Windows 10 April 2018 Update, ora su tutti gli schermi

Microsoft ha avviato la distribuzione del nuovo major update del suo OS universale, un prodotto sempre più "work-in-progress" che introduce nuove funzionalità, ne cancella alcune e allieta l'utenza con nuovi bug più o meno fastidiosi.
Microsoft ha avviato la distribuzione del nuovo major update del suo OS universale, un prodotto sempre più "work-in-progress" che introduce nuove funzionalità, ne cancella alcune e allieta l'utenza con nuovi bug più o meno fastidiosi.

A pochi giorni dalla conferma ufficiale a mezzo cloud , Windows 10 April 2018 Update ha cominciato la sua lunga marcia verso i PC di tutto il mondo attraverso gli aggiornamenti di Windows Update. La distribuzione della nuova versione del sistema-operativo-come-servizio (1803) è partita il 30 aprile, e gli utenti dovranno ora prepararsi a una serie di importanti novità oltre a bug potenzialmente problematici per la produttività e il computing personale.

Windows 10 1803 include tutte le nuove caratteristiche già presentate da Microsoft nel corso di questi mesi, prima fra tutte la funzionalità Timeline che permette – grazie all’integrazione con il classico tool “Visualizzazione attività” – di tenere sotto controllo il flusso delle attività passate , i file aperti, i documenti modificati e tutto quanto, ed eventualmente di riprendere il lavoro nel punto in cui lo abbiamo lasciato.

Un’altra novità tutta improntata al miglioramento della produttività è poi “Focus Assist”, opzione che una volta attivata permette in sostanza di impostare Windows 10 in modalità “non disturbare” silenziando il Centro Notifiche con o senza programmazione in base all’orario, al display utilizzato e all’eventuale attività videoludica in corso sul PC.

Windows 10 1803 include poi una modalità Dictation migliorata per la conversione automatica della voce in testo (per le lingue supportate), una nuova versione del browser Edge, nuovi strumenti per controllare la telemetria del sistema , un tool per correggere automaticamente le icone e le applicazioni divenute “sfuocate” in seguito alla modifica della risoluzione. Un’altra aggiunta – questa volta inaspettata – è la disponibilità delle popolari utility *nix tar.exe e curl.exe per la gestione degli archivi e l’esecuzione di task su protocollo HTTP.

April 2018 Update rappresenta l’ennesima conferma della volontà di Microsoft di procedere sulla strada tracciata dal concetto di “Windows come servizio”, con un OS che si evolve in continuazione e aggiunge novità ogni pochi mesi con tanto di piccole “gemme” inattese e apprezzabili dagli utenti più smaliziati.

Ma la trasformazione di Windows 10 in OS come servizio porta in dote anche una serie di conseguenze poco piacevoli , prima fra tutte l’eliminazione o la deprecazione – continue come l’aggiunta delle novità di cui sopra – di funzionalità non più utili alla politica commerciale di Microsoft come i Gruppi Home per la condivisione di file e cartelle sulla rete locale, il visualizzatore di file XPS, Windows Help Viewer e altro ancora.

Windows 10 1803 non sarebbe infine Windows se non includesse anche alcuni bug tutti nuovi , situazioni più o meno problematiche come Edge che non si avvia, il microfono che non viene riconosciuto, il mouse che si comporta in maniera diversa rispetto al passato e molto altro. Gli utenti che hanno già installato l’update cominciano a scoprire le sorprese poco piacevoli del nuovo Windows, inclusa la comparsa di blocchi improvvisi e intermittenti durante l’utilizzo del browser Google Chrome. Ed è solo l’inizio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 05 2018
Link copiato negli appunti