Svizzera: Street View non ci piace

Per i tutori della privacy Google sta oltrepassando il limite della legalità. BigG è convinta del contrario ed è pronta a dimostrarlo in tribunale

Roma – Street View non sarà il benvenuto in Svizzera fino a quando Google non aumenterà il livello di oscuramento di visi e targhe di automobili. Per il gigante di Mountain View si profilerebbe addirittura l’ipotesi di un contezioso in tribunale con il governo svizzero.

Secondo quanto dichiarato da Hans-Peter Thür, il locale garante della privacy, BigG non farebbe abbastanza per nascondere all’occhio indiscreto delle sue Google Car i volti dei cittadini elvetici.

Il governo di Berna aveva chiesto già ad agosto una maggiore attenzione alla privacy . Google dal canto suo sostiene di aver eseguito quanto richiesto e che Street View non violi le norme svizzere sulla protezione dei dati personali: “Siamo profondamente delusi dalla decisione del governo svizzero – ha commentato un portavoce di BigG – ma siamo convinti di agire nel rispetto della legalità, pertanto difenderemo la nostra posizione in tribunale qualora si dovesse rendere necessario”.

Non è la prima volta che la celebre feature di Google Maps viene messa sulla graticola. In Germania , Giappone , Grecia e Regno Unito le auto targate Mountain View erano state fermate più volte dagli enti locali, al fine di verificare la legittimità del proprio operato.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ullala scrive:
    stanti cosi le cose
    stanti così le cose se proprio uno vuole comprare meglio comprare il tarocco.Basta dircelo e noi obbediamo!(rotfl)(rotfl)
  • numa scrive:
    Manca il punto interrogativo...
    ... nel titolo dell'articolo, s'intende.La decisione del tribunale di Milano è stata presa anche in considerazione di questo assunto:il sistema di protezione contro la riproduzione illegale inserito (all'epoca) sui supporti acquistati, non era cosi "forte" da impedire la copia privata.E' un fatto da non trascurare, posto alla base della sentenza e che ha importanza determinante sul merito del "giudicato".Praticamente s'è detto:è vero che c'era uno strumento di protezione, ma questo NON era cosi sofisticato da limitare la riproduzione ad "una sola copia". In pratica fare una copia di backup era comunque possibile, nonostante il "marchingegno" inserito per contrastare la riproduzione illegale. Ergo, non c'è nessuna violazione della legge sul diritto d'autore da parte di Universal e compagnia cantante.Tutto questo suona quasi come un paradosso. Come spesso sono le decisioni (non tutte) dei tribunali. Il DRM c'è, ma la copia privata è possibile effettuarla ugualmente. Quindi nessun problema.Ma se posso effettuare la copia privata, posso anche riprodurre il contenuto illegalmente. Quindi il drm non funziona: ma allora che ce lo metti a fare :-D ?Chiamasi decisione basata su un cavillo, che non muta la realtà delle cose.
  • AnyDVD scrive:
    AnyDVD
    AnyDVD e i problemi sono risolti.http://www.slysoft.com/it/anydvdhd.html
  • deathspell scrive:
    E se nei 2 anni mi si rovina?
    Ok non posso farmi la copia di backup. Sacrosanto diritto dell'industria a proteggere i contenuti di cui detengono i diritti.Epperò se nei 2 anni dall'acquisto (termine di validità della garanzia sul funzionamento del prodotto) il supporto smette di funzionare?La copia privata era un escamotage delle industrie per non dover pagare dazio (se non te la sei fatta sei pollo e quindi niente risarcimento), ma oggi?Avanti ragazzi chiunque abbia acquistato (legalmente ovvio) un dvd/cd che ha smesso di funzionare nei due anni di garanzia cominci a fare cause, ma non per la semplice sostituzione del prodotto chiediamo risoluzione del contratto, restituzione dei soldi e risarcimento del danno, oltre alle spese legali.Se per ogni dvd difettoso saran costretti a pagare 2/300 euro tempo 1 anno e i drm li cancellano al volo.
    • angros scrive:
      Re: E se nei 2 anni mi si rovina?
      E se ti rispondono così : http://punto-informatico.it/2689931/PI/News/contenuti-non-sono-sempre.aspx ?Ti diranno che tu hai aperto la confezione, e per quello che ne sanno potresti avere visto il film prima che si guastasse, quindi hai avuto ciò per cui hai pagato e non puoi lamentarti.
      • deathspell scrive:
        Re: E se nei 2 anni mi si rovina?
        E infatti ho parlato di 2 anni dalla data di acquisto, termine legale entro il quale l'industria DEVE garantire la funzionalità di quanto mi vendono, e se non lo fanno e mi impediscono (allo stato legittimamente) di autotutelarmi facendomi la copia di back up ne rispondono come qualsiasi povero cristo che viola un contratto.
  • ciliani scrive:
    ma basta con 'sto consumismo
    La soluzione e' semplice, smettiamo tutti di acquistare e di fruire illegalmente di musica e video con DRM. Vi siete fatti infinocchiare tutti da questo consumismo? Ma che davvero e' necessario ascoltare la musica delle multinazionali o vedere i film di Hollywood?Quando ero ragazzo io non avevamo una lira (neanche i figli di famiglia ricca ma intelligente), si andava al cinema poche volte all'anno e sempre nei cinemetti di n-esima visione. Si compravano due o tre dischi l'anno, per il resto si registravano dagli amici (ma pochi, perche' anche le cassette costavano, e i registratori buoni ce li avevano in pochi). Per il resto non si guardava tv, molti di noi suonavano e gli altri andavano a sentire gli amici che suonavano.Non c'e' bisogno di dare soldi alle multinazionali, o di rubare alle multinazionali: riprendetevi la vita, fatevi da soli la vostra musica, toglietevi 'ste cuffiette del cavolo e ricominciate a parlare tra voi.Invece qualcuno vuole vedere pure i film sull'autobus!!! Non e' un caso che la societa' ormai l'ha messa in quel posto ai giovani: avete lasciato che succedesse perdendo tempo appresso alle fesserie (mp3, video, ecc.) mentre gli adulti, tutti d'accordo, vi facevano le leggi sui Co.Co.Pro.Smettete di acquistare (e di rubare, altrimenti dato spago al potere) e questo sistema crollera' da solo, ma bisogna tenere duro per qualche anno.
    • angros scrive:
      Re: ma basta con 'sto consumismo

