Windows 11 acerbo, ecco i primi bug, problemi ed errori

Windows 11 acerbo, ecco i primi problemi e bug

Qualche problema sperimentato da chi ha deciso di non perdere tempo e installare subito l'update gratuito al nuovo sistema operativo Windows 11.
Qualche problema sperimentato da chi ha deciso di non perdere tempo e installare subito l'update gratuito al nuovo sistema operativo Windows 11.
Guarda 22 foto Guarda 22 foto

Qualche errore di gioventù per Windows 11, manifestato fin dalle ore successive al lancio ufficiale avvenuto ieri. Molti hanno deciso di approfittare fin da subito della possibilità di eseguire l'aggiornamento gratuito da W10, senza perdere tempo, trovandosi però a dover fare i conti con qualche imperfezione ancora presente nel codice: in altre parole, sono comparsi i primi bug.

Primi bug per Windows 11

Sappiamo bene come Microsoft sia attiva per raccogliere i feedback e intervenire con patch correttive, dando priorità ai problemi più gravi. Dopotutto, a questo serve il rollout graduale, che arriverà a completarsi per coloro in possesso di un PC compatibile (verifica i requisiti) solo nella prima parte del prossimo anno.

Tra gli intoppi segnalati con maggiore frequenza ci sono gli errori 0x8007007f  e Ox8COF0830-ox2W03, mostrati durante la fase di setup eseguita con gli strumenti Assistente Aggiornamento o al Media Creation Tool. Le ragioni non sono chiare, qualcuno le attribuisce a UAC (Controllo dell'Account Utente), altri ai driver. L'unica soluzione al momento sembra essere quella che passa dall'utilizzo dell'immagine ISO (scopri come fare).

La stessa software house ha reso noto di essere a conoscenza di tre altre anomalie sulle quali interverrà in breve tempo. La prima riguarda l'incompatibilità tra Oracle VirtualBox per la virtualizzazione e Windows 11 che si manifesta in presenza di Hyper-V, la seconda interessa il software dei prodotti Intel Killer provocando un'interruzione delle comunicazioni e un calo delle performance, la terza mette fuori uso il browser Cốc Cốc particolarmente diffuso in alcuni specifici mercati come quello vietnamita.

Attendiamoci dunque il rilascio di un aggiornamento cumulativo entro le prossime settimane. Ricordiamo infine che, dopo il passaggio a W11 tramite update, si hanno a disposizione dieci giorni per eseguire il downgrade a W10 senza perdere alcun dato. Terminato il periodo, il backup temporaneo verrà automaticamente eliminato e sarà eventualmente necessario procedere a un'installazione pulita.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti