Windows 11 23H2: gaming peggiorato, ma c'è la soluzione

Windows 11 23H2: gaming peggiorato, ma c'è la soluzione

Microsoft indica la procedura da seguire per risolvere i problemi di gaming che gli utilizzatori di Windows 11 23H2 stanno riscontrando.
Windows 11 23H2: gaming peggiorato, ma c'è la soluzione
Microsoft indica la procedura da seguire per risolvere i problemi di gaming che gli utilizzatori di Windows 11 23H2 stanno riscontrando.

Il più recente aggiornamento di Windows 11 che ha portato il sistema operativo alla versione 23H2 sta causando qualche problema di prestazioni in fatto di gaming. Non si tratta della prima volta che ci si ritrova ad avere a che fare con uno scenario del genere, ma per fortuna in questa occasione Microsoft ha fornito una soluzione concreta alla cosa, mediante una serie di comandi e di procedure che possono attuare direttamente gli utenti.

Windows 11 23H2: la risoluzione ai problemi di gaming

Andando più nello specifico, in base alle segnalazioni fatte online, Windows 11 23H2 ottiene risultati nettamente peggiori in un po’ tutti i benchmark e videogiochi. Vengono riscontrate differenze in FPS sino a un massimo dell’8% rispetto a quanto totalizzato in precedenza. A tutto ciò, va altresì sommato che spesso e non volentieri i giochi vanno a singhiozzo e presentano svariati altri problemi relativi alle prestazioni.

In risposta allo scenario appena descritto, Microsoft ha fornito una soluzione “fai da te” che consente di abilitare Hypervisor e le misure di sicurezza per proteggere i sistemi virtualizzati, il che dovrebbe riportare le prestazioni nei giochi ai livelli a cui si è abituati a vedere in Windows 11 22H2 e precedenti.

La procedura esatta, segnalata dai tecnici dell’azienda di Redmond, per far fronte allo scenario sopra descritto è la seguente.

  1. Eseguire il reset del software anti-malware integrato Defender tramite i seguenti comandi su PowerShell:
    • Set-ExecutionPolicy Unrestricted
    • Get-AppxPackage Microsoft.SecHealthUI -AllUsers | Reset-AppxPackage
  2. Riavviare il sistema;
  3. Abilitare da BIOS la virtualizzazione CPU;
  4. Aprire Windows Security > Device Security > Core Isolation e verificare che la spunta Memory Integrity sia selezionata;
  5. Riavviare il sistema.
Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione nel rispetto del codice etico. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.
Fonte: TechSpot
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 5 dic 2023
Link copiato negli appunti