Super Cashback, classifica transazioni 2 luglio: scosse di assestamento

Super Cashback, classifica 2 luglio: assestamento

Ancora un aggiornamento alla classifica delle transazioni che assegnerà il Super Cashback da 1500 euro con il conteggio delle ultime spese effettuate.
Ancora un aggiornamento alla classifica delle transazioni che assegnerà il Super Cashback da 1500 euro con il conteggio delle ultime spese effettuate.
Guarda 15 foto Guarda 15 foto

Come scritto ieri, ormai i giochi sono fatti, ma la classifica del Super Cashback ancora non è definita. Proseguono i conteggi delle transazioni effettuate negli ultimi giorni del semestre concluso il 30 giugno. E sono molte, come testimonia l'ulteriore importante balzo in avanti di oggi, venerdì 2 luglio.

La classifica del Super Cashback: 2 luglio

Siamo passati dalle 747 spese necessarie di 24 ore fa agli attuali 765 pagamenti. Una forte scossa di assestamento che sta facendo la differenza nelle posizioni più basse, tra coloro che sperano di rimanere aggrappati alla posizione 100.000, per non veder sfumare la possibilità di allungare le mani sul ricco bonus extra previsto dall'iniziativa Cashback di Stato.

Aggiornamento (03/07/2021): questa mattina il numero è salito a 781, muovendo nuovamente la coda della classifica.

Restando in tema, proprio oggi è stato ufficializzato che i 1.500 euro saranno accreditati sui conti degli aventi diritto entro il 30 novembre e non nel mese di agosto come invece ancora previsto per il rimborso del 10% sugli acquisti effettuati nei negozi (fino a un massimo di 150 euro). Lo slittamento è stato deciso in concomitanza con la sospensione del programma, ufficialmente fino al 31 dicembre. Rimane da capire se ci sarà poi una ripresa, dall'1 gennaio 2022, oppure se tutto andrà in archivio con una cancellazione definitiva.

Ricordiamo che la versione finale della classifica sarà resa nota solo nei prossimi giorni (ufficialmente il 10 luglio). A questo punto non è da escludere la possibilità di arrivare a sfiorare quota 800. Potrebbe influire anche il giro di vite promesso nei confronti dei furbetti, con uno storno delle transazioni irregolari e la loro conseguente penalizzazione. Il riferimento è alle spese ravvicinate e con importi irrisori, /eseguite perlopiù presso le pompe di benzina self-service come abbiamo avuto modo di segnalare in più occasioni su queste pagine./

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti