Su eMule i colpi delle major?

Da due o tre giorni gli utenti che si collegano ai più celebri network di sharing hanno notato un drastico calo dei nodi disponibili, alcuni server sarebbero letteralmente spariti dalla rete. Forse quelli tedeschi

Roma – Scriveva ieri a Punto Informatico Francesco L.: “Salve redazione di PI! Vi segnalo una notizia molto brutta per chi usa Emule: sono stati chiusi i server tedeschi “Donkey Server”, ovvero quelli più frequentati in assoluto dalla comunità. Sembra che la loro chiusura sia stata richiesta dalle solite major della musica”.

A questo proposito Francesco segnala una notizia che risale però allo scorso luglio, a suo tempo pubblicata anche da Punto Informatico , con cui si era appreso della chiusura di alcuni server eDonkey in Germania per azione della divisione locale di IFPI.

Epperò qualche problema ci viene effettivamente segnalato. “A prima vista – racconta a PI Luca F. – direi che molti server sono spariti negli ultimi due giorni dalle liste distribuite da siti come server-met.de”. Anche Julio G.H. lo conferma in chat alla redazione: “In effetti nella lista server adesso ho solo 22 server, che credo sia il minimo storico.. non ne avevo mai visti così pochi”.

Trovare conferme è difficile, ma un riferimento a server tedeschi arriva da più parti.
Già a luglio molti utenti italiani, tra coloro che utilizzano regolarmente i nodi tedeschi, avevano segnalato una qualche ripercussione sulle proprie attività P2P. All’epoca i dirigenti della divisione tedesca di IFPI avevano promesso battaglia: non si può escludere che sia in corso un’azione di questo genere ma per saperlo con certezza è necessario attendere ulteriori conferme.

Una possibile spiegazione di almeno alcuni dei disagi in cui si imbattono alcuni utenti in queste ore viene discussa nel forum di Megalab , dove si fa riferimento a problematiche tecniche, in buona parte già risolvibili. Sui problemi di eDonkey di questi giorni luptor segnala anche un thread di P2P Forum .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Brian scrive:
    SMBFS
    L'hanno implementato?Importante per lavorare in rete senza dover montare ogni volta share remoti (da linux ovviamente)
  • pierpaolo palazzo scrive:
    write o writer!!!
    per cortesia, correggete il termine "write" con quello esatto "writer", altrimenti mi sembra di essere tornato al 1985 a leggere una recensione di windows 3.1
  • filobus scrive:
    Estensioni gratis e a pagamento
    Le estensioni ovviamente possono essere a pagamento (vd. Sun Weblog Publisher, a 9 e rotti dollari)...niente di male per carita', solo secondo me la cosa andava messa in evidenza (considerato che per per Firefox non so se ce ne siano e comunque sarebbero pochissime).
  • ottomano scrive:
    Scaricamento da Torrent
    Se i server di Openoffice dovessero risultare intasati, c'è un file torrent che ho preparato e scaricabile da qui:http://www.mininova.org/tor/895477bye
    • Sbifido scrive:
      Re: Scaricamento da Torrent
      - Scritto da: ottomano
      Se i server di Openoffice dovessero risultare
      intasati, c'è un file torrent che ho preparato e
      scaricabile da
      qui:

      http://www.mininova.org/tor/895477Esistono anche i torrent ufficiali:http://distribution.openoffice.org/p2p/
      • ottomano scrive:
        Re: Scaricamento da Torrent

        Esistono anche i torrent ufficiali:

        http://distribution.openoffice.org/p2p/Scusa ma non lo sapevo (mi ricordavo ci fossero solo per la versione Inglese).In ogni caso, essendo lo stesso file, non ci sono problemi di compatibilità, anzi, ne ho approfittato per aggiungere ulteriori tracker.Nicola
  • Lol scrive:
    E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
    Mucchi di roba inutile e intanto l'interfaccia rimane quella di word 6.0Ma provate un pochino a usare Office 2007, con pochi click cambiate faccia al documento...Tutto zuccheroso e sfumato... troppo bello troppo advanced...Rispetto a open office smebra di stare 10 anni nel futuro con office 2007
    • myPoint scrive:
      Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
      quanto l'hai pagato?
      • Lol scrive:
        Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
        0 euro tutti e 2 se è per questo.
        • Ken Shiro scrive:
          Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
          ah che bello vantarsi di avere un software pirata (anonimo) (anonimo) (anonimo) inoltre per quanto mi riguarda, per me puo avere anche l'interfaccia stile amiga 500, ma che sia aggiornato e abbia tutte le funzioni di cui ho bisogno, inoltre è gratuito, meglio di cosi...
      • S78B scrive:
        Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
        - Scritto da: myPoint
        quanto l'hai pagato?la versione "home&student" costa 66 euro iva esclusa mi sembra, praticamente come un videogame
        • pinco scrive:
          Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
          - Scritto da: S78B
          - Scritto da: myPoint

          quanto l'hai pagato?

          la versione "home&student" costa 66 euro iva
          esclusa mi sembra, praticamente come un
          videogameProva provata che non l'hai mai comprato. :)Quell'offerta in Italia non è ancora attiva.
    • krane scrive:
      Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
      - Scritto da: Lol
      Mucchi di roba inutile e intanto l'interfaccia
      rimane quella di word 6.0
      Ma provate un pochino a usare Office 2007, con
      pochi click cambiate faccia al documento...
      Tutto zuccheroso e sfumato... troppo bello troppo
      advanced...
      Rispetto a open office smebra di stare 10 anni
      nel futuro con office 2007Ma anche 500 anni nel futuro: hai presente il film Idiocracy...
    • Mauro D scrive:
      Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
      - Scritto da: Lol
      Mucchi di roba inutile e intanto l'interfaccia
      rimane quella di word
      6.0

      Ma provate un pochino a usare Office 2007, con
      pochi click cambiate faccia al
      documento...Su questo concordo, ma purtroppo non si può fare nulla perché Microsoft ha brevettato la sua nuova interfaccia che non può essere copiata per qualsiasi altra applicazione di ufficio.Personalmente odio questi brevetti fasulli e sono fasulli perché in pratica hanno brevettato la possibilità di usare le schede (che esistono da 10 anni se non più) al posto dei classici menù.I brevetti sono utili e molto spesso indispensabili, ma i brevetti di questo genere sono una vera vergogna per l'umanità
      • Lol scrive:
        Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
        Brevettata ? e perchè allora PowerArchiver 2007 gia usa questo tipo di interfaccia ?Non credo che un software che costa 19 dollari abbia pagato licenze alla MS per copiare l'interfaccia
        • stakanov scrive:
          Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
          - Scritto da: Lol
          Brevettata ? e perchè allora PowerArchiver 2007
          gia usa questo tipo di interfaccia
          ?

          Non credo che un software che costa 19 dollari
          abbia pagato licenze alla MS per copiare
          l'interfacciaE difatti no: la licenza viene concessa gratuitamente, ma solo dopo la firma di una NDA (chissa che c'è di nascosto in una interfaccia utente...) che di fatto ne impedisce l'implementazione in software open-source
      • Ken Shiro scrive:
        Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
        in europa con tutti quei brevetti ti ci puoi pulire benissimo il deretano ;)
        • pippo75 scrive:
          Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
          - Scritto da: Ken Shiro
          in europa con tutti quei brevetti ti ci puoi
          pulire benissimo il deretano
          ;)nei hai di coraggio :)
          • Ken Shiro scrive:
            Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
            scusa non sono riuscito a interpretare il tuo commento, coraggio di cosa? ciao
      • Re kahr scrive:
        Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
        Anche Nitro PDF e SmartDraw 2007 hanno la medesima interfaccia, e vedrai che tra non molto diventerà uno standard.Confesso che anche io sono uno che apprezza il design e le interfacce user friendly ben fatte, d'altro canto concordo che office 2007 è un po' caro, si potrebbe dire che vale il suo prezzo, ma bisogna anche dire che Open Office è un ottimo prodotto ed è un bene che esista, ed essendo gratuito la cosa più importante è la funzionalità, però secondo me la critica rivolta all'interfaccia ci può anche stare.
      • Merc scrive:
        Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
        Ma l'interfaccia di Office 2007 non è copiata da quella di Blender??? (che c'era anni prima)Non credo che MS potrebbe sostenere il brevetto in tribunale. Infatti "la concessione d'uso" ai programmi non opensource serve probabilmente per evitare che qualche altra azienda l'affronti in tribunale e ne cancelli il brevetto.p.s. comunque, il post originario del tipo con l'Office craccato e "l'interfaccia figa", era veramente stupido. Ma le sfrutta le schede grafiche in SLI, si?
    • earendil scrive:
      Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
      E tu valuti la validità di un software sulla bellezza dell'interfaccia grafica? quindi reputi i porgrammi a linea di comando inutili? bah bah bah
      • Premium scrive:
        Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
        - Scritto da: earendil
        E tu valuti la validità di un software sulla
        bellezza dell'interfaccia grafica? quindi reputi
        i porgrammi a linea di comando inutili? bah bah
        bahLa bellezza di una gui non è solo la sua esteticità, ma anche la sua funzionalità.La gui di Office 2007 è molto cambiata rispetto al passato: più bella da vedere e pure più funzionale, veloce da usare ed intuitiva.La gui di OOo è non solo brutta, ma nemmeno funzionale (relativamente a quella di Office 2007).Diciamolo chiaro e tondo, OOo è la copia sputata del vecchi Office (97 direi).Microsoft nel frattempo ha prodotto qualcosa di migliore...OOo sta ancora cercando di copiare la vecchia versione di Office!E se non bastasse OOo ora si trova pure Google come concorrente!Giusto oggi è nata Google Office completa di Word-Excel-PowerPoint. Non è all'altezza di MS Office, ma pure quella è gratuita come OOo, inoltre Google Office è pure innovativa nelle possibilità di condivisione.Provate a vedere una presentazione multimediale in contemporanea con un gruppo di lavoro mentre si chatta dalla comoda interfaccia grafica.OpenOffice non dà nulla del genere: perde nei confronti di MS Office e ora pure nei confronti di Google Office.
        • VITRIOL scrive:
          Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
          - Scritto da: Premium
          Diciamolo chiaro e tondo, OOo è la copia sputata
          del vecchi Office (97
          direi).Allora perché quasi tutti gli ex utenti di MS Office si intruppano sulle cose più banali di OOo? :-)Non sanno usare gli stili, o non sanno neppure cosa sono; Non sanno inserire i numeri di pagina né un qualsiasi altro banale comando di campo; non sanno fare una stampa in serie; non sanno cambiare la lingua dei paragrafi; ecc. ecc...Quanto all'interfaccia, è quella a cui siamo abituati da decenni su tutti i SO a finestre. Menù + toolbar + shortcut. Ora, tutto d'un tratto, è diventata brutta e inutilizzabile?
          • Premium scrive:
            Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.

            Quanto all'interfaccia, è quella a cui siamo
            abituati da decenni su tutti i SO a finestre.
            Menù + toolbar + shortcut. Ora, tutto d'un
            tratto, è diventata brutta e
            inutilizzabile?D'un tratto c'è qualcosa di meglio, da MS Office 2007. E di più utilizzabile.Quanto al brutto...to be honest...OOo lo è sempre stato.
          • VITRIOL scrive:
            Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
            - Scritto da: Premium
            D'un tratto c'è qualcosa di meglio, da MS Office
            2007. E di più utilizzabile.Quindi possiamo anche buttare via tutte le applicazioni che abbiamo sul PC, e tenere solo Office 2007?Non mi pare di avere visto molte altre applicazioni basate sull'interfaccia a ribbon...
            Quanto al brutto...to be honest...OOo lo è sempre
            stato.Non riesco a capire. E' un programma che ha finestre di dialogo, menù, toolbar ecc. come qualsiasi altra applicazione. Cosa ha l'interfaccia di OOo di più brutto?
          • FbN scrive:
            Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
            Non dimenticate che OPENOFFICE e' realizato per girare liberamente su una vasta gamma di macchine. Non solo su megapc da 500 euro in su con windows XP o vista che costan soldi montanti.Puoi costruirti un ufficio con postazioni di lavoro composte da vecchi pc che la gente butta via, installarci linux e open office e avere 10 - 100 - 1000 postazioni di lavori efficienti e con le + recenti tecnologie a costo praticamente 0.scusate se è poco
          • earendil scrive:
            Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
            - Scritto da: FbN
            Non dimenticate che OPENOFFICE e' realizato per
            girare liberamente su una vasta gamma di
            macchine. Non solo su megapc da 500 euro in su
            con windows XP o vista che costan soldi
            montanti.
            Puoi costruirti un ufficio con postazioni di
            lavoro composte da vecchi pc che la gente butta
            via, installarci linux e open office e avere 10 -
            100 - 1000 postazioni di lavori efficienti e con
            le + recenti tecnologie a costo praticamente
            0.
            scusate se è pocoquoto in pieno; non bisogna mai e poi mai trascurare la sempre piu preoccupante questione economica
      • pippo75 scrive:
        Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
        - Scritto da: earendil
        E tu valuti la validità di un software sulla
        bellezza dell'interfaccia grafica? quindi reputi
        i porgrammi a linea di comando inutili? bah bah
        bahin un certo senso confermo, anche a me l'interfaccia di OO2 non piace molto ( sa troppo di MS ), preferisco quella di OO1 ( i gusti sono gusti ).Se poi dovesse sembrare 20 anni piu' indietro, posso sempre pensare di essere 20 anni piu' giovane.
    • TeX scrive:
      Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
      - Scritto da: Lol...
      Tutto zuccheroso e sfumato... troppo bello troppo
      advanced...... :|
    • Sgabbio scrive:
      Re: E intanto l'interfaccia rimane a Word 6.
      Troll tuzzo, questa mi mancava :D
  • Daniele Mancinelli scrive:
    CheckSpelling?
    Ciao ragazzi,ho installato il nuovo Open Office per proverlo, ho il checkspell attivo ma non funziona... praticamente non trova errori ortografici in nessuna lingua, italiano, inglese ecc...Sapreste dirmi qual'è il problema?Grazie
    • Sbifido scrive:
      Re: CheckSpelling?
      impostazioni lingua: sotto Lingua metti l'italiano anche per i documenti, sotto Linguistica verifica i moduli e i dizionari presenti e spunta le opzioni che ti interessano.
  • Daniele scrive:
    Macro Excel
    E le macro di excel?Novell non aveva detto che avrebbe rilasciato alla comunità i sorgenti per far girare bene le macro di excel?
  • babaz scrive:
    un updater decente?
    francamente non si capisce perchè non sia possibile avere un updater valido, a mo' di DIFF file da applicare come una patch su una vecchia release. Qualche mega e via...che senso ha scaricare ad ogni colpo 100 mega di roba?spreco di banda che si potrebbe destinare ad altrol'ADSL non è, purtroppo, un servizio universale.Non in italia almeno...
    • Clint scrive:
      Re: un updater decente?
      debdiff dovrebbe funzionare bene per questo tipo di cose.Clint
    • VITRIOL scrive:
      Re: un updater decente?
      - Scritto da: babaz
      che senso ha scaricare ad ogni colpo 100 mega di
      roba?Ogni aggiornamento di OOo tocca tutti i moduli, e praticamente tutti il file che compongo la suite. Con un ipotetico aggiornamento incrementale ti ritroveresti a dovere scaricare comunque quasi la stessa quantità di dati.A questo punto meglio scaricare un installer una volta per tutte, che ti permette di aggiornare tutte le installazioni che vuoi con un solo download.
    • YellowT scrive:
      Re: un updater decente?
      Ci vorrebbe è vero...Comunque io su Ubuntu ho l'updater automatico che fa tutto da solo. I dati da scaricare sono comunque quelli ma con la flat non è un problema
    • CEtiè! scrive:
      Re: un updater decente?
      - Scritto da: babaz
      che senso ha scaricare ad ogni colpo 100 mega di
      roba?ma che ti lamenti a fare?? Sei li che passi intere giornate attaccato ad internet e a scaricarti giga di porno...
    • ottomano scrive:
      Re: un updater decente?
      - Scritto da: babaz
      francamente non si capisce perchè non sia
      possibile avere un updater valido, a mo' di DIFF
      file da applicare come una patch su una vecchia
      release. Qualche mega e
      via...

