WhatsApp: condivisione delle foto in qualità originale

WhatsApp: condivisione delle foto in qualità originale

La nuova versione beta di WhatsApp per Android introduce una nuova funzionalità che consente di condividere le foto in qualità originale.
La nuova versione beta di WhatsApp per Android introduce una nuova funzionalità che consente di condividere le foto in qualità originale.

Sebbene non nasca propriamente per lo scopo in questione, WhatsApp è adoperato praticamente da sempre e da chiunque per la condivisione delle foto, ma è risaputo che il servizio propone una modalità di compressione che non permette agli utenti di inviare le immagini nella loro qualità originale, il che spesse volte comporta qualche problema. Questo, però, a quanto pare sta per cambiare.

WhatsApp: si potranno condividere le immagini in qualità originale

L’ultimo aggiornamento della beta di WhatsApp per Android, quello che porta l’app alla versione 2.23.2.11, implementa infatti una nuova funzione che, dopo gli aggiornamenti di stato vocali, permetterà agli utenti di inviare le foto nella loro qualità originale.

Più precisamente, WhatsApp ha in programma l’integrazione di una nuova icona di impostazione all’interno dell’intestazione dello strumento di disegno che consentirà di configurare la qualità di qualsiasi foto.

La feature è attualmente in fase di sviluppo e il suo rilascio è previsto per un futuro aggiornamento di WhatsApp, ma al momento non è dato sapere quando, di preciso, ciò accadrà. Ad ogni modo, considerando il fatto che la funzionalità si trova in beta ed è ben strutturata, non dovrebbe essere necessario attendere ancora troppo a lungo, salvo il verificarsi di eventuali imprevisti, ovviamente.

Da tenere a mente che gli sviluppatori di WhatsApp avevano già provato ad affrontare la cosa nel 2021, quando all’interno di una vecchia beta dell’app era stata aggiunta una funzione per consentire agli utenti di scegliere una configurazione di qualità per le foto inviate tra “automatico”, “migliore qualità” oppure “risparmio dati”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 20 gen 2023
Link copiato negli appunti