WhatsApp sfronda il supporto agli OS

L'app di messaggistica entro la fine del 2016 accantonerà il supporto per gli OS più datati, come Symbian S60. Ma anche BB10 verrà tagliato fuori

Roma – “Quando abbiamo lanciato WhatsApp nel 2009 – ricordano i responsabili dell’app di messaggistica – l’uso che le persone facevano dei loro dispositivi mobile appariva molto diverso. L’App Store di Apple non aveva che pochi mesi. Circa il 70 per cento degli smartphone venduti all’epoca montava sistemi operativi di BlackBerry e Nokia”. Ora, a sette anni dall’ingresso sul mercato, con un miliardo di utenti avvinti nella propria rete di messaggistica mobile, l’applicazione acquisita da Facebook si trova ad operare in un panorama completamente mutato: è dunque giunto il momento di riallinearsi alle esigenze degli utenti e di concentrare lo sviluppo laddove sia effettivamente necessario.

Whatsapp

Sette anni fa, continua a ricordare WhatsApp, i sistemi operativi mobile di Google, Apple e Microsoft rappresentavano meno del 25 per cento del mercato: ora, in proporzioni affatto uniformi, animano il 99,5 per cento dei dispositivi mobile. Su questi OS, le piattaforme a cui si affida la maggior parte delle persone, WhatsApp focalizzerà il proprio lavoro.

Entro la fine del 2016, annunciano dunque i rappresentanti dell’app di messaggistica, verrà sospeso il supporto a Nokia S40 e Nokia Symbian S60. Anche alle versioni più datate degli OS mobile che continuano ad evolvere verrà negato il supporto: Android 2.1 e Android 2.2 e Windows Phone 7.1 verranno tagliati fuori. Un caso a sé è rappresentato da BlackBerry: anche BB10, ultima generazione degli OS della canadese, verrà accantonato da WhatsApp, sistema operativo i cui utenti rappresentano una piccola porzione del mercato e che probabilmente si affidano ad altre soluzioni di messaggistica.

Dati NetMarketShare

WhatApp spiega che si è trattata di una decisione delicata, ma della “decisione giusta per offrire alle persone modi migliori per restare in contatto con amici, famiglia e persone care”. Per coloro che saranno tagliati fuori dal supporto, WhatsApp raccomanda di “aggiornare a un nuovo Android, iPhone o Windows Phone prima della fine del 2016”.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti