Sharp punta sul solare

L'azienda nipponica ha realizzato un pannello fotovoltaico in grado di essere implementato sui dispositivi mobili. Perché rinnovabile è bello, e pure conveniente

Roma – La necessità di seguire la svolta verso il green tech inizia sempre più a far proseliti in settori dell’industria tecnologica, tra cui il settore della telefonia mobile: dopo l’exploit di Samsung, anche Sharp ha deciso di realizzare un piccolo pannello solare, in grado di ricaricare la batteria in movimento e, presumibilmente, di adattarsi a svariati dispositivi mobile.

Il piccolo pannello solare, denominato Solar Module for Mobile Devices consiste in un sottile strato realizzato in silicio policristallino dello spessore di 0,8mm in grado di accumulare fino a 300mW di energia. Stando a quanto dichiarato dal produttore, la particolare forma del dispositivo e, soprattutto, il limitato spessore lo rendono adattabile a qualsiasi dispositivo, poiché “gli elettrodi collocati sulla superfice del dispositivo possono essere disposti in maniera da soddisfare le richieste dei produttori di dispositivi, rendendo possibile una maggiore flessibilità nella loro progettazione”

Con tutta probabilità, l’idea di Sharp è quella di battere un nuovo sentiero dell’industria hardware, focalizzandosi su un settore sempre più florido, ovvero quello della telefonia mobile. In tal senso, il paragone diretto con i piani dell’azienda nipponica è senz’altro rappresentato da Blue Earth , lo smartphone ideato da Samsung costruito interamente con materiali riciclati e anch’esso dotato di un accumulatore di energia solare sul retro della scocca.

Nonostante non sia chiaro al momento se e quando il dispositivo di Sharp verrà integrato su nuovi smartphone, quello che appare chiaro è che le tecnologie in grado di concentrare l’energia solare risultino il cavallo vincente su cui i produttori dovrebbero puntare. A dirlo è uno studio realizzato da alcuni enti di ricerca in collaborazione con Greenpeace, secondo il quale dopo un periodo di stento iniziale, le tecnologie CSP potrebbero arrivare a soddisfare il 7 per cento di tutto il fabbisogno energetico mondiale entro il 2030 e il 25 per cento entro il 2050.

Vincenzo Gentile

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iRoby scrive:
    Shuttleworth sudafricano
    Shuttleworth è sudafricano.Wee Mariuccia non facciamo più queste gaffe... :)http://it.wikipedia.org/wiki/Mark_Shuttleworth
  • Funz scrive:
    Basta con questo falso mito
    E Linux non è pronto per l'utenza desktop, e Linux è solo per utenti esperti...Tutte sciocchezze. L'unica difficoltà che Linux comporta è imparare un sistema nuovo con le sue peculiarità, e non è più difficile che imparare ad usare Windows, anzi per moltissimi aspetti è più facile.Inoltre sparare una frase del genere su una distro per cellulari, su cui l'utente avrà pochissimo da smanettare, non ha nessun significato.Ci sono già fin troppi fanboy, rivenditori MS e commentatori prezzolati vari che sparano FUD a raffica, se vi ci mettete anche voi di PI non fate un buon servizio di informazione.
    • uuhhaa scrive:
      Re: Basta con questo falso mito
      - Scritto da: Funz
      E Linux non è pronto per l'utenza desktop, e
      Linux è solo per utenti
      esperti...
      Tutte sciocchezze. L'unica difficoltà che Linux
      comporta è imparare un sistema nuovo con le sue
      peculiarità, e non è più difficile che imparare
      ad usare Windows, anzi per moltissimi aspetti è
      più
      facile.
      Inoltre sparare una frase del genere su una
      distro per cellulari, su cui l'utente avrà
      pochissimo da smanettare, non ha nessun
      significato.

      Ci sono già fin troppi fanboy, rivenditori MS e
      commentatori prezzolati vari che sparano FUD a
      raffica, se vi ci mettete anche voi di PI non
      fate un buon servizio di
      informazione.straquoto.
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Basta con questo falso mito
      Guarda Linux per desktop potremmo dire che sia nato 5 anni fa, in questo lasso di tempo sono stati fatti passi da gigante, al punto che la solita scusa, " è solo per utenti esperti" non regge più, ci stann distro user friendly come Ubuntu e distro come Arch meno user friendly per utenti che non amano gli automatismi(la pappa pronta).L'errore i cui molti cadono è quello di scambiare l'abitudine d'uso con la facilità d'uso.
      • RealEnneci scrive:
        Re: Basta con questo falso mito
        - Scritto da: gnulinux86
        Guarda Linux per desktop potremmo dire che sia
        nato 5 anni fa, in questo lasso di tempo sono
        stati fatti passi da gigante, al punto che la
        solita scusa, " è solo per utenti esperti" non
        regge più, ci stann distro user friendly come
        Ubuntu e distro come Arch meno user friendly per
        utenti che non amano gli automatismi(la pappa
        pronta).

        L'errore i cui molti cadono è quello di scambiare
        l'abitudine d'uso con la facilità
        d'uso.Già... un pò come quelli che dicono che il Mac "è per la grafica"...Ma de che? ormai PC/MAC possono fare le stesse cose...Diciamo che alla Apple fà ancora comodo marciare sopra il fatto che il pc è per l'ufficio e il mac è per la creatività e la grafica..Tutte XXXXXXXXX... ma continuate a crederci eh!
        • Andrea scrive:
          Re: Basta con questo falso mito
          Vi quoto tutti in fila!
        • gnulinux86 scrive:
          Re: Basta con questo falso mito
          Perchè lo vieni a dire a me??
        • BuDuS scrive:
          Re: Basta con questo falso mito
          quoto questo e i precedenti: è ora di smetterla di confondere abitudine con facilità.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 maggio 2009 14.55-----------------------------------------------------------
        • bibop scrive:
          Re: Basta con questo falso mito
          il mac era un pc per la grafica negli anni 80 e relativamente negli anni 90 perche' i pc di quel periodo con i windows di quel periodo prendevano i pesci in faccia dall'integrazione dell'hw e del software apple... poi che venisse detto "sono per la grafica" perche' costavano uno stonfo rispetto a i pc standard dell'epoca e' un'altro discorso... va da se che i "grafici" beneficiavano delle peculiarita' uniche all'epoca di macintosh, queste peculiarita' erano disponibili anche per i non grafici ma ad un prezzo che spaventava molti...oggi se sei un utente esperto e nn hai esigenze vincolanti verso programmi specifici e monopiattaforma uno vale l'altro... ognuno ha i suoi punti di forza e debolezza... osx per certi versi e' quello che sta in mezzo... nn ha tutti i problemi di windows su versanti sicurezza eccecc e al contempo ha il supporto diretto della maggior parte dei produttori di software hardware a differenza di linuxio nn potrei usare linux per lavorare... e non ho voglia di preoccuparmi dei problemi di windows... poi che nn mi piaccia lo storico di ms e' un'altro discorso, qua si parla di prodotti...osx non e' per la grafica... osx e' per tutti quelli che vogliono un sistema hw/sw che funzioni out of the box e che non dia problemi... al momento, oggi ora, e' la scelta migliore per l'utente inesperto (che nn voglia giocare 12 ore al giorno con i videogame) e per l'utente avanzato che non vuole preoccuparsi troppo del malware/schifoware che lo circonda...apple nn dice che il mac e' per la grafica... apple nei suoi add dice che su mac sei piu' creativo... cosa discutibile, se nn sei creativo nn lo sei ne su mac ne su win ne su linux... ma oggettivamente gli strumenti che apple mette a disposizione sono facili da usare e portano a dei risultati discreti grazie ad automatismi e template... nn e' (solo) per la grafica ma quello che produci e' piu' "bello" (nn e' il mio pensiero e quello che comunica apple con i suoi add)...
          • Shu scrive:
            Re: Basta con questo falso mito
            - Scritto da: bibop
            il mac era un pc per la grafica negli anni 80 e
            relativamente negli anni 90 perche' i pc di quel
            periodo con i windows di quel periodo prendevano
            i pesci in faccia dall'integrazione dell'hw e del
            software apple...Negli anni 80 Mac era per l'editoria, Atari per la musica, e Amiga per la grafica e il multimedia. I PC erano per gli uffici.Poi Atari è saltata in aria (e i musicisti hanno scelto Apple), Commodore è saltata in aria (e i grafici hanno scelto Apple), e Apple si è presa tre nicchie (negli anni 90) diventando "il computer degli artisti" (scrittura e impaginazione, musica e grafica...), mentre il PC si è preso i giochi sia da Amiga che da Atari, diventando "il computer per l'ufficio e per giocare"La Apple ha fallito anche nel prendersi il settore del videomontaggio lasciato libero da Amiga (che è passato ai PC).Poi Jobs se n'è andato e Apple ha iniziato l'emorragia che ha portato la grafica e la musica anche sui PC, lasciando alla Apple solo le briciole.Poi Jobs è tornato, ha visto che c'era poco da fare, e ha puntato sullo stile e il design (sia hardware che software), e ora sta cercando di riconquistare almeno i settori musicale e grafico.Bye.
          • bibop scrive:
            Re: Basta con questo falso mito
            sugli anni 80 hai ragione... amiga aveva una vocazione eccezionale per il multimedia, mai messo le mani su un atari... pero' cosi' dicendo mi dai ragione... un pc-ibm compatibile con dos/win3 (che i pc si sono portati dietro ben oltre il 1995) erano "per qualcosa" in virtu' di peculiarita' hardware/software... i pc ibm compatibili erano ridotti all'osso e spesso erano semplici macchine da scrivere evolute... i mac sono stati da sempre personal computer desktop "veri" (cosi' come li intendiamo oggi) e che venivano percepiti per "la grafica" solo per il prezzo e perche' i grafici li usavano e non certo perche' erano fighetti ma perche' adobe e aldus e il postscript erano sui mac non sugli altri...sulla cattiva gestione spindler e quella relativamente difficoltosa di amelio non ha certo colpa la "piattaforma" il resto che scrivi e' meno condivisibile... la storia del montaggio video andrebbe integrata con le pressioni di microsoft a non adottare quicktime (quando all'epoca nn esisteva ancora wmedia e su windows c'era il furto di codice di video for windowsche si possa fare "tutto" con i pc-windows oggi e' un dato di fatto... oggi i pc con windows nn sono costruiti per essere macchine da scrivere evolute... ma l'esperienza utente dei prodotti apple e' li da venir replicata da microsoft...
      • corwyn scrive:
        Re: Basta con questo falso mito

        L'errore i cui molti cadono è quello di scambiare
        l'abitudine d'uso con la facilità
        d'uso.Proprio come accade alla maggioranza di quelli a cui non piace Vista o Office 2007: è solo perchè non hanno voglia di abituarsi a un'interfaccia nuova...
        • Ale scrive:
          Re: Basta con questo falso mito
          beh no, Vista proprio è un sistema operativo fatto con i piedi. E infatti se ne sono accorti anche in casa MS e guarda come hanno fatto presto a tirar fuori Seven.Office 2007 ha un'interfaccia grafica pessima.
          • Marco scrive:
            Re: Basta con questo falso mito
            su Vista concordo: ero convinto fossero le preinstallazioni ad essere schifose, in realtà anche un sistema pulito è lungi dall'essere veloce.Office 2007 invece ha un'ottima interfaccia, bisogna abituarsi.
          • lroby scrive:
            Re: Basta con questo falso mito
            - Scritto da: Marco
            su Vista concordo: ero convinto fossero le
            preinstallazioni ad essere schifose, in realtà
            anche un sistema pulito è lungi dall'essere
            veloce.
            Office 2007 invece ha un'ottima interfaccia,
            bisogna
            abituarsi.Smettila di testare i nuovi s.o. MS sul tuo Pentium2 con 128mb di ram.. altrimenti per te saranno tutti lenti..Office 2007 un'ottima interfaccia grafica?!?! :| :| :|LROBY
          • -ToM- scrive:
            Re: Basta con questo falso mito
            - Scritto da: Marco
            su Vista concordo: ero convinto fossero le
            preinstallazioni ad essere schifose, in realtà
            anche un sistema pulito è lungi dall'essere
            veloce.ma non si parlava di facilità d'uso?
            Office 2007 invece ha un'ottima interfaccia,
            bisogna abituarsi.Guarda io non lo uso non so che dirti però sviluppare in verticale un pannello quando i monitor e le risoluzioni si sviluppano in orizzontale, specialmente in un programma di trattamento testo i cui formati dei documenti stessi si sviluppano anch'essi per verticale... mmmmhhhh...Forse dovrei provare qulche applicativo ribbon che non sia paint ;)
          • bibop scrive:
            Re: Basta con questo falso mito
            - Scritto da: -ToM-

            Office 2007 invece ha un'ottima interfaccia,

            bisogna abituarsi.

            Guarda io non lo uso non so che dirti però
            sviluppare in verticale un pannello quando i
            monitor e le risoluzioni si sviluppano in
            orizzontale, specialmente in un programma di
            trattamento testo i cui formati dei documenti
            stessi si sviluppano anch'essi per verticale...
            mmmmhhhh...probabilmete sta per venire la fine del mondo!! un argomento dove la pensiamo esattamente allo stesso modo... :P
            Forse dovrei provare qulche applicativo ribbon
            che non sia paint ;)la ribbon di office e comoda, basta abituarsi, perche' ti da "tutto e quasi subito" ma sarebbe stata ancora piu' comoda se i moduli fossero stati impilati sulla destra o sinistra dello schermo un po' come l'inspector di word:mac 2008 o le palette "ancorate" di photoshop... la ribbon e' perfetta per i monitor 4:3 ma per i wide e' un bello spreco di area di lavoro...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 maggio 2009 16.54-----------------------------------------------------------
        • Funz scrive:
          Re: Basta con questo falso mito
          - Scritto da: corwyn

          L'errore i cui molti cadono è quello di
          scambiare

          l'abitudine d'uso con la facilità

          d'uso.

          Proprio come accade alla maggioranza di quelli a
          cui non piace Vista o Office 2007: è solo perchè
          non hanno voglia di abituarsi a un'interfaccia
          nuova...Quoto per Office 2007, anche se dicono che abbia una buona interfaccia, la MS si è data il martello pneumatico sui piedi stavolta ^^
      • Ash scrive:
        Re: Basta con questo falso mito

        L'errore i cui molti cadono è quello di scambiare
        l'abitudine d'uso con la facilità
        d'uso.Esatto
    • invasore scrive:
      Re: Basta con questo falso mito
      Hai ragione, ma l'interfaccia e del tutto secondaria. Anche win fosse molto più complicato di linux la gente continuerebbe a utilizzarlo perchè il 90% dei software professionali e il 98% di quello ludico è solo su win quindi l'utente (il privato o l'azienda) continua ad utilizzarlo perchè trova il software che cerca. Poi è più facile trovare i tecnici che ti sistemano il PC. Poi nei negozi il software venduto è tutto Win (o mac)...è un cane che si morde la coda, la predomeninanza passata di win è la principale garanzia alla sua predominanza futura.
    • Marco scrive:
      Re: Basta con questo falso mito
      Se non c'è da smanettare, Linux è molto più semplice di Windows (pensate solo a come smontare un pendrive, o come aggiornare i software). I problemi arrivano se uno pensa pure di installare nuovo software.Comunque non ci vuole un genio per usare x/k/ubuntu: non studio informatica e mi ci trovo benissimo.
      • Funz scrive:
        Re: Basta con questo falso mito
        - Scritto da: Marco
        Se non c'è da smanettare, Linux è molto più
        semplice di Windows (pensate solo a come smontare
        un pendrive, o come aggiornare i software). I
        problemi arrivano se uno pensa pure di installare
        nuovo
        software.Non è vero, se spieghi ad un utente Windows come funziona Synaptic ti guarda come se fosse una cosa dell'altro mondo :)
        Comunque non ci vuole un genio per usare
        x/k/ubuntu: non studio informatica e mi ci trovo
        benissimo.Vero
        • qwerty scrive:
          Re: Basta con questo falso mito

          Non è vero, se spieghi ad un utente Windows come
          funziona Synaptic ti guarda come se fosse una
          cosa dell'altro mondo
          :)Probabilmente è lo stesso winUtente che guardava iTunes come se fosse stata una cosa dell'altro mondo ;)
          • Funz scrive:
            Re: Basta con questo falso mito
            - Scritto da: qwerty

            Non è vero, se spieghi ad un utente Windows come

            funziona Synaptic ti guarda come se fosse una

            cosa dell'altro mondo

            :)

            Probabilmente è lo stesso winUtente che guardava
            iTunes come se fosse stata una cosa dell'altro
            mondo
            ;)Ma itunes gira anche su Win, ed è un ce$$o :p
          • -ToM- scrive:
            Re: Basta con questo falso mito
            - Scritto da: Funz
            Ma itunes gira anche su Win, ed è un ce$$o :pMi fa decisamente più schifo il sistema di aggiornamento che quando lo apri ti aggiunge anche safari con la spunta di default.
    • attonito scrive:
      Re: Basta con questo falso mito

      Ci sono già fin troppi fanboy, rivenditori MS e
      commentatori prezzolati vari che sparano FUD a
      raffica, se vi ci mettete anche voi di PI non
      fate un buon servizio di
      informazione.che anche loro possano essere prezzolati non ti e' neanche passato per l'anticamera del cervello, vero?NOTA: osservate la struttura grammaticale della frase dalla quale si evince l'ipoteticita' della stessa, ponendomi al riparo da qualunque denuncia, ma non dalla censura che arrivera' ratta a XXXXre questo post.
      • Funz scrive:
        Re: Basta con questo falso mito
        - Scritto da: attonito

        Ci sono già fin troppi fanboy, rivenditori MS e

        commentatori prezzolati vari che sparano FUD a

        raffica, se vi ci mettete anche voi di PI non

        fate un buon servizio di

        informazione.
        che anche loro possano essere prezzolati non ti
        e' neanche passato per l'anticamera del cervello,
        vero?Non volevo insinuare niente, e poi leggo PI da quando ha aperto o quasi, e l'ho sempre trovato ragionevolmente imparziale, al netto delle opinioni personali dei vari giornalisti che ci scrivono ovviamente
        NOTA: osservate la struttura grammaticale della
        frase dalla quale si evince l'ipoteticita' della
        stessa, ponendomi al riparo da qualunque
        denuncia, ma non dalla censura che arrivera'
        ratta a XXXXre questo
        post.Insomma, per ora è ancora qui :)
      • cazzlegg scrive:
        Re: Basta con questo falso mito
        Non ti preoccupare :) Quando c'è scritto "Ora sicuramente quelli di PI, mi cancelleranno il messaggio, mi censureranno" non li cancellano mai :D
    • LuNa scrive:
      Re: Basta con questo falso mito
      il grosso problema del desktop linux è la cronica mancanza di APPLICATIVI e la quasi assenza di supporto decente alle periferiche multimediali più comuni.Fin quando questo non si verifica, non c'e' trippa per gatti.
      • Polemik scrive:
        Re: Basta con questo falso mito
        Sugli applicativi più comuni avrei da ridire. Il punto debole sono i giochi che, piaccia o non piaccia, fanno da grande traino alla diffusione di Windows.
  • Ciccio scrive:
    Domanda alla redazione
    Perché il grassetto per evidenziare "adatta soprattutto a smanettoni e utenti tecnologicamente più che letterati"? E' una valutazione dell'autore, una posizione ufficiale di PI, un messaggio tra le righe, una pubblicità pro-windows, altro?
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Domanda alla redazione
      Appeno ho letto l'articolo ho pensato la stessa cosa, vediamo se la spettabile redazione di P-I ci da delucidazioni in merito.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Domanda alla redazione
      E' un messaggio in codice che contiene la verità sullo sbarco americano sulla luna e gli attentati alle torri gemelle XD
      • alanford scrive:
        Re: Domanda alla redazione
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        E' un messaggio in codice che contiene la verità
        sullo sbarco americano sulla luna e gli attentati
        alle torri gemelle
        XDlol!
      • lll scrive:
        Re: Domanda alla redazione
        loloh comunque puoi anche aggiungere la risposta seria...
      • pabloski scrive:
        Re: Domanda alla redazione
        mmm fate disinformazione dunquenon fare il furbo, lo so che quello è un messaggio in codice che contiene la verità sull'omicidio Kennedy :D
      • LOL scrive:
        Re: Domanda alla redazione
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        E' un messaggio in codice che contiene la verità
        sullo sbarco americano sulla luna e gli attentati
        alle torri gemelle
        XDXD,ASD,LOL.. questa è la giusta risposta per "i malpensanti" che, poveri tapini, vedono marcio dapper tutto! ;)
      • attonito scrive:
        Re: Domanda alla redazione
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        E' un messaggio in codice che contiene la verità
        sullo sbarco americano sulla luna e gli attentati
        alle torri gemelle
        XDsi, bravo, buttala sull'ironia, dai.
        • Giambo scrive:
          Re: Domanda alla redazione
          - Scritto da: attonito

          E' un messaggio in codice che contiene la verità

          sullo sbarco americano sulla luna e gli
          attentati

          alle torri gemelle

          XD

          si, bravo, buttala sull'ironia, dai.Visto che nessuno ha il coraggio di dire la verita', lo faccio io !Le scie chimiche, ecco :D !!
      • vavava scrive:
        Re: Domanda alla redazione
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        E' un messaggio in codice che contiene la verità
        sullo sbarco americano sulla luna e gli attentati
        alle torri gemelle
        XDTraduzione : tutto si muove per i soldi ?
  • Enjoy with Us scrive:
    M$ non è preoccupata?
    E' semplicemente terrorizzata! Secondo Voi per quale altro motivo sta sviluppando a tempo di record SEVEN? Perchè si sente mancare il terreno sotto ai piedi... peccato che Seven non giri su ARM e che Intel si sia scocciata di aspettare e abbia lanciato Moblin... ormai per M$ si profila lo spettro del fallimento!
    • shevathas scrive:
      Re: M$ non è preoccupata?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      E' semplicemente terrorizzata! Secondo Voi per
      quale altro motivo sta sviluppando a tempo di
      record SEVEN? Perchè si sente mancare il terreno
      sotto ai piedi... peccato che Seven non giri su
      ARM e che Intel si sia scocciata di aspettare e
      abbia lanciato Moblin... ormai per M$ si profila
      lo spettro del
      fallimento!dicevano lo stesso di windows 3.1
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: M$ non è preoccupata?
        - Scritto da: shevathas
        - Scritto da: Enjoy with Us

        E' semplicemente terrorizzata! Secondo Voi per

        quale altro motivo sta sviluppando a tempo di

        record SEVEN? Perchè si sente mancare il terreno

        sotto ai piedi... peccato che Seven non giri su

        ARM e che Intel si sia scocciata di aspettare e

        abbia lanciato Moblin... ormai per M$ si profila

        lo spettro del

        fallimento!

        dicevano lo stesso di windows 3.1Eh no! Windows 3.1 era un grande SO per l'epoca, tanto grande che fece fuori IBM e il suo OS/2!
        • pabloski scrive:
          Re: M$ non è preoccupata?
          e soprattutto nessuno ha mai detto che avrebbe portato ms al fallimento
          • Categorico scrive:
            Re: M$ non è preoccupata?
            - Scritto da: pabloski
            e soprattutto nessuno ha mai detto che avrebbe
            portato ms al
            fallimentoGiusto. La lamentela contro MS era invece la solita, che beandosi della sua posizione dominante tardasse a realizzare un SO "mainstream" a 32bit in grado di sfruttare meglio l'HW disponibile.Comunque OS/2 è stato portato al fallimento non da Win3.x, di cui, grazie ad accordi con MS, IBM poteva continuare a proporre ai ropri clienti ottimi livelli di compatibilità, ma da Win95, che pure fino alla OSR2.0 era un'emerita schifezza, e addirittura iniziò a supportare, ma senza alcuna garanzia, AGP e USB a partire dalla OSR2.5, e su OSR2.0 con una patch non ufficiale, ed è stato incredibilmente aiutato dall'antitrust USA che stupidamente (o dolosamente?) ha continuato a tenere IBM sulla graticola, costringendola a legarsi le mani da sola per timore di una scissione forzata, nonostante quest'ultima avesse già da un po' iniziato a comportarsi più correttamente, mentre ormai da anni i comportamenti più preoccupanti (a partire da quelli ai danni di DR-DOS già molto prima di quelli contro Netscape e Java) erano proprio quelli adottati da MS.
        • LuNa scrive:
          Re: M$ non è preoccupata?
          windows 3.1 non è un SO ma una GUI che gira sopra a MS-DOS, comunque ;)
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: M$ non è preoccupata?
            - Scritto da: LuNa
            windows 3.1 non è un SO ma una GUI che gira sopra
            a MS-DOS, comunque
            ;)Vero, ma alla fine il risultato è quello ha affossato OS/2
          • vavava scrive:
            Re: M$ non è preoccupata?
            - Scritto da: Enjoy with Us
            - Scritto da: LuNa

            windows 3.1 non è un SO ma una GUI che gira
            sopra

            a MS-DOS, comunque

            ;)


            Vero, ma alla fine il risultato è quello ha
            affossato
            OS/2No ! Solo che IBM decise di far commercializzare OS/2 alla Microsoft ! Gli OEM erano invece SOLO per i PC IBM.Lavoravo all'epoca in un negozio.Logico che poi non vendesse più e i clienti erano stufi d'aspettare mesi per una copia dalla Microsoft che non faceva altro che proporti Windows NT.Il fatto era non solo che i dirigenti IBM d'allora non volevano più produrre software (era in rosso), ma anche che era troppo grossa come ditta e rischiava l'antitrust e che vendette OS/2 ad un altra ditta VIETANDO l'uso del nome ed ebbe come riconoscenza copie gratuite di Windows OEM per i PC IBM.Ciao
          • shevathas scrive:
            Re: M$ non è preoccupata?


            Vero, ma alla fine il risultato è quello ha
            affossato
            OS/2per come ha gestito l'OS/2 il marketing IBM persino il PC/M sarebbe riuscito ad affossarlo.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: M$ non è preoccupata?
            - Scritto da: shevathas



            Vero, ma alla fine il risultato è quello ha

            affossato

            OS/2

            per come ha gestito l'OS/2 il marketing IBM
            persino il PC/M sarebbe riuscito ad
            affossarlo.Non è stata questione di marketing, OS/2 richiedeva 8/16 Mb di ram quando i pc dell'epoca ne avevano quando andava bene 4, 16 Mb di ram costavano all'epoca circa 600 euro, ovvio che tale SO sia naufragato davanti ad un concorrente che meno sofisticato tuttavia si accontentava anche di soli 2 Mb per girare!
    • RealEnneci scrive:
      Re: M$ non è preoccupata?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      E' semplicemente terrorizzata! Secondo Voi per
      quale altro motivo sta sviluppando a tempo di
      record SEVEN? Perchè si sente mancare il terreno
      sotto ai piedi... peccato che Seven non giri su
      ARM e che Intel si sia scocciata di aspettare e
      abbia lanciato Moblin... ormai per M$ si profila
      lo spettro del
      fallimento!Magari... peccato che le Major di un certo livello vengono sovvenzionate dai governi vari... quindi non falliranno mai!!Triste epilogo...
    • lll scrive:
      Re: M$ non è preoccupata?
      per tua informazione...microsoft stà già lavorando al sucXXXXXre di seven. Questo per dirti che non accelerano niente. Sono tutte pianificate.
      • pabloski scrive:
        Re: M$ non è preoccupata?
        e quale sarebbe?l'ennesimo Vista ritoccato?so solo che stanno da 10 anni a gingillarsi su un OS basato cu codice managed, single address space e architettura a messaggi e fino ad oggi non abbiamo visto ancora nulla
    • pabloski scrive:
      Re: M$ non è preoccupata?
      quel che è certo, è che per gli anni a venire possono scordarsi il monopolio, la pacchia che ne è derivata e il dormire sugli alloripurtroppo ci sono ancora molte società di hardware succubi di MS, basti pensare che ARM voleva windows sui proXXXXXri basati sui suoi corel'unica che sembra fregarsene è Intel, che sta dimostrando per l'ennesima volta chi è che comanda nel settore IT
      • Categorico scrive:
        Re: M$ non è preoccupata?
        - Scritto da: pabloski
        quel che è certo, è che per gli anni a venire
        possono scordarsi il monopolio, la pacchia che ne
        è derivata e il dormire sugli
        allori

        purtroppo ci sono ancora molte società di
        hardware succubi di MS, basti pensare che ARM
        voleva windows sui proXXXXXri basati sui suoi
        core

        l'unica che sembra fregarsene è Intel, che sta
        dimostrando per l'ennesima volta chi è che
        comanda nel settore
        ITIo però non mi fiderei tanto, potrebbe essere la solita manfrina fra MS e intel, con quest'ultima che magari si è ingolosita del mercato delle console e vorrebbe scalzare PowerPC , non magari dalla prossima XBox, che è già in via di sviluppo, ma dalla successiva. E quindi potrebbe star pungolando con "avvertimenti" MS per convincerla.
  • kimj scrive:
    forse...
    Shuttleworth è SUDAFRICANO? (e da qui si spiega il color terra di ubuntu)
    • matik scrive:
      Re: forse...
      sì, è sudafricano (però bianco, e vive a Londra)
    • Funz scrive:
      Re: forse...
      - Scritto da: kimj
      Shuttleworth è SUDAFRICANO? (e da qui si spiega
      il color terra di
      ubuntu)Giusto, mi era sfuggito. Prego correggere.Ma che c'entra il color terra col Sudafrica? E se fosse stato brasiliano? :)
      • DOG scrive:
        Re: forse...
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: kimj

        Shuttleworth è SUDAFRICANO? (e da qui si spiega

        il color terra di

        ubuntu)

        Giusto, mi era sfuggito. Prego correggere.
        Ma che c'entra il color terra col Sudafrica? E se
        fosse stato brasiliano?
        :)Sarebbe stato color "XXXXamandolino"(rotfl)(rotfl)
      • pabloski scrive:
        Re: forse...
        allora avrebbe creato Linux Mint :D
Chiudi i commenti