglio lobotomizzati servi del
            "SISTEMA".
            P.S.
            Ho visto anche dei linari abbronzati (semi Cit.)Sicuro che non erano nerd di colore impalliditi dalla mancanza di luce naturale ???(anonimo) :$ O)
            P.S.
            Lo sai che il prezzo di una licenze win in alcuni
            paesi equivale a metà dello stipendio
            medio?
          • Funz scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: Smegma
            Ho visto anche dei linari abbronzati (semi Cit.)Pare invece che Obama sia macaco :p (vedi il blog di Attivissimo di ieri)
        • linuxiano scrive:
          Re: non si tratta di windows vs linux
          - Scritto da: Anonimo Codardo
          Non e' forse lo scopo dei linari nel volere Linux
          su
          XO?
          Far usare Linux da piccoli in modo da crescere
          una generazione di
          cantinari?Lo scopo e' quello di fargli avere un SO che non li metta in condizione di dover continuamente e costantemente mano al portafogli per fare piu' o meno le stesse cose che con un SO open e gratis. Direi che questo tipo di sistema e' l'ideale per paesi che fanno fatica a mettere insieme pranzo con cena.
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            Un os gratis solo sulla carta, dove la stragrande maggioranza delle cose viene confezionata in modo da spingere l'utente a cercare sempre l'assistenza di qualcuno che guarda caso in quel momento si ricorda che gratis è morto...Poi si parla di microsoft e pusher...
          • pabloski scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            blah blah blah....solo chiacchierequale assistenza è necessaria per installare ubuntu a casa? ah già sfogliare qualche forum ogni tanto....madò che sforzose parli di aziende, lì l'assistenza è d'obbligo anche per i sistemi microsoft....non puoi delegare ad un impiegato col diploma magistrale la responsabilità di gestire l'infrastruttura informatica di un ente pubblico
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            Se fossi veramente un utente linux di vecchia data come il sottoscritto queste cose le avresti notate.
          • pabloski scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            tu con tutte le balle che dici su linux, saresti un utente linux di vecchia data?comunque solo per informazione, io uso linux da quando c'era Caldera e il kernel 2.0.35fu quello il primo approccio che ebbi con linux e da allora bene o male ho sempre avuto a che fare con linux
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            Speri anche che qualcuno ti creda ?
          • linuxiano scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: 0verture
            Un os gratis solo sulla carta, dove la stragrande
            maggioranza delle cose viene confezionata in modo
            da spingere l'utente a cercare sempre
            l'assistenza di qualcunoMa dove, ma come, ma quando. Con i sistemi closed ti paghi e il software e l'assistenza. Con i sistemi open non ti paghi il software, inoltre se invece che fare da solo te lo insegnano a scuola e fin dall'inizio tu impari a fare da solo.Quelli che si lamentano e' perche' hanno cominciato tardi con l'informatica, non hanno fatto corsi o li hanno fatti dei loro sistemi closed (eh si' si paga anche la formazione con i closed e allora?) e ne sono stradrogati, se a scuola gli avessero insegnato altro non avrebbero grandi problemi. Peraltro la comunita' open e' parecchio attiva e disponibile, se ho rogne cerco nei forum e la miseria c'e' gente che mi risponde e mi da' una mano oppure faccio un salto al LUG piu' vicino e trovo altra gente che mi aiuta. Noi siamo una comunita' (tante a dire il vero) chi usa altri sistemi al massimo e' un consumatore.Se poi per cose particolari ci vuole il professionista beh va benissimo, l'informatica non puo' essere una cosa di soli dilettanti, qualcuno dovra' pure tirare fuori il denaro ma a noi interessa scucire alle aziende non ai privati e peraltro nel richiedere denaro alle aziende non abbiamo top manager da mantenere o mega strutture e mega apparati che non sono fatti di informatici ma di pubblicita', di commerciali, di avvocati, di sviluppatori che introducono funzioni anticopia a nastro e database che tracciano quelli che fanno gli utenti ecc. ecc. Non c'e' niente da fare non abbiamo i costi dei grossi nomi del software perche' non ne abbiamo le esigenze e quindi possiamo offrire il giusto al prezzo giusto e se c'e' qualcuno che fa il furbo non abbiamo monopoli, il committente puo' sempre mandarci al diavolo (a differenza che con i sistemi closed dove hai speso un fracco di licenze, un fracco di implementazioni, tutte closed e hai dentro i tuoi dati in ostaggio e ti scoccia ammettere che hai buttato via un patrimonio per una schifezza o per roba che comunque si poteva prendere a una frazione per fare le stesse cose) e chiedere a qualche altro piu' onesto.Buon vecchio 0verture, lasciatelo dire, nonostante il nick e' un pezzo che quello che suoni non ha una nota che non stoni con la logica, forse forse si accorda benone con le trollate.
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            Certo certo, siete una gran comunità di tdc che rispondono rtfm 9 volte su 10 così la gente normale vi risponde afic, windows continua la sua cavalcata e voi restate al solito 0.7% dopo va a sapere quanti anni...Contenti voi...
          • linuxiano scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: 0verture
            Certo certo, siete una gran comunità di tdcmmm, elegante, forbito, argomentato, hai certamente due o tre lauree tu.Putroppo hai il solito copione di tutti i trollazzi o quelli che non sanno di cosa parlano:1) fanno una affermazione2) post di controreplica ben argomentato3) annaspano e non hanno uno straccio di idea per controbattere (perche' devono controbattere nonostante ogni evidenza della pochezza della loro posizione)4) cominciano a insultare, cominciano a fare come i bimbi a scuola che hanno tutto 4 e danno del secchione al compagno bravo e preparato come se essere intelligenti e studiosi fosse un difetto come fosse una specie di strano mostro, oppure sfottono con battutine che vorrebbero essere divertenti
            che
            rispondono rtfm 9 volte su 10alla gente che ragiona a tdc come te non c'e' dubbio,
            così la gente
            normale vi risponde afic,No, la gente normale non risponde anzi qualcuno si aggrega, solo i minus habens o quelli che mangiano alla corte del closed
            windows continua la sua
            cavalcata e voi restate al solito 0.7%Fonte grazie.Comunque concedo tranquillamente che, se non si sparano cifre alla cavolo, le installazioni Windows di vario tipo e specie sono moltissime di piu' ma questo che cavolo vuole dire? C'e' un fracco di gente che gira in panda, piu' che con la bmw la bmw fa piu' schifo? Io uso windows xp e va bene devo dire, solo che costa (e perche' vada bene devi sapere parecchie cosucce), uso anche linux, che va bene solo che non costa (e non devi sapere molto di piu' che con xp o altro windows). Quindi consiglio linux. E questo da utente di lunga data di entrambe i sistemi, e da lunga data mi guadagno la vita con l'informatica, tu chi cavolo sei? Un imbianchino, il possessore di un solo pc, un tizio che lavora da due mesi in una catena di informatica e pensa di saperne qualcosa, uno sviluppatorino in vb? Dimostrami che sai di quello che parli e discutiamo, altrimenti se non hai una forte competenza di sistemi operativi non dare consigli su cose che non sai.
            Contenti voi...Contenti e' una parola grossa, belli sereni e tecnologicamente soddisfatti dai sistemi operativi che usiamo.
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            Sempre farvi aiutare dalla censura voi altri... ahh come brucia la verità... come vi brucerà il giorno in cui la prenderete in quel posto...
          • linuxiano scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: 0verture
            Sempre farvi aiutare dalla censura voi altri...
            ahh come brucia la verità... come vi brucerà il
            giorno in cui la prenderete in quel
            posto...Immagino che il tuo post per essere censurato fosse proprio carino ... Immagino pure che rispondesse esattamente al copione da me descritto ai punti 1,2,3,4 post precedente. E per farti un riassunto: insulti e 0 argomenti tipico di chi gli argomenti proprio non li ha.Quindi dato che in sostanza non dici nulla per una risposta rimando al mio post precedente e rinnovo la questione:se sei un imbianchino, un possessore di un solo pc ecc. ecc. non sentirti in dovere di dispensare consigli a destra e a manca, non ne hai la competenza, parla di cose che conosci, ci fai piu' bella figura e non crei inutile confusione e fastidio a chi invece puo' discutere tecnicamente e approfonditamente di entrambi i sistemi senza solo insultare e niente altro.
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            Gli insulti vi arrivano dalla gente comune. E' dal 1998 che rompete le palle alla gente raccontando loro vaccate su quanto linux era evoluto e pronto a sostituirsi a windows. Io a differenza di molti "esperti" qua dentro, nel 98, linux cercavo di usarlo, credevo veramente di sostituirlo a windows e 10 anni dopo mi trovo orgoglioso di usare Xp perchè bruciato sul serio dalla valanga di cagate che avete sparso negli anni, buone solo a mistificare fatti che perfino un cieco avrebbe visto.Andate solo a nascondervi e mettete il naso fuori quando sarete certamente in grado di affrontare il mondo che vi circonda. Prendete esempio da una comunità seria, come quella di Haiku, ridicoli e patetici che non siete altro.
          • linuxiano scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: 0verture
            Gli insulti vi arrivano dalla gente comune.
            O accipicchia non avevo capito tu sei Pagnoncelli quello dell'Istituto di Statistica, tu si' che sai chi e' la gente comune e cosa pensa.Ho un sorpresone, io conosco un sacco di gente comune che non usa espressioni come tdc "rompere le p..." "vaccate" e che scrive roba talmente pesantuccia che lo censurano (e quindi putroppo non potremo mai leggerci le tue perle in proposito). Se tu pensi che le persone comuni siano degli scaricatori di porto tutto insulti e 0 argomenti beh vecchio mio, tu non sei per niente comune e/o frequenti della strana gente davvero.
            evoluto e pronto a sostituirsi a windows. Io a
            differenza di molti "esperti" qua dentro, nel 98,
            linux cercavo di usarlo, credevo veramente di
            sostituirlo a windows e 10 anni dopo mi trovo
            orgoglioso di usare XpNel 98 era dura forte, comunque averlo provato 5 minuti nel 98 non significa che sia difficilissimo anche oggi.
            perchè bruciato sul serio
            dalla valanga di cagate che avete sparso negli
            anni, buone solo a mistificare fatti che perfino
            un cieco avrebbe
            visto.
            Insisto, esci dal copione per cortesia, siamo sempre ai punti 1,2,3,4 del mio post precedente. Vagonate di insulti e niente altro.Prendete esempio da una
            comunità seria, come quella di Haiku, ridicoli e
            patetici che non siete
            altro.Qui concordo, a discutere con uno come te un po' patetici si e', o sei un troll oppure c'e' parecchio da preoccuparsi, non lo so vecchio mio parla con un prete, un amico, un medico, qualcuno che ti puo' aiutare, tu hai un grave problema non puoi discutere con qualcuno senza insultarlo pesantemente, parli di cose che non conosci a sproposito e hai evidenti difficolta' a esporre pacatamente i tuoi argomenti. Credimi. Fatti aiutare non e' normale essere cosi' astiosi magari uno di questi giorni fai male a qualcuno o a te stesso per davvero (o trovi qualcuno altrettanto agressivo e magari con un coltello ...). Comnunque penso sia inutile discutere oltre, ti auguro buona fortuna e di risolvere presto i tuoi problemi. Spero tanto ma tanto che tu sia semplicemente un troll (hai qualche problema comunque ma non cosi' grave).
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux

            O accipicchia non avevo capito tu sei Pagnoncelli
            quello dell'Istituto di Statistica, tu si' che
            sai chi e' la gente comune e cosa
            pensa.Ti fa tanto schifo uscire dal lug e fare un salto nei negozi di computer frequentati dalla gente comune ?Prova un po' a vedere in quei posti e vedi cos'è la gente comune. Non fare come i fanatici religiosi che misurano la gente che pianta le tende in chiesa dal mattino fino la sera.

            Ho un sorpresone, io conosco un sacco di gente
            comune che non usa espressioni come tdc "rompere
            le p..." "vaccate" e che scrive roba talmente
            pesantuccia che lo censurano (e quindi putroppo
            non potremo mai leggerci le tue perle in
            proposito). Chissà perchè si può dire rtfm (e quanti ne ho letti, dalla stessa gente che adesso pretende di diffondere linux) cioè "leggiti il FOTTUTO manuale (cog...ne, sotto inteso ma perfettamente "udibile")" ma non che la gente quando, molla vista e le si propone xp, risponde: "linux afic (a fare in c...) che non ho tempo da perdere".Gli insulti del soviet sono acqua di colonia mentre le altre brutture da cancellare e censurare ?Se tu pensi che le persone comuni
            siano degli scaricatori di porto tutto insulti e
            0 argomenti beh vecchio mio, tu non sei per
            niente comune e/o frequenti della strana gente
            davvero.Prova ad averci a che fare invece di venire a dare lezioni qua.Scopri cose al cui confronto, le barzellette sul tema scalfiscono solo la punta del iceberg.

            Nel 98 era dura forte, comunque averlo provato 5
            minuti nel 98 non significa che sia
            difficilissimo anche
            oggi.Averlo provato 5 minuti ?Ho pieno di libri di quel tempo che avrebbero dovuto spiegare tutto, e che invece facevano fare ancora più confusione ! Ero pieno di riviste che già allora annunciavano con tanto di cavalcata delle valchirie come sottofondo musicale, che l'era di linux era giunta e che entro 1 anno, massimo 2 ci sarebbe stata chissà quale rivoluzione.Hai capito adesso da dove viene la vecchia barzelletta che "il prossimo, sarà l'anno di linux" ?Questo senza contare tutta la (de)evoluzione che è seguita, sempre a caccia di fantomatici complotti e cospirazioni contro il santo pinguino, reo di voler salvare il pianeta.

            Insisto, esci dal copione per cortesia, siamo
            sempre ai punti 1,2,3,4 del mio post precedente.
            Vagonate di insulti e niente
            altro.Te invece sei sempre al punto 1 del mio discorso: perdere tempo in filippiche inutili e dannose invece che lavorare seriamente per offrire quello che la gente normale cerca.Grazie a voi linux è una macchina da corsa con il freno a mano tirato ed una catena legata al parafanghi. Chissà perchè linux domina nei server e nei cluster... forse perchè in quei posti, la gente come voi viene presa a calci a cacciata prima che emetta fiato. Forse perchè i piccoli anarchici che pretendono di forkare ogni sputo vengono isolati e lasciati marcire per conto loro.

            Qui concordo, a discutere con uno come te un po'
            patetici si e', o sei un troll oppure c'e'
            parecchio da preoccuparsi, non lo so vecchio mio
            parla con un prete, un amico, un medico, qualcuno
            che ti puo' aiutare, tu hai un grave problema non
            puoi discutere con qualcuno senza insultarlo
            pesantemente, parli di cose che non conosci a
            sproposito e hai evidenti difficolta' a esporre
            pacatamente i tuoi argomenti. Credimi. Fatti
            aiutare non e' normale essere cosi' astiosi
            magari uno di questi giorni fai male a qualcuno o
            a te stesso per davvero (o trovi qualcuno
            altrettanto agressivo e magari con un coltello
            ...). Comnunque penso sia inutile discutere
            oltre, ti auguro buona fortuna e di risolvere
            presto i tuoi problemi. Spero tanto ma tanto che
            tu sia semplicemente un troll (hai qualche
            problema comunque ma non cosi'
            grave).Quando non ci sono fatti per poter rispondere alle mie sacrosante, provate oltre che dimostrate affermazioni ecco che si parte con gli inviti a farsi curare...Scommetto che in questo caso la mitica censura che ha punito "afic" starà a farsi un giro da qualche parte, del resto quando la qualità media degli utenti è questa, sono loro che consumano le impression...
          • petrestov scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: linuxiano
            Quelli che si lamentano e' perche' hanno
            cominciato tardi con l'informatica, non hanno
            fatto corsi o li hanno fatti dei loro sistemi
            closed (eh si' si paga anche la formazione con i
            closed e allora?) e ne sono stradrogati, se a
            scuola gli avessero insegnato altro non avrebbero
            grandi problemi. sì. perché adesso i bambini li sfornano già che sanno scrivere e leggere il codice sorgente in C. ma va'! dove vivi? non ci bastano le definizioni di Generazione X, ora dovremo sorbirci anche quelle di Generazione C++ o C#. ma frequenti il mondo esterno di tanto in tanto? se prendi un ragazzo di oggi e gli dici "How you doin'?" quello ti risponde "uhm, I'm working?!"! figuriamoci se conoscono linguaggi di programmazione "anglofoni" e relativamente complessi come quelli che sono alla base dei codici sorgenti di molti programmi open source. e togliamoci dalla testa l'idea che avere a disposizione il codice sorgente renda le persone tendenzialmente più disposte a imparare come funziona un programma! nella realtà le automobili NON hanno i cofani sigillati e non ho mai sentito di case automobilistiche che impediscano ai clienti di aprire il vano motore per darci una occhiata. ed è così dai tempi del Modello T. eppure oggi siamo più esperti in motori quanto lo erano i nostri nonni!mettetevi nella zucca questo concetto: nel futuro non saranno tutti "meccanici" del software! è una utopia che vi siete creati grazie alle vostre pippe mentali!
            Peraltro la comunita' open e'
            parecchio attiva e disponibile, se ho rogne cerco
            nei forum e la miseria c'e' gente che mi risponde
            e mi da' una mano oppure faccio un salto al LUG
            piu' vicino e trovo altra gente che mi aiuta. Noi
            siamo una comunita' (tante a dire il vero) chi
            usa altri sistemi al massimo e' un
            consumatore.ci sono anche forum e persone disposte ad aiutarti per altre per altri OS e programmi.ci sono i tutorial gratuiti per Inkscape e ce ne sono altrettanti, o forse di più per Adobe Illustrator.non sparare assurdità. "noi siamo una comunità e trattiamo da amici fraterni tutti quanti. dall'altra parte ti trattano solo da consumatore." che bella sviolinata! mi sembrate una di quelle sette religiose.p.s. alle volte essere consumatore è un valore aggiunto: solo chi paga ha il diritto di lamentarsi. chi ha avuto qualcosa gratis e vuole lamentarsene, si sente dire "a Ubuntu donato non si guarda in bocca".
          • petrestov scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: petrestov
            eppure oggi siamo più esperti in motori quanto lo
            erano i nostri
            nonni!errata corrige: oggi NON siamo più esperti in motori di quanto lo erano i nostri nonni.
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            Ma infatti loro credono di infinocchiare la gente vendendo loro la storiella che se hai i sorgenti hai il controllo della baracca quando sono loro i primi ad installare da binari 90 volte su 100 andando sulla fiducia che derivano dai sorgenti che gli vengono forniti.La verità, unica ed incontestabile, è che loro con la scusa del "puoi personalizzare il software" spesso e volentieri diffondono roba estremamente grezza per i canoni delle persone comuni, la danno gratis, ma poi ti vogliono far pagare l'assistenza provocando direttamente delle situazioni tali da indurre timori nella gente.Solo pochi di loro sono veramente persone serie, la maggior parte invece ipocriti e truffatori.
          • linuxiano scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: 0verture
            Ma infatti loro credono di infinocchiare la gente
            vendendo loro la storiella che se hai i sorgenti
            hai il controllo della baracca quando sono loro i
            primi ad installare da binari 90 volte su 100
            andando sulla fiducia che derivano dai sorgenti
            che gli vengono
            forniti.Vero io faccio cosi'. Ma non si infinocchia nessuno se non ti dispiace. Se a me una cosa non piace i sorgenti ci sono eccome e posso andare da uno e dirgli controllami questo e quello e cambiami questo e quello.
            La verità,E' si un concetto relativo ma il suo contrario no e tu le stai sparando grosse.
            unica ed incontestabile, è che loro
            con la scusa del "puoi personalizzare il
            software" spesso e volentieri diffondono roba
            estremamente grezza per i canoni delle persone
            comuni, la danno gratis, ma poi ti vogliono far
            pagare l'assistenza provocando direttamente delle
            situazioni tali da indurre timori nella
            gente.Torniamo un po' sopra vecchio mio, ma tu che qualifiche hai informaticamente parlando per sparare sentenze in questa maniera? Da un punto di vista tecnico se dici queste cose sei al massimo al massimo un appassionato di livello ben infimo. Rinnovo consiglio, lascia perdere non parlare di cose che non sia.
            Solo pochi di loro sono veramente persone serie,
            la maggior parte invece ipocriti e
            truffatori.Dai loro frutti li riconoscerete. E' vangelo se non ti dispiace. Al di la' delle chiacchere ci sono i frutti ora domandona chi ha patrimoni di miliardi e miliardi di euro? I padri dell'open source o quelli del closed? Sono i primi o i secondi che vogliono i nostri soldi (e che li hanno pure ottenuti)? Gente come mr Ubuntu ne guadagna o ne mette dei suoi di soldi? E Torvalds e' pieno di villoni, e Stallman e tutti gli altri?Come ti dicevo prima la verita' e' relativa ma non il suo contrario e tu stai dicendo delle falsita' assolute ed e' dimostrabile, seguite i soldi e vedrete a chi finiscono in tasca se agli sviluppatori e sistemisti open o a quelli closed.
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux

            Vero io faccio cosi'. Ma non si infinocchia
            nessuno se non ti dispiace. Se a me una cosa non
            piace i sorgenti ci sono eccome e posso andare da
            uno e dirgli controllami questo e quello e
            cambiami questo e
            quello.
            Cosa che fanno tutti i cristi di sto pianeta vero ?

            La verità,

            E' si un concetto relativo ma il suo contrario no
            e tu le stai sparando
            grosse. La verità dei fatti è una soltanto. Chiudere gli occhi e non volerli riconoscere non cambia la loro sostanza.

            Torniamo un po' sopra vecchio mio, ma tu che
            qualifiche hai informaticamente parlando per
            sparare sentenze in questa maniera? Da un punto
            di vista tecnico se dici queste cose sei al
            massimo al massimo un appassionato di livello ben
            infimo. Rinnovo consiglio, lascia perdere non
            parlare di cose che non
            sia.Lascia perdere te che parti convinto che la persone comuni siano tutti sistemisti. Piuttosto fatti qualche giretto nei negozietti di computer di quartiere e prendi bene nota di quali sono gli esemplari che circolano in quei posti.Se sei convinto che quella gente possa trarre soddisfazione da linux com'è messo adesso, allora non hai capito una |/|/|/|/|/|D della vita.

            Dai loro frutti li riconoscerete. E' vangelo se
            non ti dispiace. Al di la' delle chiacchere ci
            sono i frutti ora domandona chi ha patrimoni di
            miliardi e miliardi di euro? I padri dell'open
            source o quelli del closed? Sono i primi o i
            secondi che vogliono i nostri soldi (e che li
            hanno pure ottenuti)? E che centra questo ? Avere i soldi vuol dire essere per forza disonesti ? Anche i "poveri" possono esserlo, nel loro piccolo, anche più dei "ricchi".Che onestà c'è nel spacciare in giro un prodotto, dichiarandolo gratuito (non si paga per averlo quindi è gratuito), quando poi lo si mette in condizioni che per farlo girare un minimo decentemente bisogna chiamare e pagare a peso d'oro "un'assistenza" ?Gente come mr Ubuntu ne
            guadagna o ne mette dei suoi di soldi? Non me lo toccare Shuttleworth: è un santo ! E' uno dei pochi, forse l'unico, che ha capito che non c'è bisogno di portare l'utente a chiamare il pronto intervento ogni volta che vuole montare un CD o attaccare un cavo di rete.Si possono fare assistenze anche senza prendere per il sedere la gente come facevano le distribuzioni prima di ubuntu.Auguro ogni bene a lui ed alla sua distro e spero vivamente che si elevi a dominatrice del mercato delle distro per il desktop.Non avete mai voluto ragionare seriamente al fine di creare degli standard seri (perdevate le assistenze sul mount del cd poveri cicci...) quindi vi meritate che qualcuno raggiunga quel livello e vi imponga il suo standard. Quel giorno dovrete crescere.
            E TorvaldsE' solo grazie a lui se linux non è finito totalmente nella bambagia grazie alle orde di fanatici che si sono raccolte intorno.
            e' pieno di villoni, e Stallman e tutti gli
            altri?Stallman di sicuro non sta male visto che la parola "lavoro" l'ha disconosciuta da 25 anni abbondanti...Va solo più in giro a fare l'opinionista, il papa... Computer o bar sport per lui sono la stessa cosa.

            Come ti dicevo prima la verita' e' relativa ma
            non il suo contrario e tu stai dicendo delle
            falsita' assolute ed e' dimostrabile, seguite i
            soldi e vedrete a chi finiscono in tasca se agli
            sviluppatori e sistemisti open o a quelli
            closed.I fatti dimostrano le mie posizioni e tanto basta. Chi si mette di traverso viene travolto e spezzato. Presto toccherà pure a te.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 novembre 2008 16.02-----------------------------------------------------------
          • linuxiano scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            Ops, qui qualche argomento c'e', discutiamo pure.- Scritto da: 0verture

            Vero io faccio cosi'. Ma non si infinocchia

            nessuno se non ti dispiace. Se a me una cosa non

            piace i sorgenti ci sono eccome e posso andare
            da

            uno e dirgli controllami questo e quello e

            cambiami questo e

            quello.



            Cosa che fanno tutti i cristi di sto pianeta vero
            ?No, solo quelli che hanno esigenze particolari, tipo le aziende, per un uso generico molto software open va bene cosi' come e'.

            La verità dei fatti è una soltanto. Chiudere gli
            occhi e non volerli riconoscere non cambia la
            loro
            sostanza.
            No, no, la verita' e' relativa. La menzogna invece e' assoluta. Dire che la verita' dei fatti e' una soltanto per esempio e' una menzogna. Anche scegliere i fatti rilevanti da descrivere e' relativo, per me e' fondamentale una cosa, per te un'altra, in sostanza la verita' e' un work in progress.
            Lascia perdere te che parti convinto che la
            persone comuni siano tutti sistemisti.Veramente io parto dal fatto che per usare un linux non bisogna essere programmatori. E visto che non dici nulla mi sembra che sei d'accordo. Bene. Sul saperlo usare invece qualcosetta non c'e' verso bisogna sapere, quindi dipende da cosa intendi con sistemista, per me e' uno che quando le robe si fanno dure dure interviene e per linux non serve se non sporadicamente come per ogni altro sistema, all'utente basta sapere che bisogna far clic qua e poi la' e qualche altra cosetta e ce la fa a farsi le sue cose senza grossi problemi. Non piu' che con un windows.
            Se sei convinto che quella gente possa trarre
            soddisfazione da linux com'è messo adesso, allora
            non hai capito una |/|/|/|/|/|D della
            vita.
            Se lo dici tu ... Pero' a me e' capitato di installarlo a qualcuno che non e' sistemista e non ne sa niente e se lo e' tenuto, mi e' anche capitato di installarlo a altri che lo hanno cavato eppure entrambi erano atecnici. Non gli ho fatto il test del QI. So solo che senza essersi letti manuali per certi funziona e va bene. Pure per dei bambini che fanno i loro giochetti tranquillamente anche con un Linux.





            Dai loro frutti li riconoscerete. E' vangelo se

            non ti dispiace. Al di la' delle chiacchere ci

            sono i frutti ora domandona chi ha patrimoni di

            miliardi e miliardi di euro? I padri dell'open

            source o quelli del closed? Sono i primi o i

            secondi che vogliono i nostri soldi (e che li

            hanno pure ottenuti)?

            E che centra questo ? Avere i soldi vuol dire
            essere per forza disonesti ? Anche i "poveri"
            possono esserlo, nel loro piccolo, anche più dei
            "ricchi".Avere i soldi significa amare i soldi piu' di ogni altra cosa. Se ti preoccupi per i poveri bambini e hai qualche miliardo di euro puoi sempre decidere di vivere come un "barbone" ti tieni 50 milioni (di euro) e tutto il resto in beneficienza. Come dici tu un poveraccio potrebbe essere anche lui amante del denaro sopra ogni cosa ma se per il ricco e' una certezza per il povero (o il non ricco) e' solo una eventualita', e del resto forse non e' ricco proprio perche' il denaro non gli interessa cosi' tanto. Quindi l'argomento che a quelli dell'open frega dei soldi e' deboluccio e' una mera supposizione, che gli freghi a quelli del closed invece e' una certezza.
            I fatti dimostrano le mie posizioni e tanto
            basta. Chi si mette di traverso viene travolto e
            spezzato. Presto toccherà pure a
            te.Ahia torniamo al fatto che hai bisogno di aiuto. Di nuovo auguri.
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux


            No, solo quelli che hanno esigenze particolari,
            tipo le aziende, per un uso generico molto
            software open va bene cosi' come
            e'.
            Peccato che il mercato non la pensi per niente così. Perfino Asus ha ammesso che il grosso degli eeepc venduti è con xp invece che con linux. E pensare che lì lo avete avuto il preinstallato...



            No, no, la verita' e' relativa. La menzogna
            invece e' assoluta. Eccerto, la verità dei fatti, se non è la tua, è relativa, per cui gli altri sanno dire solo menzogne.Poveretto, mi fai pena...

            Veramente io parto dal fatto che per usare un
            linux non bisogna essere programmatori. E visto
            che non dici nulla mi sembra che sei d'accordo.
            Bene. Sul saperlo usare invece qualcosetta non
            c'e' verso bisogna sapere, quindi dipende da cosa
            intendi con sistemista, per me e' uno che quando
            le robe si fanno dure dure interviene e per linux
            non serve se non sporadicamente come per ogni
            altro sistema, all'utente basta sapere che
            bisogna far clic qua e poi la' e qualche altra
            cosetta e ce la fa a farsi le sue cose senza
            grossi problemi. Non piu' che con un
            windows.Visto e considerato che la gente comune considera "hacker" saper mettere mano a qualche finestra di windows che non si trova nel raggio di tre clic dal desktop, cosa, come deve considerare un sistema dove la norma è "apri il terminale e scrivi la formula magica", vai in /etc/ e aggiungi la riga XYZ in ABC ?La gente comune non è programmatrice e neppure sistemista ma questo voi non volete mettervelo in testa, altrimenti dovreste riconoscere di avere cannato molto in questi anni e la vostra (falsa) modestia vi impedisce in simile passo avanti.
            Se lo dici tu ... Pero' a me e' capitato di
            installarlo a qualcuno che non e' sistemista e
            non ne sa niente e se lo e' tenuto, mi e' anche
            capitato di installarlo a altri che lo hanno
            cavato eppure entrambi erano atecnici. Non gli ho
            fatto il test del QI. So solo che senza essersi
            letti manuali per certi funziona e va bene. Pure
            per dei bambini che fanno i loro giochetti
            tranquillamente anche con un
            Linux.I bambini una volta giocavano con il dos e prima con il c64: imparavano a papera due comandi in croce e aspettavano la magia. Se cerchi in giro, trovi ancora commenti del tipo "cosa significava load " * " ,8,1" Se ti basi solo su questo per dichiarare semplice e gestibile da gente normale un sistema, allora la prossima volta installagli anche qualcosa di più incasinato, poi vieni qui a fare lezioni sulle verità relative.

