UE, l'open che fa risparmiare

Bruxelles vuole che gli enti pubblici del Vecchio Continente adottino in massa standard e tecnologie aperti, un'operazione destinata - secondo le stime della UE - ad affrancare da dipendenze e sprechi

Roma – La UE ha approntato una nuova guida di indirizzo per i responsabili IT dei vari livelli dell’amministrazione pubblica del Vecchio Continente, un’iniziativa tesa a facilitare il passaggio di comuni, regioni e stati agli standard e alle tecnologie open source con conseguente risparmio economico.

Stando a quanto sostiene Bruxelles, grazie a software e formati open si può arrivare a una riduzione di 1,1 miliardi di euro nei costi dell’amministrazione pubblica europea .

L’obiettivo primario della UE è quelli di evitare il fenomeno – sin troppo comune – del “lock-in” delle amministrazioni rispetto a un singolo prodotto o produttore, una eventualità deleteria che favorisce solo la proliferazione di soluzioni proprietarie, i cui produttori possono determinare l’andamento del mercato.

Il vice-presidente della Commissione Europea e responsabile per l’Agenda Digitale Neelie Kroes spiega che “gli standard aperti favoriscono la concorrenza, promuovono l’innovazione e consentono di risparmiare”. “La guida pubblicata oggi aiuterà le autorità nazionali a cogliere tutte le opportunità di innovazione ed efficienza”, continua Kroes.

La guida preparata dalla UE fornisce i “principi fondamentali” da seguire per garantire l’interoperabilità dei sistemi TIC e per valutare gli standard esistenti in modo “corretto e trasparente” prima della loro adozione. Bruxelles parla poi di riunioni da organizzare tra le parti interessate (fornitori di apparati e soluzioni TLC, amministrazioni pubbliche, società civile) così da far emergere casi di interesse e esempi virtuosi, esaminare i problemi in campo e “suggerire soluzioni comuni”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Menestrello scrive:
    Ottima per quel prezzo
    In effetti per quel prezzo è davvero un'ottima VGA come riportato anche qui: http://www.bitsandchips.it/9-hardware/3098-geforce-gtx-760-finalmente-alte-prestazioni-al-giusto-prezzo.Diciamo che stavolta, complice la concorrenza, NVIDIA è riuscita a tirar fuori un prodotto dal giusto rappoorto fra costi e prestazioni
  • Mario Rossi scrive:
    Economica
    200 + IVA che dire, più economica di così la tirano dietro...
Chiudi i commenti