      che senso ha scaricare ad ogni colpo 100 mega di
      roba?
      spreco di banda che si potrebbe destinare ad altro
      l'ADSL non è, purtroppo, un servizio universale.
      Non in italia almeno...Quoto... mi dà abbastanza fastidio dover rifare l'installazione sui vari pc che gestisco.Preferirei che ogni utente potesse cliccare su "aggiorna" senza fare altro.Nè più nè meno di quello che fanno Thunderbird e Firefoxbye
  • sterco secco scrive:
    INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
    IO che mi aspettavo un nuovo engine ottimizzato; magari sfruttando opengl per il rendering dell'intera interfaccia, come con blender; oppure un controllore ortografico intelligente capace di esaminare la corretta punteggiatura o sintassi del testo, oppure ancora una magigore precisione tipografica, e una integrazione a colpo di click con scribus; un po' com'e' accade tra i vari tool adobe....INVECE CHE COPIARE SPUDORATAMENTE IL SOFTWARE DI MICROSOFT, invece di RISCRIVERE OGNI VOLTA I CICLI IF THEN ELSE, cambiando solo il nome delle variabili,invece di far credere di lavorare sempre nel cuore del software e mai in quello che l'utente usa davvero cioe' le funzioni da interfaccia, la community dovrebbe fare un serio esame di coscienza.open office, ci sei o ci fa?
    • ... scrive:
      Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
      Punti di vista. Le estensioni di certo renderanno più flessibile la suite. A me le correzioni che hanno fatto stanno bene. Uso OpenOffice da anni ed è abbastanza stabile, se poi lavorano per migliorarne l'affidabilità non posso che esserne contento.Oltre a tutto questo, stanno pubblicando la versione 2.3, ciò significa che non possono allontanarsi troppo dalla 2.2, i cambiamenti devono essere graduali per evitare quanto più possibile i nuovi bug. Quando uscirà OpenOffice 3.0 allora ci saranno delle vere innovazioni, non puoi aspettartele con l'update di una versione minore.
    • rapisarda scrive:
      Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
      Openoffice è completamente gratuito e non ha certo a disposizione i mezzi di microsoft... Tutto sommato mi va più che bene come software- Scritto da: sterco secco
      IO che mi aspettavo un nuovo engine ottimizzato;
      magari sfruttando opengl per il rendering
      dell'intera interfaccia, come con blender;


      oppure un controllore ortografico intelligente
      capace di esaminare la corretta punteggiatura o
      sintassi del testo,


      oppure ancora una magigore precisione
      tipografica, e una integrazione a colpo di click
      con scribus; un po' com'e' accade tra i vari tool
      adobe....


      INVECE CHE COPIARE SPUDORATAMENTE IL SOFTWARE DI
      MICROSOFT, invece di RISCRIVERE OGNI VOLTA I
      CICLI IF THEN ELSE, cambiando solo il nome delle
      variabili,
      invece di far credere di lavorare sempre nel
      cuore del software e mai in quello che l'utente
      usa davvero cioe' le funzioni da interfaccia, la
      community dovrebbe fare un serio esame di
      coscienza.

      open office, ci sei o ci fa?
      • krane scrive:
        Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
        - Scritto da: rapisarda
        Openoffice è completamente gratuito e non ha
        certo a disposizione i mezzi di microsoft...Bhe, non che migliaia di avvocati a openoffice servano granche...
        • Paolino scrive:
          Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: rapisarda


          Openoffice è completamente gratuito e non ha

          certo a disposizione i mezzi di microsoft...

          Bhe, non che migliaia di avvocati a openoffice
          servano
          granche...Evidentementi gli avvocati di Microsoft sono molto piu' utili... :-D
      • pappappero pappa scrive:
        Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
        - Scritto da: rapisarda
        Openoffice è completamente gratuito e non ha
        certo a disposizione i mezzi di microsoft...
        Tutto sommato mi va più che bene come
        software

        Eh gia... ha soltanto SUN alle spalle...
    • pippuzzo scrive:
      Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
      - Scritto da: sterco secco
      INVECE CHE COPIARE SPUDORATAMENTE IL SOFTWARE DI
      MICROSOFT, invece di RISCRIVERE OGNI VOLTA I
      CICLI IF THEN ELSE, cambiando solo il nome delle
      variabili,
      invece di far credere di lavorare sempre nel
      cuore del software e mai in quello che l'utente
      usa davvero cioe' le funzioni da interfaccia, la
      community dovrebbe fare un serio esame di
      coscienza.OO ha come target quello di rimpiazzare il software microsoft come suite da ufficio, per questo motivo l'interfaccia, specialmente del word processor, si ispira molto ai prodotti microsoft, e purtroppo in certi casi è vero che si ispira troppo, anche in alcuni punti negativi. D'altra parte in questo modo riesce ad attrarre un target più vasto perché chi è abituato a office trova subito un'interfaccia simile, senza bisogno di apprendere nuovamente. Ricordiamoci che per un utente office che decide di provare OO, la prova dura probabilmente solo pochi minuti. Dopodiché, se non riesce a usarlo, lo butta e sentenzia che office è meglio mentre OO non funziona bene.Per quanto riguarda il discorso di riscrivere i cicli cambiando il nome delle variabili... diciamo che sono io che non ho capito il senso dell'affermazione...Comunque, il lavoro sulle interfacce attualmente lo fanno soprattutto Google e Apple. Io sono d'accordo che l'interfaccia dovrebbe essere molto più curata e soprattutto portare qualche novità, visto che sono ormai 15 anni che le interfacce sono ferme. Si va avanti aggiungendo funzionalità su funzionalità senza migliorare l'usabilità del software.Ma questo non puoi aspettartelo da open office. Non è un software commerciale. Non hanno le competenze e non possono pagarle. Copiano l'interfaccia di office? (non certo il codice...) Ok, ma fanno un grande favore al mondo, o almeno a una parte furba: dare la possibilità a tutti di usare *gratuitamente* una suite da ufficio completa e di qualità senza doverla pagare o piratare: prima di criticare, bisognerebbe soffermarsi a pensare un attimo. A caval donato non si guarda in bocca. O almeno non si dovrebbe, invece qui tutti lo fanno, sputando su ciò che gli viene regalato, come se a questo mondo tutto fosse dovuto, perfino il software gratuito, fatto da altri però, perché noi abbiamo di meglio da fare.Quindi lunga vita a open office, sperando che in un futuro inizino a copiare più Apple che Microsoft...Per quanto riguarda le interfacce, Apple è quasi imbattibile ora come ora. Fossi in te prenderei un Mac e acquisterei la suoite iWorks, probabilmente ha quello che cerchi tu. Purtroppo non è gratis!
      • BluEdoG scrive:
        Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
        - Scritto da: pippuzzo
        bisogno di apprendere nuovamente. Ricordiamoci
        che per un utente office che decide di provare
        OO, la prova dura probabilmente solo pochi
        minuti. Dopodiché, se non riesce a usarlo, lo
        butta e sentenzia che office è meglio mentre OO
        non funziona
        bene.sacrosanta verità purtroppo...
    • ukkiosan scrive:
      Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE

      , invece di RISCRIVERE OGNI VOLTA I CICLI IF THEN ELSE, Geniale! IF THEN ELSE è diventato un ciclo? Questa me la ero persa....ti ringrazio di avermelo detto: come programmatore voglio essere sempre aggiornato!
      • in effetti scrive:
        Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
        già, anch'io avevo bisogno di questa rivelazione... userò WHILE e FOR per le decisioni d'ora in poi... :-P
        • Utente Non Registrato scrive:
          Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
          - Scritto da: in effetti
          già, anch'io avevo bisogno di questa
          rivelazione... userò WHILE e FOR per le decisioni
          d'ora in poi...
          :-P:labeli=0if i
          • Quindi... scrive:
            Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
            ...l'iteratore è label e goto. è questo che volevi dirci, no?
          • nessuno scrive:
            Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
            Mioodddddio che oscenità!!!Ma qualcuno ha ancora il coraggio di usare il goto???Un ottimo metodo per non accorgersi di BUG e faticare come bestie per trovarli, o per rendere un sorgente illeggibile a distanza di tempo, e non avere leggibilità in sorgenti dalle 5000 linee di codice in su diventa improponibile.Mi stupisce pure che in un liguaggio come il sacro C abbiano messo tale istruzione (Totalmente inutile e pericolosa).
          • super deluso scrive:
            Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
            - Scritto da: nessuno
            Mioodddddio che oscenità!!!

            Ma qualcuno ha ancora il coraggio di usare il
            goto???

            Un ottimo metodo per non accorgersi di BUG e
            faticare come bestie per trovarli, o per rendere
            un sorgente illeggibile a distanza di tempo, e
            non avere leggibilità in sorgenti dalle 5000
            linee di codice in su diventa
            improponibile.

            Mi stupisce pure che in un liguaggio come il
            sacro C abbiano messo tale istruzione (Totalmente
            inutile e
            pericolosa).infatti; il kenel di linux ha circa qualche centinaio di oscene richiami goto (anonimo)(anonimo)(anonimo)altro che qualita' open source; altro che controllo del codice; certe cose e' meglio non saperle.Se persino il codice di sti programmi linux e' penoso; e' logico che anche l'interfaccia sia una schifezza
          • nessuno scrive:
            Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
            Effettivamente, proprio a causa di programmazione sporca, molti applicativi, fanno fatica ad essere portati a 64bit.Il mondo opensource, proprio perchè tutti possono metterci le mani, è ricco di applicativi scritti molto bene, ma anche alcuni, scritti male o molto male.Mi auguro che le chiamate a goto nel kernel linux, siano solo su moduli esterni, e non sul cuore vero e proprio.Cmq, io utilizzo linux da 12 anni, ed ho portato a linux tutti i pc in azienda per vari motivi non prettamente economici (Uno dei principali è la sicurezza, e quà linux per ora la fa da padrone), e ne sono molto più soddisfatto che non da microsoft. Grazie alle QT4 in c++ scrivo mini applicativi per l'azienda che non hanno nulla a che vedere con quell'aborto di visualbasic (Mi chiedo come possa esistere e soprattutto essere usato).I sistemi basati su Linux, sono lontani dall'essere perfetti e manccano ancora di qualche applicativo, ma per chi come me ha visto l'evoluzione in questi 12 anni, non può che essere ottimista nel futuro.
          • SmilingShar k scrive:
            Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
            In effetti esistono alcuni casi documentati in cui l'operatore goto è effettivamente necessario.Ora non mi ricordo quali ma ricordo di aver letto una discussione in merito e si spiegava il motivo per cui esiste goto anche in linguaggi per puristi come il C e il Java.Ciò non toglie che vada evitato come la peste nella maggior parte dei casi.
    • AndreaZ scrive:
      Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
      e perche' invece di star qui a sparare a zero non ti rimbocchi le maniche e dai una mano?
      • anonino scrive:
        Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
        - Scritto da: AndreaZ
        e perche' invece di star qui a sparare a zero non
        ti rimbocchi le maniche e dai una
        mano?il bue dice cornuto all'asino!?
        • AndreaZ scrive:
          Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
          - Scritto da: anonino
          - Scritto da: AndreaZ

          e perche' invece di star qui a sparare a zero
          non

          ti rimbocchi le maniche e dai una

          mano?

          il bue dice cornuto all'asino!?cioe'???
          • anonino scrive:
            Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
            - Scritto da: AndreaZ
            cioe'???che non dai il buon esempio stando qui e sparando "a zero" sui giudizi altrui. anzi dimostri di essere uguale a lui (o anche peggio)?per caso tu ti sei "rimboccato le maniche" per dare una mano al progetto OpenOffice.org?? Io credo di no, tant'è che se non ci fossero Sun, Google, Novell e adesso anche IBM, la suite office della "comunità" (mah!) non farebbe alcun progresso significativo.
          • AndreaZ scrive:
            Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
            - Scritto da: anonino
            - Scritto da: AndreaZ


            cioe'???

            che non dai il buon esempio stando qui e sparando
            "a zero" sui giudizi altrui. anzi dimostri di
            essere uguale a lui (o anche
            peggio)?di sicuro non sto sparando a zero su nessuno, dato che non ho detto "che schifo openoffice che copia e basta senza innovare" oppure "cre*ino di un troll brufoloso cantinaro ecc ecc"
            per caso tu ti sei "rimboccato le maniche" per
            dare una mano al progetto OpenOffice.org?? ma non si stava parlando di menon sono io che mi sono permesso di dire quello che ha detto sterco seccoe comunque se avessi le capacita'/tempo lo farei, dato che gia' adesso partecipo ad altri progetti di software liberoin ogni caso non mi permetterei mai di insultare il lavoro di altri che mi offrono un prodotto gratuito estremamente professionale come openoffice... e nemmeno mi permetterei mai di dire quello che ha detto sterco secco anche se fossi il project leader di openofficeoltretutto se sono passati da 2.2.1 a 2.3 non penso che sterco secco si potesse aspettare cambiamenti radicali come quelli che ha detto si aspettava
            Io
            credo di no, tant'è che se non ci fossero Sun,
            Google, Novell e adesso anche IBM, la suite
            office della "comunità" (mah!) non farebbe alcun
            progresso
            significativo.e chi lo sa...
          • anonino scrive:
            Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
            - Scritto da: AndreaZ
            non sono io che mi sono permesso di dire quello
            che ha detto sterco
            secco

            e comunque se avessi le capacita'/tempo lo farei,
            dato che gia' adesso partecipo ad altri progetti
            di software
            libero

            in ogni caso non mi permetterei mai di insultare
            il lavoro di altri che mi offrono un prodotto
            gratuito estremamente professionale come
            openoffice... e nemmeno mi permetterei mai di
            dire quello che ha detto sterco secco anche se
            fossi il project leader di
            openoffice"a caval donato non si guarda in bocca" è il paravento dietro cui si nasconde il free software. è gratuito e ti rende più libero (siamo sicuri che sia così?!) che ti lamenti a fare? quindi se lo scarichi e non ti piace, non puoi assolutamente parlarne male. sarebbe, oltre che blasfemia, un mancato riconoscimento degli "indubbi meriti" di chi lo ha sviluppato. mi pare un discorso un po' troppo semplicistico. dato che la stragrande maggioranza degli utenti al mondo è nella tua stessa condizione, ovvero non ha "le capacità/tempo" per contribuire al progetto, che dovrebbe fare, incerottarsi la bocca e tranciarsi le dita per non dire o scrivere nulla di indirettamente offensivo riguardo quel software?? e gli sviluppatori dovrebbero rinunciare a un prezioso feedback di un utente che dichiara apertamente la propria frustrazione quando usa il loro software????

            Io

            credo di no, tant'è che se non ci fossero Sun,

            Google, Novell e adesso anche IBM, la suite

            office della "comunità" (mah!) non farebbe alcun

            progresso

            significativo.

            e chi lo sa...hahahaha, se OpenOffice.org dovesse un giorno contare solo sulle esclusive forze della comunità credo che tornerei a usare MSOffice in un batter d'occhi. tenendo conto che gli altri progetti open source non sono mai stati davvero competitivi (Koffice, Abiword + Gnumeric) al cospetto di MSOffice. ti invito a riflettere su queste piccole realtà tangibili: senza Sun OpenOffice.org non esisterebbe affatto, dato che quasi tutti (o forse tutti) i programmatori al lavoro sul codice sono dipendenti dell'azienda; senza Novell niente supporto per le macro in VBa; senza IBM niente integrazione con i prodotti Lotus. vuoi citarmi tu i tangibili contributi provenienti dalla comunità???
          • AndreaZ scrive:
            Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
            - Scritto da: anonino
            - Scritto da: AndreaZ


            non sono io che mi sono permesso di dire quello

            che ha detto sterco

            secco



            e comunque se avessi le capacita'/tempo lo
            farei,

            dato che gia' adesso partecipo ad altri progetti

            di software

            libero



            in ogni caso non mi permetterei mai di insultare

            il lavoro di altri che mi offrono un prodotto

            gratuito estremamente professionale come

            openoffice... e nemmeno mi permetterei mai di

            dire quello che ha detto sterco secco anche se

            fossi il project leader di

            openoffice

            "a caval donato non si guarda in bocca" è il
            paravento dietro cui si nasconde il free
            software. è gratuito e ti rende più libero (siamo
            sicuri che sia così?!) che ti lamenti a fare?
            quindi se lo scarichi e non ti piace, non puoi
            assolutamente parlarne male. sarebbe, oltre che
            blasfemia, un mancato riconoscimento degli
            "indubbi meriti" di chi lo ha sviluppato. mi pare
            un discorso un po' troppo semplicistico. dato che
            la stragrande maggioranza degli utenti al mondo è
            nella tua stessa condizione, ovvero non ha "le
            capacità/tempo" per contribuire al progetto, che
            dovrebbe fare, incerottarsi la bocca e tranciarsi
            le dita per non dire o scrivere nulla di
            indirettamente offensivo riguardo quel software??
            e gli sviluppatori dovrebbero rinunciare a un
            prezioso feedback di un utente che dichiara
            apertamente la propria frustrazione quando usa il
            loro
            software????le cose basta dirle con educazione; fare critiche costruttivequesto e' il punto di fondo... se io vado dagli sviluppatori del software x e gli dico che il loro software fa schifo e che non fanno altro che copiare o che perdono troppo tempo a limare "i cicli if then else", mi merito solo di essere mandato a caca...


            Io


            credo di no, tant'è che se non ci fossero Sun,


            Google, Novell e adesso anche IBM, la suite


            office della "comunità" (mah!) non farebbe
            alcun


            progresso


            significativo.



            e chi lo sa...

            hahahaha, se OpenOffice.org dovesse un giorno
            contare solo sulle esclusive forze della comunità
            credo che tornerei a usare MSOffice in un batter
            d'occhi. tenendo conto che gli altri progetti
            open source non sono mai stati davvero
            competitivi (Koffice, Abiword + Gnumeric) al
            cospetto di MSOffice.

            ti invito a riflettere su queste piccole realtà
            tangibili: senza Sun OpenOffice.org non
            esisterebbe affatto, dato che quasi tutti (o
            forse tutti) i programmatori al lavoro sul codice
            sono dipendenti dell'azienda; senza Novell niente
            supporto per le macro in VBa; senza IBM niente
            integrazione con i prodotti Lotus. vuoi citarmi
            tu i tangibili contributi provenienti dalla
            comunità???e' lo stesso discorso che viene fatto per linux vs hurdse non ci fosse stato linux ci sarebbe stato hurdse non ci fosse stato openoffice ci sarebbero stati dei piu' competitivi koffice/abiword/gnumeric (oltretutto ci sono molte persone che preferiscono questi ultimi a openoffice)se non ci fosse stata novell a fare le macro vba ci sarebbe stato prima o poi qualcun altro; e cosi' via...con questo non voglio certo sminuire nemmeno il lavoro delle grandi software house che anzi non posso che ringraziare
          • fiorellino di campo scrive:
            Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE

            e' lo stesso discorso che viene fatto per linux
            vs
            hurd

            se non ci fosse stato linux ci sarebbe stato hurd

            se non ci fosse stato openoffice ci sarebbero
            stati dei piu' competitivi
            koffice/abiword/gnumeric (oltretutto ci sono
            molte persone che preferiscono questi ultimi a
            openoffice)

            se non ci fosse stata novell a fare le macro vba
            ci sarebbe stato prima o poi qualcun altro; e
            cosi'
            via...la questione non e' se ....la questione e' quando!la maggiorparte di software open, dopo i primi impeti di entusuasmo vanno a sciamare, le novita' si riducono a bugfixes e l'innovazione diventa prossima allo zero, e' successo così in tutti i progetti. Sono davvero pochi quelli che proseguono oltre la versione 3. E guardacaso quelli che ci riescono sono sostenuti da una sociat' che pompa con stipendi da farone i programmatori.openoffice non fa concorrenza a ms office, grazie a qualche cantinaro antisociale, sara' pure una visione romantica,. ma ben si discosta dalla realta.
          • AndreaZ scrive:
            Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
            - Scritto da: fiorellino di campo

            e' lo stesso discorso che viene fatto per linux

            vs

            hurd



            se non ci fosse stato linux ci sarebbe stato
            hurd



            se non ci fosse stato openoffice ci sarebbero

            stati dei piu' competitivi

            koffice/abiword/gnumeric (oltretutto ci sono

            molte persone che preferiscono questi ultimi a

            openoffice)



            se non ci fosse stata novell a fare le macro vba

            ci sarebbe stato prima o poi qualcun altro; e

            cosi'

            via...

            la questione non e' se ....la questione e' quando!peccato che il quando nel mondo del volontariato non assuma molta importanza
            la maggiorparte di software open, dopo i primi
            impeti di entusuasmo vanno a sciamare, le novita'
            si riducono a bugfixes e l'innovazione diventa
            prossima allo zero, e' successo così in tutti i
            progetti. Sono davvero pochi quelli che
            proseguono oltre la versione 3. E guardacaso
            quelli che ci riescono sono sostenuti da una
            sociat' che pompa con stipendi da farone i
            programmatori.se lo dite voi...a me invece pare ci siano anche progetti che non sono finanziati da chissa' chi e non sono certo fermi; e soprattutto che sono molto buonipoi il fatto del numero della versione e' veramente ridicolo... come se chiamarsi 2003 o 0.0.5 faccia di un programma un programma buono o meno
            openoffice non fa concorrenza a ms office, grazie
            a qualche cantinaro antisociale, sara' pure una
            visione romantica,. ma ben si discosta dalla
            realta.a parte che spero che una delle prossime versioni della gpl vieti a gente come te che insulta il lavoro altrui di non poter eseguire i programmi rilascitai con tale licenzain ogni caso non ho mai detto che il fatto che questi progetti siano finanziati mi dispiaccia... anzi tutt'altro e molte grazie a chi vede il software libero come amico (cioe' opportunita' di farci soldi investendoci)
          • ominide scrive:
            Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE


            la questione non e' se ....la questione e'
            quando!

            peccato che il quando nel mondo del volontariato
            non assuma molta
            importanzaquindi dal momento che nel volontariato non importa il quando, allora che ne dici di fare un versamento per fornire generi di pirma necessita' ai terrmeotati dell'irpinia? ops ma e' sucesso 30 anni fa, beh poco importa....ai potenziali utenti desktop non importa nulla se linux supportera' il nuovo scanner tra 15 anni, lo vuole usare adesso!

            la maggiorparte di software open, dopo i primi

            impeti di entusuasmo vanno a sciamare,
            a me invece pare ci siano anche progetti che non
            sono finanziati da chissa' chi e non sono certo
            fermi; e soprattutto che sono molto
            buoni poi il fatto del numero della versione e'
            veramente ridicolo... come se chiamarsi 2003 o
            0.0.5 faccia di un programma un programma buono o
            menono ma indica se c'e' reale interesse o lavoro dietro ad esso. La scusa dell'open source e' proprio questa, basta farsi un giro su suorce forge per scoprire la sconcertante verita'; una quantita' altissima di progetti open source con percentuale di activity sotto del 3o%.I porgramamtori infatti dopo avere sviluppato le prime porzioni, abbandonao il software sperando in qualche buon samaritano. Peccato che raramente il programmatore di turno decide di continuare il lavoro altrui, anzi spesso e volentieri per orgoglio personale apre un nuovo fork o addirittura crea un nuovo "programma" cambiando nome e icone. Facile immaginarsi che sara' anche esso destinato a un abbandono poco meritevole.
    • TIZIO INCOGNITO scrive:
      Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
      - Scritto da: sterco secco
      IO che mi aspettavo un nuovo engine ottimizzato;
      magari sfruttando opengl per il rendering
      dell'intera interfaccia, come con blender;
      oppure un controllore ortografico intelligente
      capace di esaminare la corretta punteggiatura o
      sintassi del testo,
      oppure ancora una magigore precisione
      tipografica, e una integrazione a colpo di click
      con scribus; un po' com'e' accade tra i vari tool
      adobe....Ma guarda, io invece mi aspettavo che tu gli passassi un programma c e lui ti dicesse se stampa "hello world"...
    • Sbifido scrive:
      Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
      - Scritto da: sterco secco
      IO che mi aspettavo un nuovo engine ottimizzato;
      magari sfruttando opengl per il rendering
      dell'intera interfaccia, come con blender;


      oppure un controllore ortografico intelligente
      capace di esaminare la corretta punteggiatura o
      sintassi del testo,Guarda, cerco di prenderti sul serio e ti chiedo: che cavolo c'entra il controllo della punteggiatura e della sintassi con il controllo ortografico ? Non è che avrai in mente quell'orrido e demenziale controllo grammaticale che aveva (non ditemi che ce l'ha ancora) MS Word?
      • il gelato che uccide scrive:
        Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE

        Non è che avrai in mente quell'orrido e
        demenziale controllo grammaticale che aveva (non
        ditemi che ce l'ha ancora) MS
        Word?No è che adesso ti sostituisce le parole da solo ... pensa che lui si era firmato "Sterno Scelto".
    • pierpaolo palazzo scrive:
      Re: INNOVAZIONI RISIBILI, NON BASTA CLONARE
      hai ragione nella parte iniziale, ma sbagli quando ti sei fermi al confronto tra openoffice e microsoft office. ormai sono due strumenti che condividono ben poco sia come finalità di uso che come metodologia operativa.chi usa il vecchio (rinnovato) microsoft office non e' la stessa persona che non puo' fare a meno dell'impostazione operativa di openoffice.vedo che sei un fan e un profondo conoscitore di openoffice (a differenza mia), ma da cultore dell'opensource, ti ricordo che le cattedrali non vengono costruite in dieci anni.e le innovazioni introdotte non sono risibili. linux ci ha messo meno tempo a scrollarsi la struttura monolitica, ma la possibilità di gestire i moduli non lo hanno in ogni caso sbloccato piu' di tanto.questa dei plug-in è una cosa bella, ed e' onestamente presentata come una minor-release.anche io mi auspico un'integrazione a plug-in del rendering ad esempio utilizzando gecko di mozilla (risoluzione anche della precisione tipografica).per il resto, si fara' tutto in qualche mese con dei plug-in appositi.e poi c'e' la solita osservazione degli open-sourcisti: perche' non collabori o ispiri un bel progetto di plug-in per l'integrazione con scribus, quello del motore di analisi sintattica (universita' di padove ci sei?).
Chiudi i commenti