            Avere i soldi significa amare i soldi piu' di
            ogni altra cosa. Se ti preoccupi per i poveri
            bambini e hai qualche miliardo di euro puoi
            sempre decidere di vivere come un "barbone" ti
            tieni 50 milioni (di euro) e tutto il resto in
            beneficienza. Certo certo... sior lenin, una dichiarazione d'amore sui borghesi la facciamo o se la risparmia fino alla prossima rivoluzione ? Come dici tu un poveraccio potrebbe
            essere anche lui amante del denaro sopra ogni
            cosa ma se per il ricco e' una certezza per il
            povero (o il non ricco) e' solo una eventualita',
            e del resto forse non e' ricco proprio perche' il
            denaro non gli interessa cosi' tanto. Quindi
            l'argomento che a quelli dell'open frega dei
            soldi e' deboluccio e' una mera supposizione, che
            gli freghi a quelli del closed invece e' una
            certezza.Tanti giri di parole ed hai evitato il punto del discorso, quello dell'onestà di spacciare per buono e gratuito un prodotto che tanto buono e soprattutto gratuito non è.



            I fatti dimostrano le mie posizioni e tanto

            basta. Chi si mette di traverso viene travolto e

            spezzato. Presto toccherà pure a

            te.

            Ahia torniamo al fatto che hai bisogno di aiuto.
            Di nuovo
            auguri.Non ti preoccupare, anche te un giorno capirai. Il fiume è grande e c'è spazio per tutti...
          • linuxiano scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux

            sì. perché adesso i bambini li sfornano già che
            sanno scrivere e leggere il codice sorgente in C.Io sono sistemista, non programmatore, il C non mi dice pressoche' nulla e Linux lo uso benissimo quindi stai dicendo cose che non hanno minimamente senso.
            ma va'! dove vivi?A casa mia.
            non ci bastano le definizioni
            di Generazione X, ora dovremo sorbirci anche
            quelle di Generazione C++ o C#.Vale quanto sopra. Solo uno che non conosce linux pensa che per saperlo usare bisogna essere un programmatore.
            ma frequenti il
            mondo esterno di tanto in tanto?Tipo? se prendi un
            ragazzo di oggi e gli dici "How you doin'?"
            quello ti risponde "uhm, I'm working?!"!
            figuriamoci se conoscono linguaggi di
            programmazione "anglofoni" e relativamente
            complessi come quelli che sono alla base dei
            codici sorgenti di molti programmi open source.
            ???????????Per usare un sistema linux non occorre essere un programmatore. Per usare un sistema linux non occorre essere un programmatore. Per usare un sistema linux non occorre essere un programmatore. L'ho ripetuto abbastanza volte? Il concetto e' chiaro? Mi auguro di si' perche' tutto il tuo post e' basato su questa strana cosa che un utente Linux praticamente e' sempre li' che modifica codice e non puo' fare diversamente.

            e togliamoci dalla testa l'idea che avere a
            disposizione il codice sorgente renda le persone
            tendenzialmente più disposte a imparare come
            funziona un programma!Gliene da' la possibilita' almeno. E qualcuno lo fa. Ma per imparare a usare un sistema non serve imparare a programmarlo.
            nella realtà le automobili
            NON hanno i cofani sigillatiI programmi invece si', sai un programma non e' un automobile.
            e non ho mai sentito
            di case automobilistiche che impediscano ai
            clienti di aprire il vano motore per darci una
            occhiata. ed è così dai tempi del Modello T.
            eppure oggi siamo più esperti in motori quanto lo
            erano i nostri
            nonni!
            Secondo me esattamente il contrario, mio nonno l'olio e le candele sapeva cambiarsele e poi ai vecchi tempi era tutto meccanica, adesso e' quasi tutto elettronica, con il cavolo che a tempo perso metti le mani sotto il cofano. E comunque direi che non c'entra nulla.
            mettetevi nella zucca questo concetto: nel futuro
            non saranno tutti "meccanici" del software! è una
            utopia che vi siete creati grazie alle vostre
            pippe
            mentali!
            Quelle che ti fai tu pensando che per usare un linux bisogna essere un "meccanico" del software.
            ci sono anche forum e persone disposte ad
            aiutarti per altre per altri OS e
            programmi.

            ci sono i tutorial gratuiti per Inkscape e ce ne
            sono altrettanti, o forse di più per Adobe
            Illustrator.
            Verissimo, verissimo ma sai noi per fatto costitutivo di piu'. Non mi viene in mente nessun altro software che abbia progetti estesi di how to o roba tipo Appunti di Informatica Libera, e' nel DNA dei "vecchi" utenti sta' faccenda di collaborare a tutto raggio e se ci sono altri forum su software proprietario se la loro collaborazione vale 10 la nostra vale 100 in termini di buona volonta' e di materiale reperibile.
            non sparare assurdità. "noi siamo una comunità e
            trattiamo da amici fraterni tutti quanti.
            dall'altra parte ti trattano solo da
            consumatore." che bella sviolinata! mi sembrate
            una di quelle sette
            religiose.
            Non e' faccenda di sette, ma di passione. Noi ne abbiamo tanta, talmente tanta che ci siamo scritti un sistema operativo da soli (beh non proprio io, gli altri amici che amano i sistemi open) perche' non ci piaceva quello che c'era. Piu' che di religione e' un fatto di filosofia, pure quelli del closed hanno passione ... per i soldi.
            p.s. alle volte essere consumatore è un valore
            aggiunto: solo chi paga ha il diritto di
            lamentarsi. chi ha avuto qualcosa gratis e vuole
            lamentarsene, si sente dire "a Ubuntu donato non
            si guarda in
            bocca".Come ti ho detto dalle nostre parti molto pochi pensano di scucire soldi a ragazzini e privati, le aziende sono un'altra faccenda.Comunque tu fai come ti pare ma ricordati bene una cosa:per usare bene un linux non serve essere programmatori e c'e' anche un corollario, per imparare ad usarlo non serve piu' tempo che per imparare ad usare un windows, quindi se uno parte da zero un Linux gli conviene molto ma molto piu' di un Windows.
          • petrestov scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: linuxiano
            per usare bene un linux non serve essere
            programmatori e c'e' anche un corollario, per
            imparare ad usarlo non serve piu' tempo che per
            imparare ad usare un windows, quindi se uno parte
            da zero un Linux gli conviene molto ma molto piu'
            di un
            Windows.fammi capire una cosa. dov'è che io ho citato esplicitamente SOLO Linux? il mio discorso era diretto all'intero mondo open source. tu hai ristretto l'ambito al solo Linux.e poi detto chiaro e tondo: tu sei un sistemista. tra i i giovani, quanti sistemisti credi ci siano?? su 1 milione di giovani, quanti se la possono vedere alla pari delle tue capacità??? sono il 50%?? il 70%? il 10 o solo lo 0.1? No, perché io vorrei capire questo distacco generazionale di cui parli tu, tra la vecchia generazione (tutti tossidipendenti di Windows) e la nuova generazione Stallman, esiste o è un puro auspicio che non vedrà mai futuro perché stai proiettando nella società di un futuro imminente i tuoi ideali (il che ti rende un visionario, amio parere). tra i giovani che frequento io si parla di iPod, Facebook, Nintendo Wii, iPhone. e quando quelle poche volt parlano di librerie si riferiscono ad Amazon, oppure alla libreria universitaria.solo perché tu sai fare una cosa, non è detto che tutto il mondo sia capace o voglia imparare a fare altrettanto. e non mi dire che l'informatica è ormai presente in tutte le case e non potrà essere ignorata dalle generazioni future. anche l'elettricità è nelle case di tutti, ma non tutti si interessano di impianti elettrici, fusibili e quant'altro. ci sono giovani che non sanno montare una presa a muro! ci crederesti?? e tu auspichi una società capace di modulare Linux a proprio piacimento??? ti ripeto: ma dove vivi? sulla luna????per un ignorante LINUX = WINDOWSOpenOffice = Officelo userà e basta. per lui sarà una "cosa" da usare. non un totem da idolatrare, come fai tu quando dici "noi" quando ti riferisciallo sviluppo di Linux, credendo di essere amico stretto di Linux Torvalds (che dal canto suo non sa nemmeno che esisti) e Richard Stallman (che non saprebbe nemmeno pronunciare il tuo nome in italiano). Noi. cavolo, sei proprio un bell'ipocrita. dici noi, attribuendoti dei meriti per un lavoro svolto dagli altri. bella roba, complimenti.P.S.1 alla gente non gliene frega niente di come funzionano le cose. loro vogliono vedere funzionarle e basta. è così oggi, era così per i nostri nonni e sarà così per i nostri pro-pro-pro-nipoti.P.S.2 la metafora dell'auto con il cofano sigillato viene usata spesso da "voi" per spiegare il concetto di chiusura del software. compreresti mai un'auto con il cofano sigillato e con il divieto ad aprirlo; e saresti disposto a servirti di un unico meccanico autorizzato dalla casa produttrice della tua auto, invece che rivolgerti al tuo meccanico di fiducia??mi meraviglio che tu non sapessi di questa piccola tecnica di marketing del sw libero. magari al tuo LUG non siete proprio aggiornati su come fare proselitismo...
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            E poi, giusto per chiudere il cerchio sulla macchina e sul cofano. Accetteresti mai di usare una macchina dove per fare ogni cosa (comprese le più banali tipo accendere i fari o fare benzina) dovresti chiamare il servizio assistenza, elettrauto oggi, meccanico domani ?
          • petrestov scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: 0verture
            E poi, giusto per chiudere il cerchio sulla
            macchina e sul cofano.

            Accetteresti mai di usare una macchina dove per
            fare ogni cosa (comprese le più banali tipo
            accendere i fari o fare benzina) dovresti
            chiamare il servizio assistenza, elettrauto oggi,
            meccanico domani
            ?se è per questo, data la modularità di Linux, sceglieresti di assemblarti da solo una intera automobile (pezzo per pezzo) andandolo a prendere dai singoli produttori, giusto per il gusto di sentirti libero di farlo?che bello, posso assemblare l'auto così come la desidero! peccato che quando chiesero a Homer Simpson di realizzare l'auto dei sogni di ogni americano, il caro Homer produsse una bella ciofeca.
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux

            se è per questo, data la modularità di Linux,
            sceglieresti di assemblarti da solo una intera
            automobile (pezzo per pezzo) andandolo a prendere
            dai singoli produttori, giusto per il gusto di
            sentirti libero di
            farlo?Guarda, se fossi a capo di un'industria automobilistica e se ogni decisione non richiedesse la messa in moto di troppi ingranaggi (con relativi investimenti a rischio), giusto per togliermi lo sfizio, li farei mettere in vendita i singoli pezzi (anche se a dire il vero è già così dal momento che i meccanici non vanno avanti a colpi di lima da 50 anni almeno) poi mi farei tante grosse risate di fronte a questi improvvisati "ingegneri" (per la serie, il mondo non è già abbastanza inquinato così).Visto che non possiedo tali società, mi limito a ridere di quei fanatici che vanno in giro a raccontare che il successo di windows è dato dal preinstallato, quando il grosso dei netbook che tornano indietro sono proprio quelli basati su linux invece che windows. Chissà, forse ci saranno gli uomini in nero dentro ogni mediaworld, pronti a minacciare chi vuol comprare gli eeepc con xandros+interfaccia scema... Forse, ci sono gli alieni che appena vedono uno con l'aspireone + limpus, bloccano il tempo e gli sostituiscono il so con winz...Forse, certi fanatici dovrebbero smetterla di farsi di crack...

            che bello, posso assemblare l'auto così come la
            desidero! peccato che quando chiesero a Homer
            Simpson di realizzare l'auto dei sogni di ogni
            americano, il caro Homer produsse una bella
            ciofeca.E la macchina delle iene allora ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 novembre 2008 21.02-----------------------------------------------------------
      • non so scrive:
        Re: non si tratta di windows vs linux
        - Scritto da: Smegma
        L'obiezione è cmq la solita
        Avere bambini che usano win a scuola vuol dire
        produrre adulti che useranno win a casa Farsi conoscere anche a scuola e' importante, ma non dirmi che tu fai solo ed esattamente solo quello che ti hanno detto a scuola. Io ad esempio a casa non uso i sistemi operativi che avevo a scuola. Li ho imparati ed e' giusto cosi' anche per i sistemi MS.
        • Smegma scrive:
          Re: non si tratta di windows vs linux

          Farsi conoscere anche a scuola e' importante, E quì siamo d'accordoma
          non dirmi che tu fai solo ed esattamente solo
          quello che ti hanno detto a scuola.Presentata così la questione è troppo semplicistica e fuorviante.Nel caso specifico dei S.O. purtroppo accade esattamente questo cioè si perpetua una sorta di "imprintig" che, se nell'ottica del mondo del lavoro può essere giustificato, diviene aberrante dal punto di vista pedagogico-educativo.
          Io ad esempio a casa non uso i sistemi operativi
          che avevo a scuola. Li ho imparati ed e' giusto
          cosi' anche per i sistemi
          MS.Visto che sai usare entrambi non pensi che i sistemi open siano didatticamente superiori?
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            Esatto, meglio far loro un imprinting a base di pinguini e filosofie strambe...
          • Funz scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: 0verture
            Esatto, meglio far loro un imprinting a base di
            pinguini e filosofie
            strambe...La libertà adesso è una filosofia stramba?
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            Libertà sarebbe quel concetto dove tutti sono liberi di pensarla solo come la pensi te ?Quella era la libertà di Benito, di Joseph, di Adolf, di Franco, di Fidel...
          • Funz scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: 0verture
            Libertà sarebbe quel concetto dove tutti sono
            liberi di pensarla solo come la pensi te
            ?Ma che voli pindarici ti fai? Libertà di scelta del SW, libertà dai monopoli, libertà da formati chiusi, libertà di visionare, modificare e ridistribuire il SW.
            Quella era la libertà di Benito, di Joseph, di
            Adolf, di Franco, di
            Fidel...Veramente quello che si avvicina ad un sistema totalitario è il mondo windows: un solo SW per tutti, formati chiusi, controlli occhiuti.Mi sembra che voialtri avete veramente un'idea stramba della libertà.
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux

            Ma che voli pindarici ti fai? Libertà di scelta
            del SW, libertà dai monopoli, libertà da formati
            chiusi, libertà di visionare, modificare e
            ridistribuire il
            SW.Infatti è pieno di gente che molla vista e si compra la licenza di xp. Anche quella è libertà di scelta o credi ci siano stati uomini in nero con il canne mozze sotto la giacca pronti a convincerli ?

            Veramente quello che si avvicina ad un sistema
            totalitario è il mondo windows: un solo SW per
            tutti, formati chiusi, controlli
            occhiuti.Un solo SW che offre compatibilità per tutti senza obbligare la gente comune a stare dietro a casini di librerie forkate nate sulla base di capricci pseudo filosofici. Formati chiusi che però stranamente tutti usano senza problemi, solo voi li trovate...Controlli occhiuti ? Eh sì, li vedo proprio fuori dalla finestra in questo momento, i men in black, con il parabolone intenti ad intercettarmi...
            Mi sembra che voialtri avete veramente un'idea
            stramba della
            libertà.Invece voi, ne avete un concetto che è diametralmente opposto
          • Funz scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: 0verture

            Infatti è pieno di gente che molla vista e si
            compra la licenza di xp. Anche quella è libertà
            di scelta o credi ci siano stati uomini in nero
            con il canne mozze sotto la giacca pronti a
            convincerli
            ?noo, intanto sono obbligati a comprare vista assieme al PC in primo luogo, poi se vogliono avere un sistema decente devono pagare di nuovo per installarsi XP... Ah, che libertà :p



            Veramente quello che si avvicina ad un sistema

            totalitario è il mondo windows: un solo SW per

            tutti, formati chiusi, controlli

            occhiuti.

            Un solo SW che offre compatibilità per tutti
            senza obbligare la gente comune a stare dietro a
            casini di librerie forkate nate sulla base di
            capricci pseudo filosofici.Mai avuto di 'sti problemi, sarà che sono un comune utente desktop e non un sistemista alle prese con grandi server...
            Formati chiusi che però stranamente tutti usano
            senza problemi, solo voi li
            trovate...Ah, il cliente mi manda un formato chiuso e io sono obbligato a comprare MS office, quando per il mio lavoro basta e avanza oo.o. Per te questo è un non -problema?
            Controlli occhiuti ? Eh sì, li vedo proprio fuori
            dalla finestra in questo momento, i men in black,
            con il parabolone intenti ad
            intercettarmi...Ah, altro che MiB, basta un brufoloso in uno scantinato con un keylogger, e la tua carta di credito non è più al sicuro :p

            Mi sembra che voialtri avete veramente un'idea

            stramba della

            libertà.

            Invece voi, ne avete un concetto che è
            diametralmente
            oppostoPerfettamente d'accordo con te.Fa solo impressione vedere come chi non ha la libertà non ha nemmeno la consapevolezza di essere schiavo.
          • Dti Revenge scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            "a Ubuntu donato non si guarda in bocca" cit
          • petrestov scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: Funz
            La libertà adesso è una filosofia stramba?se io vado a dire in giro che sei libero di fare qualcosa che non sai fare, sì è una filosofia stramba.di fatto la stragrande maggioranza delle persone oggi (e a mio avviso anche domani) non è libera nell'accezione piena del termine indicato da Stallman.puoi copiare e redistribuire il sorgente tutti scaricano e installano i binari e quasi nessuno sa compilare. qui si può dire che siamo per metà TUTTI liberi.puoi vedere il sorgente di un programma in assoluta libertà.lo sto guardando e non ci capisco una fava. ma com'è scritto? ai dont spik inglisc.puoi modificare il codice sorgente e cambiarlo a tuo piacimentoil 99,9% della gente non sa come fare.puoi pagare per modificare o cambiare a tuo piacimento il codice sorgentema scusate, non era libero, nel senso di gratuito? non siamo tutti una fratellanza del bene e dobbiamo aiutarci?! su, che qualcuno dia il buon esempio. come, il desiderio è mio e devo pagare io? Il concetto del software libero è stato pensato e partorito da UN PROGRAMMATORE. se non sei UN PROGRAMMATORE, sarai al massimo un cittadino di serie B in una società autoprofessatasi libera. tu sei UN PROGRAMMATORE?SI = sei libero, forse. ma non credo che tutti i programmatori sappiano riprogrammare un programma adeguatamente, tenuto conto che i linguaggi di programmazione sono svariati e un programmatore ne conosce a malapena due. per non citare la differente capacità soggettiva di problem solving.NO = non sei libero. ti danno l'illusione di libertà. ma in realtà chi conta e chi fa la differenza nel mondo del software libero è IL PROGRAMMATORE nella testa di Richard Stallman. un idealizzazione che non ha concrete speranze di essere incarnata da molte persone a questo mondo.
          • Funz scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: Funz


            La libertà adesso è una filosofia stramba?

            se io vado a dire in giro che sei libero di fare
            qualcosa che non sai fare, sì è una filosofia
            stramba.Sono libero di farlo, punto. Basta che impari.Sono anche libero di prendere la superlicenza per la F1 o il brevetto di pilota aeronautico, e di guidare una monoposto o pilotare un aereo. Il fatto che nella realtà non sarei mai capace, e nessuno mi assumerebbe per fare quei lavori, non limita la mia libertà...
            puoi modificare il codice sorgente e cambiarlo a
            tuo
            piacimento
            il 99,9% della gente non sa come fare.Può imparare, o come dici tu, può pagare qualcuno che lo faccia al posto suo.
            puoi pagare per modificare o cambiare a tuo
            piacimento il codice
            sorgente
            ma scusate, non era libero, nel senso di
            gratuito? non siamo tutti una fratellanza del
            bene e dobbiamo aiutarci?! su, che qualcuno dia
            il buon esempio. come, il desiderio è mio e devo
            pagare io?Tutto il tuo discorso si basa sul comune fraintendimento libero = gratuito.eppure in italiano non abbiamo nemmeno l'ambiguità della parola "free", che può avere l'accezione "free speech" oppure "free beer"
            Il concetto del software libero è stato pensato e
            partorito da UN PROGRAMMATORE. se non sei UN
            PROGRAMMATORE, sarai al massimo un cittadino di
            serie B in una società autoprofessatasi libera.Il tuo discorso è totalmente fallace: non è che se non sei capace di fare una cosa, non sei libero di farla. Al massimo è una limitazione tua intrinseca, non un'imposizione da parte di qualcun altro. Non giochiamo con le parole...PS:Un ingegnere nucleare è un cittadino di serie A e un manovale è di serie B?
          • petrestov scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: Funz
            Sono libero di farlo, punto. Basta che impari.
            Sono anche libero di prendere la superlicenza per
            la F1 o il brevetto di pilota aeronautico, e di
            guidare una monoposto o pilotare un aereo. Il
            fatto che nella realtà non sarei mai capace, e
            nessuno mi assumerebbe per fare quei lavori, non
            limita la mia
            libertà...hai una idea bislacca di cos'è la libertà. e te lo dice uno che ha alle spalle esami di diritto pubblico, privato e comparato.ti do un suggerimento: studiati la differenza tra stato delle libertà e stato sociale e la critica marxista alla libertà della società borghese. e poi leggiti del fallimento ad opera della società comunista nel perseguimento dell'eguaglianza sostanziale degli individui.roba da matti. parlate di libertà e non sapete nemmeno definirla o la sua storia. che bella roba!
          • Funz scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: Funz


            Sono libero di farlo, punto. Basta che impari.

            Sono anche libero di prendere la superlicenza
            per

            la F1 o il brevetto di pilota aeronautico, e di

            guidare una monoposto o pilotare un aereo. Il

            fatto che nella realtà non sarei mai capace, e

            nessuno mi assumerebbe per fare quei lavori, non

            limita la mia

            libertà...

            hai una idea bislacca di cos'è la libertà. e te
            lo dice uno che ha alle spalle esami di diritto
            pubblico, privato e
            comparato.

            ti do un suggerimento: studiati la differenza tra
            stato delle libertà e stato sociale e la critica
            marxista alla libertà della società borghese. e
            poi leggiti del fallimento ad opera della società
            comunista nel perseguimento dell'eguaglianza
            sostanziale degli
            individui.

            roba da matti. parlate di libertà e non sapete
            nemmeno definirla o la sua storia. che bella
            roba!Spiegamelo tu saccentone, e spiegami perché la mia libertà è limitata dal non saper programmare... (mentre invece usando SW closed sarei più libero?)
        • Shu scrive:
          Re: non si tratta di windows vs linux
          - Scritto da: non so
          Farsi conoscere anche a scuola e' importante, ma
          non dirmi che tu fai solo ed esattamente solo
          quello che ti hanno detto a scuola.Alle superiori (ragioneria) eravamo in 34 in classe.Credo che, oltre a me, nessuno di quelli che si sono diplomati con me usino Linux oggi. Forse 1 o 2 usano OSX.E io in quegli anni usavo DOS a scuola (e ho "pionierizzato", con 2 compagni di classe, gli M240 con 1 MB di RAM con Windows per usare Ventura e PageMaker. Dopo quell'esperimento il preside si è comprato il PC nuovo con 2 MB di RAM per usare PageMaker...), ma Amiga a casa. Insomma, ero già un "alternativo"La mia speranza è che MS chiuda baracca prima che questi bambini diventino adulti, così avrà buttato i suoi soldi, e loro saranno "costretti" ad avere un po' di elasticità mentale per continuare a imparare cose nuove, invece di fossilizzarsi.La piaga peggiore che abbiamo in Itaila non è la Casta, o la crisi imminente, è il rifiuto ad imparare cose nuove e ad applicare idee nuove. Da questo derivano tutte le altre rogne (scarsa innovazione, anzianità e nepotismo premiate più del valore della persona, stagnazione, ecc.)Bye.
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            L'elasticità mentale non si crea augurando il fallimento di un'azienda ma creando dei presupposti di insegnamento della materia diversi.Credi davvero che se domani sparisse microsoft, linux prenderebbe il suo posto e tutto sarebbe risolto ?Morto un papa se ne fa un altro.Sparisce il "monopolio" di microsoft, arriva quello di apple.La soluzione sta altrove e più precisamente, si deve insegnare l'informatica in modo slegato dal singolo strumento.Un grafico non deve imparare ad usare photoshop o gimp ma deve capire cosa vuol dire ad esempio, regolare i colori dentro una foto (luminosità, contrasto, livelli, curve...).Gli si fanno capire i concetti, gli si mostrano i risultati attraverso un software poi lo si verifica con un altro !Questa è vera elasticità mentale non la tabula rasa che sognano certi fanatici obesi.
          • petrestov scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: 0verture
            L'elasticità mentale non si crea augurando il
            fallimento di un'azienda ma creando dei
            presupposti di insegnamento della materia
            diversi.più che altro LORO credono che la loro mentalità sia elastica. proprio loro che hanno tardato di vent'anni l'abbandono parziale della "riga di comando", che resta comunque obbligatoria per fare certe cose su Linux. se "la riga di comando" è il loro concetto di elasticità mentale, be', io spero di non essere mai "elastico" nella loro accezione del termine.detto chiaro e tondo, la riga di comando è sì molto potente ed immediata (PRO) ma richiede (CONTRO) anni di apprendimento sui man dei vari comandi e svariate prove ed esercitazioni; esige un enorme sforzo di memoria rievocativa ed è molto sensibile agli errori di battitura (typo).ripeto: se è questo il loro concetto di elasticità mentale, io mi autoproclamo TESTA QUADRATA.
          • krane scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: 0verture

            L'elasticità mentale non si crea augurando il

            fallimento di un'azienda ma creando dei

            presupposti di insegnamento della materia

            diversi.
            più che altro LORO credono che la loro mentalità
            sia elastica. proprio loro che hanno tardato di
            vent'anni l'abbandono parziale della "riga di
            comando", che resta comunque obbligatoria per
            fare certe cose su Linux.Mi faresti qualche esempio di uso di linea di comando considerando un linux preinstallato ?
            se "la riga di comando" è il loro concetto
            di elasticità mentale, be', io spero di non
            essere mai "elastico" nella loro accezione del
            termine.Pensa che microsoft la sta rimettendo nei suoi ultimi SO, secondo te per quale motivo ?
            detto chiaro e tondo, la riga di comando è sì
            molto potente ed immediata (PRO) ma richiede
            (CONTRO) anni di apprendimento sui man dei vari
            comandi e svariate prove ed esercitazioni; esige
            un enorme sforzo di memoria rievocativa ed è
            molto sensibile agli errori di battitura (typo).Gia, soprattutto se non usi il completamento automatico (sapevi che esiste vero ?)
            ripeto: se è questo il loro concetto di
            elasticità mentale, io mi autoproclamo TESTA
            QUADRATA.ok, ti chiameremo TESTA QUADRATA
          • petrestov scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: krane
            Gia, soprattutto se non usi il completamento
            automatico (sapevi che esiste vero
            ?)tu ci metti la mano sul fuoco che nessuno sbaglia nulla con la riga di comando (anche col tasto tab a realizzare il completamento automatico)? lo faresti? ci scommetteresti sopra un po' di soldi? mille euro.si fa così: arruoliamo 10 aspiranti linuxiani e gli insegniamo come usare bash e anche l'esistenza del tasto TAB. se durante tutto il corso qualcuno sbaglia a scrivere un comando tu mi paghi mille euro; in caso contrario te li pago io. ci stai?
          • petrestov scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: petrestov
            tu ci metti la mano sul fuoco che nessuno sbaglia
            nulla con la riga di comando (anche col tasto tab
            a realizzare il completamento automatico)? lo
            faresti? ci scommetteresti sopra un po' di soldi?
            mille
            euro.

            si fa così: arruoliamo 10 aspiranti linuxiani e
            gli insegniamo come usare bash e anche
            l'esistenza del tasto TAB. se durante tutto il
            corso qualcuno sbaglia a scrivere un comando tu
            mi paghi mille euro; in caso contrario te li pago
            io. ci
            stai?e se vuoi scommettere altri soldi, ti propongo quest'altra scommessa: prendiamo 10 persone e gli insegniamo a realizzare una procedura con la sola riga dicomando.prendiamo altre 10 persone di medesima estrazione culturale ed età e gli insegniamo come eseguire la medesima procedura con le finestre e il point&click.poi prendiamo altre 10 persone e gli insegniamo ad usare una interfaccia multitouch per eseguire la medesima procedura.io scommetto che: il terzo gruppo apprenderà molto più velocemente ditutti.il secondo gruppo si piazzerà secondo.il primo si piazzerà per ultimo.1000 euro. ci stai?
          • petrestov scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: petrestov
            1000 euro. ci stai?poi ti do la possibilità di guadagnare 2.000 euro (quelli che di sicuro ti spillo se accetti le due scommesse) a patto che mi spieghi perché il terzo gruppo è il primo ad apprendere; perché il secondo gruppo apprende meno velocemente del secondo e perché il primo gruppo apprende più lentamente di tutti.ti concedo questa possibilità:1 perché voglio insegnarti qualcosa2 non mi piace approfittarmi degli ingenui
          • krane scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: krane

