Windows 11 24H2 confermato da un documento Microsoft

Windows 11 24H2 confermato da un documento Microsoft

Un documento dedicato agli sviluppatori e pubblicato da Microsoft sul sito ufficiale conferma l'arrivo dell'aggiornamento Windows 11 24H2.
Windows 11 24H2 confermato da un documento Microsoft
Un documento dedicato agli sviluppatori e pubblicato da Microsoft sul sito ufficiale conferma l'arrivo dell'aggiornamento Windows 11 24H2.

Noto internamente anche con i nomi in codice Hudson Valley e Germanium, il prossimo grande aggiornamento per il sistema operativo di casa Microsoft si chiamerà Windows 11 24H2 nella sua incarnazione definitiva. La conferma arriva direttamente da un documento di supporto condiviso dalla software house. La sua distribuzione è prevista durante la seconda metà dell’anno.

Microsoft ha confermato Windows 11 24H2

Nello screenshot qui sotto è possibile vedere un estratto dalla pagina pubblicata sul sito ufficiale del gruppo di Redmond, in cui si fa riferimento esplicito a Windows 11 Version 24H2. Il tema trattato è quello relativo al futuro della funzione EnumDeviceDrivers riservata agli sviluppatori e agli amministratori di sistema, utile per la gestione dei driver.

Il documento ufficiale di Microsoft cita l'arrivo di Windows 11 24H2

Cosa significa? Con tutta probabilità, nella seconda parte dell’anno, assisteremo all’arrivo di Windows 11 24H2 e non a quello di Windows 12 come ipotizzato da più fonti anche nei giorni scorsi. La decisione finale sul nome da attribuire all’update potrebbe comunque cambiare e, come abbiamo già avuto modo di spiegare in più occasioni, dovrebbe essere legata più a ragioni dettate dalle esigenze di marketing che non da fattori prettamente tecnici.

Scegliere di non effettuare subito il salto generazionale da W11 a W12 consentirebbe a Microsoft di non rendere ancora più gravoso il problema legato alla frammentazione della piattaforma. Ricordiamo che oggi, oltre il 67% degli utenti PC attivi sul sistema operativo, sono fermi a W10 (fonte StatCounter, dati aggiornati a fine dicembre 2023). Il successore, nonostante i progressi compiuti nel tempo, non ha raggiunto il 26%.

Per quanto concerne la data di uscita, come anticipato, potrebbe essere già stata pianificata per l’autunno, indicativamente nei mesi di settembre e ottobre. Tra le novità introdotte dall’update troveranno posto soprattutto quelle inerenti ai progetti di intelligenza artificiale, sempre più centrali nel business della società: alcuni rumor fanno riferimento al debutto di una versione inedita dell’assistente Copilot.

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 2 feb 2024
Link copiato negli appunti