Sony li controllerà tutti

Basta un telecomando: il colosso nipponico ha brevettato una tecnologia per un controller universale per console
Basta un telecomando: il colosso nipponico ha brevettato una tecnologia per un controller universale per console

Sony potrebbe essere al lavoro per sviluppare un controller per giochi universale, che potrà cioè essere utilizzato, per esempio, sia con Xbox che con le console Nintendo.

Per la verità, nel brevetto 2010041480 depositato ad agosto 2008 presso l’USTPO, si fa riferimento anche alle console Amiga CD-32, alla Jaguar di Atari, ma sembrano essere solo esempi esplicativi utili a Sony per delineare la sua idea: “Ad oggi, non è inusuale trovare più di una console in ogni casa” per questo “risulterebbe utile possedere un controller universale in grado di lavorare con più piattaforme”.

Da quanto si legge nel brevetto, il dispositivo sarà costituito da un controller con un pannello LCD touchscreen che cambierà i comandi a seconda delle console (o dei giocatori) con cui lo si intende utilizzare. Potrebbe offrire anche la possibilità di impartire istruzioni ad altri apparecchi (TV o lettori DVD per esempio). Il controller dovrebbe inoltre essere dotato di speaker e vibrazione per il feedback.

Sulla vibrazione, a proposito di controller, sta peraltro investendo anche Nintendo, che ha depositato una domanda di privativa su un sistema di rumble , stavolta per il Nintendo DS, e per trasmettere la vibrazione attraverso il pennino utilizzato nei giochi.

La soluzione pensata da Sony, anche se non sembra adatta a sostituire i controller tradizionali (almeno pensando alla maneggiabilità rispetto a tasti e joystick e a sessioni di gioco prolungate), sembra tuttavia anticipare una stagione innovativa per i dispositivi di input alternativi: dal progetto Natal all’evoluzione della Wii con vitality sensor , passando per il sensore di movimento annunciato da Nintendo per il proprio DS.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti