UK, un supermarket sostenibile

Fare la spesa e aiutare l'ambiente. Un supermercato utilizza gli ultimi ritrovati tecnologici per ridurre le emissioni di CO2, minimizzare il dispendio energetico e farsi pubblicità gratis

Roma – La ricerca di fonti di energia rinnovabili ed ecosostenibili è una tendenza in crescita costante con sviluppi a volte imprevedibili. Alla stazione della Tube londinese ricavano energia dai passi dei viaggiatori , altrettanto fanno presso la stazione di Shibuya , a Tokyo. Dunque non dovrebbe stupire sapere che presso un supermercato Sainsbury’s appena aperto presso porto britannico di Gloucester, all’alimentazione energetica pensano le soprattutto automobili dei clienti .

Nei parcheggi del supermercato sono stati installati i Kinetic Road Plates , pannelli ad altezza suolo capaci di trasformare la pressione esercitata dalle auto dei veicoli in transito in energia elettrica da trasferire poi agli impianti dello store . Con una produzione di energia stimata in 30 chilowatt orari, i pannelli dovrebbero essere più che in grado di sopperire al fabbisogno energetico dei checkout dello stesso parcheggio in cui sono installati.

Sviluppata da Highway Energy Systems , la tecnologia dei KRP non ha controindicazioni evidenti, non influenza negativamente l’efficienza dei veicoli che vi passano sopra e contribuisce in maniera sostanzialmente invisibile (i pannelli hanno angoli smussata per rendere trasparente il passaggio delle auto) a soddisfare il bisogno di elettricità del nuovo tempio del consumismo di Sainsbury’s.

Alison Austin, responsabile per l’ambiente di Sainsbury’s, dice che il nuovo sistema “è rivoluzionario”, esaltando il fatto che lo store è il primo (almeno in Europa) a utilizzare una tecnologia così avanzata e ad offrire ai clienti la possibilità di “giocare un ruolo attivo nel contribuire a rendere più verdi gli shop locali, senza alcuno sforzo o costo aggiuntivi”.

E pare che da Sainsbury’s siano parecchio seri nel voler intraprendere la strada dell’ecosostenibilità a misura di cliente , visto che oltre ai pannelli KRP il supermercato utilizza anche l’acqua piovana per lo scarico dei gabinetti, pannelli solari per riscaldare l’acqua durante l’estate, grosse vetrate e condotti sui tetti per massimizzare l’esposizione alla luce naturale, oscuratori automatici per le luci elettriche e il riciclaggio di aria prodotta dagli impianti frigoriferi per l’aria condizionata.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • francescanudi.1 scrive:
    lavoro x disabili
    salve sono francesca una ragazza disabile laureata in lingue e lett.stran e cerco lavoro..........abito a cosenza
  • Paolo P. scrive:
    Lo stipendio arriva dopo il lavoro
    Anche perche' a rischiare di piu' e' il dipendente, che prima lavora per un mese o 40-45 giorni e solo dopo riceve lo stipendio. Sapere se il datore di lavoro e' solvibile, se ha o no i soldi per pagarlo, se e' uno che sta per scappare con l'amante e la cassa, questo si dovrebbe poterlo sapere.Paolo
  • andy61 scrive:
    perché non ribaltare il ragionamento?
    E se le persone, prima di farsi assumere, chiederessero altrettanto al datore di lavoro ed ai dirigenti, per essere certi di andare a lavorare per un'organizzazione e per delle persone di specchiata moralità?Tutto sommato, se sta in piedi la prima ipotesi, può stare in piedi questa, ed a maggior ragione negli Stati Uniti, dove la questione morale dei governanti è sempre al primo posto ...... così, tanto per vedere le cose da un altro punto di vista ...
    • invasore scrive:
      Re: perché non ribaltare il ragionamento?
      - Scritto da: andy61
      E se le persone, prima di farsi assumere,
      chiederessero altrettanto al datore di lavoro ed
      ai dirigenti, per essere certi di andare a
      lavorare per un'organizzazione e per delle
      persone di specchiata
      moralità?

      Tutto sommato, se sta in piedi la prima ipotesi,
      può stare in piedi questa, ed a maggior ragione
      negli Stati Uniti, dove la questione morale dei
      governanti è sempre al primo posto
      ...

      ... così, tanto per vedere le cose da un altro
      punto di vista
      ...quoto in pieno
    • claudia selvetti scrive:
      Re: perché non ribaltare il ragionamento?
      - Scritto da: andy61
      E se le persone, prima di farsi assumere,
      chiederessero altrettanto al datore di lavoro ed
      ai dirigenti, per essere certi di andare a
      lavorare per un'organizzazione e per delle
      persone di specchiata
      moralità?

      Tutto sommato, se sta in piedi la prima ipotesi,
      può stare in piedi questa, ed a maggior ragione
      negli Stati Uniti, dove la questione morale dei
      governanti è sempre al primo posto
      ...

      ... così, tanto per vedere le cose da un altro
      punto di vista
      ...
  • non proprio scrive:
    Re: vi immaginate...
    in uno stato canaglia la notizia non sarebbe neanche uscita.in uno stato canaglia non hanno bisogno di chiedertelo...lo sanno gia'.in uno stato canaglia uno come te che osa contestare sarebbe gia' stato prelevato e condotto in prigione.
    • pikk scrive:
      Re: vi immaginate...
      - Scritto da: non proprio
      in uno stato canaglia la notizia non sarebbe
      neanche
      uscita.

      in uno stato canaglia non hanno bisogno di
      chiedertelo...lo sanno
      gia'.

      in uno stato canaglia uno come te che osa
      contestare sarebbe gia' stato prelevato e
      condotto in
      prigione.Invece negli stati democratici come gli USA e i paesi dell'Unione Europea si rapisce la genete e si manda negli "stati canaglia" per non sXXXXXrsi le mani.
  • belo scrive:
    Re: vi immaginate...
    No, non l'avrebbero mai scritto in quel modo. Soprattutto per l'accento su «qui».
  • fred scrive:
    In italia l'opposto
    Fate il raffronto con i politici che ci ritroviamo per capire la diversita'.
    • atamata scrive:
      Re: In italia l'opposto
      - Scritto da: fred
      Fate il raffronto con i politici che ci
      ritroviamo per capire la
      diversita'.
  • nome cognome scrive:
    beh non male
    Visto che utilizzare dati di login che non ti appartengono è un reato (Computer Fraud Act mi pare si chiami il testo di legge).Senza contare il fatto che gli account scoperti ad essere forniti in questo modo sarebbero immediatamente terminati in quanto compromessi dal punto di vista degli amministratori dei vari siti.Già avere un'idea del genere è parecchio brutto, sostenerla è demenziale... tra l'altro sono abbastanza sicuro che anche negli US un'iniziativa del genere sia anti-costituzionale.
    • H5N1 scrive:
      Re: beh non male
      Sembrerebbe di sì, a meno che ad attuarla non fossero organi Federali :)Fosse per me, una class action ci starebbe tutta.
    • pikk scrive:
      Re: beh non male
      Mi consola comunque sapere che ci sono luoghi in cui l'ignoranza informatica è peggiore che in Italia.
      • pikk scrive:
        Re: beh non male
        - Scritto da: pikk
        Mi consola comunque sapere che ci sono luoghi in
        cui l'ignoranza informatica è peggiore che in
        Italia.In Italia? E' uguale. Nel senso che un politico o un'amministrazione che fa richieste del genere è composta da bovini, esattamente come in Italia
  • Angelo Manganaro scrive:
    Per diventare impiegati del comune...
    Condivido la scelta del comune per la risposta loro fornita, ma contestualmente voglio lanciare un sasso: E per essere amministrati, Visto il curriculum giudiziario di Buona parte degli amministratori del governo centrale...bisogna averlo pulito oppure loro fanno eccezzzzzione veramente.Saluti Angelo
    • Lanf scrive:
      Re: Per diventare impiegati del comune...
      A questo punto anche i datori di lavoro devono fornire gli stessi dati per permettere i cittidini amministrati di controllare la moralità degli amministratori.;)Lanf
  • motoli scrive:
    Ingenui
    E che ci vuole a creare un account fittizio, creato ad hoc, da fornire a richiesta?Mica bisogna dare le proprie credenziali vere...soprattutto se si utilizza un nick strano.
    • Zago scrive:
      Re: Ingenui
      - Scritto da: motoli
      E che ci vuole a creare un account fittizio,
      creato ad hoc, da fornire a
      richiesta?
      Mica bisogna dare le proprie credenziali
      vere...soprattutto se si utilizza un nick
      strano.Basta dire che non si fa uso di feisbuk, maispeis, gimeil etc etc ed infondo specificare che su iùporn non serve la password
      • Funz scrive:
        Re: Ingenui
        - Scritto da: Zago
        - Scritto da: motoli

        E che ci vuole a creare un account fittizio,

        creato ad hoc, da fornire a

        richiesta?

        Mica bisogna dare le proprie credenziali

        vere...soprattutto se si utilizza un nick

        strano.


        Basta dire che non si fa uso di feisbuk,e bravo, poi vedono che c'hai l'account con nome e foto, e devi pure stare li a giustificarti perché gli hai raccontato una balla!Mi chiedessero una cosa simile li manderei educatamente a fare in cu*o.
        • Funz scrive:
          Re: Ingenui
          - Scritto da: Funz
          - Scritto da: Zago

          - Scritto da: motoli


          E che ci vuole a creare un account fittizio,


          creato ad hoc, da fornire a


          richiesta?


          Mica bisogna dare le proprie credenziali


          vere...soprattutto se si utilizza un nick


          strano.





          Basta dire che non si fa uso di feisbuk,

          e bravo, poi vedono che c'hai l'account con nome
          e foto, e devi pure stare li a giustificarti
          perché gli hai raccontato una
          balla!
          Mi chiedessero una cosa simile li manderei
          educatamente a fare in
          cu*o.anzi no, gli direi OK, ma in cambio dovete darmi acXXXXX completo a tutti i vostri server aziendali e all'archivio delle mail dei dirigenti, non vorrei mai finire in un'azienda dove si fanno giochetti coi bilanci, o si viola la legge in qualsiasi modo...
        • H5N1 scrive:
          Re: Ingenui
          Io sarei più fine e, citando il caro compianto Ferruccio Amendola che doppiava Tomas Milian, direi loro di "considerarsi mandati affanc*lo" :)
  • derek scrive:
    casa...
    Come dare una copia delle chiavi di casa al proprio datore di lavoro e dargli la possibilita' di entrare quando piu' gli aggrada...
  • guast scrive:
    Qualita
    Accetteranno di fornire le passwords solo quelli tanto disperati da voler sottostare alle peggiori condizioni.Rinforzeranno i loro ranghi con persone moralmente irreprensibili, ma incapaci.
  • Trunk scrive:
    Delirio
    Semplicemente una parola: delirio.
  • Dzamir scrive:
    O_o
    Continuando così, fra poco ti obligheranno a girare un filmino mentre fai sesso con l'amata e poi vorranno pure vederlo per controllare quanto sei pervertito O_o
    • aaaaa scrive:
      Re: O_o

      Continuando così, fra poco ti obligheranno a
      girare un filmino mentre fai sesso con l'amata e
      poi vorranno pure vederlo per controllare quanto
      sei pervertito
      O_ola cosa che fa piu' paura e' che ormai molti sarebbero anche disposti a farlo ;)
Chiudi i commenti