Una nuova alleanza per il codec open del futuro

I colossi di rete si coalizzano per lo sviluppo di un formato video che sia soprattutto e a codice aperto: sono della partita i big dell'advertising (Google) e del video (Netflix) così come i difensori del FOSS (Mozilla)

Roma – Amazon, Cisco, Google, Intel, Microsoft, Mozilla e Netflix sono i membri fondatori di Alliance for Open Media (AOM), un consorzio che si prefissa l’obiettivo di creare formati video, codec e tecnologie di nuova generazione per servire esclusivamente il “pubblico interesse”. Il codice sviluppato sarà rilasciato sotto licenza open source, e non sarà richiesto il pagamento delle royalty per lo sfruttamento degli (eventuali) brevetti.

La richiesta di contenuti di rete (audio, video, immagini) di alta qualità cresce così come fa lo streaming di video con risoluzioni superiore al classico Full HD, dice la neonata alleanza, e i nuovi formati ideali per l’Ultra HD come HEVC /H.265 sono oberati di costi economici impossibili da sostenere tranne che per i grandi fornitori di servizi telematici come l’onnipresente YouTube.

AOM, per contro, creerà prima di tutto un formato video dotato di spiccate doti di interoperabilità e openness, ottimizzato per l’uso sul Web, scalabile su “qualsiasi” dispositivo moderno o banda di rete, progettato per non consumare troppe risorse hardware, capace di fornire streaming di alta qualità e flessibile per l’utilizzo sia in contesti commerciali che non.

Le aziende partecipanti alla nuova iniziativa garantiscono di “liberare” il nuovo formato dal peso economico dei brevetti in loro possesso; dal punto di vista legale, come sottolinea Mozilla , la partnership è strutturata come un progetto di tipo Joint Development Foundation (JDF) e farà da “scudo” al lavoro dei suoi membri tramite la revisione dei brevetti messi in comune.

Pensata come un progetto a lungo termine destinato a dare i suoi frutti solo da qui a qualche anno, AOM dovrebbe promuovere la diffusione dei contenuti 2K/4K in formato “standard”, lavorando assieme al World Wide Web Consortium (W3C) e accorpando gli sviluppi già in corso per i codec next-gen/Ultra HD alternativi ad H.265 come VP10 di Google .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Soluzione
    Per eliminare le finestrelle invadenti, le inutili e fastidiose strisce dell'informativa sui cookies (pure i siti stranieri adesso te la ficcano!), i boxini che scrollano in basso pur di non levarsi dai co****ni (che odio!), e in generale tutte le parti della pagina che non servono e distraggono solo (colonne laterali, header, footer, boxini social vari e altra mer*a), consiglio uBlock. Un click dx sull'elemento da eradicare per sempre, e via.Da ripetere per tutti i siti che frequentate di più, ci vuole un po' di tempo all'inizio ma in breve avrete una navigazione web pulita pulita per il 95% del tempo.
  • Nicola scrive:
    Google massacrapalle
    google massacra le palle con:- "Chrome è stato aggiornato [X]" tutte le volte che apri il browser su mobile.- "Chrome desidera usare la tua posizione" TUTTE le sante volte che apri maps da mobile. Ma vaff!!A parte questo: dovrebbe farsi sentire con la UE, per eliminare l'assurdo e ridicolo popup dei cookie.
  • Guiniscalco scrive:
    Morte alle app e a chi le ha inventate
    e a chi ha inventato sta XXXXXta degli store.(vabbè che è gia morto, ma troppo tardi però)
  • AxAx scrive:
    Morte alle app
    E a chi ha inventato questa inutile str...
  • hhhh scrive:
    come google news, giusto?
    news.google.com fa esattamente questa cosa fastidiosissima di proporti l'installazione dell'app. E lo fa con un'insistenza da stalkerSi filtreranno da soli? Ahah son sempre gli altri quelli che non sanno come deve funzionare il web, vero Google?
  • politepolarbear scrive:
    Applaudo alla modifica di Google.
    Applaudo alla modifica di Google.Odio i siti che sul telefonino mi impedisconodi leggere una pagina web offrendomi una appche fa la stessa identica cosa.Se ho già il browser che mi serve una app in più?
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Applaudo alla modifica di Google.
      varrà anche per quelle testate online, che vogliono farsi pagare per essere visitate sui dispositivi mobili?
    • barcollo scrive:
      Re: Applaudo alla modifica di Google.
      ti sei registrato per dirlo?! devi proprio odiarli quei siti XD
      • ... scrive:
        Re: Applaudo alla modifica di Google.
        - Scritto da: barcollo
        ti sei registrato per dirlo?! devi proprio
        odiarli quei siti
        XD[img]http://i1.wp.com/theverybesttop10.files.wordpress.com/2013/04/the-world_s-top-10-best-images-of-laughing-horses-6.jpg?resize=550%2C525[/img]
Chiudi i commenti