Valentino e Amazon per combattere la contraffazione

Il marchio italiano e il colosso dell'e-commerce hanno denunciato l'azienda newyorkese Kaitlyn Pan Group per la vendita di scarpe contraffatte.
Il marchio italiano e il colosso dell'e-commerce hanno denunciato l'azienda newyorkese Kaitlyn Pan Group per la vendita di scarpe contraffatte.

Insieme per contrastare il fenomeno della contraffazione online: la casa di moda italiana Valentino e il colosso dell’e-commerce Amazon hanno unito le loro forze con l’obiettivo comune di interrompere l’attività di Kaitlyn Pan Group, società con sede a New York che attraverso il proprio portale vende calzature e accessori.

Valentino e Amazon contro le Rockstud false

In particolare il dito è puntato contro la distribuzione di un paio di scarpe da donna, il modello Rockstud, scovato sul sito in una versione non originale. Riportiamo di seguito in forma tradotta quanto si legge nella denuncia.

Nonostante le molte notifiche per infrazione e un ordine “cease and desist”, Kaitlyn Pan ha continuato a importare, distribuire, vendere e offrire prodotti contraffatti attraverso kaitlynpanshoes.com.

L’iniziativa legale è di rilievo per due motivi: rappresenta per il gruppo di Seattle la prima causa di questo tipo portata avanti insieme un marchio (anche per Valentino è la prima volta al fianco di una piattaforma online) e dà seguito alle voci di corridoio non confermate che vorrebbero la società di Bezos pronta a lanciare un nuovo sito dedicato a moda e lusso, per rafforzare la propria posizione in un ambito dove tra gli altri opera già Alibaba con Tmall Luxury Pavilion. La mossa non è però vista di buon occhio da brand come LVMH proprio per le problematiche legate al fenomeno della contraffazione.

Amazon ha reso noto di aver chiuso l’account di Kaitlyn Pan Group sul proprio e-commerce nel settembre dello scorso anno.

Fonte: Reuters
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti