Trump torna su Facebook e Instagram: è ufficiale

Trump torna su Facebook e Instagram: è ufficiale

Meta ha accolto la richiesta di Trump: gli account ufficiali su Facebook e Instagram saranno riattivati, ma sottoposti a nuove regole.
Meta ha accolto la richiesta di Trump: gli account ufficiali su Facebook e Instagram saranno riattivati, ma sottoposti a nuove regole.

Trascorsi poco più di due anni dal ban, Meta è pronta a riammettere Donald Trump sui propri social network, Facebook e Instagram. I due account ufficiali dell’ex Presidente USA, nonché potenziale candidato alle elezioni 2024 per il ritorno alla Casa Bianca, saranno dunque di nuovo attivi. Il gruppo ha però reso nota l’intenzione di introdurre regole ad hoc, con l’obiettivo di evitare che si possano verificare ulteriori reati. La ragione del reintegro è così spiegata: Il pubblico dovrebbe essere in grado di ascoltare ciò che i politici hanno da dire, così da prendere decisioni informate.

Meta riaccoglie Trump su Facebook e Instagram

È stata accolta la richiesta inoltrata nei giorni scorsi dal tycoon alla società guidata da Mark Zuckerberg. Potremmo dunque rivedere i suoi post comparire sulle piattaforme entro le prossime settimane, dopo un lungo stop imposto a causa delle responsabilità a lui imputate per quanto accaduto il 6 gennaio 2021 durante l’assalto al Campidoglio degli Stati Uniti. Una misura definita straordinaria, stabilita in circostanze straordinarie.

I social network si fondano sulla convinzione che il dibattito aperto e il libero flusso delle idee siano valori importanti, soprattutto in un momento che li vede minacciati in molte parti del mondo.

Trump di nuovo su Facebook e Instagram, dunque. Un’ulteriore violazione delle regole porterebbe però inevitabilmente a un’altra sospensione, dalla durata prevista tra un mese e due anni, a seconda della sua gravità.

Nell’occasione, Meta ha aggiornato le policy in merito ai contenuti che non rappresentano un’infrazione diretta, ma che potrebbero incoraggiare comportamenti violenti o dannosi, proprio come avvenuto nel gennaio di due anni fa: saranno sottoposti in futuro a restrizioni come l’impossibilità di condivisione. Agli account che li pubblicano, potranno poi essere applicate penalizzazioni in termini di accesso agli strumenti promozionali.

Ricordiamo che Donald Trump è già tornato su Twitter nei mesi scorsi, riammesso da Elon Musk dopo l’acquisizione del social network (e un sondaggio che ha coinvolto gli utenti), ma da allora è rimasto in silenzio. Preferisce interagire con i propri sostenitori attraverso Truth, la piattaforma messa online lo scorso anno dal suo gruppo TMGT. Per il momento.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Fonte: Meta
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 26 gen 2023
Link copiato negli appunti