Tesla semaforo verde per le criptovalute: sboccia di nuovo l'amore

Tesla semaforo verde per le criptovalute: sboccia di nuovo l'amore

Dopo un lungo tira e molla, Tesla è di nuovo sul pezzo nella criptosfera dichiarandosi favorevole alle criptovalute per altri investimenti e non solo.
Dopo un lungo tira e molla, Tesla è di nuovo sul pezzo nella criptosfera dichiarandosi favorevole alle criptovalute per altri investimenti e non solo.

Secondo un recente deposito presso la SEC, Tesla sarebbe di nuovo favorevole alle criptovalute. Una notizia importantissima per il mondo crittografico, vittima di un lungo tira e molla dovuto ai messaggi contrastanti del suo CEO, Elon Musk.

Questa volta però, in “barba a tutta la faccenda”, Tesla ha preso una posizione più definitiva che rivela la sua propensione agli asset digitali e al mondo blockchain. Infatti, nella sua relazione trimestrale si legge:

Continuiamo ad adattare la nostra strategia di investimento per soddisfare i nostri obiettivi di liquidità e rischio, come investire nel governo degli Stati Uniti e in altri titoli negoziabili, risorse digitali e fornire finanziamenti relativi ai prodotti. Nel primo trimestre del 2021, abbiamo investito complessivamente 1,50 miliardi di dollari in risorse digitali. Il valore equo di mercato di tali risorse digitali detenute al 31 marzo 2022 era di 1,96 miliardi di dollari

Quindi Tesla ha affermato che continuerà a investire in risorse digitale e quindi in criptovalute. Infatti, continuando nella lettura del rapporto emerge un’ulteriore dichiarazione della società particolarmente interessante:

Crediamo nel potenziale a lungo termine degli asset digitali sia come investimento che come alternativa liquida alla liquidità. Come con qualsiasi investimento e coerentemente con il modo in cui gestiamo conti contanti e mezzi equivalenti basati su fiat, possiamo aumentare o diminuire le nostre disponibilità di risorse digitali in qualsiasi momento in base alle esigenze dell’azienda e alla nostra visione del mercato e delle condizioni ambientali.

Una buona notizia per il sentiment positivo degli investitori. Potrebbe essere un buon momento per detenere Bitcoin, visto che Tesla ne aveva acquistati per 1,50 miliardi di dollari. Aprendo un conto su Bitmex potrai acquistare la regina delle criptovalute ed esplorare un exchange fortemente votato a questo asset digitale.

Tesla prende posizione nei confronti delle criptovalute

Dopo un rapporto di amore e odio, fondamentalmente diffuso dai tweet di Elon Musk, la sua società Tesla ha preso una decisione. Come abbiamo potuto leggere dal rapporto trimestrale dell’azienda, la politica di investimento lascerà una porta aperta alle criptovalute.

In questo modo Tesla ha fatto sapere che, nonostante la diatriba sull’ecosostenibilità e il fatto che le sue auto vorrebbero essere a impatto zero, così come la sua produzione, gli asset digitali continueranno ad avere voce in capitolo.

Ricordiamo che Tesla aveva subito perdite per 101 milioni di dollari in bitcoin nel 2021. Sarà quindi la società a decidere se “aumentare o diminuire” le sue disponibilità di risorse digitali. A motivazione di questo, abilmente ha spostato l’attenzione dalla questione “ambiente” delle criptovalute a quella sulla volatilità:

Tuttavia, le risorse digitali possono essere soggette a prezzi di mercato volatili, che possono essere sfavorevoli nei momenti in cui potremmo volerli o aver bisogno di liquidarli. Inoltre, detenevamo titoli negoziabili a breve termine di $ 508 milioni al 31 marzo 2022.

Al momento però, sulla relazione trimestrale, Tesla non ha fatto sapere se e quando introdurrà i pagamenti crittografici per l’acquisto delle sue vetture elettriche. Il punto interrogativo, perciò, su questo argomento rimane ancora aperto.

Puoi investire in criptovalute oggi stesso puntando su Bitcoin. Bitmex è un exchange realizzato proprio per investire su questo asset digitale, anche se la disponibilità elencata è molto vasta, al pari delle più grandi piattaforme di scambio al mondo.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: SEC
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 3 mag 2022
Link copiato negli appunti