Windows 10: un problema con l'update dei driver

Il gruppo di Redmond conferma l'esistenza di un problema con l'aggiornamento manuale dei driver, suggerendo una soluzione temporanea.
Il gruppo di Redmond conferma l'esistenza di un problema con l'aggiornamento manuale dei driver, suggerendo una soluzione temporanea.

Microsoft è intervenuta nei giorni scorsi sulle pagine del supporto ufficiale in merito a un problema che può verificarsi durante l’aggiornamento manuale dei driver su un dispositivo con Windows 10, dunque non affidandosi alle versioni rilasciate mediante Windows Update. Questo l’avviso mostrato ad alcuni utenti durante la fase di installazione.

State ricevendo questo messaggio perché l’impostazione “Integrità della memoria” in “Sicurezza di Windows” impedisce a un driver il caricamento nel vostro dispositivo.

Windows 10: bug per l’aggiornamento dei driver

È lo stesso gruppo di Redmond a suggerire la procedura necessaria per portare a termine con successo l’operazione, agendo sull’impostazione di Windows 10 ritenuta responsabile dell’anomalia. A chi dovesse incontrare il problema si consiglia di aprire “Impostazioni”, accedere ad “Aggiornamento e sicurezza”, selezionare “Sicurezza di Windows” e poi la voce “Sicurezza dispositivi”, infine in “Isolamento core” aprire “Dettagli isolamento core” e disattivare la funzionalità “Integrità della memoria”. Al termine è necessario riavviare il PC perché la modifica abbia effetto.

Windows 10: la funzionalità Isolamento core per la sicurezza del PC

Che ruolo svolge la funzione Integrità della memoria? Facciamo riferimento alla documentazione di Microsoft.

L’integrità della memoria è una caratteristica di Windows che garantisce che il codice in uso nel kernel Windows sia progettato in modo sicuro e affidabile. Usa la virtualizzazione hardware e Hyper-V per proteggere i processi in modalità kernel Windows dall’iniezione e dall’esecuzione di codice malevolo o non verificato. L’integrità del codice eseguito in Windows viene convalidata dall’integrità della memoria, rendendo Windows resistente agli attacchi da parte di software malevolo. L’integrità della memoria è un potente limite di sicurezza che consente di bloccare molti tipi di malware da eseguire in ambienti Windows 10 e Windows Server 2016.

Il consiglio è quello di riattivarla in seguito all’aggiornamento dei driver così da poter continuare a contare sul sistema di protezione.

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti