WhatsApp migliora su Windows 10 e 11 con due novità interessanti

WhatsApp migliora su Windows 10 e 11 con due novità interessanti

WhatsApp ha intrototto due novità che risulteranno di gradimento per molti utenti: ecco di cosa si tratta.
WhatsApp ha intrototto due novità che risulteranno di gradimento per molti utenti: ecco di cosa si tratta.

Mentre continua a diffondersi l’app nativa di WhatsApp per macOS, disponibile per il download ancora dallo scorso gennaio, il servizio di messaggistica cambia ancora su Windows 11 e 10. L’ultimo aggiornamento dell’applicazione per PC include, in particolare, due novità che risulteranno di gradimento per molti utenti. Di cosa si tratta?

I nuovi link delle videochiamate WhatsApp

L’app riprogettata di WhatsApp disponibile dal 2022 nel Microsoft Store ha ricevuto una nuova iterazione nel programma Beta in questi giorni. Al suo interno si trova anzitutto una nuova funzione definita “Collegamento di chiamata” o “Link chiamata”, ma a cosa serve? Molto semplicemente, se avviate una chiamata o una videochiamata su WhatsApp tramite Windows 10/11 potete consentire a chiunque di unirvisi con un singolo click.

Link chiamate WhatsApp su Windows 11

La medesima funzionalità è disponibile da tempo su WhatsApp per Android, e accedervi su PC è facile come bere un bicchier d’acqua: basta aprire la scheda Chiamate e cliccare su “Crea un link di chiamata”, scegliendo dunque tra le opzioni “voce” e “video”. Si tratta di un’alternativa intuitiva ad altri servizi come Zoom o Google Meet, che supporta fino a 32 persone alla volta.

Supporto migliorato alla Modalità Scura

Mentre la novità sopra citata arriverà su WhatsApp nel corso delle prossime settimane – o dei prossimi mesi, a seconda del progresso dello sviluppo –, questa è accessibile già nella versione stabile: WhatsApp ora supporta una Modalità Scura migliorata. Cosa cambia? Come segnalato da Windows Latest, principalmente la qualità della visualizzazione dell’app quando la Dark Mode è attiva su Windows 11.

Le modifiche sono in realtà minime e solo un occhio particolarmente attento si accorgerà dei cambiamenti. Se non altro, ora anche i più pignoli non potranno lamentarsi di alcuni elementi dell’interfaccia utente che non risultavano così adeguati allo stile di Windows 11.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 6 mar 2023
Link copiato negli appunti