Tariffe di terminazione, la UE non molla

La microlimatura delle tariffe decise dall'Autorità italiana non impressiona Bruxelles. Che anzi avverte: continueremo a controllare passo passo quello che combina l'Authority TLC del Belpaese

Roma – Dopo le clamorose rimostranze della Commissaria UE Viviane Reding e le proteste di tutti gli operatori alternativi e di migliaia di consumatori , AGCom offre una minima limatura alle tariffe di terminazione che presenta in conferenza stampa a Bruxelles: sebbene il significato che se ne sta dando in Italia sembri quello di un “ritrovato accordo” con la Commissione UE, la realtà che ben chiaramente appare nell’analizzare i fatti è diversa. La Reding, difatti, definisce la nuova proposta di Calabrò solo come “un passo nella direzione giusta” e non una soluzione, e ribadisce in più momenti “se gli impegni di AGCom verranno rispettati”, segnale che i rapporti sono compromessi e non c’è più serenità né tantomeno fiducia tra l’Autorità italiana e la super Commissaria UE alle telecomunicazioni, che arriva perfino a sottolineare che controllerà “da vicino” le future attività di AGCom.

Per comprendere l’accaduto bisogna poi tener conto che i poteri della Commissione, nel caso delle tariffe di terminazione, non permettevano di bloccare la delibera AGCom, per cui la limatura non può essere letta come un “accordo” a fronte di una trattativa tra pari; il solo significato che si può dare alla riduzione è quello di un gesto dell’Autorità italiana per tentare di contenere la dura presa di posizione di Bruxelles, e replicare alle proteste di consumatori ed operatori concorrenti.

Inoltre, nella lettera di risposta ufficiale ad AGCom, la Commissione UE ribadisce che i valori proposti da AGCom sono troppo alti e non allineati alla media europea, dato che in alcuni paesi europei già ora si applicano prezzi che l’Autorità invece propone solo per il 2011. Si critica inoltre la metodologia contabile applicata da AGCom nonché lo squilibrio che la decisione crea tra operatori grandi e piccoli. Si invita pertanto l’Authority a ripetere l’analisi non appena entrerà in vigore l’imminente raccomandazione sulle tariffe di terminazione, attesa per gennaio 2009.

Nonostante l’impegno odierno di AGCom di ridurre il livello delle tariffe di terminazione del 10% nel 2011 e di livellarle a 4,5 centesimi di euro nel 2012, questo è ancora fin troppo elevato: come già dimostrato da operatori concorrenti che hanno analizzato i bilanci pubblicati, già oggi i costi reali dei maggiori operatori non possono essere superiori a 4 centesimi, e nel 2012 dovrebbero trovarsi a non più di 1 centesimo. Il fatto stesso che AGCom faccia questo sconto, poi, è un ulteriore elemento utile a dimostrare che l’analisi effettuata non fosse basata su costi reali, giacchè in tal caso non sarebbe stato possibile ridurre le tariffe.

In base alle prime stime, quindi, lo “sconto” prodotto non comporta un calo sensibile nei sovrapprofitti che gli operatori mobili dominanti (Telecom e Vodafone) conseguiranno nel prossimo quadriennio, che è ancora stimabile in oltre 3 miliardi di euro che gravano interamente sulle tasche dei cittadini italiani, e che vanno a discapito della concorrenza.

Fatta questa mossa, ciò che è evidente è che l’autorità italiana non toglierà più un centesimo dalle tariffe proposte (fatto salvo un intervento a gamba tesa dell’autorità Antitrust, tanto auspicabile quanto improbabile).
Ma ciò che è altrettanto evidente, è che l’Italia si è definitivamente coperta di fango con le istituzioni comunitarie, e che AGCom si vedrà passare alla lente di ingrandimento da parte di Bruxelles qualsiasi provvedimento futuro.

Vorrei, quindi, conoscere di persona quei colleghi che hanno avuto il coraggio di scrivere i lanci di agenzia secondo cui la Reding era “soddisfatta”, e capire quale film abbiano visto.

Capitano Nemo
Morse.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • dany blue scrive:
    battuta
    Due alieni guardano il nostro sistema solarePrimo: Guarda ho trovato una pianeta abitabile, cosa fammo? Na' discarica o un parcheggio spaziale?L'altro guardando meglio: Bhe discarica e già, ma possiamo trasformala in parcheggio.
  • Riccardo Landi scrive:
    yellow submarine
    Beh meglio qualche balena morta che un sottomarino russo con una quarantina di testate MIRV a quattrocento miglia dalla costa.
    • picard12 scrive:
      Re: yellow submarine
      cosa hai mangiato? pane e volpe?La russia ha dei sottomarini che sono più letali per gli occupanti che per il resto del mondo. Lo stesso valga per il resto dell'armamento.(gli incidendi sono di più di quelli che noi sappiamo)Un'attacco nucleare da parte della russia è poco plausibile, nonostante le varie crisi internazionali..O forse sei rimasto alla baia dei porci?..è meglio che torni a studiare un pò di più
  • nome e cognome scrive:
    non per niente vige il detto...
    ... in culo alla balena!
  • ninjaverde scrive:
    LaNatura
    L'uomo occidentale ha la "vista corta".C'entra l'avidità e tutto il resto, ma se un "avido" ha un pochettino di intelligenza tale da interrogarsi sul futuro ormai prossimo, non ucciderebbe "la gallina dalle uova d'oro" per recuperare sugito una o due uova in più.In pratica oggi una parte importante dell'umanità continua a fregarsene dei danni alla Natura.Gi antichi consideravano la Natura (o Gea la Terra) come una grande Dea.Sapevano che gli Dei offesi si vendicavano.Oggi quasi nessuno crede ancora negli Dei antichi.Quindi nessuno pensa che Gea o la Natura si vendicherà.Ma la Natura (Dea o non Dea) si vendicherà.
    • teomondo scrofalo scrive:
      Re: LaNatura
      sì ma la domanda è: quando? quando la dea terra si vendicherà del nostro scempio? i posti di potere sono spesso occupati da gente che definire vecchia è fargli un complimento. è eufemistico affermare che costoro abbiano la vista corta. se il loro tornaconto è soddisfatto e se è vero che il fine giustifica sempre i mezzi, allora la ragione è morta.la dea terra si vendicherà, ma lo farà su di noi, o sui nostri figli.
      • painlord2k scrive:
        Re: LaNatura
        - Scritto da: teomondo scrofalo
        quando la dea terra si vendicherà del nostro scempio?Notare l'idealizzazione della Terra e della Natura come divinità senzienti.Classico ragionamento da ecologista ecocatastrofista, che considera gli esseri umani meno della Natura.Prima gli esseri umani e i loro diritti, poi il resto.
      • ninjaverde scrive:
        Re: LaNatura
        Purtroppo il discorso diventerebbe lunghetto...Ormai è chiaro che la Natura si stà vendicando dei soprusi umani, tutti lo sanno, ma c'è però sempre qualcuno che lo nega o che racconta balle o che inventa scuse.Ma del resto mettiamoci un pò nei "panni" della natura.Se tu fossi assalito da uno sciame di vespe a casa tua, e tuttavia sopravvivi a quel primo attacco, di sicuro alla prossima occasione ti attrezzeresti con i dovuti mezzi per abbattere lo sciame...anche se magari quelle vespe lì sono le figlie di quelle che ti hanno punto.La Natura ha tempi diversi dai nostri, ma nel suo insieme agisce nello stesso modo.E' la sua legge, non la nostra.Probabilmente c'è chi non vuol vedere queste cose o non ha figli o pensa che i suoi figli la passeranno liscia.I figli subiscono le conseguenze degli errori dei genitori. A volte ereditano benefici a volte solo i debiti. Questa è la relatà, per decifrare se è giusta o no, vi sono risposte diverse a seconda delle fedi, per chi non trova risposte fideistiche, potrebbe sembrare questa una legge inguista....ma forse non lo è....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 novembre 2008 18.01-----------------------------------------------------------
  • korova scrive:
    us navy = egoisti di merda!!
    I soliti pavidi bamboccioni americani ipervitaminizzati che giocano a fare i soldati.10 100 1000 9/11 :p @^(ghost)(geek)(newbie) :( :$(cylon)(amiga)(anonimo)
    • pippo scrive:
      Re: us navy = egoisti di merda!!
      - Scritto da: korova
      10 100 1000 9/11Spero che tu stia scherzando... ti rendi conto di quello che hai scritto?
    • bubu7te scrive:
      Re: us navy = egoisti di merda!!
      Eccone uno..... estremisti da una parte e anche dall'altra parte!Spero non legga il tuo post chi ha perduto un parente o un amico negli attentati del'11/9
      • Hussein scrive:
        Re: us navy = egoisti di merda!!
        - Scritto da: bubu7te
        Eccone uno..... estremisti da una parte e anche
        dall'altra
        parte!
        Spero non legga il tuo post chi ha perduto un
        parente o un amico negli attentati
        del'11/9Di certo tu non hai avuto parenti uccisi dalle bombe americane.Altro che 11/9....10 100 1000 10000 atomiche sugli USA!!!!
  • Tony G scrive:
    I nativi americani dicevano che...
    "Quando l'ultimo albero sara' stato abbattuto, l'ultimo pesce catturato e l'ultimo fime avvelenato, solo allora l'uomo bianco si rendera' conto che i soldi non si possono mangiare."Per come sta andando il mondo non erano molto lontani dalla verita'.La scusa degli "studi scientifici" dei giapponesi e la scusa della difesa dai "nemici" stanno gravemente minando la vita delle balene e acquatica in generale.N.B.Ho messo nemici tra parentesi perche' se guardiamo al crollo delgi USA e la crisi che li ha investiti ci possiamo rendere conto che i veri nemici non sono i fantomatici terroristi ma bensi il capitalismo selvaggio fatto dell'avidita' delle banche (e non solo) con mancanza totale di etica e zero considerazione x le vite umane.
    • amedeo scrive:
      Re: I nativi americani dicevano che...
      Chi ha visto i documentari sull'Isola di Pasqua, ricordera' come la rovina fu decretata dalla stupidita' degli uomini che per biechi motivi di potere ed orgoglio non si fermarono fino a quando non fu abbattuto l'ultimo albero. Mi sembra che la marina americana abbia lo stesso problema di miopia.
      • Ricky scrive:
        Re: I nativi americani dicevano che...
        La marina militare, assieme con tutte le altre sfaccettature della DIFESA, pensano solo a far ingrassare chi produce armi.Lo fanno di base con le "esercitazioni" tanto utili da essere inefficaci sia per gli attentati, sia per portare la LORO DEMOCRAZIA nei paesi con risorse utili alla nazione...Pensate veramente che personaggi capaci di mandare a morire centinai di giovani se ne freghino della vita dei cetacei?Tanto quando saranno morti tutti , e noi con loro, saranno passati abbastanza anni per sotterrare tutti gli attuali comandanti.Gli altri si arrangino...Egoismo , avidita', stupidita' rendono queste persone letali per la gente che vorrebero (nel loro mondo fantastico) proteggere.In un pianeta dove le cose stanno andando sempre peggio, dove la gente dovrebbe UNIRSI per risollevare le sorti di tutti, questi pensano a fare la guerra...Ma il genere umano e' fatto cosi'...chissa' se sopravvivera' a se stesso.
  • 0verture scrive:
    A volte ci vorrebbe un po' di film...
    ...fossimo dentro un film, adesso come minimo spunterebbero fuori capodogli incarogniti che farebbero affondare i sottomarini e le navi... purtroppo non è così...
    • lellykelly scrive:
      Re: A volte ci vorrebbe un po' di film...
      succederà come in un film di star trek, ma noi non riusciremo ad andare indietro nel tempo.ovviamente quel film non va preso alla lettara ma va interpretato, e sta succedendo proprio quello che avevano "predetto"
      • v1doc scrive:
        Re: A volte ci vorrebbe un po' di film...
        - Scritto da: lellykelly
        succederà come in un film di star trek, ma noi
        non riusciremo ad andare indietro nel
        tempo."E sicuro che questo non sia il momento appropriato per una colorita metafora, ammiraglio?". (cit.)
  • Pino scrive:
    [ot] x redaz
    "interferendo con il loro sistema di orientamento basato sul suolo"... semmai sul suono
  • Sergio scrive:
    ha ragione la US Navy
    In effetti ha ragione la US Navy: dopo il 2001 hanno l'obbligo di essere prudenti,e la sicurezza vien prima.Del resto si sono sacrificati tanti principi per la sicurezza, che volete che sia qualche cetaceo stressato?
    • lellykelly scrive:
      Re: ha ragione la US Navy
      alla terra è più utile l'uomo o i cetacei?
      • Megattera scrive:
        Re: ha ragione la US Navy
        - Scritto da: lellykelly
        alla terra è più utile l'uomo o i cetacei?Dici che 'sti geniacci della US Navy non hanno mai visto "Rotta verso la Terra"?
    • N.C. scrive:
      Re: ha ragione la US Navy
      Guarda che potevano anche adottare una versione depotenziata ed essere sicuri ugualmente. Invece devono per forza portare all'estinzione le balene ...
    • Matteo B. scrive:
      Re: ha ragione la US Navy
      Ma se gli unici due veri attacchi al territorio che abbiano mai subito, Pearl Harbour e 11 settembre, se li sono organizzati da soli in casa, che ci fanno coi sonar?
      • Mr.God scrive:
        Re: ha ragione la US Navy
        - Scritto da: Matteo B.
        Ma se gli unici due veri attacchi al territorio
        che abbiano mai subito, Pearl Harbour e 11
        settembre, se li sono organizzati da soli in
        casa, che ci fanno coi
        sonar?Eh beh, ti dicono "noi non siamo stati! Erano potenti e avrebbero visto tutto, solo che per caso erano puntati dall´altra parte" :D
      • MegaJock scrive:
        Re: ha ragione la US Navy
        Ecco un altro tredicenne con le mutande sporche di cacca.Lavati, buffone.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: ha ragione la US Navy
      contenuto non disponibile
    • Animalista scrive:
      Re: ha ragione la US Navy

      Del resto si sono sacrificati tanti principi per la
      sicurezza?Soprattutto l'Intelligenza.E se questo deve essere il principio ispiratore, perchè non sacrificare anche un po' di animali di specie umana (magari dei paesi africani più poveri, che tanto anche se protestano...) per testare armi chimiche e batteriologiche?L'uomo non è il padrone del pianeta Terra.
Chiudi i commenti