Student cracker racket

Negli USA due giovani cracker si facevano dare cinque dollari dagli studenti che volevano cambiare i propri voti sul database della scuola


Davie (USA) – Il voto deciso da un insegnante per un proprio alunno, un voto da bocciatura, è stato cambiato ed è improvvisamente divenuto il massimo voto. Ma il docente se n’è accorto e, verificando altri voti nel database della Western High School di Davie, in Florida, ha capito che qualcuno aveva “ritoccato” i giudizi.

Così è venuto alla luce un piccolo scandalo che coinvolge due giovani studenti “craccatori” capaci di modificare i voti e pronti a farlo per quei compagni che fossero disposti a sborsare 5 dollari per ottenere il cambiamento.

A quanto pare, gli esperti della scuola hanno facilmente rintracciato i due cracker che, dopo aver cessato quello che i giornali locali chiamano “il racket dei voti”, sono per ora stati sospesi, anche se nessuna denuncia formale è stata presentata contro di loro.

Di certo quanto accaduto non riguarda solo loro ma anche i tecnici che gestiscono il database della scuola nonché le procedure informatiche decise dal provveditorato locale.

Secondo un rappresentante della scuola, i due sarebbero altamente esperti e avrebbero ottenuto la password di accesso dopo essere entrati abusivamente nel computer di uno degli insegnanti. Sebbene non sia chiaro quanti siano i voti cambiati, pare che gli studenti coinvolti siano qualche decina di studenti. I docenti sono ora al lavoro per revisionare i voti di 4.500 ragazzi…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Non li rimuove...
    ...perchè tanto sta meglio lì che nella casa di riposo.
  • Anonimo scrive:
    Popolo senza STORIA!
    E' quello che si dà le leggi (Civili o no), le ostenta agli altri popoli spacciandosi per "La patria delle libertà" e le applica a taluni negandole ad altri...Che bizzarri!
    • Anonimo scrive:
      Re: Popolo senza STORIA!
      - Scritto da: Ignazio
      E' quello che si dà le leggi (Civili o no),
      le ostenta agli altri popoli spacciandosi
      per "La patria delle libertà" e le applica a
      taluni negandole ad altri...
      Che bizzarri! Gia', meglio paesi come la Cina o l'Iran che hanno tanta storia alle spalle da stordire ma le liberta' non le applicano a nessuno che non sia un potente. A proposito la pena di morte fa ogni anno piu' vittime in Cina che in USA.Ma tutti zitti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Popolo senza STORIA!
      - Scritto da: Ignazio
      E' quello che si dà le leggi (Civili o no),
      le ostenta agli altri popoli spacciandosi
      per "La patria delle libertà" e le applica a
      taluni negandole ad altri...
      Che bizzarri! Sul Primo Emendamento negli Usa non si scherza.Il caso di Larry Flynt è esemplare: editore di una rivista porno, fu incriminato per una vignetta che prendeva in giro un deputato. Andò in tribunale, lotto, gli spararono e ora vive su una sedia a rotelle, ma alla fine vinse.Ma anche diffamare una persona è reato è contraria alla costituzione.Quindi solo in tribunale si potrà arrivare ad un qualcosa di simile alla verità.
  • Anonimo scrive:
    Pena di morte
    Tra un pò chi dice quello che pensa in modo libero verrà condannato a morte.L'Italia è già avanti in questo settore.
Chiudi i commenti