UK, un supermarket sostenibile

Fare la spesa e aiutare l'ambiente. Un supermercato utilizza gli ultimi ritrovati tecnologici per ridurre le emissioni di CO2, minimizzare il dispendio energetico e farsi pubblicità gratis
Fare la spesa e aiutare l'ambiente. Un supermercato utilizza gli ultimi ritrovati tecnologici per ridurre le emissioni di CO2, minimizzare il dispendio energetico e farsi pubblicità gratis

La ricerca di fonti di energia rinnovabili ed ecosostenibili è una tendenza in crescita costante con sviluppi a volte imprevedibili. Alla stazione della Tube londinese ricavano energia dai passi dei viaggiatori , altrettanto fanno presso la stazione di Shibuya , a Tokyo. Dunque non dovrebbe stupire sapere che presso un supermercato Sainsbury’s appena aperto presso porto britannico di Gloucester, all’alimentazione energetica pensano le soprattutto automobili dei clienti .

Nei parcheggi del supermercato sono stati installati i Kinetic Road Plates , pannelli ad altezza suolo capaci di trasformare la pressione esercitata dalle auto dei veicoli in transito in energia elettrica da trasferire poi agli impianti dello store . Con una produzione di energia stimata in 30 chilowatt orari, i pannelli dovrebbero essere più che in grado di sopperire al fabbisogno energetico dei checkout dello stesso parcheggio in cui sono installati.

Sviluppata da Highway Energy Systems , la tecnologia dei KRP non ha controindicazioni evidenti, non influenza negativamente l’efficienza dei veicoli che vi passano sopra e contribuisce in maniera sostanzialmente invisibile (i pannelli hanno angoli smussata per rendere trasparente il passaggio delle auto) a soddisfare il bisogno di elettricità del nuovo tempio del consumismo di Sainsbury’s.

Alison Austin, responsabile per l’ambiente di Sainsbury’s, dice che il nuovo sistema “è rivoluzionario”, esaltando il fatto che lo store è il primo (almeno in Europa) a utilizzare una tecnologia così avanzata e ad offrire ai clienti la possibilità di “giocare un ruolo attivo nel contribuire a rendere più verdi gli shop locali, senza alcuno sforzo o costo aggiuntivi”.

E pare che da Sainsbury’s siano parecchio seri nel voler intraprendere la strada dell’ecosostenibilità a misura di cliente , visto che oltre ai pannelli KRP il supermercato utilizza anche l’acqua piovana per lo scarico dei gabinetti, pannelli solari per riscaldare l’acqua durante l’estate, grosse vetrate e condotti sui tetti per massimizzare l’esposizione alla luce naturale, oscuratori automatici per le luci elettriche e il riciclaggio di aria prodotta dagli impianti frigoriferi per l’aria condizionata.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 06 2009
Link copiato negli appunti