VPN vs proxy: quali sono le differenze?

VPN vs proxy: quali sono le differenze?

VPN e Server Proxy: due tecnologie molto simili, ma non uguali. Quali sono le differenze? Una è migliore dell'altra?
VPN e Server Proxy: due tecnologie molto simili, ma non uguali. Quali sono le differenze? Una è migliore dell'altra?

Nel mondo della privacy in rete, due nomi vengono spesso affiancati e comparati: parliamo di VPN e Server Proxy, due tecnologie molto simili tra loro ma al tempo stesso piuttosto diverse. Ma di cosa si occupano nello specifico? Parliamo oggi di vantaggi, limiti e differenze tra VPN e Proxy, grazie al team di Surfshark VPN.

Differenze tra VPN e proxy

Una VPN (acronimo di Virtual Private Network) è un servizio in grado di crittografare il traffico dell’utente, instradandolo all’interno di un tunnel prima e un server poi. Il server lo decodifica, inviandolo successivamente alla destinazione finale, ovvero il sito web scelto. Questo non solo fa credere di essere connessi da un luogo diverso da quello reale, ma rende anche i dati inviati dal dispositivo impossibili da visualizzare da terzi.

Un server proxy, invece, funziona instradando i dati attraverso un server aggiuntivo prima di inviarli al sito web finale. Anche in questo caso, la connessione risulta connessa apparentemente da una posizione differente. Esistono diversi tipi di server proxy, da quelli più semplici ai SOCKS5, proxy trasparenti utilizzati dai datori di lavoro o scuole per limitare l’accesso, server proxy anonimi per nascondere informazioni personali, pubblico, residenziale, condiviso e tanti altri.

In breve: le VPN fanno tutto ciò che i proxy possono fare. Al contrario, i proxy non hanno tutte le funzionalità offerte da un servizio VPN. Ciò che entrambe hanno in comune è la possibilità di cambiare gli indirizzi IP dei loro utenti, ad esempio per aggirare blocchi imposti dall’ISP oppure dalla rete internet. Ma ciò potrebbe non bastare per la sicurezza in rete, che non si riduce al solo indirizzo IP.

vpn proxy surfshark

VPN vs proxy: qual è il migliore?

Meglio una VPN o un proxy? La risposta è: dipende dalle esigenze di ognuno. Se cerchi un servizio che nasconda le tue attività non solo dagli occhi indiscreti ma anche dal tuo provider di rete Internet, permettendoti al tempo stesso di scegliere uno tra decine – se non centinaia – di server in tutto il mondo, allora ciò che fa al caso tuo è una VPN.

Tra i migliori servizi VPN in rete c’è Surfshark, che utilizza protocolli sicuri e rapidi di crittografia AES 256 GCM per mantenere i più alti standard di sicurezza del settore. A ciò si aggiungono DNS privati, server offuscati e una rigorosa politica no-log.

Dando uno sguardo alle funzionalità troviamo “Kill Switch”, tool fondamentale che evita l’esposizione dei dati sensibili anche in caso di perdita di rete, “CleanWeb” per bloccare annunci, banner, tracker, malware e tentativi di phishing e “MultiHop” che permette la connessione simultanea a due differenti server, a scelta tra i ben 3200 – dislocati in 65 Paesi del mondo – offerti da Surfshark.

Tutti i vantaggi, le funzionalità e la sicurezza di Surfshark sono disponibili a un prezzo promozionale davvero conveniente: soltanto 2,21 euro al mese per l’abbonamento biennale, a cui vanno aggiunti tre mesi gratuiti. Approfitta dell’offerta a questo link.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 20 set 2022
Link copiato negli appunti