      Si compravano due o tre dischi l'anno,
      per il resto si registravano dagli amici (ma
      pochi, perche' anche le cassette costavano, e i
      registratori buoni ce li avevano in pochi).E questa non è pirateria, anche se più rozza e artigianale?
      Per il resto non si guardava tv, molti di noi
      suonavano e gli altri andavano a sentire gli
      amici che
      suonavano.Questa è un' idea buona: musica open-source. Quanti sedicenti appassionati di musica, oggi, non sanno nemmeno leggere un pentagramma? Sarebbe il caso di imparare, invece di piagnucolare perchè i brani costano troppo.
  • fiorello cortiana scrive:
    Tribunali e conoscenza
    Ho l'impressione che questo pronunciamento del Tribunale di Milano risponda alla preoccupazione del possibile rapporto tra il contenuto del supporto originale, quello della copia e la potenzialità della sua relazione in rete.Altrimenti la copia del prodotto su di un supporto digitale in sé sarebbe assolutamente legittima. Sarebbe grave se questa fosse la logica sottostante.Per via normativa, in questo caso giurisdizionale, si cercherebbe di ridurre la natura interattiva e virale della rete, quindi dei contenuti che vi transitano, a mero supporto, come fosse un dischetto o una chiavetta. Ma la rete è un ecosistema cognitivo che non conosce la condizione di scarsità e che vive la condivisione come condizione per la produzione di valore, anche economico.
    • panda rossa scrive:
      Re: Tribunali e conoscenza
      Non e' bello firmarsi fiorello cortiana, a meno che tu non sia proprio fiorello cortiana, nel qual caso mi chiedo perche' non hai registrato il nome.
  • Gabbiano di Rio scrive:
    aiaiaiai...
    Come al solito la libertà e i diritti individuali, vengono dopo gli interessi delle Major... :( Eppure non si rendono conto che il mondo è cambiato, non ha più senso proteggere dalla copia, perchè se un album (o un film) è valido, la gente PRIMA lo scarica e poi lo compra...
  • ninjaverde scrive:
    NO-DRM
    Mettano pure il loro DRM.Vi sono due soluzioni:1) La più importante ed efficace e legale al 100%: non acquistare prodotti col DRM.2) Soluzione di riserva (non consigliabile) quella dell'hacker: ossia il film è visibile sullo schermo? Quindi è registrabile. Da una telecamera (banale) o da un software che registra l'immagine decodificata.Ma è vivamente consigliabile la prima soluzione se si vogliono cambiare veramente le cose.
    • fred scrive:
      Re: NO-DRM
      3) Nessuno mi obbliga ad usufruire del loro prodotto, in una civilta' ultramoderna quale quella che ci troviamo oggi si sono decine di alternative, posso divertimi lo stesso facendo dell'altro.
  • LuNa scrive:
    ipocrisia
    ancora una volta, ed a maggior ragione, mi rifiuto di comprare originale. pago l'equo (equo un razzo!) compenso per CD/DVD vergini su cui sbatto le mie foto personali fatte da me medesimo, poi magari mi compro un cofanetto da 100 euro (su cui pago diritti, equo compenso, e pago l'artista e/o l'autore) e mi viene sottratto a priori il diritto inalienabile della copia privata, su un supporto che ho pagato e sui cui ho pagato il razzo di compenso (quindi ho già strapagato N volte)il DRM lede i miei diritti, è truffa legalizzata. spero di vedere tutti i negozi di dischi e film esistenti in questo paese di XXXXX tirare giù la saracinesca una volta per tutte (e succederà !!!), e quando succederà, magicamente, i prodotti costeranno 10 volte di meno (il loro VERO prezzo) e non ci sarà bisogno di alcun DRM.Signor Mazza, (o chi per lei) lei ce li ha i DVD a casa ? Sicuramente. Li paga ? secondo me NO, altrimenti il DRM in questo paese marcio non esisterebbe.
    • DarkOne scrive:
      Re: ipocrisia
      - Scritto da: LuNa
      ancora una volta, ed a maggior ragione, mi
      rifiuto di comprare originale. pago l'equo (equo
      un razzo!) compenso per CD/DVD vergini su cui
      sbatto le mie foto personali fatte da me
      medesimo, poi magari mi compro un cofanetto da
      100 euro (su cui pago diritti, equo compenso, e
      pago l'artista e/o l'autore) e mi viene sottratto
      a priori il diritto inalienabile della copia
      privata, su un supporto che ho pagato e sui cui
      ho pagato il razzo di compenso (quindi ho già
      strapagato N
      volte)
      il DRM lede i miei diritti, è truffa legalizzata.
      spero di vedere tutti i negozi di dischi e film
      esistenti in questo paese di XXXXX tirare giù la
      saracinesca una volta per tutte (e succederà
      !!!), e quando succederà, magicamente, i prodotti
      costeranno 10 volte di meno (il loro VERO prezzo)
      e non ci sarà bisogno di alcun
      DRM.
      Signor Mazza, (o chi per lei) lei ce li ha i DVD
      a casa ? Sicuramente. Li paga ? secondo me NO,
      altrimenti il DRM in questo paese marcio non
      esisterebbe.Quoto in todo.E' inaccettabile che io debba comprare un supporto originale ed essere obbligato ad installare nel mio pc rootkit o altri software di protezione che ledono i miei diritti.I giochi che installano starforce, giochi che bloccano clonecd e daemon tools...è una vera vergogna.Ma d'altra parte cosa ci si può aspettare di diverso? Chissà quante bustarelle che volano...
  • Pippi Calzelungh e scrive:
    Vergogna
    Credo ci sia solo da provare vergogna mista a rabbia.A questo punto credo che sia un'offesa al popolo italiano dover veder scritto "La legge e' uguale per tutti" nelle aule di tribunale.Sembra di essere nel medioevo.
  • Mad Shuttle scrive:
    Ma non sarebbe...
    ...più semplice che gli studios permettessero la sostituzione del disco originale nel caso questo venga danneggiato anche accidentalmente ?Sarebbe sufficiente riconsegnare il disco/supporto danneggiato che verrà quindi sostituito da uno nuovo sostenendo magari solamente il costo del supporto fisico.
    • Pippo Lacoca scrive:
      Re: Ma non sarebbe...
      e se viene smarrito? o rubato? come lo dimostri?
      • fred scrive:
        Re: Ma non sarebbe...
        C'e' poco da fare in quel caso; mi hanno rubato l'auto nel 2002 che aveva il caricatore pieno piu' alcuni dischi in bagagliao e per 2/3 erano originali; l'auto era vecchia e anche l'autoradio quindi passi, ma il materiale originale che ho perso non l'ho certo ricomprato visto i prezzi;in fondo se mi vendono la licenza per ascoltare allora questa l'ho gia' pagata pero' non posso dimostrarlo (le custodie erano dentro l'auto).Ora ho un'autoradio che legge mp3 su cd e su usb e il problema non sussiste, anche se nei 100 minuti di code quotidiane preferisco il podcasting, spesso l'audio di trasmissioni tv.
  • Andrea scrive:
    Diritti
    Incredibile. Sono dei masochisti. Hanno fornito alla pirateria una giustificazione nobile: la difesa dei propri sacrosanti diritti. Ora non comprare originali sarà moralmente giustificato come una sacrosanta difesa dei propri diritti.Sono riusciti pure a togliere quel poco di "senso di colpa" che prendeva chi copiava...Complimenti ancora.
  • gianni mio scrive:
    Mai sentito parlare di "Clone DVD"?
    Questi probabilmente no!Alla faccia di tutti i DRMSaluti
    • albesp77 scrive:
      Re: Mai sentito parlare di "Clone DVD"?
      Se ti riferisci a CloneDVD di Elaborate Bytes allora sei completamente fuori strada, perchè con quello puoi unicamente duplicare dischi NON-DRM, a meno che non sia affiancato da AnyDVD, se vuoi una soluzione ALL-IN-ONE allora ti consiglio l'ultimo DVDFab ;)
  • Ozymandias scrive:
    Attenzione...
    ...che però il Tribunale ha detto una cosa un po' diversa (anche se sbagliata comunque). Ha detto che le major non hanno infranto alcon diritto mettendo i DRM, non che l'utente, per far valere il proprio diritto alla copia privata, non possa aggirarli. Quindi, in sostanza, tutto come prima...
    • DarkSchneider scrive:
      Re: Attenzione...
      - Scritto da: Ozymandias
      ...che però il Tribunale ha detto una cosa un po'
      diversa (anche se sbagliata comunque). Ha detto
      che le major non hanno infranto alcon diritto
      mettendo i DRM, non che l'utente, per far valere
      il proprio diritto alla copia privata, non possa
      aggirarli. Quindi, in sostanza, tutto come
      prima...In effetti DEVE essere così, una sentenza non può improvvisamente cancellare una legge che sancisce il tuo diritto di farti copie di backup di opere regolarmente acqusitate.In ogni caso già prima la legge permetteva di aggirare le protezioni per crearsi una copia di backup senza subire conseguenze.
      • Gabbiano di Rio scrive:
        Re: Attenzione...
        bisognerebbe che ti dessero oltre al sistema anti-copia, il modo di aggirarlo, in modo da fare valere il tuo diritto al back-up...sai ganzo :D
        • DarkSchneider scrive:
          Re: Attenzione...
          - Scritto da: Gabbiano di Rio
          bisognerebbe che ti dessero oltre al sistema
          anti-copia, il modo di aggirarlo, in modo da fare
          valere il tuo diritto al
          back-up...
          sai ganzo :D"If you can run it, you can crack it!"Senza contare che per vederlo/ascoltarlo prima o poi deve essere decodificato, quindi un punto di ingresso lo si trova.E fortunatamente la legislazione Italiana attuale permette la creazione di sistemi di aggiramento delle protezioni, ciò che è illegale è produrre/detenere copie delle quali non si ha l'originale ottenuto legalmente.
    • fred scrive:
      Re: Attenzione...
      Grazie della precisazione che mi era sfuggita ed e' importantissima, se fosse stato diverso probabilmente avremmo un problema con tutto il materiale non aquistato che deteniamo in casa.Ci sarebbe un altro punto da chiarire su cui varrebbe forse il caso di continuare l'iniziativa legale, ovvero come si deve comportare chi vende materiale protetto da drm in caso che questo materiale rimanga danneggiato o diventi non usufruibile er cause terze.Se il propietario del copyright insiste sul fatto che ti vende non un prodotto ma una licenza per usufruire del prodotto, nel momento in cui il prodotto viene meno per qualche motivo la licenza dovrebbe rimanere comunque valida, ovvero traducendo, come schiveva qualcuno in un altro thread, se il disco diventa illeggibile per qualche motivo dovresti potere portarlo indietro e fartelo sostituire per una spesa minima anziche doverlo riaquistare a prezo pieno poiche' tu hai pagato la licenza per utilizzare il disco e non il disco.
    • harvey scrive:
      Re: Attenzione...
      E' ugualmente scandaloso....Perché dovrebbe essere indicato chiaramente sul DVD che non puoi avere un diritto che le legge di da La major hanno tutti i diritti, basta che sia chiaro cosa ti vendono PRIMA di comprarle il prodotto, e non DOPOPer me questa e' truffa, visto che ti illudono di comprare qualcosa e te ne vendono altro. Perche' un cittadino non e' tenuto a sapere che i DVD non sono legalmente copiabili, ma e' tenuto a sapere che può fare una copia!
  • attonito scrive:
    Istigazione a delinquere
    allora: A. pago "l'equo compenso" sui dvd vergini (anche se li uso per salvare le foto delle vacanze)B. Mi viene proibita la copia di sicurezza di software o opere multimediali (pagate a carissimo prezzo)ok, allora ditelo: "se volete i vostri diritti dovete diventare criminali".e io mi sento un po' carbonaro e un po' partigiano, mi vengono in mente il 1776, il 1789, le 5 giornate di Milano... ah, l'ebrezza di combattere per una causa giusta.
    • infame scrive:
      Re: Istigazione a delinquere
      giusta causa?siamo nella melma fino al collo (e sta arrivando l'onda) e gli italioti pensano a fare le copie dei CD e DVD...viva l'Italia!
      • harvey scrive:
        Re: Istigazione a delinquere
        La XXXXX fino al collo ce l'abbiamo perchè giorno dopo giorno ci hanno buttato un bicchierino da caffè di XXXXX addosso!!!Il problema e' che chi ha vuol avere sempre di più, e cambia le leggi per farlo!!! Questa e' una sentenza paradossale!!
      • italiota scrive:
        Re: Istigazione a delinquere
        - Scritto da: infame
        giusta causa?

        siamo nella melma fino al collo (e sta arrivando
        l'onda) e gli italioti pensano a fare le copie
        dei CD e
        DVD...

        viva l'Italia!perché non emigri? tanti prima di te l'hanno fatto e hanno risolto i propri problemi (credo)
    • nOra scrive:
      Re: Istigazione a delinquere
      - Scritto da: attonito
      allora:
      A. pago "l'equo compenso" sui dvd vergini (anche
      se li uso per salvare le foto delle
      vacanze)In realtà su Internet trovi molte offerte di supporti che non hanno subito l'aggravio dell'equo compenso...
      B. Mi viene proibita la copia di sicurezza di
      software o opere multimediali (pagate a carissimo
      prezzo)Sui software non esiste la copia privata, ma la copia di backup.Un sito x leggere la legge sul diritto d'autore è Interlex.Qui si sta parlando di opere audiovisive e fonogrammi e cmq oggi giorno puoi farti tranquillamente la copia privata con svariati software free sia di CD musicali (non ho ancora beccato un CD col DRM) che DVD video(es. Fabdecrypt).
      ok, allora ditelo: "se volete i vostri diritti
      dovete diventare
      criminali".La copia privata non è un diritto ma "un'eccezione al diritto esclusivo di riproduzione che costituisce uno dei profili più significativi ed economicamente rilevanti dei diritti di utilizzazione economica delle opere protette".Esistoni diritti con diversi gradi d'ìmportanza.
      e io mi sento un po' carbonaro e un po'
      partigiano, mi vengono in mente il 1776, il 1789,
      le 5 giornate di Milano... ah, l'ebrezza di
      combattere per una causa
      giusta.Che dire...?Boh.
  • Arturo de fanti bancario precario scrive:
    fatta la legge trovato l'inganno, ma..
    ..sta volta e' andata male! Benche' sia pure giusto farsi una copia di backup, ma veramente, seriously (come dicono gli americheni), ma chi si fa la copia di backup di un dvd/cd. Diciamo che andava bene una volta nell'era dei floppy, ora e' solo un tentativo per aggirare la legge. Basta mettere i cd nelle loro custodie e dureranno un vita. Ho ancora dei cd dei pink floyd di 20 anni fa e suonano ancora benissimo.
    • harvey scrive:
      Re: fatta la legge trovato l'inganno, ma..
      Visto che quel diritto lo PAGHI ogni volta che compri un CD/DVD (non ricordo se pure sugli HD) ....
    • LoganIII scrive:
      Re: fatta la legge trovato l'inganno, ma..
      - Scritto da: Arturo de fanti bancario precario
      ..sta volta e' andata male!

      Benche' sia pure giusto farsi una copia di
      backup, ma veramente, seriously (come dicono gli
      americheni), ma chi si fa la copia di backup di
      un dvd/cd. Diciamo che andava bene una volta
      nell'era dei floppy, ora e' solo un tentativo per
      aggirare la
      legge.

      Basta mettere i cd nelle loro custodie e
      dureranno un vita.

      Ho ancora dei cd dei pink floyd di 20 anni fa e
      suonano ancora
      benissimo.Io ho comprato tutti i cofanetti di Star Trek (DVD)Sono 3 + 7 + 7 + 7 + 4 cofanetticiascun cofanetto tiene circa 7 DVD.Il totale e' di circa 200 DVD.Spesso mi è capitato di trovare supporti rovinati all'interno del cofanetto... DVD con macchie e venature particolari. Ho dovuto richiedere dei sostituti e sono arrivati in tempi anche di 7/8 mesi, tempo nel quale mi erano usciti i cofanetti successivi e non ho potuto vederli perche' i precedenti erano bloccati...Mi è capitato che i sigilli antiscippo o come si chiamano fossero incollati sulla sottile carta che riporta il disegno aerografato della galassia di star trek che ricopre la multi-custodia da 7 CD... ed ho sudato freddo a togliere quegli antiestetici adesivi metallici.Mi è capitato di voler far vedere alcune puntate ad amici, e quindi di portarli in giro, ed io saro' maniacale nel tenere i DVD ma quando al mio amico è caduto il dvd di piatto sul terreno gli ho fatto un urlo che ancora se lo ricorda.. (d'altronde.. 100 euro a cofanetto!)Insomma...Io i DVD di copia me li farei volentieri (ed in effetti LI HO) semplicemente perche' ora come ora tali cofanetti dvd sono difficili da reperire (ora c'e' l'edizione economica), la collezione tutta assieme è decisamente bella, mi piace sfoggiarla ma non è che tutte le volte che voglio riguardarmi qualcosa sto ad impazzire!!! Prendo le copie, incolonnate dentro quelle torrette porta-dvd da 100 DVD, e via!!Scusate, ma negarmi questo, per 2500 euro di collezione di star trek, a me sembra veramente ingiusto !!Senza contare poi TUTTI I DISAGI che ho avuto PER AVERE COMPRATO ORIGINALE. Infatti chi scarica sicuramente non ha il problema di trovarsi DVD difettosi o rotti e di dover aspettare 8 mesi per la sostituzione!!!O di trovarsi quelle confezioni da 100 euro strappate e rovinate perche' nei centri commerciali han paura dei furti!Certe volte mi viene da chiedere se sono scemo io o chi me lo fa fare... Sono ancora alla vecchia maniera.. Anche in ambito musicale mi piace avere il CD tra le mani delle cose a cui tengo. Come mi piace riuscire a farlo autografare ai concerti! E' chiaro che non farei autografare una copia, ma... avere la copia in macchina nell'autoradio dei miei CD invece che gli originali mi fa sentire piu' tranquillo.. Non so voi....
      • Andrea scrive:
        Re: fatta la legge trovato l'inganno, ma..
        Bravo fesso. Te li scaricavi tutti (e pure in HD) con formati aperti ed usufruibili senza alcuna limitazione.La cosa più triste è quando compri qualcosa e poi te la scarichi lo stesso perché la versione scaricata illegalmente è nettamente superiore... A me è capitato più di una volta, ma ormai non ci casco più.
        • Paracelso scrive:
          Re: fatta la legge trovato l'inganno, ma..
          - Scritto da: Andrea
          Bravo fesso. Te li scaricavi tutti (e pure in HD)
          con formati aperti ed usufruibili senza alcuna
          limitazione.Scusa ma perché devi offenderlo? Lui ha quella passione e ha ritenuto giusto pagare in cambio del lavoro di chi gli ha permesso di usufruire dell'opera. Mi pare ottimo. D'altronde, se tutti scaricassero e basta, non ci sarebbe nessuno a caricare nei vari circuiti, quindi sarebbe il caso di ringraziare certe persone, anziché offenderle.
          • Sgabbio scrive:
            Re: fatta la legge trovato l'inganno, ma..
            - Scritto da: Paracelso

            Scusa ma perché devi offenderlo? Lui ha quella
            passione e ha ritenuto giusto pagare in cambio
            del lavoro di chi gli ha permesso di usufruire
            dell'opera. Mi pare ottimo.


            D'altronde, se tutti scaricassero e basta, non ci
            sarebbe nessuno a caricare nei vari circuiti,
            quindi sarebbe il caso di ringraziare certe
            persone, anziché
            offenderle.Però purtroppo ha ragione. E' paradossale che scaricando quel materiale per vie alternative, ti risparmi un sacco di beghe rispetto che reperire l'originale.
        • angros scrive:
          Re: fatta la legge trovato l'inganno, ma..

          La cosa più triste è quando compri qualcosa e poi
          te la scarichi lo stesso perché la versione
          scaricata illegalmente è nettamente superiore...Addirittura l' autore originale a volte fa così:http://punto-informatico.it/2674435/PI/Brevi/usa-autore-pirata-se-stesso.aspx
    • Pippi Calzelungh e scrive:
      Re: fatta la legge trovato l'inganno, ma..
      Sto provando a trattenere la mia voglia irrestistibile di dirti:O CACA!Dipende come usi i CD! Immagina un DJ che e' costretto a cambiarli costantemente. Dopo pochi mesi il CD lo puoi andare a buttare se non ti fai una copia!
    • Nocs scrive:
      Re: fatta la legge trovato l'inganno, ma..
      Hai mai usato un cd audio in macchina?In macchina non hai di certo il tempo (e la voglia) ogni volta che cambi cd di riporlo attentamente in una custodia di plastica e in un posto abbastanza protetto...o ti fermi (giammai) o ti schianti.Quindi lo sbatti in un angolo senza troppe preoccupazioni...quanto ti dura??Perchè dovrei rovinare l'originale o rovinarmi la vita perdendo tempo in auto quando posso farmi una copia?E questo è solo uno dei tanti esempi
      • Sgabbio scrive:
        Re: fatta la legge trovato l'inganno, ma..
        - Scritto da: Nocs
        Hai mai usato un cd audio in macchina?
        In macchina non hai di certo il tempo (e la
        voglia) ogni volta che cambi cd di riporlo
        attentamente in una custodia di plastica e in un
        posto abbastanza protetto...o ti fermi (giammai)
        o ti
        schianti.
        Quindi lo sbatti in un angolo senza troppe
        preoccupazioni...quanto ti
        dura??
        Perchè dovrei rovinare l'originale o rovinarmi la
        vita perdendo tempo in auto quando posso farmi
        una
        copia?
        E questo è solo uno dei tanti esempiPer non parlare che le auto radio di adesso permettono di usare i lettori multi mediali, quindi rippi le tracce e via, nessun problema di cd :D
    • DR.House scrive:
      Re: fatta la legge trovato l'inganno, ma..
      - Scritto da: Arturo de fanti bancario precario

      Basta mettere i cd nelle loro custodie e
      dureranno un vita.

      Ho ancora dei cd dei pink floyd di 20 anni fa e
      suonano ancora
      benissimo.beh non va sempre così, proprio l'altra sera mentre tentavo di guardare un dvd di una serie televisiva di qualche anno fa mi sono accorto che su alcuni DVD (X-Files in 9 cofanetti per un totale di circa 70 dischi in edizione limitata numerata) c'era una patina opaca che ne copriva tutta la superficie e nemmeno con l'acqua sono riuscito a rimuoverla completamente.Ho tenuto i dvd rigorosamente nella custodia, in casa senza fargli prendere certo sbalzi di calore (non abito ne' in una cella frigorifera ne' in una fornace) e sono certo che il problema è un difetto di produzione del disco o di scarsa qualità del materiale.Fortunatamente i dischi erano ancora leggibili e anche se a fatica sono riuscito a fare le ISO ma se invece non riuscivo per via dei DRM che facevo ? Mi mettevo a discutere con il produttore dopo 5 anni dall'acquisto e sperare che mi arrivino in sostituzione dopo qualche anno ? Senza contare che una cosa è il disco originale e un'altra un DVD bulk qualsiasi e il costo aggiuntivo dei dvd9 che devo comprare per rimasterizzare pagandoci pure l'equo compenso come se li avessi rubati ? Poi nient'altro ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 settembre 2009 11.37-----------------------------------------------------------
  • H5N1 scrive:
    La legge è uguale per tutti
    Questo si legge nei tribuanli italiani.Ma viene da domandarsi se non abbiano dimenticato un punto interrogativo a fine frase.Il vero problema è altrove.Se un tribunale sancisce che è lecito commettere una violazione di questo tipo la cosa preoccupante è che non è altresì verosimilmente prevedibile che, se la violazione fosse stata commessa dal fruitore dell'opera, si sarebbe avuta la stessa tolleranza.Mi spiego meglio.Da un lato abbiamo il diritto del consumatore alla copia personale e dall'altro il diritto di proteggere l'opera da eventuali contraffazioni e/o violazioni.Se impedire l'esercizio di un diritto è lecito per il detentore dei diritti dellìopera nei confronti del consumatore dovrebbe essere altrettanto lecito per il consumatore ledere il diritto di proteggere l'opera come ad esempio con l'uso di software appositamente studiato.Vorrei ricordare la vicenda di DVDDecrypter:http://www.slyck.com/news.php?story=818Sembra che tale filone di "pensiero" stia attecchendo anche nel Belpaese: il consumatore nulla può - i produttori tutto possonoRammento nuovamente che, almeno su piano teorico, la legge deve regolare, non difendere.Trovo concettualmente errato il principio secondo il quale la legge impedisca di commettere illeciti poichè il principio fondamentale di uno Stato di Diritto è l'uguaglianza delle persone sia fisiche che giuridiche di fronte ad un regolamento e la libertà di azione fatta salva, poi, la responsabilità che tale libertà comporta.Si sta davvero facendo la "XXXXX fuori dal vasino"...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 settembre 2009 02.09-----------------------------------------------------------
  • Marco Rinaldi scrive:
    Io ho la soluzione
    A: tolgono questi cavolo di DRMB: tengono i DRM, ma dentro la scatola mettono una copia supplementare (magari col cd non troppo rifinito con disegni ecc). Ovviamente se questo si rovina devono dare la possibilità di mandarglielo (se lo devono venire a prendere gratis) e rimandartene un'altra copia (a limite con un costo irrisorio, d'altronde facendosi la copia il supporto lo devi pur sempre comprare).Insomma se non vogliono che la gente possa farsi la propria copia allora che gliela facciano loro! Gratis ovviamente! (dato che già si è pagato)
  • Get Real scrive:
    Era prevedibile
    Purtroppo non era possibile altra risoluzione. Le Major hanno giri d'affari di miliardi di euro, garantiscono grandi contributi fiscali e posti di lavoro. Di fronte a tutto questo, la ragion di stato dice che le loro esigenze contano più delle richieste di milioni di cittadini che, per lo più, sono solo un peso sul bilancio statale.Il servaggio è inevitabile. La rivolta impossibile.
    • H5N1 scrive:
      Re: Era prevedibile
      La rivolta è in atto, non impossibile.Solo che non è come te l'aspetti.La "rete" è veicolo di informazione, ma anche di conoscenza.Inutile fare del falso perbenismo o moralismo: se vuoi sapere come aggirare le protezioni le informazioni sono lì.E chi le aggira è il rivoluzionario.
      • harvey scrive:
        Re: Era prevedibile
        Per ora grazie alla "rivoluzione" hanno solo nuovi strumenti per spillare soldi, tipo (appunto) l'equo compenso, che e' una presa in giro e fa solo spostare posti di lavoro, mica aumentarli (chi vendeva CD ora è chiuso)
        • Gabbiano di Rio scrive:
          Re: Era prevedibile
          L'equo compenso sui CD? basta comprarli all'estero...
          • pippuz scrive:
            Re: Era prevedibile
            - Scritto da: Gabbiano di Rio
            L'equo compenso sui CD? basta comprarli
            all'estero...credi che l'equo compenso si paghi soltanto in Italia? illuso.
          • harvey scrive:
            Re: Era prevedibile
            E' il principio....Perchè nei fatti preferisco non masterizzare niente, così proprio non prendono nulla, ne in italia ne all'esteroE' grottesco tassare un attività illegale.... ma oramai le leggi non hanno più logica.
  • misto scrive:
    Cornuti e mazziati
    Non puoi fare la copia privata, pero' devi pagare l'equo conpenso previsto per la copia privata.svegliatemi quando scoppia l'inevitabile rivoluzione. Io nel mentre vado in letargo in attesa di tempi migliori.
    • infame scrive:
      Re: Cornuti e mazziati
      OK, ma poi non lamentarti se dal letargo non ci uscirai più...
    • harvey scrive:
      Re: Cornuti e mazziati
      Non scoppierà mai la rivoluzione...Perche' i potenti mica sono scemi- La gente sta abbastanza bene da non voler rinunciare al benessere attuale- Non ci sono movimenti che vogliono il contrario- Con la tv fanno il lavaggio del cervello e lobotomia compresa (la gente preferisce vedere il grande fratello)
  • Msdead scrive:
    E' questione di tempo...
    Le protezioni stanno invece inabissandosi...anche se questo tribunale ha dato ragione agli studios...Proteggere i prodotti è giustissimo, a patto che queste non interferiscano con la fruizione del prodotto...poi dipende anche dal tipo di protezione che si è inclusa e dal suo funzionamento...Comunque dipende dai casi e ogni caso è storia a sè...
  • harvey scrive:
    Che schifo ....
    Sono veramente schifato che la giustizia sia così serva delle multinazionali ....Come minimo per vendere qualcosa con DRM una corte seria doveva imporre l'obbligo di scriverlo molto, ma molto grande sulla confezione, visto che ti da meno diritti di quanto scritto nella legge (può anche andar bene, basta che sia ben indicato, e non nascosto come oggi).Invece meglio togliere la legge, e siccome i politici oggi erano indaffarati, basta renderla non applicabile da un tribunale....L'unica cosa che mi consola, è che in italia i precedenti valgono come il due di picche, quindi se ci sarà un altro proXXXXX del genere, è come vederlo per la prima volta :D
    • H5N1 scrive:
      Re: Che schifo ....
      ...mentre obbligano a scrivere sulle sigarette che ti ammazzano.E quello lo sanno tutti...
      • harvey scrive:
        Re: Che schifo ....
        Ma mentre tutte le sigarette fanno male, non e' detto che tutti i CDDVD hanno sistemi anticopia. Quindi togli totalmente la possibilità al consumatore di scegliere ....Insomma, meglio piratare a questo punto, tanto non puoi nemmeno comprare quello che è tuo diritto
  • angros scrive:
    Ma se li tengano
    Si tengano i loro dvd originali, non li vogliamo.Tanto con le schifezze che fanno, ormai, non mi interessano più neanche gratis.Ormai, se esce un film decente all' anno (che non sia un sequel o un remake) è già tanto.C' è crisi, non riescono a vendere? Sono contento, quando saranno ridotti in miseria non ci romperanno più le scatole.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Ma se li tengano
      Tempo fa parlavo con un amico avvocato, e mi ha praticamente fatto passare la voglia di finire gli esami che sto facendo.Nel senso che lo scenario descritto da lui che è dentro è davvero fuori da ogni logica.Mi diceva che la soluzione è una sola: tornare indietro.Ovvero, se un giudice vede un problema, nessuna legge può impedirgli di prendere la decisione che meglio crede.Esempio pratico così si capisce meglio.Un tizio ruba milioni di euro in banca (frode, altro) però non viene scoperto con le mani nel sacco. Ha soldi a palate, villa e auto da sogno, ma tutti i conti sono all'estero e magari fa finta di abitare lì per via di facilitazioni finanziarie.Bene, in questo caso, ho il tizio da spiegazione del denaro usato per comprare quelle cose, oppure va in carere. Niente sul civile, è una cosa grave rubare a deve essere chiuso in galera.Quanto tempo per deciderlo? Bastano due udienze, fissate prima e con scadenze, cioè se non dici nulla entro il mese prossimo vai dritto in galera.Oppure, per rimanere in tema: il giudice capisce che una persona compra un film su dvd e non riesce a farsi una copia di backup. Dato che i dvd costano tanto ma il supporto nulla, o la casa produttrice fornisce due dvd (magari solo con una bustina senza disegni, per risparmiare) oppure si becca una multa di N milioni di euro per ogni giorno che passa.Ma ci vuole davvero tanto a fare una cosa del genere? Le leggi sono tantissime, troppe, è ora di svegliarsi e semplificare. Chi non ha nulla da nascondere non deve temere, mentre i ladri sono avvisati.[Fine dello sfogo]
      • infame scrive:
        Re: Ma se li tengano
        - Scritto da: Nome e cognome
        Tempo fa parlavo con un amico avvocato, e mi ha
        praticamente fatto passare la voglia di finire
        gli esami che sto
        facendo.finisci gli esami, lascia perdere gli amici che sparano XXXXXXXte e prova a pensare con la tua di testa, che fa solo bene...
    • darkham scrive:
      Re: Ma se li tengano
      tanto hanno il potere per brevettare un modo per prendere soldi solo in base a quante volte hai pensato ad un loro prodotto o meglio, il cinema la cui qualità crolla di mese in mese, ce lo faranno fare direttamente a noi, che pagheremo loro per essere pubblicati in qualche "cinetube", facendoli guadagnare sulla pubblicazione e sulla riproduzione, e, gia che ci sono, sui diritti d'autore....
  • del viero scrive:
    perche comprare un originale?
    Mi viene sempre piu' da chiedermi per quale motivo dobbiamo compraredegli originali.Paghiamo e non abbiamo nessun diritto, nemmeno di farci una misera copia di sicurezza, poi se ti va male ti installano un rootkit nelpc o ti fanno impazzire il lettore dvd.Se lo scarico da internet posso fare quante copie voglio, al limiteriscaricarlo e vederlo su tutti i dispositivi che voglio!L'unico vero sistema di protezione che potrebbe funzionare, lecito, chepiace a tutti (tranne a loro) e' abbassare di botto i prezzi!
    • Paolo scrive:
      Re: perche comprare un originale?
      Effettivamente il DRM fatto in questo modo penalizza ESCLUSIVAMENTE gli utenti legittimi.
    • pentolino scrive:
      Re: perche comprare un originale?
      vero, un po' di tempo fa ho acquistato dei dvd e me li volevo vedere sull' eeepc (che appunto non ha lettore dvd); ho provato a farene un rip per farne il classico avi e dopo due/tre tentativi non riusciti mi sono scaricato il torrent.Ma vi sembra possibile che non ho fatto nulla di male eppure ho commesso un reato? Roba da matti... a quel punto tanto vale saltare i primi passaggi ed andare direttamente al torrent... :-(
      • panda rossa scrive:
        Re: perche comprare un originale?
        - Scritto da: pentolino
        vero, un po' di tempo fa ho acquistato dei dvd e
        me li volevo vedere sull' eeepc Che tristezza: un display da 7 pollici e audio di qualita' infima!
        • pentolino scrive:
          Re: perche comprare un originale?
          tutto dipende dal contesto: anche 15" sarebbero decisamente d' impiccio sull' autobus affollato la mattina... :-)
          • panda rossa scrive:
            Re: perche comprare un originale?
            - Scritto da: pentolino
            tutto dipende dal contesto: anche 15" sarebbero
            decisamente d' impiccio sull' autobus affollato
            la mattina...
            :-)E' mio personalissimo parere che i film debbano essere fruiti stando sprofondati in una comoda poltrona, con un grosso schermo davanti, e le due casse posteriori dietro.Poi, se a te diverte guardarteli in piedi sull'autobus su uno schermo da 7 pollici e probabilmente cuffiette stereo, non so che dire: non e' l'atmosfera giusta.
          • pentolino scrive:
            Re: perche comprare un originale?
            - Scritto da: panda rossa
            E' mio personalissimo parere che i film debbano
            essere fruiti stando sprofondati in una comoda
            poltrona, con un grosso schermo davanti, e le due
            casse posteriori
            dietro.sono abbastanza d' accordo, nel mio caso erano appunto degli home video, non dei film
            Poi, se a te diverte guardarteli in piedi
            sull'autobus su uno schermo da 7 pollici e
            probabilmente cuffiette stereo, non so che dire:
            non e' l'atmosfera
            giusta.che ti devo dire, dovendo passare ogni giorno circa un' ora e mezza in autobus o mi guardo un home video, o leggo un libro o ascolto musica con le cuffiette o guardo dal finestrino... vedi tu :-)
          • panda rossa scrive:
            Re: perche comprare un originale?
            - Scritto da: pentolino
            che ti devo dire, dovendo passare ogni giorno
            circa un' ora e mezza in autobus o mi guardo un
            home video, o leggo un libro o ascolto musica con
            le cuffiette o guardo dal finestrino... vedi tu
            :-)No, vabbe', certo, ognuno ha i suoi problemi.Un home video effettivamente chissenefrega dell'impianto HD.E' che quando si parla di DVD io penso sempre ai filmoni, perche' in DVD prendo solo quelli: niente commedie, niente serie tv.E allora stavo figurandomi cose come Transformers sul 7 pollici e mi suonava molto male.
          • pentolino scrive:
            Re: perche comprare un originale?
            vedi? questione di punti di vista, a me per dire Transformer mi fa ca**re indipendentemente dal numero di pollici :-)
          • skyeye scrive:
            Re: perche comprare un originale?
            - Scritto da: pentolino
            Transformer mi fa ca**re indipendentemente dal
            numero di polliciquoto in pieno.. il secondo peggio del primo
          • H5N1 scrive:
            Re: perche comprare un originale?
            Ho letto con interesse la vostra discussione.Dovrebbe leggerla anche il giudice, per farsi un'idea della realtà fuori dalla carta...:)
          • Josafat scrive:
            Re: perche comprare un originale?
            Sì, in effetti la compresenza nella stessa frase di "Transwormers" e "filmone" è grammaticalmente scorretta. Sarebbe più corretto parlare di crash-boom-tette-bang-fx-corricorri-banf-figa!
          • pentolino scrive:
            Re: perche comprare un originale?
            quoto :-)
          • hibee72 scrive:
            Re: perche comprare un originale?
            - Scritto da: pentolino
            che ti devo dire, dovendo passare ogni giorno
            circa un' ora e mezza in autobus o mi guardo un
            home video, o leggo un libro o ascolto musica con
            le cuffiette o guardo dal finestrino... vedi tu
            :-)So che è pesantemente OT, però è proprio per questo che me ne sono andato via da Roma. Per non passare un'intera giornata col XXXX sulla mia macchina (o sui mezzi pubblici, tanto non fa differenza). E quando dico un'intera giornata intendo 24 ORE, 24 ore a settimana.La mia vita, come qualità, si merita di meglio.La mia famiglia si merita di meglio che vedermi sequestrato per un giorno intero a settimana. Ho più tempo per la mia casa, i miei passatempi (ora HO TEMPO per i passatempi!), i miei cari, la mia vita!!Questa Sì, che E' VITA!
          • pentolino scrive:
            Re: perche comprare un originale?
            ti rispondo in MP
          • pippo scrive:
            Re: perche comprare un originale?
            ma chissenefrega come li guardi tu i film!ti sembra questo il topic della discussione?
          • H5N1 scrive:
            Re: perche comprare un originale?
            E' pertinente.
          • panda rossa scrive:
            Re: perche comprare un originale?
            - Scritto da: pippo
            ma chissenefrega come li guardi tu i film!
            ti sembra questo il topic della discussione?Un film su dvd ha determinate caratteristiche che lo rendono migliore dallo stesso film su VHS o trasmesso dalla TV, o scaricato come screener dal mulo.Io fruisco i DVD guardandoli su un plasma da 42", e con l'audio che passa da un sintoampli 5.1, in DTS quando c'e' la traccia DTS, altrimenti in DD.Quindi quando dico "chissenefrega se non lo posso copiare" e' perche' non ho bisogno di copiarlo perche' tanto ne fruisco unicamente in quel contesto.Non c'e' proprio l'esigenza di fare una copia, per quanto mi riguarda.D'altra parte nei miei DVD, di serie TV non ce ne sono, di commedie pochissime (solo quelle che meritano di essere ricordate), perche' quelli sono prodotti tranquillamente fruibili su un Mivar da 20 pollici con audio in mono...Ho citato Transformers, non per dire che sia un bel film, ma come esempio del genere di film da vedere in DVD.
          • pentolino scrive:
            Re: perche comprare un originale?
            non direi che fosse offtopic, era un esempio di "necessità" in cui si veniva a creare una situazione tale per cui l' originale era decisamente svantaggioso in confronto al pirata per via di artificiali restrizioni imposti dal produttore al consumatore - per capirci meglio i DVD e Cd Audio protetti con tutti quei meccanismi di settori sballati etc. sono di fatto fuori standard
    • cerrrrrto scrive:
      Re: perche comprare un originale?
      per quel che mi riguarda il periodo delle vacche grasse per loro e' finito da un pezzo
  • Nome e Cognome scrive:
    Giusto
    I nostri diritti devono essere esercitati unicamente se non sono in contrasto con le necessità delle multinazionali.P.E. se io multinazionale decido di vendere aria in bottiglia devo poter impedire alla gente di respirare perché altrimenti non compereranno la mia aria in bottiglia.In fondo la soluzione in quel caso è molto semplice, è sufficiente inquinare a fondo sia l'aria che l'acqua e poi vendere l'aria in bottiglia, l'acqua in bottiglia e tutto il resto. Se uno vuole respirare o bere senza pagarmi semplicemente crepa a causa dell'inquinamento.In fondo il diritto ad avere aria e acqua pura è già stato negato da parte di alcuni tribunali.Inoltre, l'acqua in bottiglia esiste già, l'acqua inquinata anche (e dove è inquinata si compera quella in bottiglia), l'aria in bottiglia esiste pure quella, ma l'aria "selvaggia" è ancora respirabile quindi probabilmente mi sto sbagliando.
    • Utente non loggato scrive:
      Re: Giusto
      Da me l'acqua È inquinata. Arsenico, gas depuranti... Non si potrebbe usare neppure per fare la doccia... e parlano di privatizzare... Lo scenario purtroppo è già apocalittico.
      • infame scrive:
        Re: Giusto
        e la colpa di chi è, se non degli italioti che pensano solo al calcio e alle tette in TV?
        • Pippo Lacoca scrive:
          Re: Giusto
          Beh anche di quelli che fanno tutto sto qualunquismo...
          • hibee72 scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Pippo Lacoca
            Beh anche di quelli che fanno tutto sto
            qualunquismo...Qualunquismo una XXXX!Vediamo se la penserai uguale quando inizieranno a XXXXXXre anche nella cisterna dell'acqua di casa tua...
    • fred scrive:
      Re: Giusto

      P.E. se io multinazionale decido di vendere aria
      in bottiglia devo poter impedire alla gente di
      respirare perché altrimenti non compereranno la
      mia aria in bottiglia.pero' la sentenza del tribunale non dice esattamente questo;sempre restando nel paragone la sentenza dice che non posso usufruire dell'aria dentro la bottiglia se non la compro pero' non mi vieta di utilizzare l'aria se la trovo altrove.
    • CCC scrive:
      Re: Giusto
      - Scritto da: Nome e Cognome
      I nostri diritti devono essere esercitati
      unicamente se non sono in contrasto con le
      necessità delle
      multinazionali.
      P.E. se io multinazionale decido di vendere aria
      in bottiglia devo poter impedire alla gente di
      respirare perché altrimenti non compereranno la
      mia aria in
      bottiglia.sembra assurdo, ma qualcosa del genere già l'hanno fatta...anni fa in honduras (mi pare) lo stato ha dato in concessione l'acqua (tutta l'acqua) ad una multinazionale... la povera gente che raccoglieva l'acqua piovana veniva multata e/o arrestata perché "rubavano" l'acqua piovana sottraendola al "legittimo diritto" della multinazionale...
  • Alessio scrive:
    Butta male
    Siamo spacciati. Ora troveremo dappertutto lucchetti.
    • del viero scrive:
      Re: Butta male
      la soluzione e' semplice... non comprare piu' niente che abbia DRM!tanto prima o poi lo potrai scaricare slucchettato....
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Butta male
        Io ci sto attento, ma è "dura" non comprarli.Intendo perchè la gente comune non sa nemmeno cosa siano e compra il cartone animato per il figlio o un film da vedere insieme alla ragazza.Spero solo che succeda qualcosa di grosso così mandiamo a casa questi che vogliono DRM a tutti i costi anche sul file Excel della lista della spesa.
        • panda rossa scrive:
          Re: Butta male
          - Scritto da: Nome e cognome
          Io ci sto attento, ma è "dura" non comprarli.
          Intendo perchè la gente comune non sa nemmeno
          cosa siano e compra il cartone animato per il
          figlio o un film da vedere insieme alla
          ragazza.Ma finche' sono solo dispositivi anticopia sui DVD a me sinceramente frega poco. I DVD li guardo sull'impianto HT.Sulla musica invece e' diverso, perche' io prendo il CD, estraggo le tracce, le carico sulle varie chiavette per potermele portare in giro, e anche sull'hard disk dello stereo.E questo voglio poterlo continuare a fare.Se non potro' piu' estrarre le tracce audio dai CD originali, estrarro' le tracce audio da qualche altra parte.
          • Nocs scrive:
            Re: Butta male
            Qualunque cosa possa essere riprodotta da uno stereo è salvabile su un file Mp3. Basta un cavo jack-jack da 1 euro.Indipendentemente dalle protezioni.
          • panda rossa scrive:
            Re: Butta male
            - Scritto da: Nocs
            Qualunque cosa possa essere riprodotta da uno
            stereo è salvabile su un file Mp3. Basta un cavo
            jack-jack da 1
            euro.
            Indipendentemente dalle protezioni.Magari mi piacerebbe conservare la qualita' originale.Dal jack esce in analogica, devo ridigitalizzarla, e poi l'mp3 se comprime troppo, degrada.
          • cds scrive:
            Re: Butta male

            Dal jack esce in analogica, devo
            ridigitalizzarla, e poi l'mp3 se comprime troppo,
            degrada.Si vabbe'...se si parla di musicafrancamente tutti li' con il 48khz 16 bitnelle cuffie dell'ipod, mi fanno ridere.
          • Nocs scrive:
            Re: Butta male
            Chiaro che perdi qualcosa di qualità..ma sempre meglio che non avere la copia.Comunque sia se l'mp3 non ti soddisfa puoi sempre salvarlo in un formato non compresso.Ho fatto questa operazione qualche anno fa, anche da audiocassette (adesso per ovvi motivi non ne ho più bisogno), e la qualità dell'mp3 non era per niente scadente.Con le schede audio di oggi, anche solo quelle integrate nella scheda madre, dubito che il proXXXXX possa degradare tanto il segnale da sentire una qualche differenza (per un orecchio "normale").Resta il fatto che copiarsi il cd è una cosa ben diversa
          • Gabbiano di Rio scrive:
            Re: Butta male
            Però è legale :)
          • fred scrive:
            Re: Butta male
            Siamo quasi nel 2010, se del materiale non e' usufruibile per via del drm non e' detto per forza che ne dobbiamo usufruire.Siamo quasi nel 2010 e a differenza di anni fa ci sono un sacco di modi di occupare il tempo libero, mentre piu' di vent'anni fa la sera si guardava la tv o si noleggiava la videocassetta o non c'era nulla da fare; non e' un caso che si t****a molto meno di una volta, oggi ci sono troppe alternative.
      • Funz scrive:
        Re: Butta male
        - Scritto da: del viero
        la soluzione e' semplice... non comprare piu'
        niente che abbia
        DRM!
        tanto prima o poi lo potrai scaricare
        slucchettato....Io compro ogni tanto giochi allegati alle riviste, ma e va avanti così farò a meno.Mai comprato CD e DVD in vita mia.
      • cruelman scrive:
        Re: Butta male
        Esatto.Boikot. Non comprare niente.NIENTE.
Chiudi i commenti