Windows 10: Microsoft conferma i bug, BSoD e reboot

Microsoft riconosce l'esistenza di gravi bug segnalati dagli utenti in seguito all'installazione degli ultimi aggiornamenti per Windows 10.
Microsoft riconosce l'esistenza di gravi bug segnalati dagli utenti in seguito all'installazione degli ultimi aggiornamenti per Windows 10.
Guarda 12 foto Guarda 12 foto

In molti lamentano ormai da diverso tempo la presenza di numerosi bug in Windows 10, perlopiù insorti all’improvviso in seguito all’applicazione degli aggiornamenti rilasciati da Microsoft per il sistema operativo. Oggi il gruppo di Redmond interviene confermando la presenza di due gravi problemi che si verificano nelle edizioni 20H1 (2004) e 20H2 (2009) della piattaforma ovvero dopo aver installato il May 2020 Update distribuito in primavera e l’October 2020 Update rilasciato il mese scorso.

Microsoft riconosce gravi bug in Windows 10

La software house fa sapere che la comparsa del temibile Blue Screen of Death può essere legata a un intoppo riguardante la compatibilità con i drive Thunderbolt NVMe SSD: si manifesta sotto forma di errore “DRIVER_VERIFIER_DMA_VIOLATION (e6)” con descrizione “An illegal DMA operation was attempted by a driver being verified”. Intel si è già messa al lavoro al fianco di Microsoft per bloccare il processo di update ed evitare così il manifestarsi del bug, questo il messaggio condiviso.

Se state tentando di aggiornare Windows 10 alle versioni 20H1 o 20H2 potreste incontrare un blocco legato alla compatibilità e ricevere il messaggio “Il tuo PC ha hardware non pronto per questa versione di Windows 10, Windows Update ti offrirà automaticamente questa versione non appena il problema verrà risolto”.

Il secondo dei due problemi confermati da Microsoft riguarda la richiesta di riavvio del sistema che per qualcuno compare all’improvviso, in maniera del tutto casuale e più volte: può essere legata alle funzionalità Local Security Authority Process e MMC snap-in di Windows 10. Al momento non esiste fix.

In entrambi i casi, in attesa di un rimedio ufficiale, a chi ha già installato gli aggiornamenti non resta altra scelta che rimuoverli: accedere alle Impostazioni, selezionare Aggiornamento e sicurezza, successivamente Windows Update e Visualizza cronologia degli aggiornamenti, quindi nella parte superiore della finestra premere Disinstallare gli aggiornamenti, fare click con il pulsante destro su quello da eliminare e infine selezionare Disinstalla per poi confermare il comando.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti