Skype, bloatware per forza?

Il popolare software di VoIP trasformato in un dispensatore di software indesiderato con un update a installazione automatica. Skype parla di incidente e blocca l'aggiornamento

Roma – Ultimamente Skype naviga in acque burrascose: dopo aver sperimentato un disservizio temporaneo sulla rete di VoIP e sul sito ufficiale, il software di comunicazione recentemente acquisito da Microsoft deve ora fare i conti con l’accusa di essersi trasformato in un dispensatore di bloatware – software di terze parti non richiesto che si installa indipendentemente dalla volontà e dalle istruzioni impartite dall’utente.

Il motivo del contendere è EasyBits GO , un sistema di gioco centralizzato realizzato dalla società omonima che dal 2006 offre una piattaforma di gaming online attraverso l’apposito plug-in da installare su Skype. EasyBits GO è stato recentemente “spinto” con un update automatico sui client Skype, e a quanto pare si è trattato di un aggiornamento alquanto brusco per chi ha avuto la sfortuna di averci a che fare.

Nonostante fosse disponibile l’opzione per rifiutare l’update, infatti, l’installer di EasyBits GO proseguiva in ogni caso con l’installazione rendendo difficile la sua eliminazione – la disinstallazione del pacchetto non portava all’eliminazione fisica né della cartella del programma né del plug-in EasyBits su Skype.

Skype ha ammesso l’esistenza del problema, parlando di incidente e di errore da parte di EasyBits e disabilitando l’update. Posizione meno defilata per EasyBits, che ha definito gli aggiornamenti forzati come conseguenti a un bug nel software EasyBits GO.

Il software non è affatto un “incidente”, dice EasyBits, ma rappresenta un miglioramento rispetto alle precedenti versioni del sistema di gaming centralizzato sviluppato dall’azienda. Nel tentativo di facilitare l’eliminazione delle installazione difettate, è stato approntato un componente di disinstallazione stand alone da scaricare dalla pagina delle FAQ .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ExtraT scrive:
    Tigri di carta (bollata)
    Bene, e quando anche decidessero di NON dare l'assenso, visto che sono comunque società NON in comunità europea, che fanno? proibiscono la vendita di HD? o finanziano Intel per gli HD a stato solido?Purtroppo è il "solito" punto di vista da burocrati non troppo intelligenti (ma maneggioni e furbi, in un certo senso) che contraddistingue l'Europa comunitaria. Recente la contestazione di Microsoft alla megamulta comminata per violazione della libera concorrenza etc etc. DAL MOMENTO CHE la contesta, ed in particolare contesta l'entità dellla sanzione, ALLORA significa che non l'ha pagata (ancora). La pagherà mai? e che fanno, le mandano l'ufficiale giudiziario? Impediscono l'importazione di PC con OEM di Windows? obbligano tutti gli europei a costruirsi il computer da soli (piratando poi Windows, ovvio, non avendo l'OEM, comperare la licenza significherebbe dare ragione a Microsoft...)? fanno il colpo di stato pro-Linux e pro Mac?Mo andèe ben a fer di grogn...
    • western scrive:
      Re: Tigri di carta (bollata)
      beh, si, succede così.. se non paghi le multe non ti fanno più vendere... Infatti tutti pagano le multe, che sono comunque irrisorie rispetto alle infrazioni generalmente commesse.. Detto questo, gli hard disk sono forse il prodotto che è calato maggiormente di prezzo negli anni, ormai te lo tirano dietro.. E, entro i prossimi 5 anni verranno soppiantati dagli ssd, senza ombra di dubbio alcuno... Quindi l'errore dei vecchi bacucchi è quello di occuparsi del mercato dei dirigibili, quando cominciano a volare i jet ....
      • ExtraT scrive:
        Re: Tigri di carta (bollata)
        Per spiegarmi meglio: senza HD un computer serve a ben poco. ERGO: se al mondo rimangono in due a costruire HD, o da uno o dall'altro li devi acquistare. E non è che "per l'Europa" possano essere importati o fabbricati solamente computer SENZA l'HD (che comunque ci devi poi mettere... e siamo da capo). A questo punto la scelta: 1) niente più computer 2) fare finta di niente 3) sperare che non accada lo stesso per i SSD - se non è già così 4) autarchia (non si sa con quali risultati, impiantare da zero una fabbrica di HD e magari anche SSD solo europea, a prezzo ovviamente politico se no c'è il problema della distorsione del mercato per mancata concorrenza) alla faccia degli esistenti 5) marcia indietro tecnologica obbligando ai nastri ed ai floppy, ed addio prestazioni (bella una VM su nastro!) 6) dazi assurdi sugli HD, così una volta di più l'hanno in c** tasca gli utenti.Gatti di piombo svegliatevi!!!
        • adfsfh scrive:
          Re: Tigri di carta (bollata)
          Quale sarebbe la tua soluzione, invece?
        • western scrive:
          Re: Tigri di carta (bollata)
          l'europa è fuori dal mercato degli hd da un bel pezzo, diciamo da sempre, e poi rimangono pur sempre 2 concorrenti.. Nel mercato dei sistemi operativi non ci sono concorrenti eppure non vengono comminate che multe ridicole una tantum al monopolista.. Ripeto, l'harddisk è un prodotto vecchio, le nuove sfide saranno rivolte al miglioramento deli ssd, dove ci sono vari competitor: intel, kingston, ocz, crucial, corsair, patriot, samsung ecc ecc. Il segmento hd ormai è come quello dei masterizzatori.. non frega a nessuno in prospettiva
          • ninjaverde scrive:
            Re: Tigri di carta (bollata)
            - Scritto da: western
            l'europa è fuori dal mercato degli hd da un bel
            pezzo, diciamo da sempre, e poi rimangono pur
            sempre 2 concorrenti.. Piccolo appunto... non da sempre... una volta c'era l'Italietta che con la Olivetti (Ope) produceva pure HD con qualità adeguata ai tempi...Però ben sappiamo che al nostro governo (di Roma) fregava ben poco che si producessero componeti e computer da noi... :(Per i discorso su scritto... che la commissione europea multi la Micro... per concorrenza sleale o altro serve a ben poco tanto la Microzozz recupererà il denaro delle multe aumentando semplicemente il prezzo delle licenze. Però la commissione europea potrebbe proibire di fatto la preinstallazione del SO, a meno che questo sia effettivamente gratuito come il Freedos o al limite un Linux.Per chi vuole spendere soldi per una licenza abbia ameno il diritto di possedere i Cd relativi, cosa che attualmenete non sempre succede.Se poi un cliente inesperto vuole l'installazione del SO lo potrà semplicemente richiedere, anche se partedo da un Cd non ci vuole poi molto per installare un sistema, anche se si è novizi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 giugno 2011 10.38-----------------------------------------------------------
        • sano di mente scrive:
          Re: Tigri di carta (bollata)
          Che dro.. ehm sostanza usi?
      • Sgabbio scrive:
        Re: Tigri di carta (bollata)
        entro 5 anni ? Avrei dei grossi dubbi in proposito, visto il prezzo spropositato rispetto alle dimensioni......
Chiudi i commenti