Un software italiano in Apple

L'azienda della Mela sceglie un prodotto dell'italiana Active per la sua Collection


Gorizia – Apple ha scelto “Personal Business”, un software realizzato dall’italiana Active , come prodotto da inserire nella Software Collection in bundle con gli iMac venduti in Italia.

Gli acquirenti italiani di iMac troveranno dunque il programmillo pensato per “aiutare le famiglie nella transizione verso l’Euro” e offrire strumenti di organizzazione personale e di gestione delle spese e dei conti.

Nella Software Collection entra dunque per la prima volta un software interamente sviluppato in Italia. Per saperne di più clicca qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sempre meglio di TIN
    almeno hanno dimostrato professionalità.TIN all'uscita dell' ADSL in italia ha dato i primi modem USB Alcatel con alimentatori sottopotenziati e posso dimostrarlo perchè sotto il case del modem c'è ben scritto quanto richiede che non corrisponde a quanto scritto sull'alimentatore (quindi non ci voleva un genio per accorgersene)...dopo che l'ho fuso 2 volte e mi è stato per due volte sostituito(la seconda dovendo insistere parecchio) me lo sono andato a comprare da un'elettricista a mie spese.Ah dimenticavo, non è stato un caso isolato 2 miei amici che hanno sottoscritto ADSL con me hanno fatto la mia stessa cosa...TRISTEZZA.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre meglio di TIN
      Ma fammi capire, gli alimentatori li produceva Tin o Alcatel? - Scritto da: Matteo
      almeno hanno dimostrato professionalità.TIN
      all'uscita dell' ADSL in italia ha dato i
      primi modem USB Alcatel con alimentatori
      sottopotenziati e posso dimostrarlo perchè
      sotto il case del modem c'è ben scritto
      quanto richiede che non corrisponde a quanto
      scritto sull'alimentatore (quindi non ci
      voleva un genio per accorgersene)...dopo che
      l'ho fuso 2 volte e mi è stato per due volte
      sostituito(la seconda dovendo insistere
      parecchio) me lo sono andato a comprare da
      un'elettricista a mie spese.Ah dimenticavo,
      non è stato un caso isolato 2 miei amici che
      hanno sottoscritto ADSL con me hanno fatto
      la mia stessa cosa...TRISTEZZA.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sempre meglio di TIN
        - Scritto da: picx

        Ma fammi capire, gli alimentatori li
        produceva Tin o Alcatel?
        Direi Alcatel. Ma io il contratto l'ho fatto con Tin e loro dovevano farmi assistenza. Il mio disappunto non è per il pezzo difettoso che può sempre capitare ma per l'incapacità di risolvere l'errore. Gli impiegati TItalia (per la cronaca e senza doppi sensi "Gentilissimi")non sapevano più cosa dirmi e dopo 45 giorni di promesse sono dovuto andare a comprarmelo. Ovviamente senza ricevere nessuno sconto sui giorni di connessione persi (e credimi prima dell'adeguamento delle tariffe ADSL640 non costava certo come adesso..)
Chiudi i commenti