Twitter: Elon Musk festeggia il record di utenti

Twitter: Elon Musk festeggia il record di utenti

Elon Musk ha comunicato che nell'ultima settimana ci sono state circa 2 milioni di iscrizioni al giorno (+66% rispetto allo stesso periodo del 2021).
Elon Musk ha comunicato che nell'ultima settimana ci sono state circa 2 milioni di iscrizioni al giorno (+66% rispetto allo stesso periodo del 2021).

Elon Musk ha smentito ancora una volta le previsioni negative. Stamattina ha pubblicato su Twitter alcune slide del suo discorso ai dipendenti, tra cui quelle che mostrano un incremento dei nuovi iscritti e del tempo trascorso sul social network dagli utenti. Sono inoltre elencate le novità in arrivo, tra cui i messaggi diretti con crittografia.

Dati positivi per Twitter, nonostante tutto

Musk aveva comunicato all’inizio del mese un aumento degli utenti attivi giornalieri monetizzabili (mDAU), ovvero il dato che interessa maggiormente agli inserzionisti. Il nuovo proprietario e CEO di Twitter ha ora svelato altre “metriche” interessanti. Il numero di nuove iscrizioni ha raggiunto una media di 2 milioni al giorno nell’ultima settimana. Si tratta di un incremento del 66% rispetto allo stesso periodo (10-16 novembre) del 2021.

Un’altra slide conferma l’aumento dei minuti trascorsi su Twitter dagli utenti: quasi 8 miliardi al giorno (+30%). Altre slide evidenziano la diminuzione delle impression per i tweet di incitamento all’odio e del numero di impersonificazioni (account fasulli) dopo la sospensione di Twitter Blue (dal 2 dicembre verranno introdotti badge di tre colori).

Ci sono infine le novità in arrivo per Twitter 2.0 “The Everything App”: advertising come intrattenimento, video, messaggi diretti cifrati, tweet con testo più lungo, rilancio della verifica con Twitter Blue e pagamenti. Secondo Musk, Twitter supererà un miliardo di utenti mensili nei prossimi 12-18 mesi.

Intanto ci sono altre due “gatte da pelare”. Il tribunale di Dublino ha emesso un’ingiunzione temporanea per bloccare il licenziamento di Sinead McSweeney, Vice Presidente del gruppo Public Policy. La dirigente non aveva risposto “sì” all’ultimatum di Musk, ricevendo un’email di dimissioni volontarie.

Il senatore democratico Ed Markey ha invece comunicato che Musk non ha risposto entro il 25 novembre alla sua richiesta di informazioni sul nuovo sistema di verifica degli account.

Il senatore chiede un intervento del Congresso per “porre fine all’era dell’autoregolamentazione delle Big Tech e approvare leggi che mettano la sicurezza degli utenti al di sopra dei capricci dei miliardari“.

Fonte: Twitter
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 27 nov 2022
Link copiato negli appunti