Shumway, la prima volta del Flash virtuale di Mozilla

La fondazione del Panda Rosso eleva la sperimentazione di Shumway a un nuovo livello di coinvolgimento del pubblico, implementando la virtual machine sulla versione alpha di Firefox

Roma – A quasi tre anni dalla presentazione ufficiale di Shumway , Mozilla ha ora cominciato a mettere gli utenti PC a contatto con la virtual machine con cui la Fondazione vorrebbe sostituire il Flash Player di Adobe. Al momento, però, la nuova tecnologia può fare davvero poco.

Shumway è un player “alternativo” di contenuti .swf (audio, video, interattivi) basato esclusivamente su standard Web come HTML5 e JavaScript, una virtual machine che secondo la visione di Mozilla dovrebbe in futuro garantire maggiore sicurezza, stabilità e performance rispetto all’utilizzo di un plug-in esterno come Flash Player.

Quel futuro è ancora molto lontano, anche se per gli sviluppatori è ora venuto il tempo di integrare Shumway nel canale di release Nightly di Firefox : la compatibilità della VM con i player video in Flash è migliorata, spiegano da Mozilla, sebbene al momento la whitelist dei contenuti eseguibili correttamente include esclusivamente i “tour di prodotto” e le clip video degli utenti su Amazon.com.

Altra limitazione importante della versione più recente di Shumway è l’obbligo di usare Windows, visto che la VM non funziona su OS X o Linux. Timeline per le prossime tappe? Nessuna, per ora: il Flash virtuale di Mozilla resterà relegato alle release Nightly di Firefox anche in futuro. Il player Flash ufficiale, invece, e la tecnologia Flash nel suo complesso, nonostante importanti prese di posizione da parte del mercato, sono tutto fuorché morti o in via di estinzione.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti