Clonare i chip sottopelle? Ci vuol poco

Gli hacker della conferenza HOPE 6 sono riusciti ad emulare e contraffare perfettamente un Verichip, il dispositivo RFID che può essere innestato sotto pelle come elemento di identificazione univoco

New York (USA) – Un tempo si clonavano le chiavi, in futuro si potranno clonare i chip sottopelle d’identificazione. Verichip , l’azienda statunitense che produce impianti RFID sottopelle per il tracking di esseri umani , sembra uscita sconfitta dal confronto con alcuni hacker della conferenza internazionale HOPE 6 , svoltasi nei giorni scorsi a New York.

Alcuni hacker nel corso di una presentazione sono riusciti a contraffare una copia del chip , proposto come sistema sicuro e “chiave biometrica” per accedere a porte, dispositivi elettronici e sistemi d’identificazione anagrafica.

Annalee Newitz e Jonathan Westhues, questi i nomi dei due esperti, sono i responsabili di questa impresa. “È la prima volta che qualcuno riesce a clonare un chip impiantato sotto la pelle di un essere umano”. Newitz è una giovane studentessa universitaria che ha deciso di inserire un Verichip dentro il proprio braccio destro. Attraverso l’uso di un lettore RFID ed un software per l’ analisi dei dati contenuti all’interno del Verichip, Westhues è riuscito a registrare il segnale dell’impianto e ricrearlo alla perfezione.

In questo modo, hanno spiegato i due, una persona armata delle tecnologie necessarie potrebbe accedere ad una zona protetta di un particolare edificio – sempre che, evidentemente, VeriChip finisca per trovare davvero impiego in numerosi ambienti riservati. “Il sito web ufficiale dell’azienda dice che i Verichip sono completamente sicuri ed impossibili da clonare”, ha detto Westhues, “ma evidentemente abbiamo dimostrato il contrario”. L’operazione, secondo il duo di smanettoni , sarebbe estremamente semplice. Basta “leggere” l’ID numerico contenuto all’interno del Verichip e ritrasmetterlo grazie ad un antenna RF.

L’azienda ha immediatamente preso le distanze da quanto presentato alla conferenza HOPE 6. “Non possiamo verificare la veridicità di quanto accaduto”, ha detto il portavoce John Procter all’agenzia Reuters . “Non abbiamo ancora controllato con i nostri occhi”, ha poi aggiunto: “Rubare un Verichip rimane comunque molto più difficile rispetto a rubare qualsiasi cosa da un portafoglio o da una tasca”.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Ics-pi scrive:
    Re: Era piu' semplice

    Non è così difficile: fai un notebook allo stato
    dell'arte come tecnologia (ovviamente), poi ci
    incastoni diamanti, oro, platino ecc. e lo fai
    firmare da dolce e gabbana o altro stilista.
    Vedrai che qualche sceicco te lo
    compra...Dici? Ma l'oro si ossida col tempo non ce lo metterei. Il platino in minima quantità come dicevo altrimenti è pacchiano. Quattro brillantini ok ma poi? Non ci siamo ad un milione di euro...
    • Anonimo scrive:
      Re: Era piu' semplice

      Dici? Ma l'oro si ossida col tempo non ce lo
      metterei. l'oro si ossida?da quando?
      • Ics-pi scrive:
        Re: Era piu' semplice
        - Scritto da:

        Dici? Ma l'oro si ossida col tempo non
        ce
        lo

        metterei.

        l'oro si ossida?
        da quando?In effetti è sbagliato dire che l'oro si ossida, ma mi pare che sia piu' delicato del platino ad alcuni agenti chimici. Si sa poi nei sultanati con tutto quel petrolio il NB potrebbe rovinarsi :)
  • Ics-pi scrive:
    Re: Ci sono già.

    Ah no scusa intendevi 1 milione di dollari l'uno.
    Beh c'è il cell da 1 milione di dollari figurati
    se non riescono a farci pure il
    portatile.Eh si un portatile da 7000 euro è micragnoso per uno sceicco. Ma sto cell da 1 milione?Di che si tratta?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci sono già.
      - Scritto da: Ics-pi

      Ah no scusa intendevi 1 milione di dollari
      l'uno.

      Beh c'è il cell da 1 milione di dollari figurati

      se non riescono a farci pure il

      portatile.

      Eh si un portatile da 7000 euro è micragnoso per
      uno sceicco. Ma sto cell da 1
      milione?
      Di che si tratta?Era una news di punto informatico di qualche giorno fa prova a usare la ricerca dovresti trovarla.
  • Ics-pi scrive:
    Re: Ci sono già.
    Si ma hai sbagliato i conti...non è 140 NB che fanno 1 miGlione, è un notebook da 1 miGlione in 140 ESCLUSIVISSIMI pezzi firmati. Totale 140 milioni.La stessa cifra che ricaveresti nel vendere 1.000.000 di NB "per puarèt" a 140 dollari. ;)
  • Anonimo scrive:
    Terroristi!
    Vedrete che gli stati uniti ci metteranno poco a decidere che il governo nigeriano appoggia il terrorismo e deve essere rimosso a suon di bombardamenti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Terroristi!
      - Scritto da:
      Vedrete che gli stati uniti ci metteranno poco a
      decidere che il governo nigeriano appoggia il
      terrorismo e deve essere rimosso a suon di
      bombardamenti...sarebbe ora anche di bombardare il mit e già che ci siamo anche l'università di berkeley
  • iced scrive:
    Alla faccia di chi diceva...
    ...che il progetto non sarebbe mai stato nemmeno tradotto in realtà. Lo so, lo so, la strada è ancora lunga, ci saranno altre difficoltà. Ma è ora di finirla con la carità pelosa! E' ora di finirla pensando che tutta la popolazione del terzo mondo siano delle bestie a cui gettare un pezzo di pane ogni tanto!INFORMAZIONE E AZIONE:http://www.altromercato.it/http://www.altreconomia.it/http://www.bancaetica.it/Anche con tante piccole azioni ordinarie si possono ottenere risultati straordinari!
  • Anonimo scrive:
    beati i ragazzini nigeriani
    avranno la possibilità di avere un notebookcon dentro un giga di libri di testo gratuitamentea scuola invece di spendere centinaia di europer inutili versioni cartacee che hanno il soloscopo di far guadagnare le case editrici e potranno evitare di andarsene in giro con decinedi chili in spalla come facchini, sempre per lostesso motivolibri basici di tutte le materie in un comodoformato visualizzabili con il superflessibilegioiellino di mitpossiamo ricordare che con 140.000.000 di dollari non si sarebbero neppure lontanamente comprare le licenze di un sistema proprietario come windows, per non parlare poi dell'hw, e si sarebbe svenduto il paese nelle mani di un'azienda che avrebbe poi succhiato ingenti risorse anno dopo anno come fa a noi ?ottima iniziativa e speriamo che in due/tre anni si arrivi a decine di milioni
    • Anonimo scrive:
      Re: beati i ragazzini nigeriani
      - Scritto da:

      per inutili versioni cartacee che hanno il solo
      scopo di far guadagnare le case editrici eBeato te che riesci a leggere da un pc. Per me quelle "inutili versioni cartacee" sono ancora indispensabili e irrinunciabili.
      • Anonimo scrive:
        Re: beati i ragazzini nigeriani
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        per inutili versioni cartacee che hanno il

        solo scopo di far guadagnare le case editrici

        e
        Beato te che riesci a leggere da un pc. Per me
        quelle "inutili versioni cartacee" sono ancora
        indispensabili e
        irrinunciabili.Pensa che ho un amico che sclera a leggere su carta perche' non ha tutte quelle funzioni che ci sono sul pc.
      • longinous scrive:
        Re: beati i ragazzini nigeriani
        - Scritto da:

        - Scritto da:



        per inutili versioni cartacee che hanno il solo

        scopo di far guadagnare le case editrici e

        Beato te che riesci a leggere da un pc.Perchè, a te il monitor non l'hanno venduto?
        Per me
        quelle "inutili versioni cartacee" sono ancora
        indispensabili e
        irrinunciabili.ripeto come sopra...e comunque sono ancora preferibili 1000kiloBYTE di libro piuttosto che 1kiloGRAMMOanche perchè il momento che ne devi portare in giro 5 o 6 (più astuccio, quaderni, riga, compasso, squadre...) non è il massimo
    • Anonimo scrive:
      Re: beati i ragazzini nigeriani
      Belle considerazioni, Nicholas Jr...Sarà contenta Luxottica per tutti quei bambini miopi per aver studiato a monitor...Il libro è insostituibile: memoria visiva, sottolineature, appunti ecc. Tu hai mai provato a studiare a monitor? È un disastro! E un massacro per gli occhi.La cosa sostituibile, semmai, è la carta, visto che trattasi di alberi. Con materiale plastico, in modo che duri di più e si possa passare il sussidiario agli alunni dell'anno successivo. Con una lavata, magari, per cancellare ciò che è stato scritto dagli studenti dell'anno prima.Quanto ai diritti letterari, non ti illusere... Pensi davvero che gli e-book ne siano liberi? Io no di certo.Beati i ragazzini nigeriani... ricchi! Quelli che hanno tempo per studiare invece di dover badare alle caprette, aiutare la mamma nelle faccende domestiche o lavorare 16 ore al giorno per pagare i debiti del padre alcolizzato...Volgiamo fare qualcosa di serio in questi Paesi o vogliamo continuare a fare l'elemosina e a prenderli per i fondelli ciucciandogli tutte le loro risorse in cambio di nulla?
      • Anonimo scrive:
        Re: beati i ragazzini nigeriani

        Volgiamo fare qualcosa di serio in questi Paesi o
        vogliamo continuare a fare l'elemosina e a
        prenderli per i fondelli ciucciandogli tutte le
        loro risorse in cambio di
        nulla?Bel discorso! Tu cosa proponi per fare qualcosa di serio???
    • Anonimo scrive:
      Eh sì proprio beati...
      Pensa come riusciranno a studiare bene mentre dovranno girare la manovella per alimentare il portatile...
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh sì proprio beati...
        Manovellux, il sistema operativo che GIRA sempre!ROTFL
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh sì proprio beati...
        - Scritto da:
        Pensa come riusciranno a studiare bene mentre
        dovranno girare la manovella per alimentare il
        portatile...bel discorso da riccone in poltrona dell'emisfero ricco di questo pianeta!bravo, pensa quanto sei fortunato tu che per scrivere 4 cazzate su internet PAGHI la corrente prodotta in modo INQUINANTE....io smanovellerei per sempre, finchè non si inquina...e poi, dove la troverebbero la corrente in mezzo al niente (niente che noi contribuiamo a lasciarli) ?usa il cervello, viziato.
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh sì proprio beati...

          bel discorso da riccone in poltrona dell'emisfero
          ricco di questo
          pianeta!
          Scusa, ma a te l'hanno appena tolta?
          bravo, pensa quanto sei fortunato tu che per
          scrivere 4 cazzate su internet PAGHI la corrente
          prodotta in modo
          INQUINANTE....tu quale usi?

          io smanovellerei per sempre, finchè non si
          inquina...
          tradotto al presente è:
          e poi, dove la troverebbero la corrente in mezzo
          al niente (niente che noi contribuiamo a
          lasciarli)
          ?

          usa il cervello, viziato.uso il "cervello viziato", vorrai direRS
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh sì proprio beati...
            - Scritto da:


            bel discorso da riccone in poltrona
            dell'emisfero

            ricco di questo

            pianeta!


            Scusa, ma a te l'hanno appena tolta?no, ma mi stanno in culo che quelli seduti in poltrona come neanche se ne freghino di striscio di chi nn ce l'ha.

            bravo, pensa quanto sei fortunato tu che per

            scrivere 4 cazzate su internet PAGHI la corrente

            prodotta in modo

            INQUINANTE....
            tu quale usi?i pannelli solari (a casa)



            io smanovellerei per sempre, finchè non si

            inquina...


            tradotto al presente è:


            e poi, dove la troverebbero la corrente in mezzo

            al niente (niente che noi contribuiamo a

            lasciarli)

            ?non capisco la tua ironia

            usa il cervello, viziato.
            uso il "cervello viziato", vorrai dire

            RSno no, intendevo proprio di usare il cervello perchè sei viziato (e quindi nn lo usi per pensare al prossimo)
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh sì proprio beati...
            Il Sole ci dona tanta di quella energia, e la gente dovrebbe girare la manovella?!
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh sì proprio beati...
            poco più che zero cash! (chi ha anche zero,001 soldini se li può permettere) continua, continua a far finta di non capire...
        • Anonimo scrive:
          Se respiri inquini!
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Pensa come riusciranno a studiare bene mentre

          dovranno girare la manovella per alimentare il

          portatile...

          bel discorso da riccone in poltrona dell'emisfero
          ricco di questo
          pianeta!

          bravo, pensa quanto sei fortunato tu che per
          scrivere 4 cazzate su internet PAGHI la corrente
          prodotta in modo
          INQUINANTE....

          io smanovellerei per sempre, finchè non si
          inquina...

          e poi, dove la troverebbero la corrente in mezzo
          al niente (niente che noi contribuiamo a
          lasciarli)
          ?

          usa il cervello, viziato.Perfino respirando inquini perchè bruci ossigeno e rilasci anidride carbonica. E ora che vuoi fare smettere pure di respirare?
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh sì proprio beati...
        - Scritto da:
        Pensa come riusciranno a studiare bene mentre
        dovranno girare la manovella per alimentare il
        portatile...Direi che questa frase è l'emblema della decadenza dell'occidente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh sì proprio beati...
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Pensa come riusciranno a studiare bene mentre

          dovranno girare la manovella per alimentare il

          portatile...

          Direi che questa frase è l'emblema della
          decadenza dell'occidente.
          Attento a non decadere dalla sedia!
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh sì proprio beati...

          Direi che questa frase è l'emblema della
          decadenza dell'occidente.He he, presto arriverà quello che darà degli sfigati a tutti quelli che devono spingere il pulsante di accensione perché il suo megasuperultranotebook si accende battendo le mani(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            ABBASSO GLI SFIGHETI!
            - Scritto da:

            Direi che questa frase è l'emblema della

            decadenza dell'occidente.

            He he, presto arriverà quello che darà degli
            sfigati a tutti quelli che devono spingere il
            pulsante di accensione perché il suo
            megasuperultranotebook si accende battendo le
            mani(rotfl)ABBASSO QUEI SUPERMEGASFIGHETI!!! Il ULTRACOMPIUTER con 400 MILA TESTI ACCENSIONE PROIETTETI OLOGRAFICAMENTE GREZIE AI SUOI 10 MILA REGGI MISSILI LASER è capace di accendersi pure senza dover battere niente. Anzi è lui a battere il lid dello schermo sul chassis per obbligarmi ad andare a usarlo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh sì proprio beati...
        - Scritto da:
        Pensa come riusciranno a studiare bene mentre
        dovranno girare la manovella per alimentare il
        portatile...Già... bravo, pensi sia il maggiore dei loro problemi? Non hai capito che il fatto che ci sia una "manovella", indichi una soluzione a dei problemi ben piu' gravi della "fatica" di girarla?vai va...
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh sì proprio beati...
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Pensa come riusciranno a studiare bene mentre

          dovranno girare la manovella per alimentare il

          portatile...

          Già... bravo, pensi sia il maggiore dei loro
          problemi? Non hai capito che il fatto che ci sia
          una "manovella", indichi una soluzione a dei
          problemi ben piu' gravi della "fatica" di
          girarla?


          vai va...E allora? Ciò non toglie che studiare su schermo, che già è difficile di per sè, mentre uno è costretto a girare una manovella è quasi impossibile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh sì proprio beati...

            E allora? Ciò non toglie che studiare su schermo,
            che già è difficile di per sè, mentre uno è
            costretto a girare una manovella è quasi
            impossibile.Non c'è da girarla in continuazione, basta un po' ogni tanto per ricaricarela batteria interna. Un po' come muovere il mouse per evitare che parta il salvaschermo, ma usando un po' più di forza.Comunque l'alternativa è stare senza computer e, vista l'economia locale, anche senza libri. Per quanto stampati in economia, non credo che tutti i libri necessari li possano avere per meno di 140 dollari.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh sì proprio beati...
            - Scritto da:

            E allora? Ciò non toglie che studiare su
            schermo,

            che già è difficile di per sè, mentre uno è

            costretto a girare una manovella è quasi

            impossibile.

            Non c'è da girarla in continuazione, basta un po'
            ogni tanto per ricaricarela batteria interna. Un
            po' come muovere il mouse per evitare che parta
            il salvaschermo, ma usando un po' più di
            forza.

            Comunque l'alternativa è stare senza computer e,
            vista l'economia locale, anche senza libri. Per
            quanto stampati in economia, non credo che tutti
            i libri necessari li possano avere per meno di
            140
            dollari.Mica ho detto che è sbagliato che gli abbiano dato quei portatili per me è stata un'ottima iniziativa del loro governo visto che non avevano altre soluzioni.Ho solo detto che affermare "BEATI LORO" è un pò eccessivo visto quanto è scomodo studiare sui pc figurati su dei portatili con manopole da girare e schermi a risoluzioni basse. Invece di dire "BEATI LORO" dovremmo ringraziare Dio di non essere nella stessa situazione e di poterci permettere ancora libri penne, computers e soprattutto la corrente elettrica (anche se con le tariffe dell'enel che salgono di ora in ora sarà dura potersela ancora permettere).
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh sì proprio beati...
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            E allora? Ciò non toglie che studiare su

            schermo,


            che già è difficile di per sè, mentre uno è


            costretto a girare una manovella è quasi


            impossibile.



            Non c'è da girarla in continuazione, basta un
            po'

            ogni tanto per ricaricarela batteria interna. Un

            po' come muovere il mouse per evitare che parta

            il salvaschermo, ma usando un po' più di

            forza.



            Comunque l'alternativa è stare senza computer e,

            vista l'economia locale, anche senza libri. Per

            quanto stampati in economia, non credo che tutti

            i libri necessari li possano avere per meno di

            140

            dollari.

            Mica ho detto che è sbagliato che gli abbiano
            dato quei portatili per me è stata un'ottima
            iniziativa del loro governo visto che non avevano
            altre
            soluzioni.

            Ho solo detto che affermare "BEATI LORO" è un pò
            eccessivo visto quanto è scomodo studiare sui pc
            figurati su dei portatili con manopole da girare
            e schermi a risoluzioni basse. Invece di dire
            "BEATI LORO" dovremmo ringraziare Dio di non
            essere nella stessa situazione e di poterci
            permettere ancora libri penne, computers e
            soprattutto la corrente elettrica (anche se con
            le tariffe dell'enel che salgono di ora in ora
            sarà dura potersela ancora
            permettere).ti stai arrampicando sugli specchi e dicendo banalità ridicole pur di difendere un post dim**da che hai scritto
      • Anonimo scrive:
        Non sono stato "spiegato"
        Per la cronaca io ho risposto alla sola affermazione del 1° post che diceva "beati i ragazzini nigeriani". Vi sembra davvero che con un'accrocchio del genere siano messi meglio rispetto a noi? Potete dire quello che volete ma affermare che con un accrocchio del genere siano messi meglio di noi coi nostri computer/portatili è davvero ridicolo. Comunque non ho proprio niente contro l'iniziativa di mandargli quei portatili: sempre meglio di niente. E inoltre non c'era nulla di personale nel mio post contro quella povera gente.
        • Anonimo scrive:
          ti sei spiegato anche troppo, ora taci
          - Scritto da:
          Per la cronaca io ho risposto alla sola
          affermazione del 1° post che diceva "beati i
          ragazzini nigeriani". Vi sembra davvero che con
          un'accrocchio del genere siano messi meglio
          rispetto a noi?E' chiaro che se non si è ridicolmente faziosi, _almeno_in_questo_ i ragazzini nigeriani stanno meglio dei nostri: o tu sei così fatto da pensare che spendere mille euro l'anno in carta da portarsi a spasso con lo zaino sia meglio cheavere un comodo laptop con un migliaio di ebook di tutte le materie fornito dalla scuola ?complimenti Potete dire quello che volete ma
          affermare che con un accrocchio del genere siano
          messi meglio di noi coi nostri computer/portatili
          è davvero ridicolo. L'unica cosa ridicola qui è quello che tu scrivi: io di bambini che vanno a scuola colnotebook non ne vedo, forse sei strabico, ioli vedo con dieci chili di libri in spalla evia andare, con i mal di schiena e le scogliosidel caso, e solo per far vendere libri di cartainutili e costosissimi per le famigliema guarda un pò, per tutte le sciocchezze il tipo che è d'accordo e difende l'indifendibile si trova sempre: complimentiComunque non ho proprio
          niente contro l'iniziativa di mandargli quei
          portatili: sempre meglio di niente. E inoltre non
          c'era nulla di personale nel mio post contro
          quella povera
          gente.mentalmente, tu sei piu povero di molti di loro
          • Anonimo scrive:
            Quanta ricchezza interiore... mio dio!!!

            E' chiaro che se non si è ridicolmente faziosi,
            _almeno_in_questo_ i ragazzini nigeriani stanno
            meglio dei nostri: o tu sei così fatto da pensare
            che spendere mille euro l'anno in carta da
            portarsi a spasso con lo zaino sia meglio
            che
            avere un comodo laptop con un migliaio di ebook
            di tutte le materie fornito dalla scuola
            ?
            complimentiComplimenti a te che sei l'unica persona che riesce a studiare sul monitor senza poter sottolineare e che riesce ad avere una visuale decente del testo su uno schermo con res. da 693x520. Sempre che tu sappia cosa vuol dire studiare vista la tua arroganza contadina, si intende.Ma sì dai, diciamo addio alla LETTURA ACCELERATA e naturalmente alle SOTTOLINEATURE necessarie per imparare elementi chiave del testo (che sul computer implica DISTRAZIONE per tenere il cursore dritto mentre lo fai). Diciamo sì alle mille distrazioni tipiche di un computer, giochi email e tanto altro tutte sotto il naso pronte a tentarci.

            Potete dire quello che volete ma

            affermare che con un accrocchio del genere siano

            messi meglio di noi coi nostri
            computer/portatili

            è davvero ridicolo.
            L'unica cosa ridicola qui è quello che tu scrivi:
            io di bambini che vanno a scuola
            col
            notebook non ne vedo, forse sei strabico, io
            li vedo con dieci chili di libri in spalla e
            via andare, con i mal di schiena e le scogliosi
            del caso, e solo per far vendere libri di carta
            inutili e costosissimi per le famiglie

            ma guarda un pò, per tutte le sciocchezze il tipo
            che è d'accordo e difende l'indifendibile si
            trova sempre:
            complimentiSe i bambini non vanno a scuola col notebook forse è perchè gli insegnanti non hanno il minimo controllo su cosa ci facciano. Inoltre i bambini non stanno attenti davanti a un monitor e tanto meno riescono a studiare visto che non rimpiazzerà mai un vero libro.I professori all'università hanno iniziato a VIETARE ESPRESSAMENTE i notebook perchè molta gente NON STA A SEGUIRE. Figurati cosa faranno i bambini!Inoltre sul problema del prezzo si sono già iniziate a prendere iniziative per stampare libri scolastici con margini minimi per impedire le fotocopiature.
            Comunque non ho proprio

            niente contro l'iniziativa di mandargli quei

            portatili: sempre meglio di niente. E inoltre
            non

            c'era nulla di personale nel mio post contro

            quella povera

            gente.
            mentalmente, tu sei piu povero di molti di loroIl solo fatto che tu ricorra agli insulti mostra invece la tua enorme ricchezza interiore. Sei pietoso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanta ricchezza interiore... mio di

            Ma sì dai, diciamo addio alla LETTURA ACCELERATA
            e naturalmente alle SOTTOLINEATURE necessarie per
            imparare elementi chiave del testo (che sul
            computer implica DISTRAZIONE per tenere il
            cursore dritto mentre lo fai). E vai, un altro che non sa nemmeno sottolineare con il computer! Sottolineare si fa dai tempi di Wordstar e anche prima, quando la grafica CGA già sembrava miracolosa.
            Diciamo sì alle
            mille distrazioni tipiche di un computer, giochi
            email e tanto altro tutte sotto il naso pronte a
            tentarci.Decisamente non sai usare il computer
            Se i bambini non vanno a scuola col notebook
            forse è perchè gli insegnanti non hanno il minimo
            controllo su cosa ci facciano. Può essere vero.
            Inoltre i bambini
            non stanno attenti davanti a un monitorFalso, anzi, falsissimo. Il fatto che escano in tutto il mondo CDrom e DVDrom didattici non ti suggerisce niente?
            e tanto
            meno riescono a studiare visto che non
            rimpiazzerà mai un vero
            libro.Molti libri, già adesso, escono solo in versione elettronica. Ti assicuro che per molti, me compreso, è molto più facile studiare su monitor.
            I professori all'università hanno iniziato a
            VIETARE ESPRESSAMENTE i notebook perchè molta
            gente NON STA A SEGUIRE. Figurati cosa faranno i
            bambini!In alcune università i professori sono dotati di una grave grettezza mentale. Fortunatamente nella mia facoltà questo non avviene.Da noi non c'è obbligo di frequenza. Chi vuole fare i videogiochi nemmeno entra in aula. Eppure le aule sono fin troppo piene.
            Inoltre sul problema del prezzo si sono già
            iniziate a prendere iniziative per stampare libri
            scolastici con margini minimi per impedire le
            fotocopiature.Stavamo parlando di Nigeria. Un libro fotocopiato là costa più di un mese di stipendio. Un pdf copiato un po' di meno.
          • Anonimo scrive:
            Epilogo?
            - Scritto da:

            Ma sì dai, diciamo addio alla LETTURA ACCELERATA

            e naturalmente alle SOTTOLINEATURE necessarie
            per

            imparare elementi chiave del testo (che sul

            computer implica DISTRAZIONE per tenere il

            cursore dritto mentre lo fai).

            E vai, un altro che non sa nemmeno sottolineare
            con il computer!

            Sottolineare si fa dai tempi di Wordstar e anche
            prima, quando la grafica CGA già sembrava
            miracolosa.
            Fallo col touchpad e ne riparliamo

            Diciamo sì alle

            mille distrazioni tipiche di un computer, giochi

            email e tanto altro tutte sotto il naso pronte a

            tentarci.

            Decisamente non sai usare il computerSe non lo sai uso i computers dal 1986.Dare ai bambini un portatile a scuola è come mettergli davanti un paravento e sperare che seguano la lezione invece di fare qualcos'altro.


            Se i bambini non vanno a scuola col notebook

            forse è perchè gli insegnanti non hanno il
            minimo

            controllo su cosa ci facciano.

            Può essere vero.Non hanno mica telecamere e raggi laser per controllare cosa facciano dietro il monitor non vedi.


            Inoltre i bambini

            non stanno attenti davanti a un monitor

            Falso, anzi, falsissimo. Il fatto che escano in
            tutto il mondo CDrom e DVDrom didattici non ti
            suggerisce
            niente?I CDrom e i DVDRom didattici sono diversi dai libri. Sono studiati apposta per avere contenuti di testo ridotti supportati da multimedialità. Non hanno nulla a che fare con i veri e propri libri.


            e tanto

            meno riescono a studiare visto che non

            rimpiazzerà mai un vero

            libro.

            Molti libri, già adesso, escono solo in versione
            elettronica. Ti assicuro che per molti, me
            compreso, è molto più facile studiare su
            monitor.Dipende dal contenuto che scarichi. I libri veri e propri quei mattoni enormi su un computer non li studi, al massimo è pratico per slides o altro materiale multimediale che ti possono ma per i libri l'unica soluzione per studiare in modo decente è stamparli. E non lo dico così per dire io all'università non conosco nessuno che non stampi i testi (eccetto al massimo le slides) presi dai siti dei professori.


            I professori all'università hanno iniziato a

            VIETARE ESPRESSAMENTE i notebook perchè molta

            gente NON STA A SEGUIRE. Figurati cosa faranno i

            bambini!

            In alcune università i professori sono dotati di
            una grave grettezza mentale. Fortunatamente nella
            mia facoltà questo non
            avviene.Nella mia facoltà avviene e inoltre ti posso dire che chi li usa spesso non sta minimamente a sentire ma browsa su internet o fa altro. Per chi è abituato a usare un computer mantenere l'attenzione per prendere appunti o per seguire testi spesso è troppo impegnativo specialmente se la lezione è pesante.
            Da noi non c'è obbligo di frequenza. Chi vuole
            fare i videogiochi nemmeno entra in aula. Eppure
            le aule sono fin troppo
            piene.Da me invece la gente sta a sentire per un pò ma quando vengono trattati argomenti pesanti si mette a fare tutt'altro. Avere davanti un computer è una tentazione enorme per l'attenzione.

            Inoltre sul problema del prezzo si sono già

            iniziate a prendere iniziative per stampare
            libri

            scolastici con margini minimi per impedire le

            fotocopiature.

            Stavamo parlando di Nigeria. Un libro fotocopiato
            là costa più di un mese di stipendio. Un pdf
            copiato un po' di
            meno.Infatti come ho già detto che gli diano portatili per me va benissimo per me è un'ottima iniziativa ma di certo non c'è da invidiarli dicendo "BEATI LORO" visto che razza di portatili gli danno. Per dei bambini possono andare più che bene ma di certo non c'è da invidiarli visto quanto è difficile poter studiare su dei computer (figurarsi per dei bambini abituati a giochi e quant'altro). Anzi ringrazio che noi non siamo nella stessa situazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Epilogo?


            Sottolineare si fa dai tempi di Wordstar e anche

            prima, quando la grafica CGA già sembrava

            miracolosa.



            Fallo col touchpad e ne riparliamoSi può fare con i tasti. Ho citato WordStar anche per quello.

            Decisamente non sai usare il computer

            Se non lo sai uso i computers dal 1986.Quindi probabilmente siamo coetanei. Ma mi spieghi come fai alla tua veneranda età a non avere ancora imparato a concentrarti sul PC?Quando avevo 15 anni facevo i compiti sul WordStar perché riuscivo a concentrarmi meglio. E' vero che ogni tanto, per pausa, facevo una partitella ad alleycat, ma dopo mi rimettevo immediatamente al lavoro. Se invece scrivevo a penna, mi ritrovavo dopo poco a giocare a pallone, e allora sì che non facevo niente altro. Il PC mi attirava, era il più forte dei legami con la sedia e, in definitiva, con lo studio. Evidentemente siamo diversi.
            Dare ai bambini un portatile a scuola è come
            mettergli davanti un paravento e sperare che
            seguano la lezione invece di fare
            qualcos'altro.Quando ero al liceo e non avevo voglia di seguire, non avevo certo bisogno di un pc per nascondermi. Le tentazioni non mancavano comunque. Mai giocato alla battaglia navale durante l'ora di storia?La passeggiata sorniona del prof tra i banchi, talvolta ci sgamava, ma lo stesso può avvenire per i PC.
            Non hanno mica telecamere e raggi laser per
            controllare cosa facciano dietro il monitor non
            vedi.Così come non hanno gli occhi a raggi X per vedere cosa fanno sotto il banco
            I CDrom e i DVDRom didattici sono diversi dai
            libri. Sono studiati apposta per avere contenuti
            di testo ridotti supportati da multimedialità.
            Non hanno nulla a che fare con i veri e propri
            libri.Spesso insegnano di più, nel senso che è di più quello che rimane in testa. Inoltre non direi che hanno molto meno testo. Naturalmente dipende dalla la fascia di età per cui sono stati pensati.

            Molti libri, già adesso, escono solo in versione

            elettronica. Ti assicuro che per molti, me

            compreso, è molto più facile studiare su

            monitor.

            Dipende dal contenuto che scarichi. I libri veri
            e propri quei mattoni enormi su un computer non
            li studi,[CUT]
            io all'università non conosco nessuno che non
            stampi i testi (eccetto al massimo le slides)
            presi dai siti dei
            professori.Io ho imparato Linux senza stampare un solo foglio delle centinaia di pagine che ho letto tra testi e ipertesti.Ho passato esamoni tipo aerodinamica o controlli automatici studiando esclusivamente su PDF.Sono arrivato fino al punto di scansionare dei libri che possedevo solo per poterli avere a schermo.Ripeto: siamo diversi, o meglio: abbiamo abitudini diverse.
            Nella mia facoltà avviene e inoltre ti posso dire
            che chi li usa spesso non sta minimamente a
            sentire ma browsa su internet o fa altro. Obbligo di frequenza?
            Per chi
            è abituato a usare un computer mantenere
            l'attenzione per prendere appunti o per seguire
            testi spesso è troppo impegnativo specialmente se
            la lezione è
            pesante.[CUT]
            Da me invece la gente sta a sentire per un pò ma
            quando vengono trattati argomenti pesanti si
            mette a fare tutt'altro. Avere davanti un
            computer è una tentazione enorme per
            l'attenzione.Non ho mai portato il PC a scuola. Non mi serviva. Alle lezioni di ingegneria, a causa di un pesante uso della lavagna, per prendere appunti avrei dovuto portarmi la telecamera, ma all'epoca in cui seguivo le lezioni, non me la potevo permettere. Mai usati i libri a lezione all'università. Solo appunti, spesso poco leggibili, che riordinavo al computer appena giunto a casa.
            ma di certo non c'è da invidiarli dicendo "BEATI
            LORO" visto che razza di portatili gli danno. Rispondo solo del messaggio precedente. Quello che citi è stato scritto da altri. Io preferisco il pdf al libro, ma sono conscio della fortuna che ho di avere la possibilità di scegliere.
          • Anonimo scrive:
            Re: Epilogo?


            Fallo col touchpad e ne riparliamo

            Si può fare con i tasti. Ho citato WordStar anche
            per
            quello.Si può anche fare coi tasti ma è l'atto di sottolineatura in sè, l'osservare le parole mentre uno muove l'evidenziatore sopra il testo, che fa ricordare meglio. Se usi metodi artificiosi non funziona e devi spesso rileggerti il testo.Io ho imparato da tempo la lettura veloce ed è una cosa che sul computer non si riesce a fare perchè per farla devi obbligatoriamente puntare il dito dove stai leggendo (infatti funziona un pò come l'effetto sottolineatura).
            Quindi probabilmente siamo coetanei. Ma mi
            spieghi come fai alla tua veneranda età a non
            avere ancora imparato a concentrarti sul
            PC?
            Quando avevo 15 anni facevo i compiti sul
            WordStar perché riuscivo a concentrarmi meglio.
            E' vero che ogni tanto, per pausa, facevo una
            partitella ad alleycat, ma dopo mi rimettevo
            immediatamente al lavoro. Se invece scrivevo a
            penna, mi ritrovavo dopo poco a giocare a
            pallone, e allora sì che non facevo niente altro.
            Il PC mi attirava, era il più forte dei legami
            con la sedia e, in definitiva, con lo studio.
            Evidentemente siamo
            diversi.Io dopo molti anni ho imparato a concentrarmi sul computer ma la maggior parte della gente, con internet, blogs, instant messengers se si tiene un PC per studiare riesce a fatica a combinare qualcosa. Un pò come quelli che tengono sempre il cellulare acceso con messaggi che arrivano ogni 30 secondi mentre studiano.

            Dare ai bambini un portatile a scuola è come

            mettergli davanti un paravento e sperare che

            seguano la lezione invece di fare

            qualcos'altro.

            Quando ero al liceo e non avevo voglia di
            seguire, non avevo certo bisogno di un pc per
            nascondermi. Le tentazioni non mancavano
            comunque. Mai giocato alla battaglia navale
            durante l'ora di
            storia?
            La passeggiata sorniona del prof tra i banchi,
            talvolta ci sgamava, ma lo stesso può avvenire
            per i
            PC.Sì ma come ho già detto prima su un computer le tentazioni sono molto più forti. Il browsare su internet, il messaggiare con amici o fare altro è una tentazione enorme non equiparabile a ciò che uno può fare di nascosto con amici dietro i banchi. Inoltre sei coperto dallo schermo e sei sicuro che nessuno ti veda, se il prof si avvicina chiudi il programma prima che arrivi e non può scoprirti.

            Non hanno mica telecamere e raggi laser per

            controllare cosa facciano dietro il monitor non

            vedi.

            Così come non hanno gli occhi a raggi X per
            vedere cosa fanno sotto il
            bancoSì ma lì sei sicuro di non essere scoperto perchè non capisci la differenza tra chi gioca e chi no perchè tutti fissano il portatile e tutti tengono le mani sulla tastiera. Un pò come vedere la differenza tra chi scrive un tema e chi disegna sul foglio caricature dei prof.


            I CDrom e i DVDRom didattici sono diversi dai

            libri. Sono studiati apposta per avere contenuti

            di testo ridotti supportati da multimedialità.

            Non hanno nulla a che fare con i veri e propri

            libri.

            Spesso insegnano di più, nel senso che è di più
            quello che rimane in testa. Inoltre non direi che
            hanno molto meno testo. Naturalmente dipende
            dalla la fascia di età per cui sono stati
            pensati.Sì a volte insegnano di più ma si parlava di ebook non di testi multimediali. E poi nelle istruzioni elementari e superiori i contenuti multimediali di certo non aiutano più di una lavagna, al massimo possono servire in materie come fisica ma non di più.



            Molti libri, già adesso, escono solo in
            versione


            elettronica. Ti assicuro che per molti, me


            compreso, è molto più facile studiare su


            monitor.



            Dipende dal contenuto che scarichi. I libri veri

            e propri quei mattoni enormi su un computer non

            li studi,
            [CUT]

            io all'università non conosco nessuno che non

            stampi i testi (eccetto al massimo le slides)

            presi dai siti dei

            professori.

            Io ho imparato Linux senza stampare un solo
            foglio delle centinaia di pagine che ho letto tra
            testi e
            ipertesti.Sì ma linux come la programmazione è pratica ti rimane in testa più facilmente. Per quello infatti i corsi di sistemi operativi e di programmazione spesso sono affiancati da corsi di laboratorio.
            Ho passato esamoni tipo aerodinamica o controlli
            automatici studiando esclusivamente su
            PDF.Anche quelli per la maggior parte sono pratica.
            Sono arrivato fino al punto di scansionare dei
            libri che possedevo solo per poterli avere a
            schermo.
            Ripeto: siamo diversi, o meglio: abbiamo
            abitudini diverse.Anche io riesco a studiare benissimo su schermo ma il problema è che la normale gente specialmente i bambini non riescono.


            Nella mia facoltà avviene e inoltre ti posso
            dire

            che chi li usa spesso non sta minimamente a

            sentire ma browsa su internet o fa altro.

            Obbligo di frequenza?No da noi nessun corso ha l'obbligo.

            Da me invece la gente sta a sentire per un pò ma

            quando vengono trattati argomenti pesanti si

            mette a fare tutt'altro. Avere davanti un

            computer è una tentazione enorme per

            l'attenzione.

            Non ho mai portato il PC a scuola. Non mi
            serviva. Alle lezioni di ingegneria, a causa di
            un pesante uso della lavagna, per prendere
            appunti avrei dovuto portarmi la telecamera, ma
            all'epoca in cui seguivo le lezioni, non me la
            potevo permettere.All'università da noi lo portano in molti però al massimo lo usano per vedere le slides o per far pratica ma non per prenderci appunti perchè la maggior parte delle volte è impossibile (ricopiare i disegni dei professori richiede doti da michelangelo).

            Mai usati i libri a lezione all'università. Solo
            appunti, spesso poco leggibili, che riordinavo al
            computer appena giunto a
            casa.


            ma di certo non c'è da invidiarli dicendo "BEATI

            LORO" visto che razza di portatili gli danno.

            Rispondo solo del messaggio precedente. Quello
            che citi è stato scritto da altri. Io preferisco
            il pdf al libro, ma sono conscio della fortuna
            che ho di avere la possibilità di
            scegliere.Infatti io mi riferivo semplicemente a quella semplice frase scritta da altri "BEATI LORO". Non ho detto che chi sa usare bene un computer non riesce a studiarci sopra: è ovvio che ci si riesce benissimo ma richiede capacità e attenzione che le personi comuni non acquisiscono facilmente.Poi tutti l'hanno presa in modo personale io intentevo solo dire che sparare una affermazione del genere è allo stesso livello dei ragazzini che invidiano chi non va a scuola senza realizzare invece quanto sono fortunati loro che ci possono andare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Epilogo?

            Io dopo molti anni ho imparato a concentrarmi sul
            computer ma la maggior parte della gente, con
            internet, blogs, instant messengers se si tiene
            un PC per studiare riesce a fatica a combinare
            qualcosa. Oggi sto sviluppando dei programmi di calcolo aerodinamico. Orario 8-24 con varie pause. Ogni tanto stacco e posto qui. Chi fa la pausa per la sigaretta (io non fumo) perde molto più tempo di me.Se non avessi il monitor davanti a richiamarmi all'ordine per me sarebbe molto più difficile ricominciare.Io ormai dovrei sapere concentrarmi sui fogli. Ma non ho ancora imparato a farlo.
            Un pò come quelli che tengono sempre il
            cellulare acceso con messaggi che arrivano ogni
            30 secondi mentre
            studiano.L'importante è che non vadano a leggerli ogni 30 secondi :)

            Così come non hanno gli occhi a raggi X per

            vedere cosa fanno sotto il

            banco

            Sì ma lì sei sicuro di non essere scoperto perchè
            non capisci la differenza tra chi gioca e chi noSottigliezze. Chi vuole stare attento sta attento, chi non vuole non lo fa. Chi non ci riesce, non ci riuscirebbe per molti altri motivi. Forse il computer di questi motivi ne aggiunge qualcuno, ma non credo che possa essere determinante, così come non lo è la sorveglianza del professore. Forse alle elementari...


            I CDrom e i DVDRom didattici sono diversi dai


            libri.
            Sì a volte insegnano di più ma si parlava di
            ebook non di testi multimediali. Ormai stiamo parlando di troppi armgomenti contemporaneamente. I CD li avevo tirati in ballo quando asserivi che davanti ad un monitor ci si distrae di più. Io dico invece che ci si concentra di più e ciò viene sfruttato da chi usa i CD didattici per insegnare.Parlando di ebook, mi attrae di più lo stesso testo che leggo, nel suo contesto, in una pagina di un ipertesto, che contenuto in una pagina stampata i cui collegamenti li posso fare solo sfogliando il libro. Questo vale praticamente per tutto. Posso escludere forse solo la lettura di un romanzo, abbligatoriamente sequenziale, dove i due mezzi forse si equivalgono, ma io continuo a preferire il Monitor come superficie di lettura.
            E poi nelle
            istruzioni elementari e superiori i contenuti
            multimediali di certo non aiutano più di una
            lavagna, al massimo possono servire in materie
            come fisica ma non di
            più.Di fisica, geografia, storia, scienze, ma persino storia della letteratura si trovano degli ipertesti che anche come quantità di testo non hanno niente di meno del libro corrispondente. Se avessi avuto encarta o wikipedia quando studiavo storia avrei imparato certamente di più, prima e meglio. I libri
            veri


            e propri quei mattoni enormi su un computer
            non


            li studi,Li studi eccome, o almeno io li studio. Lo ho già fatto molte volte. A volte in ipertesti, a volte semplici pdf letti in sequenza. Per me sono sempre meglio di un libro stampato.Per la scrittura poi non c'è storia. Per la tesi non ho praticamente mai toccato una penna.

            Io ho imparato Linux senza stampare un solo

            foglio

            Sì ma linux come la programmazione è pratica ti
            rimane in testa più facilmente. Ok

            Ho passato esamoni tipo aerodinamica o controlli

            automatici studiando esclusivamente su

            PDF.

            Anche quelli per la maggior parte sono pratica.Eh no. Forse Linux e controlli, ma aerodinamica 1 (ora fluidodinamica) è teoria pura.
            Anche io riesco a studiare benissimo su schermoAlleluja!
            ma il problema è che la normale gente
            specialmente i bambini non
            riescono.Ero anormale già da piccolo :)

            All'università da noi lo portano in molti però al
            massimo lo usano per vedere le slides o per far
            pratica ma non per prenderci appunti Anche io non lo userei per prendere appunti
            perchè la
            maggior parte delle volte è impossibile
            (ricopiare i disegni dei professori richiede doti
            da
            michelangelo).Vogliamo aprire il capitolo "capacità didattiche dei professori universitari"?Meglio di no, andremmo troppo OT e mi spedirebbero di filato tra i troll per il linguaggio scurrile.
            Poi tutti l'hanno presa in modo personale io
            intentevo solo dire che Non personale, ma irritante. Anche io l'avevo presa per un'affermazione fighetto-snobistica-figlio di papà. Ora mi sembra di avere compreso meglio quello che intendevi dire - opinioni su cui non sono d'accordo, ma che rispetto pienamente.
        • Anonimo scrive:
          se sei daccord perché trolli?
          - Scritto da:
          Per la cronaca io ho risposto alla sola
          affermazione del 1° post che diceva "beati i
          ragazzini nigeriani". Vi sembra davvero che con
          un'accrocchio del genere siano messi meglio
          rispetto a noi? Potete dire quello che volete ma
          affermare che con un accrocchio del genere siano
          messi meglio di noi coi nostri computer/portatili
          è davvero ridicolo. Comunque non ho proprio
          niente contro l'iniziativa di mandargli quei
          portatili: sempre meglio di niente. E inoltre non
          c'era nulla di personale nel mio post contro
          quella povera
          gente.e perché non l'hai detto subito, invece ditrollare malignamente, che sei d'accordocon l'iniziativa pur con perplessità di beatitudine ?
    • Anonimo scrive:
      Re: beati i ragazzini nigeriani
      Eh si, un c..o pazzesco!Quanto vorrei, anche io (nigeriano), che il mio governo spendesse 140 milioncioni di $ in PC anzichè pensare all'acqua potabile, ad un tetto sopra la testa di ogni bambino, a servizi di istruzione adeguati anche per i bambini che vengono ogni giorno sfruttati fino all'osso.Eh si, 140M di $ proprio spesi bene!Forse sarebbe stato meglio spendere 40M di $ per un milione di manovelle per portare acqua e elettricità nelle catapecchie di lamiera e fango, e spendere gli altri 100M di $ in sussidiari e strutture ospedaliere...Meglio spaccarsi la schiena per eliminare l'ignoranza (quindi con i libri) che spaccarsi la schiena, immersi nell'ignoranza, scavando in miniera o a girare mattoni per 16 ore al giorno.
  • Anonimo scrive:
    1 milione di futuri schiavi
    delle corporation del software closed.
  • Anonimo scrive:
    per un totale di 140m di dollari...
    ... e con quella cifra non ci facevano mangiare tutta la popolazione per ANNI? BHA!
    • Anonimo scrive:
      Re: per un totale di 140m di dollari...
      - Scritto da:
      ... e con quella cifra non ci facevano mangiare
      tutta la popolazione per ANNI?
      BHA!se uno ha fame non dargli il pesce ma insegnagli a pescare
      • Anonimo scrive:
        Re: per un totale di 140m di dollari...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ... e con quella cifra non ci facevano mangiare

        tutta la popolazione per ANNI?

        BHA!

        se uno ha fame non dargli il pesce ma insegnagli
        a
        pescarese uno ha fame, non dargli il pesce, insegnagli il phishing...:-D
      • eymerich scrive:
        Re: per un totale di 140m di dollari...

        se uno ha fame non dargli il pesce ma insegnagli
        a pescareGive a man a fish and you feed him for a day; teach a man to phishing and you feed him for a lifetime :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: per un totale di 140m di dollari...
          - Scritto da: eymerich


          se uno ha fame non dargli il pesce ma insegnagli

          a pescare

          Give a man a fish and you feed him for a day;
          teach a man to phishing and you feed him for a
          lifetime
          :-)O fino all'arrivo del poliziotto :@ :@
    • Anonimo scrive:
      Re: per un totale di 140m di dollari...
      - Scritto da:
      ... e con quella cifra non ci facevano mangiare
      tutta la popolazione per ANNI?
      BHA!E allora ?Se volevamo dar loro da mangiare lo facevamo prima.
    • Anonimo scrive:
      Re: per un totale di 140m di dollari...

      ... e con quella cifra non ci facevano mangiare
      tutta la popolazione per ANNI?
      BHA!Con quella cifra si potevano organizzare megaconcerti del Live-Aid, manifestazioni contro la fame nel mondo, raccolte di firme, ecc...Si è scelto di utilizzare i soldi in modo un po' più utile del solito, tutto qui.Comunque con quella cifra ci potevi sfamare tutta la popolazione della Nigeria per un giorno, forse due. Fare due conti prima di postare no, eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: per un totale di 140m di dollari...
      Magari semplicemente sfamarli tutti no... ma acqua potabile e ospedali si... e magari ci avanzava anche qualche manuale di idraulica...
      • Anonimo scrive:
        Re: per un totale di 140m di dollari...
        - Scritto da:
        Magari semplicemente sfamarli tutti no... ma
        acqua potabile e ospedali si... e magari ci
        avanzava anche qualche manuale di
        idraulica...Sono decine di anni che organizzazioni varie costruiscono pozzi e ospedali in vari luoghi del mondo. Purtroppo spesso (anche a detta di amici che ci hanno lavorato) appena gli occidentali affidano il pozzo o l'ospedale ai locali, la situazione si degrada (per varie ragioni, tra le quali la mancanza di tutela internazionale che espone a ricatti e minacce i locali, ma anche perchè il saccheggio è più facile dell'apprendere a manutenere e custodire).Comunque ancora una volta, questi fondi arrivano da altre fonti, che non si sottraggono a quanto erogato per pozzi e cibo. Semplicemente sono "sponsor" diversi, perchè diverse sono le esigenze e i possibili ritorni: non è che le aziende e le organizzazioni governative operino come un privato che, visto un mendicante, apre il portafoglio, prende una moneta e la dona a fondo perduto. In genere ci sono compensazioni, trattative di rientro dal debito, ecc.
Chiudi i commenti