            Gia, soprattutto se non usi il completamento

            automatico (sapevi che esiste vero ?)
            tu ci metti la mano sul fuoco che nessuno sbaglia
            nulla con la riga di comando (anche col tasto tab
            a realizzare il completamento automatico)? lo
            faresti? ci scommetteresti sopra un po' di soldi?
            mille euro.Errare humanum est, non credo che esista gente che non sbaglia mai, perche' non hai risposto alle altre 2 domande ?
          • petrestov scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: krane
            Errare humanum est, non credo che esista gente
            che non sbaglia mai, perche' non hai risposto
            alle altre 2 domande
            ?1abilitare e configurare i driver nvidia, giusto per citare un comando di bash per modificare xorg.confche sia il semplice sudo gedit /etc/X11/xorg.confoppure installare il nuovo firefox il giorno ella sua uscita senza dover aspettare il suo arrivo nei repository.oppure installare OpenOffice partendo dai pacchetti rpm o deb2da quando le decisioni di Microsoft sono giuste per voi?? quando coincidono con il vostro pensiero sono gisute. quando non lo sono, sono sbagliate. è così.comunque, non ho sentito dire agli utenti di Windows "che figata, Microsoft ha messo sta roba qui che con un paio di righe di sti comandi qui posso fare quello che mi pare". quando li sentirò entusiasti potrò dirti che hai ragione, la riga di comando è migliore delle altre interfacce.adesso ti posso chiedere io una cosa?tu sai la differenza nell'apprendimento della "riga di comando" rispetto alle altre interfacce possibili con il PC?? conosci i risultati di esperimenti cognitivi sull'apprendimento delle procedure informatiche?pensi di cavartela con una banalissima e alquanto scontata citazione latina.ah la citazione continua così: perseverare è diabolico. la riga di comando è diabolica. ti fa sbagliare troppo spesso.
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            ì
            detto chiaro e tondo, la riga di comando è sì
            molto potente ed immediata (PRO) ma richiede
            (CONTRO) anni di apprendimento sui man dei vari
            comandi e svariate prove ed esercitazioni; esige
            un enorme sforzo di memoria rievocativa ed è
            molto sensibile agli errori di battitura
            (typo).Tanto è vero che quando si cercano guide in giro si trovano di due tipi:- Estremamente prolisse tipo rotolone regina (e generalmente dove si possono trovare, è tabù chiedere spiegazioni "pratiche" altrimenti ci si vede rispondere rtfm)- Una sfilza di copia/incolla di comandi in sequenza senza che venga spiegato un acca

            ripeto: se è questo il loro concetto di
            elasticità mentale, io mi autoproclamo TESTA
            QUADRATA.Concordo. Tanto si spacciano per intelligenti e superiori, quanto sono ottusi e spocchiosi.Einstein diceva una cosa molto semplice a riguardo: Se non sei in grado di spiegare una cosa a un bambino di 6 anni, vuol dire che non lhai capita neanche tu.
          • pabloski scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            perfetto e ti pare che MS e anche Apple che hanno lavorato per mettere sotto chiave le conoscenze informatiche, siano adesso disposte ad insegnare a quella gente la vera informatica?ti ricordo che queste aziende hanno lavorato alacremente affinchè il PC diventasse un elettrodomestico, affinchè nei manuali forniti con i microcomputer non ci fossero capitoli dedicati alla programmazione, schemi hardware e specifiche di programmazione per le periferiche ( ti ricorda un pò il C64 tutto questo? )invece pare che il movimento OSS faccia dei sorgenti, delle specifiche e degli schemi hardware una questione prioritaria e imponga la libera diffusione di questi preziosi strumenti di studio
          • 0verture scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            Ah perchè i concetti per regolare la luminosità ed il contrasto delle foto tra photoshop e gimp stanno per caso agli antipodi ?Se aumento la luminosità in photoshop ottengo un'immagine bianchiccia mentre se lo faccio con gimp la scurisco ?I concetti che permettono ad una persona di riconoscere un file da una cartella tra win, mac, linux, $os_alternativo_a_scelta sono totalmente e assolutamente alieni tra di loro che c'è rischio di confusione ?Attualmente, prendere la gente e metterla di brutto ad usare gimp piuttosto che photoshop vuol dire far loro solo del male perchè invece di crear loro la famosa elasticità mentale li si chiude nell'utilizzo di un coso che poi dove serve non viene richiesto (complice la brutta mentalità dei datori di lavoro: "sai usare photoshop ?").
        • linuxiano scrive:
          Re: non si tratta di windows vs linux
          - Scritto da: non so
          - Scritto da: Smegma

          L'obiezione è cmq la solita

          Avere bambini che usano win a scuola vuol dire

          produrre adulti che useranno win a casa

          Farsi conoscere anche a scuola e' importante, ma
          non dirmi che tu fai solo ed esattamente solo
          quello che ti hanno detto a scuola.
          Quindi e' bene che la scuola insegni cose che sono inutili o dannose che tanto poi ciascuno si arrangia da se?Ma allora che cavolo ci andiamo a fare a scuola?
      • 0verture scrive:
        Re: non si tratta di windows vs linux
        Se da loro il mondo del lavoro funziona come da noi, dove non serve uno che sa foto ritoccare le foto ma uno che sa usare photoshop e, generalizzando, da più importanza allo strumento che a quello che lo muove, dargli linux è già una brutta scommessa (di certo non impareranno a mettere in piedi server e cluster a manovella), dargli linux + sugar, la scommessa non è solo brutta ma pure patetica.
    • krane scrive:
      Re: non si tratta di windows vs linux
      - Scritto da: LuNa
      vogliamo aiutare dei bambini o discutere di
      sistemi operativi.No: siamo su Punto Informatico, vogliamo discutere di sistemi operativi.
    • MyrddinEmrys scrive:
      Re: non si tratta di windows vs linux
      Io sostanzialmente sono concorde.In questo caso sarei piuttosto contento che ci sia la possibilità di informatizzare paesi che non lo sono piuttosto che no.Ritengo in questo ambito linux esattamente equivalente a windows (e ora naturalmente i trollazzi mi darano del winaro cattivo e illiberale pure se a casa mia non c'è un solo pc con windows installato gh).Stiamo parlando di una prima informatizzazione, di insegnare a qualcuno cos'è un putatore di mouse, cos'è la posta elettronica e via dicendo.. motivo per cui tutta questa enfasi anti windowsiana in questo caso mi sembra fuori luogo, considerando pure il fatto che quei laptop saranno un "regalo" per cui il discorso costo di licenza non si applica.Ora brontaolate pure quanto volete e fate tifo calcistico per un sistema operativo.. ma il dato di fatto è che comunque viene data una possibilità in piu' a paesi poveri.. e tutto quello che si è in grado di dire è "non va bene perchè c'è windows". Devo dire che in queste cose l'utenza linux (di cui faccio parte) è davvero deludente... ma non sarebbe meglio adottare la politica del vivi e lascia vivere? Sei soddisfatto del tuo linux? ok usalo e sii contento che ti frega se altri lo preferiscono o no.
      • Smegma scrive:
        Re: non si tratta di windows vs linux

        Ritengo in questo ambito linux esattamente
        equivalente a windows (e ora naturalmente i
        trollazzi mi darano del winaro cattivo e
        illiberale pure se a casa mia non c'è un solo pc
        con windows installato
        gh).Io, come ho argomentato nel post sopra non la penso così.

        Stiamo parlando di una prima informatizzazione,
        di insegnare a qualcuno cos'è un putatore di
        mouse, cos'è la posta elettronica e via dicendo..
        motivo per cui tutta questa enfasi anti
        windowsiana in questo caso mi sembra fuori luogo,
        considerando pure il fatto che quei laptop
        saranno un "regalo" per cui il discorso costo di
        licenza non si
        applica.Invece è proprio quì che casca il proverbiale asino.Non pagano win da bimbi, ma sicuramente lo pagheranno (e caro in relazione ai redditi) da adulti, come lo pagheranno le industri il commercio e tutto il "sistema paese".Ti sei chiesto come mai alcuni paesi emergenti stanno OBBLIGANDO e sottolineo OBBLIGANDO i sistemi informatici a riconvertirsi a Linux?
      • panda rossa scrive:
        Re: non si tratta di windows vs linux
        - Scritto da: MyrddinEmrys
        Stiamo parlando di una prima informatizzazione,
        di insegnare a qualcuno cos'è un putatore di
        mouse, E questo lo si puo' fare benissimo con KDE
        cos'è la posta elettronica e via dicendo..E questo lo si puo' fare benissimo con Thunderbird.
        motivo per cui tutta questa enfasi anti
        windowsiana in questo caso mi sembra fuori luogo,Ti stai contraddicendo.Per prendere la patente le lezioni di guida le fai su una panda, e ti sono sufficienti per qualunque autoveicolo.Quindi i rudimenti di informatica puoi benissimo impararli su linux e ti saranno sufficienti per qualunque SO (e per capire quanto sia assurdo cacciare dei soldi per un SO lento, buggoso, che pretende un antivirus, e del quale neppure sei tu il padrone, ma forse e' proprio questo che si vuole tenere nascosto alla gente)
        considerando pure il fatto che quei laptop
        saranno un "regalo" per cui il discorso costo di
        licenza non si
        applica.Anche la prima dose e' sempre un "regalo"
        Ora brontaolate pure quanto volete e fate tifo
        calcistico per un sistema operativo.. ma il dato
        di fatto è che comunque viene data una
        possibilità in piu' a paesi poveri.. e tutto
        quello che si è in grado di dire è "non va bene
        perchè c'è windows". Quanta miopia, quanta ipocrisia!
        Devo dire che in queste cose
        l'utenza linux (di cui faccio parte) è davvero
        deludente... ma non sarebbe meglio adottare la
        politica del vivi e lascia vivere? Si tratta di sopravvivere, altro che vivi e lascia vivere.Quelli hanno i soldi, il potere, le leggi che cercano di cambiare a proprio favore, con brevetti e roba del genere, e tu invece te ne freghi?
        Sei soddisfatto del tuo linux?
        ok usalo e sii contento che ti frega se altri
        lo preferiscono o no.Sai com'e', mi piacerebbe continuare ad usarlo e non vorrei che windows diventasse obbligatorio.Tu continua pure a vivere e lasciar vivere.Faremo a meno di te.
        • Dti Revenge scrive:
          Re: non si tratta di windows vs linux
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: MyrddinEmrys


          Stiamo parlando di una prima informatizzazione,

          di insegnare a qualcuno cos'è un putatore di

          mouse,

          E questo lo si puo' fare benissimo con KDE


          cos'è la posta elettronica e via dicendo..

          E questo lo si puo' fare benissimo con
          Thunderbird.


          motivo per cui tutta questa enfasi anti

          windowsiana in questo caso mi sembra fuori
          luogo,

          Ti stai contraddicendo.
          Per prendere la patente le lezioni di guida le
          fai su una panda, e ti sono sufficienti per
          qualunque
          autoveicolo.

          Quindi i rudimenti di informatica puoi benissimo
          impararli su linux e ti saranno sufficienti per
          qualunque SO (e per capire quanto sia assurdo
          cacciare dei soldi per un SO lento, buggoso, che
          pretende un antivirus, e del quale neppure sei tu
          il padrone, ma forse e' proprio questo che si
          vuole tenere nascosto alla
          gente)


          considerando pure il fatto che quei laptop

          saranno un "regalo" per cui il discorso costo di

          licenza non si

          applica.

          Anche la prima dose e' sempre un "regalo"


          Ora brontaolate pure quanto volete e fate tifo

          calcistico per un sistema operativo.. ma il dato

          di fatto è che comunque viene data una

          possibilità in piu' a paesi poveri.. e tutto

          quello che si è in grado di dire è "non va bene

          perchè c'è windows".

          Quanta miopia, quanta ipocrisia!


          Devo dire che in queste cose

          l'utenza linux (di cui faccio parte) è davvero

          deludente... ma non sarebbe meglio adottare la

          politica del vivi e lascia vivere?

          Si tratta di sopravvivere, altro che vivi e
          lascia
          vivere.
          Quelli hanno i soldi, il potere, le leggi che
          cercano di cambiare a proprio favore, con
          brevetti e roba del genere, e tu invece te ne
          freghi?



          Sei soddisfatto del tuo linux?

          ok usalo e sii contento che ti frega se altri

          lo preferiscono o no.

          Sai com'e', mi piacerebbe continuare ad usarlo e
          non vorrei che windows diventasse
          obbligatorio.
          Tu continua pure a vivere e lasciar vivere.
          Faremo a meno di te.E secondo te la comunità dei pinguini dove li ha tutti questi soldi per fornire laptop GRATIS a un'intera nazione?Ubuntu e tutta la comunità ti danno l'OS GRATIS, Microsoft in questo caso da GRATIS sia l'os che il laptot.Fanatici dell'opersorcio che non siete altro
          • linuxiano scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux

            Ubuntu e tutta la comunità ti danno l'OS GRATIS,
            Microsoft in questo caso da GRATIS sia l'os che
            il
            laptot.

            Fanatici dell'opersorcio che non siete altroO semplicemente gente che si domanda, come mai una societa' che nasce per fare software (e se lo fa pagare caro) regala roba? Non e' che tra un pochetto pago tutto con gli interessi, forse allora non mi conviene proprio per niente?A caval donato si guarda in bocca, e se quello che ci trovi non piace e' meglio rispedire al mittente. Omero docet (per i poco classicisti quello del Cavallo di Troia con gli armati dentro, spero che avrete almeno visto il film).La nostra posizione e' solo questa, noi non possiamo ordinare a nessuno di fare niente (ne' lo vogliamo, dopotutto a noi piace la liberta'), a chi vuol dare retta diciamo solo di guardare un po' meglio quello che viene da questi generosoni che magari c'e' la fregatura.
          • krane scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: Dti Revenge
            Ubuntu e tutta la comunità ti danno l'OS GRATIS,
            Microsoft in questo caso da GRATIS sia l'os che
            il laptot.Ma guarda che strano, e quanto gli costa la manovra ?Ti sei chiesto perche' sono disposti a spendere tutti quei soldi ? Dacci un'opinione a riguardo...
            Fanatici dell'opersorcio che non siete altro
      • linuxiano scrive:
        Re: non si tratta di windows vs linux

        Stiamo parlando di una prima informatizzazione,
        di insegnare a qualcuno cos'è un putatore di
        mouse, cos'è la posta elettronica e via dicendo..
        motivo per cui tutta questa enfasi anti
        windowsiana in questo caso mi sembra fuori luogo,
        considerando pure il fatto che quei laptop
        saranno un "regalo" per cui il discorso costo di
        licenza non si
        applica.
        Esattamente quello che dissero i troiani. A caval donato si guarda in bocca altro che!!!!
        Ora brontaolate pure quanto volete e fate tifo
        calcistico per un sistema operativo.. ma il dato
        di fatto è che comunque viene data una
        possibilità in piu' a paesi poveri.. e tutto
        quello che si è in grado di dire è "non va bene
        perchè c'è windows". Devo dire che in queste cose
        l'utenza linux (di cui faccio parte) è davvero
        deludente... ma non sarebbe meglio adottare la
        politica del vivi e lascia vivere? Sei
        soddisfatto del tuo linux? ok usalo e sii
        contento che ti frega se altri lo preferiscono o
        no.Non mi sembra che ci sia gente che ha fatto i sit in di fronte agli aerei, navi, treni con su sistemi con installati dei Windows per impedirgli di partire. Stiamo semplicemente esprimendo un parere e che mi sembra ben fondato: sentiamo una puzza galattica di carita' pelosa. Denunciamo la cosa e cerchiamo di spiegare, a chi frega, che meglio guardare in bocca a questo cavallo e dire semplicemente: molte, molte grazie, ma non potremmo averne uno con XO o sistemi similari, e' piu' adatto alle nostre esigenze?Suggeriamo inoltre che se per caso il gentile donatore dice "assolutamente no" di fare una semplice domanda "ma se voi siete benefattori e noi vi chiediamo un regalo di un certo tipo che a voi non costa niente di piu' perche' ce lo volete assolutamente dare con un Windows?"Se la risposta non e' soddisfacente (e non ne vedo di soddisfacenti, cosa puo' fare un OLPC equipaggiato con Windows che un Linux non puo' fare?) direi che la puzza della carita' a orologeria se non piace il termine pelosa diventa in miasma metifico.
      • krane scrive:
        Re: non si tratta di windows vs linux
        - Scritto da: MyrddinEmrys
        Ora brontaolate pure quanto volete e fate tifo
        calcistico per un sistema operativo.. ma il dato
        di fatto è che comunque viene data una
        possibilità in piu' a paesi poveri.. e tutto
        quello che si è in grado di dire è "non va bene
        perchè c'è windows". Devo dire che in queste cose
        l'utenza linux (di cui faccio parte) è davvero
        deludente... ma non sarebbe meglio adottare la
        politica del vivi e lascia vivere? Si puo' vivere e lasciare vivere solo se gli altri fanno altrettanto, quindi non e' questo il caso : se lasci che sia il monopolista ti distrugge appena puo' e fa di tutto per mettersi nelle condizioni di farlo.Non ti hanno insegnato niente anni di processi e sentenze contro microsoft ?
    • 0verture scrive:
      Re: non si tratta di windows vs linux
      Come ti capisco...
    • panda rossa scrive:
      Re: non si tratta di windows vs linux
      - Scritto da: LuNa
      la microsoft li regala quei laptop mica li
      VENDE.Anche Mustafa' la regala la prima dose, mica la VENDE.E allora dobbiamo forse ringraziare Mustafa'?
      • Dti Revenge scrive:
        Re: non si tratta di windows vs linux
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: LuNa

        la microsoft li regala quei laptop mica li

        VENDE.

        Anche Mustafa' la regala la prima dose, mica la
        VENDE.
        E allora dobbiamo forse ringraziare Mustafa'?Ma non saresti contento se a tuo figlio regalassero un laptop a scuola senza che tu lo comprassi per 500 euro (o quello che è)
        • panda rossa scrive:
          Re: non si tratta di windows vs linux
          - Scritto da: Dti Revenge
          Ma non saresti contento se a tuo figlio
          regalassero un laptop a scuola senza che tu lo
          comprassi per 500 euro (o quello che
          è)Certo che sarei contento se regalassero un laptop da 500 euro.Se pero' regalassero un laptop da 500 euro con preinstallato winsozz e con la clausola che non lo posso riformattare per metterci una piu' indicata distro di edubuntu, allora sarei molto meno contento e chiederei perche' mi regalano un laptop da 500 euro se poi non posso installarci sopra quello che voglio.E tu saresti contento se a tuo foglio regalassero una bella pasticca di ecstasy la prima volta che va in disco?
          • Dti Revenge scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Dti Revenge


            Ma non saresti contento se a tuo figlio

            regalassero un laptop a scuola senza che tu lo

            comprassi per 500 euro (o quello che

            è)

            Certo che sarei contento se regalassero un laptop
            da 500
            euro.

            Se pero' regalassero un laptop da 500 euro con
            preinstallato winsozz e con la clausola che non
            lo posso riformattare per metterci una piu'
            indicata distro di edubuntu, allora sarei molto
            meno contento e chiederei perche' mi regalano un
            laptop da 500 euro se poi non posso installarci
            sopra quello che
            voglio.

            E tu saresti contento se a tuo foglio regalassero
            una bella pasticca di ecstasy la prima volta che
            va in
            disco?Windows = droga? ma stiamo scherzando?E poi puoi benissimo fare un dualboot win e linux (in questo caso aggiri la clausola della formattazione in quanto il vincolo è sull'os e non sull'hd)saluti.
          • panda rossa scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: Dti Revenge

            Windows = droga? ma stiamo scherzando?Hai ragione: con la droga si riesce a smettere piu' facilmente.
            E poi puoi benissimo fare un dualboot win e linux
            (in questo caso aggiri la clausola della
            formattazione in quanto il vincolo è sull'os e
            non
            sull'hd)E sprecare cosi' una buona fetta di disco?A che pro?
          • Dti Revenge scrive:
            Re: non si tratta di windows vs linux
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Dti Revenge



            Windows = droga? ma stiamo scherzando?


            Hai ragione: con la droga si riesce a smettere
            piu'
            facilmente.


            E poi puoi benissimo fare un dualboot win e
            linux

            (in questo caso aggiri la clausola della

            formattazione in quanto il vincolo è sull'os e

            non

            sull'hd)

            E sprecare cosi' una buona fetta di disco?
            A che pro?Vabbè, allora comprati il tuo portatile assemblato e metti il tuo kubuntu e spendi i tuoi 300 e rotti euroWin te lo da gratis e con quell'espediente sei anche in grado di usare il tuo bel kernel monolitico e ti lamenti pure?Voi linari siete incontentabili!
        • pabloski scrive:
          Re: non si tratta di windows vs linux
          piano piano con la storia del gratis....si tratta sempre di donazioni e quindi soggette a sgravi fiscalichi paga siamo noi poveri fessi che pagano le tasse....questo dev'essere chiaro....quella gente non sta facendo la carità a nessunoe comunque, si, sarei felice se mi regalassero un portatile ma certamente sarei più felice se avesse un OS aperto, dove puoi installarci aggratis altri 20.000 pacchetti software ( senza doverli pagare profumatamente )e poi se vogliamo diffondere l'informatica tra i poveri windows non è certo il mezzo più adattonon è insegnando a quella gente a cliccare sulle icone che gli permetteremo di creare una propria industria del softwarema forse lo scopo è semplicemente creare nuovi mercati per le multinazionali occidentalicomunque da che mondo è mondo, l'occidente non ha fatto nulla senza mirare ad ottenerne un vantaggio futuro
Chiudi i commenti