Satispay, così si paga con lo smartphone

Satispay, l'app più diffusa in Italia per i pagamenti tramite smartphone: scopri costi, utilità e tutti i vantaggi di uno strumento semplice per avere il proprio conto corrente sempre a portata di mano. #doitsmart, insomma: basta poco per dimenticare il contante e proiettarsi nel futuro.
Satispay, l'app più diffusa in Italia per i pagamenti tramite smartphone: scopri costi, utilità e tutti i vantaggi di uno strumento semplice per avere il proprio conto corrente sempre a portata di mano. #doitsmart, insomma: basta poco per dimenticare il contante e proiettarsi nel futuro.

Satispay è un’app per i pagamenti mobile che consente di trasferire denaro con semplici operazioni dal proprio smartphone. Il denaro viene anzitutto caricato sul proprio portafoglio online, quindi è possibile gestirlo incassando o inviando la cifra stabilita tanto con gli amici, quanto con gli esercenti, quanto ancora con la Pubblica Amministrazione. Il progetto è completamente italiano e rappresenta una delle app di maggior successo nate nel nostro paese, contando ormai quasi 100 mila negozi convenzionati e quasi 1 milione di utenti iscritti.

L’app è disponibile sia su piattaforma Android che per sistema operativo iOS: download, installazione e uso sono completamente gratuiti poiché i costi della transazione sono

  • nulli in caso ci trasferimento tra privati;
  • a carico dell’esercente in caso di trasferimenti di denaro a seguito dell’acquisto di prodotti o servizi (gratis al di sotto dei 10 euro, oppure 20 cent per spese al di sopra dei 10 euro).

Satispay

Come funziona

Per dare il via alla propria esperienza con Satispay sono necessarie due semplici operazioni:

  1. scaricare l’app
  2. registrare il proprio account
  3. unire il proprio account al proprio conto corrente bancario (operazione che richiede alcuni giorni poiché è necessario dar fondo alle necessarie verifiche con la banca di riferimento)

A questo punto occorre stabilire quale budget si intende impostare sull’app: automaticamente il sistema opererà aggiustamenti settimanali per fare in modo che (qualunque operazione sia stata conclusa) il budget rimanga sempre lo stesso. Esempio: se si imposta un budget di 100 euro, il sistema preleverà dal conto corrente 100 euro per metterli nel portafoglio Satispay. A questo punto se si effettua un solo pagamento da 10 euro durante la settimana, al termine dei 7 giorni il sistema preleverà ulteriori 10 euro dal conto corrente per ripristinare il budget nel portafoglio online. Nel caso in cui si siano invece ricevuti 20 euro, il sistema verserà 20 euro sul conto corrente poiché lo scopo è sempre il medesimo: ripristinare settimanalmente il budget stabilito in fase di installazione.

Come si paga

Per pagare un prodotto con Satispay è sufficiente scegliere il menu “negozi” sull’interfaccia: automaticamente il sistema geolocalizza lo smartphone cercando l’esercizio commerciale più vicino, quindi presumibilmente quello nel quale ci si trova in attesa di effettuare la transazione (qualora la geolocalizzazione non funzioni, si può procedere tramite la ricerca del nome o per mezzo dei QRCode messi a disposizione degli esercenti convenzionati). Una volta scelto il negozio si indica la cifra del trasferimento: istantaneamente l’omologa app “Satispay Business” in uso presso l’esercente riceverà il nome del pagante e la cifra, potendo così confermare la bontà del pagamento effettuato.

Al termine del pagamento la cifra viene decurtata dal budget e quest’ultimo sarà debitamente integrato a fine settimana agendo sul conto corrente correlato. Ogni operazione resta tracciata ed è disponibile nella cronistoria dei propri pagamenti, dunque verificabile anche a posteriori.

Come fare un pagamento con Satispay

Cosa posso fare

Il progetto nasce per un’utilità estremamente semplice: il trasferimento di denaro tra amici. Semplicità e gratuità del tutto rendono Satispay un immediato successo, ma è con l’aggiunta di servizi ulteriori che l’utilità è aumentata e così il numero di iscritti. Oggi Satispay consente di effettuare:

  • ricariche telefoniche presso tutti i maggiori operatori, memorizzando i propri numeri di telefono per facilitare l’operazione volta per volta;
  • pagamenti su piattaforma PagoPA utilizzata dalla Pubblica Amministrazione per semplificare i rapporti con il cittadino;
  • pagamenti con bollettini postali, semplificando l’operazione grazie al riconoscimento dell’operazione tramite la fotocamera dello smartphone;
  • pagamento del bollo auto e moto: è sufficiente inserire la targa per ottenere la cifra e la scadenza prevista, nonché promemoria annuali per non dimenticarsene;
  • pagamenti automatici su siti e app affiliati, soprattutto per l’adesione a specifici servizi;
  • richiesta di denaro agli amici, per ricordare loro in modo discreto che devono una somma (ad esempio alla suddivisione della spesa per una pizza in compagnia, per un regalo o per pagare il campetto dopo una partita).

L’app consente inoltre di partecipare alla funzione “Risparmio“, ossia all’accantonamento di piccole cifre a cadenza quotidiana per ritrovarsi un gruzzoletto da poter gestire nel migliore dei modi a tempo debito.

Cosa si può fare con Satispay

Un dettaglio importante sta nel fatto che con le novità normative del 2020 i pagamenti tramite Satispay sono considerati in modo equipollente a quelli con carta di credito e pertanto validi ai fini delle detrazioni e della tracciabilità sulla base delle iniziative istituzionali per la guerra contro l’uso del contante. Questo rende Satispay uno strumento estremamente utile per la sua comodità ed i suoi costi nulli, elementi che lo rendono preferibile in molti casi all’uso di una qualsiasi carta di credito.

Quanto costa

Quanto costa pagare con Satispay? Nulla. Ogni singolo pagamento è gratuito, sempre e comunque, senza alcun costo di transizione, né percentuali di ritenuta, né alcun altro costo nascosto. Pagare con Satispay è gratis e questo è quanto.

Il discorso è differente per l’esercente, sul quale viene scaricata una piccola ritenuta per ogni pagamento superiore ai 10 euro (20 centesimi di euro per ogni transazione). Chi scarica e usa l’app Satispay per privati non ha quindi alcun costo da sostenere, in nessun caso. Unica eccezione è nel pagamento di bollettini, avvisi PagoPA e bollo auto e moto: il costo in questo caso è quello canonico di 1 euro.

Dove viene accettato

Puoi pagare con Satispay presso migliaia di attività convenzionate in tutta Italia. Copriamo qualsiasi categoria di esercizi commerciali, tra cui bar, ristoranti, cinema, alberghi, saloni di bellezza e negozi di qualsiasi tipo.

Per sapere quali negozi adottano Satispay nella propria zona è sufficiente scaricare l’app e navigare nella sezione “Negozi”: non solo si può sfogliare l’elenco degli esercenti già attivi, ma si può vedere anche quali di questi mettono a disposizione il pacchetto di sconti identificato come “cashback” ed utile per ottenere speciali vantaggi nel pagamento con l’app. Ad oggi sono ormai quasi 100 mila gli esercenti affiliati e tra questi si contano catene importanti quali Lush, Boggi TWINSET, Esselunga, Benetton, Old Wild West, Total Erg, Kasanova, Arcaplanet, Coop, Trenord, Pittarosso, Yamamay, Carpisa e altre ancora.

Cashback

Il cashback è uno speciale sconto che Satispay ed i propri esercenti mettono a disposizione dell’utente sia per invogliarlo a pagare con l’app (evitando il contante), sia per promuovere l’attività del negozio. Il Cashback altro non è se non una restituzione di parte della somma dovuta:

Supponiamo che sia attivo un Cashback del 10% con massimale 5€ presso il ristorante in cui ti trovi. Una volta pagato il conto di 50€ con Satispay, che verranno sottratti dalla tua disponibilità, riceverai immediatamente 5€ di Cashback che andranno invece a sommarsi alla tua disponibilità. Il Cashback ricevuto potrà essere immediatamente utilizzato per nuovi acquisti o scambi di denaro.

Come attivarlo? Quanto tempo ci vuole?

Non importa quale sia il tuo operatore telefonico, né presso quale banca appoggi il tuo conto corrente: tutto quel che serve è uno smartphone Android o iOS. Per l’attivazione occorre avere a disposizione un documento di identità (carta d’identità, patente o passaporto), il codice fiscale e il codice IBAN del proprio conto corrente. Il processo avviene completamente tramite l’app, sfruttando al meglio la fotocamera dello smartphone per ridurre le difficoltà a carico dell’utente.

Una volta inviati i dati, il team Satispay necessita di un tempo tra 3 e 5 giorni per completare le verifiche necessarie, dopodiché sarà possibile dare il via ai pagamenti.

Download e installazione

Satispay può essere scaricato e installato su Android o iOS presso i rispettivi store per applicazioni:

Logo Satispay

Laddove si trova l’icona di Satispay sulla porta, l’esercente è affiliato e consente l’uso dell’app per il pagamento. Una volta attivato il servizio, inoltre, è possibile sapere quali dei propri contatti sono già iscritti, il che abilita al trasferimento di denaro alla prima occasione utile. In Italia sono ormai quasi 1 milione gli utenti iscritti.

Satispay Business

Scaricando e installando l’app parallela “Satispay Business” è possibile operare sul sistema in qualità di esercente. Colore dell’interfaccia, modalità di registrazione e opzioni disponibili sono del tutto differenti, rendendo così evidente le diversità tra le due app: quella privata per pagare, quella business per ricevere i pagamenti.

Satispay Business

Utilizzare l’app business consente di gestire la propria immagine su Satispay, validare i pagamenti, tenere traccia delle transazioni e stabilire i cashback promozionali. Download e installazione dell’app può essere effettuato tramite gli appositi store: