Windows 10 Insider Preview Build 20279: niente di nuovo, problemi noti

W10 Insider Preview Build 20279: niente di nuovo

Microsoft ha dato il via al rilascio della Preview Build 20279 di Windows 10, ora disponibile per gli Insider: nessuna novità da segnalare.
Microsoft ha dato il via al rilascio della Preview Build 20279 di Windows 10, ora disponibile per gli Insider: nessuna novità da segnalare.

Con un post condiviso sulle pagine del blog ufficiale oggi Microsoft rende nota la distribuzione della Preview Build 20279 di Windows 10 destinata agli Insider presenti nel Dev Channel. Si tratta sostanzialmente della stessa Build 20277 già disponibile dal 10 dicembre.

Windows 10 Insider Preview Build 20279

Dunque perché la software house ha deciso per questa nuova release? Principalmente con l’obiettivo di mettere alla prova i propri sistemi e la loro capacità di far fronte a due pubblicazioni ravvicinate. È lo stesso autore a spiegarlo.

Questa build è in gran parte la stessa della Build 20277, ma abbiamo voluto testare la nostra capacità di eseguire rapidamente un rilascio dopo l’altro.

Non ci sono da segnalare funzionalità inedite né bugfix: l’intervento si riferisce esclusivamente a problemi noti o segnalati che interessano attese prolungate durante il processo di update, le anteprime animate dei siti che talvolta non vengono mostrate correttamente, la comparsa dell’errore 0x80070426 durante l’autenticazione ad app e servizi con l’account Microsoft e la mancata visualizzazione di alcuni drive nell’utility di gestione dischi.

Da qualche giorno il gruppo di Redmond offre agli Insider di Windows 10 presenti nel Dev Channel la possibilità di scegliere se ricevere le build del ramo RS_PRERELEASE oppure continuare con quelle del FE_RELEASE.

Una volta che un Insider sceglie di installare una build RS_PRERELEASE non può più tornare indietro e ricevere build FE_RELEASE poiché i suoi dispositivi si troveranno a build più recenti. Gli Insider avranno comunque l’opzione di tornare a versioni precedenti per un massimo di dieci giorni o fino all’installazione di una build successiva.

Fonte: Windows
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti