Velocità fibra: Adiconsum chiede intervento AGCOM

Velocità fibra: Adiconsum chiede intervento AGCOM

Adiconsum chiede l'intervento di AGCOM per obbligare gli operatori ad indicare con chiarezza la tecnologia FTTH usata e la velocità minima garantita.
Adiconsum chiede l'intervento di AGCOM per obbligare gli operatori ad indicare con chiarezza la tecnologia FTTH usata e la velocità minima garantita.

In seguito all’annuncio di Iliad, Adiconsum ha avviato un’indagine per verificare se gli operatori telefonici forniscono informazioni chiare sulle caratteristiche delle offerte FTTH. L’associazione dei consumatori ha rilevato poca trasparenza, soprattutto nell’indicazione della reale velocità della connessione.

Abbonamenti FTTH: informazioni poco chiare

Adiconsum spiega che l’indagine è stata avviata dopo l’annuncio di Iliad, la cui offerta ha ricevuto le critiche del Codacons, in quanto considerata ingannevole. Gli utenti possono conoscere il tipo di connessione grazie al sistema dei semafori realizzato da AGCOM, ma il colore verde della FTTH non è sufficiente per avere tutti i dettagli. Gli operatori usano infatti diverse tecnologie e non indicano in modo chiaro la reale velocità.

Solo dopo la verifica dell’indirizzo di attivazione dell’abbonamento è possibile scoprire la tecnologia utilizzata (GPON, EPON, XGS-PON) e quindi la corrispondente velocità massima in download: 2,5 Gbps, 5 Gbps e 10 Gbps. In base alle informazioni pubblicate sui rispettivi siti, Adiconsum ha rilevato quanto segue:

  • Tiscali e Sky WiFi utilizzano GPON con velocità massima di 1 Gbps
  • WindTre offre una velocità massima fino 1 Gbps, ma non specifica la tecnologia
  • Fastweb utilizza GPON con velocità massima di 2,5 Gbps (per alcuni utenti fino a 1 Gbps)
  • Vodafone offre una velocità massima di 2,5 Gbps, ma non specifica la tecnologia
  • Iliad utilizza EPON (velocità massima di 5 Gbps, ma solo usando tutte le porte Ethernet e WiFi) e GPON (velocità massima di 1 Gbps)
  • TIM propone tre abbonamenti: due con tecnologia GPON (velocità massima di 1 e 2,5 Gbps) e uno con tecnologia XGS-PON (velocità massima di 10 Gbps)

Secondo l’associazione dei consumatori, gli utenti non sanno quale tecnologia verrà utilizzata e la velocità reale della connessione. Adiconsum chiede quindi l’intervento di AGCOM per stabilire parametri di confronto certi e chiari. Gli operatori dovrebbero indicare sempre la velocità minima garantita e la velocità massima per ogni tecnologia utilizzata.

Consulta tutte le ultime offerte di Punto Informatico.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Adiconsum
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 16 feb 2022
Link copiato negli appunti