Windows 10: nuovo bug per stampanti e porte USB

In particolari condizioni il collegamento di una stampante alla porta USB di un computer Windows 10 rende lo slot del tutto inutilizzabile.
In particolari condizioni il collegamento di una stampante alla porta USB di un computer Windows 10 rende lo slot del tutto inutilizzabile.
Guarda 12 foto Guarda 12 foto

Sulle pagine del supporto ufficiale Microsoft ha fatto la sua comparsa una nota che descrive un ennesimo bug per Windows 10: questa volta si parla di stampanti e porte USB. Il problema è in grado di rendere inutilizzabile uno degli slot presenti sul computer dopo averlo usato per collegare la periferica.

Windows 10: ancora bug, questa volta per stampanti e USB

Interessate le versioni 1903 e successive del sistema operativo, dunque a quanto pare anche la 2004 (May 2020 Update) ancora in fase di distribuzione. In attesa di una patch correttiva il consiglio fornito è quello di connettere la stampante prima che di avviare il computer e non durante il suo utilizzo.

Connettendo una stampante USB a Windows 10 (versione 1903 o successiva), spegnando poi il computer o la periferica, al riavvio del sistema operativo la porta a cui è collegata non risulterà più presente nell’elenco di quelle disponibili. Windows non sarà in grado di completare alcuna azione che richiede quello slot.

Un intoppo causato da un malfunzionamento dei driver. Per visualizzare l’elenco delle porte disponibili è sufficiente aprire le “Impostazioni”, entrare nella sezione “Dispositivi”, selezionare “Stampanti e scanner”, fare click su “Proprietà server di stampa” e accedere poi alla scheda “Porte”.

Windows 10: Proprietà, Server di stampa

Fortunatamente l’impatto del bug non sembra essere esteso in quanto si verifica solo in determinate condizioni. Il gruppo di Redmond ha preso in carico i feedback fin qui giunti dagli utenti, confermando di essere al lavoro sulla preparazione di un fix.

Prosegue dunque un periodo di certo non privo di problemi per il team Microsoft responsabile di Windows 10, che nell’ultimo anno e mezzo ha dovuto fare i conti con una lunga serie di scivoloni che hanno interessato sia le funzionalità della piattaforma sia la sua sicurezza.

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti