Stadia e Steam insieme per il cloud gaming?

Non è da escludere l'ipotesi che Google e Valve possano collaborare per unire l'offerta cloud gaming di Stadia a quella della piattaforma Steam.
Non è da escludere l'ipotesi che Google e Valve possano collaborare per unire l'offerta cloud gaming di Stadia a quella della piattaforma Steam.

La sessione Reddit AMA che nei giorni scorsi ha visto Andrey Doronichev (Director of Product) rispondere ad alcune domande della community in merito a Stadia ha svelato nuovi dettagli sull’offerta di Google per il cloud gaming che verrà lanciata a novembre anche in Italia. Un passaggio in particolare dello scambio con gli utenti, a cui inizialmente non si è dato molto risalto, sembra poter costituire uno dei principali punti di forza del servizio: un’eventuale partnership con Steam.

Google con Valve per Stadia e Steam?

Il gruppo di Mountain View e Valve potrebbero essere al lavoro per trovare un accordo che consenta a coloro che hanno già effettuato acquisti su Steam di giocare in streaming attraverso l’infrastruttura cloud di Stadia, dunque senza mettere nuovamente mano al portafogli, su pressoché qualsiasi dispositivo in loro possesso: smartphone, tablet, computer desktop o laptop e persino televisori con dongle Chromecast Ultra collegato.

Stadia

Andrebbe a configurarsi la più classica delle situazioni win-win: da una parte bigG potrebbe così spingere l’abbonamento Pro alla piattaforma, dall’altra i titoli di Steam diventerebbero accessibili nella loro forma migliore (con grafica 4K a 60 fps) senza costringere gli utenti a un periodico upgrade hardware del proprio computer. Ecco come Doronichev ha risposto alla domanda in merito all’ipotesi, con tanto di smile finale che lascia ben sperare.

Ottima domanda! Il mio PR mi ucciderà… Valutiamo continuamente le opzioni a nostra disposizione al fine di rendere Stadia un luogo migliore per i giocatori 🙂

Se l’accordo si farà, difficilmente arriverà a interessare l’account Base, quello che sarà reso disponibile da Google a partire dal prossimo anno senza chiedere alcun esborso economico, ma limitando la risoluzione al formato 1080p. Così facendo il gruppo di Mountain View non avrebbe un ritorno economico diretto, anche se potrebbe beneficiare di un’iscrizione al servizio in massa da parte di coloro che hanno già una libreria di giochi su Steam.

Fonte: PCGamesN
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti