Texas, la sorveglianza è social

Quanto valgono i milioni di dollari spesi per tenere sotto controllo le frontiere della confederazione americana?

Se ne parla da anni , da quando il governatore repubblicano Rick Perry spingeva per l’installazione di una lunga serie di telecamere “distribuite” sul confine Texas-Messico da trasmettere poi in streaming online, di modo che un qualunque cittadino da qualsiasi parte del paese potesse controllare ed eventualmente segnalare attività illegali e sconfinamento clandestini.

Il sistema di “sorveglianza virtuale” è ora attivo, anche se in dimensioni ridotte rispetto a quanto preconizzato tre anni fa da Perry. Per quanto riguarda l’efficacia, inoltre, l’unico “crimine” sin qui individuato dagli “agenti virtuali” auto-arruolatisi online è stato il passaggio oltreconfine di circa 250 chilogrammi di marijuana .

Delle centinaia di cam preannunciate nel 2006, il sistema di sorveglianza distribuita conta al momento 13 CCTV posizionati in location segrete lungo il letto del fiume Rio Grande. Le autorità si tengono piuttosto abbottonate su dove precisamente si trovino le telecamere , sull’arresto condotto per mezzo delle segnalazioni dei netizen e sul numero di segnalazioni totali sin qui ricevute.

In compenso parla BlueServo , responsabile dell’hosting dei flussi video provenienti dalle CCTV e del sistema di registrazione e gestione dei potenziali vigilantes virtuali. Al momento sono più di 21mila coloro che si sono iscritti per poter scandagliare in tempo reale i confini degli States, i server hanno totalizzato 5 milioni di hit e le mail di segnalazione spedite ammontano a 1.000. Il tempo medio impiegato a guardare le cam è di otto minuti, continua a snocciolare BlueServo.

Se i 2 milioni di dollari dei contribuenti americani sin qui spesi per fermare il passaggio illegale di qualche chilo di “maria” non dicono granché sull’efficacia e la lungimiranza del virtual patrolling texano, il social cam-networking messo in piedi da BlueServo promette meraviglie almeno per quanto riguarda l’advertising on-line.

A ogni “agente” che voglia registrarsi al servizio è infatti richiesto di spifferare i dettagli sull’età, il sesso, la mail e il codice postale, tutte informazioni che, si anticipa già adesso, verranno date in pasto ai professionisti della pubblicità per coprire le spese necessarie a tenere in piedi l’infrastruttura e per il dovuto (ennesimo) profiling del netizen-consumatore.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • 610v4 scrive:
    Se ti becco ti ammazzo!
    come da oggetto.. quel grande figlio di buona mamma se lo becco dubito che potrà avvicinarsi nuovamente alla tastiera...e poi cosa è sta storia... tutti contro la pirateria!!! dove sono gli impavidi difensori della giustizzia???lo vorrei proprio leggere qualche articolo:major in ginocchio futro di informazioni riservate e pubblicazione su p2pfastweb si oppone dichiara che non fornirà più alcun nominativo!!!berlusconi dichiara: il software sarà libero!!! XD sono questi i titoli che vorre sentire... possibile che tutti gli smanettoni vogliano solo rempere i XXXXXX a noi cmuni mortali???60 E x un gioco ma siamo matti?
  • pentolino scrive:
    Solita storia...
    A parte che sembra il "virus albanese" per tutta la collaborazione da parte dell' utente che richiede per funzionare, siamo alle solite; chi ha win se lo becca, gli altri no.Morale: questo trojan non mi tange!
    • ciko scrive:
      Re: Solita storia...

      ha win se lo becca, gli altri
      no.lo dici anche tu:
      A parte che sembra il "virus albanese" per tutta
      la collaborazione da parte dell' utente che
      richiede per funzionare, siamo alle solite; chise lo scrivevano per linux funzinava allo stesso modo, visto quanta collaborazione richiede... gia' me lo immagino:READMEtar -zxvf virus.tar.gzcd virustype chmod 777 virus.shrun command: sudo ./virus.sh lollll
      • pentolino scrive:
        Re: Solita storia...
        sì però dovrebbero fare un controllo su quale sia la piattaforma, poi se è un sistema senza "sudo"? Insomma non così facile, molto più semplice farlo per win che tanto tutti i somari usano quello.P.S: onde evitare il consueto flame da parte dei troll specifico che non ho scritto che tutti quelli che usano win sono dei somari... leggete bene prima di rispondere
      • pabloski scrive:
        Re: Solita storia...
        si sarebbe inceppato all'inizio, con l'utente che domandava "ma cos'è il terminale?" :D
    • Ciano scrive:
      Re: Solita storia...
      - Scritto da: pentolino
      A parte che sembra il "virus albanese" per tutta
      la collaborazione da parte dell' utente che
      richiede per funzionareIl mitico "Virus Albanese" (rotfl) In questo momento voi ha ricevuto il virus albanese. Siccome noi di Albania non ha esperienza di software e programmazione, questo virus albanese funziona su principio di fiducia e cooperazione. Allora noi prega voi adesso formatta vostro ard disc e spedisce questo virus a tutti amici di vostra rubrica. Nel caso voi usate linux prego buttare questa emeil.Grazie per fiducia e cooperazione. AGGIORNAMENTO: Giunge notizia che il temibile Virus Albania ha subito un aggiornamento, infatti cè un grave bug di progettazione che ne inficia di molto la capacita di replicazione.Nella nuova versione 1.1 cè una piccola modifica che dice: Allora noi prega voi adesso PRIMA spedisce questo virus a tutti amici di vostra rubrica e DOPO formatta vostro ard disc PS: anche questo funziona solo con windows (rotfl)
    • LuNa scrive:
      Re: Solita storia...
      uh quanto quoto !
  • eheheh scrive:
    e questo sarebbe un trojan
    allora andava scaricatopoi andava eseguitosi limitava a cambiare il file hosts e far uscire dei popupma che razza di trojan è?è poco più di un jokefossero questi i trojan
    • NeC scrive:
      Re: e questo sarebbe un trojan
      Infatti a me sembra un programmino quasi simpatico, non una minaccia per gli utenti p2p; non capisco perchè i primi che hanno commentato se la siano presa tanto..
    • pabloski scrive:
      Re: e questo sarebbe un trojan
      può essere un testbed per verificare l'efficacia di alcune tattiche d'ingegneria sociale.....è noto ormai che l'utente windows medio è talmente stupido da eseguire qualsiasi schifezza, nonostante gli compaia la finestra dell'UAC
    • Anonymous scrive:
      Re: e questo sarebbe un trojan
      - Scritto da: eheheh
      allora andava scaricato

      poi andava eseguito

      si limitava a cambiare il file hosts e far uscire
      dei
      popup

      ma che razza di trojan è?

      è poco più di un joke

      fossero questi i trojanVirus Albanese: http://digilander.libero.it/andywebartist/humour/pc05.html
  • LuNa scrive:
    Windows
    Non è una trollata: ma scrivere un coso del genere su un sistema che da i poteri amministrativi all'utente standard è alla portata di un ragazzino di 13 anni. E Vista ? non è certo così diffuso da poter limitare il problema (e UAC, pur facendo pena, limita il problema)tutto questo potrebbe essere evitato con una semplicità incredibile, informando l'utente e facendo una patch di 5 righe che limiti l'utente standard dei sistemi windows.Solo questa modifica eliminerebbe di per sè la metà dei malware in circolazione. Troppo facile passare per una porta aperta.
    • pabloski scrive:
      Re: Windows
      purtroppo Vista non è così sicuro....la funzione zwCreateThread dell'API NT permette di bypassare gli IL, il che vuol dire poter iniettare codice in services.exe per esempio da un proXXXXX non privilegiato....il tutto ovviamente senza che UAC si attiviperò è vero che i malware writer stanno snobbando Vista per ora
    • AMEN scrive:
      Re: Windows
      - Scritto da: LuNa
      tutto questo potrebbe essere evitato con una
      semplicità incredibile, informando l'utente e
      facendo una patch di 5 righe che limiti l'utente
      standard dei sistemi
      windows.Giustissimo.Bisognerebbe però che le software house scrivessero software che gira in modalità non amministrativa....
      • pabloski scrive:
        Re: Windows
        ma infatti sotto Vista il software non gira in modalità Adminma durante l'installazione se non ottieni quei privilegi non puoi nemmeno scrivere i file in C:Programmi, nè tantomeno aggiungere chiavi al registro
  • Davide Impegnato scrive:
    Trojan
    Allora, un non-professionista ha scritto un trojan (che dovrebbe essere una cosa difficile, per un sistema sicuro) che genera pop-up del browser (sappiamo tutti quale browser) e che modifica il file hosts di un certo sistema.Trollate a parte, mi piacerebbe prendere quel XXXXXno, soltanto per il gusto di denunciare il writer per violazione della legge per quanto riguarda l'acXXXXX non autorizzato ai sistemi altrui e danneggiamento.
    • rockroll scrive:
      Re: Trojan
      - Scritto da: Davide Impegnato
      Allora, un non-professionista ha scritto un
      trojan (che dovrebbe essere una cosa difficile,
      per un sistema sicuro) che genera pop-up del
      browser (sappiamo tutti quale browser) e che
      modifica il file hosts di un certo
      sistema.

      Trollate a parte, mi piacerebbe prendere quel
      XXXXXno, soltanto per il gusto di denunciare il
      writer per violazione della legge per quanto
      riguarda l'acXXXXX non autorizzato ai sistemi
      altrui e
      danneggiamento.
    • rockroll scrive:
      Re: Trojan
      - Scritto da: Davide Impegnato
      Allora, un non-professionista ha scritto un
      trojan (che dovrebbe essere una cosa difficile,
      per un sistema sicuro) che genera pop-up del
      browser (sappiamo tutti quale browser) e che
      modifica il file hosts di un certo
      sistema.

      Trollate a parte, mi piacerebbe prendere quel
      XXXXXno, soltanto per il gusto di denunciare il
      writer per violazione della legge per quanto
      riguarda l'acXXXXX non autorizzato ai sistemi
      altrui e
      danneggiamento.Anche a me piacerebbe prenderlo quel XXXXXno, anzi quel troione; anzi prendere non tanto lui quanto i soldi che le ineffabili correttissimi majors gli avranno elargito... poi lascerei a voi il gusto di inchiappettarvelo (se di sesso maschile, avendo io altri gusti...)
  • Dovellas scrive:
    Sono contento.
    Noi utenti Windows non abbiamo timore perchè non usiamo programmi per scaricare.
    • gigio scrive:
      Re: Sono contento.
      - Scritto da: Dovellas
      Noi utenti Windows non abbiamo timore perchè non
      usiamo programmi per
      scaricare.davvero un ottima battuta, ah ah ah
    • vac scrive:
      Re: Sono contento.
      "Noi utenti Windows"Quel XXXXXn è fatto per windows quindi proprio per voi!
    • Il trattore scrive:
      Re: Sono contento.
      Per favore, ritirati a vita privata. Sei di una tristezza assurda e non fai ridere. Se volevi essere una parodia di Dovella, beh, sei uscita davvero deforme...
    • pabloski scrive:
      Re: Sono contento.
      sono d'accordo, infatti l'utente medio di Windows ottiene la sua copia pirata di Vista dalla bancarella dal marocchino di turno :D
Chiudi i commenti