UK, persi milioni di record

E' una epidemia. L'imbarazzo dell'amministrazione sale alle stelle

Londra – Niente da fare: non bastano le invocazioni di nuova sicurezza , i dati dei sudditi britannici continuano ad essere a rischio e se ne perdono le tracce, con conseguenze che interessano milioni di cittadini. L’ultima è di queste ore: sono andati perduti record relativi a 3 milioni di persone.

Stando alle cronache i supporti che contenevano i dati su 3 milioni di cittadini inglesi sono spariti negli USA, in particolare in Iowa, in una struttura da dove sarebbe stato sottratto (“è sparito”) un hard disk.

I dati comprendono nomi, cognomi, indirizzi fisici e email, numeri di telefono ma – si affretta a far sapere Downing Street – nessun dato finanziario.

Quelle informazioni erano gestite da un’azienda che aveva vinto la commessa governativa e riguardavano, in particolare, cittadini che avevano fatto richiesta per accedere all’esame teorico per il rilascio della patente di guida.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • FinalCut scrive:
    Dite valga la pena?
    Dite che valga la pena andarci?sarà organizzata in maniera professionale oppure sarà solo un caravanserraglio di geek?Non voglio fare flame, voglio solo evitare di prendere una fregatura perdendo tempo e basta.(linux)(apple)
  • Luca Astolfi scrive:
    meglio joomla o wordpress?
    che dite?
Chiudi i commenti