VeriChip, clonarlo è ancora più facile

Il chip sottopelle che si sta diffondendo in diversi ambienti, soprattutto in nordAmerica, è da tempo al centro di hacking di vario genere. Ora online c'è anche il clone-tutorial

Roma – Non trova pace una delle tecnologie più interessanti e controverse dell’era digitale, il VeriChip, che impiantato sottopelle può offrire una veloce identificazione di un individuo ma anche innovativi sistemi di pagamento: da tempo alcuni hacker sono all’opera per dimostrare la sua fallibilità e nei giorni scorsi è apparso un tutorial online per spiegare a tutti come clonare il chip in modo semplice ed economico.

Clonarlo, spiegano gli hacker, significa prendere possesso delle informazioni che contiene il chip (un RFID) e poterle riutilizzare, duplicando quelle contenute nel chip sottopelle della propria “vittima”. Poiché viene proposto come mezzo di identificazione sicuro per l’uso anche in ambienti riservati, la possibilità che venga clonato apre scenari inquietanti.

Il kit per la clonazione Come racconta MAKE , a postare il tutorial è stato Jonathan Westhues che sul proprio sito spiega: “Inizialmente avevo utilizzato un sofisticato strumento elettronico per clonare un VeriChip (…) Sebbene non avessi mai visto un VeriChip prima in vita mia, ho solo dovuto scrivere qualche centinaio di righe di codice”. Ma ora Westhues è andato oltre, realizzando quello che definisce un “cloner economico”.

Un dispositivo – spiega l’hacker – “che renderà facile a chiunque clonare un VeriChip anche se non si dispone di molti soldi o non si ha alcuna conoscenza di elettronica”. Per catturare le informazioni è sufficiente avvicinarsi al soggetto che “indossa” il chip.

Va detto che il VeriChip, prodotto da Applied Digital Solutions ha conosciuto nel tempo numerosi diversi impieghi, se lo sono fatti impiantare discotecari , professori universitari , commissari di polizia .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    4 millioni di dollari!?!
    Pero' ne avevano estorto di denaro...3000 euro di multa mi sembra una pena irrisoria... meno male che ci sono gli 8 anni di carcere... e deve essere un vero inferno un carcere russo...
    • Anonimo scrive:
      Re: 4 millioni di dollari!?!
      - Scritto da:
      Pero' ne avevano estorto di denaro...

      3000 euro di multa mi sembra una pena
      irrisoria... meno male che ci sono gli 8 anni di
      carcere... e deve essere un vero inferno un
      carcere
      russo...già in Russia il carcere è una cosa molto seria
      • Anonimo scrive:
        Re: 4 millioni di dollari!?!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Pero' ne avevano estorto di denaro...



        3000 euro di multa mi sembra una pena

        irrisoria... meno male che ci sono gli 8 anni di

        carcere... e deve essere un vero inferno un

        carcere

        russo...

        già in Russia il carcere è una cosa molto seriaci sei stato?(troll3)
Chiudi i commenti